Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dirge
Lost Empyrean
Demo

In Autumn
Greyerg
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
IN SHADOWS AND DUST
Enlightened By Darkness

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

24/12/18
BEATEN TO DEATH
Agronomicon

30/12/18
FERAL
Flesh for Funerals Eternal

04/01/19
LEGION OF THE DAMNED
Slaves Of The Shadow Realm

CONCERTI

18/12/18
A PERFECT CIRCLE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

19/12/18
A PERFECT CIRCLE
PALALOTTOMATICA - ROMA

21/12/18
METHEDRAS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

21/12/18
SPLEEN FLIPPER
OFFICINE SONORE - VERCELLI

21/12/18
AMTHRYA + DANNATI + EFYD
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

22/12/18
METHEDRAS
L'ANGELO AZZURRO - GENOVA

22/12/18
NANOWAR OF STEEL
EXENZIA DER CLUB - PRATO

22/12/18
DEWFALL + FYRNIR
EVILUTION CLUB - ACERRA (NA)

22/12/18
NATIONAL SUICIDE + ADVERSOR + UNORTHODOX
THE FACTORY - VERONA

22/12/18
PARMA METALHEADZ FESTIVAL
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

SEVENTH WONDER + FROM THE DEPTH + RAISING FEAR + AVELION - Onirica, Parma, 13/0/42012
22/04/2012 (2231 letture)
Rieccomi finalmente a un nuovo concerto, e che concerto! Riprendo le mie amate fattezze di scrittorucolo da strapazzo e inizio a rivivere con piacere questa splendida serata che non inizia nel luogo del concerto ma in un agriturismo…
Facciamo tutti parte dell’invasatissimo fan club italiano degli svedesi Seventh Wonder quindi, nonostante la serataccia (acqua su tutti i fronti) ci dirigiamo al di là dell’Enza in un ristorantino sperduto in campagna per salutare i nostri beniamini. Tommy, Johan, Andreas e Andreas, eccoli lì: abbracci e saluti calorosi. Mi giro e mi sento dire: “Ciao, sono Stefan”! e mi ritrovo a fissare negli occhi la cerniera di una felpa. Il nuovo batterista dei Seventh Wonder va infatti dai due metri in su! Il locale è gremito e per noi (ahimè) non c’è più posto; decidiamo quindi dopo qualche chiacchiera di trasferirci direttamente all’Onirica, non molto distante da lì.

AVELIONRAISING FEARFROM THE DEPTH
Sentiamo gli Avelion dall’esterno del locale a causa di alcune procedure burocratiche (è necessaria una tessera per entrare), non sembrano affatto male. Entriamo giusto per gustarci l’ultimo pezzo e rinnovo ciò che ho detto: un buon gruppo, in palla e carico. E' giusto ora spendere due parole sui Raising Fear e i From The Depth; premetto che non scenderò ai giudizi sulle band a causa della mia ignoranza: non sono avvezzo al power metal e non mi sento quindi di giudicare persone che suonano un genere che proprio non fa parte di me; per non essere travisato, quindi, mi astengo. I gruppi sfornano comunque due ottime prove e danno un forte segnale ai presenti che il made in Italy c’è eccome. Personalmente apprezzo di più i primi: li trovo più rocciosi e con un sound più “cazzuto”; le parti puramente heavy della loro proposta sono ottime e hanno un gran bel tiro; dei From The Depth ricordo invece il bassista, autore di una prestazione notevole. La prova di questi ultimi è infine omaggiata dalla presenza di un topolino in pista che, dopo la sua dose di buon metallo, se ne esce nella notte.

SEVENTH WONDER
E’ mezzanotte inoltrata quando I nostri fanno ingresso sul palco. Il locale conta parecchie persone e la voglia di sentirli è altissima. L’Onirica, purtroppo, non è mai stato avvezzo a dei gran suoni durante i concerti, e stasera non fa eccezione. Il tutto risulta parecchio impastato, ma non importa. L’unica cosa che conta è la prestazione decisamente stratosferica dei Seventh Wonder. Sconcertanti, sia per tasso tecnico individuale che collettivo. Viene spontaneo chiedersi cosa ci stiano a fare nei piccoli club, ma questo è tanto. Inevitabile il paragone coi Dream Theater, siamo praticamente nello stesso genere, con la differenza che gli svedesi al giorno d’oggi fanno quello che dovrebbero fare gli americani. E’ tremendamente difficile unire il virtuosismo con la forma canzone più classica senza cadere nel ridicolo; i Seventh Wonder in questo sono maestri: parliamo quindi di un progressive metal ad altissimo livello tecnico ma con linee vocali killer, di quelle che non si scordano più. Tommy Karevik è un cantante immenso e dotatissimo: fare un tour coi Kamelot in sostituzione di Roy Khan non è cosa per molti, come è cosa per ancora meno avere un talento del genere.
Dopo una breve intro il concerto inizia con Wiseman: primo degli unici due pezzi suonati da The Great Escape, ultimo album del gruppo. La gente risponde alla grande, e francamente non si riesce a capire se siamo noi sotto il palco o loro sopra ad essere più emozionati; il primo boato vero e proprio si sente con la canzone successiva, Hide And Seek, una tra le migliori della band: devastante. Come è devastante l’impatto emozionale che ha il gruppo sulle persone: se a un tuo concerto CHIUNQUE canta nota per nota le tue canzoni (assoli compresi), beh, hai vinto. Giustamente i brani suonati di Mercy Falls sono sette, uno più bello dell’altro, senza nulla togliere ad Alley Cat e ai due brani presi da Waiting In The Wings. La band è precisa in maniera maniacale: inutile concentrarsi per trovare sbavature ed errori, questa sera i Seventh Wonder sono di un altro pianeta. Johan ha un livello di pulizia sulla chitarra che è quasi irreale, macina note a velocità impressionanti e ha comunque un gusto non comune; la tastiera di Andreas è leggermente in lontananza e, in alcuni punti, si fatica a distinguerla dal resto degli strumenti. Ottima la prova di Stefan, intelligente nel non interpretare le parti di batteria dell'ex-drummer della band, Johnny Sandin; preciso e potente al punto giusto, attendo di sentire cosa combinerà in un nuovo disco! Di Tommy ho già parlato poco fa, manca solo il sottolineare quale tipo di strana entità sia Andreas Blomqvist. Detto che non sono un bassista, mi sono spesso trovato con lo sguardo inchiodato sul suo sei corde: ci ho trovato ben poco di umano, stiamo parlando di un musicista eccezionale, completo e con un livello tecnico ai limiti dell’assurdo. So che può suonare esagerato, ma non sono mai stato impressionato così tanto da un bassista: chapeau. Il concerto arriva quasi alla fine senza che me ne accorga: c’è comunque tempo per altri due pezzi.
Come tutti ho le mie fisse, e una di queste è che trovo quasi blasfemo suonare le canzoni dei Queen. Nessuno si avvicinerà mai più a ciò che è stato (ed è ancora) Freddy Mercury, quindi trovo il cantare le sua canzoni una mossa sfacciata. Smentito su tutta la linea: Tommy interpreta I Want It All splendidamente, e la conferma sono i brividi che solo certe canzoni riescono a dare. Complimenti. The Black Parade chiude infine un’esibizione incredibile; applausi a scena aperta e tutti siamo appagati e senza voce.
La storia dei Seventh Wonder qui in Italia è una storia strana: parla della passione, dell’impegno e della dedizione di due persone (Daniela e Massimo) che da anni si sbattono per questa band cercando di farla suonare in lungo e in largo nel nostro Paese. Se non fosse stato per loro, quindi, ce ne saremmo tutti dovuti andare in Svezia. Un plauso poi all’organizzazione, ai prezzi popolari, ed uno ancora più grosso a cinque ragazzi che si fiondano in mezzo ai loro fan dopo nemmeno cinque minuti dalla fine del concerto. Alla faccia di chi fa la star! Quanto al mondo musicale in generale, beh, SVEGLIA! Perché un drammatico corso degli eventi, uno in generale, è che i Seventh Wonder non hanno ciò che meritano, ed è ora che per loro le cose cambino.



Morganne91
Martedì 24 Aprile 2012, 22.36.24
12
@Elluis: sui Cainophobia e Le Rhane Morte hai ragione, veramente terribili -.-"
Elluis
Martedì 24 Aprile 2012, 18.59.55
11
@Dave Insane, sono per caso quel gruppo brianzolo, quelli che arrivano da Vergate Sul Membro?? Sono loro??
Elluis
Martedì 24 Aprile 2012, 18.57.01
10
@Morganne91: Immanuel Casto?? Cainophobia?? Rhane Morte?? Eri in preda a una sorta di masochismo cruento, e totale sottomissione al dolore ?? (acustico in questo caso)
Dave Insane
Martedì 24 Aprile 2012, 17.44.34
9
scusate l'ignoranza, ma chi cazz è Immanuel Casto? (sono andato ora ad ascoltare una sua canzone sul tubo e l'ho trovato raccapricciante) Perchè non vi sentite i San Culamo piuttosto?!
Morganne91
Martedì 24 Aprile 2012, 16.28.37
8
wonderghio: io ci sono andata dal Casto, é stato molto bello, anche se il pubblico (numeroso, ma non troppo) non era molto partecipe, era per lo più gente incuriosita dall'evento però le band di apertura sono state a dir poco ridicole (Cainophobia e Le Rhane Morte, due gruppi da 15enni :/ )
wonderghio
Martedì 24 Aprile 2012, 14.38.42
7
c'ero al concerto e confermo il report,una gran bella serata e tutti i gruppi mi sono piaciuti molto. una curiosità sul concerto di immanuel casto al quale volevo andare ma poi non ho potuto:com'è stato? quanta gente c'era? grazie a chiunque mi risponderà!
Morganne91
Lunedì 23 Aprile 2012, 14.19.33
6
Lambrù, un pò difficile dato che é gay dichiarato
waste of air
Domenica 22 Aprile 2012, 22.46.50
5
@avelion: grazie a voi! Mi dispiace, ma c'era la fila per fare la tessera e vi ho sentiti da fuori! Ci saranno sicuramente altre occasioni!
LAMBRUSCORE
Domenica 22 Aprile 2012, 22.02.30
4
@Morganne, dovevi pensarci te ad Immanuel, se era casto potevi farlo diventare impudico, eheh...
Avelion
Domenica 22 Aprile 2012, 21.52.02
3
Un grazie sentito da parte di noi Avelion, ci dispiace davvero tanto che non abbiate potuto ascoltarci come si deve, ma confidiamo che sarà per una prossima volta! \m/
Morganne91
Domenica 22 Aprile 2012, 18.55.23
2
Sulla pessima acustica del locale confermo: anche ieri sera al concerto di Immanuel Casto si capiva poco e niente :/ e non era metal!
Ad Astra
Domenica 22 Aprile 2012, 15.00.15
1
splendidi, davvero immensi...sia su disco che su palco, ricordo ancora la prima e unica volta li vidi... a bocca aperta...SVEGLIA!!!!! qui si sta buttando nel cesso un gruppo I M M E N S O!!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina della serata
ARTICOLI
22/04/2012
Live Report
SEVENTH WONDER + FROM THE DEPTH + RAISING FEAR + AVELION
Onirica, Parma, 13/0/42012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]