Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Nile
Vile Nilotic Rites
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/12/19
HAXANDRAOK
KI SI KIL UD DA KAR RA

19/12/19
DAEMONIAC
Dwellers of Apocalypse

20/12/19
NEUROSPHERE
Anthem of the Lost - part I Nightwars

20/12/19
SUN OF THE ENDLESS NIGHT
Symbols of Hate and Deceitful Faith

20/12/19
EMBRYO
Misguided Legacy

24/12/19
THE BASTARD WITHIN
Better Dead Than Friends

27/12/19
CIANIDE
Unhumanized (EP)

09/01/20
WAR DOGS
Die By My Sword

10/01/20
RAGE
WIngs Of Rage

10/01/20
UNHERZ
Mainstream

CONCERTI

14/12/19
JINJER + GUESTS (SOLD OUT!)
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

14/12/19
KNOCKED LOOSE + GUESTS
CS RIVOLTA - MARGHERA (VE)

14/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

14/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

14/12/19
SAIL AWAY + ALLUME
ROCK HEAT - AREZZO

15/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

15/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

17/12/19
THE TREAD MANICS + GUESTS
KILLJOY - ROMA

18/12/19
SPECTRAL VOICE + EKPYROSIS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

19/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + BLOODSHED + NECROFILI
TRAFFIC CLUB - ROMA

GORGOROTH + VADER + altri - Traffic Club, Roma, 09/12/2011
15/12/2011 (5286 letture)
The Sign Of Hell Tour 2011: l’inferno, questa volta, ha davvero lasciato il segno.

Riuniti sotto l’ingombrante nome dei Gorgoroth ci sono ben sei gruppi: Vader (una sorta di co-headliner), Adimiron, Amassado, Kurghaall, Deathscytes e Homiciden Hagridden: un interessante mix di generi, ma che, dato l’elevato numero di band, ha reso i minutaggi dei concerti esigui (venticinque/trenta minuti i primi cinque gruppi, quaranta per deathsters polacchi e cinquanta per i Gorgoroth). Un gruppo o due in meno avrebbe reso possibile una performance più completa per tutti, Vader in primis, maggiormente penalizzati in quanto costretti ad una mini setlist.
Detto dei gruppi, c’è da dire che l’organizzazione dell’Extreme Agency è stata buona: orari rispettati, palco non particolarmente spazioso per un locale, il Traffic, modesto e piccolo, ma abbastanza accogliente e con una buonissima acustica. Nota negativa, l’infernale caldo, vuoi per le ridotte dimensioni del club, che per in numero importante di presenti alla data del tour.
Giusto segnalare che i Vader, tramite il loro tour blog, si sono lamentati per la pessima accoglienza (arrivo in ritardo degli organizzatori, cibo, backstage inesistente, poco tempo per suonare e altro), mentre hanno elogiato la platea romana, calorosa e partecipe come poche se ne vedono in Europa.

Giunti, io e Persephone, al locale, una volta ritirati gli accrediti, scopriamo con dispiacere che l’act norvegese è da poco partito per godere delle bellezze della Città Eterna (“i Gorgoroth sono andati a vedere il Colosseo”, ci viene detto), e come dargli torto?, mentre i Vader sono impegnati nella cena. Nessuna possibilità, dunque, di intervistare face to face i due gruppi più importanti della serata. Un vero peccato.

Il pubblico, presente in buona misura, è ricettivo e accogliente, ripagando sicuramente le fatiche dei gruppi che si sono susseguiti on stage. Peccato i continui, beceri e ridicoli cori di bestemmie che purtroppo riempiono i momenti di silenzio durante i cambi palco: l’educazione e il buon senso non fanno proprio parte del dna di una certa fetta di metallari italiani, che si dimostrano, anzi, infantili e poco maturi. Bello invece notare come le persone rispettino, in linea di massima, il divieto di fumare nei locali chiusi, segno che, se sono sboccati da una parte, sono almeno rispettosi del prossimo dall’altra.

Primi a salire sul palco sono i torinesi Homiciden Hagridden, che se la memoria non m’inganna, hanno diviso il palco con il mio vecchio gruppo in un festival nel capoluogo piemontese nel lontano 2001. Autori di un thrash metal violento e d’impatto, non sono però riusciti a sprigionare la loro potenza, anche a causa di suoni non nitidi.

Veloce cambio di palco (sarà una positiva costante della serata) ed ecco i romagnoli Deathscytes partire con il loro death metal svedeseggiante e melodico, sulla falsa riga di Centinex e At The Gates: i ragazzi devono crescere sia dal punto di vista scenico (molto) - l’unico a muoversi un minimo è stato il frontman Massimo Maggi - sia musicalmente, pur partendo da una base già discreta.

I Kurghaall sono un gruppo raw black metal, con un disco pubblicato da Lo-Fi Creatures e con alle spalle diversi concerti al di fuori dei confini nazionali. Face painting, borchie, sangue e croci rovesciate la dicono lunga riguardo alll’attitudine del gruppo: brani tendenzialmente brevi, riff sparati a velocità elevata e un’attitudine cazzuta fanno dei Kurghaall un gruppo già maturo e deciso su quali lidi muoversi. Particolarmente scenica l’uscita di palco del singer Lord Astraroth a fine show, come a porre fine ad un nero rituale. Se avessero avuto l’aiuto di fumo e luci, sicuramente il loro concerto sarebbe stato ancora più coinvolgente.

È il turno degli Amassado, combo italiano tra le cui fila figura il cantante di origini brasiliane Suron Càspar. La musica dei quattro è una sorta di metal moderno ricco di groove e povero di giri chitarristici, con la particolarità del cantato in portoghese, per un incrocio (nelle intenzioni, non nella qualità) tra Soulfly, Brujeria e un pizzico di Slipknot negli stacchi più cadenzati. Sul palco se la cavano discretamente (particolare il look, tra passamontagna e bandana per coprire il viso), incitando il pubblico al pogo e avendo, a volte, pure un’apprezzabile risposta. Anche per loro i minuti passano velocemente, lasciando un vago ricordo delle canzoni, sicuramente più adatte a un festival metalcore che ad uno estremo.

Gli Adimiron giocano in casa, essendo loro dell’Urbe, ma nonostante ciò, tolto qualche fan delle prime file, il pubblico si dimostra abbastanza disinteressato verso la proposta dei giovani musicisti. Effettivamente risulta difficile capire come un gruppo del genere riesca a suonare prima di due icone estreme come Vader e Gorgoroth, ma c’è da dire che la band si sbatte da anni per affermarsi non solo a livello nazionale. Le canzoni proposte dagli Adimiron sono scialbe e piatte, i chitarristi frullano in continuazione sulle corde dei loro strumenti senza però produrre un solo riff che possa essere definito tale, mentre il cantante Andrea Spinelli alterna parti più aggressive a momenti più ruffiani, senza però risultare particolarmente convincente. Di buono i nostri hanno una discreta presenza scenica, ma senza musica di qualità di strada se ne fa poca. Come per gli Amassado, adatti ad altre serate… sicuramente non quelle estreme.

Ci pensano però i Vader a tirare su di morale il pubblico, in parte annoiato e deluso dalle prove incolore dei due gruppi precedenti: l’infinita esperienza sui palchi di tutto il mondo e una discografia assassina come quella dei polacchi, d’altronde, rende il tutto più facile. Se poi il gruppo suona in maniera compatta e con precisione certosina, ecco che esce fuori un concerto praticamente perfetto, senza una sola sbavatura, colpevole soltanto di durare quaranta miseri minuti.
Peter è un leader come se ne vedono pochi in giro, in grado di dare sicurezza ai suoi “nuovi” compagni d’avventura, così come d’intrattenere i fans con una dizione praticamente perfetta, oltre ad essere un musicista di buonissima qualità e un riffmaker di primo ordine. Il giovanissimo batterista James Stewart, appena ventuno anni e alla prima esperienza “seria”, si è rivelato essere una mostruosa macchina da guerra, perfetto nei passaggi più intricati e bravo nell’eseguire con gusto le partiture del grande Doc. Molto bene anche il chitarrista Spider, particolarmente indaffarato a incitare il pubblico, e il bassista Hal, lineare e diretto.
Lo show si apre sulle note di Return To The Morbid Reich, opener dell’ultimo e valido Welcome To The Morbid Reich, per poi proseguire con la tosta Devilizer, dal penultimo Necropolis. Non mancano, ovviamente, brani più datati come Sothis o Carnal, mentre non sfigura la recente Black Velvet And Skulls Of Steel (veramente bello e inaspettato il momento melodico all’interno del brano!). Dopo una serie di canzoni che non fanno altro che alzare ulteriormente la temperatura del locale, tra pogo selvaggio e incitamenti del sempre sorridente Peter, le note finali sono affidate a Helleluyah!!! (God is Dead), brano tratto dal sottovalutato Impressions In Blood: riff da headbanging e gustose partiture death metal sono i classici ingredienti del quartetto di Olszpyn. Inaspettata giunge la fine dell’esibizione, tanto più che la scaletta da Persephone recuperata indica almeno altri sei brani, un vero peccato che pezzi da novanta come Lead Us!!! o Kingdom non siano stati eseguiti.
I Vader ringraziano e salutano il pubblico, pochi minuti e sarà l’atteso momento degli black metallers novergesi.

Per gli headliner Gorgoroth il soundcheck è durato pochi secondi, giusto il tempo di capire se gli amplificatori fossero accesi o meno: la vecchia scuola potrebbe insegnare molto alle giovani leve, famose o underground non fa differenza, che per settare gli strumenti ci impiegano decine di minuti.
Il palco è spoglio da ogni cosa che non siano strumenti e amplificatori: non c’è nemmeno il telo nero con il logo del gruppo. Le luci sono fisse e rosse, mentre la macchina spara fumo non smetterà un solo istante di lavorare; il caldo si fa insopportabile e la musica blasfema dei Gorgoroth non concede tregua: sembra di essere in un girone infernale, nel VII Cerchio dantesco, quello dei bestemmiatori e dei violenti contro Dio. Noi siamo i peccatori dannati alla perpetua sofferenza, i musicisti sono i demoni che ci deliziano torturandoci con le loro asce immonde, proponendo senza un solo secondo di respiro il meglio del loro infame repertorio.
Avendo in commercio, al momento solo al banchetto del merchandise, Under The Sign Of Hell 2011, nuova registrazione dello storico disco del 1997, i cinque musicisti propongono dalla suddetta nera perla, ben sei ignobili brani, sputati sull’audience con una ferocia e una malignità senza pari. Le impure sei corde di Tormentor e Infernus creano un muro sonoro compatto eppur tagliente, la sezione ritmica lavora con fare diabolico, mentre il cantante Pest vomita sul pubblico testi sacrileghi tra uno sputo di sangue e uno sguardo minaccioso alle prime file.
Nella scaletta della serata non manca nessuna tra le più immorali composizioni dei Gorgoroth: Krig, Incipit Satan, The Rite Of Infernal Invocation, Forces Of Satan Storms e Profetens Apenbaring sono la testimonianza che il culto è più vivo che mai, e noi anime perverse non possiamo che rallegrarcene. Tutto il concerto è molto scenico nella sua semplicità, sembra di vivere quei live norvegesi di metà ’90 che a noi erano visibili solo su videocassetta. Oggi invece è tutto maledettamente reale, e mai supplizio fu più piacevole.
Le luci si accendono, il fumo inizia a svanire e la gente esce dal locale affamata di aria fresca: i demoni se ne sono andati, la tortura è finita. Questo è il Black Metal.

SETLIST VADER
Return To The Morbid Reich
Sothis
Devilizer
Never Say My Name
Come And See My Sacrifice
Black Velvet And Skull Of Steel
Wings
Carnal
I Am Who Feasts
Halleluyaha!!! (God Is Dead)

SETLIST GORGOROTH
Bergtrollets Hevn
Aneuthanasia
Prayer
Katharinas Vortgang
Revelation Of Doom
Forces Of Satan Storms
The Rite Of Infernal Invocation
Ødeleggelse Og Undergang
Blood Stains The Cicle
Satan-Promotheus
Destroyer
Incipit Satan
Krig
Profetens Apenbaring
Unchain My Heart


Foto a cura di “Persephone”



fabriziomagno
Martedì 18 Settembre 2012, 22.37.20
68
nessun wikipedia, ma il sito ufficiale, evidentemente non aggiornato, dei gorgoroth.
Gian
Venerdì 14 Settembre 2012, 20.23.00
67
scusate ma chi ha scritto la recensione ha mai visto il vero Tormentor? batteria, basso e chitarra in questo tour sono stati suonati da TURNISTI. Prego di informarsi prima di scrivere certe sciocchezze. siete andati su wikipedia e avete fatto copia-incolla della formazione dell'ultimo album?
Doomale
Lunedì 2 Gennaio 2012, 10.48.52
66
Io al concerto c'ero e apparte questi discorsi che non mi interessano, la cosa più brutta è stata la scaletta dei Vader...davvero troppo corta! Mi sembrava uno scherzo quando hanno smesso di suonare!!!Comunque dal vivo una garanzia i polacchi che a parte tutto devo dire che tornano sempre volentieri a Roma da quel mitico show del '96 a Frontiera mi sembra con i Cannibal Corpse (mi sembra...ricordo anche gli Immolation)..Grandi anche i Gorgoroth...freddi e grevi come sempre..e finalmente con Pest!!
vademecum
Lunedì 19 Dicembre 2011, 1.18.31
65
La gente suona davanti e in piccolo perchè le backline sono quelle del tour e quindi per chi paga, perchè qualcuno dovrebbe prestarvi della roba per l'anima del c...a volte si vedono band che se la tirano e manco hanno l'amplificatore..ma scendete dal pero. Il problema è che in Italia regna l'invidia e a costoro rode il culo quando qualcuno ce la fa a fare qualcosa. E inoltre aggiungo che sta storia delle agenzie che si fanno pagare per figurare con le band che le fanno suonare, avviene solo in Italia. Quindi se nn sapete le cose nn dite stronzate...grazie
vademecum
Lunedì 19 Dicembre 2011, 1.12.14
64
Italiani ?!?! ma quanto siete sfigati??? Parlate tanto di band meritevoli che devo emergere? io sono 4 anni che organizzo eventi con band underground e sono nel giro. Problema 1 ci sono troppi gruppi e soprattutto di livello medio-basso e spesso sono proprio costoro ad avere richieste esose, pur nn essendo nessuno, quindi non portando nessuno a livello di pubblico, iniziate a esser professionali, a star con i piedi per terra e a far la gavetta. Secondo, una gran fetta di cosidetti "metallari seri" non va ai concerti dei gruppi underground quindi non supporta la scena. Se uno paga per suonare con i gruppi grossi probabilmente alle spalle ha anche dei sacrifici per farlo, poi che vi lamentate se aprono ste band, che tanto in Italia a prescindere da chi suoni, la gente va solo per i nomi blasonati.
fabriziomagno
Sabato 17 Dicembre 2011, 18.31.18
63
@ NECROTERRORIST: grazie per la segnalazione; prima del concerto ho controllato il sito dei gorgoroth, il myspace e anche quello dell'etichetta e questa informazione non c'era...
Cranium
Sabato 17 Dicembre 2011, 13.21.07
62
grazie della dritta Nightblast, me stavo a perde in questa marea di commenti
Nightblast
Sabato 17 Dicembre 2011, 13.12.16
61
@cranium: ti suggerirei di dare un'occhiata al commento n.38...magari potrebbe essere esauriente come spiegazione...P.s.:grande nickname...
Cranium
Sabato 17 Dicembre 2011, 10.14.49
60
a me la discussione interessa propio per ste questioni organizzative, i Gorgoroth me li sento prima andarme a corcà, ma fateme pure capì come si muovono le band italiane per suonà de supporto a ste band famose, se devono sborsà pecunia o se sono solo sti gran talenti...aiutateme a capì, e soprattutto se c' avete tutti sti soldi da spenne aiutateme pure a pagà le rate a machina mia )
io c'ero!!!
Sabato 17 Dicembre 2011, 2.25.15
59
non so chi ha speso cosa...però il concerto mi è piaciuto! Non ho ben capito perchè i primi 3 gruppi hanno dovuto suonare in 10 cm di palco (causa 2 batterie su esso), cmq sia... 1 gruppo: 5.5 2 gruppo: 7 3 gruppo: 6.5 amassado: 7.5 adimiron: 7.5 vader: 8 gorgoroth........
Dave Insane
Venerdì 16 Dicembre 2011, 22.14.11
58
ma volete parlare un pò dei Gorgoroth e Vader?! chi cazzo se ne frega di queste altre band e sopratutto delle questioni burocratico/organizzative di cui avete riempito la discussione. parlate di musica cazzo. come vi sono sembrati dal vivo questi gorgoroth? meglio del tour del 2008 (cioè dei non-gorgoroth) o no?! rispondete!
waste of air
Venerdì 16 Dicembre 2011, 21.14.52
57
Non era specificato il tramite, ma probabilmente sarà stato così..
Uranius Ferox
Venerdì 16 Dicembre 2011, 20.50.10
56
@waste of air: ripeto, ti sarà stata fatta sicuramente da un'agenzia intermedia, non dalla massive music stessa
waste of air
Venerdì 16 Dicembre 2011, 19.49.00
55
@Uranius: vuoi vedere la mail con la proposta?
suburbia
Venerdì 16 Dicembre 2011, 19.10.12
54
si perchè se qualcuno tenta di farcela e dopo anni di gavetta riesce un minimo a salire di livello allora significa che ha soldi punto...non si ipotizza nemmeno l'idea che effettivamente si tratti di gente talentuosa e che si spacca la schiena e si svuota le tasche per realizzare un sogno.....bho nn vi capisco
Uranius Ferox
Venerdì 16 Dicembre 2011, 18.42.25
53
ma non diciamo cazzate per favore eh waste of air! Il prezzo per le singole date di questo tour Gorgoroth + Vader) è di 200 euro a data!!! Non sparare lì delle cifre a caso! Se a te sono arrivati quei numeri lì è soltanto perchè di mezzo ci sarà sicuramente stata un'agenzia intermedia con la voglia di farci la cresta. Ma il prezzo per suonare, tra gruppo e agenzia organizzatrice è di 200 per data. E quoto Freedom: perchè prendersela coi gruppi? che ne sapete voi se il tour glielo pagano o devono sudare stipendi su stipendi per il loro sogno? E anche se fossero ricchi di famiglia... ma meglio per loro! Mamma mia che schifo l'Italia... siete solo capaci di invidie e brutte parole.
Cranium
Venerdì 16 Dicembre 2011, 17.31.07
52
Adimiron ho l' ultimo, ammappate e come mena ohhh
Hammen
Venerdì 16 Dicembre 2011, 17.29.28
51
proposito ragazzi, sapete se presso Brescia si esibiranno gli Adimiron?
Oscar
Venerdì 16 Dicembre 2011, 17.11.56
50
Raga??? Gli Adimiron li ho visti a Torino con i Meshuggah e han spaccato il culo!
waste of air
Venerdì 16 Dicembre 2011, 17.09.56
49
Io sono tutt'ora in una band, e il pagare per suonare con gruppi più o meno blasonati è vero..Non faccio nomi, ma..Recentemente dei miei amici hanno fatto da supporter a un gruppo piuttosto famoso; conoscevano il loro tour manager che ha poi chiesto loro di finire il tour in europa..Risultato? Per 10 date volevano 8.000 euri; trasporti e tutto il resto non pagati. Ps: per i Gorgoroth erano 800-1000 euri per le date italiane....Quello che poi hanno proposto a noi per i Sinister è da censura.
PutridBlast
Venerdì 16 Dicembre 2011, 16.50.18
48
Tutti questi commenti per un concerto che non vi è piaciuto? Sono entrato a leggere il report e ho trovato 50 commenti, state proprio accaniti! Io ragazzi al concerto non c'ero ma ho gia visto queste band all'opera e dire che sono li solo perche comprano le date mi sembra un po troppo. Avete ascoltato i dischi di queste band, come Adimiron o Amassado? Posso capiro che non sia il vostro genere, ma dire che sono li solo grzie ai soldi ci vuole. i Kurgaal hanno fatto un concerto da schifo, non sano suonare proprio. Pero vabbe, mentre quelli stanno in tour coi Gorgoroth voi state qua a scrivere quantgo fanno cagare. Di solito non scrivo sui blog ma qua state facendo una figura ridicola. Bella l'Italia.
Cranium
Venerdì 16 Dicembre 2011, 15.04.46
47
fighette ...a parte tutto, non ho mai suonato in un gruppo ma la situazione a vedere come si sbattono certi miei amici mi sembra tragica
freedom
Venerdì 16 Dicembre 2011, 14.39.55
46
Ed ecco che il dibattito si è spostato dal criticare gli avvoltoi (cosa buona e giusta) al prendersela con chi suona per passione e magari ha qualche euro in più in tasca rispetto a qualcun'altro e può permettersi di spenderlo.
Hammen
Venerdì 16 Dicembre 2011, 13.33.27
45
I figli di papà sono un fottuto problema Undercover e Cuordipietra, è anche un tantino un controsenso, secondo me che suonino un genere nato anche per protesta verso ciò di cui fanno parte così serenamente, suvvia verso cosa dovrebbe protestare?! ma rimandiamo l' argomento ad altra discussione
freedom
Venerdì 16 Dicembre 2011, 13.30.18
44
Anch'io nel mio piccolo ho avuto un esperienza con una band, ed è vero purtroppo, c'è solo da spendere una barca di soldi! Uno schifo assurdo, infatti dopo qualche anno ho scelto di mollare tutto, mi stavo dissanguando per amore della musica. Va bene che senza sodi non gira niente, ma un artista emergente dovrebbe essere preso in considerazione per le proprie capacità e nient'altro...
Cuordipietra
Venerdì 16 Dicembre 2011, 12.59.16
43
Bravo Undercover, la colpa è degli avvoltoi, ma anche delle fighette che spendono migliaia di euro per comprare date, sia qui che all'estero. A loro (Amassado, Adimiron, ecc) dico: TANTO NUN VE CAGHERA' MAI NESSUNO !!!
Undercover
Venerdì 16 Dicembre 2011, 12.40.42
42
Ricordo che il tema fu trattato in passato, su Myspace si aprì un Myspace contro questa merda e anch'io ero fra gli amici di quella banda di gruppi e ragazzi che si poneva a muso duro contro questa situazione del "paga per suonare". Come finì la storia? Le due tre agenzie di avvoltoi che conosciamo tutti (e sottolineo tutti) lo fecero chiudere tanto per cambiare, nessuna risposta diplomatica, nessun avvicinamento fra le parti tanto i figli di papà che si comprano le date e spendono anche migliai di euro per fare tour all'estero ci sono quindi il problema come lo risolvi? Non lo risolvi, è questo il problema.
Dave Insane
Giovedì 15 Dicembre 2011, 23.26.59
41
certo che questa line-up è ridicola rispetto a quella del tour del 2008: Gaahl – Vocals King ov Hell – Bass Nick Barker – Drums Teloch – Guitar Ice Dale - Guitar non mi dite che dal vivo Infernus e compagnia bella hanno fatto meglio...
Er Trucido
Giovedì 15 Dicembre 2011, 19.14.02
40
@Nightblast: si, immaginavo che fosse così, diciamo che la mia era una domanda "provocatoria" perchè il nostro commentatore multi-nick (leggi i post precedenti di Khaine) se la prendeva solamente con un'agenzia, come se fosse una questione personale. Per il resto, mi ritiro che c'ho da fare
NECROTERRORIST
Giovedì 15 Dicembre 2011, 19.10.05
39
VORREI PUNTUALIZZARE CHE ALLA CHITARRA NON E TORMENTOR MA BENSI' FABIO ZPERANDIO DEGLI OPHIOLATRY BAND DEATH METAL BRASILIANA......
Nightblast
Giovedì 15 Dicembre 2011, 19.07.26
38
@ertrucido: ti risponderò io...La cosa funziona così: tu sei una band emergente che ti affidi alla agenzia di turno. Paghi loro una retta mensile che si aggira sui 200 euro circa. In linea di massima fanno contratti trimestrali o semestrali...L'agenzia ti assicura da contratto un certo numero di date di loro "proprietà", nel senso che loro stessi si occupano dell'organizzazione. Non è detto che le date siano di supporto a grossi nomi. In seguito arriva la possibilità di supportare un grosso nome. La band allora può decidere se accodarsi al tour della band in questione, quindi usire dai confini italiani o accontentarsi di aprire qualche data in Italia. In questo caso la band pagherà ogni singola data, cioè circa 300 euro a data. Se decide di accodarsi al tour il prezzo di solito si aggira sui 4.500-5500 euro. Questo succede perhè di solito i grossi nomi vengono portati in Italia da agenzie estere ...L'agenzia italiana chiede al gruppo i soldi per acquistare il posto nel tour o per fare da opener per 2-3 date. That's all.
Er Trucido
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.59.37
37
Si ma allora spiegatemi una cosa: degli Adimiron si stanno lamentando tutti, però loro non hanno suonato solo in italia (leggete la pagina del tourblog) quindi l'agenzia italiana con loro centra relativamente, o sbaglio?
Nightblast
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.57.39
36
Signori...purtroppo ciò che dice Uranius è vero...e aggiungo che secondo me al 90% dei casi Uranius è un musicista o comunque qualcuno che ha avuto a che fare con questa merda...
Uranius Ferox
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.47.29
35
Infatti, guarda caso, per le date singole in cui magari partecipa la band del posto di mezzo ci sono quelle agenzie tipo extreme agency che si fanno pagare per offrire un NON SERVIZIO orribile.
Giasse
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.41.27
34
Ma poi scusate... un conto è pagare un servizio a fronte di una suddivisione degli introiti. Un conto è "pagare" e BASTA... (che è quello che intendevo nel mio precedente posto...). E qui chiudo pure io!
Er Trucido
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.37.19
33
Se l'emergente è del posto perchè deve pagare viaggio e alloggio (dato che succede anche questo)? Che sia questa la differenza tra l'autofinanziarsi e l'estorsione?
Khaine
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.36.18
32
@ Ministrel/Ariete76/Uranius ecc ecc: mandami una mail, continuiamo in privato, almeno getti sta maschera del cazzo e mi dici chi sei (ammesso che tu ne abbia la forza )
wangel
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.35.08
31
ma si continuiamo a pagare che va bene...tasse benzina agenzie del piffaro...è un sistema fallimentare in partenza comunque...è tutto rapportato su chi ha più soldi questa è la verità... quando sto sistema fallirà perchè i figli di papà non sono infiniti e già dalla prossima generazione non ce ne saranno più...allora ricominceremo a vedere veri artisti non "aziende che comprano servizi".
Khaine
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.34.36
30
@ Suburbia: non credo che nessuno abbia detto o lasciato intendere questo, non fare il furbo Comunque io chiudo i miei interventi qui, ed esorto tutti i nostri lettori CORRETTI a fare lo stesso. Quindi tutti escluso Uranius Ferox/Ariete76 (devo citare anche tutti gli altri nick? Complimenti.)
Ministrel
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.30.37
29
No beh allora dimmi, la band principale paga e l'emergente no? Ti sembra un ragionamento corretto e coerente? 1. I proventi NON VANNO A FINIRE NELLE TASCHE DEGLI HEADLINER, sono soldi che in parte coprono le spese e in parte rappresentano un guadagno per l'agenzia (essendo UN LAVORO un guadagno dovranno pur averlo, concordi? altrimenti chi glielo fa fare di sbattersi così per un cazzo) 2. La band non è che paga e poi viene mandata a fare in culo, usufruisce del catering, del locale, del servizio crew e spesso del tourbus come le bands princiali. 3. ripeto: PAGANO ANCHE GLI HEADLINER (o chi per loro ma pagamento sempre è!!!). Ma infatti con il tour di supporto il guadagno è escluso a priori, si cerca al massimo di recuperare qualche spesa ma a livello principale si tratta di UN INVESTIMENTO. Poi, se la band se la cava bene e piace allora è stato un buon investimento, se se la cava male o fa schifo a chi presenza al concerto (ex: Adimiron da come mi sembra di capire dai vostri molti commenti) se la prende nel culo ma PER COLPA DELLA BAND, non perchè tale sistema è un'inculata a priori, ci mancherebbe!
suburbia
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.27.03
28
totalmente daccordo con uranius ferox...che ci piaccia o no il sistema è questo a tutti i livelli...credere che un bel giorno mentre suonate nel vostro garage si affacci la nuclear blast per farvi un contratto milionario è un pò da ingenui no?!
Giaxomo
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.27.02
27
Praticamente a fine tour hanno giusto i soldi per vivere un paio di mesi..o sbaglio?
Khaine
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.18.15
26
@ Uranius: ma perchè, dove sta scritto che gli emergenti devono per forza partecipare alle spese di gestione di uno o più concerti i cui proventi vanno a finire nelle tasche di altri, ossia gli headliner e chi organizza il concerto? Se il rischio non è equamente diviso la parte più debole (cioè l'emergente in cerca di una visibilità altrimenti molto improbabile da raggiungere) se la prende in culo a priori, visto e considerato che con i proventi della vendita di magliette e t-shirt una band emergente ci si pulisce il culo.
Uranius Ferox
Giovedì 15 Dicembre 2011, 18.08.29
25
Le bands guadagnano principalmente sul merchandise venduto ed hanno una percentuale sul numero degli ingressi. Se fai i tuoi conti cmq tra magliette e CD i gruppi aggermati fan presto a fare anche 300 euro a serata, il che non è poco. Senza contare la percentuale ingressi. Le piccole bands di apertura ai Fest che citi tu possono essere messe lì o previo pagamento (come in quasi tutte le altre occasioni) o tramite un agenzia intermedia (che hi gli agganci ma è stata precendentemente pagata dalla band). Come vedi il concetto non cambia. Poi i NOMI GROSSI dei fest sono messi insieme più o meno per affinità dall'agenzia organizzatrice e dalle case discografiche (o dai singoli gruppi interessati a partecipare) che pagano per l'esposizione delle proprie bands (quando non sono le bands stesse a pagare). Come vedi, il sistema non cambia.
Giaxomo
Giovedì 15 Dicembre 2011, 17.58.05
24
Ma allora negli eventi tipo Paganfest / Heidenfest le 5-6 band da chi e come sono scelti? In base ai meriti (come dovrebbe essere) dall'agenzia o sono praticamente degli autoinvitati? Perchè pagare anche a quei livelli li, o magari sborsare soldi per suonare ad eventi ancora più grossi significa che la situazione è tragica..e a sto punto sembra quasi che le band affermate guadagnino poco più di una band emergente..NOMI GROSSI ESCLUSI
Uranius Ferox
Giovedì 15 Dicembre 2011, 17.40.25
23
All'apertura di una partia IVA non ci vedrei nulla di male, dove sta il problema? La risposta è ovviamente negativa perchè non converrebbe, ma una band si potrebbe tranquillamente considerare come una tipologia di "azienda" poichè produce e vende un prodotto e acquista servizi. 20.000 euro? Scelta di chi l'ha fatto, come già detto si parla di PROMOZIONE. E come in ogni altro ambito pubblicitaro più è elevata l'esposizione, più il prezzo è alto. Parallelismo: credi che comprare uno spazio banner sulla webzine di turno o una pagina pubblicitaria su rock hard inglese abbia lo stesso prezzo? E' tutto rapportato all'esposizione che il fruitore del servizio vuole avere. Non è che ti si obbliga cmq, dov'è l'estorsione? E alla tua domanda rispondo che chi paga per suonare lo fa per investire sulla propria band. Vittima di che sistema scusa? Se pagano TUTTI (band famose incluse) perchè il fatto che le band piccole paghino debba essere un circolo vizioso? Altrimenti dimmi tu cosa proponi. Dimmi come organizzeresti un tour senza che le band paghino. A meno che tu non ci vogli rimettere la casa... devi avere per forza un metodo molto molto interessante.
Khaine
Giovedì 15 Dicembre 2011, 17.22.51
22
@ Uranius Ferox: vero, le cose non sono gratis. Allora perchè una band non apre partita iva a sto punto? Scusa, ma io so di gruppi che hanno speso 20.000 € (ventimila) per fare una manciata di date in Europa con i TizioCaio di turno. Questo non è "pagare per avere un servizio", è "estorsione"! E chi paga, poi, è una vittima del sistema o è una persona che investe nel proprio futuro?
Uranius Ferox
Giovedì 15 Dicembre 2011, 17.18.41
21
Ragazzi ma ci pensate alle cose che dite, quando parlate? Ma lo sapete che CHIUNQUE quando fa un tour, paga le agenzie? Si cari miei, anche i Gorgoroth e i Vader... magari non di tasca loro se il nome e' particolarmente grosso ma per loro pagano le case discografiche... esattamente come i gruppi minori pagano. Cosa credete, che il tourbus sia gratis? che il catering sia gratis? che la promozione e il servizio stampa sia gratis? che l'affitto dei locali sia gratis? che la crew monta/smonta palco sia gratis? Cosa dovrebbe essere un'agenzia, un'impresa caritatevole dove nessuno gudagna nulla ma anzi paga tutto? E' UN LAVORO, come tutti gli altri. Che poi una abbia i soldi e possa permetterselo senza faticare molto o uno ci spenda stipendi su stipendi perch� crede al 100% in quello che fa non credo proprio che vi riguardi. E soprattutto, non � che con un tour si diventi famosi, � un mezzo promozionale e come tale E' NORMALE che venga pagato. Discorso diametricalmente opposto per tutte quelle booking agency (come appunto l'extreme) che si pongono da tramite tra le band e un tour gi� organizzato per "agganciare" le loro band. E sono quelle le puttanate del nostro paese che bisognerebbe BOICOTTARE.
Ministrel
Giovedì 15 Dicembre 2011, 16.41.46
20
Esempio lampante di agenzia italiana succhiasoldi che continua inspiegabilmente a fregare (si FREGARE) non so quanti gruppi italiani... l'extreme agency di Andrea Pro!!!
fabio II
Giovedì 15 Dicembre 2011, 16.36.07
19
Sono d'accordo anch'io con Cuordipietra e Nightblast tranne che per una cosa: i cagnacci sono quelli che vanno in giro a due zampe, non a quattro
Nightblast
Giovedì 15 Dicembre 2011, 16.16.16
18
@cuordipietra: parole sante fratello, parole sante. Se non ci fossero i gruppetti di figli di papà pronti a sborsare 1000 euro per 3 date le "agenzie" succhiasoldi che abbondano in Italia scomparirebbero dall'oggi al domani e le band di incapaci si scioglierebbero anzicchè fare comparsate ridicole. Una band sale su un palco se merita, non se c'è paparino dietro che porge i soldini...
Ariete76
Giovedì 15 Dicembre 2011, 16.14.15
17
Gli Amassado oltre a pagare hanno alla chitarra uno dei più grandi leccaculi d'Europa... roba da avere ipo una ventina di strati di merda sulla lingua, oramai...
Flag Of Hate
Giovedì 15 Dicembre 2011, 15.57.01
16
Tra l'altro i Vader si sono pure lamentati dell'organizzazione, a quanto vedo. Non mi stupisce, la faciloneria italica colpisce ancora. Chissà come li avranno trattati. Mi ricordo che pure i Grave si lamentarono, tempo fa. Poi, ovviamente, ci si lamenta del fatto che molti artisti non bazzichino l'Italia, o che raramente scendano sotto Bologna. Chissà perchè!!!
Giaxomo
Giovedì 15 Dicembre 2011, 15.21.06
15
Facessero anche una bella bella proposta musicale, ma fanno anche pena e si mettono anche a pagare..e cambiando discorso, ho una curiosità grandissima e spero che qualcuno me la tolga (e che ovviamente se ne intenda)..gruppi come Gorgoroth, Vader ecc ecc che hanno fatto la loro parte in questo tipo di musica e sono in attività da moltissimi anni, non per farmi i cazzi loro, il loro guadagno NETTO a persona come lo ricavano? Togliendo che tipo di spese? E aggiungo una domanda che magari a qualcuno darà un pò sui nervi : quanto guadagnano circa a fine di un tour così? E' per sapere in che condizioni (pietose) siamo arrivati in questa realtà musicale..
piggod
Giovedì 15 Dicembre 2011, 15.04.55
14
I Vader hanno ridotto così brutalmente la setlist a Roma? Nelle altre date europee (tra cui quella a cui ho assistito) la setlist era la seguente: Ultima Thule (intro) Return to the Morbid Reich Sothis Devilizer Never Say My Name Come and See My Sacrifice Black Velvet And Skulls Of Steel Wings Carnal I Am Who Feasts Upon Your Soul The Wrath Decapitated Saints Kingdom Silent Empire Cold Demons Helleluyah!!! (God Is Dead) Dopodiché sono tornati sul palco e hanno eseguito anche: Para Bellum (intro) This Is the War Certo che a far suonare troppi gruppi d'apertura la qualità inizia a scemare.
Cuordipietra
Giovedì 15 Dicembre 2011, 14.59.16
13
Tutti colpevoli; nessun colpevole? NO. In Italia molti non pagano le tasse, li giustifichiamo? Moltissimi non raccattano gli stronzi dei loro cagnacci, li giustifichiamo? Quello che voglio dire è che una cosa sbagliata RIMANE SBAGLIATA anche se la fanno tutti ed è diventata la norma! Io sono convinto di una cosa: la colpa è dei mafiosi che prendono i soldi, ma la colpa è ANCHE di quei gruppetti da strapazzo, figli di papà che si ABBASSANO, si arrendono al sistema pagando per partecipare. Così facendo, tolgono l'aria a quei gruppi (talentuosi e non) che non vogliono soggiacere a questo meccanismo marcio, o che non hanno i soldi. La classica scusa del neoliberismo declinata nel metal: "perchè fare le macchine in Italia e pagare gli operai 1000, se trasferendo la produzione in Romania pago 200?" perchè pagare una band underground per suonare, se esistono mille altri falliti disposti loro stessi a pagare per guadagnarsi 20 miseri minuti di concerto?? La colpa è di tutti e due i protagonisti.
Giasse
Giovedì 15 Dicembre 2011, 14.36.22
12
E' la triste conseguenza della svendita di molti gruppi che "per suonare" si concedono anche gratuitamente svalorizzando un prodotto - la musica - a cui, come tale, deve essere riconosciuto un valore (anche monetario) dal proprio fruitore. Chi paga "supera" (in senso negativo) chi si concede gratuitamente, invertendo la logica di un qualunque mercato concorrenziale basato sul merito... this is my opinion!
Khaine
Giovedì 15 Dicembre 2011, 14.17.49
11
Suburbia ha ragione. Il pay to play è una realtà orribile, ma è una realtà. Non è neanche troppo mascherata, noi nel nostro piccolo ne abbiamo parlato spesso durante le interviste... si vede che non è abbastanza.
suburbia
Giovedì 15 Dicembre 2011, 14.15.19
10
ahh l'italietta...ma lo sapete che TUTTI i gruppi pagano per suonare con gruppi grossi no?fate tanto gli intenditori ma evidenemente ci capite poco!questa politica sbagliata e mafiosa del pay to play è una realtà purtroppo che riguarda TUTTI i gruppi: se vuoi salire di livello e farti conoscere a livello nazionale e internazionale con tour e robe varie purtroppo devi pagare,non mi dite che pensavate che un tour con gorgoroth o chissachì ve lo facevano fare gratis??SVEGLIA!io al concerto c'ero e se nn sbaglio il locale era pieno,la gente s'è fatta male pogando e un tipo ha fatto stage diving...ora magari nn ci stanno col genere dei gorgoroth(maestri inauditi ovviamente) ma di qui a dire che nn sanno suonare o che fanno cagare ce ne vuole....
veritas
Giovedì 15 Dicembre 2011, 13.55.16
9
Bhè potremmo fare come al solito una bella lista di gruppi che COMPRANO le loro comparse ai festival, anzi se vogliamo dirla tutta in qualsiasi festival con qualche nome un po più grosso chi suona di spalla ha certamente pagato l'agenzia... che schifo!!
Flag Of Hate
Giovedì 15 Dicembre 2011, 13.38.37
8
Avevo provato ad ascoltare qualcosa di 'sti Amassado, e li ricordo come un pessimo gruppo, poche idee ma confuse, musica usa e getta nella sua concezione peggiore. I Brujeria dei poveri, per intenderci. Gli Adimiron non li conosco, ma dico solo che pagare per presenziare in un concerto nel quale (da quanto ho capito) c'azzeccano poco non mi pare una mossa da menti acute
Ariete76
Giovedì 15 Dicembre 2011, 13.26.31
7
D'accordo con tutti, soprattutto per lo schifo provato verso Adimiron e Amassado. In particolare questi ultimi sono davvero inutili, una volta mi è anche capitato di parlare con il chitarrista e è uno spaccamarùn di prima categoria, sembra che sappia suonare solo lui!!!
blackstar
Giovedì 15 Dicembre 2011, 13.26.14
6
Non ho assistito al concerto e magari la proposta degli Adimiron non era particolarmente azzeccata in questa serata, però non sono affatto male come gruppo.
Cuordipietra
Giovedì 15 Dicembre 2011, 12.08.14
5
Ah, gli Adimiron... gruppo del piffero, figli di papà che comprano con denaro sonante le loro ridicole comparsate. Come dice Brontolo, la cosa è abbastanza un segreto di Pulcinella. E tra l'altro sono pure delle capre a suonare.
Nightblast
Giovedì 15 Dicembre 2011, 12.28.16
4
Ecco cosa succede a comprare le date...Si finisce per trovarsi assolutamente fuori contesto. Che cosa cavolo c'entra una band come gli Adimiron in un fest come questo? Aldilà che possano piacere o meno, il genere è troppo distante da quello che ci si aspetta da una band che apre per i Vader... La loro proposta è piatta come una sogliola sotto una pressa, ma a volte può anche funzionare, forse in contesti più idonei...Concordo in toto con quanto scritto nel report. Basta comprare le date live...che tristezza.
BILLOROCK fci.
Giovedì 15 Dicembre 2011, 10.11.35
3
De Profundis: Tòh... mi tocco
De Profundis
Giovedì 15 Dicembre 2011, 9.52.05
2
minchia che schifo gli Amassado.
Brontolo
Giovedì 15 Dicembre 2011, 8.24.39
1
Ancora vi chiedete come fanno gli Adimiron a fare questi tour? Semplice cacciano la pecunia e ora non scandalizzatevi perchè è un fatto noto e risaputo.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del tour
ARTICOLI
15/12/2011
Live Report
GORGOROTH + VADER + altri
Traffic Club, Roma, 09/12/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]