Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Logo e motto dei Ramones
Clicca per ingrandire
Il logo della band
Clicca per ingrandire
Il CBGB
Clicca per ingrandire
I Ramones a fumetto
Clicca per ingrandire
La mitica cover del primo album, 'Ramones'
Clicca per ingrandire
Leave Home
Clicca per ingrandire
Dee Dee Ramone
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/11/17
NIGHT OF SUICIDE
Broken

17/11/17
DESPITE EXILE
Relics

17/11/17
ETERNAL FLIGHT
Retrofuture

17/11/17
UNMASK
One Day Closer

17/11/17
THE ADICTS
And It Was So!

17/11/17
ELECTRIC WIZARD
Wizard Bloody Wizard

17/11/17
HUMANASH
Reborn from the Ashes

17/11/17
IMPERIOUS
ales Of Woe - The Journey Of Odysseus - Part II: From Hades To Ithaca

17/11/17
IMPERIOUS
Tales Of Woe - The Journey Of Odysseus - Part I: From Ilion To Hades

17/11/17
OBLIVION
The Path Towards

CONCERTI

17/11/17
KOBRA AND THE LOTUS + SECRET RULE + RAVENSCRY
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

17/11/17
ELECTRIC BALLROOM + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

17/11/17
PANDEMIA + TALES OF DELIRIA + GUESTS
MAT LABORATORIO URBANO - TERLIZZI (BA)

17/11/17
BAFFODORO + UMBRA NOCTIS + TULPA
CIRCOLO ARCI DALLO' - CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

LEGENDS OF ROCK - # 17 - Ramones, prima parte
01/08/2011 (9385 letture)
Hey ho, let's go
Hey ho, let's go
They're forming in a straight line
They're going through a tight wind
The kids are losing their minds
The Blitzkrieg Bop
They're piling in the back seat
They're generating steam heat
Pulsating to the back beat
The Blitzkrieg Bop
Hey ho, let's go
Shoot'em in the back now
What they want, I don't know
They're all reved up and ready to go


BLITZKRIEG BOP


Forest Hills è un sobborgo di Queens, della città di New York, famoso per aver ospitato gli U.S. Open di tennis, ed è lì che ha inizio la favolosa avventura dei re del punk, i Ramones!
Jeff Ross Hyman, il futuro Joey Ramone, nacque il 19 maggio 1951 anche se lui dichiarava che l’anno esatto fosse il 1952. Alto, magro e pure un po’ gobbo, sin da ragazzo era attratto dal rock’n’roll che ascoltava tramite una radio rimediatagli dal padre. Il primo strumento che gli fu regalato era una fisarmonica, ma lui desiderava suonare la batteria; gli fu comprata a tredici anni dalla nonna e cercava di imitare i suoi idoli Ringo Starr e Ginger Baker. Joey era un irrequieto anche perché soffrì molto a causa del divorzio dei suoi genitori; detestava la scuola, la sua casa e lo stesso quartiere dove viveva. Iniziò ad assumere sostanze allucinogene e fu costretto a ricorrere alle cure di uno psichiatra: la sua vita improvvisamente come d’incanto miracolosamente cambiò. Ricorda Joey quel momento cruciale:

In quegli anni sono stato una sorta di delinquente, poi all’improvviso un giorno, mentre camminavo a due passi da casa, ho sentito una voce dall’aldilà: cosa farò della mia vita? E’ per questo che sono qui, per comportarmi da malvivente? Così ho dato un taglio a tutte le cose sbagliate che facevo: ho smesso di bere, di drogarmi e di dedicarmi alle attività negative con cui fino ad allora mi ero tenuto impegnato in ogni momento della giornata.

Abbracciò, quindi, la sua passione per la musica ed essendo anche dotato di una bella voce divenne il singer degli Sniper che provavano nello scantinato della galleria d'arte di sua madre. Fu assistendo ad un concerto degli Sniper a Manhattan che Dee Dee, al secolo Douglas Colvin, conobbe Joey. Nato il 18 settembre 1952, Dee Dee trascorse l’infanzia a Berlino. I suoi genitori divorziarono quando lui aveva quindici anni e molto presto divenne eroinomane. Trasferitosi nel Queens iniziò anche a sniffare colla. Stravedeva per Rolling Stones, Jimi Hendrix, Wings, Iggy and The Stooges e per gli scozzesi Bay City Rollers ed aveva iniziato presto a suonare la chitarra. Lavorando come operaio edile strinse fortunatamente amicizia con John Cummings. John, nato l’8 ottobre 1951, era un fanatico del baseball, ma la sua passione era principalmente la musica. Aveva visto show dei Beatles, Rolling Stones, Led Zeppelin e Jeff Beck e non credeva che avrebbe mai potuto suonare a quel livello. Poi gli capitò di assistere ad esibizioni dei New York Dolls e comprese che era possibile essere più essenziali e meno ridondanti. Fece vari mestieri, soffrì la disoccupazione e nel 1974 trovò un impiego come operaio edile a Manhattan dove, per l’appunto, conobbe Dee Dee. Ed il quarto componente dei Ramones? Eccolo! Tommy Erdelyi era nato a Budapest nel 1952 e all’età di quattro anni si trasferì con la famiglia negli U.S.A. Conobbe Johnny, con il quale condivideva l’amore per le sette note, alla mensa della Forest Hills High School. Dopo aver militato nei Butch –una band nella quale al basso suonava Monte Melnick che diventerà il tour manager dei Ramones-, fondò con Johnny i Tangerine Puppets una cover band che eseguiva pezzi di Shadows Of Knight, Bo Diddley, Stones e Count Five che si sciolse presto. Terminato il liceo Tommy venne assunto come ingegnere del suono al Record Plant e lavorò alle session della Band Of Gypsies di Hendrix. Nel gennaio 1974 Johnny e Dee Dee acquistarono una chitarra ed un basso e subito dopo provarono a formare un nuovo gruppo coinvolgendo Tommy che accettò il ruolo di manager. Va ricordato per mera curiosità che c’era anche un altro ragazzo di nome Richie Stern (Ritchie Ramone), seconda chitarra, che abbandonò presto il progetto in embrione perché ritenuto troppo scarso. Nel mese di marzo la line up del combo che inventò il punk prevedeva Johnny alla chitarra, Dee Dee, basso e voce, e Joey fu chiamato alla batteria. Suonarono la prima volta al Performance Studio il 30 di quel mese e la prima prova fu a dir poco sconfortante per non dire disastrosa, vista la poca attitudine che avevano con gli strumenti. Dee Dee cantava tutti i pezzi, ma perdeva la voce quasi subito e così venne sostituito da Joey, dotato di un bel vocalism. A questo punto occorreva, però, un nuovo batterista e la scelta cadde incredibilmente su Tommy che, peraltro, non aveva alcuna esperienza in merito e attestò il suo stile su un banale 4/4. Fu così che si formò il gruppo e iniziò la leggenda!
Il monicker si ispira ai Beatles quando si facevano chiamare ancora Silver Beatles e Paul McCartney era noto come Paul Ramone. Venne prescelto Ramones tra tante possibilità alternative perché semplicemente era fico! Sembrava il nome di una gang di fuorilegge e la band decise di far seguire ai propri nomi non il vero cognome, ma semplicemente Ramone per rimarcare il fatto che loro erano come fratelli. Il logo della formazione è conosciutissimo e fu ideato da Arturo Vega imitando e modificando lo stemma del Presidente degli Stati Uniti (disposizione diversa delle frecce, nomi dei componenti in sostituzione della dicitura Seal Of The President Of The United State ed inserimento di una mazza da baseball in onore della passione sportiva di Johnny). La prima scritta scelta per lo stendardo che esce dal becco dell'aquila fu Look Our Below cambiata, poi, con Hey Ho Let's Go. Fu un’intuizione notevole, al punto che con gli introiti delle vendite delle magliette fu finanziato il primo viaggio di Vega con la band in California ed in Europa. Johnny ideò un modo nuovo per suonare la chitarra conosciuto come tecnica del polso floscio: la mano viene impegnata in un continuo e velocissimo movimento con il plettro dall’inizio alla fine di ogni canzone; una prova di resistenza di enorme difficoltà, nonché marchio di fabbrica del sound della band. Joey sul palco si posizionava staticamente dietro l’asta del microfono che a volte, allungando il braccio, allontanava da lui, tutt’al più scalciando di lato o piegando la testa da un lato quando la musica si faceva veemente; il suo volto era sempre coperto dai capelli. La prima canzone composta fu Judy Is A Punk che fu inclusa nel debut album del 1976. La loro fama si allargò a macchia d’olio: venivano odiati o amati alla follia e stavano portando il rock ad un nuovo stadio evolutivo scarnificandolo all’inverosimile. La loro musica fu definita punk rock o rock rock ed era sin troppo essenziale, minimalista: i pezzi, introdotti dal canonico One Two Three Four urlato da Dee Dee, erano di breve durata –due minuti, al massimo due minuti e mezzo- ed erano strutturati su 2-3 semplici accordi e niente di più. I testi erano apolitici (eppure furono accusati di simpatie nazifasciste), diretti, adolescenziali, irriverenti e frutto dell’alienazione, della solitudine e della frustrazione che avevano sperimentato sulla loro pelle. L'immagine veniva curata nei minimi dettagli e divenne nota a tutti: occhiali da sole, giubbotto nero, jeans strappati, scarpe da ginnastica e t-shirts. Sembravano dei teppisti, ma anche personaggi di un fumetto. Forse inconsapevolmente avevano aperto nuovi sentieri che furono seguiti da band che hanno fatto la storia del punk quali The Damned, The Clash e The Sex Pistols. Soffermiamoci un attimo sull’accezione del termine punk. Nel 1500 si definiva così una puttana, mentre successivamente la parola venne utilizza, sempre in negativo, per indicare, per esempio, un oggetto di nessun valore, una persona insignificante, un teppista, un omosessuale o uno sbandato senza futuro. Musicalmente venivano già considerati punk Lou Reed e Patty Smith; possiamo parlare in termini di proto-punk nel caso di band che influenzarono anche i Ramones -altrimenti conosciuti come Fast Four- quali The Stooges, New York Dolls, MC5 e Television. Torniamo alle vicissitudini dei nostri eroi. Il gruppo iniziò a tenere concerti facendo autopromozione con volantini fatti in casa. Il 16 e 17 agosto si esibirono al CBGB’s (Country Bluegrass and Blues), noto locale gestito da Hilly Kristal frequentato anche da Andy Warhol, e alla fine dell’anno finirono per fare ben 74 show in quella location. Lisa Robinson, una nota giornalista, andò a vederli dal vivo e rimase talmente affascinata da convincere Danny Fields a metterli sotto contratto. Nel 1975 fecero show a più riprese con i Talking Heads e con i Blondie. L’11 luglio dello stesso anno suonarono al Palace Theater di Waterbury nel Connecticut, subito dopo Johnny Winter e prima degli Stories. Il 19 settembre registrarono il demo di Judy Is A Punk e I Wanna Be Your Boyfriend per l’ex manager delle New York Dolls Marty Thau, il quale si interessò fattivamente di convincere l’etichetta indipendente Sire Records a far pubblicare un loro full lenght. Nel novembre 1975 in un reportage sulla scena punk newyorkese venivano descritti così:

Sono divertentissimi, perché il loro rock’n’roll sembra uscito dai cartoni animati, molto affiatati nell’esecuzione e impetuosi nel suonare. Chi ama il rock’n’roll per i motivi giusti rimarrà incantato all’ascolto di questa band….Ti investono con una sequenza di power chord sparati uno dopo l’altro a folle velocità

Il 2 febbraio 1976 i Ramones iniziarono le registrazioni del primo album con un budget di soli 6.400 dollari; questo è il testo del comunicato stampa della Sire Records datato 7 aprile:

Seymour Stein, amministratore delegato della Sire Records, annuncia che i Ramones sono stati ingaggiati dalla casa discografica. I Ramones, che probabilmente sono uno dei gruppi più famosi e apprezzati del circuito nerwyorkese legato al CBGB’s, hanno da poco terminato la lavorazione di Ramones, il primo album per l’etichetta, registrato ai Plaza Sound Studios di New York e prodotto da Craig Leon

Il platter, composto da 14 brani e della durata di 28 minuti e 54 secondi, uscì finalmente il successivo 23 aprile con una cover in bianco e nero che ritrae i componenti della formazione. Nel 1992 la rivista Rolling Stones la giudicò una delle cento copertine migliori di dischi rock. La storica foto dell’artwork fu scattata da Roberta Bayley. Ramones contiene alcuni dei massimi capolavori della band quali Blitzkrieg Bop (aperta dal coro Hey, Ho! Let's Go!), Beat On The Brat (trad. pesta il marmocchio), Now, I Wanna Sniff Some Glue (trad. ora voglio sniffare un po’ di colla) e, naturalmente, Judy Is A Punk.

JUDY IS A PUNK


Marc Bell, batterista dei Richard Hell And The Voidoids e, precedentemente, dei seminali Dust, dopo averlo ascoltato disse:

Non ho mai sentito nulla di simile prima d'ora nella mia vita. Era così potente che ad un certo punto ho pensato: cazzo, vorrei stare in questa band (come vedremo fu profetico).

La musica era rudimentale, apparentemente monotona, ma aveva lo stesso effetto di un pugno in piena faccia. Cominciarono a tenere concerti in varie città quali Boston, Toronto, Washington e Chicago, per poi approdare a Londra, dove ottennero ampi consensi. La band decise di battere il ferro finché caldo e il 10 gennaio 1977 fecero uscire Leave Home inserendovi brani che già erano stati scritti all’epoca di Ramones e che furono posizionati cronologicamente nei due album come rivelò Johnny Ramone:

Li registrammo nell'ordine in cui li avevamo scritti; volevamo mostrare i nostri lenti progressi nello scrivere canzoni

Il nuovo lavoro è un'altra gemma della musica punk e racchiude perle del calibro di Pinhead (trad. testa di rapa), la cover di California Sun e Commando. Successivamente venne esclusa Carbona Not Glue, che compare solo nelle primissime copie, sostituita con Sheena Is A Punk Rocker nella versione americana e da Babysitter in quella d’esportazione (il brano venne poi incluso nuovamente nel disco). Il motivo di tale scelta riguarda il fatto che Carbona era un marchio registrato (si trattava di una marca di smacchiatore liquido). Quando i Ramones eseguivano live Pinhead la roadie Bubbles saliva sul palco con una maschera e in mano un cartello su cui era scritto Gabba Gabba, Hey!, mentre Joey e Dee Dee scandivano la parola D-U-M-B (trad.: tonto).

PINHEAD



hm is the law
Sabato 12 Luglio 2014, 11.54.11
38
Se ne è andato anche Tommy Ramone. R.I.P.
Bloody Karma
Martedì 2 Agosto 2011, 8.58.47
37
l'unica band punk che ho amato fino a qualche mese, quando rimasi folgorato dal debut dei The Clash. Quando devo fare qualche lavoretto in casa ed ho voglia di stare allegro caccio il best of e me li sparo per un par d'ore...grandissimi!!!
BILLOROCK fci
Martedì 2 Agosto 2011, 7.45.31
36
MAIDEN :bella questa eh ehe eh....... FlAG: la storia della cara amica è vecchia come il mondo, dì la verità !!!! mi spiace ma non esistono amicizie con le donne ( amicizie serie serie intendo eeh ); è più plausibile che il mio cane s innamori del gatto dei vicini.... eh ehe eh
MAIDEN 65
Martedì 2 Agosto 2011, 7.30.37
35
Ei raga ho mandato questo articolo a mio cugino un vero rocker : è IMPAZZITO , si ricorda ancora (1981) quando lo mandai acgare perchè aveva comprato "Leave Home" !!! , io gia sentivo del metallo pesante.ha ha ha.
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 23.10.32
34
@Flag Of Hate: eh eh, non so che cavolo c'ho addosso oggi...sentirò l'aria delle vacanze...
Flag Of Hate
Lunedì 1 Agosto 2011, 23.05.20
33
@Radamanthis: ma come siamo maliziosi oggi! E' solo una carissima amica: niente di più, niente di meno....(disse la volpe all' uva XD).
Flag Of Hate
Lunedì 1 Agosto 2011, 23.00.07
32
@Lament: no, non è un discorso di tecnica, almeno per quello che mi riguarda. Semplicemente i Ramones e gli altri gruppi che citavo non riescono a prendermi, non mi trasmettono emozioni (tranne alcune tracce, talmente poche da essere le classiche eccezioni che confermano la regola). Sarà sicuramente un problema mio, ma li trovo noiosi. Se devo ascoltare del Punk, metto su i Dead Kennedys!
fuel
Lunedì 1 Agosto 2011, 21.54.26
31
certo 120 Km non sono tantissimi....ma ho dimenticato un particolare....eravamo trasferta con i nostri vespa 50....spettacolare giornata e bellissimo concerto!!!!!! ciao
Jimi The Ghost
Lunedì 1 Agosto 2011, 20.22.12
30
OPS:...ovviamente ispirarono i sex pistol....e non furono ispirati...(l'artrosi alle dita e l'età di Jimi TG si iniziano a far sentire)
Jimi The Ghost
Lunedì 1 Agosto 2011, 19.43.14
29
Volevo spendere due, ma solo due paroline per Johnny Ramones. Una sua tipica affermazione era questa " Ne la velocità e ne la capacità realizzano un ottimo assolo di chitarra..." dal punto di vista punk stilistico lui ha apportato nella storia della chitarra il "power chording lexicon" che prima di lui era lievemente differente inserito in un contesto di una band. Le sua amplificazioni hanno fatto da legante alla storia delle scelte tecniche, dalla chitarra Mosrite Ventures II model, all'amplificatore Marshall stack 100watt....insomma con lui si è iniziato a parlare di "Energia" e "palcosceniticità", ispirati ovviamente nel 1974 dai Sex Pistols e poi rivisti e ripresi dai Green Day oggi....insomma...Jimi TG
MetalHawk
Lunedì 1 Agosto 2011, 19.02.40
28
Grandissimi Ramones!!! Uno dei più grandi gruppi nella storia del Rock. Haano rivoluzionato il modo di pensare e di farlo il Rock. Grandiosi a dir poco.
Lizard
Lunedì 1 Agosto 2011, 17.44.10
27
Quoto Lament. I Ramones sono quello di cui il rock aveva bisogno allora... Ed anche adesso!!!!
Lament
Lunedì 1 Agosto 2011, 13.53.46
26
è ovvio che se ci si mette ad ascoltare un qualsiasi disco punk non ci si possa aspettare di rimanere deliziati dalla tecnica dei musicisti... Da alcuni post sembra che i gruppi e le canzoni valgano in proporzione al loro valore tecnico e che quindi il punk sia da buttare... Ma questo varrebbe allora anche per buona parte del metal... Ovviamente non è così e ci sono molti altri fattori da considerare... E i Ramones sono pilastri e classici e in quanto tali attuali ancora oggi...
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 13.49.58
25
eh si Radamanthis...... ta ghè rasùn !! eh eh ehe
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 13.46.10
24
''Al tira puse' un pel de pota che cent cavai che trota"
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 13.45.07
23
@Billo: allora vale anche per lui il mio post 13....
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 13.43.19
22
tse.... che vuoi che siano 120 km !! un mio buon amico ne ha fatti recentemente per amore ben 1140 da varese a Rossano calabro..... eh si !!
fuel
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.47.18
21
qualche settimana fa ha suonato a Bergamo Marky Ramone e mi sono fatto 120 Km per vederlo...fantastico!!!! peccato non abbiate pubblicizzato l'evento perchè è vero che i ramones non sono Metal ma gli amanti di questo sito conoscono perfettamente le leggende del rock o punk-rock anni 70/80.....
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.43.35
20
ah ok....!! pensavo avevi frainteso !! ciao HM. !!
hm is the law
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.37.15
19
@ BILLOROCK fci: si, si avevo capito il concetto
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.20.55
18
Hm is the law : la mia non volevasi essere un offesa, ma un appunto !! cioè la maggior parte dei gruppi punk hanno avuto un grande successo popolare grazie al loro carisma , più che per epiche prodizoni musicali !! ma la mia è un opinione soggettiva e quindi opinabile !! long life to rock n roll e w la fi....sarmonica
fabio II
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.20.52
17
Radamanthis - appunto stiamo parlando dell'identica cosa, il tuo discorso è uguale al mio. Anche perchè, per definizione, un mito è sempre falso! Entra in un bar e prova a dire 'io sono un mito'; tutti ti manderebbero a quel paese. I bambini credono alle favole, i grandi ai miti. Visto che mi piace ragionare, se posso, puro come un bambino, ti dico chiaramente che hai visto giusto, sempre per chi scrive; i Poison son un mito gli Steel heart una favola. Sai quante volte ho cantato 'Everybody loves Eileen ( urlandolo alla stessa maniera- beh quasi ) o la seducente carica di 'Sheila'? Alla fine ciò che conta sono le emozioni che ti fanno stare letteralmente in un mondo da favola - 'fanculo i miti!
MAIDEN 65
Lunedì 1 Agosto 2011, 12.04.32
16
Pet Semetary !
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.43.10
15
Azz, non m'ha scritto un pezzo: la conlusione è che i Poison sono leggenda e uno dei gruppi cardine, gli Steel Heart sono ritenuti una buona band ma comunque minore!
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.41.32
14
@Fabio: Guarda, ti giro il discorso su lidi che piu' conosco: parliamo di hard rock / glam (anche se qui non c'entra nulla ma è per farmi capire). A me piacciono e di brutto gli Steel Heart che, per varie vicissitudini che molti sapranno non hanno avuto un grande successo (commerciale, di critica, di fama ecc.) mentre i Poison hanno sfondato. Credo che gli Steel Heart valgano tutt'ora (basta vedere i live di quest'anno o ri-ascoltare ogni loro album) molto, ma molto di piu' dei Poison che io comunque apprezzo ma musicalmente non sono un granchè, eppure hanno segnato in qualche modo la storia del glam a pari di Motley Crue, Cinderella, Bon Jovi. Spero di aver chiarito il mio pensiero!
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.35.35
13
@Flag of hate: ah cosa si fa per le donne...tira di piu' un pelo di f*** che un carro di buoi! hi hi hi! E comunque alla fine mi sa che stiamo dicendo tutti, piu' o meo la stessa cosa, ovvero: i Ramones tutto sommato fanno cagare ma sono stati importanti storicamente parlando!
fabio II
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.33.36
12
Radamanthis -Non voglio dare un giudizio tranciante, e infatti non è stato questo l'intento; ho espresso una mia valutazione personale, che è un pò anche la tua e di molti altri della mia generazione. La storia 'ufficiale' quasi mai racconta una successione analitica; più che altro ha bisogno di un presupposto per giustificare azioni ( non sto parlando solo della storia della musica, ma dell'intera umanità: dimmi altrimenti come è stato possibile che i soldi, originariamente semplice mezzo di scambio, siano diventati strumento di debito che sta rovinando il mondo ?!) . Specificatamente non c'è una nascita precisa del punk, così come del metal. E la musica è costellata di molti fasi storici. Quindi perchè devi ritenere una band che ha fatto successo storica e una missing bands come minore? Questa cosa semplicemente non esiste!!
Flag Of Hate
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.27.27
11
Mai piaciuti. Una mia amica aveva una fissa per loro (come per altri gruppi Punk), e quando andavamo in macchina insieme spesso e volentieri (cioè SEMPRE) metteva qualche loro disco. Se il tragitto superava i 10 minuti, mi annoiavo al punto da contare i lampioni lungo la strada. Mi regalò pure un loro "best of", e devo averlo ancora da qualche parte giù in cantina ad accumulare cumuli di polvere (che farebbero la gioia di un geologo, tanto sono stratificati) insieme ad altri dischi "indesiderati", tra i quali spicca "The Sex Pistols", raccolta di successi di Vicious & co. e "London Calling" dei Clash (EBBENE SI ), sempre regalati da lei. Era una cara ragazza, ma aveva pessimi gusti musicali
Raven
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.27.12
10
Uno sfregio permanente nel rock. PERMANENTE.
hm is the law
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.25.25
9
Ecco per l'appunto BILLROCK fci è quello che volevo dire se a te ti fanno cagare quegli album va bene, ma non puoi non riconoscerne l'importanza. Ciao sei simpatico nel commentare!
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.14.28
8
in effetti i primi gruppi punk, non hanno goduto di lunga vita: infatti Ramones, sex pistols e clash hanno fatto 3 album cagati!! più che altro hanno sfondato psicologicamente e mentalmente nel popolo con quel segno di ribellione e anarchia !!
hm is the law
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.12.42
7
L'importanza storica dei Ramones è incontrovertibile e non c'è nemmeno la necessità di aprire un discorso in tal senso. Se poi la mettiamo sul gusto personale la questione assume un aspetto diverso. Ad esempio io adoro i Nirvana e i Sex Pistols che sono boicottati da molti e non amo allo stesso modo i Clash ed i Soundgarden; tuttavia posso solo che inchinarmi di fronte all'enorme influenza che queste due formazioni hanno avuto nell'evoluzione del rock.
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 11.02.00
6
@Fabio II: ok con quello che hai scritto tu ma i Ramones a differenza di Dictators o Richard Hell sono diventati leggenda! Poi ripeto che neppure a me piacciono (a parte alcune canzoni veramente memorabili) ma storicamente sono stati fondamentali per un intero movimento. Poi ripeto ancora, non piacciono neppure a me!
fabio II
Lunedì 1 Agosto 2011, 10.51.53
5
Se parliamo di storia della musica, i Ramones sono decisamente sopravvalutati, all'epoca come oggi. I veri punk d'America preferivano Dictators o Richard Hell e ritenevano i Ramones dei fighetti scappati nottetempo dal tempio del CBGB'S. Personalmente vedevo la storia in prospettiva hard rock e ritenevo che gli AC/DC a questi avrebbero mangiato il cuore! ( così come il primo Van Halen è stato etichettato come schiaffo morale al punk ). Il debutto è un classico, hanno altre buone canzoni, ma...personalmente non mi hanno mai convinto fino in fondo. Del resto più o meno tutti abbiamo bands ritenute storiche che non ci piacciono. Non sto dicendo che sono dei buffoni o dei ciarlatani, beninteso; semplicemente non li ritengo così fondamentali
Radamanthis
Lunedì 1 Agosto 2011, 10.46.41
4
L'importanza storica di questa band è difficile da definire. Direi che il punk rock americano nasce per certi versi con loro (e con Iggy Pop). Poi a livello personale questo genere non è che mi faccia impazzire e, nella mia "top ten" i Ramones non ce li metto di certo, ma negare o rinnegare l'importanza storica di una band di questo calibro sarebbe da mantti!!! Alcune canzoni sono veri e propri capolavori che resteranno immortali nella musica in generale, al di là di qualunque classificazione.
ALESSIO
Lunedì 1 Agosto 2011, 9.56.36
3
UNO DEI PIU GRANDI GRUPPI ROCK DELLA STORIA DELLA MUSICA. ESSENZIALI E IMMORTALI!
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 9.49.26
2
grandi Ramones.....!!! ehi oooh let s go, ehi ooh...
Lizard
Lunedì 1 Agosto 2011, 9.34.41
1
Grande band, grande storia... La miglior dimostrazione che quando hai un sogno e credi veramente in esso, puoi raggiungere traguardi che nessuno ti avrebbe riconosciuto. La copertina del primo disco è un manifesto e personalmente adoro il modo di Joey di stare sul palco!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Joey Ramone
Clicca per ingrandire
Johnny Ramone
Clicca per ingrandire
Marky Ramone
Clicca per ingrandire
Tommy Ramone
Clicca per ingrandire
I Ramones live al CBGB
Clicca per ingrandire
I Ramones on stage
Clicca per ingrandire
I Ramones
ARTICOLI
04/09/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 41 - David Bowie, Parte terza
12/06/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 40 - David Bowie, parte seconda
07/03/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 39 - David Bowie, parte prima
12/07/2016
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 38 - Atomic Rooster
14/06/2016
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 37 - High Tide
19/02/2015
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 36 - Scorpions, parte seconda
10/02/2015
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 35 - Scorpions, parte prima
11/11/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 34 - Black Widow
16/08/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 33 - Dick Wagner
28/04/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 32 - Lou Reed, prima parte
20/10/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 31 - Il Rovescio della Medaglia
02/10/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 30 - Queen, terza parte
27/09/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 29 - Queen, seconda parte
23/09/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 28 - Queen, prima parte
12/08/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 27 - Gentle Giant, seconda parte
24/07/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 26 - Gentle Giant, prima parte
21/06/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 25 - Van Der Graaf Generator, seconda parte
06/06/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 24 - Van Der Graaf Generator, prima parte
13/03/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 23 - Thin Lizzy
30/07/2012
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 22 - Rory Gallagher
28/06/2012
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 21 - Tommy Bolin
19/09/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 20 - Pink Floyd, seconda parte
17/09/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 19 - Pink Floyd, prima parte
23/08/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 18 - Ramones, seconda parte
01/08/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 17 - Ramones, prima parte
12/06/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 16 - Yes, seconda parte
23/05/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 15 - Yes, prima parte
05/04/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 14 - Genesis, seconda parte
28/03/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 13 - Genesis, prima parte
14/02/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 12 - Deep Purple, seconda parte
04/02/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 11 - Deep Purple, prima parte
21/01/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 10 - Syd Barrett
15/11/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 9 - Jethro Tull, seconda parte
02/11/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 8 - Jethro Tull, prima parte
15/10/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 7 - Frank Zappa, seconda parte
06/10/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 6 - Frank Zappa, prima parte
28/05/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 5 - Black Sabbath, seconda parte
22/05/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 4 - Black Sabbath, prima parte
18/04/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 3 - Led Zeppelin, seconda parte
26/03/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 2 - Led Zeppelin, prima parte
16/02/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 1 - Jimi Hendrix
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]