Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

A Perfect Circle
Eat the Elephant
Demo

Arch Echo
Arch Echo
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/04/18
AETRANOK
Kingdoms Of The Black Sepulcher

27/04/18
SINK THE SHIP
Persevere

27/04/18
SAATE
The Conjouring

27/04/18
DISCOMFORT
Fear

27/04/18
MIDAS FALL
Evaporate

27/04/18
DRAKKAR
Cold Winters Night

27/04/18
BLOOD TSUNAMI
Grave Condition

27/04/18
SPITEFUEL
Dreamworld Collapse

27/04/18
CIRCLE OF SILENCE
The Crimson Throne

27/04/18
GRA
Väsen

CONCERTI

26/04/18
DARK TRANQUILLITY + EQUILIBRIUM + BLACK THERAPY + MIRACLE FLAIR
ZONA ROVERI - BOLOGNA

26/04/18
ENSIFERUM + EX DEO
LIVE CLUB - TREZZO SULL’ADDA (MI)

26/04/18
SPOIL ENGINE + LOSTAIR
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

26/04/18
DEE CALHOUN + LOUIS STRACHAN
BLUE ROSE CLUB - BRESSO (MI)

26/04/18
GOATH + PRISON OF MIRRORS DEVOID OF THOUGHT
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

27/04/18
TEMPERANCE - Release Party
OFFICINE SONORE - VERCELLI

27/04/18
ENSIFERUM + EX DEO - ANNULLATO!
HIROSHIMA MON AMOUR - TORINO

27/04/18
IRON SAVIOR + DRAKKAR + AIRBORN + BLACK PHANTOM
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

27/04/18
WEEDEATER
KRAKEN - MILANO

27/04/18
AXEVYPER + GUESTS
EXENZIA - PRATO

L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE - # 12 - Ayreon, Heretic, Hellion, Icon, Vendetta e.....
18/12/2013 (1913 letture)
Siamo quasi a Natale ma, invece di rallentare il ritmo e dedicarsi solo alla normale amministrazione in attesa delle feste vere e proprie, Metallized schiaccia ulteriormente sull'acceleratore, con una massiccia dose di album dei più vari generi da scoprire o riscoprire, recensiti per voi. Non vi resta che prendere una fetta di panettone, uno o più bicchieri di spumante e rilassarvi davanti allo schermo; buona lettura.

DI UNA PICCOLA NOVITA'
Dodicesimo "giro" di scritti inseriti direttamente in data base e piccola, ma importante novità per questa rubrica. Oltre al consueto recupero ed alla valorizzazione di un patrimonio musicale dimenticato a causa dello scorrere del tempo, o comunque non passato direttamente dalla nostra home, a partire da questa puntata vi segnaleremo anche alcune recensioni già presenti, ma che abbiamo provveduto a riscrivere in quanto non in linea con i nostri consueti standard qualitativi. Sperando che apprezziate i nostri sempre più massicci sforzi per fornirvi un servizio all'altezza delle aspettative, ecco dunque la lista dei nuovi gruppi che potete ora trovare a vostra disposizione. Cominciamo, come di consueto, con un po' di hard rock in varie salse:

Road - Road
Una meteora. Non si potrebbe trovare un termine più calzante per definire i Road. Nati e morti nel corso del 1972, sono comunque riusciti a lasciare qualcosa di sé durante la loro breve vita, il loro primo e unico album omonimo.

Bad Axe - Bad Axe
Gli anni 70, non diversamente da oggi, se non per la differenza in numeri, hanno rappresentato il proliferare di tantissime band destinate a durare pochi anni ed ancor meno dischi, finendo inesorabilmente nel dimenticatoio o ad appannaggio di pochi appassionati e collezionisti.

Icon - Icon
Prodotto da Mike Varney e Dan Wexler, ecco l'esordio della band proveniente dall'Arizona. Il gruppo inizia la carriera sotto il nome di The Schoolboys a Phoenix, ma muta appellativo in Icon appena firmato il contratto con la Capitol Records, dopo essere stato scoperto dal titolare della Shrapnel Records.

Marseille - Unfinished Business
Alzi la mano chi, vedendo per caso una puntata del famoso programma televisivo Art Attack, non è rimasto stupito almeno una volta dall'incredibile estro creativo di colui che, nell'edizione italiana, occupava alcuni minuti del programma per mettere in mostra uno dei suoi attacchi d'arte con tutti gli oggetti che poteva avere a portata di mano nella location prestabilita.

Dopo questo antipasto, passiamo quindi, nel segno della continuità temporale, ad un blocco di recensioni dedicato all'heavy più classico:

Witchfynde - Cloak & Dagger
Eroi misconosciuti della NWOBHM, i Witchfynde sono a tutti gli effetti uno dei primissimi gruppi dell'ondata, data la loro fondazione originaria nel 1974, a cui seguirono diversi cambi di formazione che portarono poi nel 1979 alle registrazioni per il debut album Give ‘em Hell, uscito nel 1980.

Upper Echelon - Surface Tension
Di ottimi lavori passati in sordina ve ne sono stati parecchi, in modo particolare negli anni 80, ed è proprio questo il caso di Surface Tension , album dei semi sconosciuti Upper Echelon. Ritrovarne una copia risulta difficilissimo, tuttavia ciò non va ad intaccare l'ottima qualità che pervade i circa venti minuti di durata dell'EP.

Hellion - Screams in the Night
Dopo l'esordio sulla corta distanza, l'allontanamento dal gruppo (vedi relativo articolo della serie Donne Rocciose) a causa dell'atteggiamento maschilista dei suoi primi "compari" nei confronti della donna come cantante metal, salvo poi fare una figura barbina rimanendo senza nemmeno i diritti sul moniker, gli Hellion arrivano nel 1987 ad incidere un album vero e proprio

Tyran` Pace - Long Live Metal
Long Live Metal, pubblicato nel 1985, è il secondo disco dei teutonici Tyran' Pace che segue cronologicamente il pregevole Eye to Eye uscito l'anno prima. La band, capitanata dal giovanissimo singer Ralf Scheepers (Gamma Ray, F.B.I., Primal Fear)

Crying Steel - Crying Steel
Inseriti a pieno merito tra i pionieri dell'heavy metal made in Italy, i bolognesi Crying Steel non hanno purtroppo avuto il successo sperato e ad oggi contano appena tre studio album pubblicati tra il 1987 e il 2013, più vari demo

Ancillotti - Down This Road Together
L'iconico singer della Strana Officina, il corpulento Bud Ancillotti, non è un tipo a cui piace stare con le mani in mano. Ecco dunque che, dopo la band madre ed i suoi Bud Tribe, porta in scena anche gli Ancillotti

Dopo questa mini scorpacciata heavy, il passo più naturale è passare al power, del quale vi proponiamo le seguenti recensioni, comprendenti anche la prima di quelle rifatte ex novo, ossia quella dei Mesmerize:

Centaur - Power World
Formazione tedesca di culto, discretamente popolare in terra iberica e nelle lande nipponiche, i Centaur appartengono a quella cerchia di band che non ce l'hanno fatta per un pelo, finendo nel dimenticatoio nonostante all'epoca ogni qualsivoglia esponente del settore venisse incensato ed osannato dalla stampa specializzata.

Chroming Rose - Louise XIV
Gli anni Novanta hanno rappresentato una sorta di periodo aureo per il power metal, che dalla scintilla tedesca si è evoluto in molteplici direzioni, a seconda dell'interpretazione più o meno sinfonica che le band hanno voluto dargli.

Mesmerize - Tales of Wonder
Un esordio atteso dieci anni: se si volesse individuare un titolo a effetto per sintetizzare Tales of Wonder, opera prima dei nostrani Mesmerize, non potrebbe essere che questo. I cinque lombardi si fanno alfieri di un heavy/power molto arioso e ottantiano, costruito su riff esplosivi e linee vocali positive, quasi sognanti.

Galderia - The Universality
I Galderia sono una band originaria di Marsiglia formatasi nel 2006 che, dopo due EP ed altrettanti full length pubblicati in regime di autoproduzione, è riuscita finalmente a sottoscrivere un importante contratto discografico con la label canadese Metalodic Records.

Sempre molto attese, poi, le recensioni di ambito thrash, stabilmente uno dei generi più seguiti dell'intera scena. Ecco cosa abbiamo recuperato per voi:

Thrashless - Awaiting Rebirth
Non sempre è necessario possedere una tecnica da virtuosi o comporre canzoni intricate per generare piacere ed energia. I Thrashless lo sanno bene e col loro moniker spigoloso - indicativo del genere suonato - rilasciano il loro esordio autoprodotto.

Heretic - Breaking Point
Delle band simbolo del metal ottantiano conosciamo tutto, ma proprio tutto: demo, full length, live album. Nella falange oplitica che queste capitanavano, però, vi erano tante realtà valorose che si sono perse in battaglia, subito o quasi, definitivamente o soltanto per qualche tempo. Come gli Heretic.

Minkions - Distorted Pictures from Distorted Reality
La realtà di questa band dal nome tanto geniale quanto curioso nasce a Padova nell'estate del 2006, ad opera di Thrashard e Umbe, rispettivamente voce e chitarra del progetto. Già dalla copertina, dalla scelta dei titoli dei brani e dalla foto posta sul retro del disco ci rendiamo conto di trovarci di fronte a una di quelle band che fanno del loro stile un thrash grezzo e ignorante.

Headhunter - Parody of Life
Il thrash tedesco alle spalle della Triade non ha mai lesinato prodotti di livello notevole, passati quasi in secondo piano a causa dell'ingiusta superficialità dei media specializzati. Nel grandissimo calderone di band che avrebbero meritato di più vi sono anche gli Headhunter.

Thy Gate Beyond - Enemy at the Gates
Con Enemy at the Gates, i Thy Gate Beyond festeggiano i dieci anni dall'esordio discografico (The Power to Thrash, 2003) e realizzano il loro terzo full length ufficiale. La band di Pescara, che ha all'attivo anche tre demo, si rivelerà purtroppo non ancora pronta al salto di qualità.

Vendetta (GER) - Brain Damage
I bavaresi Vendetta rappresentano una di quelle entità underground imprescindibili, la classica band che non ce l'ha fatta per un pelo. Fieramente arroccata sulle proprie visioni di estrema sinistra -evidenti anche nei testi- la formazione europea ha incarnato lo spirito del thrash metal germanico con un piglio tutto personale.

Spostiamoci velocemente nel settore prog-metal, dove ci imbattiamo nella seconda recensione rifatta, ossia quella di The Human Equation degli Ayreon

Ayreon - The Human Equation
The Human Equation è un capolavoro. Cosa avvalora questa tesi? Tanti, tantissimi elementi; il più importante è forse il tempo. Valutare un disco come questo nel 2013 pone chi deve recensire davanti a un'opera ormai passata alla storia e saldamente inscritta nel monumento al progressive metal.

Infine, andiamo a chiudere il nostro resoconto con l'ultimo inserimento, appartente al settore death:

Devolved - Reprisal
Se un gruppo decide di modificare innumerevoli volte la propria line-up, rimanendo con solo il batterista come membro originale, un perché ci sarà, giusto? Se in più un gruppo decide di voler compiere cambi di line-up, lo fa per cercare di modellare il proprio suono e portarlo sempre più vicino a quella che è l'idea di perfezione seguendo un pensiero singolare, giusto?

UN SODDISFACENTE BILANCIO
Per il 2013 questo è quanto. La rubrica L'Archivio della 'Zine vi da appuntamento al 2014, con tante nuove recensioni da leggere e con un bilancio per l'anno ancora in corso che parla di sessantadue nuovi scritti inseriti fino a questo momento nel nostro data base (non tutti, a loro volta, citati in questo articolo, ma che troveranno spazio nel successivo), con una media di oltre cinque al mese, superiore a quella preventivata inizialmente. Sperando di avere sempre il vostro conforto nelle letture anche di questo materiale extra messovi a disposizione, non mi rimane che rinnovare l'appuntamento di cui sopra a voi "lettori-azionisti", probabilmente a Marzo, sempre nel segno del metal annidato nelle pieghe più recondite di Metallized.



Raven
Giovedì 19 Dicembre 2013, 9.40.59
10
In realtà io sono solo colui il quale ha il compito di segnalare alla vostra attenzione, un lavoro che è a carico di molti. Estendo quindi il tuo "grande" a tutti i colleghi coinvolti nella pianificazione e nella redazione delle recensioni data base e ti ringrazio per il tuo apprezzamento
AL
Giovedì 19 Dicembre 2013, 9.26.42
9
grande Raven! occuparsi di band meno conosciute o finite nel dimenticatoio è ottimo per allargare la propria cultura metal. anche qui mi ritrovo ad aver ascoltato un terzo delle band.. quindi altra carne al fuoco!! )
Raven
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 23.19.34
8
un momento, parliamo di recensioni fatte quando i ciriteri qualitativi della webzine non erano ancora quelli che conoscete, non di rifare tutte quelle che non condividete
Steelminded
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 23.06.45
7
Heaven and Hell e poi, con un grado d'urgenza leggermente inferiore, Blood of the Nations
Raven
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 21.55.32
6
Cosa??? Ma è già rifatta..
jek
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 20.49.55
5
Ottima sfornata di noti (pochi) e sconosciuti (molti) gruppi "minori". Tutta grassa cultura. Interessante anche la riscrittura di alcune recensioni (spero un domani anche di heaven and heell , tu Raven sai ). Grandi.
lux chaos
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 16.52.13
4
Siete i soliti grandi...grazie p.s. che bastonata agli Icon, lo riascolterò, e mi ero perso tutta la bagarre sotto quella rece:
Fiery Phoenix
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 12.25.30
3
Grazie, i risultati dei vostri sforzi sono assolutamente graditi, e siccome certamente non sono dovuti incontrano la mia stima.
Raven
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 12.13.12
2
E di questa attenzione noi ti ringraziamo.
The Nightcomer
Mercoledì 18 Dicembre 2013, 0.50.25
1
Il conforto da parte mia, trattando titoli come quelli sovente menzionati in questa sede, lo avrete sicuramente, nonostante non mi trovi sempre d'accordo su valutazioni e giudizi (ma questo è assolutamente normale). Trovare qualcuno che si occupi di simili proposte musicali in tempi come questi, in cui pare non ci sia più interesse per approfondimenti sui medesimi (comprensibilmente, per certi aspetti), è davvero notevole e non può che far piacere.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
31/03/2018
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 29 - Metallica, Pink Floyd, Sanctuary, Ten, Anvil, Power Trip, Havok e tanto altro
31/12/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 28 - Judas Priest, Halestorm, Rival Sons, TT Quick, Goatsodomizers, Lords of Black e tante altre band molto natalizie.
29/09/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 27 - Aerosmith, Genesis, DragonForce, Destroyer 666, NitroVolt, Serpent Ritual e molte altre chicche
30/06/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 26 - The Cult, Megadeth, Hypersonic, Firewind, Helmet, Destroyer 666, Hour of Penance, ma anche...
31/03/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 25 - Silverhead, Galneyrus, Glenn Tipton, Mark Boals, Silvertide, Slade, Twilight Force, ma anche...
31/12/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 24 - Iron Maiden, Rhapsody, Jorn, Exodus, Nasty Savage and many others
30/09/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 23 - Baroness, Godsmack, Volbeat, Ensiferum, Five Finger Death Punch, Sick of it All, Darkthrone, HammerFall e varia umanità.
02/07/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 22 - Def Leppard, Megadeth, Circle II Circle, Iron Maiden, Discharge and many more...
30/03/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 21 - Rainbow, Venom, Van Halen, Megadeth, Grave Digger e...
02/01/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 20 - Savage Grace, Mekong Delta, Halestorm, Domine, Ron Jarzombek, Tad Morose, English Dogs e...
03/10/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 19 - Iron Maiden, Grave Digger, Domine, Amassado, Sleepy Hollow, Marillion...
30/06/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 18 - Morgana Lefay, Axxis, Uli Jon Roth, White Skull, Aborted Fetus e poi...
28/03/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 17 - Gama Bomb, Chastain, Battleaxe, Omen, Pink Cream 69....
27/12/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 16 - Place Vendome, Stryper, Helstar, Shrapnel, Solefald e..
13/09/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 15 - Mercyful Fate, Omen, Exxplorer, Shah, HammerFall, Y&T.....
09/06/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 14 - Rainbow, Pretty Maids, Jorn, Trouble, Raven, Iron Maiden.....
09/03/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 13 - Scorpions, Oliva, Bon Jovi, Megadeth, Grinder e...
18/12/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 12 - Ayreon, Heretic, Hellion, Icon, Vendetta e.....
25/08/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 11 - Royal Hunt, Paradox, Saigon Kick, Malice e......
23/04/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 10 - Dust, The Parlor Mob, Heritage, Abattoir, Clientelle, Graveyard ed altre strane genti.
22/01/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 9 - Corpus, Voivod, Benedictum, Arwen, Isengard, Watchtower e tanti altri
08/10/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 8 - Baton Rouge, Crisis, Endovein, Primal Scream, Vektor, Mad Poltergeist ed altro ancora...
06/07/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 7 - Dark Age, Liege Lord, Marshall Law, Vanir, Waylander e molti altri ancora....
20/03/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 6 - Oz, Dust, Lamb Of God, Deftones, Draugr, Suidakra ed altri ancora...
31/12/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 5 - Oral, Kurnalcool, Believer, Drapsnatt e molti altri ancora...
07/10/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 4 - Samson, Avenger, Laaz Rockit, Nuclear Assault, The Darkness...
27/06/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 3 - Ill NIno, Budgie, Warhorse, Nuclear Assault, Vio-Lence e molti altri...
30/04/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 2 - Balrog, Death Mechanism, Hatred, Fozzy, Living Death e molto altro...
20/07/2009
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 1 - Dai Rush a Satriani, passando per Sepultura, Sentenced e tanti altri...
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]