Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/19
IVORY TOWER
Stronger

23/09/19
JUMPSCARE
Don`t Close Your Eyes

27/09/19
VOICE OF RUIN
Acheron

27/09/19
STEEL PANTHER
Heavy Metal Rules

27/09/19
AGE OF REFLECTION
A New Dawn

27/09/19
OPETH
In Cauda Venenum

27/09/19
GOATESS
Blood and Wine

27/09/19
MORTEM
Ravnsvart

27/09/19
PHOBOCOSM
Everlasting Void

27/09/19
WEAPON UK
Ghosts of War

CONCERTI

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

21/09/19
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

21/09/19
MORTUARY DRAPE + GUESTS
SONS OF ROCK - MORES (SS)

21/09/19
HANDFUL OF HATE + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

21/09/19
HARDLINE + DREAM COMPANY
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

21/09/19
TMA FEST (day 2)
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

22/09/19
...AND YOU WILL KNOW US BY THE TRIAL OF DEAD (ANNULLATO!)
SANTERIA TOSCANA 31 - MILANO

22/09/19
WARBELL + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

24/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

25/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
ORION - ROMA

SUFFOCATION + CATTLE DECAPITATION + BLOOD RED THRONE + ADIMIRON + SEPHIRAH - Boulevard Rock Club, Misano Adriatico (RN), 10/03/2012
16/03/2012 (3774 letture)
198 mila km consumati a suon di metal, adesivi ormai illeggibili, cd sparsi ovunque e sospensioni finite… Corre, corre, corre la Summer Breeze Car, ma questa volta la meta è vicina, un’ora e mezza di strada e siamo al Boulevard di Misano Adriatico per una delle due tappe italiane del lungo tour europeo dei Suffocation.
All’ingresso del locale la frase “Fai entrare questa signora...” mi indispone subito. Beh... signora a chi? Rispetto alle borchie che porto! Sarò pure nata negli anni ’70 (rimaniamo sul vago...) ma i metallari sono e saranno sempre giovani! Comunque, una volta entrati, il profumo di pizza che si diffonde nell’aria, la vista di tanti metallari di tutte le età, l’ottimo black metal che esce dalle casse in attesa dell’inizio del concerto mi rimettono subito di buon umore! E non sono in ritardo, incredibile.
Ok, confesso, sono in ritardo, ma il concerto inizia più tardi rispetto all’ora prevista a causa della defezione di un gruppo, gli Hate. Dal suo sito la band polacca fa sapere di aver rinunciato al tour europeo per motivi personali, anche se continua a lavorare sul materiale per il nuovo album in uscita il prossimo autunno.

SEPHIRAH
Alla giovane band bresciana il compito di aprire la serata e scaldare il pubblico. Alle 20.30 non è certo facile catalizzare l’attenzione delle persone presenti, e soprattutto la mia, distratta dai richiami dello stomaco continuamente solleticato dal succitato profumo di pizza. Ma i Sephirah convincono le non molte persone presenti con una performance grintosa e decisa.
La loro proposta è un symphonic death/black che alterna violente sferzate a parti molto cadenzate. I suoni sono alti, le tastiere, solenni, sono forse un po’ troppo in evidenza ma tutti gli strumenti si sentono bene.
Il gruppo, formatosi nel 2010, presenta brani tratti dall’album autoprodotto The Glorius Nihilism, uscito nel 2011, con Damiano Crotti “Rahu” che conduce i giochi alternando lunghe parti di cantato growl con uno screaming letale.
La title track e Dogma Requiem i pezzi migliori, arrivano come una mazzata e sono un ottimo biglietto da visita per la band. Il pubblico apprezza, mezz’ora passa in fretta, ed è già tempo di raccogliere i propri strumenti e lasciare il posto al gruppo successivo.

ADIMIRON
Note che richiamano lontani echi d’oriente aprono lo show degli Adimiron. Giunti al decimo anno di attività la band romana presenta i brani tratti dall’ultimo album, K2, che ha segnato una svolta nello stile della band. Dotati di grandi capacità tecniche ed esecutive, gli Adimiron riescono a coniugare la potenza e l’impatto del thrash con i ritmi martellanti, ossessivi, pseudoindustriali dei Meshuggah. E lo fanno con precisione chirurgica. E’ musica fredda, tecnica, molto potente anche se sembra però tenere ad una certa distanza il pubblico.
Forse per la proposta divergente dal tema death-grind della serata, forse per il cambiamento di stile dei brani proposti, ma quando il gruppo è costretto a chiedere al pubblico di avvicinarsi al palco, più e più volte, allora ci deve essere qualcosa che non quadra. Eppure il loro show mi è sembrato impeccabile. Brani come Oriens, Vertical Limit, o Servant's Poem, che ha un interessante apertura quasi orientaleggiante sul finale, confermano la presenza di band veramente valide e convincenti sul suolo nostrano.

BLOOD RED THRONE
Veloce cambio di strumentazione ed è già tempo di ascoltare i Blood Red Throne. Appena salito sul palco il cantante, con la sua scorta di bicchieri di birra (sul palco e dentro lo stomaco), si versa addosso una intera bottiglia di acqua gelata. Giustamente per i norvegesi i nostri 6 gradi devono essere una temperatura difficile da sopportare. Della formazione originaria dei Blood Red Throne è rimasto solo il chitarrista Død, tutti gli altri membri sono entrati nella band da poco tempo, ma mostrano coesione e intesa, e soprattutto capacità di rovesciare sul pubblico uno show brutale ed energico. Vengono proposti brani vecchi, da Altered Genesis e altri più recenti, tratti dall’ultimo album uscito nel 2011. Le chitarre di chiara matrice scandinava alernano riff cadenzati a sfuriate brutali e potenti. Non sarà forse uno spettacolo indimenticabile, e la band non brilla per l’originalità, ma la gente stasera ha voglia di divertirsi a suon di brutal death, e con Eternal Deacy il pubblico si scatena sotto il palco.
Ormai nel locale non si sente più odore di pizza ma solo l’odore tipico di ascella metallara sudata. E se questo è indice di gradimento allora i Blood Red Throne hanno fatto un ottimo lavoro.

CATTLE DECAPITATION
Semplicemente fuori di testa! Arrivano come una furia i Cattle Decapitation, dando vita ad uno live-set davvero impressionante. Follia, violenza, brutalità, capacità tecniche e un’ideologia animalista non convenzionale è il loro modo di suonare death grind.
Travis Ryan, o meglio “Schizoid man”, urla, sbraita, sputa, si contorce, emette una vasta gamma di versi striduli e gutturali, grugniti che gli deformano il viso. Fa molto uso di effetti di riverbero con la voce, ma è anche vero che riesce a tirar fuori dei versi dalle profondità del suo diaframma davvero inquietanti. È una belva che calamita l’attenzione del pubblico, e sarebbe davvero difficile ignorare questo personaggio.
Durante lo show vengono presentati molti brani dal nuovo album in uscita la prossima primavera, ed il materiale è davvero convincente ed efficace.
Volano i quaranta minuti del loro concerto, e alla fine, di fronte alle urla laceranti di Travis Ryan, non posso fare a meno di pensare che tutta la rabbia, la furia, la follia vomitate sul pubblico vogliano in qualche modo raccogliere e trasmette la sofferenza di milioni di animali ogni giorno costretti a subire torture e maltrattamenti solo in nome del progresso, solo per soddisfare questa mostruosa creatura che è l’uomo. E va bene, anche io sono vegetariana, e non posso che ammirare il modo dei Cattle Decapitation di sbattere in faccia la realtà.

SUFFOCATION
Niente viene lasciato al caso e all’improvvisazione per i Suffocation. La band rimane un tempo che sembra lunghissimo a settare gli strumenti e provare i volumi, ma il pubblico aspetta paziente. C’è sempre il massimo rispetto davanti a un gruppo che ha scritto la storia del brutal death americano. Come annunciato pochi giorni fa è Dave Culross, fino al 2008 con i Malevolent Creation, a sostituire lo storico batterista Mike Smith che ha lasciato la band per divergenze personali. Una vecchia conoscenza in quanto Dave aveva già suonato con i Suffocation nell’EP Despise The Sun.
Ma noto un altro tipo strano al microfono, con il viso bruciato dal sole, sembra una specie di Robinson Crusoe ripescato da una zattera rimasta in balia delle onde per qualche settimana… Si tratta invece di Bill Robinson (e mai nome suonò più adatto), voce dei Decrepit Birth, che sostituisce Frank Mullen per le date del tour europeo. Assenza temporanea o permanente? La cosa non è ben chiara.
Il tempo di pulire un lungo filamento di catarro che penzola dal soffitto, minaccioso come una viscida spada di Damocle, e finalmente le note di Throne of Blood si riversano sul pubblico ammassato sotto il palco. Si scatena l’inferno, il pubblico è in visibilio e mostra grande entusiasmo per la band, ahimè, mutila di due suoi membri storici. Il palco diviene subito una passerella continua per lo stage diving, anche il Crusoe si butta sul pubblico, l’atmosfera è carica, l’acustica ottima ed il concerto impeccabile.
Uno dopo l’altro vengono scaraventati sul pubblico tutti brani pescati dai primi album, i classici di Effigy of The Forgotten e Pierced From Within, un salto indietro di vent’anni, e i nostri sembrano non aver perso minimamente grinta e voglia di suonare. Solo un brano più recente viene presentato al pubblico, Abomination Reborn del 2006. Con Pierced From Within si arriva al delirio, ed un colpo violento come una mazzata è Funeral Inception.
Sono attacchi veloci e brutali i brani dei Suffocation, e lo spettacolo volge velocemente verso la fine. Il palco si svuota, va in scena il bis di rito, un ultimo, fulmineo attacco, Infecting the Crypts.
Si riaccendono le luci.

Si avvicinano i primi pseudo-emo ad occupare la pista che ormai diventa disco-metal, ed è tempo per me di andare.
Sono le 02:00, riparte la Summer Breeze Car, lo stereo manda i Satyricon… Tutto bene, si torna a casa.

SETLIST SUFFOCATION
Throne of Blood
Effigy of The Forgotten
Catatonia
Pierced From Within
Liege of Inveracity
Abomination Reborn
Funeral Inception
Breeding The Spawn
Jesus Wept
Torn Into Enthrallment
Suspended in Tribulation
Infecting The Crypts



EdoCFH
Martedì 10 Aprile 2012, 21.20.43
19
la scaletta dei Suffocation c'ha la muffa...
Absynthe6886
Martedì 20 Marzo 2012, 0.01.49
18
Dibattito interessante. Porto all'attenzione un fatto: il pay to play sembrerebbe non essere un fenomeno strettamente legato a bands in cerca del salto di qualità né si confina esclusivamente al circuito italiano. A me è arrivata un'indiscrezione che mi ha fatto sgranare gli occhi: avete presente il tour di giugno di tre date dei Dream Theater con Gamma Ray e Anathema a supporto? Bene, sembrerebbe che i Gamma abbiano sborsato diverse migliaia di € per ottenere il posto...
Nightblast
Lunedì 19 Marzo 2012, 23.14.42
17
@Mah: ma scherzi o credi davvero in ciò che scrivi??? Se scherzi allora tutto ok e ci si fa una risata assieme, se invece pensi davvero ciò che scrivi posso solo dire che è grazie alla gente che la pensa come te che fior di band si sciolgono o sono condannate a restare nell'ombra...proprio perchè c'è un fottuto sistema marcio e corrotto che permette a dei figli di papà (parlo in generale) di suonare con dei nomi internazionali pur non valendo neanche un pelo di culo di altre formazioni che si spaccano in due per poter arrivare a qualcosa soltanto con le proprie forze. Il tuo ultimo post è di una contraddizione proverbiale: parli di meritocrazia ma al commento 8 dici che "non c'è nulla di male a comprare le date"... La verità è che è uno schifo che esistano certe cose..Agenzie che si spacciano per "manager" e rubano soldi alle band, band pessime che spendono 5000 euro per aprire 20 date di questa o di quell'altra band...Mentre centinaia di formazioni con le palle cubiche affrontano problemi assurdi per poter pubblicare un fottuto demo, e che magari valgono 100 volte band che hanno 3 dischi alle spalle ma che suonano tutti uguali. Spero tu sia un caso isolato, davvero, lo spero di cuore...
Mah....
Domenica 18 Marzo 2012, 17.59.55
16
E comunque....per chi non condivide il discorso pay per play...ma qualcuno degli adimiron ha detto che pagano per suonare? E sia mai che dopo 3 dischi magari vengono chiamati, magari non gli danno niente di soldi, ma cmq dopo 10 anni di attivita' un nome se lo sono fatti no? Gusti o non gusti. O magari in italia vengono snobbati e all'estero vendono? Chi puo' dirlo. Ma sopratutto parlando di meritocrazia...a parte i big italiani, chi secondo voi puo' far parte di questo o quel tour? Gli adimiron possono far schifo, ma hanno cmq 3 dischi alle spalle e anni di attivita'....volete dirmi che i 1000 gruppettini a roma con un demo all'attivo o un misero debutto possono competere? Parlo di esperienza, di gavetta, di sudore fatto con gli anni.
Mah....
Domenica 18 Marzo 2012, 17.52.04
15
Allora vanno scarnificati anche i big come i sadist o labirynth...come ve lo spiegate che arrivano i megadeth e sadist da spalla, arrivano i maiden e labirynt da spalla, ritornano i megadeth e nuovamente sadist da spalla, arrivano gli amon amarth e sadist da spalla. Tutti e 2 gruppi sotto la live guarda caso che organizza questi concerti. Suona un po' strano no? il vil denaro c'e' sempre! Poi il discorso gusti e' obbiettivo....leggete le recensioni per esempio degli insomnium su questo portale "Gruppo inutile...il solito clone dei dark tranquillity etc etc". Beh, alla fine questo gruppo inutile fece da spalla ai dark tranquillity e sta' su century media. e nessuno gli dava una lira all'inizio. Poi ora tutti a osannarli perche'....perche'...come fai a dire che fa' schifo un gruppo sotto una major?
Raven
Domenica 18 Marzo 2012, 16.43.11
14
pay to play? sono fortemente contrario, ed i motivi li potete leggere nei commenti sotto.
Undercover
Domenica 18 Marzo 2012, 16.28.12
13
E qui torna il discorso che le mafia legata a certe promotion per non parlare del comportamento scorretto criticato prima porti poi a scempi come quello da te citato
Vesper-Jana
Domenica 18 Marzo 2012, 16.00.34
12
Non è sbagliato ciò che dite.. ma troppo spesso ci si deve scontrare con una realtà difficile, in cui è molto più facile che suoni una cover band qualsiasi che un gruppo che fa pezzi propri.. Purtroppo non basta la qualità per affermarsi.. e, ora che ci penso, sono passati alcuni anni dall'ultima volta che ho visto Sadist e Novembre dal vivo.. Proprio in questo tour le uniche date in cui non suonano i Sadist sono quelle italiane, ma non è assurdo?
il vichingo
Domenica 18 Marzo 2012, 15.12.47
11
"Che c'è di male nel comprare le date"? Semplice! Come detto giustamente da Undercover il principio della meritocrazia va a farsi fottere. Va bene "l'aiutino"per promuovere la propria band ma sborsare somme di denaro per suonare in top non mi sembra proprio il massimo. Della serie i figli di papà con le tasche gonfie sfondano e gli altri restano nell'underground? Mah... Poi per quanto riguarda il fatto di "chiedere di band metal italiane all'estero", a me hanno sempre risposto Rhapsody, Schizo, Necrodeath e Doomsword...
Flag Of Hate
Domenica 18 Marzo 2012, 15.05.38
10
Quoto il commento di Undercover. E il fatto che si giustifichino o che si reputino "normali" queste furberie da figliocci di paparino pompati unicamente dal denaro mi riempie di amarezza.
Undercover
Domenica 18 Marzo 2012, 14.57.13
9
Si ma non mi risultano che i Doomraiser, i Sadist e i Novembre abbiano bisogno di comprarsi le date, è la qualità che parla per loro, se parli d'Italia prima vengono fuori le triadi storiche del thrash Necrodeath, Schizo, Bulldozer, poi roba come Mondocane, Nuclear Symphony, Alligator etc... etc... a meno che tu non stia parlando con 15 enne infogato dai Children Of Bodom. Il fatto che Adimiron e Fleshgod comprino le date è poco edificante, sarà corretto per qualcuno, questo equivale a supporto l'antimeritocrazia dilagante che colpisce l'Italia in tutti i settori, chi la pensa così, beh, è da no comment, non si paga per suonare in top, ci arrivi, se non ne sei capace con i tuoi mezzi o è colpa della sfortuna o forse sei solo troppo pompato ma alla fine vali meno di quello che si dice.
Mah....
Domenica 18 Marzo 2012, 13.30.00
8
Cosa c'e' di male nel comprare le date per suonare? Funziona cosi'. Punto. Gli adimiron se lo possono permettere e lo fanno. Vedrete che prima o poi daranno i suoi frutti. Anche i fleshgod apocalypse hanno investito una BARCA di soldi a LORO SPESE per partecipare a tour...e dopo anni gira di qua fira di la' qualcuno "nuclear blast" li ha notati. Cosa pensate? Che basta un ottimo album per sfondare? Basta internet e compagnia bella? No, serve un investimeto, serve suonare,suonare,fare kilometri a proprie spese. Ve lo dice uno che lavora spesso all'estero e crede nel metal italiano, e quando chiede agli stranieri qualche band italiana, loro rispondono spesso proprio i vari adimiron,dgm,doomraiser,lunarsea,fledhgod,stormlord,novembre,sadist. Proprio coloro che suonano all'estero.
reckbuck
Venerdì 16 Marzo 2012, 18.58.00
7
gli adimiron sono attualmente in tour perchè quest'anno è uscito il loro nuovo album e tutti ne parlano alla grande a quanto ho visto girano moltissimo e sopratutto in europa. a me piace il classic quindi sono molto distanti dai miei gusti ma non trovo nulla di male nel promuovere il proprio disco il più possibile. è riduttivo ogni volta scadere negli stessi argomenti e considerazioni..cerchiamo di andare oltre per una volta.
Nightblast
Venerdì 16 Marzo 2012, 16.59.51
6
...grazie che il pubblico si allontanava dal palco quando suonavano gli Adimiron...a forza di comprare le date sono diventati come il prezzemolo...praticamente stanno ovunque, la gente si sarà anche seccata.
Maiden1976
Venerdì 16 Marzo 2012, 11.34.00
5
@Vesper-Jana: Speravo non svelassi la mia vera identità!!!
Vesper-Jana
Venerdì 16 Marzo 2012, 10.49.58
4
@Maiden1976 Certo che ricordo, ma ero convinta che ti chiamassi Barney, non Andrea! Alice.. già sbavo per i Taake!
hm is the law
Venerdì 16 Marzo 2012, 10.37.01
3
I Suffocation dal vivo sono una garanzia assoluta (li ho visti a Roma qualche anno fa)
Maiden1976
Venerdì 16 Marzo 2012, 10.14.33
2
Brava Patricia, ottimo report! Concordo su tutto! Te lo avevo detto che il cantante dei Cattle Decapitation era un pazzo scatenato!! P.s.: se nn ti ticordi, cono Andrea (ex scribacchino di Metallized) , ci siamo conosciuti proprio in questa occasione.
Persephone
Venerdì 16 Marzo 2012, 10.00.20
1
Gran bel report Pat! I prossimi (Taake) ce li spariamo insieme a Roma!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina della serata
ARTICOLI
16/03/2012
Live Report
SUFFOCATION + CATTLE DECAPITATION + BLOOD RED THRONE + ADIMIRON + SEPHIRAH
Boulevard Rock Club, Misano Adriatico (RN), 10/03/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]