Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Myrath
Shehili
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/05/19
VISIGOTH
Bells of Awakening (EP)

24/05/19
ULVEDHARR
World of Chaos

24/05/19
DESTRAGE
The Chose One

24/05/19
STORMLORD
Far

24/05/19
ODYSSEY
The Swarm

24/05/19
MARCO HIETALA
Mustan Sydämen Rovio

24/05/19
LEFUTRAY
Human Delusions

24/05/19
SOTO
Origami

24/05/19
REVEAL
Overlord

24/05/19
X-ROMANCE
Voices From The Past

CONCERTI

23/05/19
BLACK TUSK
LIGERA - MILANO

24/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Pika Future Club, Verona

24/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 1)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

24/05/19
STORMLORD + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/05/19
NECRODEATH + GUESTS
JAILBREAK - ROMA

25/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Alchemica Music Club, Bologna

25/05/19
SCUORN + GUESTS TBA
ZIGGY CLUB - TORINO

25/05/19
METAL FOR KIDS UNITED
CROSSROADS - ROMA

25/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 2)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

25/05/19
ELECTROCUTION + GUESTS
ROCK HEAT - AREZZO

MORBID ANGEL - Estragon, Bologna, 05/04/2005
13/04/2005 (7640 letture)
MORBID ANGEL: IMMENSI! Li avevamo lasciati a Marzo 2003 dopo una buonissima performance con Steve Tucker in supporto dell'album "Heretic", l'album che più dei suoi ultimi due predecessori "Formulas Fatal to the Flesh" e "Gateways to Annihilation", aveva segnato l'inizio delle critiche al gruppo da parte dei fans più fedeli. Ma l'aria è cambiata e si sente: è infatti tornato tra le fila del gruppo, sembra in pianta stabile, David Vincent autore indelebile nelle memorie dei deathsters e concompositore assieme a Trey Azagthoth e Pete Sandoval dei precedenti album del gruppo. Prendete la rabbia furiosa espressa nei primi album dei MORBID ANGEL, un locale stipatissimo di persone, il ritorno di un frontman storico ed avrete il concerto del 5 Aprile all'Estragon di Bologna. Frontman, si perchè Vincent è un frontman: prendetelo oggi, gli togliete gli stivali stile dark, la maglia con pentacolo in pelle e i capelli neri lisci residuo del suo precedente progetto con la moglie Genitorturers e ritroverete il vecchio David dove lo avevamo lasciato anni orsono, con la stessa rabbia nelle vocals e quelle espressioni maligne che eravamo abituati a vedere nei video. La giornata inizia con il mio campeggio davanti all'Estragon alle tre di pomeriggio di fianco al tour bus. La lunga attesa è premiata con foto ed autografi, ho provato invano a farmi concedere un'intervista, ma non ci sono riuscito. Alle nove, orario di apertura dei cancelli, l'Estragon viene lentamente riempito di gente: a fine serata imparerò che ci saranno state circa mille persone. Magliettina di rito e mi guadagno la prima fila. Imparo che i NECROPHAGIST hanno dato forfait per la serata: sul palco saliranno direttamente gli HATEBREED. I danesi iniziano bene, suoni ben fatti ed un muro di bassi che si schianta sul pubblico: setlist bella carica e un vocalist carismatico che coinvolge continuamente il pubblico lasciano un buon ricordo del combo danese. Trenta minuti per le operazioni di rito del cambio palco e per lustrare la doppia cassa di "Commando" Sandoval e i Morbid Angel salgono sul palco assieme a Tony Norman che avevamo già apprezzato con Tucker nel 2003. Di tutto ci si poteva aspettare tranne che i nostri aprissero col classico per eccellenza, giusto per far capire che non ci sarebbe stato scampo al massacro, i MORBID ANGEL aprono con "Rapture". Appena inizia a rimbombare la cassa di Pete headbanging e caos. Segue "Pain Divine", anch'essa dall'album "Covenant" come la opener, con la quale inizia l'ormai usuale rito dello stagediving. Viene poi il torno di una micidiale triade dal primo "Altars of Madness":"Maze of Torment", "Blasphemy" e "Lord of All Fevers and Plague", intervallate da "Sworn to The Black". Trey depone la sua b.c. rich rossa e torna sul palco con la sette corde: monito per tutti, album "Domination" in arrivo ed infatti arrivano come macigni sul pubblico "Dawn of the Angry", "Where The Slime Lives" e "Dominate" intervallate da una violentissima "Blood on My Hand". Un'ora di concerto se n'è ormai andata ma a risvegliare chi pensava che l'inferno e il caos fossero finiti ci pensano "Immortal Rites" e l'unica canzone estratta da "Blessed Are The Sick", "Days of Suffering". Viene il turno di "Evil Spells" canzone a sorpresa ripescata dal primo "Altars of Madness", e sempre dallo stesso album l'ormai classica "Chapels of Ghouls". Il concerto si conclude ottimamente con "God of Emptiness" e "Promised Land (World of Shit)". In conclusione: immensi! Pete "Commando" è un maestro dietro le pelli, un lancia-sassi, ormai si sa. Trey... gigantesco dal vivo, enorme, senza paragoni e soprattutto senza errori. Tony Norman ha fatto il suo lavoro, se è turnista nei Morbid c'è un motivo e lo si è visto, senza sbavature. David Vincent, solo due parole: tornato e incazzato!

SETLIST:
RAPTURE
PAIN DIVINE
MAZE OF TORMENT
SWORN TO THE BLACK
BLASPHEMY
LORD OF ALL FEVERS AND PLAGUE
DAWN OF THE ANGRY
WHERE THE SLIME LIVES
BLOOD ON MY HANDS
DOMINATE
IMMORTAL RITES
DAYS OF SUFFERING
EVIL SPELLS
CHAPEL OF GHOULS
GOD OF EMPTINESS
PROMISED LAND (WORLD OF SHIT)



LAMBRUSCORE
Sabato 19 Febbraio 2011, 16.38.23
1
passati quasi 6 anni, c'ero. chi è salito sul palco prima dei morbid angel? gli hatebreed???? erano gli hatesphere.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
David Vincent
RECENSIONI
40
30
50
85
80
96
95
73
92
ARTICOLI
18/11/2014
Live Report
MORBID ANGEL + METHEDRAS
Estragon, Bologna - 13/11/14
18/11/2012
Live Report
KREATOR + MORBID ANGEL + NILE + FUELED BY FIRE
Demodè Club, Bari / Live Club, Trezzo sull'Adda. 14-12/11/2012
08/12/2011
Live Report
MORBID ANGEL
Magazzini Generali, Milano, 01/12/2011
13/04/2005
Live Report
MORBID ANGEL
Estragon, Bologna, 05/04/2005
25/11/2004
Articolo
MORBID ANGEL
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]