Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
TERRA ATLANTICA
Age Of Steam

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

CONCERTI

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

HYBRID CIRCLE - # 10 - L'assalto
02/05/2011 (1290 letture)
L'ASSALTO
Continuammo ad aspettare Primo e devo ammettere che anche io, come Harvey, iniziai a spazientirmi, anche perché non capivo il motivo di quel ritardo. Nel frattempo rimasi in continuo contatto con Derek per farmi aggiornare sulla situazione del localizzatore. All’improvviso vidi Primo sbucare dalla parte destra dell’edificio, ci raggiunse e ci disse

«Lex, dobbiamo sbrigarci. Ho avuto dei problemi, stanno per scoprirci. Se andiamo subito abbiamo buone possibilità di fare tutto in poco tempo»
«OK, ma Harvey l’hai visto?»
«Si, ci sta aspettando ed intanto controlla la parte posteriore della fabbrica»
«Ah, ci sei riuscito a farlo stare fermo! Non sai quanto mi ha fatto infuriare prima! Comunque chiamiamolo, non vorrei sentire le sue lamentele per essersi perso la battaglia»
«Lex, non preoccuparti. Lui ha già il suo incarico. Si unirà a noi durante la battaglia»
«OK, allora agiremo così: mentre eri nella fabbrica ho notato l’antenna che la mantiene in contatto con CyberVAC e ho già dato disposizioni a Derek di bombardarla appena passerà qua sopra con il tuo hovercraft. Dovrebbe essere qui a minuti, quello sarà il segnale di sfondamento delle porte. Tu, Primo, dovrai guidare la squadra che piazzerà gli esplosivi sugli ingressi, al resto penso io»

La squadra di Primo si diresse subito agli ingressi per piazzare le cariche esplosive, mentre io, intanto, circondai con il resto degli uomini e dei droidi HC l’edificio. Un droide guidava il mezzo su cui viaggiavo e ci posizionammo in direzione dell’ingresso principale. L’obbiettivo era raggiungere la sala macchine principale per spegnere la catena di produzione e permettere a Primo di spegnere i droidi nemici con l’antenna a corto raggio situata nella sala comandi. Ovviamente tutti i dati tecnici della fabbrica erano stati forniti da Primo.

Mentre eravamo in posizione il boato dell’hovercraft guidato da Derek iniziò a farsi sentire. Dopo pochi secondi ebbi anche il contatto visivo e restai seduto sul mezzo a godermi la distruzione dell’antenna. Derek sorvolò la fabbrica due volte prima di sganciare la bomba, una volta sicuro rilasciò l’ordigno. Immediata fu la reazione della controparte nemica. Anche se non erano più in contatto con CyberVAC il loro “istinto” di sopravvivenza, dovuto alla loro seconda legge ed alla programmazione bellica di CyberVAC, li fece organizzare in assetto da combattimento ed iniziarono ad attaccarci. Ma pochi istanti dopo saltarono le cariche posizionate sulle porte e finalmente il campo fu aperto per il contrattacco. In questo caso, però, il nostro assetto superava di gran lunga quello delle macchine. Per la prima volta li avevamo colti di sorpresa, l’esplosione agli ingressi fece fuori molti liberatori ed a completare l’opera c’eravamo noi già in posizione pronti a fare fuoco.
Durante l’azione di fuoco incrociato balzai a gran velocità con il mezzo all’interno della fabbrica. A precedermi c’era Primo che mi liberava dai droidi nascosti all’interno. Intanto io, con il fulminatore modificato da Harvey, abbattevo le ultime quattro porte che ci separavano dalla sala comandi. Appena arrivammo mi girai verso Primo e cominciai a fare fuoco di copertura, intanto Primo entrò nella sala comandi e diede l’impulso all’antenna a corto raggio disattivando tutti i droidi nemici. Tutto si svolse in pochi istanti grazie alla nostra superiorità organizzativa, infatti non mi resi conto nemmeno di non aver visto Harvey per tutto il tempo.
Dopo aver completato l’assalto ordinammo ai nostri droidi di ripulire lo stabile. Intanto Derek mi raggiunse con il suo master di programmazione positronica da inserire nel mainframe della fabbrica. In questo modo potevamo cominciare la produzione di massa dei droidi HC. Prima di cominciare ad usare l’enorme quantità di materiale stoccato nei magazzini avremmo riciclato i rottami raccolti.
Come stabilito Primo scaricò dall’hovercraft l’antenna a lungo raggio da sostituire a quella distrutta dal bombardamento. Infatti Derek la costruì per inviare un segnale che avrebbe emulato il quello originale della fabbrica.

«Lex, l’antenna funziona, ma non è ancora il caso di collegarla. Non conosciamo i protocolli di CyberVAC»
«Tranquillo Derek, ci penserà Primo. Lui ha molte capacità di cui tu non ancora sei al corrente»
«Quindi posso già collegarla?»
«Si, dobbiamo ristabilire immediatamente il segnale portante di CyberVAC, dovrà credere che i suoi liberatori hanno sventato un attacco xelyano e ristabilito l’ordine. Abbiamo bisogno di tempo per produrre i nostri droidi, non possiamo permetterci un attacco in questa fabbrica»
«Sei sicuro che Primo riesca a emulare il segnale?»
«Primo ha già riprogrammato il sistema di telecomunicazione»
«Ok. Ma quali sono le capacità di Primo che non conosco?»
«Poi ti spiego, fidati di me. Andiamo a cercare Harvey»

Intanto Primo posizionò l’antenna, la mise in funzione e si rivolse a noi dicendo

«L’antenna funziona correttamente, ho inviato il primo impulso ed ho ricevuto una risposta positiva. CyberVAC crede che sia tutto nella normalità, ora però devo parlarvi»
«Scendiamo da questo tetto, troviamo Harvey e poi parliamo»
«E’ proprio di questo che vorrei parlare»
«Cosa intendi, Primo?»
«Vedi Lex, Harvey ha avuto un incidente, ho preferito non dirtelo per non compromettere la tua lucidità durante l’assalto»
«Incidente!? Come sta!? Dove l’hai portato!?»
«Era necessario che io non ti dicessi nulla, non ce l’avresti fatta. Tu sei il leader, avevi pensato questo piano ed eri l’unico in grado di gestirlo»
«Primo, dimmi come sta Harvey subito, è un ordine!»
«Vorrei che tu ti calmassi prima, per favore»
Ero sconvolto, non riuscivo a capire tutto il mistero di Primo, ero pervaso dalla rabbia, non mi ubbidiva e non riuscivo ad ottenere una risposta soddisfacente da una cazzo di calcolatrice, così, istintivamente, mi recai verso l’hovercraft, presi un fulminatore, tornai di fronte a primo e puntandoglielo contro dissi

«Forse non ti sei reso conto che ti conviene rispondere! Dove cazzo è Harvey?»
«Lex, Harvey non c’è più»

Il fulminatore mi cadde dalle mani, non riuscivo a credere alla notizia appena appresa e subito gli chiesi

«Tu dove eri? Tu dove cazzo eri!? Le tue leggi non parlano chiaro forse!? Ti rinfresco la ferraglia che hai in testa!»

Gridai, gridai con una forza tale da sentire il fuoco nella gola

«Legge numero uno! Un robot non può recar danno a un essere xelyano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere xelyano riceva danno! Te lo ricordi questo, o no? Avanti, rispondi!»
«Non ho avuto il tempo necessario, Lex»
«Legge numero due! Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri xelyani, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge! Non puoi interpretare le leggi a tuo piacimento, ti ordino di rispondermi! Tu dove cazzo eri!?»
«Mi dispiace Lex, io non ero li nel momento dell’incidente, arrivai solo qualche attimo più tardi. Sai benissimo che io ero li con un altro compito»
«Allora l’altro droide che ho mandato con Harvey!?»
«Ha ovviamente rispettato le leggi, ma è stato sopraffatto dal nemico. Ma se non mi credi puoi tranquillamente fulminarmi» «Ora ti comporti come un robot normale e obbedisci ai miei ordini, intesi? Come è morto?»
«Era in fin di vita quando io sono arrivato, mi ha chiesto di farlo»
«Come in fin di vita? Ma non ci riesci a darmi una risposta completa? Che cosa ti ha chiesto di fare!?»
«Io ho dovuto mettere fine alle sue sofferenze»

Solo quando iniziai a sentire pulsare la mia mano mi resi conto di aver dato un pugno sul volto di Primo. Lui avrebbe potuto tranquillamente restare immobile, però con la testa accompagnò il mio colpo per evitare danni maggiori di quelli che mi ero già causato. Tornò in posizione e disse

«Lex, ti sei rotto la mano»
«Tu invece non hai sentito niente, vero?»

Ripresi il fulminatore e dissi

«Vediamo se senti questo, rottame!»

Ma Derek, rimasto in disparte per tutto il tempo, decise di intervenire. Abbassò il fulminatore e schiaffeggiandomi mi disse

«Lex! Torna in te! Cerca di calmarti, anche io sono sconvolto, ma questa non è la reazione adatta!»
«Cosa ne sai tu!?»
«Ho passato più tempo di te con Harvey e se l’ho conosciuto un po’ in questo momento ci sarebbe lui a dartele, quindi stai calmo»
«Io reagisco come mi sembra opportuno, stiamo facendo questa Resistenza per la libertà!»
«Hai detto bene Lex, la Resistenza. Cosa che tu in questo momento stai annientando! Qui siamo tutti con i nervi tesi, questo evento ha sicuramente cambiato tutto, però cerchiamo di mantenere la calma e ascoltiamo cosa ha da dire Primo, e poi puoi fare quello che ti pare, se vuoi ti aiuto anche a fulminarlo!»

Lasciai il fulminatore per la seconda volta e Derek con un calcio lo allontanò in via precauzionale. Tornammo di nuovo a rivolgerci a Primo, e dissi

«Avanti, cosa ti ha chiesto di fare?»
«Harvey ha detto questo»

E mi fece ascoltare la registrazione di tutto il loro discorso. Sentire la voce di Harvey, sentire quel grande amico, quasi un padre, chiedere di me senza essere accontentato e successivamente chiedere una morte veloce, mi raggelò il sangue. Ma ancora offuscato dalla rabbia mi avventai, questa volta con dei rottami, di nuovo contro Primo ed iniziai a colpirlo più forte che potevo mentre gridavo.

«Tu hai avuto venti minuti a disposizione, potevi venire da me, prendermi, portarmi da lui, in fondo non credo che ti abbia chiesto chissà cosa! Come hai potuto prendere una decisione così importante senza interpellarmi!? Cosa ne sai tu della morte!? Ti aveva chiesto una cosa che potevi fare al cento percento. È proprio vero, non sei un xelyano e non ti considero neanche una macchina, sei un mostro!»

E mentre Derek interveniva di nuovo, osservando i pesanti danni causati a Primo sentii dire queste parole “Mi sono trovato a scegliere tra te, Harvey e la Resistenza, ed ho scelto quest’ultima”.

Derek disse a Primo di accompagnarlo da Harvey, io non andai subito. Mi lasciarono solo sul tetto e nella mia testa si affollarono svariati pensieri. Era vero, la Resistenza era più importante di tutti noi, Primo con le sue parole riuscì a scuotere la mia mente, non pensavo ad altro, solo a quelle parole: “Ho scelto la Resistenza”.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Missili di CyberVAC
RECENSIONI
70
70
ARTICOLI
14/10/2014
Intervista
HYBRID CIRCLE
Questioni di Fede
31/05/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 12 - CySquare Zero / Epilogo
17/05/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 11 - Mai Più Come Prima
02/05/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 10 - L'assalto
18/04/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 9 - La Fabbrica
02/04/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 8 - Il PIano Di CyberVac
18/03/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 7 - Gioco di Squadra
02/03/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 6 - Saggi, Popolo e Saggezza Popolare
16/02/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 5 - Progetto Esca
02/02/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 4 - Non Tanto Diversi Da Noi
15/01/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 3 - Il Predicatore
03/01/2011
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 2 - Ouverture 209
15/12/2010
Articolo
HYBRID CIRCLE
# 1 - Una Buona Ragione Per Fuggire
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]