Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Neal Morse
Sola Gratia
Demo

Sun Eater
Light Devoured
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/10/20
JAKKO M JAKSZYK
Secrets & Lies

23/10/20
CEREMONIAL BLOODBATH
The Tides of Blood

23/10/20
ZEAL & ARDOR
Wake of a Nation

23/10/20
CELESTIAL SEASON
The Secret Teachings

23/10/20
MORK GRYNING
Hinsides Vrede

23/10/20
OVTRENOIR
Fields of Fire

23/10/20
DEHUMAN REIGN
Descending upon the Oblivious

23/10/20
DEMONICAL
World Domination

23/10/20
SEVENDUST
Blood & Stone

23/10/20
ARMORED SAINT
Punching the Sky

CONCERTI

22/10/20
STEF BURNS LEAGUE
KILL JOY - ROMA

24/10/20
NERO DI MARTE + GUESTS
CS BOCCIODROMO - VICENZA

24/10/20
OTTONE PESANTE
SECRET SHOW - GENOVA

24/10/20
VIRTUAL SYMMETRY
CINEMA PLAZA - MENDRISIO (CH)

25/10/20
DEATH THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

ENTOMBED + BUFFALO GRILLZ + SOUTHERN DRINKSTRUCTION - Traffic Club, Roma, 27/04/2012
01/05/2012 (5152 letture)
C’era attesa per il concerto dei padrini (come giustamente recita una loro t-shirt) del death metal svedese (e non solo), gli Entombed. Tanto più dopo la delusione della data di febbraio annullata causa neve. La risposta del pubblico è più che buona, il locale, il Traffic Club, è colmo di metallari di diverse età: quantenni cresciuti a pane e Nihilist e ragazzi ancora sbarbati sono uno a fianco dell’altro uniti sotto la bandiera svedese degli Entombed. Insieme a noi (io e Persephone) ci sono anche i nostri amici e colleghi di ‘zine Simone Ferri “Blackout” e Selenia Marinelli “Stjiarna”.

Ad aprire la serata romana ci pensano i laziali Housebreaking: davanti a non molto pubblico la band thrash/death parte un po’ impacciata per poi sciogliersi con lo scorrere del concerto. Il loro metal sporco suona diretto e schietto, ma il tempo è tiranno e devono lasciare presto il palco ai romani Southern Drinkstruction. Il locale inizia a riempirsi e i musicisti ci deliziano con otto brani tra influenze death’n’roll, blues e alla Black Label Society; Pinuccio (Ordnal) alla chitarra e Zorro al basso sono più volte osannati dal pubblico, mentre Southern Bastard sputa sulla platea un growl possente tra una Nasty Jackass e una Suck Duck Truck Fuck. Tra gli applausi si congedano i Southern Drinkstruction e salgono sul palco del Traffic i Buffalo Grillz, freschi del nuovo album Manzo Criminale. La strumentazione di Cinghio (chitarra) non ne vuole sapere di funzionare, deve quindi utilizzare una testata di Alex Hellid e lo show può finalmente iniziare: il grindcore dei capitolini è furioso e grottesco, tra corse sul palco della vecchia volpe Enrico Giannone (gli over trenta lo ricorderanno sicuramente come frontman degli Undertakers), titoli gustosi (Forrest Grind, Lapo ElGrind, Linkin Pork, Dimmu Burger alcuni esempi) e la cover in versione estrema de La Canzone del Sole di Battisti. La sezione ritmica è pachidermica – non solo grazie alla mole del simpatico bassista Gux – e il suono del rullante del batterista Er Mastino è semplicemente meraviglioso. Il concerto, che tra l’altro era il release party di Manzo Criminale, vola rapido tra pogo, qualche sorriso e le orribili bestemmie di ragazzine in prima fila, lasciando un buon ricordo anche a chi, come me, non ha mai apprezzato una delle frange più estreme del metal.

Tocca finalmente agli Entombed, dopo una lunga ed estenuante attesa, calcare gli assi del Traffic. La gente si riversa sotto il palco, il caldo si fa insopportabile e finalmente partono le bastarde note di Eyemaster: il pogo si fa assassino ed inizia un’intensa attività di stage diving che diverte e gasa ancora di più il gruppo nordico, piacevolmente spiazzato da tanta fisicità da parte del pubblico. La musica prosegue senza un attimo di tregua tra i pezzi facenti parte della produzione più recente e i classici di venti anni fa: a Serpent Saints rispondono le trucide Supposed To Rot e Drowned. In sede live non sfigurano neanche le tracce pescate dai controversi (ma a mio parere gustosi) To Ride, Shoot Straight and Speak The Truth (la title track, Damn Deal Done e Like This With The Devil) e Uprising (Say It In Slugs): il groove e la pesantezza sono di prima qualità, e i riff r’n’r spezzano l’assalto frontale della formazione di Stoccolma. I due chitarristi (a proposito, che bello vedere i “cari vecchi” muri Marshall) macinano i riff storici di Chief Rebel Angel e Demon mentre un affaticato ma indomito L-G Petrov non smette un istante di fare headbanging: il biondo cantante è un esperto frontman, paziente con i ragazzi che continuamente salgono sul palco per abbracciarlo e dirgli cose all’orecchio, e feroce nello sbraitare al microfono le incazzate lyrics dei suoi testi. Lo show, dopo una pausa di un paio di minuti che faceva temere di essere arrivati ai bis (quindi alla fine dello spettacolo), va avanti ancora con una decina di pezzi, sempre alternando perle di swedish death metal d’annata (Living Dead, opener di Clandestine) a tracce più recenti come When In Sodom dall’omonimo EP. Gli Entombed sono visibilmente stanchi, ma ancora precisi e volenterosi di riversare sulla platea ormai esausta le ultime note di uno splendido concerto: i possenti riff di Damn Deal Done ci conducono alla canzone più richiesta della serata, quella Left Hand Path tratta dal seminale esordio del 1991 alla quale un po’ tutti dobbiamo qualcosa. L’esecuzione è quasi animalesca, il pogo ha un picco di violenza inaspettato considerando le quasi due ore di concerto; a fine brano Petrov lascia il palco e gli strumentisti ci deliziano con l’outro della canzone, un finale squisito per un inno del death metal immortale.

Finito il concerto, tra gente che si lamenta per le botte ricevute e i lividi che compariranno nei giorni a seguire, c’è tempo per scambiare qualche chiacchiera con i disponibilissimi Entombed, fare foto con i musicisti e farsi autografare dischi e locandine. Nonostante il nome e la storia che portano sulle spalle, gli svedesi si sono rivelati delle persone tranquille e predisposte al contatto con i fans (Petrov ha accettato volentieri di essere intervistato da me a fine concerto nonostante fosse letteralmente distrutto).
Gli Entombed ci hanno ripagato con gli interessi la delusione avuta lo scorso febbraio.
Più di venti anni di carriera alle spalle eppur ancora tanta voglia di divertire e divertirsi.

SCALETTA ENTOMBED
Eyemaster
Say It In Slugs
Serpent Saints
I For An Eye
Out Of Hand
Supposed To Rot
Drowned
Revel In Flesh
To Ride, Shoot Straight and Speak The Truth
Like This With The Devil
Chief Rebel Angel
Demon
Wolverine Blues
When In Sodom
Living Dead
Serpent Speech
Damn Deal Done
Left Hand Path
Outro


Foto a cura di “Persephone”



Doomale
Giovedì 3 Maggio 2012, 19.04.46
23
Io non ho pogato...ma porcaputtana il pogo è stato davvero bestiale anche visto da fuori e comunque m'è arrivata una ciavattata anche a me!! il bello è che c'era una tipa che menava più di tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Blackout
Mercoledì 2 Maggio 2012, 20.12.27
22
No
LAMBRUSCORE
Mercoledì 2 Maggio 2012, 20.09.07
21
@Blackout, sei de Derni?
Blackout
Mercoledì 2 Maggio 2012, 19.56.08
20
I lividi più grossi, ancora se vedono! Gran pogo e bella serata, quando hanno fatto Drowned me stavo per mette a piange
NihilisT
Mercoledì 2 Maggio 2012, 9.08.14
19
concerto fanatastico...ma io sono di parte..lo ammetto!!! il finale di Left hand Path...oddio...ho chiuso gli occhi...me lo sono goduto..avevo i brividi e gli occhi lucidi...40 anni...ma il cuoricino di un quindicenne!
FadeToBlack
Martedì 1 Maggio 2012, 16.44.53
18
Se amate semplicemente il ROCK o il METAL in generale non potete non amare gli unici veri MAESTRI del death.E' l'unico gruppo insieme ai Metallica per cui aspetto sempre con adrenalina un nuovo disco.............al cuor non si comanda.
Giasse
Martedì 1 Maggio 2012, 15.52.22
17
Leggenda del death! Belle foto!
Lizard
Martedì 1 Maggio 2012, 15.01.37
16
Bellissima foto conclusiva. Grandi ragazzi e grandi Entombed!!!!!
Doomale
Martedì 1 Maggio 2012, 14.26.50
15
Devo essere sincero....la performance dei Maestri svedesi è stata di un intensità spaventosa....E' stata quasi "commovente" per chi come me è cresciuto a pane ed Entombed... e sinceramente non me l'aspettavo!!! Oltretutto Lars Goran Petrov si è dimostrato un gran professionista...l'avranno "disturbato" un centinaio di volte mentre cantava ma Lui non ha fatto una piega ed ha avuto un sorriso per Tutti. Che dire Poi del finale di Left Hand Path... IMMENSI ENTOMBED
Khaine
Martedì 1 Maggio 2012, 13.30.31
14
Prego di nulla.
forbiddenevil
Martedì 1 Maggio 2012, 13.09.22
13
...ritiro, corretto. Grazie di cuore !!!
forbiddenevil
Martedì 1 Maggio 2012, 13.08.56
12
....grazie per aver immediatamente corretto......(sulla foto è ancora scritto sbagliato)
forbiddenevil
Martedì 1 Maggio 2012, 13.03.11
11
.....HOUSEBREAKING........no Housebreaker, scrivete i nomi delle bands correttamente per favore !!!
xutij
Martedì 1 Maggio 2012, 12.48.00
10
Peccato che non sono potuto venire. Accidenti.
Toxic Waste
Martedì 1 Maggio 2012, 12.47.12
9
...............rosico
Khaine
Martedì 1 Maggio 2012, 12.43.41
8
Tu invece ti ricordi come si chiama? Non facciamo i timidi eh!
Cris
Martedì 1 Maggio 2012, 12.42.33
7
Sottoscrivo quanto ha riportato alzailcorno93, me ne sono andato via ben prima che finisse il concerto. Non sono mai stato in un locale con un'acustica così schifosa.
Khaine
Martedì 1 Maggio 2012, 12.38.04
6
Uuuum ok! Vedrò di starci alla larga...
alzailcorno93
Martedì 1 Maggio 2012, 12.29.59
5
@Khaine: in zona industriale, di più non sò perchè la zona non la conosco proprio
Khaine
Martedì 1 Maggio 2012, 12.19.55
4
@ alzailcorno: a Mirano dove?
alzailcorno93
Martedì 1 Maggio 2012, 12.09.13
3
io li ho visti domenica scorsa a Mirano e posso affermare senza dubbi che si è trattato del peggior live che abbia mai visto a causa dell'acustica: dall'inizio fino alla fine l'unica canzone che sono riuscito a comprendere è stata left hand path ma proprio perchè è la più famosa!! la cosa mi è dispiaciuta molto perchè gli Entombed erano carichissimi ma non si è riusciti a capire una sola nota di quello che hanno fatto...è stata una delusione grandissima vi do un consiglio: se non volete buttare via soldi non andate mai alle Officine Meccaniche Wig Wam a Mirano!
il vichingo
Martedì 1 Maggio 2012, 10.31.24
2
Beati coloro che erano presenti. Avrei pagato solo per sentire Left hand Path e Supposed to Rot!
hm is the law
Martedì 1 Maggio 2012, 10.27.52
1
A causa di problemi personali all'ultimo momento ho saltato questo concerto. Grazie ad Alice per essersi interessata, sarà per la prossima volta
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina della serata
ARTICOLI
01/05/2012
Live Report
ENTOMBED + BUFFALO GRILLZ + SOUTHERN DRINKSTRUCTION
Traffic Club, Roma, 27/04/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]