Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Helloween
United Alive in Madrid
Demo

Freakings
Rise of Violence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/10/19
MAESKYYRN
Interlude

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
BREAK ME DOWN
The Pond

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

18/10/19
SECRET CHAPTER
Chapter One

18/10/19
INFECTED RAIN
Endorphin

18/10/19
PSYCHOPUNCH
Greetings from Suckerville

18/10/19
DEEZ NUTS
You Got Me Fucked Up

18/10/19
HOLY SERPENT
Endless

18/10/19
UNAUSSPRECHLICHEN KULTEN
Teufelsbücher

CONCERTI

16/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Magazzini Generali - Milano

16/10/19
SLEEP
TPO - BOLOGNA

16/10/19
A PALE HORSE NAMED DEATH
LEGEND CLUB - MILANO

17/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Teatro della Concordia - Torino

17/10/19
THUNDERMOTHER
LEGEND CLUB - MILANO

18/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
ORION - ROMA

18/10/19
PINO SCOTTO
STAMMITCH TAVERN - CHIETI

18/10/19
TIDES FROM NEBULA + GUESTS
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

18/10/19
STAGE OF REALITY + NEW DISORDER + WHITE THUNDER
TRAFFIC LIVE - ROMA

18/10/19
SHORES OF NULL + SEDNA
BIKE BAR CINETICO - CERVIA (RA)

TIDES FROM NEBULA - Alla scoperta di Eternal Movement
29/12/2013 (1208 letture)
L'intervista che state per leggere ha avuto una genesi tormentata: più volte c'è stato il rischio che saltasse e solo uno scambio di sms dell'ultimo minuto con gli stessi Tides from Nebula ha permesso di trovare l'occasione per questa chiacchierata con il chitarrista Maciej Karbowski. Tutto questo però solo dopo che il loro bus è arrivato sulla location del concerto con parecchie ore di ritardo e dopo un viaggio di quasi venti ore, che ha messo a dura prova i musicisti. Nonostante ciò, il chitarrista polacco si è dimostrato un ragazzo affabile e desideroso di raccontarci qualcosa in più di quella che sta diventando a tutti gli effetti la sua ragione di vita.

Room 101: Ciao Maciej, spero vada tutto bene, allora come sta andando il tour finora?
Maciej: Beh è la prima volta che partecipiamo ad un tour di queste dimensioni, con quattro band ogni sera, siamo sempre un po' di corsa ma comunque sta andando molto bene, le band sono tutte ottime e il pubblico finora anche. Dividiamo il tourbus con gli Shining che sono davvero fantastici, abbiamo subito un piccolo furto a Barcellona ma stiamo cercando di dimenticare, comunque finora gli show stanno andando bene ed è la cosa più importante!

Room 101: Quindi siete contenti della risposta del pubblico per ora?
Maciej: Sì sì assolutamente.

Room 101: Suonate ogni singola sera per un mese intero, immagino che un tour del genere sia davvero un sogno per un musicista, però qualche volta non è stancante?
Maciej: Beh, probabilmente la seconda parte del tour sarà più pesante, ora siamo in un nightliner con gli Shining e tutto sommato stiamo abbastanza comodi, la seconda parte invece sarà affrontata con un furgone e sarà un po' più "interessante".
Comunque non è il nostro primo tour, ci siamo abituati e adoriamo farlo, certo non abbiamo mai avuto una sequenza di concerti così lunga senza nemmeno un giorno libero, ma va bene così.

Room 101: Potresti presentare la band ai lettori che ancora non la conoscono?
Maciej: Siamo i Tides from Nebula, suoniamo rock strumentale, abbiamo fatto tre album finora e se siete amanti della musica "open minded" dovreste decisamente provare ad ascoltarci, come potremmo piacere a chi ascolta gruppi come Russian Circles, Caspian o God is an Astronaut.

Room 101: Suonerete tante canzoni dal nuovo disco questa sera?
Maciej: Ne suoneremo, ma stasera avremo solo quaranta minuti a disposizione, quindi dal nuovo disco ne faremo tre.

Room 101: Se dovessi descriverci la vostra evoluzione da Aura (il loro primo disco, ndR) a Earthshine e ora Eternal Movement, quali sono secondo te le differenze più grandi che dovremmo notare?
Maciej: Credo che Aura fosse molto spontaneo e all'epoca non avevamo proprio le idee chiare riguardo a dove stessimo andando a parare, anche se per me fu una cosa buona perché ci divertimmo parecchio. Poi con Earthshine siamo andati pesantemente in questa direzione ambient e devo dire che il nostro produttore Zbigniew Preisner (celebre compositore polacco, ndR) ci ha aiutato parecchio.
Per questo disco ci siamo stufati di strutture troppo lunghe e complesse per cui abbiamo voluto puntare su qualcosa magari non di meno complesso, ma decisamente di più dinamico, concentrandoci anche più sulla melodia. È difficile spiegare tutto quanto così in poche parole, dovreste proprio ascoltarli!

Room 101: Lo immagino! Come sono andate le registrazioni di Eternal Movement?
Maciej: Sono andate benissimo! Abbiamo cominciato a scrivere il disco a gennaio e nel frattempo abbiamo deciso di lavorare con Christer-André Cederberg che è il produttore di quest'ultimo album, il tutto mentre cominciavamo a scambiarci idee e demo anche con lui. Quando siamo arrivati in studio a giugno avevamo le idee piuttosto chiare ed è stato un processo molto veloce, anche se molto ispirato. Ci siamo divertiti molto, non c'è stato davvero nessun intoppo, nemmeno piccolo.

Room 101: Potresti descriverci rapidamente il vostro processo compositivo? Lavorate a casa da soli o provate tutti assieme?
Maciej: Preferiamo decisamente provare tutti insieme, abbiamo cercato di trovare una routine giornaliera e quindi ci troviamo tutti i giorni per un paio d'ore dal lunedì al venerdì, provando a scrivere musica tutti insieme. Chiaro che ci sono giornate in cui siamo molto insoddisfatti perché non tiriamo fuori nulla di buono, però è normale, capita e d'altronde poi arrivano anche quei giorni in cui siamo veramente contenti perché riusciamo a tirar fuori qualcosa di nuovo. Comunque proviamo sempre a lavorare più duro che possiamo, al fine di evitare situazioni in cui ci potrebbe capitare di guardarci e dire "mmm quest'album sarebbe potuto venire meglio", in questo caso posso dire onestamente che proprio non avremmo potuto fare di meglio.

Room 101: Durante composizione e registrazione quanto tempo passate a studiarvi gli effetti? Provate pedali nuovi ad ogni disco o avete già trovato quelli che più si adattano alle vostre esigenze?
Maciej: Dipende, non ci sono regole per quello, ogni tanto cambiamo qualcosa e proviamo roba nuova, ma se penso ad Eternal Movement il cambiamento più grande è stato il fatto che ho cominciato ad usare un po' di più le tastiere in ogni canzone, facendole così diventare una parte molto importante del nostro sound. Penso che la tastiera sia stata davvero l'innovazione più grande, se dovessi fare un paragone con i dischi precedenti.

Room 101: La vostra musica è molto profonda e gioca molto sulle emozioni, da dove prendete l'ispirazione? Ci sono posti che vi aiutano in questo?
Maciej: Non credo che ci siano situazioni o posti che possano davvero influire sull'ispirazione, ma sai, diciamo che prendiamo ispirazione interamente dalle nostre esperienze di vita, leggiamo molti libri, guardiamo molti film in generale abbiamo davvero tanti interessi molto appaganti e tutto questo aiuta a sentirsi ispirati. Se hai una vita vuota probabilmente non riuscirai mai a creare qualcosa di interessante per le altre persone, per questo proviamo a riempire le nostre vite con molte cose, giusto per arrivare al punto di sentire che stiamo traendo dalla vita tutto quello che possiamo.

Room 101: Avete mai pensato di introdurre un cantante nella vostra line-up?
Maciej: Mmmmm no alla fine no, cioè all'inizio abbiamo fatto qualche prova anche con un cantante ma abbiamo abbandonato quella strada quasi subito. Sentiamo che questa è la migliore line-up che potremmo avere e siamo contenti così, è il modo in cui vediamo la band per cui no, non avremo mai un cantante.

Room 101: Siete più liberi in questo modo.
Maciej: Beh sì, cioè a volte magari potremmo usare delle voci umane come un qualsiasi altro strumento ma è proprio un tipo di musica che secondo noi non richiede alcun tipo di testo.

Room 101: Quali artisti vi hanno influenzato di più all'inizio della vostra carriera?
Maciej: Probabilmente per quanto riguarda me fui molto influenzato dalla band britannica Oceansize, ora purtroppo sciolta; credo sia stato il mio gruppo preferito in ogni senso. Poi ascolto anche cose come i Radiohead, i Pink Floyd e se devo essere onesto non così tante band strumentali. Mi piacciono i Pelican penso siano davvero grandi, poi siamo davvero amici con i Caspian che sono un'altra grande band.
Comunque, come ti dicevo, non siamo persone che ascoltano solo roba strumentale, ascoltiamo davvero di tutto.

Room 101: Non conosco molto la situazione che c'è in Polonia per band come voi ma, immagino che non siate ancora in grado di vivere solo di musica al momento, mi sbaglio?
Maciej: A dire il vero è molto più facile in Polonia riuscire a fare i musicisti di mestiere, i salari da noi sono molto più bassi che nel resto d'Europa e quindi riuscendo a guadagnare abbastanza durante i tour europei con cachet che sono in linea con quelli europei riusciamo poi quasi a vivere a casa nostra.
Siamo più o meno nel mezzo e stiamo facendo del nostro meglio per farlo diventare il nostro lavoro, è il nostro sogno e pian piano stiamo riuscendo a farlo diventare realtà. Stiamo ancora lottando in questo senso, ma comunque sta diventando più facile ogni anno che passa.

Room 101: Beh allora vi auguro di riuscire ad arrivare a quel punto. Questa era l'ultima domanda, grazie davvero per il tuo tempo, se vuoi lasciare un messaggio per i nostri lettori puoi farlo.
Maciej: Saluti a tutti i lettori di Metallized.it da Maciej dei Tides from Nebula, cheers!!



Lizard
Domenica 29 Dicembre 2013, 12.42.57
1
Beh... Se davvero riescono a vivere di musica (o sono vicini a porterlo fare), beati loro!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La cover di Eternal Movement
RECENSIONI
63
ARTICOLI
29/12/2013
Intervista
TIDES FROM NEBULA
Alla scoperta di Eternal Movement
15/11/2013
Live Report
THE OCEAN + SHINING + TIDES FROM NEBULA + HACRIDE
El Barrio, Torino, 09/11/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]