Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
JOE BONAMASSA
Live at the Sydney Opera House

25/10/19
VISION DIVINE
When All Heroes Are Dead

25/10/19
ZONAL
Wrecked

25/10/19
EDELLOM
Sirens

25/10/19
RINGS OF SATURN
Gidim

25/10/19
EXMORTUS
Legions of the Undead

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
STEVE HACKETT
Genesis Revisited Band & Orchestra: Live at the Royal Festival Hal

25/10/19
ANTHONY PHILLIPS
Strings of Light

CONCERTI

20/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Casa della Musica - Napoli

20/10/19
DEFLORE + MOLOTOY
WISHLIST CLUB - ROMA

20/10/19
NECROFILI + DISEASE
VILLAGGIO CULTURA - ROMA

22/10/19
CELLAR DARLING + FOREVER STILL + OCEANS
LEGEND CLUB - MILANO

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

ENFORCER - Abbiamo creato qualcosa di totale!!
03/03/2013 (1827 letture)
Il passaggio a Milano della band svedese Enforcer, accompagnati da Caronte, Grand Magus ed infine Angel Witch, di cui potete leggere il resoconto scritto da Arturo Zancato “Flight 666”, ci ha fornito l'occasione per scambiare due parole con Olof Wikstrand e Jonas Wikstrand, rispettivamente cantante/chitarrista e batterista della band. Dopo una discreta attesa, mi trovo finalmente seduta tra i due fratelli svedesi, dall'atteggiamento glaciale quanto la terra da dove provengono...

Unknown Danger: Ciao Olof, ciao Jonas, siamo contenti di avervi come ospiti oggi. Come state?
Jonas: Bene.

Unknown Danger: il vostro tour europeo è iniziato solamente la settimana scorsa. Potete dirci come sta procedendo per ora?
Jonas: Sta andando tutto molto bene. Stiamo facendo dei concerti molto buoni, e parlo anche delle altre band. La sensazione è assolutamente positiva.
Olof: Abbiamo avuto la possibilità di provare molto prima dei concerti. Ora, l'insieme delle band è molto buono, il pubblico è fantastico; la reazione è stata travolgente fino ad ora.

Unknown Danger: Il primo febbraio è uscito il vostro nuovo album, intitolato Death By Fire. Potete dirci qualcosa su questo disco in relazione ai vostri lavori precedenti?
Olof: Gli album precedenti erano più che altro canzoni scritte individualmente e messe insieme per formare un disco. Questa volta abbiamo lavorato su una sola idea che abbiamo tenuto presente fin dall'inizio, prima di iniziare a comporre le canzoni. Siamo stati in grado di lavorare su un preciso album, e di andare tutti nella stessa direzione. Abbiamo creato qualcosa di totale e sono molto fiducioso a riguardo.
Jonas: Ci siamo impegnati per fare un disco che fosse molto coerente, rispetto a dei brani presi e messi insieme. Questa è la differenza più grande.

Unknown Danger: Quindi anche il modo con cui avete scritto i brani è stato diverso, oppure avete mantenuto il vostro modo di procedere abituale?
Olof: No, è stato completamente diverso proprio in questo senso. Avevamo l'idea per le canzoni che il disco avrebbe dovuto contenere, anziché avere idee tutte diverse che andavano in direzioni diverse.

Unknown Danger: Parlando dello stile del cantato, mi sembra che qualcosa sia cambiato rispetto al passato, non è così?
Olof: Abbiamo scritto canzoni adatte alla mia voce in modo migliore rispetto a prima. Abbiamo avuto l'opportunità di scrivere la musica e allo stesso tempo pensare ai testi, così da poter lavorare su linee vocali che vestissero bene la mia voce, per ottenere il meglio, anziché sovrapporre la mia voce successivamente. Quindi sono stato in grado di dare il 100% in ogni canzone, invece di cercare di adeguarmi.

Unknown Danger: Avete scritto testi e musica contemporaneamente?
Olof: A volte magari avevamo solamente una frase da cantare in continuazione, ma la linea vocale si sviluppava insieme ai riff.

Unknown Danger: Avete seguito un metodo prestabilito per comporre le canzoni?
Olof: E' molto difficile indicare come avviene la creazione di un brano.
Jonas: Penso che le idee arrivino quando meno ci si aspetta. Tutte le canzoni sono state scritte in modi diversi. Avevamo in mente il tipo di brano di cui avevamo bisogno per il disco e poi, quando arrivava l'idea, scrivevamo la canzone.

Unknown Danger: Da dove arriva la vostra ispirazione per Death By Fire?
Olof: Abbiamo cercato di non guardare ad altre band mentre scrivevamo questo album e abbiamo cercato di concentrarci per suonare più Enforcer di qualsiasi altra cosa, quindi principalmente siamo stati ispirati da noi stessi. È qualcosa che devi fare per ottenere del tuo meglio, ed è ciò che abbiamo fatto con questo album.

Unknown Danger: C'è qualche canzone che ha un significato particolare per voi?
Olof: Dunque, direi che tutte le canzoni hanno qualcosa che le accomuna, ma anche che ogni canzone ha il suo significato all'interno del disco. Quindi non posso indicare un brano ma posso dire che tutti rappresentano il meglio che possiamo fare. Se ci fosse una canzone migliore delle altre sarebbe totalmente inutile, perché tutto deve essere al massimo sempre; altrimenti sarebbe inutile lavorare a qualcosa.
Jonas: Inoltre, quando ascolto questo album, comincio dall'inizio e arrivo fino alla fine, perché è come se fosse una canzone sola.
Olof: Perché è un album che è stato scritto per avere un'interezza, anziché essere un gruppo di canzoni messe insieme. Questa è la differenza più grande con tutto quello che abbiamo fatto in precedenza.
Jonas: Sì, ascoltare una canzone sola sarebbe come guardare una sola scena di un film. È diverso da un concept album ma è stato scritto per essere ascoltato dall'inizio alla fine. Se qualcuno mi chiedesse di fargli ascoltare una canzone del disco non saprei quale scegliere e gli farei ascoltare l'album intero.

Unknown Danger: Dal punto di vista dei testi, c'è un tema che lega le canzoni insieme?
Olof: Non c'è nessun tema intenzionale che possa legare le canzoni ma, come per la musica, abbiamo voluto concentrarci allo stesso modo sulla parte testuale della band. Qualcuno può dire che ci sia un lato più ombroso nei testi di questo album, confrontandoli con quelli del precedente, ma abbiamo sempre scritto questo genere di lyrics. Il nostro obiettivo era amplificare la sensazione che si ha ascoltando la musica; non è decisamente musica allegra, né da festa, è un pugno in faccia e i testi parlano di questo.

Unknown Danger: Recentemente il chitarrista Adam ha lasciato la band. Quali cambiamenti ha portato questo distacco all'interno del gruppo?
Olof: Credo ci abbia reso molto più uniti; ci ha permesso di concentrarci su quello che volevamo fare e su come avevamo intenzione di farlo. Quando Adam se n'è andato eravamo tutti esausti a causa di un tour molto pesante, avevamo molte idee che andavano tutte in direzioni diverse; volevamo fare qualcosa ma non sapevamo cosa. Ma quando lui ha lasciato la band, ci siamo concentrati su cosa veramente volevamo. Ci ha reso più uniti e, di conseguenza, ci ha reso in grado di pensare ad un album tipicamente Enforcer. Se fosse andata diversamente non so cosa sarebbe successo. Alla fine, ci ha messo sulla giusta strada.
Jonas: Adam aveva un ruolo importante nello scrivere la musica per la band, quindi quando se n'è andato tutti noi abbiamo preso una parte del suo posto, credo.
Olof: Sì e abbiamo potuto davvero esagerare qualsiasi cosa e di renderla più Enforcer che mai.

Unknown Danger: In un certo senso vi ha aiutato a trovare la vostra personalità musicale?
Olof: Sì, perché volevamo davvero creare un disco che fosse pienamente Enforcer, volevamo fare tutto al meglio.

Unknown Danger: Alla fine di gennaio avete anche pubblicato il video per la canzone Mesmerized by Fire. Perché avete scelto questo brano in particolare?
Olof: Ritengo che possa descrivere il disco e il gruppo nel 2013. La canzone è composta da due parti molto diverse. La prima è piuttosto melodica, mentre la seconda è un'esplosione di energia. Anche il cantato è molto caratteristico. Rappresenta molto bene gli Enforcer.
Jonas: Prima ancora di aver iniziato a scriverla, sapevamo che questa canzone avrebbe dovuto essere il singolo di questo album; lo era ancora prima di essere registrata.

Unknown Danger: Ragazzi voi siete giovani, non è così? Quanti anni avete?
Olof: Siamo tra i 23 e i 26 anni.

Unknown Danger: Quindi quali sono le ragioni che vi hanno spinto a prendere ispirazione dalle bands degli anni ottanta?
Olof: Per me, ha a che fare con il trasmettere, con lo scrivere la musica in maniera onesta.
Jonas: Non puoi scegliere la tua ispirazione. Era la musica che ascoltavamo da molto tempo e per noi è la migliore. Ci si ispira sempre a quello che si ritiene il meglio.

Unknown Danger: Cosa ne pensate della musica più recente?
Olof: beh, esiste musica sia buona che meno buona, come sempre. È difficile individuare con precisione quale sia quella buona, ma penso che lo sia quando ci sono idee e concetti genuini. Questo è quello che apprezzo, mentre non apprezzo le bands che si copiano tra di loro, che pretendono di essere quello che non sono. C'è sempre questo genere di persone in giro.

Unknown Danger: Pensi che sia un problema dovuto alle pressioni esercitate sui gruppi dalle case discografiche?
Olof: Non so come il music business possa influenzare le altre bands. Per noi, semplicemente non influenza niente. Facciamo solo quello che vogliamo, quando vogliamo, è una sorta di pensiero basilare dietro al nostro gruppo.

Unknown Danger: Cosa ne pensate invece dei gruppi storici che ancora oggi sono al lavoro su nuovo materiale?
Olof: Anche in questo caso, alcuni sono buoni, altri no. Intendo dire, va bene finché si ha un'idea chiara di quello che si vuole fare e non è solamente un fare qualcosa. Le ultime cose degli Angel Witch sono decisamente un ottimo esempio di una vecchia band che scrive ancora buona musica; puoi sentire che hanno grandi idee e sanno cosa vogliono fare, anziché...
Jonas: … far uscire un album e basta.
Olof: Sì, ci sono molte bands storiche che invece hanno questo atteggiamento e non è una bella cosa. Puoi vedere quando iniziano a perdere le idee.

Unknown Danger: Bene, questa era la mia ultima domanda. Volete dire qualcos'altro ai fans che vi seguono?
Olof: (silenzio, ndr) Ahm... Non saprei. È sempre la domanda più difficile... (il silenzio prosegue e inizia a farsi imbarazzante, ndr)

Unknown Danger: Raccontateci almeno cosa avete intenzione di fare nei prossimi mesi; una volta finito il tour pensate di iniziare a lavorare su qualcosa di nuovo?
Olof: Per ora i piani sono quelli di rimanere in tour il più a lungo possibile. Quindi penso che ci rivedremo in Italia appena si presenterà l'occasione.

Unknown Danger: Bene, grazie mille.
Olof e Jonas: Grazie a te.



Cristiano
Lunedì 11 Marzo 2013, 11.53.00
3
L'album si lascia ascoltare molto bene, però queste affermazioni mi sembrano un po' altisonanti
Sleepwaker
Domenica 10 Marzo 2013, 17.11.18
2
visto che mi sono perso il loro concerto con gli Angel Witch, spero che tornino presto a suonare da queste parti
Lizard
Lunedì 4 Marzo 2013, 15.29.05
1
Quanto sono timidi questi svedesoni
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Enforcer, frammento di Death By Fire
RECENSIONI
81
72
75
70
ARTICOLI
05/04/2015
Intervista
ENFORCER
A tu per tu con Olof Wikstrand
03/03/2013
Intervista
ENFORCER
Abbiamo creato qualcosa di totale!!
17/02/2013
Live Report
GRAND MAGUS + ANGEL WITCH + ENFORCER + CARONTE
Legend Club, Milano, 13/02/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]