Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

18/11/19
MARRAS
Where Light Comes to Die

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
SODOM
Out of the Frontline Trench

22/11/19
MAGIC KINGDOM
MetAlmighty

22/11/19
THE WHO
Who

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

CONCERTI

17/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/19
LEPROUS + THE OCEAN + PORT NOIR
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

19/11/19
SACRED REICH
LEGEND CLUB - MILANO

19/11/19
GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR + METTE RASMUSSEN
HALL - PADOVA

20/11/19
AMON AMARTH + ARCH ENEMY + HYPOCRISY
ALCATRAZ - MILANO

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

TESTAMENT VS OVERKILL - A colpi di Thrash!!!
27/10/2012 (5730 letture)
Un filo sottile ed invisibile sembra unire i destini incrociati di Testament ed Overkill, due band che hanno fatto la storia del thrash, lo hanno evoluto, diffuso e portato a livelli qualitativi altissimi, ma che spesso vengono ingiustamente escluse dalla cerchia dei massimi alfieri della musica estrema. Realtà che meriterebbero pienamente di figurare nel tanto decantato Big Four, non a caso estendibile per lo meno a 'Big Six': perché questi signori il thrash lo masticano quanto e più dei loro illustri colleghi da copertina patinata. Gli anni recenti hanno segnato un'impennata considerevole nelle loro carriere, seguita all'inesorabile -ma non così tragico come altrove- declino dei Nineties e alla rinascita contemporanea vissuta dal genere che loro stessi hanno contribuito a creare: ed é proprio di questi mesi la pubblicazione dei loro ultimi lavori, Dark Roots of Earth e The Electric Age. L'uscita di queste releases diventa lo spunto per un confronto, non necessariamente uno scontro: l'articolo qui presente mette allo specchio i due storici moniker americani, ma non per questo vuole diventare una sfida attraverso la quale decretare vincitori e vinti. Anche perché non avrebbe senso fare preferenze, dato che quando si tratta di musica il consiglio migliore é uno solo: apprezzare e conoscere senza porre barriere, limiti, paletti. Il parallelo funge pertanto da pretesto per ficcare il naso negli affari recenti, ma non solo, di queste due entità, per tastarne il polso ed andare a scoprire come se la passano queste eminenze massime del thrash. Il nuovo arrivato in casa dei californiani é il più debole dei due dischi: perfetto nella forma, meno convincente nella sostanza, esplora un'ampia mole di contenuti sonori ma si limita ad un freddo esercizio di stile, senza tramandarci emozioni significative o canzoni irresistibili. L'opera sedicesima dei newyorkesi é invece più incisiva, schietta e devastante nel ripresentarci il tipico Overkill-sound in chiave moderna. Il mitico singer degli Overkill, Bobby Ellsworth, ugola al vetriolo e carisma da vendere, ha recentemente affermato, con la sua consueta trasparenza: 'Gli Overkill sono sempre stati l'ago della bilancia magnetizzato dell'ambiente thrash metal, perché quando la scena andava a gonfie vele, noi eravamo carichi di energie; quando l'ambiente si é inquinato, noi abbiamo reagito spontaneamente scrivendo musica più decadente e pesante. L'energia che riconosci in The Electric Age è il risultato di due fattori determinanti: primo, la salute della scena, mai stata migliore di così e, secondo, il coinvolgimento nella fase di preparazione dei brani dell'ultimo arrivato nella band, e mi riferisco al drummer Ron Lipnicki, che questa volta ha messo gli attributi sul tavolo e ci ha messo tutti in riga! D'altronde é più che giusto che sia lui a dettare le regole ritmiche dei brani, quindi avanti Ron, tira fuori tutto quello di cui sei capace. Questo gli abbiamo detto io e DD Verni e lui non si é tirato indietro'. C'é da crederci, anche in virtù dell'innegabile onestà di Ellsworth, il quale in passato non ha certo lesinato critiche anche in fase di promozione a qualche suo disco appena rilasciato. A conti fatti, ci troviamo di fronte a due dischi che, in ogni caso, poco aggiungono alla storia di queste leggende del thrash: più che altro, le mantengono vive sul mercato, attuali e fruibili anche a quegli ascoltatori pigri ed inesperti con poca voglia di andare a ripassarsi la storia. In realtà, chi vuole avvicinarsi a queste due icone si imbatterà in discografie numericamente molto divergenti, se é vero come é vero che gli ex-Legacy annoverano nel proprio palmarés appena dieci album, mentre i killers dal logo verde fluo ne contano sei in più: quelli consigliati, manco a dirlo, sono i primi cinque, come minimo. Per entrambi. Chissà per quale oscuro motivo, la gente tende a ridurre il valore di queste due band accostandole sempre e solo ad un thrash irruento e nevrotico, quando in realtà il fatturato del loro lavoro ha saputo produrre prodotti sopraffini. Basterebbe ascoltare i loro primi rispettivi due lavori per farsene un'idea: ai riff poderosi vanno di pari passo trame affatto ignoranti e assoli di chitarra sopraffini, capaci di intraprendere melodie efficaci, ben distinte, sempre avvincenti e mai speculari. Le radici, in ogni caso, non vengono mai meno, soprattutto per i Testament, come ha spiegato lo storico chitarrista Eric Peterson in una bella intervista concessa alla nostra webzine ed incentrata sull'analisi del nuovo full length dei californiani: 'Alla fine tutto ciò che facciamo è cercare di continuare a produrre buona musica; cerchiamo di realizzare qualcosa di classico, senza rimaneggiare o copiare nulla di quanto abbiamo già fatto in passato, ma rimanendo comunque ancorati alle nostre radici. Il risultato è che l’ascoltatore possa dire 'Oh no, è sempre la stessa roba' oppure, molto meglio, 'Wow! Questo sì che è un album dei Testament, grandi'! Può essere una cosa positiva o negativa, ma penso che alla fine dobbiamo restare legati a ciò che ci ha resi quel che siamo'. Alle proprie origini.

Se questi due moniker si sono impressi a caratteri cubitali nella Hall of Fame del metal mondiale, gran parte del merito va ascritto al tocco fatato di Alex Skolnick e Bobby Gustafson, chitarristi dotati i cui pregi non verranno mai sufficientemente elogiati abbastanza. Si potrebbero citare un bel po' di canzoni capaci di esemplificare tale concetto, ma sarebbe un esercizio futile: chi davvero se ne intende, già conosce a menadito i brani che hanno fatto la storia di queste formazioni. I Testament si sono evoluti in fretta: nelle prime due releases, le migliori, mescolavano la violenza degli Slayer con il gusto melodico dei Metallica, sempre correndo come un treno. A cavallo dei Nineties hanno esplorato sentieri più melodici in due dischi maggiormente ragionati, prima di cercare il successo commerciale e virare dunque su coordinate quasi death-oriented. Gli Overkill, invece, hanno pestato sodo con il loro thrash nerboruto e velatamente tecnico attraverso i primi cinque dischi, nei quali hanno via via modulato un certo flavour epico e sensibilizzato la qualità sonora. Anch'essi hanno conosciuto un periodo difficile nella decade novantiana, ma qualche scivolone lo si perdona a chiunque: figuriamoci a chi ha scritto pagine memorabili al quale resteremo per sempre affezionati. Se i primi hanno rappresentato una delle più fulgide dimostrazioni di forza partorite dalla fertile Bay Area, i secondi hanno contribuito prepotentemente a diffondere il seme del thrash anche sulla Costa Est, con nucleo a New York; entrambe le band hanno poggiato le fondamenta delle proprie epopee sul contributo dei chitarristi sopracitati e di due cantanti dal carisma straripante, capaci di incarnare nella loro immagine virile l'essenza stessa del moniker sostenuto: Chuck Billy e Bobby Ellsworth, appunto. Discendente dei nativi americani e dotato di una corporatura possente il primo, proveniente dal New Jersey e fiero del proprio fisico scolpito il secondo: a legarli, l'essere stati ad un passo dalla fine. Chuck Billy si ammalò di tumore al cuore e ai polmoni nel 2001, negli stessi mesi in cui un cancro bastardo continuava a tormentare il cervello di un altro poeta del metal estremo, Chuck Schuldiner; per i due cantanti vennero organizzate raccolte fondi e concerti di beneficienza, ma solo Billy superò il proprio male. Bobby Ellsworth fu vittima di un ictus mentre cantava Necroshine, in Germania, nel 2002: anche lui sfiorò la morte, ed oggi sa dare un significato molto più profondo anche alle piccole cose. Oggi Ellsworth si sente più in forma che mai, a dispetto di qualche ruga che inevitabilmente compare sul suo volto sorridente: 'Strano essere arrivato nei miei cinquant'anni a parlare d'energia, ma io mi sento dipendente dalla frenesia dei concerti, dall'adrenalina e dal rapporto di scambio energetico tra la band ed il pubblico. Mia moglie, per prendermi in giro, gigioneggia attorno alla figura di nonno Bobby, tutto vestito di nero, coi muscoli al vento, pronto a lanciarsi su un palco per poi uscirne sudato fradicio. Ehy, a me piace ancora vedermi attraverso questa immagine, mi ricorda il ragazzino indisponente che galleggia sempre dentro di me. Col passare degli anni ho però imparato a gestire e comprendere meglio questo bilancio energetico, ad amministrare in modo equilibrato il mio rapporto di energia interiore ed esprimerlo al meglio'. Saggio e ponderato, non c'é che dire!

Testi di denuncia e ribellione, musica violenta e aggressiva ma mai ignorante, canzoni che hanno fatto la storia del thrash metal come Over the Wall, Alone in the Dark, Apocalyptic City, Into the Pit, Disciples of the Watch, The Preacher (da una parte), Feel the Fire, Nothing to Die For, Elimination o Wrecking Crew (dall'altra): sta qui la grande eredità tramandataci da due band leggendarie, che mai smetteranno di entusiasmare noi e i nuovi adepti del thrash. Gli ultimi anni hanno stabilito una lenta e progressiva risalita: molto più attivi sono stati gli Overkill, mentre i Testament si sono limitati a solo tre dischi nel corso degli anni duemila, anche se il loro The Gathering del 1999 -con nientemeno che Dave Lombardo alle pelli- rimane un nuovo masterpieces di tellurico thrash-death. La qualità tecnica resta alta, per entrambi, anche se i thrashers del New Jersey sembrano oggi più convincenti e trascinanti rispetto ai colleghi californiani che, come abbiamo detto, non sono stati del tutto soddisfacenti nell'ultimo studio-album. Anche le line-up hanno seguito tormentati processi di continuo rimodellamento, vedendo musicisti entrare ed uscire con una costanza impressionante: lo zoccolo duro, però, è sempre rimasto stabile e riconoscibile, se si esclude la temporanea dipartita di Skolnik negli anni novanta. Eric Peterson, un ragazzone che avrebbe da raccontare tantissimi aneddoti sulla fertile scena della mitica Bay Area, si é espresso anche a riguardo della passata produzione della sua band, ammettendo che ogni singolo episodio della discografia targata Testament ha contribuito a rappresentare un passo avanti, un tentativo di catturare ciò che la band rappresentava: 'Il nostro primo album risale al 1987, quindi diciamo che considero questo il venticinquesimo anno per la band. Non so se avrei voluto fare qualcosa di diverso, magari cambierei qualche riff; sai, ogni cosa che abbiamo fatto è diversa a seconda del periodo in cui l’abbiamo realizzata, certo abbiamo avuto qualche alto e basso, ma penso ci abbia aiutati a divenire una band migliore. Low, Demonic, The Gathering: ogni album ci ha portati dove siamo ed ora direi che il nostro sound è simile a quello di The Gathering, ma con aperture melodiche in stile Souls of Black'. Chi si professa amante delle sonorità thrash non può prescindere dai dischi storici di queste due icone, che a tanti lustri dalla fondazione ancora profondono tutte le proprie energie nella musica che li ha portati sulle pagine delle enciclopedie: e non sarà certo un disco meno bello degli altri ad intaccare uno status quo invidiabile. Il 2012 porterà con sé differenti constatazioni, a proposito di Dark Roots of Earth e The Electric Age, dischi energici e devastanti, ma una cosa è certa: quel filo sottile ed invisibile continuerà a tenere ben saldi e paralleli questi luminosi corpi celesti che sfrecciano nel cielo profondo dell'heavy metal, e che hanno ancora qualcosa da insegnare alle nuove generazioni.



Vanessa Incrostata
Mercoledì 21 Settembre 2016, 19.20.32
109
Anche secondo me Galilee, ma aspettiamo il professore!
Galilee
Mercoledì 21 Settembre 2016, 16.55.51
108
Il mio preferito è Set the world on fire...
Vanessa Incrostata
Mercoledì 21 Settembre 2016, 16.50.26
107
@Christian Death Rivinus, cerca di convincermi, dopo Alice e Never, quale mi consigli di quelli indicati da te? 1 solo, considerando che ho i primi 2, Remains, quella merda di Feast ed il discreto STWOF!
Il Bassista Dei Cazzum
Mercoledì 21 Settembre 2016, 16.22.34
106
Due delle mie band preferite, molto difficile, direi Overkill di misura!
Metal Shock
Mercoledì 21 Settembre 2016, 16.16.58
105
Che ascolti Over the wall o Rotten to the core, due grandissime band. Trenta e passa anni a suonare thrash, onore!!!!!
freedom
Mercoledì 21 Settembre 2016, 16.06.15
104
Testament tutta la vita. Overkill band di tutto rispetto ma mai veramente brillante. Ultimamente però hanno iniziato a perdere colpi entrambi...tutto fatto sempre molto bene ma non riescono a lasciare il segno.
Lemmy
Mercoledì 21 Settembre 2016, 13.22.36
103
Una volta mi picevano, soprattutto i Testament, autori di 2 magnifici album in passato, ma ultimamenta la mia calamita uditiva ha smesso verso di loro di sprigionare a pieno tutto il suo potere attrattivo, non mi prendono più come un tempo,nessuno dei due gruppi, roba anche buona se vogliamo, ma mai il grande e definitivo salto di qualità definitivo, mi sembrano come i gamberi, invece di dimostrare il masimo e andare avanti decisi e convincenti, retrocedono a piccoli passi invece di fare roba solida e che duri nel tempo, vedremo stavolta cosa combinano.
Rob Fleming
Mercoledì 21 Settembre 2016, 7.19.03
102
Overkill - Testament 1-0. Lo ammetto: tra i due gruppi ho solo un album, The years of Decay. Approfondirò...
Painkiller
Martedì 20 Settembre 2016, 21.29.55
101
Ognuno ha i suoi gusti, semplicemente esistono band storiche che comunque rispetto, anche quelle teutoniche, ma che magari non sono tra le mie preferite. I Metallica dividono ancora molto, però mi sembra che esista una band che mette d'accordo un po' tutti in senso negativo....i Sepultura odierni. Se penso a che pezzi hanno scritto in passato e che i due Cavalera girano suonando i seps per racimolare soldi....che immensa tristezza!
Painkiller
Martedì 20 Settembre 2016, 21.26.31
100
Oh Gesù,....pensavo di averle sentite e lette tutte....Red Roger son morto dal ridere! Senza offesa eh, sì scherza, però davvero se c'è una cosa che per me proprio non hanno in comune i due e' la voce. Grande rispetto per Billy poi, ma i Testament che amo di più sono quelli più melodici di practice, the New order, souls of black. Difficile per me trovare un disco degli Overkill che non mi piaccia, quindi dico Overkill (e trovo che Bobby abbia una voce pazzesca), ma apprezzo anche i Testament.
galilee
Martedì 20 Settembre 2016, 21.05.25
99
Appunto, ma nemmeno, perchè Billy è un fuori classe e poi ha stile da vendere.
Metal Shock
Martedì 20 Settembre 2016, 20.58.59
98
@RedRoger: Chuck Billy clone di Hetfield??? Uno dei migliori cantanti thrash un clone, mah! Come dire che Mille e` il clone di Tom Araya. Boh.
Steelminded
Martedì 20 Settembre 2016, 18.56.58
97
Devo dire che preferisco gli overkill, sebbene mi piacciano entrambi.
Red Roger
Martedì 20 Settembre 2016, 18.37.33
96
Pur ritenendomi un thrasher devo ammettere di non aver considerato molto nessuna delle due band...sicuramente sbaglio ma a mio avviso il problema in entrambe è la voce : Chuck Billy è il clone spudorato di Hetfield...e il tono di Bobby Ellsworth non mi va proprio giù. Musicalmente parlando gli overkill sono troppo "inquinati" da altri generi per risultare thrash puro...per cui dico pari....e vado a rispolverarmi i classici del thrash teutonico.
Christian death rivinus
Martedì 20 Settembre 2016, 16.32.12
95
Anche criteria.....con il ritorno di rampage e' un bel disco.....
Christian death rivinus
Martedì 20 Settembre 2016, 16.29.25
94
Scusate no polifunzionali ma polistrumentali come refresh demon...
Christian death rivinus
Martedì 20 Settembre 2016, 16.22.41
93
Si vede che gli annihilator li conosci poco.....carnival diablos....wake the fury.....metal...l'omonimo,e il penultimo non mi sembrano da buttare ....apparte l' ultimo e i progetti polifunzionali,sono tutti buoni lavori,con dei riff fantastici e assoli bellissimi
Vanessa Incrostata
Martedì 20 Settembre 2016, 15.47.46
92
Gli Annihilator ha fatto due grandissimi dischi, poi il nulla peccato! Hirax viemme a pia'!
Steelminded
Martedì 20 Settembre 2016, 14.51.43
91
d'accordissimo con lisablack. nome inappropriato, roba da wrestling più che da musicisti.
terzo menati
Martedì 20 Settembre 2016, 14.00.59
90
Invece per me big 4 ha un senso che condivido. Negli anni 80 le 4 band erano quelle che mietevano più consensi al di là delle preferenze di ognuno. Il nome big 4 e' un nome come un altro, tipo gods of metal o monsters of rock, non è uno svilire il valore di altri gruppi validi. Un po' come le automobili, non e' che audi, bmw, Mercedes o wv siano oggi migliori delle altre , ma hanno uno status consolidato duro da scalfire.
lisablack
Martedì 20 Settembre 2016, 12.52.48
89
D'accordo con Christian, per me i big 4 del thrash non dovevano nemmeno esistere, che senso ha? Tante ottime band nell'ombra dei soliti 4, per me non significa nulla..comunque io tra Testament e Overkill non posso scegliere..li adorooooo!!!
HIRAX
Martedì 20 Settembre 2016, 11.56.58
88
Se oggi c'è il concerto degli Overkill c'annamo tutti Se domani suonano i Testament... c'annamo tutti uguale!
Christian death rivinus
Martedì 20 Settembre 2016, 11.38.59
87
Per me meglio i Testament pur rispettando tanto gli overkill.....i Testament per la carriera e per gli album che hanno fatto ,e quelli che ancora meravigliosamente sfornano con tanta passione,che tengono viva la scena thash....meriterebbero di essere assieme agli exodus nel famoso big 4 ....Altra band sottovalutata e che meriterebbe un po di attenzione,gli annihilator......
Vanessa Incrostata
Lunedì 19 Settembre 2016, 22.28.46
86
@Lambru, io compravo Cioè, mi sgrillettavo sempre con le foto di Nickamen!!! Kiiss
ObscureSolstice
Martedì 10 Marzo 2015, 20.37.02
85
affettivamente direi Overkill...però come si fa a scegliere tra Testament e Overkill, è molto difficile, non si può. Sicuramente se mi chiedono Megadeth o Overkill senza pensarci due volte direi Overkill su tutto, anche come valutazione odierna sulla resa musicale di tutti i musicisti+voce, dischi e attitudine dopo tutti questi anni etc. A me le checche fighette menose non mi sono mai piaciute. Non sopporto quelle band che cancellano date per niente o interrompono facilmente show (molto spesso) o decidono chi far partecipare o no da supporter nei tour o festival con manie di grandezza e poi vai a vedere la qualità della band ormai scadente. Ma io sui Megadeth sono di parte, non mi piacciono neanche i primi album..per cui...non riesco a fare una valutazione obbiettiva e "dell'importanza storica" me ne frego. Anche gli inglesi Onslaught che è un thrash più estremo li preferisco di gran lunga ai Megadeth
Therocker77
Martedì 10 Marzo 2015, 18.02.54
84
Due pilastri del genere, ..nel glorioso tempio del Thrash i big Four rappresentato le chiavi di volta mentre gli Overkill e i Testament ne identificano le colonne maggiori...personalmente dico Testament ma per una semplice questione affettiva, i NeyorKesi hanno però una dote rara..perseveranza, non ci può essere che massimo rispetto per entrambi le bands!
klostridiumtetani
Mercoledì 4 Marzo 2015, 19.00.17
83
Boh, non saprei... i miei preferiti sono sempre stati Testament Overkill Anthrax e Annihilator (questi ultimi come già detto da qualcuno estremamente sottovalutati, che però faccio fatica a "catalogare" come thrash "tout court " )
hj
Martedì 3 Marzo 2015, 18.42.37
82
Derby dell'Arizona...flotsam vs sacred?
Nattramn
Martedì 3 Marzo 2015, 18.38.37
81
Sodom vs Destruction?
Malleus
Martedì 3 Marzo 2015, 18.08.39
80
Oggi come oggi dico Overkill senza dubbio.
hj
Martedì 3 Marzo 2015, 17.10.22
79
a sì? in effetti nonostante sia un utente con presentazione regolare e registrato, non bazzico mai il forum ma limito alle discussioni a caldo in vetrina. Come non detto
Galilee
Martedì 3 Marzo 2015, 16.59.34
78
Sul forum lo fanno da un bel pò.
hj
Martedì 3 Marzo 2015, 16.51.57
77
comunque la sfida fra queste due band è divertente e interessante ma dai commenti non si evidenzia un potenziale vincitore che rispecchia i gusti degli utenti del sito. Sarebbe divertente, e qui lo propongo alla redazione, fare una specie di finale mondiali di band divise per genere, che si scontrano in sfide a due a suon di voti degli utenti, come ho visto fare su fb. La vincente di uno scontro diretto si scontra con la vincente di un altro e via così fino ad eleggere un ipotetico vincitore.
Galilee
Martedì 3 Marzo 2015, 16.37.45
76
E poi bisogna ammetterlo, Chuck Billy è la più grande voce del Thrash metal. Perchè? Perchè è un vero cantante. La cosa più bella di Dark Roots è proprio la sua voce. Da veramente una marcia in più al tutto, non c'è un cazzo da fare. Tutto ciò adorando Blitz.
metallo
Martedì 3 Marzo 2015, 16.25.27
75
E' arduo scegliere, entrambi i gruppi sono validi, ma dimensioni compositive e sfere musicali diverse, ultimamente hanno piu' tigna e voglia di spakkare gli overkill, di emozioni me ne han date piu' i testament, anche se forse sono stati meno regolari e costanti degli overkill, ma di carica energetica e di scarica adrenalinica, ultimammente me ne han date piu' gli Overkill, facciamo un pareggio va.
Galilee
Martedì 3 Marzo 2015, 16.10.57
74
Una cosa è certa gli Ultimi tre Overkill pisciano in testa agli ultimi due Testament da almeno 10 km di altezza. Con questo non voglio dire che gli ultimi testament facciano schifo, anzi, ma sono proprio i dischi degli Overkill ad essere grandiosi.
Galilee
Martedì 3 Marzo 2015, 16.06.19
73
Difficile scegliere. Di super capolavori ne han fatti pochi entrambi, di dischi belli ne han fatti di più gli Overkill. di The Legacy ce n'è uno solo. I Testament secondo me sono al pari dei Big Four, gli Overkill un gradino sotto. Li metterei al pari degli Exodus toh, anche se preferisco gli Overkill di gran lunga.
Vitadathrasher
Martedì 3 Marzo 2015, 14.56.30
72
Testament più "artisti" Overkill più "artigiani" del thrash. Testament centravanti, Overkill mediani.......Insomma alla fine preferisco sempre il guizzo e i Testament di guizzi ne hanno tanti di più rispetto agli Overkill
hj
Martedì 3 Marzo 2015, 12.18.56
71
da un punto di vista globale preferisco i testament, amo tutti i loro dischi e li considero una band più completa, degli overkil mi piace (ed ho scaoltato bene) praticamente solo Years of decay e horroscope, questo tra l'altro è quello che ha secondo me la formazione migliore, con lo straordinario sid falck alla batteria e la coppia cannavino/gant alla chitarra. La formazione attuale dei testament è stratosferica, le ultime uscite pure, e chuck billy lo preferisco senz'altro a bobby. Quindi scelgo i californiani.
Voivod
Martedì 3 Marzo 2015, 10.21.07
70
Preferisco i Testament...non sono mai riuscito a farmi piacere più di tanto la voce di Blitz!
Diego
Sabato 15 Giugno 2013, 13.26.39
69
Dura scegliere, ma se devo dico Overkill, anche se i Testament hanno uno Skolnick in più...
Queen W.A.S.P.
Giovedì 18 Aprile 2013, 19.34.32
68
Overkill - Testament: 6-5 Feel the Fire, Taking Over, Under the Influence, Years of Decay. Necroshine,Electric Age. The Legacy, the New Order, Souls of Black, The Gathering, Dark Roots of the Earth
Stefano
Venerdì 9 Novembre 2012, 23.54.12
67
Testament, poche storie
Loke
Domenica 4 Novembre 2012, 13.17.32
66
Il concetto di base è che il thrash, soprattutto se si considerano i singoli bacini musicali (Bay Area, Germania, Canada, Brasile, East Coast...) ha delle caratteristiche peculiari che potrebbero spingere il maniaco delle etichette a creare un'infinità di sottogeneri, peraltro del tutto inutili. Per come la vedo io, un movimento così vasto ha bisogno di TUTTE le grandi band che gli hanno dato vita per essere definito, così come il mare ha bisogno di ogni sua singola goccia d'acqua. La definizione di "Big Four" sta semplicemente ad indicare che queste quattro band hanno avuto la maggiore esposizione mediatica, hanno venduto il maggior numero di dischi e hanno influenzato il maggior numero di band a venire (comprese anche molte band di merda, tanto per essere chiari). I Metallica non hanno inventato il thrash: gli Exodus lo suonavano già qualche mese prima che i Four Horsemen si formassero. Ma chi se ne frega? Un buon thasher dovrebbe ascoltare almeno un paio di volte la maggior parte dei dischi di Metallica, Slayer, Megadeth, Anthrax, Exodus, Testament, Overkill, Heaten, Sepultura, Coroner, Annihilator, Kreator, Destruction, Sodom, Tankard, Death Angel ecc, solo per citare i più famosi (ma mi sarò sicuramente dimenticato qualcuno), e poi decidere quali dischi apprezzare di più, quali di meno, quali scambiare con un amico in cambio di un altro disco thrash!
freedom
Giovedì 1 Novembre 2012, 13.13.54
65
Sottoscrivo il commento di enry.
enry
Giovedì 1 Novembre 2012, 13.03.21
64
Per me siamo sempre lì, gli Overkill saranno stati anche più continui e presenti, ma non hanno mai toccato i vertici qualitativi dei Testament. E anche per gli ultimi dischi il discorso non cambia per me: The Electric è un disco più compatto (e con una produzione fin troppo pompata e leccata) ma non ci sono brani che mi piacciono tanto quanto Rise Up, Native Blood o True American Hate. Lascio perdere il discorso voce perchè Chuck Billy è forse il mio cantante thrash preferito mentre con Bobby non nego di fare un po' di fatica.
Sambalzalzal
Giovedì 1 Novembre 2012, 10.42.48
63
si, si fabio II@ avevo capito bene quello che volevi dire e sono del tuo stesso parere anche, ripeto, salvando gli Annihilator per una questione di affetto personale. Personalmente parlando non amo tantissimo fare categorizzazioni a livello di musica... al genere che una band propone preferisco mettere davanti il nome con tutta l'attitudine ad esso collegata, nel caso degli Annihilator penso che Waters definendoli come groove (che significa tutto e nulla) abbia trovato l'aggettivo migliore. E' molto probabile che abbia iniziato a spaziare in lungo ed in largo non avendo una vera band assieme a lui con cui confrontarsi e prendere decisioni circa la stesura degli album e ciò ha portato come hai giustamente fatto notare tu a prodotti "non omogenei". Chissà cosa succederebbe se Waters si mettesse in formazione che so... nei Metallica o nei Megadeth... umanamente parlando non durerebbe neanche mezzo secondo ma credo che il sound di entrambe le bands farebbe dei passi avanti incredibili. Utopia! Ti capisco bene... pensa che secondo me il miglior album dei Megadeth è So Far So Good...
stellabyblood
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 15.52.55
62
difficile scegliere ma preferisco i testament... trovo inutile parlare di quale band avrebbe dovuto far parte del big 4 perchè nel 1986 erano quelle quattro le migliori e con più dischi all'attivo... avranno anche avuto più soldi e contratto prima ma erano le migliori... no aspetta forse preferisco gli overkill... gli annihilator sono sottovalutati di sicuro nei loro primi album ma del resto della discografia c'è poco-niente
fabio II
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 14.29.14
61
Samba secondo me ci siamo già capiti benissimo, comunque per farti una similitudine in altri campi, è un pò come quelle bands di class metal che mettono dentro di tutto: il pezzo blues, quello honky tonk, quello coi fiati, la ballata aor ecc. ecc. Non mi piacciano quasi mai questi tipi di operazione, di qualsiasi settore si tratti. Nel caso degli Annihilator è un'aggravante perchè 'Alice In Hell' per me rappresenta per il thrash un pò quello che il debutto di Malmsteen ha rappresentato per il metal; semplicemente hanno in ambo i casi ridefinito un genere; non è cosa da tutti i giorni. D'accordissimo inoltre King Of The Kill vs. Youthanasia. Calcola che per me i Megadeth finiscono con 'Countdown' che già sopporto poco nella sua interezza.
Sambalzalzal
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.52.18
60
Delirious Nomad@ sono d'accordo con te al 100% Waters è veramente un chitarrista con le palle e ribadisco uno dei più sottovalutati di sicuro!!! vitadathrasher@ si, avevo immaginato, forse sono io che ho "sforato" inserendo loro che sono canadesi... fatto questo peraltro che penso li abbia condannati in un certo senso a rimanere più in sordina dei cugini americani... purtroppo.fabio II@ guarda, molto probabilmente ho capito quello che vuoi dire e penso che in un certo senso hai ragione se parliamo di voler categorizzare ad ogni costo la musica. Io non penso che loro (o meglio JW) si sia mai posto il problema di dover ad ogni costo suonare "thrash" (in molte interviste ha esplicitamente detto che preferisce x gli Annihilator la definizione di GROOVE)anche se innegabilmente sono una band fondamentale per il genere... per quel capolavoro che è Alice In hell o Never... come dici tu, ma andando avanti in ogni album ci sono pezzi che anche se presi singolarmente stracciano senza tanti problemi albums interi di altre bands molto più note... voglio dire... prendo un pezzo come King Of The Kill e lo paragono ai Megadeth con Youthanasia per intero, ogni canzone di quell'album che se non erro dovrebbe anche essere dello stesso periodo... non c'è veramente storia.
anvil
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.48.04
59
X the True ; Ahahah se i metallica sono gobbi non ci puoi fare niente , la musica è piena di ingiustizie !! sicuramente i Testament meritavano un pò di successo in più visto la loro passione per il thrash
the True
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.34.18
58
oh magari vincono i testament in chiaro fuorigioco ?!! Ogni riferimento è puramente voluto...
freedom
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.21.55
57
Non cominciamo già da adesso pero eh... Comunque si, vincono i primi senza dubbio. ;D
anvil
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.12.45
56
beh freedom vincono i primi a mani basse
freedom
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 13.06.30
55
Fate Metallica vs Megadeth e succederà il finimondo...
fabio II
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 10.39.18
54
Samba una volta tanto non concordo sulla tua valutazione riguardo gli Annihilator. Posto il fatto che i primi due bastano e avanzano per essere iscritti per sempre nell'albo d'oro; già a partire da 'Set The World On Fire' non c'è un solo disco che salvo per intero. Sul talento di Jeff Waters non ci sono dubbi, ma in fase compositiva mi hanno lasciato sempre un pò perplesso ( 'Phoenix Rising' se fosse apparsa nei primi Metallica si sarebbero aperti processi infiniti, ma ai canadesi è concesso perchè al di fuori del pubblico metal nessuno li conosce..solo per dirne una ). Il problema di fondo che trovo con i dischi degli Annihilator è che siano composti da 'heavy generico', idee prese a destra e a manca, ma senza un filo conduttore ben preciso, un pò come potrebbe essere nell'ultimo Anthrax o Death Angel; sono prodotti che danno la sensazione di trovarsi davanti a delle compilation sul metal, non so se ho reso l'idea. Tornando a tema non capisco, dal mio punto di vista, quelli che dicono che gli Overkill sono thrash puro. Per me invece sono una power metal band americana, di stampo underground con una buona dose di hardcore, soprattutto nel primo. Infine, I Nuclear a me piacciono ma erano una band che se non fossero esistiti non sarebbe cambiato Assault-lutamente nulla.
Phil Pompelmo
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 10.05.42
53
2 merde primordiali. meglio lod e rilod e stralod
the Thrasher
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 9.47.41
52
@vitadathrasher: neanch'io mi riferivo alla quantità, ma alla qualità: non mi interessa che gli overkill abbiano fatto un'infinità di dischi, alla fine io stesso conosco veramente bene solo i primi 5-6 e a quelli mi riferisco... in quei primi 5 dischi ci sono almeno 3 capoolavori. poi, ovvio, questione di gusti...
vitadathrasher
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 8.05.24
51
the thrasher@ E' chiaro che sono considerazioni personali, come sono le tue. Per come la vedo io, non sono il numero di dischi che fanno grande una band, ma la qualità: Forbidden, Death angel e Nuclear, hanno una discografia risicata ma con due dischi a testa, che ci finisci la puntina. Con gli Overkill a me non è mai successo. Gusti personali. P.S. quoto samba per gli Annihilator, che non ho citato semplicemente per rimanere nel contesto USA
Delirious Nomad
Martedì 30 Ottobre 2012, 22.17.57
50
Grandissimo samba! Per me jeff waters asfalta tutti i chitarristi delle thrash bands più celebri, salvo megadave e skolnick (non conto friedman perché non é un chitarrista thrash, é un dio non thrash.)
Sambalzalzal
Martedì 30 Ottobre 2012, 21.14.34
49
premetto che amo entrambe le bands ma se dovessi metterle a confronto e far pendere l'ago della bilancia da una parte e/o dall'altra direi: su disco i Testament e sul palco gli Overkill!!! Io avrei aggiunto un'ulteriore band alla "rissa"... i magnifici Annihilator!!! Si parla molto spesso a torto del come sia Overkill che Testament siano "sottovalutati" se comparati ai Big 4 (vorrei cmq ricordare che nei 90' ci fu quel magnifico tour chiamato CLASH OF THE TITANS con Megadeth, Slayer, Testament, Anthrax e Suicidal Tendencies...)... ecco, io penso che in verità il vero gruppo (se parliamo di thrash) sottovalutato siano stati sempre gli Annihilator!!!
Elluis
Martedì 30 Ottobre 2012, 21.13.43
48
@The Thrasher boh, si è la tua opinione e posso essere anche d'accordo più che altro perchè gli Overkill sono di qualche anno più vecchi, e hanno fatto molti più album dei Nuclear, la cui carriera è andata molto a singhiozzo a causa dei vari progetti di Lilker (Brutal Truth, Exit 13, Venomous Concept ecc.) Sono entrambi due band della costa est, ma i NA sono stati più influenzati dall'hardcore punk, di cui Lilker era un fanatico, già dai tempi degli Anthrax, mentre la band di Verni è sempre stata più thrash puro, con la particolarità di tenere molto in evidenza il basso. Ad ogni modo due grandi band !
Delirious Nomad
Martedì 30 Ottobre 2012, 20.53.58
47
Rino, a dispetto del grande stile dei tuoi articoli ti lasci proprio amdare nei commenti! "sono molto stati più importanti"?!
the Thrasher
Martedì 30 Ottobre 2012, 20.32.11
46
ok che è questione di gusti, ma secondo me gli overkill sono molto stati più importanti nell'evoluzione del thrash e nella definizione dello stesso, mentre i NC li vedo più statici, una ricetta ripetuta senza mai camnbiare; negli overkill, se pure difficile da cogliere, una crescita ed una maturazione, tecnica e stilistica, è ben presente.
Elluis
Martedì 30 Ottobre 2012, 20.07.53
45
@The Thrasher questione di gusti: i primi album dei Nuclear però erano davvero notevoli, da Game Over a The Plague fino ad arrivare allo stupendo Survive, poi già da Handle With Care è cominciato il declino, ma come ho detto,è una questione di gusti !
the Thrasher
Martedì 30 Ottobre 2012, 19.53.19
44
@vitadathrasher: sono solo tue considerazioni personali, secondo me mettere gli overkill sotto i nuclear assault 8che mi fanno cagare) è pura blasfemia...
The Nightcomer
Martedì 30 Ottobre 2012, 15.35.11
43
@ the Thrasher: condivido le tue parole. Con il commento precedente intendevo fare una considerazione generica, soprattutto riferendomi ai molti (ed interessanti) interventi dei lettori.
vitadathrasher
Martedì 30 Ottobre 2012, 14.57.21
42
Non so chi le ritiene inferiori ai big 4........ Gli Overkill sicuramente inferiori ai B4. Testament, Exodus,nei Big 6.Forbidden, Death Angel, Nuclear Assault sopra Overkill. Senza stare a citare gruppi europei......
the Thrasher
Martedì 30 Ottobre 2012, 14.36.25
41
ma, difatti, lo scopo dell'articolo non era un confronto fine a sè stesso tra due band abbastanza differenti: bensì, un pretesto per tastare il polso della situazione (come spiegato nel pezzo) di due realtà tanto importanti ma che vengono ingiustamente ritenute inferiori ai big 4... non c'è una sfida tra testament e overkkill, in questo articolo, ma soltanto la volontà di approfondire in maniera parallela la loro situazione attuale in luce del glorioso passato. il titolo del pezzo, effettivamente, può trarre in inganno...
The Nightcomer
Martedì 30 Ottobre 2012, 13.53.34
40
Sinceramente (sarà un limite mio, per carità) vedo poco confrontabili queste due bands, sia per provenienza che per modo di intendere la musica. Entrambe hanno contribuito a lasciare il segno nel metal, seguendo però percorsi molto differenti. Se proprio devo esprimere un giudizio, riferendomi solo al perido storico degli eighties (il resto lo conosco poco e, sinceramente, non mi interessa) mi allineo all'intervento 36 di Fabio, fermo restando che anche in altri posts ho letto considerazioni che reputo condivisibili. The Legacy imho è un tipico esempio di thrash bay area, influenzato soprattutto da Metallica ed Exodus, molto ben fatto e coinvolgente, a mio modesto parere un capolavoro del genere; peccato però che la band non sia più riuscita a ripetersi su tali livelli (ammetto non fosse facile). Negli Overkill, che a mio parere sono riusciti ad esprimersi con più costanza qualitativa nel tempo, ho sempre scorto altre influenze oltre al thrash, come giustamente ricordato da qualcuno. Feel The Fire, un mix sorprendentemente equilibrato e micidiale di thrash, hardcore e power (quello vero espresso negli States nel periodo degli eighties, ovviamente) resta il mio preferito, ma ammetto di essere rimasto legato affettivamente a molti albums d'esordio, visto che i gruppi di cui trattasi li seguivo già alle loro origini.
vecchio peccatore
Lunedì 29 Ottobre 2012, 18.35.59
39
Direi Overkill, i loro dischi mi hanno sempre divertito di più, comunque due grandi band di sano Thrash
Elluis
Lunedì 29 Ottobre 2012, 11.53.46
38
@quoto vitadathrasher in pieno: solo un piccolo appunto, i Sacred Reich sono della west coast, dato che vengono dall'Arizona
vitadathrasher
Lunedì 29 Ottobre 2012, 11.39.12
37
Si, sottolineare la differenza tra west ed east coast è basilare. Il thrash made in New York è pregno di hardcore e in quel contesto Anthrax, Nuclear Assault e Sacred Reich ne sono l'esempio. Detto questo, tra i gruppi citati gli Overkill vengono dopo. Ok lunga carriera, avranno toppato solo due album, ma per come la vedo io non hanno mai fatto un album strepitoso o sopra le righe, da gridare al miracolo. Testament, almeno 2 dischi sono da pietra miliare del genere.
fabio II
Lunedì 29 Ottobre 2012, 10.14.43
36
Bella gara, dico solo che per me il disco migliore, nettamente, per data d'uscita e songwriting, sommando le due discografie resta 'The Legacy'. I Testament per me sono la celebrazione del thrash anthemico; gli Overkill la sublimazione dell'underground newyorkese, dove il metal incontra l'hardcore; cioè piccola differenza dovuta alla costa di appartenenza; gli Overkill non sono semplicemente thrash.
Elluis
Domenica 28 Ottobre 2012, 16.35.13
35
Senza nulla togliere agli Overkill, ma scelgo i Testament ad occhi chiusi !
Celtic Warrior
Domenica 28 Ottobre 2012, 9.00.20
34
Mamma mia quanto mi piacciono queste due band , sono la storia del thrash e spaccano ancora di brutto .
Ian "Morphine Child"
Domenica 28 Ottobre 2012, 2.06.17
33
Due band che hanno fatto la storia del thrash anche se fra i due vincono secondo me i testament per alcuni album bomba
Undercover
Sabato 27 Ottobre 2012, 23.44.22
32
50:50, geni contro coerenza e attitudine metal sempre e comunque, dovessi scegliere affettivamente direi Testament, la ragione mi porta invece a considerare gli Overkill un baluardo thrash imprescindibile.
Denak
Sabato 27 Ottobre 2012, 20.20.45
31
non c'è partita, i tastament hanno dalla loro quel capolavoro immortale che è the legacy, ma gli overkill ci sono sempre stati, non se ne sono mai andati e non hanno mai fatto album pseudo death (demonic) per seguire il trend del momento. magari hanno alcuni album non troppo ispirati, ma cazzo gli overkill vincono su tutta la linea!!
d.r.i.
Sabato 27 Ottobre 2012, 18.37.27
30
3 miillisecondi per decidere: Testament....con il massimo rispetto per gli Overkill
waste of air
Sabato 27 Ottobre 2012, 17.49.15
29
Nessuno dei 2: exodus e basta!
freedom
Sabato 27 Ottobre 2012, 15.10.32
28
Testament. Punto.
nerkiopiteco
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.52.51
27
Ho conosciuto molto prima gli Overkill e sono legatissimo a Feel the Fire (una delle prime toppe che mi sono cucito), che secondo me è inarrivabile, con composizioni grezze ma mai banali e con pezzi costruiti veramente alla grande, poi i live sono il massimo; i Testament ovviamente non sono una manica di stronzi ma dovendo scegliere.....complimenti comunque perchè spesso, proprio perchè venuti immadiatamente dopo alcuni gruppi leggendari (anche se Raise the Dead gli Overkill l'hanno composta nel 1981, influenzati più da Motorhead e Judas Priest che altro e comunque in due città diverse rispetto a Metallica) vengono spesso considerati poco.
Painkiller
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.38.36
26
Faccio una premessa: sono band che rispetto, e solo per questo pur preferendone una all'altra, non posso che considerarle entrambe leggendarie. Vero quanto scrive Rino nel commento 14, ma é inneg aabile che testament e overkill hanno ben compreso la lezione e sono stati capaci di inserirsi nella scena in modo personale e senza copiare nessuno. La mia preferenza va agli overkill, per svariati motivi: 1. Dal vivo sono qualcosa di inarrivabile per chiunque, li ho visti diverse volte e non hanno mai sbagliato un gig, sembrano aver fatto un patto col diavolo. I testament in qualche occasione mi sono parsi un po' più "mestieranti" e meno coinvolgenti. 2. Lo stesso mood lo ritrovo spesso nei dischi più recenti dei calforniani, che preferisco molto di più nella loro versione tecnico-melodica, alla souls of black, rispetto a quella moderna e più dura. 3. Parere personale, gli overkill hanno sbagliato davvero poco in studio, cito I hear black, from the underground and below, immortalis, tra i meno ispirati, ma poi...i testament li vedo in lento e costante declino, gli overkill con gli ultimi due album hanno sbancato, belli, melodici ma potenti...
vitadathrasher
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.37.01
25
Senza alcun dubbio il thrash bay area marchiato Testament vince a mani basse. Overkill molto più macchinosi e per i miei gusti la voce ha un timbro che non digerisco. I migliori: Testament ed Exodus (con zetro) poi tutto il resto.
Master Killer
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.28.52
24
*The New Order, cavolo mi sono confuso!!!
Master Killer
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.27.06
23
comunque io dico pareggio perchè da una parte gli Overkill ci hanno donato album di buon'annata (Feel the Fire, Taking Over, Year of the Decay, Under the Influece, W.F.O. The Killing Kind, Immortalis, Ironbound e The Electric Age) e dall'altra parte per i Testament che ha dato altri grandissimi album (The Legacy, New World Order, Practice What You Preach, Souls of Black, Low, Demonic The Gathering, The Formation of Damnation e Dark Roots of Earth) ma anche dalle prestazioni che danno pure nei loro Live tipo quello di Rotten to the Core e Over the Wall
Master Killer
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.17.56
22
In quest'ultimo periodo sto cercando di raccogliermi tutta la discografia di questi gruppi, ho già iniziato con ReliXIV dei Overkill e devo dire che è un album forte quanto strano, perchè non posso paragonarlo a Taking Over e Feel the Fire, stessa cosa di Dark Roots of Earth con i primi due Album Legacy e New World Order e The Gathering, però se devo essere sincero sono felice che Gli Overkill e i Testament stanno cercando di alzarsi dopo un periodo più o meno Off, e do' ragione a The Thrasher per il fatto che The Electric Age ha qualcosa in più di Dark Roots of Earth, però hanno pubblicato dei magnifici lavori a differenza di altri colleghi... spero solamente che non si abbasseranno di nuovo perchè secondo me, possono essere loro un giorno gli ultimi Thrasher della terra..
LAMBRUSCORE
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.11.48
21
Ma cos'è una roba tipo un giornalino, si chiamava Cioè, lo leggevano le ragazze quando andavo all'oratorio del mio paese, io ovviamente da perfetto marpione, mi mettevo sui divanetti insieme a loro fingendo di essere curioso (così palpavo quello che riuscivo) e vedevo che confrontavano un attore con un altro per vedere chi era più bello...stessa cosa, hahah....
Toxic Waste
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.07.42
20
Overkill senza nemmeno pensarci Non ho mai amato troppo i Testament comunque...
CauldronBorn
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.06.52
19
Quoto il pensiero di enry, che è anche il mio. Overkill sicuramente più continui come discografia, ma i picchi qualitativi di The Legacy o The New Order non li hanno mai toccati. Due band eccezionali comunque \m/
Maurizio
Sabato 27 Ottobre 2012, 14.01.15
18
Difficile scegliere , ma dico Overkill. Ci sono più lavori che personalmente perferisco, e The Electric Age è qualcosa che veramente ricorda un terremoto. Dopo tutti questi anni sfornare lavori così non è da tutti.
CowboyFromHell
Sabato 27 Ottobre 2012, 13.52.19
17
Troppo difficile. Blitz e soci mi stanno simpaticissimi, ma i Testament hanno dalla loro una discografia secondo me migliore. Alla fine voto... I Testament.
il vichingo
Sabato 27 Ottobre 2012, 13.40.14
16
Testament, non ho dubbi in merito.
Doomale
Sabato 27 Ottobre 2012, 13.25.56
15
Non si tratta di ragionare col senno del poi...ma nemmeno come dici di quello del FORSE...Si tratta di avere delle idee personali nell'andare avanti..oppure dei gusti e del modo di fare e intendere la musica..Non tolgo nessun merito ai metallica...o almeno fino a quelli di ..and justice for all..!E cmq anche gli Exodus sono in giro dal 1979-80 a livello di formazione quindi non credo che abbiano avuto molto bisogno della lezione di James Hetfiled e soci solo per aver esordito prima su LP
the Thrasher
Sabato 27 Ottobre 2012, 12.46.14
14
come sempre si ragiona troppo col senno di poi. solo xk i metallica si sono svenduti negli anni 90 possiamo dire che non siano stati una band con le palle x il genere? ragazzi, i metallica e gli slayer il thrash lo hanno inventato. band come overkill e testament si sono DICHIARATAMENTE ispirati a loro x creare ciò che hanno creato. non dimentichiamolo. facile oggi fare i fighi, sputtanare i metallica e inneggiare ai 'duri' per antonomasia, come gli exodus, dimenticandosi ciò che i metallica, i megadrth o gli anthrax hanno fatto x questa musica... se the ritual avesse avuto successo come il black album magari anche i testament avrebbero continuato a sputtanarsi sempre peggio.. e gli exodus? se avessero fatto un album come master of puppets sarebbero diventati ancora più celebri e chissà che si sarebbero messi a fare.. non sono mai usciti dalla nicchia, sono rimasti underground ma forse questo è un limite, non un merito.. l'incapacità di avere una carriera leggendaria viene esaltata come un merito...
Doomale
Sabato 27 Ottobre 2012, 12.30.45
13
Dure grandi metal band degli anni '80...forse vincono di misura i Testament...forse...e cmq qualche passetto falso cè stato..nulla di rilevante però!! Rimane il fatto che album come Legacy o New Order..e Years of Decay dei Kills..sono i miei preferiti dei due!!E cmq mi piace pensare che entrambe le band non si sono sputtanate facendo album vergognosi come qualcun'altro più blasonato!!! Slayer, Exodus, Testament, Overkill e un pochino anche i Megadeth...questa è state gente veramente con le palle x il genere!
Flag Of Hate
Sabato 27 Ottobre 2012, 12.13.46
12
TestAmenT. Non butto via praticamente nulla di questa band, neppure Demonic e The Ritual (anche se sono nettamente inferiori al resto della discografia). Gli OverKill hanno tutto il mio rispetto, ma devono cedere il passo dinnanzi a Chuck, Peterson e soci. Immensi entrambi \m/
Nightblast
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.52.46
11
P.s.: TestAmenT - Exodus - Ovekill - Death Angel - Forbidden... Con tutto il rispetto per gli Slayer, altro che Big 4...
Nightblast
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.49.53
10
Amo molto gli Overkill, ma dico TestAmenT tutta la vita...Non è da tutti esordire con un The Legacy e sbagliare praticamente nulla nel corso di una carriera trentennale...Se si esclude Demonic, un pò troppo statico e poco TestAmenT, Peterson e co. hanno sfornato disconi praticamente sempre...
forbiddenevil
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.30.55
9
Indiscutibile dire che sono 2 bands immense, io ho sempre preferito gli OVERKILL.....quando uscì "FEEL THE FIRE" rimasi incredulo......!!! E poi davvero pochissimi passi falsi.....comunque i TESTAMENT hanno anche loro un debutto al fulmicotone "THE LEGACY" è fantastico......comunque dico OVERKILL.......ROTTEN.....TO THE CORE!!!!
xXx
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.24.09
8
Due grandi band, non c'è che dire, ma scelgo i Testament senza ombra di dubbio!
Andy 71
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.17.30
7
Due grandissime band,la storia!per me però l'ago della bilancia del cuore pende dalla lato Testament,The Legacy,mi lasciò di stucco quando uscì regalandomi canzoni indimenticabili,uniche!Anche dal vivo aver visto queste band all'apice della loro carriera fine '80,primi anni '90 è stato una manna......GRANDIOSI!!
Gabriele
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.15.02
6
controcorrente... per questioni di cuore, Overkill - Testament 5-1
Nosferatu
Sabato 27 Ottobre 2012, 11.00.55
5
Exodus...
Evil Never Dies
Sabato 27 Ottobre 2012, 9.28.41
4
pareggio ! due band che rappresentano lo spirito vero e indomito del THRASH METAL
hm is the law
Sabato 27 Ottobre 2012, 9.23.00
3
Testament - Overkill 4 - 1 e palla al centro
enry
Sabato 27 Ottobre 2012, 8.55.27
2
Nessun dubbio, Testament. Gli Overkill saranno anche stati più continui, ma non hanno nella loro discografia dischi come The Legacy, New Order e The Gathering. Aggiungiamoci che Chuck mi piace nettamente più di Bobby e che pur avendo parecchi dischi degli Overkill ho sempre preferito ascoltare i Testament, e il gioco è fatto.
gianmarco
Sabato 27 Ottobre 2012, 8.29.04
1
2 grandi band con 2 grandi cantanti carismatici Bobby Blitz Ellsworth e Chuck Billy . Io Direi Testament cmq .
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Testament Vs Overkill
ARTICOLI
27/10/2012
Articolo
TESTAMENT VS OVERKILL
A colpi di Thrash!!!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]