Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/10/20
THE ERKONAUTS
I Want It to End

02/10/20
IRON ANGEL
Emerald Eyes

02/10/20
ION OF CHIOS
_reHUManize_

02/10/20
SHIBALBA
Nekrologie Sinistrae (Orchestral Noise Opus I)

02/10/20
SALTATIO MORTIS
Fur Immer Frei

02/10/20
NACHTBLUT
Vanitas

02/10/20
SIX FEET UNDER
Nightmares of the Decomposed

02/10/20
ANAAL NATHRAKH
Endarkenment

02/10/20
BRAVE THE COLD
Scarcity

02/10/20
THE PILGRIM
...From the Earth to the Sky and Back

CONCERTI

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
MORTADO
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

09/10/20
BULLO FEST
LEGEND CLUB - MILANO

10/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) + AFRAID OF DESTINY (ANNULLATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/10/20
TWILIGHT FORCE + GUESTS (RINVIATO)
LEGEND CLUB - MILANO

11/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM - MILANO

GODS OF METAL - Arena Fiera Milano, Rho (MI), 22/06/2011
25/06/2011 (5206 letture)
Ed anche quest'anno il Gods of Metal è stato (almeno dal sottoscritto) a lungo atteso, è arrivato e se n'è andato, lasciandoci però entusiasti e fiduciosi per quel che riguarda il futuro di questa manifestazione.
Abbandonato l'ufficio si sale in macchina ad affrontare il caldo afoso dell'estate in città. Perdersi nel dedalo di tangenziali, autostrada e multiple uscite nell'hinterland milanese, alle 15.00 spaccate, è stato solo l'inizio di un pomeriggio che sarebbe trascorso all'insegna del metallo. E dopo una mezz'ora abbondante di viaggio, una capatina a Rho fuori programma e una passeggiata dal parcheggio 2 della Fiera alla zona concerti (un'altra buona ventina di minuti), siamo al Gods 2011 e sul palco ci sono già Gilbert e Sheehan che si divertono.

MR. BIG
Scongiurato il pericolo della pioggia, durante lo show dei Mr. Big il sole è tornato a splendere, asciugando un po' dell'umidità presente.
La performance dei componenti della band è incredibile, li vede in piena forma, proprio come in What if..., l'ultima prova in studio, dal quale ci faranno sentire ben cinque pezzi (Undertow, American Beauty, Still Ain’t Enough For Me, Around The World ed As Far As I Can See).
Eric Martin canta impeccabilmente, Paul Gilbert e Billy Sheehan giocano e fanno i funamboli mentre il lotto propone anche classici del loro repertorio quali Daddy, Brother, Lover, Little Boy, Green-Tinted Sixties Mind, e Take Cover, sotto lo sguardo attento di un Duff McKagan che assiste allo spettacolo divertito mentre la lunga scaletta, frammezzata rispettivamente dagli assoli di chitarra e basso, giunge verso la fine con la scatenata Addicted To That Rush.

EUROPE
Sono le 17.20 circa, tempo di mangiare e bere qualcosa, fare il giro degli stand e si torna verso il palco per assicurarsi un posto abbastanza vicino per assistere allo spettacolo degli Europe.
Joey Tempest e compagnia si sono presentati sul palco poco prima delle 18.00 e, nonostante un inizio un po' statico con Last Look At Eden, si sono ripresi subito grazie a The Beast e alla ballad Superstitious.
La domanda "Volete un altro lento? O volete urlare?" introduce la veloce e coinvolgente Scream of Anger, tratta dal secondo album del gruppo svedese. Intro di tastiera invece ad aprire l'arabeggiante No Stone Unturned, che vede anche il vocalist imbracciare una 6 corde e con la quale siamo nel vivo della performance del gruppo, che prosegue con Love Is Not The Enemy e un lungo assolo di John Norum.
Si riprende con Seventh Sign (dall'album Prisoners in Paradise, del '91) e con Carrie, che fa scattare il coro da parte del pubblico. E tra passato e presente si continua con The Getaway Plan e More Than Meets The Eye. È poi il turno di Start from the Dark, dall'album della reunion del 2001, e poi di Rock the Night, durante il quale il combo si permette di fare il verso al main act della serata con un accenno di Livin After Midnight ed Another One Bites the Dust dei Queen e si prepara a salutare con l'inconfondibile, celeberrima, potentissima The Final Countdown, vero inno degli anni '80.
Ottima performance, ottima presenza scenica di Tempest e Norum ma soprattutto ottima resa dei brani più classici anche in sede live e in versione moderna. Il sound del gruppo si è evoluto, ed anche i brani classici, più orientati ad un pubblico di metallari rispetto a prima, grazie a distorsioni più pesanti e ad una presenza della tastiera (che sarebbe vera protagonista di alcuni brani, soprattutto quelli di una trentina d'anni fa) che si fa sempre più di contorno.

SETLIST
01. Last Look At Eden
02. The Beast
03. Superstitious
04. Scream of Anger
05. No Stone Unturned
06. Love Is Not The Enemy
07. Seventh Sign
08. Carrie
09. The Getaway Plan
10. More Than Meets The Eye
11. Start From The Dark
12. Rock The Night
13. The Final Countdown


WHITESNAKE
Camicia bianca aperta, abbronzatura e piega perfette, ma soprattutto corde vocali in ottima forma per David Coverdale! I Whitesnake, veri e propri pezzi da novanta per quel che riguarda il metallo europeo, salgono sul palco del Gods Of Metal con grinta da vendere. Nonostante il suono inizialmente impastato (anche a causa degli effetti e chorus vari applicati alla voce dell'"anzianotto" frontman), tutto è al top. L'inizio è esaltante, e con le sue movenze ormai rinomate che sottolineano la sensualità di alcuni dei brani, il buon David parte con Best Years e la dinamicissima Give Me All Your Love, seguite da altri classiconi del calibro di Love Ain't No Stranger e la celeberrima ballad Is This Love. Qualche chiacchiera per ingraziarsi il pubblico -caratterizzata da un meraviglioso accento british- e si ricomincia con le nuove Steal Your Heart Away e la titletrack dell'ultimo lavoro in studio, Forevermore, prima della parte più noiosa dell'esibizione, costituita da una lunghissima guitar battle tra il biondo Doug Aldrich e la new entry Reb Beach: se i primi "round" di questa sfida risultano entusiasmanti, alla lunga il botta e risposta si fa pesante.
Sempre rimanendo in tema di novità, attaccano poi la divertente e recente My Evil Ways, a metà della quale però anche Brian Tichy decide di ritagliarsi lo spazio per un'altra esibizione solista, questa volta alle pelli. L'ex Velvet Revolver/Foreigner/Pride & Glory/Slash's Snakepit ha sicuramente un curriculum invidiabile, ma per i non addetti ai lavori anche il suo solo risulta pesante dopo un po', nonostante un divertissement che lo vede fare il verso al suo predecessore nel gruppo, Tommy Aldridge, privandosi delle bacchette per poi, con gli altri, chiudere in bellezza con la doppietta Slide It In/Here I Go Again e con il potentissimo encore Still Of The Night.

SETLIST
01. Best Years
02. Give Me All Your Love
03. Love Ain't No Stranger
04. Is This Love
05. Steal Your Heart Away
06. Forevermore
07. Love Will Set You Free
08. Guitar Duel
09. My Evil Ways
10. Drum Solo
11. Slide It In
12. Fool For Your Lovin'
13. Here I Go Again

--- Encore ---

14. Still Of The Night
(Outro) We Wish You Well


JUDAS PRIEST
Mentre cala la sera il palco viene preparato in maniera imponente per i Sacerdoti di Giuda. Mezzoretta per riposare le corde vocali e la schiena e si ricomincia, questa volta per salutare i Priest che abbandonano le scene dei tour mondiali (ci crediamo tutti!). Fuoco e fiamme sono il tema della scenografia per l'esibizione di Rob Haldord e i suoi, deboli di KK Downing, che ha sfortunatamente lasciato il tour prima della sua conclusione...
E quando cade il telo nero con il logo di Epitaph è il delirio. Si comincia con Rapid Fire per scaldare la folla, mentre ci pensano Metal Gods e Heading To The Highway a farci fare un tuffo nel passato. Una rarità, tra le esibizioni live, è costituita da Starbreaker, durante la quale Rob e Glenn Tipton si sparano pose sornione mentre il giovanissimo Richie Faulkner stupisce con un assolo pazzesco, munito di Flying V ed accerchiato da luci e laser, fornendo la prima (di tante) prova del suo valore come sostituto di Downing.
Ancora chitarre armonizzate e fumo per Never Satisfied (dall'album di debutto dei Priest, Rocka Rolla), seguita da Diamonds & Rust, cover di un brano di Joan Baez del 1975. Siamo a circa metà concerto e Halford rientra incappucciato d'argento per cantare ed interpretare The Prophecy, dall'ormai quasi penultimo album Nostradamus. Lampi blu introducono Night Crawler, che fa scattare il pogo e l'headbanging sfrenato. È incredibile: è passata piu di un'ora e Halford tiene perfettamente con la voce, acutissima e pulita. L'esibizione convince anche con pezzi che su disco risultano leggermente kitsch, come Turbo Lover, quando si alzano ancora le fiamme e la trasformano in un'ottimo brano in sede live.
È poi il turno di Beyond The Realm of Death, classica che vede cantare il pubblico fin dalle prime battute. La teatralità di Halford è trascinante, assieme alla tecnicità della new entry alle 6 corde a farla da padrone sul palco con una Les Paul bianca, ci conduce per tutti e sette i minuti del brano. È poi tempo di scatenarsi di nuovo con The Sentinel, potente ed eseguita magistralmente e Blood Red Skies, con la sua intro evocativa e lenta che fa da apripista al corpo ritmato e caratterizzato da un riff dal gusto retrò ormai entrato nella storia.
E dopo una seconda cover (The Green Manalishi, dei Fleetwood Mac), ci avviciniamo alla fine del concerto, davvero da pelle d'oca. Una Breakin' the Law interamente cantata dal pubblico e l'esaltante Painkiller, tra fuoco e fiamme, chiudono infatti la lunga scaletta prima dei tre encore. Il primo è costituito dalle esplosive The Hellion/Electric Eye: ennesimi pezzi attualissimi nonostante l'età. Il secondo rientro sul palco, con tanto di motocicletta, ha fatto impazzire la folla con altri due veri anthem: Hell Bent For Leather e You've Got Another Thing Comin', quest'ultima allungata parecchio per i saluti di rito: sappiamo che è quasi la fine, e il climax della serata è a portata di mano. Uscita dal palco e la vera conclusione, con la divertente e più leggera Livin' After Midnight a chiudere un cerchio che ha rivisitato quasi tutta la carriera quarantennale degli dei del metal.
Ma sarà davvero un addio?

SETLIST
01. Intro - War Pigs
02. Rapid Fire
03. Metal Gods
04. Heading to the highway
05. Judas Rising
06. Starbreaker
07. Victim of Changes
08. Never Satisfied
09. Diamonds & Rust (cover di Joan Baez)
10. Prophecy
11. Night Crawler
12. Turbo Lover
13. Beyond the Realms of Death
14. The Sentinel
15. Blood Red Skies
16. The Green Manalishi (cover dei Fleetwood Mac)
17. Breaking the Law
18. Painkiller

--- Encore ---

19. The Hellion/Electric Eye

--- Encore ---

20. Hell Bent for Leather
21. You've Got Another Thing Comin'

--- Encore ---

22. Living After Midnight


È quasi mezzanotte, ed accompagnati dalla leggera brezza che ha rinfrescato il clima serale si torna alle vetture, si lotta con il traffico per uscire dalla location che vede accalcarsi le macchine di tanti fan stanchi e provati dalla giornata, ma contenti. Un'edizione atipica, questa del Gods Of Metal 2011, viste le proposte che puntavano più al rock che al metal vero e proprio, ma che è risultata perfetta dal punto di vista tecnico e che ha voluto dimostrare quanto la modernità di certi brani sia innegabile. Anche classiconi come gli inni dei gruppi che hanno chiuso il festival (The Final Countdown e Rock the Night, ma anche e soprattutto Breakin' the Law, Metal Gods o You've Got Another Thing Comin') che magari nel 2011 possono suonare un po' datati se ascoltati su disco (si parla di registrazioni addirittura di fine anni '70 per i Judas ed inizi anni '80 per gli Europe), sentiti dal vivo, con strumentazioni moderne e presentate con dovizia e mestiere, risultano immortali, come i loro interpreti.

GODS OF METAL 2011: IL BILL COMPLETO
Judas Priest, 21.35 - 23.30
Whitesnake, 19.35 - 21.05
Europe, 17.55 - 19.05
Mr. Big, 16.15 - 17.25
Cradle Of Filth, 15.00 - 15.45
Epica, 13.45 - 14.30
Duff McKagan's Loaded, 12.45 - 13.15
The Cavalera Conspiracy, 11.45 - 12.15
Baptized in Blood, 11.00 - 11.25



Morte
Domenica 3 Luglio 2011, 8.45.13
52
la scaletta eseguita dai Judas è fantastica
Elluis
Venerdì 1 Luglio 2011, 14.59.08
51
Infatti, ribadisco, mi sembra più che logico che se c'è un evento a Rho che finisce verso mezzanotte, l'orario della metro debba essere prolungato almeno di un'ora in più. Il 22 è stata probabilmente una coincidenza che i treni abbiano trasportato sia la gente che andava al Gods, sia quella che andava per Vasco
Painkiller
Venerdì 1 Luglio 2011, 14.32.51
50
@Elluis: il 6 luglio non ci sarà Vasco ma lo prolungheranno comunque ;-D
Elluis
Venerdì 1 Luglio 2011, 13.38.49
49
@ Lizard non mi pare che solo in Italia si facciano i festival sull'asfalto: mi risulta che il Rock Am Ring si svolga sul cemento. Non solo al Gods di quest'anno ma anche nelle altre edizioni dei festival non ci sono mai stati grossi problemi di ordine pubblico (parlo degli ultimi 12-13 anni). Mi sembra sacrosanto che l'orario sia stato prolungato, sennò all'una di notte come la vedi migliaia di persone lasciate a piedi davanti al cancello chiuso della metro ? Non bene !! Inoltre il 22 ha coinciso con una delle 4 date di Vasco a San Siro, percui era già previsto che gli orari fossero prolungati
Painkiller
Venerdì 1 Luglio 2011, 13.16.33
48
@Lizard&Federica: le mie considerazioni sul tema erba/asfalto sono assolutamente legate al fatto che siamo in Italia... ... sul fatto che ci ritengano "pericolosi assembramenti di soggetti non raccomandabili" invece non concordo, io ho vissuto l'epoca dei cancelli aperti all'improvviso e delle legnate dei celerini che trovandosi davanti l'orda di scatenati randellavano per paura di essere travolti, nonchè delle "retate" all'uscita per cercare droghe e altro. Al gods di quest'anno tutti tranquilli, hanno prolungato l'orario di servizio della metro apposta per il gods.....
Federica Lb
Venerdì 1 Luglio 2011, 11.45.48
47
@Lizard .. assolutamente d'accordo con te anche al Sonisphere eravamo stipati come bestie... con tutto il verde che c'era a disposizione anche lì siamo stati rinchiusi sull'asfalto
Lizard
Giovedì 30 Giugno 2011, 17.25.31
46
In tutta Europa i festival come questo si tengono nei parchi!! Gli unici che ho visto sull'asfalto sono i nostri... A Wacken ho visto rotoli di paglia stesi a coprire il fango e mi sono mooolto stupito di quanto successo al Sonisphere in Svizzera l'anno scorso (anche se lì si e trattato di un evento assolutamente straordinario e catastrofico, come per l'Heineken)... Poi dopo Roskilde molti hanno preso contromisure straordinarie per evitare il peggio. Io direi che in generale non c'è paragone e credo che per il Gods il problema stia anche nella disponibilità delle amministrazioni locali a gestire questo tipo di eventi che non vengono colti come potenziale di ritorno per tutti ma solo come scocciature, se non come "pericolosi assembramenti di soggetti non raccomandabili". In ogni caso, credo non ci siano paragoni tra un prato e un deserto di cemento, tutto sta nell'organizzare degnamente questo tipo di eventi (a proposito del Sonisphere italiano, tanto per dire, il campeggio a fronte di una presenza di circa cinquantamila persone, era allestito per tremila... E non dico altro...)
Federica Lb
Giovedì 30 Giugno 2011, 17.04.29
45
@Painkiller : ma che bellezza.. il fango a mezzagamba.. pensa che le donne spendono miliardi in fanghi e te li hai avuti pure a gratisse?? ahaha.. sii beh è bella una via di mezzo..anche perchè parliamoci chiaro.. a giugno si spera sembra in tempo mite e/o sereno.. e non grandinate e nubifragi...
Painkiller
Giovedì 30 Giugno 2011, 14.49.38
44
@Federica Lb: io ho dei PESSIMI ricordi del gods 2004 a Bologna.....tanta grandine, nessun posto sotto il quale ripararsi, e poi fango fino a mezzagamba...no no asfalto a vita!!! FROM THE CONCRETE JUNGLEEEEEE......THE SMOKE THE DIRT THE GRIME......MONSTER OF ROCK!!!
Elluis
Giovedì 30 Giugno 2011, 14.31.55
43
@ Federica concordo su tutto, quando c'è un po di prato e un po di ombra è sicuramente meglio (in quello il Gods '09 di Monza è stata una bella esperienza): tuttavia ci sono stati momenti in cui ci si è trovati a sguazzare nel fango profondo (qualcuno ricorda l'Evolution 2008 all'Idroscalo quando saltò il concerto degli In Flames per una grandinata?), o a respirare tutto il giorno la polvere alzata dai poghi e dal vento, allora secondo me da quel punto di vista è meglio l'asfalto. Su Coverdale mi trovi assolutamente d'accordo
Federica Lb
Giovedì 30 Giugno 2011, 12.19.13
42
@Elluis io ho ricordi bellissimi del gods of metal 2007 all'idroscalo..con verde ed ombra.. e del 2009 a Monza sdraiata sul prato in relax.. A rho quest'anno era per me un inferno.. addirittura lo stand per i portatori di handicap completamente al sole senza nessun riparo.. nemmeno una fantanella per sciacquarsi .. niente di niente.. è stata un'esperienza musicalmente parlando stupenda... ma se c'era un po' d'ombra .. un po' di prato era tutta un'altra cosa.. ricordo con piacere le chiacchiere fatte con gente da tutta Italia.. ho sempre conosciuto un sacco di persone negli anni precedenti.. quest'anno la gente era inferocita..e molto meno easy degli anni precendenti ..ma questa è una mia impressione.. come riguardo a Coverdale.. che rimane un grande frontman divertente e sicuramente musicalmente sono forti ma l'ho trovato senza voce e quando mi rendevo conto che non cantava lui ( e credimi spesso non cantava ahime) mi è dispiaciuto e tanto.. ma senza dubbio esperienza fantastica.. \m/
Elluis
Giovedì 30 Giugno 2011, 10.28.15
41
@ Federica è vero, anche io ho notato Coverdale un po in difficoltà con la voce, ma nell'insieme penso che gli Whitesnake abbiano fatto un signor spettacolo, e sul fatto del playback, sei proprio fuori strada, credimi. Per quanto riguarda la location (mia opinione personale), secondo me è meglio stare su una distesa d'asfalto, piuttosto che su una distesa di fango quando piove, o di polvere quando è secco.
Federica Lb
Mercoledì 29 Giugno 2011, 16.41.16
40
ahhh che bello leggere le tue parole.. Non hai citato (perchè sei arrivato tardi.... ) i grandissimi Cavalera Conspiracy che hanno suonato bene ed hanno fatto divertire il pubblico a suon di PD e PM (bestemmie!!) .. Bravi gli Epica ma dopo 3 canzoni non se ne poteva più.. un po' il caldo un po' quelle canzoni sempre uguali... pietosi i COF .. dei naneti mascherati che il pubblico non ha per niente gradito (se non quei soliti 5 o 6 in prima fila) .. di Duff dico soltanto che durante la sua esibizione ha iniziato a piovere.. ahaha Grandissimi MrBig.. fantastici... peccato che i Whitesnakes.. perchè non so se ve ne siete accorti ma i David Coverdale ha cantato si e no 3 canzoni il resto era playback e cantavano bassista chitarristi ed addirittura batterista.. gli assoli hanno divertito i primi 3 minuti per poi diventare noiosi e stancanti per le orecchie .. da citare il giochetto delle bacchette in aria che il batterista faceva durante la performance mancandone parecchio (mentre il batterista dei Judas NON ha mai sbagliato ahahahahahah che goduria)... e poi che dire su loro.. sui miei amati Judas.. è vero.. Rob non ha deluso.. è stato grandioso e coinvolgente.. ero a 5 metri da lui ed è stata una esperienza unica... w i judas.. w il gods of metal anche se eravamo stipati in un parcheggio sull'asfalto come bestie.. ma amen.. peace love and rock n roll \m/
Edo
Mercoledì 29 Giugno 2011, 14.06.02
39
Se ne approfittano perchè sanno che per molti la "maglietta commemorativa" del concerto è d'obbligo (io la prendo sempre) e allora sparano alto, ma se sono della stessa qualità di quelle che trovo fuori qualcosa non mi torna....
BILLOROCK fci.
Martedì 28 Giugno 2011, 19.16.04
38
santa pazienza sta cazz.. di tastieraaaa
BILLOROCK fci.
Martedì 28 Giugno 2011, 19.14.45
37
matocc, edo ono stra- d accordo con voi, i prezzi sono esagerati, anche perchè molto sono magliette scadenti fatte in cina..... aaaah mi sembra ieri, quando al mercatino del indipendent daya bologna, ad una bancarella di mezzo punk, comprai una t-shirt di marilyn manson, per poi sfoggiarla la sera con i miei amici in paese, dire che mi guardavano storto è poco, per non parlare dei vecchietti, inorriditi dall immagine di un uomo vestito da donna (album mechanicals animal)
Matocc
Martedì 28 Giugno 2011, 18.55.32
36
@ Edo: io l'unica maglietta che volevo davvero -e non sto scherzando- l'ho vista addosso a uno dell' organizzazione che era sul palco: t-shirt viola con scritta bianca Boney M. !!!!! grandissimo!!!!!!!!!
Edo
Martedì 28 Giugno 2011, 16.42.53
35
Prezzi altissimi, ho speso quasi quanto il biglietto per mangiare e bere durante tutta la giornata. Le magliette ufficiali a 30 euro sono un furto, per delle magliettine del cazzo con una stampa spendo al massimo 20, ma siamo fuori di testa!? Alle bancarelle fuori dalla fiera facevano 10 euro e infatti lì le hanno vendute, come al solito..
Painkiller
Martedì 28 Giugno 2011, 15.02.22
34
@ferrigno: per quel che riguarda gli Europe posso dirti di averli visti a Milano l'anno scorso ed erano decisamente più in forma, gli ultimi labum hanno un sound parecchio indurito rispetto al passato e ti consiglio di andare a rivederli se ti è possibile...in più, come hai scritto tu, il suono li ha penalizzati nonpoco... ;-D
ferrigno
Martedì 28 Giugno 2011, 14.43.36
33
questo il mio parere: CRADLE OF FILTH davvero poca cosa, il cantante poi assolutamente odioso con i suoi urletti reiterati. MR. BIG non li conoscevo più di tanto ma sono stati una piacevole sorpresa EUROPE al contrario dei precedenti, sono stati una notevole delusione, probabilmente non aiutati da una acustica pessima che faceva prevalere basso e batteria coprendo tutto il resto, ma comunque con un'esibizione molto fredda WHITESNAKE ottima performarmance (se si escudono i solo specialmente quelli chitarristici davvero dozzinali) con pezzi assolutamente trascinanti e con i nuovi innesti che hanno sicuramente migliorato il soud della band. JUDAS PRIEST... che dire, prestazione maiuscola con uno show scenografico maiuscolo. ORGANIZZAZIONE pessima solo stands gastronomici con prezzi che rasentavano il furto ( birra media € 5 bottiglietta d'acqua € 1,50).
Edo
Martedì 28 Giugno 2011, 14.28.17
32
Troppe emozioni.....e in più son vecio )
Painkiller
Martedì 28 Giugno 2011, 13.04.50
31
@Edo: eri cotto perchè sei senza fisico!!!
Painkiller
Martedì 28 Giugno 2011, 13.03.53
30
Mi davvero, tra redbull e monster non so cosa sia peggio!!!
Edo
Martedì 28 Giugno 2011, 13.02.43
29
Ma sì, è già il secondo concerto che me ne drinko una lattona prima di tornare a Verona (all'uscita dei concerti c'è spesso il pickup monster) e fa il suo sporco lavoro, tenermi sveglio fino a casa!! Dopo i Judas ero cotto
Painkiller
Martedì 28 Giugno 2011, 13.02.38
28
@Matocc: i veneti li ho conosciuti lì ed ero in fianco a loro , ma quello che urlava ero io!!! ah ah ah!!! Anche io ero lì, 6/8 file dal palco...
Elluis
Martedì 28 Giugno 2011, 9.37.10
27
Non l'ho capito neanch'io: era una sorta di area vip dove potevi accedere e guardare i concerti da una posizione migliore rispetto alla calca del sottopalco. Ho fatto un sorso di quella merda di bevanda energizzante, e mi stava venendo da vomitare, è pure peggio della Redbull
Edo
Martedì 28 Giugno 2011, 8.32.21
26
Ma allo stand Monster come funzionava la faccenda? Mi è sembrato di vederci i Baptized In Blood nel primo pomeriggio
Elluis
Lunedì 27 Giugno 2011, 20.46.19
25
Esatto !!
Matocc
Lunedì 27 Giugno 2011, 20.39.27
24
@ Elluis: "... e col caxxo che gli dico chi sono sennò mi attacca una pezza per scroccarmi un pass che non me lo levo più dalle pelotas!"
Elluis
Lunedì 27 Giugno 2011, 20.17.15
23
Secondo me invece avrà pensato: "io che sono della crew degli Europe mi gioco 1.000€ che sto pistola con la maglia della birra me lo ritroverò al Gods"; capirai, questi girano il mondo, ormai i metal fans li riconoscono a occhio
Matocc
Lunedì 27 Giugno 2011, 19.54.47
22
@ Elluis: ah ah ah! che pirla in realtà non vorrei lo avesse pensato lui di me, gli guardavo la t-shirt per via del GOM e lui magari avrà pensato "cazzo guarda questo?" visto che io avevo una maglietta della birra Miller e non di una band
Elluis
Lunedì 27 Giugno 2011, 19.26.42
21
@ Matocc meno male, leggendo la frase prima su Halford, pensavo che il signore baffuto un po anzianotto ti volesse abbordare nel cesso dell'autogrill, pensa che tristezza !!
Matocc
Lunedì 27 Giugno 2011, 18.03.41
20
@ Painkiller: c'era uno che urlava spesso (accento simil-veneto mi pare) era un po' più dietro di me, e 2 forse un po' ubriachi... io sarò stato al massimo a 10 m. dal palco -approssimativamente la 7°/8° fila anche se poi ovviamente ci si sposta spesso e quindi poi ero anche più vicino... e comunque occhio a dire che ami i Judas, se ti sente Halford e ti prende alla lettera... a proposito di Europe, al mattino nel cesso dell' autogrill mi sono trovato di fianco un signore coi baffi un po' anzianotto, ho guardato la sua t-shirt di The Final Countdown ma non gli ho parlato... e poi ho visto che era sul palco quando loro hanno suonato, era uno della crew!!!!! @ Edo: credo che i CC li abbiano messi al mattino proprio per attirare più gente fin dall' inizio del festival...
Edo
Lunedì 27 Giugno 2011, 10.50.19
19
Bel concerto, i Judas hanno spaccato anche se Halford sente il peso degli anni, le ultime canzoni non le ha fatte a 1000 come le prime ma non si è risparmiato negli acuti, ci sono stati momenti da pelle d'oca e lui ha un carisma enorme, non esistono cantanti come lui, sarà sempre il migliore. Per il resto ribadisco che il bill faceva pena, il Gods Of Metal meno metal che ci sia mai stato, i Cavalera alle 11.30 mi hanno fattto davvero tristezza, hanno fatto la storia del metal nonostante il monicker non attiri più di tanto, meritavano di più. Il piazzale di cemento era un forno e potevano almeno permettere di uscire e rientrare a chi voleva, bastava un timbro sulla mano....troppo difficile...
BILLOROCK fci.
Lunedì 27 Giugno 2011, 10.22.32
18
la classe non è acqua !!
Painkiller
Lunedì 27 Giugno 2011, 9.20.01
17
Infine i Judas: prestazione eccellente sia dal punto di vista musicale, sia dal punto di vista del pathos. Coinvolgenti, in forma, positivi su tutta la linea. GRANDI GRANDI GRANDI!!! Halford come non si sentiva da tempo, Faulkner assolutamente ottimo e ben integrato. IO LI AMOOOOOO!!! @Matocc: se condo te chi era quello che ha lanciato quegli urli per tutto il gods tra una canzone l'altra???
Painkiller
Lunedì 27 Giugno 2011, 9.16.28
16
E allorraaaa!!!!! anche io mi sono sparato il gods dalle prima file e sommariamente posso dire che: Baptized in blood: niente male, bella energia, ma devono cercare di proporre qualcosa che non sappia di "già sentito"-CC: bene l'impatto scenico e sonoro, le bestemmie potevano evitarsele però. Musicalmente non mi piacciono, li ho trovati noiosi. - DuffMKL: un pacco clamoroso, noia mortale, la tensione del pubblico è calata. - Epica, non li conoscevo mi sono piaciuti parecchio, anche se alcuni pezzi vengono tirati troppo "per le lunghe"... - Cradle of Filth: mi sono avvicinato al black da poco, ad eccezione dei cradle che conosco da tempo, non mi hanno mai convinto su disco ed ora che li ho visti dal vivo non posso che confermare. Dimmi Borgir e altri sono su un altro pianeta.@Matocc: grande la battuta su Wanna Marchi!!! - Mr.Big: grande performance la loro, impatto decisamente positivo sulla manifestazione, ma il loro genere è un po' troppo da classifica americana per i miei gusti, mi sembrano la versione indurita degli Eagles. - Europe, da fan della band non posso che notare due cose: a parte Joey Tempest tutti gli altri si sono imbolsiti nel'ultimo anno, le fatiche del caldo pomeriggio milanse si sono fatte sentire. Ma credo che abbiano scelto un set di canzoni adatto alla manifestazione e che abbiano fatto nuovi proseliti. - Whitesnake, prestazione "di mestiere" secondo me, ottimamente di mestiere, ma un po' fredda dal mio punto di vista.
Macbeth
Lunedì 27 Giugno 2011, 1.20.07
15
David Coverdale non ce la fa proprio più...infatti per più di metà concerto è sparito, riempiendo lo show con noiosi assoli di chittarre e batteria; la voce di Halford è diventata un sussurro con Painkiller e Breaking the Law l'ha fatta cantare al pubblico. Anche Norum non mi sembrava in gran forma, era rossissimo e usciva dal palco ad ogni fine canzone per rientrare subito...tutto sommato mi sono divertito. Nota di colore: Simone Simons è una gran fica ed anche la tastierista dei Cradle non è da buttare!!!
Er Trucido
Domenica 26 Giugno 2011, 14.53.47
14
Infatti si parla della reunion non del disco (che è il primo dalla reunion appunto) non è chiarissimo ma ci si arriva su. Ora se abbiamo finito di cercare il pelo nell'uovo mi farebbe piacere sentire qualche altro parere sul concerto, dato che solo matocc ne ha espresso uno
Argo
Domenica 26 Giugno 2011, 14.37.42
13
Start from the dark degli Europe è del 2004
Lizard
Sabato 25 Giugno 2011, 21.08.26
12
Scaletta dei Judas strepitosa, più completa di quella portata all'Hellfest.
Matocc
Sabato 25 Giugno 2011, 18.10.32
11
ecco com'è stato il Gods dal mio punto di vista: il festival me lo sono goduto tutto dalle prime file (una faticaccia...). i Baptized in Blood hanno fatto un buonissimo show, non conoscevo questa band thrash canadese ma devo dire che se la sono cavata benissimo; i CC hanno fornito a mio parere una prestazione molto buona e hanno anche fatto 2 pezzi dei Sepultura (Refuse/Resist e Roots Bloody Roots) apprezzatissimi dal pubblico, il figlio di Max -Richie- sul palco a fare scream su un pezzo se lo potevano anche risparmiare però... comunque promossi. i Duff McKagan's Loaded sinceramente non mi hanno detto nulla, e la cover di So Fine dei GN'R non ha cambiato il mio giudizio... gli Epica hanno suonato abbastanza bene, ma ammetto che non sono il mio genere e la cosa migliore del loro show per me è stata Simone Simons: sarò banale,ma che topa ragazzi!!!! stesso discorso per i COF, non mi prendono e il cantante col nuovo taglio di capelli sembra la versione metallara di Wanna Marchi i MR.BIG -tra i più attesi dal sottoscritto- hanno semplicemente fatto un'esibizione superba, tra virtuosismi e pezzi storici: vedere Gilbert e Sheehan duettare a pochi metri da me è stata una cosa indescrivibile ed Eric Martin è stato simpaticissimo. gli Europe non mi fanno impazzire ma sono stati bravi, mentre Coverdale con i Whitesnake ha dimostrato di essere un grande animale da palcoscenico -e ha una band stratosferica! infine i JP... grandissimi, storia del metal e prestazione di gran classe; Rob Halford in una forma vocale straordinaria, non credevo... davvero uno splendido concerto il loro, Faulkaner se l'è cavata alla grandissima. spettacolo assicurato da Travis dietro alle pelli e grande Hill che durante i saluti finali aveva le lacrime agli occhi. queste sono le mie impressioni condizionate anche ovviamente dai miei gusti personali, ma devo dire che sono rimasto davvero soddisfatto da questo GOM, è valsa davvero la pena esserci
Kalyth
Sabato 25 Giugno 2011, 17.57.08
10
(scusate, la tastiera dell'iPhone ed io non andiamo molto d'accordo) Dicevo che a io personalmente preferisco il sound attuale di moltissimi gruppi rispetto a certe versioni originali su disco. Oltre ai Judas, citerei i Metallica: le canzoni dei primi dischi sono molto più convincenti interpretate da un Hetfield maturo. Stessa cosa vale per gli Iron: Number of the Beast è un capolavoro, ma quelle stesse canzoni sentite oggi, suonate con mezzi migliori e più esperienza sono meglio. Ci sarà un motivo, ad esempio, se la versione "definitiva" di Fear of the Dark è quella LIVE anche per il gruppo stesso.
Kalyth
Sabato 25 Giugno 2011, 17.50.56
9
Ragazzi sono d'accordo con voi, i pezzi dei Judas sono una figata, ma non mi verrete a dire che ascoltare Turbo Lover o Breakin' the Law in versione originale sia la stessa cosa che dal vivo? Io personalmente preferisco le sonorità che si sent
Maurilio
Sabato 25 Giugno 2011, 16.47.27
8
In effetti ha ragione The sentinel, i classici dei Judas non hanno bisogno di modernizzazioni, sono capolavori cosí come sono e anche e soprattutto come sono nel disco: ma quali datati, qui si parla di storia del metal mica dei gruppettini pseudo metal che ci sono adesso. Oltre a questo, per curiositá quanta gente c´era?
BILLOROCK fci.
Sabato 25 Giugno 2011, 15.52.09
7
scherzavo.... eh
BILLOROCK fci.
Sabato 25 Giugno 2011, 15.51.17
6
scusate ma chi cavolo sono sti Big ???
Khaine
Sabato 25 Giugno 2011, 15.00.09
5
Ho fatto un paio di correzioni al testo. Ora, terminato il controllo grammaticale, si può parlare di musica? Non ho mai visto tanta attenzione ai testi come negli ultimi giorni... chissà come mai
The Sentinel
Sabato 25 Giugno 2011, 14.31.37
4
Ah, dimenticavo: non mi risulta nemmeno che l'annunciato (ultimo?) disco "Epitaph" sia già uscito, dovrebbe uscire l'anno prossimo mi pare. Quindi non si può parlare di ultimo disco e del precedente come "...ormai penultimo...", visto che ad oggi è ancora l'ultimo se non ne sono usciti effettivamente altri, a logica...
The Sentinel
Sabato 25 Giugno 2011, 14.29.50
3
Non mi risulta che gli Whitesnake abbiano mai fatto "metallo", sono una band hard rock, anzi, con dosi massicce di blues in tutta la prima parte di carriera. I pezzi dei Judas, anche quelli precedenti (tranne giusto il debutto "Rocka Rolla", cmq bello secondo me) a quelli che citi sul finale, saranno sempre attualissimi anche e soprattutto su disco, altroché, non c'è bisogno di alcuna "strumentazione moderna" (che poi produce cmq i suoni classici di loro o poco più attuali anche dal vivo, mi pare ovvio, non avrebbe senso avere suoni davvero moderni per imitare i gruppetti loro "nipoti" o pronipoti) per farli sembrare sempre freschissimi, attuali e ovviamente di livello tale che nessuno o quasi ha scritto nemmeno ai loro tempi quando c'erano cmq band paragonabili a loro, colossi dal talento e idee e personalità tale, figuriamoci dopo... Se tu segui normalmente altri generi e/o sei troppo giovane per giudicare o apprezzare certe band e l'heavy metal per antonomasia, beh, sono solo problemi tuoi, non certo dei Judas.
Khaine
Sabato 25 Giugno 2011, 12.39.16
2
Ciao Matocc, grazie della segnalazione! In effetti è un errore. Ho corretto subito, chiedo scusa ai lettori.
Matocc
Sabato 25 Giugno 2011, 11.54.42
1
ehm, scusate ma "To Be With You" i MR.BIG non l'hanno proprio fatta...
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del fest
ARTICOLI
18/07/2012
Live Report
GODS OF METAL
Day 4, Arena Fiera Milano, Rho (MI), 24/06/2012
25/06/2011
Live Report
GODS OF METAL
Arena Fiera Milano, Rho (MI), 22/06/2011
06/07/2009
Live Report
GODS OF METAL
Stadio Brianteo, Monza, 28/06/2009
03/07/2009
Live Report
GODS OF METAL
Stadio Brianteo, Monza, 27/06/2009
13/03/2008
Live Report
ITALIAN GODS OF METAL
Alcatraz, Milano, 02/03/2008
29/06/2007
Live Report
GODS OF METAL
Idroscalo, Milano, 02/06/2007
29/06/2007
Live Report
GODS OF METAL
Idroscalo, MIlano, 03/06/2007
15/07/2006
Live Report
GODS OF METAL
Idroscalo, Milano, 04/06/2006
15/07/2006
Live Report
GODS OF METAL
Idroscalo, Milano, 03/06/2006
21/06/2005
Live Report
GODS OF METAL
Arena Parco Nord, Bologna, 11/06/2005
25/06/2004
Live Report
GODS OF METAL
Arena Parco Nord, Bologna, 05-06/06/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]