Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

FOLKSTONE - Porko Rock, Piombino Dese (PD), 31/05/2013
05/06/2013 (2718 letture)
Vi svelo una cosa: questo report non doveva esistere. Quando venerdì 31 maggio ho deciso di andare a vedere i Folkstone a Piombino Dese, ho lasciato carta e penna a casa. Alla fine, di report dei Folkstone su metallized.it ne abbiamo a decine, io stessa ne ho già scritti parecchi, e per una volta volevo godermi la serata senza per forza prestare attenzione alla scaletta, e al suono, e alla risposta del pubblico e tutta questa serie di cose che quando si è in mezzo al pogo si rischia di perdere di vista. Per una volta volevo fare casino senza pensare a niente... ed è quello che ho fatto, per cui mi scuserete se a questo report mancano certi dettagli (e le foto... anche il forografo voleva godersi il concerto senza guardarlo attraverso l'obiettivo). Ma il concerto dei Folkstone al Porko Rock è stato un'esperienza epica e non potevo non parlarne: mi sentivo la coscienza sporca a non far sapere a chi non c'era cosa si è perso (anche se con qualche lacuna...) e a non parlare bene della band e dell'organizzazione che ha permesso una serata come quella del 31!
Dovete sapere che in Veneto dalla primavera in poi si susseguono incessantemente le cosiddette sagre rock, che sono in tutto e per tutto delle sagre solo che al posto del liscio c'è musica rock dal vivo. Praticamente ogni paese in provincia di Padova ne ha una che dura da due a quattro giorni. Sembra bellissimo, peccato che queste sagre rock sono il dominio incontrastato delle cover band: Vasco e Ligabue in testa, seguiti dall'hard rock '80 e dal pop rock, per finire con gruppi tributo di band che qui in Italia conoscono in 5, ma finchè sono cover va bene tutto. Insomma, sono tutte terribili occasioni sprecate: si potrebbe lasciare un po' di spazio alle band emergenti nostrane e far capire alla gente che va a mangiare le salsicce che anche se ti ascolti qualcosa di nuovo non ti esplodono le orecchie. Ma gli organizzatori preferiscono andare sul sicuro e anche questo contribuisce a mantenere la scena musicale italiana saldamente ancorata a 20/30 anni fa. D'altro canto si sa: chi lascia la strada vecchia per la nuova...
E questo è uno dei motivi che mi ha spinto, alla fine, a voler fare questo report del Porko Rock: gli organizzatori hanno fatto la scelta meno consueta e sicuramente più coraggiosa di chiamare quasi esclusivamente band che suonano musica propria, tra cui, appunto, i Folkstone.
Un altro aspetto positivo del Porko Rock è stato il cibo: era quello classico da sagra veneta (gnocchi, pasta, grigliata, polenta, fasioei, patate fritte), con l'aggiunta speciale dell'epico panino "l'anima del porco": una focaccia da 3 etti larga come una pizza, farcita con hamburger, salsicce (il plurale non è un caso), wurstel, formaggio, cipolla, peperoni e funghi. Insomma, valeva la pena di andarci anche solo per mangiare... O giocare a gna-omo con gli amici. Altro lato positivo era la birra, di cui tenevano 3 varietà diverse. La festa si teneva a lato della stazione di Piombino Dese (per la gioia dei teenager ribelli), sotto ad un grande tendone. Il palco si trovava all'esterno, ma per fortuna era coperto, altrimenti oggi non starei scrivendo questo report, dato che quella sera anche la pioggia aveva deciso di venire a vedere il concerto dei Folkstone.
Dopo la mangiata, ci avviciniamo al palco per dare un'occhiata ai Revolution, band di apertura locale che suona thrash metal. Il loro concerto dura però piuttosto poco, perchè viene interrotto da un totale blackout dovuto a problemi ignoti (forse non la pioggia, dato che si sono spenti anche i lampioni del piazzale). La situazione sembra senza speranza, tanto che alcune persone cominciano ad andarsene. Noi stessi probabilmente avremmo iniziato a levare le tende, se non fossimo stati rallentati dalla digestione!
Per fortuna dopo un po' la luce torna ed i Folkstone iniziano a salire sul palco con qualche tecnico. La gente inizia ad avvicinarsi, abbiamo un momento di tregua dalla pioggia e finalmente il concerto inizia. Lore si mostra subito in pienissima forma ed al massimo dell'entusiasmo, probabilmente anche grazie al bicchiere di grappa che brandisce al posto della classica birretta. La gente si scalda subito: c'è meno pogo del solito, forse anche perché a causa del maltempo il pubblico non è eccessivamente numeroso, ma la voglia di partecipare è alle stelle. Inizialmente il suono non è il massimo e certi strumenti si intuiscono più che sentirsi, ma l'intesa con il pubblico è talmente alta che la cosa non disturba affatto la riuscita del concerto. Forse perchè è venerdì, forse perchè i tempi sono più rilassati essendoci stati solo due gruppi a suonare, ma la band sembra particolarmente a suo agio, in particolare Lorenzo che tra un pezzo e l'altro tiene banco con la sua famosa ars oratoria che ha l'effetto di scaldare ulteriormente il pubblico. La scaletta è un po' diversa dal solito (non chiedetemi l'ordine esatto di cos'hanno suonato, non me lo sono scritta e non me lo ricordo), ma non lascia l'amaro in bocca a nessuno e tutti cantano in coro. Grandi assenti Simone Pianetti ed Un'altra volta ancora (il cui spirito alcolico permea comunque tutta la serata) e Con Passo Pesante, in compenso suonano Luppulus in Fabula e Senza Certezze, la nuova Respiro Avido e la cover di Tex. Immancabili ovviamente Folkstone, Anime Dannate, Frerì, Terra Santa (come sempre dedicata a Giovanardi) e Nebbie. Piove a dirotto, ma ce ne freghiamo e continuiamo a saltare ed urlare sotto alla pioggia. Lore inebriato dall'entusiasmo del pubblico continuava a dire "Ma voi non siete del tutto a posto... Però se non siete stanchi noi vi facciamo un altro pezzo!", e così continuano per buoni quattro o cinque brani "extra", finchè non arriva la comunicazione che il mixer si sta bagnando e che devono interrompere. Ma è qui che comincia il più bello: la band è ancora carica è non ha intenzione di smettere (Lorenzo in primis). Prendono le cornamuse, parte della batteria, ed andiamo tutti assieme sotto al tendone, dove ha inizio il delirio: i Folkstone sfoderano il loro repertorio acustico ed il pogo impazza: schiacciati tra i tavoli ed il bancone, gente di tutte le età ed i sessi inizia a saltare e spingersi, innaffiandosi di birra. Una scena bellissima!
La festa finisce con quattro chiacchiere tra amici, qualche saluto e due parole con qualcuno della band. Torniamo a casa stanchi e soddisfatti. Il giorno dopo, mi sveglio con tutti gli acciacchi del mondo: voce assente, orecchie che fischiano, lividi qua e là e tutti i muscoli del corpo indolenziti. Ma ne è valsa la pena, questo sì che è un concerto! Grazie ai Folkstone e a Porko Rock per la serata indimenticabile!



Morte
Domenica 23 Giugno 2013, 10.49.13
3
Lunga vita ai Folkstone.artisti capaci di suonare tutto il concerto con il sorriso.li ho visti dal vivo per la prima violta pochi giorni fa a s.giovanni di casarsa,già amavo la loro musica,ora mi hanno conquistato con la loro attitudine spontanea dal vivo.voto 100 con lode,bacio accademico e pacca sulla spalla.sono dei grandi
giottofolk
Sabato 8 Giugno 2013, 19.08.46
2
Alla faccia di tutta la sfiga che aleggiava nei dintorni anche in questa occasione il concerto dei Folkstone è stato, come del resto tutti quelli precedenti, da RICORDARE. Onore al pubblico presente che nonostante tutto è rimasto a cantare sotto il palco giustamente ricompensato dal finale in acustico. "...spezza i chiodi vinci la normalità..."
Benji
Mercoledì 5 Giugno 2013, 0.42.01
1
si fò di strass.... grandi Folkstone e grande kara
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina dell'evento
RECENSIONI
78
75
s.v.
79
75
ARTICOLI
08/11/2017
Live Report
FOLKSTONE
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 04/11/2017
08/07/2015
Live Report
FOLKSTONE
AstiMusica, Asti, 03/07/2015
30/11/2014
Intervista
FOLKSTONE
Parla Lorenzo
27/11/2014
Live Report
FOLKSTONE
Area Exp, Cerea (VR), 22/11/2014
05/06/2013
Live Report
FOLKSTONE
Porko Rock, Piombino Dese (PD), 31/05/2013
08/11/2012
Live Report
FOLKSTONE
Palacover, Villafranca (VR), 03/11/2012
21/04/2012
Intervista
FOLKSTONE
Il sottile confine tra il folk ed il metal
03/04/2012
Live Report
FOLKSTONE + LOU QUINSE
Teatro Le Serre, Grugliasco (TO), 24/03/2012
27/09/2011
Intervista
FOLKSTONE
Follia tra alpi, birre e cornamuse
12/04/2011
Live Report
ELVENKING + FOLKSTONE + BURNING BLACK
People Club, 09/04/2011, Vicenza
22/03/2011
Live Report
FOLKSTONE + MATER DEA
Live Club, Trezzo Sull'Adda (MI), 18/03/2011
24/11/2010
Live Report
FOLKSTONE + NOUMENO
Blackout, Roma, 20/11/2010
10/03/2010
Live Report
FOLKSTONE + LOU QUINSE + HERJAN
Condannati al Metallo
08/02/2010
Articolo
FOLKSTONE
Lo Studio Report: Damnati Ad Metalla
13/11/2009
Live Report
FOLKSTONE + DEATH ARMY + FUROR GALLICO
Il concerto di Halloween
06/10/2009
Live Report
TMF ON THE ROAD: FINNTROLL + FOLKSTONE
Morte, Folklore e Metallo!
12/08/2009
Intervista
FOLKSTONE
Parlano Roby e Andrea
12/08/2008
Live Report
FOLKSTONE
La Fiesta Pagana con i Mago de Oz
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]