Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUESTS
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

15/12/18
STONEDRIFT + TOTEM AND TABOO
CONDOR DARK CLUB - RUBIERA (RE)

15/12/18
SPEED KILLS + CARRION SHREDS + ADEPTOR
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

CRUCIFIED BARBARA + ELVENKING - Ferrock @ Parco Retrone, Vicenza, 12/07/2012
20/07/2012 (2613 letture)
CONSIDERAZIONI INIZIALI
Dedicato ai lettori non-vicentini: Ferrock è il nome di una manifestazione musicale che si tiene ogni anno in estate nel quartiere dei Ferrovieri di vicenza; giunto alla sua quindicesima edizione, il festival costituisce ormai un appuntamento fisso, in grado di coinvolgere un numero di persone molto elevato rispetto ai canoni delle manifestazioni musicali rock che generalmente si tengono in zona, oltretuttto distinguendosi per l'avere un pubblico molto eterogeneo, fatto tanto di ragazzi di tutte le "culture" musicali come di tradizionali famiglie al completo. Il Ferrock si svolge sul suolo erboso (e "moscerinoso", se mi passate il termine) del Parco Retrone, allestito per l'occasione con bancarelle per la vendita di oggettistica di vario genere (purtroppo niente cd!), con una bella area-ristoro organizzata a mò di sagra ed in grado di fornire agli assetati una certa quantità di bevande, il tutto offerto ad un prezzo modico. Anche quest'anno la manifestazione era ad ingresso gratuito e, con buona pace dei pochi che non vi hanno partecipato, possiamo affermare che si è trattato di un verso successo, perlomeno nei termini della partecipazione di pubblico: non sono in grado di fornire dati precisi riguardanti l'affluenza, ma per ciò che concerne la serata di giovedì 12 luglio essa non può essere stata inferiore al migliaio di unità, quindi un buon risultato trattandosi di un concerto infrasettimanale in una zona che, come abbiamo avuto modo di raccontarvi, è piuttosto arida di eventi di un certo tipo e di interesse da parte del pubblico.
E' opportuno precisare, prima di parlarvi del concerto del 12 luglio, che ho assistito anche ad una buona parte del concerto di sabato 14, di cui tuttavia non vi potrò raccontare a causa della mia molto lacunosa conoscenza del genere di riferimento e della musica specifica degli headliner (i Punkreas) e di un'esibizione ai limiti dell'inascoltabile da parte degli opener, i 74 Noisy Quartet.

ELVENKING
Non è la prima volta che vedo gli Elvenking, anzi, credo che questo sia il quarto o il quinto concerto dei Pordenonesi a cui assisto negli ultimi tre o quattro anni, e la presente occasione conferma quanto già in passato ho avuto modo di riscontrare: il gruppo, che si sta sempre più allontanando dallo stile che aveva caratterizzato i propri esordi, a favore di un sound maggiormente orientato all'hard rock tradizionale, come d'uso ha tirato fuori una presenza scenica di primissimo livello, merito non solo del bravo cantante Damnagoras (un performer molto convincente, sicuro di sé e che sa come portare dalla propria parte il pubblico) ma anche dello standing e della fisicità dei suoi cinque colleghi; detto in poche parole, gli Elvenking sono sempre un bello spettacolo da vedere sul palco: peccato che giocasse a loro sfavore uno scarso livello qualitativo dei suoni, che tendeva a confondere i timbri delle chitarre, con un risultato globale ovattato e pastoso anzichè energico e squillante, come sarebbe idoneo per una band di questo tipo.
Per ciò che concerne l'esibizione, come già accennato la setlist aveva un taglio prepotentemente melodico: a farla da padrone sono stati i brani tratti dall'ultimo disco in studio del gruppo, Red Silent Tides (The Cabal, Your Heroes Are Dead, This Nightmare Will Never End ecc.), ma non è mancata The Divided Heart, la canzone che ormai è un trademark del sestetto. Dal punto di vista tecnico, invece, non ci sono stati particolari problemi: la band ha infatti suonato egregiamente e senza segni di stanchezza, ma mi pare di non dire una bugia se affermo che la voce di Damnagoras non è più la stessa di una volta, quantomeno in riferimento alle note appartenenti ai registri più alti.
In buona sostanza l'esibizione degli Elvenking è stata come sempre buona, anche se sotto al palco non c'erano più di duecento persone. Forse il fatto di essere italiani, forse il fatto di non essere gli headliner, forse il fatto di non essere un gruppo di donne o di proporre musica tendenzialmente più "di nicchia" delle successive Crucified Barbara ha determinato, nella maggior parte dei presenti, uno scarso interesse verso l'esibizione degli Elvenking: fatto sta che, poco dopo la fine dello show dei Nostri, quando sono salite on stage le rockettare svedesi, la folla si è accalcata tutta sotto il palco, nonostante fosse evidente che quasi nessuno conoscesse i brani degli headliner. I motivi di tanto inspiegabile successo? Andiamo per ordine e cerchiamo di capirli...

CRUCIFIED BARBARA
Le Crucified Barbara sono una rock band al 100%, niente di più, niente di meno, e con questo intendo dire che sono esattamente ciò che ti aspetti da un gruppo rock di un certo livello: uno stile grintoso ma a suo modo melodico, un'attitudine onstage molto carica, un'ottima capacità di trasferire energia ai presenti e di intrattenerli interagendo con loro. Le Crucified Barbara sono talmente a loro agio sul palco che pare che siano nate per farlo, e credo che sia proprio questa la ragione per cui le ragazze riscuotono tanto successo tra il variegatissimo pubblico vicentino: nonostante il numero di persone che pareva conoscessero la loro musica fosse percentualmente esiguo rispetto al totale dei presenti, nonostante la band abbia solo tre dischi all'attivo (molto meno di quanto realizzato dai precedenti Elvenking!), il fatto di muoversi come delle rockstar e comunque di confezionare uno spettacolo tecnicamente inattaccabile è stato secondo me il fattore determinante... quello che voglio dire è che se veramente -come ha detto qualcuno- lo spettacolo fosse stato una noia, se veramente fosse stato pieno di problemi tecnici o esecutivi, la gente non sarebbe rimasta lì fino alla fine: se lo ha fatto è perchè ci siamo divertiti tutti, perchè in fondo è vero che queste quattro metallare non suonano nulla di nuovo ma, diamine, se lo sanno suonare!
Così, nonostante una qualità audio insoddisfacente (anche in questo caso la sensazione era quella di ascoltare un "pastone" in cui spesso non si poteva distinguere un suono di chitarra da quello di basso), la gente ha applaudito a ritmo delle varie Danger Danger, Feels Like Death e Motorfucker, ed ha ben apprezzato anche la più melodiosa Jennyfer, fino ad arrivare alla conclusiva In Distortion We Trust, che ha preceduto inchini ed applausi. Dal canto mio, le Crucified Barbara hanno dimostrato di essere una valida rock band: certo, da un gruppo così non ti aspetti nulla in più di ciò che fanno, anzi aggiungo che, diversificando il proprio approccio, la band rischierebbe di perdere quel qualcosa che gli riesce naturale come respirare. Ed in fondo, perchè cambiare qualcosa che piace a tutti quelli che ti stanno ascoltando?

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Al termine dello show rimango un pò scombussolato: mi sa che a Vicenza, per smuovere le persone, c'è bisogno non solo di gruppi conosciuti nell'ambito rock, ma anche e soprattutto di manifestazioni il cui nome gode di una certa autorevolezza di fronte allo spettatore vicentino medio, quello cioè che non esce mai di casa per andare a vedere un concerto (sempre che non si tratti delle solite occasioni). Il Ferrock è stato meritatamente un successo di pubblico, frutto di quindici anni di impegni e sacrifici che, me lo auguro, sfoceranno anche l'anno venturo in dei bei concerti rock e metal. Peccato che sia una delle poche realtà in grado di attirare la gente verso questo genere di musica, ma speriamo che posssa comunque costituire un esempio per tutti gli altri, e comunque per adesso accontentiamoci e... arrivederci all'anno prossimo!



Khaine
Venerdì 20 Luglio 2012, 17.09.07
9
LOL peraltro il tabacco era di un amico, neanche io fumo più
anvil
Venerdì 20 Luglio 2012, 16.05.35
8
@ Giaxomo : Bravo non fumare , fatti una scorpacciata di bigoli che fanno meglio !!
Giaxomo
Venerdì 20 Luglio 2012, 15.45.27
7
Pueblo =Q__ da quando costa 5,40 non lo fumo più ç_ç scusate OT ma dovevo sfogarmi.
Khaine
Venerdì 20 Luglio 2012, 12.30.14
6
O_O cado dalle nuvole O_O grazie della segnalazione
Fede
Venerdì 20 Luglio 2012, 12.14.17
5
Ciao Khaine, l'ultimo pezzo della scaletta è stato The winter Wake, quindi pezzo vecchio. Da quello cheho sentito io ha annunciato che a Settembr euscirà il nuovo album ma senza presentare pezzi nuovi.
Khaine
Venerdì 20 Luglio 2012, 12.01.40
4
Ciao fede, proprio l'ultimo pezzo è stato annunciato da Damnagoras come un'anteprima dell'album che sarà pubblicato in autunno.
Fede
Venerdì 20 Luglio 2012, 11.54.20
3
Gli Elvenking non hanno proposto nessun pezzo nuovo !
Khaine
Venerdì 20 Luglio 2012, 11.23.46
2
@andy : grazie mille, me l,'ero proprio scordato!
Andy
Venerdì 20 Luglio 2012, 10.41.46
1
Le Crucified Barbara hanno fatto 3 dischi non 2 il terzo e' uscito un mesetto fà!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del Ferrock 2012
ARTICOLI
20/07/2012
Live Report
CRUCIFIED BARBARA + ELVENKING
Ferrock @ Parco Retrone, Vicenza, 12/07/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]