Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

09/07/20
NUCLEAR WINTER
StormScapes

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
REBEL WIZARD
Magickal Mystical Indifference

10/07/20
BLOODY HEELS
Ignite the Sky

10/07/20
LAETITIA IN HOLOCAUST
Heritage

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
ENSIFERUM
Thalassic

CONCERTI

06/07/20
DEEP PURPLE + GUESTS (SOSPESO)
BOLOGNA SONIC PARK - ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

06/07/20
FAITH NO MORE (SOSPESO)
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

06/07/20
MARKY RAMONE + WAHNSINN + RUNN + THE VORTICOUS (SOSPESO)
DRUSO - RANICA (BG)

08/07/20
THE DEAD DAISIES (SOSPESO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

08/07/20
GUANO APES + LACUNA COIL (SOSPESO)
PARCO DELLA CERTOSA - COLLEGNO (TO)

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

FOSCH FEST - Day I, Arena Sound, Bagnatica (BG), 28/07/2012
02/08/2012 (4606 letture)
Il Fosch Fest, festival che si tiene nel bergamasco e che offre ormai da qualche anno un buon assortimento di folk/pagan/viking/medieval/ecc. metal, giunge alla quarta edizione con le migliori delle premesse: un bill che prevede alcuni tra i gruppi più interessanti che abbiamo in Italia per quanto riguarda il genere, alcuni specialissimi ospiti provenienti da Finlandia, Romania, Norvegia e Russia e, dulcis in fundo, la possibilità di campeggiare gratuitamente.
Per il primo anno a pagamento, il festival ha visto purtroppo una diminuzione delle presenze rispetto all'ultima edizione. Presenze che comunque rimangono attorno alle 7000 il che, per la nostra nazione di metallari dal culo pesante, è un successone!
Introduco l'area del festival a chi non ha ancora avuto la possibilità di parteciparvi, in modo da rendere chiaro il quadro in cui si svolgono i concerti. Il Fosch Fest si tiene in un grande piazzale alla periferia di Bagnatica, accanto al campo sportivo del paese. La grande area cementata davanti al palco era delimitata su un lato da grossi (e comodissimi) gradoni in cemento che portavano ad un piccolo prato alberato dove era possibile riposarsi e trovare refrigerio dal sole impietoso che ha illuminato il festival in questi due giorni. Oltre ai gradini, l'area offriva a chi volesse sedersi per riposarsi e mangiare parecchi tavoli da sagra, molti dei quali disposti sotto ai due tendoni che si trovavano davanti alle spine ed alle cucine. Gli stand offrivano tre tipi di birra (bionda, scura ed artigianale), acqua a prezzi onesti (un euro il mezzo litro), caffè, gelato, idromele (!!!), pizza fino a tardi, grigliata e ghiaccioli alcolici (alla birra, al mojito, ecc) purtroppo terminati prima che potessi assaggiarli, l'anno prossimo dovrò assolutamente rimediare. Sotto agli alberi all'ingresso del piazzale erano presenti alcune bancarelle di cd, accessori ed abbigliamento, tra cui una che vendeva maschere in cuoio medievaleggianti adattissime all'ambiente. Last but not least, c'erano wc chimici in numero adeguato, molti dei quali in buono stato anche alla fine del secondo giorno.
I concerti cominciavano a metà pomeriggio, sotto un caldo bollente che non ha scoraggiato gli scatenati frequentatori del festival, sotto al palco e prontissimi al pogo fin dalle prime note. Vediamo com'è andata.

HENDERWYD
Ad aprire il festival sono i giovanissimi Henderwyd con il loro folk ispirato alla musica celtica. Rimango subito stupita dalla partecipazione del pubblico: già dalle prime note la gente si stacca in massa dai tavoli per avvicinarsi al palco, una cosa che non mi era mai capitata di vedere ad un festival italiano, dove in genere i gruppi di apertura sono accolti da pochi curiosi ed amici. È stato bello vedere per una volta della gente così interessata ai concerti e con così tanta voglia di divertirsi! Anche i ragazzi della band ovviamente erano contentissimi e hanno approfittato subito della situazione facendo fare al pubblico ben due wall of death! Questi piemontesi mostrano di avere una buona attitudine live e un paio di pezzi in repertorio adatti a far scatenare la gente, come Castle Ruins e Land Of Eriu, in cui la tastiera di Simone imita un tin whistle. Interessante il fatto che Simone suoni anche in alcuni brani un violoncello elettrico, uno strumento che non capita di vedere spesso e soprattutto non in questo contesto. Gli Henderwyd hanno buone potenzialità, che spero sappiano sviluppare migliorando sempre di più!

DRAUGR
I Draugr salgono sul palco dipinti di rosso e coperti di cuoio, accompagnati dall'introduzione del loro ultimo album. De Ferro Italico è un disco coinvolgente e ben concepito che consiglio a tutti gli appassionati di pagan metal e che non vedevo l'ora di sentire dal vivo. In particolare speravo che suonassero un brano trascinante come Legio Linteata, che ha un coro che sembra fatto apposta per essere cantato dal pubblico. Le mie aspettative non sono state tradite e, assieme alla scatenata e folkeggiante Ver Sacrum, Legio Linteata è stata una delle canzoni più riuscite del live. Purtroppo il concerto è stato penalizzato da suoni non esattamente perfetti che hanno reso molto confusi e poco chiari certi passaggi. In ogni caso, sono da lodare la velocità e la precisione del tastierista Ursus Arctos e del batterista Jonny, i due pilastri su cui poggia l'esibizione dal punto di vista musicale. L'azione sul palco invece è guidata dal barbuto chitarrista Triumphator e dal cantante Nemesis, che sostituisce a tempo indeterminato Augur Svafnir in sede live. A voler essere sincera preferisco la voce di Svafnir a quella di Nemesis, che tende un po' troppo frequentemente ad uno scream stridulo stile Dani Filth. C'è da dire però che il rosso cantante ha ottime capacità interpretative e riesce a scaldare il pubblico dando ai testi tutto il pathos di cui hanno bisogno. Il concerto si conclude alla grande con De Ferro Italico e, che dire? Spero di poter rivedere presto questi abruzzesi quassù al nord e attendo con ansia il loro prossimo album!

FUROR GALLICO
Dopo i Draugr arriva il momento dei nostrani Furor Gallico, i quali offrono una prestazione di assoluto livello in un’alternanza tra canzoni nuove e vecchie. Prossimi quindi ad entrare in studio, i Nostri ci propongono in fila God Technology, The Song of the Earth e Nebbia della mia Terra, quest’ultima mi è sembrata molto ben riuscita e non c’è dubbio che la nebbia sia l’elemento natural-folkloristico che contraddistingue il nord Italia, ora avrò anche la mia colonna sonora per quando esco di casa in inverno alle sei di mattina senza poter vedere cinquanta metri più avanti. A mo’ di intermezzo i Furor Gallico suonano Curmisagios, uno dei miei pezzi preferiti del loro debut album e che live rende alla perfezione, così come la successiva Squass, brano che vede l’entrata in scena di questo folletto completamente dipinto di verde che condivide e comanda il palcoscenico assieme a Pagan, autore di una buonissima prestazione vocale. Ovviamente sono presenti delle piccole sbavature, ma a questo punto allora potremmo benissimo starcene a casa a sentire il disco; detto questo volevo complimentarmi con la band anche per quanto riguarda il suono degli strumenti folk, decisamente performanti e ben distinti anche in campo live. Con La Caccia Morta la band e il pubblico diventano un’entità unica, il pezzo viene eseguito alla perfezione e il pubblico è altrettanto partecipe nel rendere tanto speciale questo brano. Al finale ci pensano la nuova Nemain’s Breath e le ormai leggendarie Banshee e Venti di Imbolc, le quali concludono con grande onore l’esibizione dei Furor Gallico, ancora una volta in grado di trascinare e catturare letteralmente la folla. Concludo non vedendo l’ora di poter sentire questi nuovi pezzi in versione studio, perché l’impressione che ho avuto è stata molto buona, e soprattutto vorrei congratularmi con la band per lo show (musicale e non) a noi proposto.

SETLIST FUROR GALLICO:
1. God Technology
2. The Song of the Earth
3. Nebbia della mia Terra
4. Curmisagios
5. Squass
6. La Caccia Morta
7. Nemain's Breath
8. Banshee


---Encore---
9. Venti di Imbolc

ARKONA
Terminati i Furor Gallico è l’ora dell’entrata in scena del primo dei due pezzi da novanta della serata, ovvero gli Arkona. Pur considerando l’ottima esibizione messa in mostra dalla formazione lombarda, risulta subito evidente la differenza rispetta ad una band esperta e temprata come quella russa. Quello che colpisce subito dei moscoviti è l’impatto scenico e il loro potere sulla folla. Queste caratteristiche vengono interpretate alla perfezione dalla frontwoman Masha, sempre pronta a correre attorno al palco incitando il pubblico presente tenendolo in questo modo costantemente impegnato. Lasciando per un secondo da parte l’argomento “scenografia e impatto”, vorrei concentrarmi sulle qualità canore della giovane cantante russa. Essendo la prima volta che li vedo dal vivo non mi sarei mai aspettato una resa vocale così sensazionale, coinvolgente e vicina (molto vicina) alla voce che possiamo ascoltare sui dischi. In questo modo riesce a far rendere anche dal vivo canzoni dove prevalgono momenti definibili come “sognanti” o particolarmente epici e delicati, donando a questi brani la giusta carica necessaria per permettere loro di uscire vincitori dalle difficoltà che si presentano in sede live. Detto questo possiamo dire che anche la prova musicale dei restanti musicisti si adagia su livelli alti, così come i suoni, i quali arrivavano perfettamente bilanciati e ben distinti alle mie orecchie. Dal punto di vista dei brani, quelli recenti presenti nell’ultimo Slovo, sono ottimamente amalgamati con le canzoni precedenti; anche se a dirla tutta i pezzi provenienti da Goi, Rode, Goi! sono indubbiamente e meritatamente entrati con prepotenza nel cuore dei fans. L’unico neo della serata degli Arkona consiste nella loro indisponibilità nel porgersi alla stampa per un’intervista o anche solo per fare un semplice foto, tutto questo anche dopo le continue richieste da parte dell’organizzazione, che comunque ringraziamo per aver fatto tutto il possibile, ma non c’era veramente niente che si potesse fare. A quanto pare questo atteggiamento schivo nei confronti dei fan risale ad un fatto accaduto tempo prima dove Masha è stata letteralmente assalita dal pubblico, ma a mio parere questo non giustifica in pieno la loro scelta di non concedersi neanche per fare due chiacchiere. La conclusione è segnata dal loro furgone che se ne esce dai cancelli del backstage senza che nessuno abbia avuto contatti con loro, ma a parte questo non posso nascondere l’elevatissima prestazione che la band ha saputo offrire per tutto il tempo trascorso sul palco. Semplicemente magnifici.

MOONSORROW
È arriva così il momento che più aspettavo e il motivo che più mi ha spinto a fare questa trasferta di due giorni. Sono circa le dieci di sera e fra poco si esibirà una delle migliori band in assoluto (e una delle mie preferite) degli ultimi dieci anni. Ovviamente alla chitarra è presente Janne Perttilä e non Henri Sorvali, il quale sembra essere ancorato alla sua amata Finlandia, ma questo non si rivela assolutamente un problema, dato che oramai sono cinque anni che Janne assiste la band in sede live. Dal punto di vista scenico i Moonsorrow vantano il carisma della grande band e orchestrano il tutto da pieni padroni della scena. Il concerto comincia come è iniziata la carriera (parlo di full-lenght) del gruppo finlandese, ovvero con Ukkosenjumalan poika. Inutile dire che la resa live è sensazionale, Mitja intrattiene e sprona il proprio pubblico, il quale non può fare altro che seguirlo. La successiva consiste in una delle ultime arrivate, stiamo parlando di Huuto, un pezzo che in pochissimo tempo è riuscito a stregare tutto e tutti grazie ai suoi sedici minuti di emozione pura. Per la mia gioia (e penso per la gioia di tutti) le due seguenti sono Taistelu Pohjolasta, proveniente dal demo Tämä Ikuinen Talvi, e la mia preferita in assoluto dei Moonsorrow, ovvero Kivenkantaja, due brani che dal vivo sono qualcosa di indescrivibilmente fantastico. Non potevano certo mancare anche la prima dei due cavalli di battaglia contenute in Voimasta Ja Kunniasta (Kylän Päässä) e l’epicissima Jotunheim, una di quelle canzoni che ho sempre catalogato come ipnotiche in quanto a bellezza; ammetto di non aver mai pensato che questo pezzo live potesse avere lo stesso effetto che ha su disco, ma sono stato felicissimo di sbagliarmi. Ci avviciniamo alla fine (si fa per dire, dato che manca ancora una mezz’oretta) e il penultimo gioiello consiste in Sankaritarina, assolutamente immancabile in un concerto dei finlandesi. Non credo possano esistere aggettivi in grado di attestare cosa sia realmente questa canzone, non rimane altro che ascoltare e rimanerne affascinati. Paradossalmente a quanto accaduto all’inizio con il primo pezzo della loro discografia, il concerto finisce con Kuolleiden Maa, cioè il brano conclusivo di Varjoina Kuljemme Kuolleiden Maassa. Oramai il buon Ville Sorvali è bello ubriaco e si esibisce in un “bellissimo” discorso sul fatto che tutti tireremo le cuoia. Nel finale il basso è completamente assente, Ville non ci capisce più niente e si abbraccia un paio di volte con Mitja, procurandogli involontariamente con il proprio strumento un discreto taglio al sopracciglio destro. Detto questo la prestazione dei Moonsorrow è stata qualcosa di epico e irripetibile, innanzitutto grazie ad una scaletta fantastica e ad un’ottima adattabilità delle canzoni ad essere proposte dal vivo. L’unica pecca è che all’inizio la voce in pulito non si sentiva per niente, ma tutto sommato si può chiudere un occhio. A concerto concluso la ciliegina sulla torta è stata vedere da pochi metri la camminata barcollante e incerta di Ville dirigersi disperatamente verso il bagno del backstage, anche questi piccoli aneddoti si aggiungeranno ai ricordi di una serata fantastica che non dimenticherò mai.

SETLIST MOONSORROW
1. Ukkosenjumalan poika
2. Huuto
3. Taistelu Pohjolasta
4. Kivenkantaja
5. Kylän päässä
6. Jotunheim
7. Sankaritarina
8. Kuolleiden Maa


E così la prima giornata è giunta al termine, abbiamo potuto scoprire nuove promesse come gli Henderwyd, constatato l’enorme valore di realtà nazionali come Draugr e Furor Gallico, e infine abbiamo assistito a dei veri colossi della musica mondiale quali Arkona e Moonsorrow. Io personalmente mi ritengo molto soddisfatto dei servizi proposti (campeggio, cibo, bevande, bagni, merchandise) e noto con immenso piacere la numerosa risposta da parte del pubblico. Dobbiamo essere assolutamente fieri di ospitare all’interno del nostro paese un festival come questo, perché non so veramente dove siate in grado di trovare questa selezione di band ad un costo così ridotto. Cresce dunque l’attesa per gustarsi anche la successiva parte del festival e invito voi lettori a restare su queste pagine per il reportaggio completo anche della seconda giornata.

Introduzione e report di Henderwyd e Draugr a cura di Carolina Pletti "Kara"

Conclusione e report di Furor Gallico, Arkona e Moonsorrow a cura di Giacomo Caldironi "Arvssynd"

Tutte le foto a cura di Vincenzo-Maria Cappelleri e "Persephone"



Bsa24
Lunedì 3 Settembre 2012, 16.08.18
51
Grande Fosch Fest, grandi suoni (in particolare Arkona e Moonsorrow) e grandi gruppi nostrani (oltre i Furor e i FolkStone, Vinterblot oltre ogni limite cazzo). Pero' dai bastavano gia' i Korpiklaani che fanno i Motorhead...che presa male sti Judas Priest in mezzo a Banshee, ripigliatevi regaaaa! Un conto sono gli Immortal fatti da dio (dai Vinterblot), un altro i Judas Priest fatti FOLK. Diomonaaa. Detto cio' grandi Furor e Draugr. Ci si vede l'anno prossimo, rock!
andrea - heidevolk fan club
Giovedì 9 Agosto 2012, 19.53.06
50
ahhhahahahahahahhah c'è un video sul tubo FOSCH FEST 2012 FUNNY MOMENTS XD ve lo consiglio per spanciarvi dalle risate xD anche se nn ha potuto tener dentro tutte le stronzate che hanno arricchito il fest XD
Mattia Jonne Montag
Giovedì 9 Agosto 2012, 12.52.13
49
Altro grandissimo Fosch osti, ormai è dalla prima edizione che lo seguo e non ne sono ancora restato deluso e confesso di aver perso una lacrimuccia durante l'esibizione dei moonsorrow e poi janne che vuole fare una foto con me è stata una cosa irripetibile hahah
andrea - heidevolk fan club
Venerdì 3 Agosto 2012, 16.37.36
48
primo: se non ti piacciono gli arkona cosa ti interessa di venire a commentare qua sotto? secondo: possibile che invece di apprezzare il report di metallized che, vi garantisco, è fatto molto bene ci si perde via su ste inezie? terzo: invece di criticare sempre magari alzare il sederino e venire a vedere sti concerti della madonna che ci invidiano anche all'estero?...spero per una buona volta qualcuno mi dia ascolto invece di tirare fuori altre critiche...o fare i fighi smerdando e basta per il gusto di farlo...
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 16.37.10
47
Si ok...in questo caso porto rispetto per l'animale non per l'essere umano a cui farei fare la stessa fine...lo sfoggio così gratuito dell'animale secondo me è arroganza allo stato puro...e gli arroganti alle volte meriterebbero delle legnate.Sicuramente non è mai stata attaccata da quel lupo...e sicuramente non vive nella foresta come i suoi antenati....quindi certe cose può risparmiarsele tranquillamente. Insomma rispetto la vostra vicinanza a sta tizia e al folk/medieval/viking ma io la penso in modo diverso...sopratutto la ritengo una cosa incivile..non c'è nulla di paradossale...non mi sembra che tutti i gruppi suonino con un bel lupo morto sulle spalle in bella mostra....sfortunatamnete non erano a suonare in Russia con -40 ma nel Bergamasco con 30 gradi all'ombra...nel 2012 non nel 500 a.c.
satanasso
Venerdì 3 Agosto 2012, 16.17.54
46
@wangel, apprezzo moltissimo la tua sensibilità verso gli animali (li adoro anch'io, e non mi riferisco solo a salsicce e polli allo spiedo...pensa che da piccolo volevo fare il veterinario) ma credo sia paradossale definire incivile lo sfoggio scenico di una pelle di lupo e poi uscirsene con una brutta frase che sa di becero pregiudizio....per quanto spesso trovi gli animali più meritevoli di stima di molte persone, credo che la comprensione e il rispetto dell'altro essere umano debba comunque venire prima....a tal proposito ti inviterei a fare un viaggetto proprio in quei paesi che dici di non apprezzare, magari in inverno: capiresti che per quei popoli le pellicce non sono un vezzo (a -40° maglioni e piumini ti fanno una pippa) ma un elemento quotidiano dell'esistenza....è abbastanza utopistico aspettarsi che l'abbandonino in nome dei diritti di renne e visoni......comunque non volevo in nessun modo attaccarti a livello personale, dato che non ti conosco: qui si viene "giudicati" solo per quello che si scrive....se (come hai poi correttamente ammesso) scrivi una cazzata, riceverai risposte adeguate.... @lambruscore: tutto chiaro, scusa se sono stato troppo veemente ma per ragioni lavorative mi trovo quasi quotidianamente a che fare con persone piene di pregiudizi e, allo stesso tempo, con coloro che ne soffrono, quindi la cosa mi sta a cuore
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 15.20.39
45
Ok su un punto siamo daccordo...poteva risparmiarsela. I gorgoroth sono un caso a parte da non prendere come esempio...fossero tutti come loro ci sarebbe da aver paura..ahah.Difatti non li hanno ingabbiati più volte a caso...! Non sono un vegetariano e neanche un animalista odio i vegani ma sopratutto non mi sembra di aver fatto la morale a nessuno...ma certi atteggiamenti mi danno fastidio...quel povero animale mi ha rattristato...sono umano e provo delle emozioni....è come se avessi visto il mio cane in quelle foto...tutto qua.Non servono discussioni su vegetariani vegani e altro."fare parte del contesto" non è una scusante secondo me...è una mancanza di stile e di rispetto che non deve passare inosservata.
Cerberus
Venerdì 3 Agosto 2012, 15.02.12
44
le sacche delle cornamuse impiegate da Vallorch e Folk Stone sono in pelle (se dovessero essere in tessuto sintetico, perdonate la mia ignoranza). Dovrebbero tutti usarne una elettronica? (con tutto il rispetto per chi ne ha suonata una nel fest). Vi inviterei a badare più alla musica che un gruppo propone, più che all'aspetto...e coi tempi che corrono, dubito che Masha abbia lanciato la moda di andare in giro coi lupi sulle spalle
il vichingo
Venerdì 3 Agosto 2012, 14.14.36
43
@Wangel: sono il primo a dirti che poteva risparmiarsi il pelliccione, ma come ha scritto Flag siamo in ambito folk e quindi fa parte del contesto. Sarebbe stato molto peggio se fosse arrivata in bermuda e occhiali da sole, perchè in tal caso sarebbe stato un costume toltamente inopportuno. Mi viene in mente ad esempio il famoso concerto dei Gorgoroth, dove vi erano quattro ragazze in croce con teste di pecora e compagnia bella. Certamente uno spettacolo (per il sottoscritto) di infimo gusto, ma fa parte del contesto, o mi sbaglio forse? Ma poi io non capisco perchè si debba sempre moralizzare, manco la cantante degli Arkona avessse scuoiato il lupo (o era un volpe? Boh... ) in quel momento sotto gli occhi scandalizzati dei presenti. Dai ragazzi, per piacere. @Flag: lascia stare il discorso vegani ti prego, che avrei molto da dire al riguardo ma è meglio che soprassieda per non andare off topic
Flag Of Hate
Venerdì 3 Agosto 2012, 14.06.20
42
LoL, mi piacerebbe spulciare il vostro guardaroba... SICURAMENTE non troverò giubbotti imbottiti (povere oche), inserti in pelliccia, indumenti in cuoio, cappotti in pelle... e già che ci sono guarderei anche il vostro frigorifero, dove non troverò pollame, wurstel, bistecche, ma solo tanta, tanta, TANTA soia, vero? ... che palle 'sti animalisti, sono gli stessi che se ne fottono della Palestina o che quando vedono un "neghèr" o un "Maruchèn" o un "Albanèss" invocano la legge marziale, ma poi sclerano se sentono parlare di Green Hill... mi ricordate una ragazza che conobbi tempo fa è che chiamerò "Silvana la vegetariana": non so come ma si finì a parlare di bistecche di cavallo, io confessai candidamente di andarci pazzo, non l'avessi mai fatto, questa mi guardò manco avessi confessato di essere l'addetto ai forni crematori di Dachau, fece una scenata vergognosa in mezzo al locale contro il sottoscritto e se ne andò via. Da allora mangio le mie bistecche con ancora più gusto (e non ho mai più rimesso piede in quel pub, mannaggia a lei....)
waste of air
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.38.09
41
Boh. Pelle o non pelle a me gli Ancona non piacciono; preferisco gli Urbino e i Gubbio.
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.37.29
40
Ho messo un quando in più, sono sclerotico...
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.35.38
39
Su questo Wangel siamo d'accordo, usare una pelle o una testa di animale come trofeo, anche a me sta molto sulle palle, io non riuscivo neanche a guardare quando i miei zii quando tiravano il collo alle galline (poi però il brodo mi piaceva) e quando in montagna mi raccontano le storie di caccia, sto lì ad ascoltarle ( e mangio volentieri il cinghiale), davanti al camino con ettolitri di vino e bargnolino, lo so, sembrano controsensi, forse lo sono, ok chiudo la mia polemica.
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.23.44
38
è chiaro e palese che ho generalizzato ma era un semplice pensiero. Subito tutti a pensar male.ahah!Ok ho detto una cazzata non centrava nulla col discorso...! bene allora io che suono Death Metal mi faccio una pelliccia con la pelle degli Arkona...e che nessuno dica niente!é un costume di scena!!ahah...visto che vogliamo scendere nel ridicolo...Povero lupetto...spero che i tuoi colleghi abbiano la fortuna di sbranare la gentaglia che nel 2012 vi porta come trofeo.
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.09.48
37
Tu invece Wangel ,nel tuo post n.27 dicendo che la gente dell'est non ti piace, non hai forse "leggermente" generalizzato e usato un luogo comune?
Flag Of Hate
Venerdì 3 Agosto 2012, 13.06.48
36
Non capisco tutta questa indignazione per una pelliccia... le piace portarsi appresso un lupo scuoiato? Bene, è il suo costume di scena, un gruppo russo che suona folk-pagan come si dovrebbe vestire, con le tute della Puma?
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 12.33.56
35
Per favore non deviamo il discorso su luoghi comuni del "razzismo" ...stagione di caccia... o robe varie che esulano dal discorso.Non capisco perchè senza conoscere la gente andate subito sul personale.Ma tranquilli mi becco dell'ignorante senza problemi!!! non mi sono scandalizzato...ho una coscienza e quando certi limiti vengono superati mi infastidisco. Non ci piove che sta tizia e il suo gruppo abbiano dato prova di inciviltà...e gli è stato permesso. Non poteva mettersi solamente gli abitini da folletto e basta?!?cosa cambiava??!Nulla. Ma certa gente vuole mettersi in mostra e basta.
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Agosto 2012, 12.29.56
34
No satanasso, hai frainteso il mio post, io avrei ridotto mezza europa a qualche brava domestica? Non credo proprio, ho parlato in modo ironico di una mia esperienza e prima ho sottolineato che per me ci sono brave persone, come credo ovunque, non mi sembra di esser stato offensivo, boo...
il vichingo
Venerdì 3 Agosto 2012, 12.00.11
33
Ma poi, oltre che a quotare il buon Satanasso, mi viene da dire: tutti qui a scandalizzarsi per una pelliccia (e specifico per chi magari voleva mettersi a fare moralismi che anch'io sono contro 'ste cose), e poi magari appena si apre la stagione di caccia prendete lo schioppo e andate a impallinare i poveri uccellini. Spero per chi ha commentato le pelliccie che così non sia, altrimenti sarebbe tutto da ridere, senza polemica.
satanasso
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.52.12
32
" Non per razzismo ma la gente dell'est non mi piace proprio per nulla"....Wangel, non per razzismo? e cos'altro allora? forse rozza ignoranza? una frase simile è indice di un livello culturale e intellettivo pari a quello di un lombrico..... tipico di persone che non hanno mai messo il naso al di fuori della propria provincia e giudicano il mondo attraverso i servizi del tg4.... a anche tu lambruscore.... i tuoi post sono solitamente simpatici, ma ridurre metà europa a qualche brava domestica è davvero allucinante.....vabbè, UNA NOTA PER EVENTUALI LETTORI STRANIERI: non sembrerebbe, ma vi garantisco che ci sono bravissime persone in italia, non solo sempliciotti ignoranti
AL
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.40.48
31
secondo me le pellicce non sono vere.. in realtà sono dei copri sedili che hanno rubato da auto tedesche !!!!!
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.31.16
30
Ho visto la pagina facebook di sti arkona. Non dovevo farlo. Cazzo neanche a cortina d'Ampezzo c'è una così vasta gamme di pellice. in un commento è stato chiesto se erano reali...ma non è stata data risposta.Le loro belle spadine dovrebbero infilarsele in quel posto. A secco. se vogliono una mano sono disponibile.chiudo.
Mickey
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.25.18
29
Ops visto male io
LAMBRUSCORE
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.17.44
28
@Wangel, ti garantisco che ci sono bravissime persone dell'est, molte donne poi sono eccezionali in cucina e a fare le pulizie, soprattutto quella che ho frequentato io per oltre 2 anni è così, per il resto non capisce niente, ma credo sia stato un caso. Per quanto riguarda la pelle indossata dalla cantante, lo dico da mangiatore di carne, se è vera, io metterei lei in mezzo ad un bosco a vedere come se la cava (o chiava) coi lupi....
wangel
Venerdì 3 Agosto 2012, 11.05.55
27
leggendo per curiosità mi è caduto inevitabilmente l'occhio sulla pelliccia di lupo (spero per lei che sia stata falsa) in bella mostra...concordo in pieno con il commento 7....se è vera gli altri gruppi e l'organizzazione dovrebbero prenderne le distanze...non sono animalista ma qui entra in gioco un minimo di sensibilità e rispetto. Mi sarei incazzato da bestia se fossi stato nel pubblico e gliela avrei fatta togliere. sono andato su you tube a spulciare qualcosa su sti arkona...ma quanti video orrendi hanno fatto?!?!ahahah!la musica ovviamente non mi piace...poi le influenze folk balcaniche mi danno il voltastomaco. Non per razzismo ma la gente dell'est non mi piace proprio per nulla.
andrea - heidevolk fan club
Venerdì 3 Agosto 2012, 9.37.20
26
tra parentesi i Kivimetsan Druidi ammazza se sono una band valida...e anche molto simpatici direi ho fatto le foto con batterista e bassista ahahahha e il tastierista che voleva lanciarmi la tastiera? ahahahah che teschio!
AL
Venerdì 3 Agosto 2012, 9.36.13
25
resto in attesa del day 2. purtroppo sabato non c'ero... cmq faccio un appunto sul fatto delle presenze in calo: quest'anno con il pagamento del biglietto è stato dato un taglio più festival metal e meno festa dove poteva venire chiunque. io domenica ho notato molte meno famiglie e gente "normale" rispetto agli altri anni.. quest'anno si è respirata aria di festival metal al 100%
Cerberus
Giovedì 2 Agosto 2012, 23.20.46
24
ho scritto che SONO fan. Comunque non me la prenderei così tanto per il fatto che hanno negato interviste, magari erano solo stanchi; a volte ho chattato con il flautista quando ero su facebook e mi è sembrato un tipo disponibile. Piuttosto vorrei aggiungere un'ulteriore critica a Masha per le sue abilità canore che, apparte il growl, lasciano piuttosto a desiderare...
Mickey
Giovedì 2 Agosto 2012, 21.20.06
23
@Elluis guarda che l'aveva scritto che non era un fan, ma aveva solo la discografia
Theo (al mare)
Giovedì 2 Agosto 2012, 20.52.27
22
@Kara: ok allora il mio amico era decisamente brillo come avevo supposto XD
Kara
Giovedì 2 Agosto 2012, 20.20.41
21
Grazie a te, Andrea! è stato un piacere e spero ci siano altre occasioni per salutarci riguardo ai Moonsorrow, anche secondo me avevano buoni suoni, tra i migliori del festival... a parte per le voci pulite all'inizio... che comunque erano compensate dai cori dei fan
Theo (al mare)
Giovedì 2 Agosto 2012, 20.14.30
20
@Fabriziomagno: si purtroppo si... Pero la mia delusione più grande e' stata dovuta al fatto di essermi perso Vallorch e Folkstone, e perché no, anche i Kivimetsan Druidi che non ho mai visto dal vivo e mi hanno detto che hanno tenuto un grande concerto. Più che altro perché dei Trollfest gli ultimi album non mi sono proprio piaciuti
Theo (al mare)
Giovedì 2 Agosto 2012, 20.09.39
19
Si Masha si e' davvero rivelata (forse) il singer più valido di tutto il festival (il che e' davvero tutto dire)... Pero peccato per la freddezza con i fan, vabbe nessuno e' perfetto
andrea - heidevolk fan club
Giovedì 2 Agosto 2012, 19.19.04
18
innanzitutto un grazie alla calorosa accoglienza dei ragazzi di metallized che ho avuto l'onore ed il piacere di conoscere sugli spalti....prima di spararmi tutte e 18 le ore di musica in prima fila xD che sofferenza! ma eccome se ne è valsa la pena per un festival cosi ben organizzato, con band stupende e un pubblico che fa sentire anche le band emergenti a casa con un acclamazione da dio...il che mi rende doppiamente felice...))) ville è vero..alla fine è collassato ma non sapete che personaggi che c'erano nell'area feste...nn mi metto a raccontaere senno esce un post di 3 km XD se vi aggiungete al gruppo di FB trovate tutte le stronzate XD su masha è vero, brava a cantare ma poco essere li in mezzo ai tuoi fan...
Elluis
Giovedì 2 Agosto 2012, 17.08.25
17
@Cerberus per essere un fan del gruppo non mi sembra che tu ne abbia una grossa opinione: per quanto riguarda Masha, io ho solo criticato il fatto di esibire come abito di scena la pelliccia intera di lupo (o quel che è) a mo' di trofeo, ma alla fine lei fa il suo mestiere, cioè attira su di sè tutte le attenzioni del pubblico, primo perchè è una ragazza, e poi perchè questo è il ruolo del cantante di una band.
fabriziomagno
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.34.44
16
allora ti sei perso i trollfest!!! malemalemale...
Theo
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.31.17
15
Per il resto non posso che riconfermare l'assoluta riuscita della prima giornata del festival! Davvero fenomenali TUTTI i gruppi... (purtroppo ho potuto partecipare solo alla prima giornata di Sabato per impegni )
Theo
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.29.42
14
si, io sono d'accordo con te Fabrizio, mi aveva incuriosito il fatto che un mio amico che ha viaggiato con me mi avesse detto che l'equalizzazione e il suono finale durante i Moonsorrow, fossero sati scarsi, mah!
fabriziomagno
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.26.16
13
theo, secondo me i suoni erano ottimi durante i moonsorrow. gli arkona sono, come sempre, semplicemente spettacolari, un grande spettacolo. Vabbè, non si sono fatti intervistare, ci tenevo molto, ma pazienza, rimane un gran gruppo lo stesso
Theo
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.22.12
12
Qualcuno ha opinioni riguardo alla qualità dei suoni durante i Moonsorrow? Mi piacerebbe sapere pareri di chi altro c'era
Ad astra
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.09.45
11
si ma anche se c'era tanto gnoc e poco fosch noio della redazione eravamo li per ben altri motivi... legati alla foschpizza ( strabuonaaaa... ) e per giomaster;-P
Cerberus
Giovedì 2 Agosto 2012, 16.08.59
10
@Elluis: premetto che sono un fan degli Arkona e ho la discografia. Dicono che sia un lupo che si passano in famiglia, lei non approva la vendita di pellicce, in teoria. Comunque, oltre a dichiararsi compositrice di molti brani (non ci credo) è troppo esaltata: va bene coinvolgere il pubblico, ma così gli altri membri che tengono su la baracca non li considera nessuno
waste of air
Giovedì 2 Agosto 2012, 15.31.24
9
@d.r.i.: mica tanto Frosch! C'era parecchia gnocca!
Theo (al mare)
Giovedì 2 Agosto 2012, 15.15.25
8
Concordo con elluis... Un po di umiltà non fa mai male, anzi crea legame con il pubblico e calore, quel calore che solo la musica sa trasmettere! per me in un genere come il folk ancora di più e' essenziale
Elluis
Giovedì 2 Agosto 2012, 15.08.47
7
Mi scuso fin d'ora, non voglio fare nessun tipo di polemica, ma mi viene spontaneo dire una cosa su 'sti Arkona: già che sta figa de legn' di Masha si presenta con una pelliccia di volpe intera scuoiata addosso, solo per questo si meriterebbe una bottigliata in testa, ma soprattutto, chi cazzo sono per comportarsi così? Una come Madonna può permettersi 'ste scene da rockstar, ma questi fino a ieri vivevano tra i muschi e i licheni della Siberia, ma che scendessero dal piedistallo: e se hanno paura del contatto con la gente, si guardassero il dvd dei The Casualties in tour in Messico, avrebbero da imparare parecchio. Per il resto, pur non essendo il mio genere di musica, sono contento che festival così continuino a crescere di anno in anno, significa che qualcosa in Italia si continua a fare di positivo per la musica non mainstream.
d.r.i.
Giovedì 2 Agosto 2012, 15.01.24
6
@waste: scusate la battuta politicamente scorretta ma probabilmente Ad Astra parlava del Frosch festival
Theo (al mare)
Giovedì 2 Agosto 2012, 14.48.05
5
Tutti fantastici, ma i Moonsorrow hanno davvero regalato un concerto memorabile... Fantastici davvero, il mio amico di fianco a me sostiene che la resa sonora non fosse il massimo, per me e stata più che buona, pareri?
waste of air
Giovedì 2 Agosto 2012, 14.27.38
4
@ad astra: di ano in anno me la devi spiegare..
il vichingo
Giovedì 2 Agosto 2012, 14.02.15
3
Per impegni personali non ho potuto partecipare. Veramente un peccato, per i Moonsorrow ed Arkona avrei fatto carte false...
Ad astra
Giovedì 2 Agosto 2012, 13.59.42
2
un sabato pomeriggio splendido... musica e audience superlativi... spero proprio possa cresce di ano in anno
GioMasteR
Giovedì 2 Agosto 2012, 13.59.38
1
Prima giornata del Fosch decisamente positiva: ottime band ed organizzazione che ha dimostrato di saper gestire il tutto molto bene. Tra tutti, per me i Moonsorrow sono stati impareggiabili dal vivo, proponendo una carica emotiva ed un'atmosfera a dir poco incredibili!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Il bill
ARTICOLI
29/07/2016
Live Report
FOSCH FEST
Day 2, Bagnatica (BG), 23 Luglio 2016
29/07/2016
Live Report
FOSCH FEST
Day 1, Bagnatica (BG), 22 Luglio 2016
17/08/2015
Live Report
FOSCH FEST
DAY 3, Bagnatica, (BG), 9 Agosto 2015
16/08/2015
Live Report
FOSCH FEST
DAY 2, Bagnatica, (BG), 8 Agosto 2015
15/08/2015
Live Report
FOSCH FEST
DAY 1, Bagnatica, (BG), 7 Agosto 2015
20/07/2013
Live Report
FOSCH FEST
Arena Sound, Bagnatica (BG), 13-14 luglio 2013
25/09/2012
Intervista
FOSCH FEST
L'organizzatore del festival
07/09/2012
Intervista
FOSCH FEST
Le Interviste dell'edizione 2012: Draugr, Vallorch ed Henderwyd
03/08/2012
Live Report
FOSCH FEST
Day II, Arena Sound, Bagnatica (BG), 29/07/2012
02/08/2012
Live Report
FOSCH FEST
Day I, Arena Sound, Bagnatica (BG), 28/07/2012
04/08/2011
Live Report
FOSCH FEST
Day II, Arena Sound, Bagnatica (BG), 29-30/07/2011
15/08/2009
Live Report
FOSCH FEST
Festa, concerto... tripudio!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]