Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
HATEFUL
Set Forever on Me

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
BLAZON RITE
Dulce Bellum Inexpertis E.P. (Ristampa)

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

AUTOPSY - Una chiacchierata con i Signori dell'Oscurità
17/09/2013 (1788 letture)
Attivi fin dagli albori del genere, gli Autopsy dopo una lunga assenza sono tornati a calcare le scene. La loro miscela di death e doom pervade ancora oggi i padiglioni auricolari di una folta schiera di metallari. Abbiamo avuto l'occasione di parlare con Chris Reifert, fondatore della band. L'intervista verrà presentata sia nella versione italiana, che in quella originale.


VERSIONE ITALIANA
(Scroll Down for the English Version)

Enrico: Ciao Chris, benvenuto su Metallized.it. È un piacere per me avere l'occasione di porti qualche domanda a riguardo degli Autopsy e del vostro ultimo album, The Headless Ritual, che ho recentemente recensito. Chi sono gli Autopsy del 2013 e dove vogliono andare? Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati di raggiungere?
Chris: Gli Autopsy del 2013 sono gli stessi di sempre. Il nostro solito obiettivo è quello di estrapolare dal profondo delle nostre orribili anime il più sbudellante, disturbante e serpeggiante death metal.

Enrico: Sono passati molti anni tra Shitfun e Macabre Eternal. Qual è stata la causa del vostro temporaneo scioglimento e perchè avete deciso di tornare in azione dopo così tanto tempo?
Chris: Ci siamo separati a causa del disastroso tour negli USA del 1993; poi siamo tornati insieme per profanare il palco del Maryland Death Fest, e quell'esibizione poi si trasformò in qualcosa di più.

Enrico: Cos'è cambiato nel vostro stile o nel vostro modo di comporre musica dai primi album?
Chris: In pratica facciamo quello che ci viene meglio, cioè suonare death metal, come dicevo prima. Come abbiamo fatto dagli inizi e come facciamo ora.

Enrico: Cosa ne pensi dell'attuale scena metal e del music business? Pensi sia meglio o peggio rispetto a quando avete iniziato?
Chris: Direi che la scena metal oggi è più grande che mai, e le cose si muovono più velocemente grazie ad Internet, ma comunque le emozioni che la gente prova quando ascolta metal sono sempre le stesse.
In ogni caso, la scena è più forte che mai, e questa è una gran cosa a parer mio.

Enrico: Parliamo del vostro ultimo lavoro, The Headless Ritual. Cosa mi puoi dire a riguardo?
Chris: É un disco Autopsy, che altro posso dire? Sentiamo che questo è il meglio che possiamo fare ora, che è la stessa cosa che sentiamo ogni volta che registriamo un album. È potente, oscuro e dirompente... che altro volete?

Enrico: In tempi dove i contratti non durano molto, fa strano ed allo stesso tempo è bello vedere che avete ancora uno stretto legame con la Peaceville Records. Quanto è stata ed è importante questa etichetta per gli Autopsy?
Chris: Sì, è una cosa assurda pensare che sono 25 anni che stiamo con la Peaceville. Abbiamo un grandissimo rapporto da sempre con loro, e continueremo ad averlo. Siamo entusiasti l'uno dell'altra.

Enrico: Durante l'inattività degli Autopsy, che esperienze musicali hanno vissuto i vari componenti?
Chris: Danny, Joe ed io abbiamo portato avanti gli Abscess per alcuni anni, assieme ad altri piccoli progetti, ed Eric è stato nei Funeral per un po'.

Enrico: Ascolti qualcosa d'altro oltre al metal? C'è un artista con il quale ti piacerebbe suonare?
Chris: Ascolto tonnellate di musica, metal ed altro... qualsiasi cosa che incontri il mio stato d'animo in quel momento. Solitamente sono sempre troppo impegnato con le attività degli Autopsy per pensare di suonare con qualcun'altro.

Enrico: Due album in tre anni dimostrano che alla fine avete deciso di tornare stabilmente e lavorare duro. Avete già delle idee per un nuovo album?
Chris: Ci son sempre delle idee che fermentano… tenetevi pronti per ciò che verrà!

Enrico: I fan italiani potranno vedere presto gli Autopsy nel loro Paese?
Chris: Non posso dirlo con certezza ora. Non sembra che quest'anno riusciremo a venire oltreoceano, ma il prossimo anno le cose potrebbero essere diverse. Tenete occhi ed orecchie aperte!

Enrico: L'intervista è terminata, ti ringrazio per la disponibilità!
Chris: Grazie a voi per il vostro supporto. In bocca al lupo... Ciao!



ENGLISH VERSION

Enrico: Hi Chris, welcome to Metallized.it! After having reviewed your last album The Headless Ritual, it is a pleasure for me to have the opportunity to ask you some questions about it and, more in general, about your relevant past. Who are Autopsy in 2013, and where they want to go? What are the aims do you want to pursue?
Chris: Autopsy is still Autopsy in 2013 just like any other year. We still aim to make the most gutwrenching, brain imploding, intestine twisting death metal that we can scrape out of the depths of our horrific souls.

Enrico: Many years passed between Shitfun and Macabre Eternal. Why did you decide to come back in action after such a long time and what is the reason of your temporary absence from the scene?
Chris: We broke up originally because of the disastrous US tour in '93 and got back together to desecrate the stage at Maryland Death Fest which turned into so much more.

Enrico: What did it change in your sound or in your way to compose music from early albums?
Chris: We pretty much stick with what we do best which is to play death metal, like I said above. That's how it was then and that's how it is now.

Enrico: What do you think about the current metal scene and about the current music market? Do you think it's better or worse than when you started?
Chris: The metal scene is much bigger than it ever was and things move much quicker with the Internet, but otherwise the feelings people get when they hear this music is the same I'd say. Overall, things are stronger than ever which is great by me of course.

Enrico: Let’s talk about your last work, The Headless Ritual. What can you tell us about it?
Chris: It's an Autopsy record, what can I say? We feel it's our best yet, which is how we feel every time we make a record. It's heavy, dark and crushing... what else do you want?

Enrico: In times where contracts don't last too much, it's strange and beautiful to see that you have still continued to maintain a strict relationship with Peaceville Records. How important this label is (and has been) for Autopsy?
Chris: Yeah, it's crazy to think it's been 25 years since we signed with Peaceville. We've had a great relationship with them and continue to do so. We're all crazy together!

Enrico: During your inactivity, what musical experiences have the four members of Autopsy made?
Chris: Danny, Joe and myself did Abscess for many years as well as a few projects and Eric did Funeral for a while.

Enrico: Do you listen something else instead of metal? Is there any musician would you like to play with?
Chris: I listen to tons of music, metal and otherwise... whatever fits my mood at the time. As for playing with other people I'm usually too busy with Autopsy activities to think of anything like that.

Enrico: Two albums in three years denote that you have finally decided to definitely come back and work hard on your project. Have you already got some ideas about a new album?
Chris: There's always ideas brewing... just brace yourself for whatever's next!

Enrico: Will Italian fans see Autopsy in Italy soon?
Chris: I can't really say right now. It doesn't look like we're going overseas this year but next year could be a different story. Keep your eyes and ears peeled!

Enrico: Many thanks for your availability!
Chris: Thanks a lot for the time and support. All the best to you... Cheers!



Almetallo
Martedì 17 Settembre 2013, 13.03.32
4
Cavolo questo volta avete beccato un pezzo grosso del Metal grandi !
The Preacher
Martedì 17 Settembre 2013, 12.32.12
3
Che chiacchierone il vecchio Chris
FABRYZ
Martedì 17 Settembre 2013, 11.11.50
2
Loro sono bravi,ma l intervista non dice niente..la loquacita' non e' di casa autopsy,meno male che almeno i cd fanno la loro parte alla grande
Third Eye
Martedì 17 Settembre 2013, 9.42.30
1
Band superlativa a cui guardare con rispetto ed ammirazione, conoscono il significato di parole quali "onestà" e "attitudine" e continuano imperterriti a suonare musica marcia fino al midollo. Molti gruppi di oggi (ma non solo) dovrebbero solo prendere esempio da questi signori.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
AUTOPSY - L'intervista
RECENSIONI
80
72
85
75
95
90
ARTICOLI
14/04/2014
Intervista
AUTOPSY
Seguendo l'emozione
17/09/2013
Intervista
AUTOPSY
Una chiacchierata con i Signori dell'Oscurità
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]