Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dark Tranquillity
Moment
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/11/20
VEIL OF SECRETS
Dead Poetry

30/11/20
GOLGATA
Tempel

30/11/20
COLOSSUS OF DESTINY
Last Call

04/12/20
HYRGAL
Fin de Règne

04/12/20
SIX FOOT SIX
End of All

04/12/20
MAGIC DANCE
Remnants

04/12/20
TAU CROSS
Messengers Of Deception

04/12/20
NIGHTRAGE
Demo 2000

04/12/20
FOREIGN
The Symphony of the Wandering Jew Part II

04/12/20
SERPENTS OATH
Nihil

CONCERTI

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

03/12/20
NAPALM DEATH
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/12/20
NAPALM DEATH
TRAFFIC CLUB - ROMA

06/12/20
BORKNAGAR + SAOR + CAN BARDD
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

11/12/20
NANOWAR OF STEEL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

MOONSORROW - Stupide melodie di violino!
11/09/2012 (2573 letture)
I Moonsorrow sono una delle più interessanti band che la prolifica Finlandia abbia mai sfornato, con i loro lunghissimi brani viking metal pesantemente radicati nel black e sapientemente arricchiti da melodie tradizionali. Noti non solo per l'epicità dei loro pezzi, ma anche per la loro proverbiale capacità di fare casino! Nel backstage del Fosch Fest ho avuto la possibilità di scambiare quattro chiacchiere con Mitja, chitarrista della band, poco prima del loro show. Ecco il resoconto della chiacchierata.

Kara: Piacere di conoscerti e benvenuto su Metallized.it! Siete contenti di essere di nuovo in Italia?
Mitja: Sì, molto! Non vedevamo l'ora di fare questo show! Siamo contenti di poter suonare come headliner e questo festival sembra "a very cool one"! A noi piacciono molto i piccoli festival, e poi questo ha un biglietto molto economico, quindi le persone non spendono molto venendo qui e questa è sempre una cosa positiva!

Kara: Ci sono festival come questo in Finlandia?
Mitja: Sì, ne abbiamo alcuni. Uno di questi si chiama Hammer open air. Non ci abbiamo mai suonato, è un festival di black metal underground, grande più o meno come questo.

Kara: Ok! Ho letto che avete appena firmato un contratto con Century Media! Siete contenti?
Mitja: Sì, molto contenti! Century Media è un etichetta con un sacco di potenziale, e punta molto sul marketing e sul lavoro con la band. Siamo stati con Spinefarm per più di dieci anni, era giunto il momento di cambiare... E Century Media ci è sembrata l'etichetta più adatta alla nostra musica: non sono solo affaristi, amano quello che fanno e si interessano davvero alle band, quindi alla fine ci è sembrata una scelta ovvia!

Kara: Ho letto lo studio report che avete fatto per l'ultimo album, e so che avete fatto alcune scelte abbastanza insolite per la registrazione: avete registrato la batteria ed il basso in contemporanea utilizzando un vecchio registratore analogico, e avete registrato la voce in un capanno nella foresta... Farete qualcosa del genere anche per il prossimo album?
Mitja: Beh, dipenderà dall'argomento del prossimo album. L'ultimo, anche se abbiamo usato un registratore analogico per basso e batteria, è stato comunque registrato nello studio migliore che abbiamo in Finlandia, uno studio di alta qualità, e la voce è stata registrata in un capanno solo per far sì che Ville si calasse nell'atmosfera della natura. Non sappiamo ancora come lavoreremo per il prossimo album. Magari penseremo a qualcos'altro... Dipende da quale sarà la soluzione migliore. Se l'album sarà molto semplice, magari useremo solo uno studio. Ma se avremo bisogno di qualcosa di extra, ed è possibile, penseremo a diverse soluzioni e vedremo cosa riusciremo a trovare.

Kara: Il vostro ultimo album è un concept. Com'è nata l'idea? Chi ha avuto la pensata di fare un concept?
Mitja: Credo fosse Henri. L'album precedente parlava della fine del mondo, e poi l'idea è nata da delle foto di Chernobyl e del paese lì vicino: tutto era abbandonato, grigio e morto, e Henri ha visto queste foto, ne ha mandate alcune a noi e ha detto "hey, si potrebbe fare un album che parla degli ultimi uomini rimasti sulla terra, potrebbe essere un concept su queste persone che si mettono in viaggio e si rendono conto del fatto che non c'è più niente, cominciano a porsi domande su come si è giunti a questo punto, perché è successo e cosa è rimasto del mondo, se ci sono altri e…" Beh, era un buon argomento e non volevamo farcelo scappare. È così che è nato. Io non ho mai fatto un concept vero e proprio prima, questo è stato il primo, con l'artwork e tutto il resto che vanno nella stessa direzione. Se guardi la copertina del cd, la prima immagine è una foto delle persone che camminano su quel che resta del mondo, e poi il disco ti racconta cosa è successo, ogni canzone racconta una parte della storia, e l'ultima foto del disco mostra che alla fine non è rimasto più nessuno.

Kara: Siete partiti dalla musica o dai testi?
Mitja: Noi partiamo sempre dalla musica. I testi vengono per ultimi, ma sappiamo dall'inizio qual è l'argomento, quindi si può dire che anche se i testi vengono per ultimi abbiamo già la storia in mente.

Kara: Anche il prossimo album sarà un concept?
Mitja: Beh, a dir la verità non lo so! Spero di no! (ride)

Kara: Perché?
Mitja: Ci diciamo sempre: ok, stavolta non faremo canzoni lunghe. E poi le facciamo lo stesso (ride). Quindi quello non lo dico più perché tanto sono sicuro che finiremo per fare canzoni lunghe lo stesso, ma... Un altro concept... Non so, mi piacerebbe avere di nuovo canzoni che parlano di storie diverse... Ma non si sa mai, quando ci viene un'idea è facile che poi diventi un concept.

Kara: Di chi è la "colpa" se finite per fare sempre canzoni lunghe? Di Henri? O di tutti?
Mitja Più che altro di Henri, è lui che fa la maggior parte del lavoro nella composizione. Voglio dire, tutti possono portare idee o melodie, o quello che ci viene in mente, ma in genere è lui che mette tutto assieme e crea tutti i passaggi.

Kara: Le vostre canzoni nascono come canzoni lunghe o all'inizio sono corte e poi diventano lunghe?
Mitja: In genere partiamo con una melodia o qualche riff qua e là, e poi cominciamo a raccoglierci attorno del materiale, ma in genere si tratta sempre di un unico riff o un'idea che dà inizio al tutto, ed il problema diventa riuscire a trovare una fine, perché comincia a crescere e crescere e crescere... Far funzionare una canzone quando è lunga 30 minuti è un lavoro molto difficile.

Kara: Leggendo lo studio diary sono rimasta colpita da una frase che ha detto uno di voi: "a volte il folk metal è la peggiore musica che il genere umano si sia mai inventato". Sono curiosa di sapere perché la pensiate così. Cos'è che non vi piace del folk metal?
Mitja: Non si tratta del folk metal di per sé, ma del fatto che è facile suonare un metal molto semplice e poi metterci sopra qualche stupida melodia e farlo diventare "folk metal". Ci sono moltissime band che non sanno suonare metal, non sanno suonare folk, mettono queste due cose assieme ed è un mix orribile. Per suonare un buon folk metal dovresti prima sapere come si suona il metal, poi saper apprezzare la tua musica tradizionale, sapere come valorizzarla. Ma non è facile, quindi in genere quello che si ottiene sono stupide melodie di violino sopra ad un riff molto semplice e nessuna idea nelle canzoni da nessuna parte. Questo è il motivo per cui io penso che molte delle band che suonano folk metal non siano buone band.

Kara: E di buone ce ne sono? Qualcuna che ti piace?
Mitja: Sì, certo... Ad esempio, mi piaceva questa band norvegese, i Lumsk. Adesso non esistono più, erano bravi. Poi, beh, gli Arkona (che stanno suonando in questo momento, nda)... Non mi dispiacciono, almeno una parte del loro materiale. In ogni caso non ascolto folk metal, di solito. Forse qualche vecchia band, ma non molto.

Kara: E cosa ne pensi del viking, invece?
Mitja: Beh, il viking ed il pagan metal sono sempre stati importanti per me. Quando ero adolescente mi hanno fatto ascoltare gli Enslaved, e mi hanno aperto gli occhi. Sembrava black metal, ma aveva queste... Cose vichinghe, e tutto il resto... Mi hanno fatto capire che si può fare musica a proposito della propria mitologia, e questo è stato un buon punto di partenza. Credo che tutti nella band amino i primi dischi degli Enslaved e i primi gruppi viking/pagan metal.

Kara: Tornando al vostro ultimo album, è molto cupo, molto oscuro, ma da quel che ho capito leggendo lo studio diary mentre lo registravate facevate festa e bevevate tutto il tempo... Come avete fatto a concentrarvi su un argomento così oscuro ridendo e scherzando per tutto il tempo?
Mitja: Beh, è perché avendo composto già tutto prima, ed avendo già fatto un demo di tutto, nello studio abbiamo solo replicato quello che avevamo già fatto con una qualità migliore. In questo modo è facile suonare le canzoni mentre si scherza e si beve birra, anche se la musica è molto triste. Certo, se componessimo con quello stato d'animo non funzionerebbe.

Kara: Siete molto conosciuti in Finlandia?
Mitja: Sì, credo di sì... Non so quanto di preciso, ma siamo abbastanza conosciuti. Ad esempio il nostro ultimo album è arrivato quinto o sesto nelle classifiche finlandesi.

Kara: Davvero? Wow!
Mitja: Ma è facile in Finlandia. Nella stessa settimana c'erano anche i Turisas, prima di noi.

Kara: Ma... Stai parlando di classifiche normali? Non classifiche alternative?
Mitja: No, no, classifiche normali.

Kara: Davvero? Tutti metallari in Finlandia!
Mitja: Sì sì, è proprio così.

Kara: Mi sembra il paese delle meraviglie! (ridendo)
Mitja: Già (ride). Da noi è molto comune avere 4 o 5 band metal tra i primi 15 album in classifica, a volte addirittura tra i primi 10.

Kara: Quindi quando suonate in Finlandia avrete un pubblico enorme!
Mitja: Dipende. Ad Helsinki sì, c'è abbastanza folla, ma nelle città più piccole si va da 100 a 500 spettatori. Non si può mai sapere. In ogni caso, noi non suoniamo così spesso in Finlandia. È buffo, ma suoniamo principalmente all'estero. Il 90% dei nostri concerti sono all'estero.

Kara: Come mai?
Mitja: Non lo so! Non ne ho idea. È dal nostro primo album che la maggior parte del "feedback" ci viene dall'estero. C'è un sacco di richesta di musica come la nostra all'estero.

Kara: E voi dove preferite suonare? In Finlandia o all'estero?
Mitja: Non saprei... Ci divertiamo in entrambi i casi. A me piace suonare in Finlandia perchè non ci suoniamo così spesso. Suonare all'estero, invece, è sempre in qualche modo più interessante, perché… Beh, vedi posti nuovi, noi ormai abbiamo già visto tutti i posti dove si può suonare in Finlandia, e all'estero viaggiamo e vediamo un sacco di cose. Comunque i festival estivi in Finlandia sono fantastici, perché abbiamo questa luce estiva. Il sole non tramonta mai e dopo lo show è ancora splendente, e si può viaggiare nella campagna con il bus... La notte non c'è proprio.

Kara: Ma non è caldo come qua (dopo la giornata torrida appena passata l'idea di un'estate senza notte mi sembrava un incubo, altro che fantastico, nda)
Mitja: no, no, no (ride)

Kara: Ok, abbiamo finito! Vuoi dire qualcosa ai lettori della nostra webzine?
Mitja: Sono molto onorato di poter suonare in Italia, e spero di poterci tornare di nuovo il prima possibile. A dir la verità, da piccolo ho abitato qui, vicino a questo posto.

Kara: Dove?
Mitja: È un paese chiamato Borgo Ticino. è sempre bello tornare qui, incontrare vecchi amici.

Kara: Ma quindi parli un po' di italiano?
Mitja: Non più. Ero un bambino, andavo all'asilo, quindi parlavo un po' di italiano, ma... L'ho dimenticato!

Kara: Ok, grazie mille per la disponibilità e alla prossima!



Delirious Nomad
Mercoledì 12 Settembre 2012, 23.17.56
13
@Matocc: non sapevo della sua esistenza!
Matocc
Mercoledì 12 Settembre 2012, 17.40.59
12
@ Delirious Nomad : credo intendesse il paese Borgo Ticino, in provincia di Novara
Theo
Mercoledì 12 Settembre 2012, 17.26.18
11
Si quoto Arvssynd... Sarebbe un peccato riducessero le canzoni, perchè hanno davvero qualcosa di magico
anvil
Mercoledì 12 Settembre 2012, 17.14.47
10
Già perchè quelle degli svizzeri sono stupide melodie di violino , che in un genere come il folk metal non ci stanno bene !!! mica si parla di thrash o altro , poi possono piacere o meno .
Arvssynd
Mercoledì 12 Settembre 2012, 17.11.36
9
Per la frase sul folk bisognerebbe fare un quadrino, considerando poi il 90% delle uscite recenti ci vorrebbero delle gigantografie. Va beh... spero non si azzardino a diminuire il minutaggio delle canzoni, pochissimi sanno gestire 15-20 minuti come fanno loro
Delirious Nomad
Mercoledì 12 Settembre 2012, 16.50.57
8
Oddio...ha abitato a 10 kilometri da casa mia... Borgo ticino è attaccato a Pavia... assurdo! Mi trovo costretto a comprare tutti i loro dischi (cosa che avevo già l'intenzione di fare)!
Mickey
Mercoledì 12 Settembre 2012, 16.10.49
7
Edit: ovviamente volevo dire band e non amd
Flag Of Hate
Mercoledì 12 Settembre 2012, 15.56.04
6
Poi non posso che quotare l'opinione (coraggiosa) di Mitja riguardo molte band Folk, in pratica nella sua risposta ha descritto gli album degli Eluveitie.
Flag Of Hate
Mercoledì 12 Settembre 2012, 15.47.26
5
I Moonsorrow fanno parte di quel ristrettissimo club di gruppi che non hanno MAI fatto un disco non dico brutto, ma nemmeno sottotono, sempre e solo di qualità eccelsa. Non sono un grande appassionato del loro genere, ma questi finnici riescono sempre ad emozionarmi, nonostante la loro musica sia ostica ed impegnativa. PS: fanno più date all'estero che in Finlandia per un puro fattore numerico: i Finlandesi saranno anche tutti metallari, ma sono solo in 5 milioni.... non un grande mercato, per intenderci.
Mickey
Mercoledì 12 Settembre 2012, 15.47.00
4
Quotone galattico sul suo discorso a proposito delle amd Folk Metal.
Ahti
Mercoledì 12 Settembre 2012, 14.40.30
3
Che personaggio. Grande chitarrista e soprattutto persona disponibile. Ciocca con ville a parte
Cerberus
Mercoledì 12 Settembre 2012, 1.40.53
2
"ok, stavolta non faremo canzoni lunghe"...ma LOL!
Northcross1
Mercoledì 12 Settembre 2012, 0.17.02
1
Bella intervista! Pare molto simpatico e disponibile il ragazzo. I Moonsorrow è un gruppo che ho "scoperto" ultimamente, sono davvero formidabili!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Moonsorrow
RECENSIONI
80
86
89
94
95
93
90
ARTICOLI
07/11/2016
Live Report
KORPIKLAANI + MOONSORROW + SKALMOLD
Alcatraz, Milano, 02/11/16
11/09/2012
Intervista
MOONSORROW
Stupide melodie di violino!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]