Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
L'Archivio della 'Zine # 10
Clicca per ingrandire
Speed Glue & Shinki - Eve
Clicca per ingrandire
Dust - Dust
Clicca per ingrandire
Shakin Street - Vampire Rock
Clicca per ingrandire
Granicus - Granicus
Clicca per ingrandire
Tiger B. Smith - Tiger Rock
Clicca per ingrandire
The Parlor Mob - And You Were a Crow
Clicca per ingrandire
Heritage - Remorse Code
Clicca per ingrandire
Roxy Blue - Want Some?
Clicca per ingrandire
Ghost - Opus Eponymous
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/01/18
MAGNUM
Lost On The Road To Eternity

19/01/18
ARKONA
Khram

19/01/18
UNSHINE
Astrala

19/01/18
FACELESS BURIAL
Grotesque Miscreation

19/01/18
WALKING PAPERS
WP2

19/01/18
OF MICE & MEN
Defy

19/01/18
XENOSIS
Devour and Birth

19/01/18
RISE OF AVERNUS
Eigengrau

19/01/18
VERHEERER
Maltrér

19/01/18
DEATHLESS LEGACY
Rituals of Black Magic

CONCERTI

20/01/18
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO + HAMNESIA + LA STANZA DI IRIS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

20/01/18
FATES WARNING + METHODICA
LEGEND CLUB - MILANO

20/01/18
VEXOVOID + EXPLORER + SHENANIGANS
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

20/01/18
AMRAAM + A TASTE OF FEAR + TRACTORS
ALVARADO STREET - ROMA

20/01/18
SAIL AWAY + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

20/01/18
RAW POWER + TRUTH STARTS IN LIES
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

20/01/18
ALEA JACTA + METHEDRAS + CRUENTATOR
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

21/01/18
FATES WARNING + METHODICA
ORION - CIAMPINO (RM)

21/01/18
ASTRAL FIRE + STINS
BIRRERIA HB - PISTOIA

23/01/18
ACCEPT + NIGHT DEMON + IN.SI.DIA
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE - # 10 - Dust, The Parlor Mob, Heritage, Abattoir, Clientelle, Graveyard ed altre strane genti.
23/04/2013 (1756 letture)
Altro trimestre, altro giro de L’Archivio Della ‘Zine, anche stavolta all’insegna del recupero di certi gruppi decisamente particolari, stavolta incentrati in buona parte nei settori hard rock ed heavy metal. Alcuni sono nomi noti ai veri appassionati, altri sono da autentici specialisti. Il tutto sempre all’insegna dello spirito di servizio nei confronti di voi lettori, incitandovi ancora una volta a discutere con noi delle scelte relative alla rubrica e delle eventuali scoperte da parte vostra di nuove band tramite questa. Anche stavolta l’arco temporale coperto è molto ampio, e spazia dal decennio dei 70’s fino ad anni recenti.
Buona lettura.

Cominciamo con del buon psych rock d’annata made in Japan:
Speed Glue & Shinki - Eve
Gli Speed, Glue & Shinki erano un trio di rock psichedelico formato nel 1970 dal giovane chitarrista Shinki Chen (Foodbrain, Shinki Chen & Friends) e dall’allora facoltoso presidente di Polydor Records, Ikuzo Orita, che aveva prodotto in passato un disco che era valso a Chen il soprannome -per alcuni piuttosto generoso- di Jimi Hendrix giapponese.

Proseguiamo poi con un blocco riguardante l’hard rock d’annata, ma non solo:
Dust - Dust
Conosciuti dagli appassionati grazie al loro secondo e strepitoso album Hard Attack del 1972, un disco di epic heavy metal creato quando né l’uno né l’altro esistevano ancora, i Dust sono una band che in pochissimo tempo e con appena due album all’attivo, rappresenta una delle ghiottonerie più prelibate per chi è in cerca dei pionieri del movimento metal.

Shakin’ Street - Vampire Rock
Siamo nel 1978 e gli Shakin’ Street riescono a strappare un primo deal discografico alla CBS che li porta alla pubblicazione ufficiale di Vampire Rock, primo album del gruppo. La band fondata dalla carismatica frontwoman Fabienne Shine e dal chitarrista Éric Lévi raggiunse un buon successo nella madre patria

Granicus - Granicus
Ci sono stati musicisti che hanno avuto una carriera artistica brevissima, ma che sono comunque riusciti a lasciare un segno tangibile del loro passaggio. È questo il caso degli americani Granicus formatisi agli inizi dei seventies e che, dopo aver sottoscritto un contratto discografico con la RCA Records, sfornarono nel marzo 1973 l’omonimo debut album per poi inopinatamente sparire nell’oblio più assoluto

Tiger B. Smith - Tiger Rock
I Tiger B. Smith, sebbene il nome possa far pensare al classico gruppo stradaiolo/glam di matrice americana, erano un ensemble di tre ragazzi provenienti dalla Germania ed attivo nei lontani anni 70; influenzati pesantemente dall’imprescindibile Jimi Hendrix, ma anche dagli onnipresenti Black Sabbath e dagli Hawkwind

The Parlor Mob - And You Were a Crow
Ciò che caratterizza questa band del New Jersey, The Parlor Mob, sono gli stilemi tipicamente 70’s e la moderna attitudine indie. Al giorno d’oggi, presentarsi come un gruppo nato trenta/quarant’anni in ritardo è sicuramente un atto di coraggio, una sorta di esaltazione dei propri valori nei confronti di una società mainstream della quale non ci si sente parte.

Fatto questo, passiamo al gruppo più consistente di recensioni. Si tratta di una serie di gruppi di ambito heavy e dintorni che vi sottoponiamo di seguito:

Heritage - Remorse Code
Dite la verità: non avete mai neanche immaginato che esistesse una band dal nome Heritage che nel 1982 produsse questa unica testimonianza della propria esistenza, vero? Preceduto dal 7” Strange Place to Be, in effetti questo Remorse Code è la sola uscita discografica realizzata dalla band

Roxy Blue - Want Some?
Un album spettacolare ingiustamente ignorato, una band tosta come borchie d’acciaio cestinata per l’invasione del grunge, tsunami che seppellì ogni cosa eccellente, fatta e pubblicata in quel lasso di tempo. Eppure i Roxy Blue erano davvero grandiosi.

Ghost - Opus Eponymous
Ricordo che, un giorno di un paio di anni fa, mese più, mese meno, stavo bazzicando come di consueto la rete, quando lessi una curiosa notizia riguardante il frontman dei Metallica, James Hetfield: la notizia, per la verità non propriamente degna di essere tramandata ai posteri, riportava che il singer/chitarrista dei Quattro Cavalieri avesse indossato una maglietta di un gruppo metal svedese, chiamato con poca fantasia Ghost.

Abattoir - Vicious Attack
Più vintage di così si muore. I losangelini Abattoir, formatisi nel 1982, si meritano un posto tra i pionieri dello speed metal: il loro debutto, Vicious Attack (1985) è infatti un concentrato di heavy grezzo e martellante, basilare nelle strutture, senza alcun fronzolo e rigorosamente col piede schiacciato sull’acceleratore.

Abattoir - The Only Safe Place
Abattoir... un nome che a molti dirà poco o nulla, che non ha forse lasciato il segno nel metal mondiale, ma che a suo tempo seppe dare alle stampe due dischi assolutamente da non buttare via, il debut Vicious Attack e il qui presente The Only Safe Place, ultimo disco in studio della band californiana, partorito in un anno di difficili confronti

Stormtrooper - Armies of the Night
Gli Stormtrooper rappresentano uno dei tanti gruppi che nel mondo musicale hanno brillato di luce propria per un lasso di tempo brevissimo, lasciando, tuttavia, un segno ben tangibile del loro passaggio.

Volbeat - The Strength / The Sound / The Songs
L’immagine di copertina è emblematica: un microfono tipico degli anni Cinquanta, di quelli che ci riportano alla mente la figura di Elvis Presley e delle prime divinità del rock’n’roll. I Volbeat coprono uno spettro sonoro talmente vasto da passare indistintamente da romantiche atmosfere rockabilly a sfuriate thrash metal

Clientelle - Destination Unknown
Lo abbiamo ripetuto infinite volte ed altrettante probabilmente lo faremo, ma molti gruppi finiti nel dimenticatoio e/o mai usciti dall’anonimato quasi assoluto, oggi ricordati solo da una ristretta schiera di cultori di un certo genere, non avevano in realtà nulla da invidiare a quelli posti sotto i riflettori.

Non potevamo ovviamente tralasciare completamente altri tre importanti ed apprezzati settori del metal, molto amati dai nostri lettori. Ecco dunque qualcosa riguardante il thrash o heavy/thrash:

Meliah Rage - Kill to Survive
È sempre stato difficile inquadrare bene la proposta musicale dei Meliah Rage. Costantemente in bilico tra un thrash metal dettato da una violenza sonora invidiabile ed una forte componente heavy, riferibile specialmente a certi riff della coppia Koury/Nichols, ma anche ai numerosi elementi melodici presenti all’interno delle loro composizioni.

Victimizer (DK) - The Final Assault
Come già più volte ricordato in altre occasioni, il mondo della musica non commerciale non è certo costituito solo dai gruppi più noti al grande pubblico, ma piuttosto da una infinita pletora di band di livello medio, medio-basso che suonano in massima parte solo per passione.

Qualcosa di ambito metal-core:

Parkway Drive - Deep Blue
Mai mi sarei aspettata di arrivare a recensire il metal-core.
Eppure glielo devo, glielo devo perché fu lui a gettarmi nell’oceano del metal quando mi fece vedere quella famosa copertina di un album. Era il Once Upon the Cross.
E mi ritrovo oggi a recensire i Parkway Drive, i suoi Parkway Drive.
Sì, te lo devo.


Ed infine un’irrinunciabile puntata nel death:

Graveyard (Spa) - The Altar of Sculpted Skulls
La Svezia: i suoi freddi inverni, la bella Stoccolma, le belle bionde, il death metal e... le tortillas! No, non ho un calo di zuccheri, è solo una premessa per indicarvi subito quello che troverete in questo EP, perché gli spagnoli Graveyard, che con il disco del 2009 One with the Dead hanno deliziato i palati più putrefatti dell’old school death metal di stampo svedese, sono tornati nuovamente sul mercato

Bene, anche per questa volta è quanto. Abbiamo cercato ancora di scovare per voi qualche gioiellino dimenticato e di recuperare qualche disco recente sfuggito nel mare di uscite che affolla il mercato odierno. La nostra speranza è quella di essere riusciti a proporvi qualche nome sconosciuto e/o da rivalutare. Fateci sapere se il nostro scopo è stato raggiunto, noi intanto siamo già al lavoro per la prossima puntata.



Raven
Lunedì 29 Aprile 2013, 22.50.44
16
Infatti. Approfitto per ringraziare pubblicamente Lizard per i ringraziamenti, ma occuparmi del DB è un piacere che divido volentieri con i lettori.
Lizard
Lunedì 29 Aprile 2013, 22.01.29
15
Ma figurati, siamo qui apposta
The Nightcomer
Lunedì 29 Aprile 2013, 21.56.15
14
D'accordo, ora ho compreso bene! Ti ringrazio molto per l'esauriente e gentile risposta e mi scuso nel caso fossi stato un pò pedante (ci tenevo a sapere).
Lizard
Lunedì 29 Aprile 2013, 19.21.00
13
Perché di fatto questa è una rubrica, non una sezione specifica del sito e del database di Metallized. Un conto è dividere la ricerca tra le nuove uscite e la Low Gain, per fare un esempio. Un conto è inserire nel menù una serie di articoli o una rubrica. Sono cose pensate per funzionalità diverse. Infatti, esiste un sottomenù pe gli articoli proprio per ricercare eventualmente i vari Archivi. Sul fatto delle letture e della visibilità, ribadisco quanto detto in precedenza: l'articolo serve a questo e ringrazio molto Raven per l'impegno grazie al quale man mano questo appuntamento sta riscuotendo sempre più successo e attenzione. Non cambia poi molto avere un menù a tendina oppure fare una veloce ricerca tra gli articoli per poi avere a fianco del singolo articolo tutti gli "arretrati" della rubrica
The Nightcomer
Lunedì 29 Aprile 2013, 18.58.19
12
Ok Lizard (grazie per la risposta), l'avevo compreso, ma la mia domanda era un'altra: perché "l'archivio della 'zine" con relativo elenco non compare nel menù a tendina dedicato alle recensioni? Se venisse inserito la visibilità del vostro lavoro ne trarrebbe sicuramente beneficio, invece ora accade che molte di queste recensioni passino quasi del tutto inosservate, contando pochissime letture ed ancor meno commenti.
Lizard
Mercoledì 24 Aprile 2013, 20.58.33
11
The Nightcomer, lo scopo di questi articoli infatti e' proprio quello di dare luce a queste recensioni e renderle piu' facilmente rintracciabili.
The Nightcomer
Mercoledì 24 Aprile 2013, 14.56.43
10
Comunque complimenti per aver riesumato chicche assolute quali i già citati Dust, Clientelle, Heritage, Stormtrooper, Abattoir e Meliah Rage (tutti dischi che ho la fortuna di possedere, ma che se dovessi procurarmi ora ci penserei due volte, visti i prezzi i prezzi di alcuni).
The Nightcomer
Mercoledì 24 Aprile 2013, 14.51.07
9
Senza alcun accento polemico (ci tengo a precisarlo), riporto quanto appena scritto in calce ad una recensione scoperta grazie a questo articolo (Dust): "Mi era sfuggita questa recensione! Se non fosse stato per l'articolo "l'archivio della zine", credo l'avrei persa. Mi chiedo da tempo come mai le recensioni rientranti nell'archivio non compaiono negli elenchi selezionabili con il menù a tendina sotto la voce "recensioni"... In questo modo sono inevitabilmente destinate all'oblio, a meno che ad un lettore non venga l'idea di fare una ricerca specifica digitando il nome della band o dell'album (difficile, soprattutto per chi non conosce certi artisti e le loro releases)". imho è un vero peccato che certi dischi (ed il lavoro fatto dai recensori per questi ultimi) abbiano meno visibilità ed accessibilità rispetto a tutti gli altri; questi ottimi articoli periodici di aggiornamento dedicati all'archivio (per quanto utili e graditi) non sono infatti molto d'aiuto in tal senso.
Raven
Mercoledì 24 Aprile 2013, 14.18.27
8
Ancora una volta lieti di avervi fatto conoscere qualche nome nuovo. Ovviamente sottolineo anche io come i complimenti vadano estesi a tutti i recensori interessati alla rubrica
deedeesonic
Mercoledì 24 Aprile 2013, 13.30.19
7
beh! i Volbeat li ho vsti un paio di volte e ho i loro dischi, gli Heritage li ricordo di nome, così come i Ghost e i Graveyard per il resto buio totale!
anvil
Mercoledì 24 Aprile 2013, 11.12.38
6
Porca miseria qui mi istruisco un pò , non ne conosco una , madoi che ignorate!! ..no aspetta i Ghost li conosco perche bazzico su il sito , complimenti al maestro!!
Andy \\\'71
Mercoledì 24 Aprile 2013, 10.34.20
5
Yesssssssssssssss!Come no!
Arrraya
Mercoledì 24 Aprile 2013, 9.56.59
4
Ma qualcuno di voi si ricorda del bellissimo album degli Znowhite "Act of God" ? con la marcissima Nicole Lee alla voce. Sicuramente penalizzati da una produzione scadente ma comunque un album superdimenticato che meritava.
Andy \\\'71
Mercoledì 24 Aprile 2013, 9.54.52
3
Hm is the law@vero cazzo.....Dimenticanza fù........Sorry!Bravi tutti!Eheheheheh!
hm is the law
Mercoledì 24 Aprile 2013, 9.28.46
2
@ Andy \\\'71: complimenti da estendere ai recensori dei dischi ovviamente oltre che all'estensore dell'articolo
Andy \\\'71
Mercoledì 24 Aprile 2013, 8.53.42
1
Ancora una volta grandissimi complimenti per te Raven,mi hai ricordato anni stupendi con dischi che possiedo ,Roxy Blue,Meliah Rage,Abattoir, Dust,e i più recenti Volbeat e Ghost,e una grande scoperta che non conoscevo i Giapponesi Speed Glue& Shinki!Grazie e ottimo lavoro come sempre!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Abattoir - Vicious Attack
Clicca per ingrandire
Abattoir - The Only Safe Place
Clicca per ingrandire
Stormtrooper - Armies of the Night
Clicca per ingrandire
Volbeat - The Strength / The Sound / The Songs
Clicca per ingrandire
Clientelle - Destination Unknown
Clicca per ingrandire
Meliah Rage - Kill To Survive
Clicca per ingrandire
Victimizer (DK) - The Final Assault
Clicca per ingrandire
Parkway Drive - Deep Blue
Clicca per ingrandire
Graveyard (Spa) - The Altar of Sculpted Skulls
ARTICOLI
31/12/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 28 - Judas Priest, Halestorm, Rival Sons, TT Quick, Goatsodomizers, Lords of Black e tante altre band molto natalizie.
29/09/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 27 - Aerosmith, Genesis, DragonForce, Destroyer 666, NitroVolt, Serpent Ritual e molte altre chicche
30/06/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 26 - The Cult, Megadeth, Hypersonic, Firewind, Helmet, Destroyer 666, Hour of Penance, ma anche...
31/03/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 25 - Silverhead, Galneyrus, Glenn Tipton, Mark Boals, Silvertide, Slade, Twilight Force, ma anche...
31/12/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 24 - Iron Maiden, Rhapsody, Jorn, Exodus, Nasty Savage and many others
30/09/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 23 - Baroness, Godsmack, Volbeat, Ensiferum, Five Finger Death Punch, Sick of it All, Darkthrone, HammerFall e varia umanità.
02/07/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 22 - Def Leppard, Megadeth, Circle II Circle, Iron Maiden, Discharge and many more...
30/03/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 21 - Rainbow, Venom, Van Halen, Megadeth, Grave Digger e...
02/01/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 20 - Savage Grace, Mekong Delta, Halestorm, Domine, Ron Jarzombek, Tad Morose, English Dogs e...
03/10/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 19 - Iron Maiden, Grave Digger, Domine, Amassado, Sleepy Hollow, Marillion...
30/06/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 18 - Morgana Lefay, Axxis, Uli Jon Roth, White Skull, Aborted Fetus e poi...
28/03/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 17 - Gama Bomb, Chastain, Battleaxe, Omen, Pink Cream 69....
27/12/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 16 - Place Vendome, Stryper, Helstar, Shrapnel, Solefald e..
13/09/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 15 - Mercyful Fate, Omen, Exxplorer, Shah, HammerFall, Y&T.....
09/06/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 14 - Rainbow, Pretty Maids, Jorn, Trouble, Raven, Iron Maiden.....
09/03/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 13 - Scorpions, Oliva, Bon Jovi, Megadeth, Grinder e...
18/12/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 12 - Ayreon, Heretic, Hellion, Icon, Vendetta e.....
25/08/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 11 - Royal Hunt, Paradox, Saigon Kick, Malice e......
23/04/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 10 - Dust, The Parlor Mob, Heritage, Abattoir, Clientelle, Graveyard ed altre strane genti.
22/01/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 9 - Corpus, Voivod, Benedictum, Arwen, Isengard, Watchtower e tanti altri
08/10/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 8 - Baton Rouge, Crisis, Endovein, Primal Scream, Vektor, Mad Poltergeist ed altro ancora...
06/07/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 7 - Dark Age, Liege Lord, Marshall Law, Vanir, Waylander e molti altri ancora....
20/03/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 6 - Oz, Dust, Lamb Of God, Deftones, Draugr, Suidakra ed altri ancora...
31/12/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 5 - Oral, Kurnalcool, Believer, Drapsnatt e molti altri ancora...
07/10/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 4 - Samson, Avenger, Laaz Rockit, Nuclear Assault, The Darkness...
27/06/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 3 - Ill NIno, Budgie, Warhorse, Nuclear Assault, Vio-Lence e molti altri...
30/04/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 2 - Balrog, Death Mechanism, Hatred, Fozzy, Living Death e molto altro...
20/07/2009
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 1 - Dai Rush a Satriani, passando per Sepultura, Sentenced e tanti altri...
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]