Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

IRON MAIDEN DALLA A ALLA Z - La recensione
23/10/2011 (3294 letture)
C’è chi non ha mai smesso di amarli incondizionatamente, c’è chi periodicamente rispolvera un’ammirazione intramontabile nei loro confronti e chi, invece, non li sopporta proprio più: in un modo o nell'altro, gli Iron Maiden sono perennemente sulla bocca di tutti, e non potrebbe essere altrimenti visto il loro status di icone dell’heavy metal. L'uscita di una nuova pubblicazione sulla band inglese avrà scatenato le consuete reazioni divergenti: da un lato fans sfegatati, con la bava alla bocca, pronti a tutto per accaparrarsi il prezioso volume, dall’altra la schiera degli esauriti, pronti a far notare quanto il mercato letterario sia saturato da plurimi scritti di dubbio valore riguardanti band di questo lignaggio, sulle quali è stato detto e ridetto praticamente tutto; con un pizzico di egoismo in meno, tuttavia, i lettori più navigati dovrebbero riconoscere agli scrittori più giovani il diritto a dire la loro su formazioni che hanno fatto la storia e, soprattutto, agli appassionati loro coetanei di reperire informazioni sulla band preferita, fresche ed aggiornate, senza dare per scontato che un ventenne o un quindicenne abbia necessariamente letto tutte le precedenti pubblicazioni che si è dovuto subire un quarantenne insofferente e con la voglia di fare il professorone.

Sapete veramente tutto sulla Vergine di Ferro? Volete conoscere la vera storia della prostituta Charlotte o svelare tutti i messaggi nascosti nelle canzoni? Iron Maiden: dalla A alla Z soddisferà tutta la vostra sete di conoscenza, perché tra le informazioni fornite in questo vero e proprio compendio maideniano mancano, in pratica, solo il numero di telefono di Steve Harris o le pagelle scolastiche di Janik Gers! Un'opera certosina che mette nero su bianco ogni minimo dettaglio: i testi delle canzoni e le loro interpretazioni, come detto, ma anche le disamine complete dei vari album, il profilo biografico di componenti ed ex componenti più o meno famosi, collaboratori, produttori e fans celebri, progetti paralleli ed ogni cosa che possa essere stata legata in qualche maniera all'universo della Vergine di Ferro vengono prese in esame dagli autori Cristiano Canali e Marco Gamba, arricchite da chicche ed aneddoti a non finire, che non era facile raccogliere dato che si parla di una band della quale, appunto, è stato detto tutto, e anche di più, infinite volte. L'idea dell'enciclopedia si rivela ampiamente azzeccata, sia perché fornisce una valida alternativa alla consueta biografia “day by day”, sia perché permette di accedere ad un quantitativo enorme di dati, pareri, citazioni, commenti e opinioni in maniera fluente, ordinata, rapida ed immediata: il volume merita veramente e si fa leggere con grandissimo piacere, esauriente e curioso grazie ad uno stile semplice e appassionato. Stile che ha il grande merito di fare riesplodere la passione nei confronti di questa band anche in chi dovesse averla momentaneamente accantonata. Particolarmente interessanti si rivelano gli stralci di intervista, attraverso i quali i vari musicisti che hanno fatto la storia della blasonata corazzata inglese raccontano aneddoti e ricordi riguardo la realizzazione di un album, il soggetto di un testo, lo svolgersi di un tour o, semplicemente, delineano la personalità di un proprio compagno: un particolare essenziale per non crollare nella saggistica e in una classificazione sterile e fredda.

Forse talvolta si pecca in trionfalismi e opinioni troppo di parte, ma è anche vero che gli Iron Maiden non si sono mai concessi certi scivoloni che hanno invece macchiato la carriera di altri pilastri della musica dura: saranno poco originali o ripetitivi, ma personalmente fatico ad individuare un album definibile “brutto” o meritevole di stroncatura, perché canzoni belle e coinvolgenti ce ne sono ovunque, ed anche l'era Bayley andrebbe rivalutata, a mio modesto parere. Al di là delle sterili polemiche sui gusti personali, tuttavia, questa enciclopedia è consigliata agli irriducibili seguaci di Eddie e soci, a chi ha voglia di togliere un po’ di polvere dai ricordi, a chi non ha mai letto un libro su questa band ma anche a chi, nonostante la sua biblioteca personale sia riboccante di tomi dedicati, non si stanca mai di rituffarsi nelle sinistre viuzze londinesi dei primi anni ottanta...

::: RIFERIMENTI :::
Titolo: Iron Maiden dalla A alla Z
Anno di pubblicazione: 2011
Autori: Cristiano Canali, Marco Gamba
Editore: Tsunami Editore
Prezzo di vendita: 22,00 €



Screamforme77
Lunedì 2 Gennaio 2012, 13.47.33
22
L'ho finita di leggere da poco.Pur leggendola tutti i giorni ci ho messo un po perchè il libro è piuttosto grande.Un opera davvero ben fatta.Se devo rimuovere una piccola critica,è che avrei preferito (se fosse stato posibile) maggior informazioni piu inerenti all INTERNO del mondo Maiden e meno divagazioni ai suoi "Spin-Off".Mi spiego meglio,io sono un fan degli Iron Maiden e non un fan dei componenti ex ed attuali di essi,di conseguenza non è che mi importi molto di sapere in modo tanto approfondito dell album x dei Prayng Mantis,dell album y dei Samsons,White Spirit ecc ecc...con tutto il rispetto per queste band..In compenso sono molto interessante ed esaurienti le descrizioni di album e canzoni.Quest ultimi mi ha aiutato a capirne significati che ancora non conoscevo.Curioso anche aver saputo se e in quali tour sono state eseguite al vivo.Francamento preferisco le biografie cronologiche perchè è meno fredda, da più un senso storico e ci sono piu collegamenti affinchè le cose ti restano piu impresse,ma francamente quella dell' enciclopedia è una buona trovata perchè risulterà piu utile a lungo termine(se in futuro vrro conoscere una cosa che nn ricordo mi bastera spulciare seguendo il nome come un qualsiasi dizionario) ed in fin dei conti di biografie di stampo crono-storico si di loro ce ne erano fin troppe.
the Thrasher
Martedì 25 Ottobre 2011, 21.12.04
21
@Painkiller: non sono io che mi occupo della pianificazione delle recensioni
Screamforme77
Martedì 25 Ottobre 2011, 18.39.19
20
Sono più di 21 anni che seguo i Maiden,sono sempre stata la mia band preferita e da allora ho sempre cercato di documentarmi su di loro.So tantissime cose,ma sono sicuro che ce ne sono ancora tante da sapere e scoprire.Una carriere 35ennale è piena zeppa di aneddoti e sfaccettature.Con "Le Origini Del Mito" ho scoperto molte cose che fino ad allora non conoscevo.Non manchera neanche questa ennesima opera nella mia libreria.
Painkiller
Martedì 25 Ottobre 2011, 16.05.12
19
@the Thrasher io porto pazienza su tutto, ma quando si parla di judas...a proposito, la rece del nuovo live di Halford???
freedom
Martedì 25 Ottobre 2011, 15.09.28
18
sembra interessante...
the Thrasher
Martedì 25 Ottobre 2011, 14.53.53
17
porta pazienza, Painkiller, c'è tanta di quella carne al fuoco..
Painkiller
Martedì 25 Ottobre 2011, 10.25.32
16
A quando la rece della biografia dei Judas???
Painkiller
Martedì 25 Ottobre 2011, 10.25.31
15
A quando la rece della biografia dei Judas???
Painkiller
Martedì 25 Ottobre 2011, 10.18.16
14
@Lizard, se ti va di dare un occhio, sono stato il primo a commentarla!!! . Non avevo ancora comprato il libro però
Lizard
Martedì 25 Ottobre 2011, 9.50.08
13
@Painkiller: se ti va di dare un occhio, c'e' anche la recensione di quel libro!
Painkiller
Martedì 25 Ottobre 2011, 9.43.44
12
Io ho appena terminato la biografia ufficiale "IRON MAIDEN - LE ORIGINI DEL MITO", del giornalista Mick Wall. E' un libro che non mi è piaciuto per nulla, perchè è "filtrato" dallo stesso Mick Wall, amico di vecchia data di Steva Harris e dallo stesso Harris. E' interessante perchè ogni membro della formazione attuale racconta i suoi inizi con i Maiden e viene raccontata molto bene ed in modo divertente anche la figura di Rod Smallwood, però mancano tante risposte a domande che ci siamo sempre fatti e la visione è "univoca". Al contrario "LA STORIA DEI JUDAS PRIEST" di Neil Daniels è forse carico dell'astio che il giornalista prova per non aver ottenuto di intervistare la band ed il management e quindi di non aver potuto scrivere una biografia ufficiale. Forse questo nuovo libro sui Maiden sarà più equilibrato, e mi aspetto di conoscere a fondo i reali "perchè" di tante scelte fatte dal dopo Seventh Son ad oggi.
Nightblast
Domenica 23 Ottobre 2011, 18.38.25
11
@khaine:...concordo con te...Il verdo Metal va sempre espanso, ma i Maiden li conosce anche mia nonna...ahahahaha...
BURNING EYE
Domenica 23 Ottobre 2011, 16.48.18
10
lo presi per sapere di più sull' era blaze e mi ha soddisfatto sotto tutti i punti di vista , ci sono perfino le canzoni di the final frontier!!!!!!
Listick
Domenica 23 Ottobre 2011, 16.02.43
9
i Maiden non mi stuferanno mai UP THE IRONS!
Metal4ever90
Domenica 23 Ottobre 2011, 15.57.26
8
Come fa a non ancora esserci nella mia libreria????? O__O Lo devo avere!
Khaine
Domenica 23 Ottobre 2011, 15.19.33
7
Bella battuta nightblast in realtà anche chi non li conosce farebbe bene a seguirci. Soprattutto chi non li conosce! Se riusciamo a propagandare il verbo del metallo allora abbiamo raggiunto il nostro obiettivo!
Nightblast
Domenica 23 Ottobre 2011, 15.07.46
6
Ho il libro da un paio di mesi...Letto tutto d'un fiato. Molto ben fatto, vale la penda acquistarlo...Luci di ferro consiglia a chi non conosce i Maiden di ascoltare i primi 3 dischi...Io consiglio a queste persone (se mai ce ne fossero) di cambiare sito...ehehehe.
luci di ferro
Domenica 23 Ottobre 2011, 13.37.57
5
Grazie therox68, OK lo ammetto non sono mai stato un genio in grammatica.
therox68
Domenica 23 Ottobre 2011, 13.22.56
4
"Hanno" con la "h" e non "anno".
hm is the law
Domenica 23 Ottobre 2011, 12.57.59
3
Me lo procurerò di certo!
luci di ferro
Domenica 23 Ottobre 2011, 12.04.05
2
The thrasher il tuo commento nei riguardi del libro in questione è bellissimo, agli altri dico solo una cosa basta , finitela di essere contro i maiden di album bellissimi ne anno fatti e come!!!!!!!!! A chi non conosce i maiden vi consiglio almeno i primi 3 album Iron Maiden 1980' Killers 1981' The Number Of The Beast 1982'
leonardo
Domenica 23 Ottobre 2011, 11.40.55
1
io l' ho preso già da un mesetto, e devo dire che è un' opera davvero buona!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La cover del libro
ARTICOLI
23/10/2011
Articolo
IRON MAIDEN DALLA A ALLA Z
La recensione
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]