Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

09/07/20
NUCLEAR WINTER
StormScapes

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
REBEL WIZARD
Magickal Mystical Indifference

10/07/20
BLOODY HEELS
Ignite the Sky

10/07/20
LAETITIA IN HOLOCAUST
Heritage

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
ENSIFERUM
Thalassic

CONCERTI

06/07/20
DEEP PURPLE + GUESTS (SOSPESO)
BOLOGNA SONIC PARK - ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

06/07/20
FAITH NO MORE (SOSPESO)
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

06/07/20
MARKY RAMONE + WAHNSINN + RUNN + THE VORTICOUS (SOSPESO)
DRUSO - RANICA (BG)

08/07/20
THE DEAD DAISIES (SOSPESO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

08/07/20
GUANO APES + LACUNA COIL (SOSPESO)
PARCO DELLA CERTOSA - COLLEGNO (TO)

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

ICONOCLASTICA - #2 - La Svastica
28/03/2014 (6620 letture)
LE ORIGINI
“Portatore di salute”, questo il significato attribuito dalla tradizione sanscrita.
La Svastica (Swastika, Satya) è da sempre un simbolo pacifico, utilizzato con le migliori intenzioni dai popoli dell’Asia ai fini di benedire persone e/o divinità. La sua forma, la costruzione è riassumibile in una semplice croce greca classica con i quattro bracci della stessa lunghezza inclinati di 90° ed equidistanti, era stata scelta per dare l'idea del movimento, una sorta di ipotetico scorrere del tempo che va a braccetto con la vita eterna. Molteplici i significati attribuiti al simbolo nelle zone più disparate dell'oriente: in Indocina la Svastica era portatrice di fortuna, donava al possessore l’apparenza di essere circondato da un’immensa aurea magica; in India il simbolo poteva assumere inclinazioni differenti in base a ciò che in quel determinato momento voleva esprimere (inclinazione classica verso sinistra rappresentava il sole, inclinazione verso destra era simbolo di ira funesta); in Cina cambiava non solo il significato, diventando l’emblema dei quattro punti cardinali, ma anche la pronuncia (Wan-Tsu), dopo qualche secolo dall’inizio del suo utilizzo prese definitivamente il significato numerico di diecimila, paragonabile al concetto di infinito.
Ma la storia della Svastica col passare dei secoli non si è limitata solamente all’Asia, poiché alcuni popoli dell’Europa hanno iniziato a farne un uso sempre più massiccio, sempre con l’unico intento di migliorare la vita del soggetto in questione. Nell’antica Grecia spesso e volentieri era posta su statue di donne e divinità, Artemide era una delle prescelte, in modo da aumentare la fertilità della donna di casa; anche nel famoso palazzo di Cnosso, dove si presume abitasse il temutissimo minotauro Asterione, il simbolo solare è presente. Nell’epoca dell'impero romano è comparsa silenziosamente al fine di simboleggiare protezione da parte del sole, stella importantissima nella cultura latina. Ovviamente non solo era posta singolarmente, in spazi più o meno ampi, ma era talmente tanto il valore attribuitolenegli anni che anche all’interno di domus e templi la Svastica ha assunto ruolo da protagonista all’interno dei fregi pittorici e nei mosaici che adornavano le pavimentazione e i rivestimenti parietali dei locali frequentati dall' aristocrazia. Il sole nero, formato dalle diramazioni dei bracci della croce uncinata, era uno dei motivi di più grande valore nei luoghi di maggior risalto all’interno della scena pubblica.
Col passare degli anni, anche popoli germanici e i Celti hanno cominciato, in maniera più o meno diretta, ad utilizzare tale simbolo sempre con l’unico scopo di glorificare la vita eterna. Nel corso dei molti secoli non ci sono mai stati dubbi né deviazioni: la Svastica ha sempre rappresentato valori positivi, sino a quando…

1933
Premettendo che questa non è la sede per raccontare né la nascita, né l’ideologia del Partito Nazionalsocialista tedesco, tanto meno l'occasione di giudicare gli avvenimenti storici ad esso correlati (fatti che la storia, la morale e l'umanità collettiva hanno già ampiamente condannato) ma solamente di raccontare come e perché fu scelta la Svastica, facciamo un salto in avanti di qualche secolo, spostandoci in Germania.
È 1933 quando il capo del partito nazionalsocialista, Adolf Hitler, viene nominato Cancelliere del Reich, dando inizio alla fase comunemente chiamata Terzo Reich e apportando le modifiche alla bandiera tedesca. Dapprima caratterizzata dai colori nero, rosso e giallo durante l'epoca della Confederazione Tedesca, nel periodo che intercorre dal 1871 al 1918, in corrispondenza dell'Impero Tedesco, i colori nazionali divennero bianco, rosso e nero; con la Repubblica di Weimar nel 1919 la bandiera ritornò ai suoi colori tradizionali (nero, rosso e giallo) che tutt’oggi non hanno un’origine certa, sino al 1933.
Nel periodo che intercorse tra il 1933 e il 1935, furono due le bandiere in circolazione: la prima (bianca, rossa e nera) riprendeva i colori dell'Impero tedesco e venne approvata dal partito Nazionalsocialista, con l'idea di riportare la Germania alle glorie del passato; la seconda che soppiantò la prima dal 15 settembre 1935, era quella a sfondo rosso e la Svastica al centro. Questo logo venne inserito per volontà di Hitler, che già nel 1920 aveva proposto l’introduzione del simbolo per identificarne l’ideologia.
Si dice che tutto fosse cominciato durante la gioventù del futuro Führer, che in età puerile faceva da chierichetto nell'abbazia di Lambach (Austria), aiutando spesso il parroco nella vestizione e nella preparazione della cerimonia liturgica. All’interno dell'abbazia, un cenotafio sormontato da una mitria ed un bastone pastorale, con una figura ovale di marmo colorato dentro a cui era rappresentata una svastica; secondo padre Theodor Hagn la scelta di tale simbolo era dovuto al perfetto incrocio tra la croce cristiana e la tradizione di tutte le culture mondiali, essendo la Svastica universalmente conosciuta.
La croce uncinata divenne prepotentemente l’emblema ariano sin dagli inizi dell’ottocento, a causa del rifiuto di rappresentarla da parte del giudaismo e dell’ebraismo, poiché la rappresentazione del sole era in contrasto con la base della cultura di queste religioni fondate su una tradizione lunare (vedasi la scelta del calendario). Il ricordo di questi anni passati tra le scritture e gli insegnamenti dei parroci si rifletterono successivamente nella scelta di questo simbolo da parte di Hitler come testimone universale del Partito Nazionalsocialista, fondato per riportare la Germania allo splendore di un tempo, il cromatismo utilizzato ed il significato tradizionale vennero man mano messi da parte per divenire terrore e scempio in lungo ed in largo per il mondo. Niente della prosperità e della magnificenza che simboleggiava originariamente la Svastica venne mantenuto e da lì a pochi anni, sino ai giorni nostri, tutto ciò che è accompagnato dal ricordo del terzo Reich è sintomo di vergogna e non solo per il popolo tedesco.
Come si sia arrivati a stravolgere in modo rocambolesco il significato originale della Svastica fino alla connotazione assunta dal simbolo durante il regime del Partito Nazionalsocialista ancora oggi è fonte di perplessità, sta di fatto che purtroppo l'antico splendore del simbolo è stato distrutto, tanto che ancora oggi disegnare una svastica non è considerato un segno propiziatorio, quanto piuttosto un gesto che porta con sé violenza.

MUSICA O PROPAGANDA POLITICA?
M veniamo finalmente al nocciolo della questione, non essendo questo né Focus, né il manuale delle giovani marmotte.
Che sia per una forte credenza mai celata o per pura goliardia all’interno del movimento metal molti tra i più o meno noti artisti musicali hanno avuto a che fare la Svastica e il stretto legame con il partito nazionalsocialista. Sin dagli albori gli Slayer giocano sul filo del rasoio: utilizzando come simbolo un'aquila che ricorda molto quella del Germania del Terzo Reich, accompagnata con la S del nome, che richiama uno dei raggi del sole nero e copia il carattere appuntato sulle vesti delle SS. Ma non per questo Araya e soci sono definibili come filonazisti, anzi più volte si è ribadito il concetto che la provocazione serve ad attirare attenzione.
Un altro personaggio poco raccomandabile è Varg Vikernes, a.k.a. Burzum, spesso al centro della cronaca con le sue mille vicissitudini che tutti ormai conosciamo sfortunatamente. Egli non ha mai dichiarato apertamente di appoggiare il pensiero hitleriano, sebbene la scrittura del Vargsmål dietro le sbarre crea evidenti analogie, ma il suo forte paganesimo, il tentativo di creare un movimento nazionalista ispirato alle correnti estreme tedesche e l’odio verso la razza ebraica, portano la mela a non cadere troppo lontana dall'albero. Il collegamento tra Burzum ed il nazismo è ritornato purtroppo in auge quando qualche anno fa il pregiudicato Anders Brevik, dopo il suo folle gesto, dichiarò di ascoltare metal ed apprezzare soprattutto il lavoro di Vikernes; quest’ultimo dal canto suo non ci mise molto a commentare l’accaduto con una semplice frase, che riassume tutto il suo pensiero: “Se lavori e/o promuovi la cristianità, allo stesso tempo lavori e/o promuovi gli Ebrei. Chiaro e semplice.
Merita di essere considerato ovviamente anche il movimento NSBM (National Socialist Black Metal) il quale senza mezzi termini o sfumature di vario tipo, promuove e inneggia alle vecchie glorie del Terzo Reich attraverso testi ed immagini di difficile fraintendimento. Il tutto partì con l’introduzione da parte del sopracitato Vikernes di testi ed espressioni che si riferivano chiaramente a concetti hitleriani, sebbene Burzum col passare degli anni abbia voluto prenderne le distanze in maniera totale, definendosi odinista, pur continuando ad abbracciarne i pensieri. In molti ricorderanno come all’uscita di Transilvanian Hunger , la scritta Norsk Aisk Black Metal venne accompagnata da domande e risposte molte vaghe da parte di molteplici gruppi, sino a quando Hellhammer dichiarò: “Non si tratta di nazismo, credo riguardi più il fascismo e la gente di colore, qui in Norvegia la gente di colore non è molto apprezzata ed è indubbio che il Black Metal sia per i bianchi”. Altre band nel corso degli anni hanno fatto parte, in maniera più o meno diretta, del movimento NSBM; tra le più rilevanti ricordiamo Graveland, Hate Forest, i tedeschi Absurd e gli statunitensi Judas Iscariot.
Al contrario band che sono state erroneamente attribuite al movimento nazionalsocialista sono i Marduk, gli Impiety i Taake ed in casi sporadici Moonsorrow e Tyr; ognuna di queste band ha successivamente spiegato le ragione di certi gesti o titoli/testi facilmente mal interpretabili.
Pur non essendo apparsa neanche sul 2% dei dischi metal in circolazione, la Svastica ha in un modo o nell’altro segnato una grossa fetta del movimento (specie in ambito estremo) e molti gruppi non hanno mai rinnegato le loro origini, soprattutto all’interno del black metal che per natura, è fatto di contraddizioni, cattive abitudini e normalmente seguito da persone dal carattere poco incline alla tolleranza.
Sfortunatamente, una volta creato un precedente, la propaganda politica verrà sempre applicata purtroppo alla musica, in alcuni casi da chi è fermamente convinto di certe idee, in altri da chi, sull'onda dello scandalo che un logo rassomigliante la croce uncinata può creare, cerca di avere visibilità in modo provocatorio: sta all'ascoltatore maturo discriminare le proposte e scegliere cosa decide di seguire.

A CONTI FATTI
Ricordando che questo non è un articolo volto a promuovere o a rinnegare un’ideologia politica, siamo arrivati alla fine del breve cammino all’interno di uno dei simbolo più belli e radiosi che l’umanità abbia mai creato. Sfortunatamente la sua lucentezza è persa in un abisso fatto di fraintendimenti e poco approfondimento. Nel caso uno volesse tatuarsi una Svastica su una parte del corpo, sarebbe ben accetto da certi popoli del medio oriente, trovando in colui che la porta una persona radiosa e desiderosa di vita eterna; contrariamente nel vecchio continente verrebbe accostato ad evento di figlio di tragiche circostanze.
Forse un giorno ritroveremo la croce uncinata ripulita della sua connotazione negativa, a svettare nelle cattedrali e nei mosaici di mezzo mondo, ma sino ad allora, ricordiamo che per scovare le gemme più preziose bisogna raschiare tra i vermi; solamente coloro che riescono ad andare a fondo e ricercare il significato originale, possono donare luce a ciò che ad un occhio stanco potrebbe risultare solamente grezzo ed incolore.



Summante
Sabato 3 Settembre 2016, 17.04.33
68
Vero, bella richiesta. Argomento interessantissimo. Letto un pò di commenti e qualcosa d'interessante c'è, però se non supportato da fonti attendibili, rimangono solo opinioni che danno adito solo ad altre opinioni, col risultato che nessuno impara nulla e ci si parla solo addosso. Forza ragazzi, abbiamo la possibilità di capire molto di più di quanto non ci venga concesso di capire, ma serve collaborazione. Io purtroppo al momento non posso offrire informazioni in merito, ma spero che sottolineando la richiesta di @Bimbo qualcuno sia stuzzicato a condividere le proprie conoscenze.
Bimbo
Sabato 3 Settembre 2016, 16.40.14
67
@Philosopher3185 Puoi consigliare dei testi non faziosi dove informarsi su quanto accadde?
Philosopher3185
Lunedì 18 Luglio 2016, 21.37.23
66
Articolo interessante questo..è da 3 anni che sto studiano in privato la storia del 900 ed in particolare quella delle due guerre mondiali,e specie quella che riguarda la seconda...posso affermare con il cuore in mano,che sono scioccato..ci hanno mentito su tutto...non posso andare oltre in questo commento,perchè non voglio problemi e non mi va di essere preso per pazzo o nazista o fascista..io sono un ricercatore storico,non appartengo a nessuna ideologia...se non ci svegliamo però,qui' si mettera' sempre peggio per tutti...le versioni ufficiali della storia mentono sempre e sempre lo faranno,per coprire gli interessi di alcuni individui che da un secolo portano avanti dei progetti spaventosi e tirannici
Sambalzalzal
Mercoledì 2 Aprile 2014, 10.03.49
65
Ma no guarda Miley Cyrus@ ti ringrazio ma non abbisogno delle tue comunicazioni. Viva idduce! Ritorneremo! (cit.) AHAHAHAHAHAHAH! Enry@! M'hai ucciso! Tutta sta storia dei xacrestani e di dura crux l'avevo totalmente rimossa (fortunatamente, aggiungo). Li vidi anni ed anni fa assieme ad un'altra band Death metal di Roma, i Defunctis. Ridicoli alla massima potenza, poi non ne sentì più parlare fino a che Metal Shock non li riesumò. Ricordo la collaborazione con quel rachitico di cristiano borchi e la cariatide fabban, tutte le interviste deliranti di questo volgar, un collage micidiale di omosessualità, pornografia e nazismo. Bah!!!!
enry
Domenica 30 Marzo 2014, 13.07.02
64
Arrraya: come osi non ricordarti di sua Eccellenza Illustrissimo Svenym Volgar dei Xacrestani? Si chiamano Deviate Damaen comunque (prima Deviate Ladies), però chiudiamola subito che nel 2011 hanno rilasciato un singolo penoso e rischiano di tornare sul serio...Non svegliamo il can che dorme. Comunque, tralasciando le menate ideologiche, una delle cose più musicalmente ridicole partorite dalla scenetta italiana.
brainfucker
Domenica 30 Marzo 2014, 11.14.37
63
«Volevo ricordare alla gente che si scandalizza ancora per queste cose che la nostra società ha assorbito tutto quello che c’era da assorbire dal nazismo, tanto è vero che i viaggi in Volkswagen, le vacanze e la vita come la facciamo noi adesso è quella che era stata programmata allora! E i nostri lager sono il terzo mondo lontani dagli occhi e lontano dal cuore... quindi la gente che si scandalizza di fronte ad una croce uncinata messa al collo per provocazione dovrebbe fare un pochino più attenzione a quello che gli gira intorno e alla vita che fa... perché se vogliamo guardare la nostra società è tutta nazista!» lo disse luca abort, una delle migliori penne della storia della musica italiana e non. così tanto per ricordare
Arrraya
Domenica 30 Marzo 2014, 4.04.28
62
Ma voi "de Roma" mi sapete dire che fine hanno fatto i Deviatae ladies o Deviatae Domine (o qualcosa del genere) di tal Volgar? ah ah ah, lessi un paio d'interviste deliranti su Psycho! anni fa. Dichiaratamente di destra , ma con inclinazioni tendenti allo slinguazzamento senza ritegno tra maschietti all' interno della band, oltre ad uno stravagante venerazione per la chiesa Cristiana. Boh , magari erano una band demenziale, anche se all'epoca non sembrava.
spiderman
Sabato 29 Marzo 2014, 23.17.40
61
@Miley Cylum,dimostri di non sapere perche' si chiamano cosi' i RC,fu per gioco durante una lezione in classe a scuola,dovevano decidere il nome da dare al gruppo e non si decidevano,durante una lezione l'insegnante parlo' dei rosacroce,e decisero di dargli quel nome ,che aveva anche il dono dell'invisibilita' agli iniziati,ma loro non pensavano certo a quelle tematiche,con quella xocieta'segreta non c'entra praticamente niente,per il resto mi fai paura giudichi da un nome una band,annamo bene allora,inoltre hai scritto anche tu in questa sezione dimostrando di essre tu il maggiore sbrodolone onanista.Addio.
Miley Cylum (high on hate)
Sabato 29 Marzo 2014, 22.52.16
60
La prima cosa sbagliata dei Rosae Crucis è proprio essersi dati quel nome (informatevi...se poi il nuovo si chiamerà davvero massoneria...il cerchio quadra) poi tutto il resto vien da se. Al tuttologo onnipresente del sito volevo solo comunicare che gli Spite Left Wing non esistono....semmai esistono gli Spite Extreme Wing. Tutto il resto di questa sezione (commenti in primis) è solo una sbrodolata onanista da pseudo intellettualoidi. NOBIS!
herr julius
Sabato 29 Marzo 2014, 21.44.01
59
Il fascio nazismo in musica lo trovo una cosa spregevole specialmente quando infetta un genere come il rock e il metal che mi piacciono anche perché uniscono le persone e non le dividono. Molte band hanno giocato con certi temi e certe iconografie, in questo caso le critiche e gli attacchi sono legittimi e giustificati. Detto questo rimanendo in tema le svastiche più esplicite tra le band famose per me sono quelle dei satyricon su extravaganza...a quell'epoca satyr era veramente frusto, per fortuna se ripigliato anche se musicalmente è sceso parecchio di qualità
er colica
Sabato 29 Marzo 2014, 21.05.39
58
pure sul fatto dei frangar è successa la stessa cosa, non si era riusciti a rimanere in ambito musicale e certi commenti erano subito partiti in quarta con roba tipo fascisti ecc ora probabilmente sono dei deficienti (i frangar) ma tutta la discussione per come la vado io sarebbe dovuta rimanere in ambito musicale e non doveva divagare in roba politica o giudizio di persone e ideologie , se ci si fosse limitati a giudicare solo la musica non si sarebbe arrivati a quel macello. poi se si voleva parlare dei frangar come persone si apriva un topic o che ne so e allora uno poteva parlare di loro come persone.
er colica
Sabato 29 Marzo 2014, 20.59.15
57
samba ci tengo a dire che io parlavo del lato musicale è , poi su loro come persone non mi esprimo senò me cancellano i commenti! ripeto il mio discorso sin dal primo commento che ho messo è riguardante solo il lato musicale e saper apprezzare una canzone a prescindere da chi la scrive.
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 20.30.29
56
Colica@ io non metto in dubbio che anche musicisti e bands dichiaratamente di dx possano essere di qualità ma il discorso è che appoggiando quelle che lo sono veramente si va a dare man forte ad una scena che a livello di ideologia con l'arte vera e libera non ha nulla a che fare. I Frangar per esempio, come Spite Left Wing sono due bands ottime ma loro come persone fanno veramente cagare col fischio. Ho incontrato membri di quelle due bands in più di un'occasione... si può dire che sono dei drogati di merda? Drogati di merda che però sono nazi.
er colica
Sabato 29 Marzo 2014, 20.20.23
55
ma poi sapete quale è il bello? è che uno magari sente una canzone bella sul serio come mourning soul degli absurd che mischia in modo spettacolare punk e metal epico esaltandoti (almeno a me piace) e poi vedi che sono nazi e pensi cazzo!! c'è quel retrogusto amaro però ragazzi non vi fate mai fermare dalle ideologie e ascoltate sempre tutto con la giusta attenzione perché uno poi rischia di perdersi musica di qualità anche se a farla è gente di destra oppure comunista non vi fate mai bloccare da schemi perché sennò vi create una prigione mentale per poi risultare più chiusi dei nazisti stessi, anche se c'è un limite a tutto ovviamente. ricordo il macello fatto qui con la recensione dei frangar , che macello, io poi ascoltai quel disco e mi piacque particolarmente per le varie influenze musicali che c'erano ma purtroppo ricordo il casino che si creo per dei deficienti che commentarono tanto per darsi no spessore "politico", coglioni.
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 18.58.00
54
Spiderman@ io ho sempre avuto un rispetto totale per loro e da amante e conoscitore della band anche volendo ad ogni costo trovare un qualche tipo di relazione con la destra veramente non ci riesco. I RC sono una band fantasy, come i Manowar. I RC si rifanno nella maggior parte dei casi alla saga di Howard, Conan Il Barbaro che di politico non aveva una ceppa, io la gente che li travisa e ne travia il significato dei testi la crocifiggerei veramente a testa in giù. L'ignoranza è la bestia più brutta ed è bruttissimo che imperi a quanto sembra anche tra gli ascoltatori di metal e musica alternativa in generale che in teoria dovrebbero essere più aperti ed attenti al significato delle parole. Sono comunque curiosissimo sul nuovo album e spero sia una bella mazzata come sempre! Se ci saranno polemiche, come immagino succeda, non esiterò a mandare a fare in culo ancora una volta chi li denigrerà.
spiderman
Sabato 29 Marzo 2014, 18.43.16
53
@ Sambalzalzal hai ragione,guarda spero solo che non si scaglino ferocemente anche sul nuovo album a cui stanno lavorando,dovrebbe chiamarsi massoneria,con argomentazioni ridicole di quelle gia' citate,stavolta mi incazzerei come una bestia,consumerei le mie punte delle scarpe a forza di calci nei loro posteriori,questo meriterebbe gente cosi' rincoglionita.
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 18.15.10
52
Spiderman@ ecco hai citato i grandissimi Rosae Crucis e loro sono l'esempio dell'ignoranza di cui parlavamo al contrario, quella di estrema sinistra. Insomma questi poveri cristi da anni vengono blastati non si sa perché e per come. Attorno ai loro testi ci sono stati sempre un sacco di fraintendimenti ed in questo senso appunto le pietre dello scandalo sono state La Giustizia Di Roma (che poi di tutto parla tranne che di un'esaltazione del fascismo) e di Crociata che ha nel testo un passaggio dell'inno d'Italia. Gli ignoranti e gli esaltati vedono il nemico dove vogliono ma hanno rotto il cazzo, dovrebbero sfogare le loro frustrazioni in altro modo. Tra i motivi dell'insuccesso dei rosae Crucis ci sono state proprio queste voci che di fatto gli hanno segato le gambe in più di un'occasione. Anche qua su Metallized tempo fa addirittura ci furono alcuni che li accusarono di essere degli esaltati perché era saltata fuori la cosa che avevano tatuato Death to false metal sulla spalla. L'ignoranza e le fobie si annidano ovunque, attenzione dunque, il ritardo mentale è sempre in agguato.
spiderman
Sabato 29 Marzo 2014, 17.47.39
51
Complimenti ad @ Andrea Poletti per aver affrontato in un articolo veramente ben fatto queste ostiche e spinose tematiche.La svastica e' un simbolo antichissimo comparso archeoplogicanente parlando intorno al quarto millennio a.c in mesopotamia,poi in area egeo anatolica.Deriva da rappresentazioni primitive del sole,con figure sia rivolte a destra che a sinistra,e' un antico culto solare beneaugurante e rigenerativo,ne riproduce il moto rotatorio,il passaggio dal giorno alla notte e viceversa l'alternarsi delle stagioni e influiva quindi come buon auspicio sulle coltivazioni e in generale sulla maggior parte delle attivita' dell'uomo.Il significato invece che gli affibbiarono esoteristi e occultisti e' che attraverso maghi,sciamani,stregoni,si possa supporre o pretendere di influire con formule e riti,sul destino dell'umanita',cambiandone il corso,agendo sui 4 bracci della stessa che sarebbero i 4 elementi primordiali,il verticale l'aria e la terra,mentre quello orizzontale il fuoco e l'acqua,in un eterno divenire che la ruota uncinata compie nelle varie epoche o eoni,attraverso la rigenerazione permanente della vita e della natura.hitler e l'elite delle SS ,volevano cambiare il corso di quest'epoca decadente,invertendo il corso/verso della svastica,considerato un simbolo della purezza indoariana,attraverso il culto del sole nero,praticato a quanto sembra dalle SS nel castello di Wevelsburg,questo e' influente per lo sviluppo del da me odiato movimento del NSBM,del quale una band australiana i Spear Of Longinus ne riprende in pieno il pensiero e la tematica esoterica-occulta,ispirandosi alla socita' segreta nazista Thule,e al culto naziluciferino del Sole Nero o Swarze Sonne.In contrapposizione poi a gruppi come Graveland,Absurd,Der Sturmer,Capricornus ecc.,creando una frattura ipressionante nel metal,sono sorti in contrasto a cio',i loro piu' strenui oppositori i RABM(red e anarchist black metal),politicizzando praticamente un grade fetta del metal,poi ci sono gli hatecore razzisti e i gruppi nazi punk a frantumare ancor di piu' la scena metal con i loro relativi gruppi oppositori,tutto questo fa male al metallaro medio,veramente male.Leggevo su internet notizie pazzesche come in Malesia serpeggia la protesta contro gli stranieri e spopola la musica razzista e nazi punk,per la savagurdia pura della razza malese,la loro band cult sono i boot Axe,ma anche altre che si ispirano a nomi come Skrewdriver,Brutal Attack e Angry Aryan,con band suguaci del black e punk metal nazi anche a Singapore ,Indonesia E Giappone,un fenomeno preoccupante in costante aumento.Ecco perche' pero' poi si sta generando una vera psicosi inversa quella che colpisce gruppi innocenti, come le false accuse dalla CNN verso il gruppo americano degli Hatebreed,considerati falsamente razzisti White Power Band.Rimanendo in Italia ricordo le ignobili accuse di nazi-fascismo rivolte a un gruppo di epic/heavy i Rosae Crucis cito loro perche' sono di Tivoli,proprio dove sono nato io,che furono massacrati da critiche feroci,con argomentazioni a volte assurde addirittura perche' una volta in un loro brano inserirono l'inno di Mameli,o per aver affrontato il tema delle crociate.Povera Italia!Battiato aveva ragione, ma all'estero a quanto pare non va meglio Ecco io vorrei che simili eccessi e assurdita non accadano piu' a causa dell' ingresso della politica nel metal,almeno lo spero e me lo auguro. .ecco per concludere non vorrei che si arrivasse a eccessi e assurdita' tali oppositori il pensiero esoterico occulto
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 16.23.43
50
Ahahahahah
Elluis
Sabato 29 Marzo 2014, 14.28.54
49
Belle le ultime due foto a destra, ma io le chiamerei: "black metal al suo apice di demenza, indubbiamente !"
Elluis
Sabato 29 Marzo 2014, 14.13.07
48
Complimenti ad @Ad Astra, ottimo articolo: l'unico appunto lo farei forse alla questione sui Darkthrone quando uscì Transylvanian Hunger, che secondo me meritava di essere approfondita un po di più. Come si può leggere infatti su "Lords Of Chaos" scoppiò un caso Darkthrone quell'anno per alcune affermazioni che fece Fenriz il quale fece scrivere all'interno dell'album un'affermazione che si concludeva "....se qualcuno tenta di criticare questo LP, potrebbe essere accuratamente protetto dal suo suo ovvio comportamento ebreo....". Questa cosa scatenò un casino, tanto che la Peaceville, la label della band, addirittura rilasciò un comunicato ufficiale in cui dichiarava di dissociarsi totalmente da queste affermazioni, e che non avrebbe in alcuna maniera promosso questo album. La cosa si concluse con un altro comunicato ufficiale della band in cui si scusavano per aver usato la parola "ebreo" in maniera razzista. Da notare che però scritta dietro l'album "black metal norvegese ariano" è rimasta.....
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 12.51.44
47
Hulk@ esattamente! sono anni che lo dico!
hulk
Sabato 29 Marzo 2014, 12.24.22
46
mah!l'intolleranza c'è sempre stata nella storia compresa quella verso i gay,dal medioevo fino ad oggi,anche nei paesi mussulmani,con vere e proprie decimazioni,si parlava di bombe atomiche impunite,e va bene,ma i crimini dei giapponesi contro i cinesi,anche semplici civilli trattati peggio che nei lagher?,e i crimini e le purghe di Stalin nei confronti di contadini onesti,dissidenti e ,gay e ebrei,proprio così quasi nessuno lo dice internò anche gli ebrei e i gay nei gulag,e li sono morte milioni di persone innocenti in siberia a 40 gradi sotto zero, e il massacro delle fosse di katin?addebitato ai nazisti invece fu l'armata rossa che massacrò 20000 polacchi.impuniti anche quelli.Io sono schifato dalla politica sono 4 anni che non voto più,e mi fa male e qui do ragione ad @Andrea Poletti,@Colica e a @Sambalzalzal,che quel coglione di Vikerness ha immeesso l'ideologia politica estrema(razzista e nazista) checchè lui ne dica e smentisca,nel mondo del metal,spaccandolo enormemente e rompendo quell'idea diunità e fratellanza nel mondo metallico,basta vedere il film con la moglie per vedere di come gli sia partita la brocca,e i fattacci norvegesi con roghi di chiese,omicidi e suicidi,el'orribile vicenda degli Absurd,pi c'è tutto il filone-carrozzone del N.S.B.M,tutto ciò ha portato ad una innegabile frattura con polemiche continue,non sono i simboli,ma il significato che gli si da,e neanche la musica,cio che ame mette paura è la spventosa ignoranza della gente che prende certe simbologie e tematiche per sbroccare e fare orrori su orrori,penso alle critiche risibile veramente assurde contro gli Slayer,Marduk,Nazarene Impaled,Motorhead,Rammstein,Thunderbolt ecc,ecco a cosa siamo arrivati a delazioni e denunce assurde che non hanno fondamento, basta fango su band che non c'entrano nientee,tutto per colpa di gente che non ha il cervello a posto come vikerness e altri invasati come lui.Un appello!Fuori la politica dal metal,FUORI PER SEMPRE!.
nerkiopiteco
Sabato 29 Marzo 2014, 12.11.41
45
Arraya altro non posso fare che riportarmi a quanto detto nel commento 41, adesso rischierei solo di ripetermi, ed infatti posso solo ripetere che "non trovo incoerente chi segue la predica pur se detta da un predicatore che razzola male" ed a parte un tale di nome gesù non ricordo di aver mai conosciuto persone al 100% coerenti, e visto che c'è il fondato dubbio su quello che abbia detto/fatto veramente, de che stamo a parlà? quanto all'utilizzo dei media non è mica una scoperta, lo stesso fascismo diceva che "La cinematografia è l'arma più forte dello Stato", ma se la stessa venisse usata per portare messaggi di pace, parleresti ancora di manipolazione? Quanto a quello che accadeva millenni fa non posso ribattere, io non c'ero
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 11.44.54
44
Secondo me non sbagli assolutamente Arrraya@ negli ultimi anni non hanno fatto altro che rifinire e migliorare i metodi per tenere i comuni mortali sotto le loro scarpe, ora hanno la schiavitù perfetta perché lo schiavo perfetto è quello che non si rende conto di essere tale. Se qualcuno devia offrono o la carotina oppure lo ingobbiscono a suon di legnate, a volte figurate e a volte no.
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 11.41.17
43
Si Nerkiopiteco@ io mi rivolgevo proprio al gruppo di stupidi che diventa la manovalanza di quello che è meno stupido di loro, la carne da macello ecco. Non è un caso che molti estremisti di destra vengano reclutati nelle tifoserie calcistiche o appunto nelle frange più estreme di ascoltatori di black metal e neofolk. Quando vai a pescare nella marmaglia dei disadattati mentali ritorni al porto con la barca piena, questo è certo. Sono quelli ad essere pericolosi, non la persona che in buona fede si unisce ad uno schieramento salvo poi allontanarsene quando si rende conto che non è esattamente il posto che pensava. Io sono appunto per l'iniziativa individuale, se tutti si sentissero motivati da sé stessi e non dipendessero dalle iniziative di altri (che poi spesso sono manipolatori e basta) io credo che il mondo sarebbe un posto migliore. Il musicista che parla di libertà ed impegno sociale come del resto il missionario anche laico che va sul campo ad aiutare la gente che soffre sono gli esempi da prendere e sono pure però quelle categorie di persone che più vengono blastate e tenute ai margini perché possono creare dei precedenti. Io non sono cristiano ma se dovessi parlare di cristianesimo ed esempi direi che dio ha mandato un cristo per fare qualcosa di buono e la gente per ricompensa l'ha messo in croce, in poche parole agli uomini il bene non piace, interessa solo il proprio tornaconto immediato e se non è possibile si impegna per quello a lungo termine. Fino a che ci sarà ignoranza le cose non cambieranno. Quello che dico è che l'arte, in teoria, dovrebbe essere una valvola di fuga ed elevazione spirituale per tutti noi, non un ennesimo attrezzo per far prevalere idee deleterie.
Arrraya
Sabato 29 Marzo 2014, 11.33.41
42
Nerkiopiteco@ la mia risposta al tuo dubbio circa il commento 32 l'ha anticipata Sambalzalzal@ in maniera perfetta. Ma della svastica (usata iperabusivamente) nel mausoleo funebre di Arcore di Berlusconi? (vorrei rammentare il condono tombale, uno dei pochi esempi di cimitero casalingo in Italia), o come dice giustamente Samba, il predicare bene e razzolare male di gente come Marrazzo a cui piaceva l' uccellone alternativo? tutta gente con una faccia in Tv , pronta ad essere esposta sotto gli influssi della programmazione neurolinguistica al cospetto di una massa dii pecore pronte a sorbirsi di tutto. il gioco è lo stesso da millenni: creare ideologie fintamente contrapposte, gettarle in pasto alle masse che poi si scanneranno. C'è un motivo se questi sciacalli hanno a cuore i media e l' istruzione, ambiti ideali dove poter programmare il plagio che favorirà la manipolazione. Io la vedo cosi, magari sbaglio, ma è tutta una messinscena.
nerkiopiteco
Sabato 29 Marzo 2014, 11.15.49
41
"accoltellare un gay" mi è venuto subito in mente Ernst Röhm e la notte dei lunghi coltelli si vero, purtroppo il predicatore spesso non segue la predica, ma infatti uno dovrebbe seguire le parole (magari non proprio quelle), non chi le pronuncia perché, appunto, dietro non si sa mai cosa si nasconda (un po' come la musica: a me interessa la musica, mica come vive questo o quel musicista). Che marrazzo abbia fatto la lotta contro la prostituzione è giusto, questo conta. Volevo solo dire che, appunto, in generale, non trovo incoerente chi segue la predica pur se detta da un predicatore che razzola male (questo era il succo)...tornando al discorso "ragazzi pronti ad accoltellare gay" è chiaro che si sta parlando di gente ritardata, quelli che una volta ti prendevano a testate se per sbaglio incrociavi lo sguardo col loro, non è questione di potere, di controllo, di ideologia etc. ma di gente stupida che si ritrova insieme. Mio padre si iscrisse nel msi nel 1960, e non ha mai accoltellato o detto nulla su o contro nessun gay; il discorso che fate è comunque giusto, perché le persone stupide sono pericolose, quelle stupide in gruppi organizzati sono distruttive, ma tanto, penso io, lo stupido non ci mette tanto a trovare una scusa per fare stupidate e per raggrupparsi con altri stupidi: questi si fanno il tatuaggio della svastica e pensano di essere nazisti (il fatto, come abbiamo detto, che ci siano nazisti russi fa riflettere), e qua torniamo al discorso iniziale: le stesse band/persone che usano certi simboli lo fanno così, tanto per fare, secondo me neanche perdono troppo tempo a vedere così ci sia dietro ("a che fico la svastica, tutti ci odiano, fanculo tutti sieg heil 88 ss saluto romano" questo sarà il massimo che il loro cervello riesce a partorire). Sul puntare così il dito sui poteri organizzati, a prescindere, però non mi trovate pienamente in sintonia: c'è gente che sfrutta il prossimo sotto il simbolo di cristo, ma c'è anche chi vive sotto le bombe e in mezzo alla fame (il problema quindi sono le persone singole: il gruppo, il simbolo, la Chiesa sono relative), il massimo sarebbe fare del bene al prossimo senza bisogno di appoggiarsi a simboli, prediche, religioni etc., ma fintanto che non si arriva a quel punto, voler demonizzare a prescindere comunque non aiuta. ovviamente Arrraya è anarchico quindi vabbè, se gli parli di pote..(non finisci la parola che te sputa in faccia ahahahha) , il fine deve essere il suo superamento, ok, ma andrebbe visto non come nemico, ma come strumento per il suo stesso superamento (un po' come le rotelle che usano i bambini sulle biciclette: l'obiettivo è farne a meno, ma prima ti servono, e se la rotella è rotta la cambi, mica dici che le rotelle, in generale, sono dannose )
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 10.01.17
40
Luca@ probabilmente non hai seguito gli altri interventi ma io non parlavo della musica. Io parlavo di persone che andavano in giro a bruciare le chiese e ad accoltellare omosessuali ed immigrati. Magari mi sbaglio ma a livello umano non mi sembrano tanto dei capolavori.
Sambalzalzal
Sabato 29 Marzo 2014, 9.58.40
39
Nerkiopiteco@ io penso, perlomeno come la vedo io, che Arrraya@ si riferisse al fatto che nelle ideologie estreme ci sono un sacco di controsensi. Uno si considera nazi e vede come eroi i personaggi di spicco di quel movimento senza notare (o facendo finta di non notare) che avevano gli stessi atteggiamenti contro i quali poi oggi loro si scagliano. Ovviamente anche il cristiano che prende come oro colato tutto quello che viene detto dalla madre chiesa e dalla sua gerarchia qualche domanda dovrebbe porsela. nel senso, ma queste persone sono veramente così "sante" e "giuste" come vogliono far credere? Questa è un po' come la storia dei politici che si sono battuti tipo Marrazzo contro la prostituzione e poi sono stati beccati che andavano a trans oppure di quelli che hanno fatto battaglie senza quartiere all'evasione fiscale e poi sono stati trovati essere colpevoli di evasione per miliardi. nel caso del nazismo questi controsensi diventano ancora più assurdi perché se tu sei pronto ad andare ad accoltellare un gay seguendo una certa dottrina dovresti ricordarti che anche tra i promotori di quella dottrina c'erano omosessuali. Io sono del parere che ogni tipo di forma di religione organizzata, politica estrema sono oggi la fonte della maggior parte dei problemi dell'uomo. C'è chi comanda che sa cosa vuole e dove vuole arrivare e sotto c'è il manovale ignorante che fa il lavoro sporco. Lo schiavo perfetto, sia della religione e sia della politica è quello che non si pone domande, che rifiuta paragoni perché una risposta o presa di coscienza in generale porterebbe alla fine del suo equilibrio, non gli rimarrebbe una posizione nel mondo che si è costruito. In tutto ciò la musica e l'arte in assoluto, lo sport dovrebbero essere un'isola di pace da quelle che sono le miserie esistenziali ed intellettuali odierne. Il fatto che alcune persone o gruppi più o meno organizzati tentino di continuo di contaminarla con le loro invasioni fa capire che chi ha il potere non vuole assolutamente che ci siano individui liberi ed in grado di dire la propria o mostrare il proprio valore individuale.
luca
Sabato 29 Marzo 2014, 9.47.50
38
16 enni con lo stato da una parte e i genitori dall'altra.. i risultati sono sotto gli occhi di tutti.. le pagine più belle scritte in tema di Black metal.. capolavori immortali a tutt'oggi
Nerkiopiteco
Sabato 29 Marzo 2014, 9.30.19
37
Arrraya condivido anche io, anche se non ho capito la riflessione a inizio commento 32: secondo lo stesso ragionamento un cristiano dovrebbe rinnegare la propria fede perché ci sono i preti pedofili? Per dire, un conto sono le idee, un conto le persone.
gianmarco
Sabato 29 Marzo 2014, 8.47.48
36
sul NSBM c'è un libro della leggendaria Tsunami Edizioni chiamato Come Lupi Tra Le Pecore.
freedom
Sabato 29 Marzo 2014, 0.18.41
35
Sottoscrivo tutto quello che ha scritto Arrraya.
Arrraya
Venerdì 28 Marzo 2014, 21.57.15
34
In conclusione voglio rammentare una persona: ROGER WATERS, il Grande bassista dei Pink Floyd si è attirato le antipatiche attenzioni della "Anti Diffamation League" per aver detto semplicemente la verità, ovvero: Israele si comporta da stato NAzi, mettendo una stella di David sulla groppa del Maialino nel Tour di "The Wall". lui ha fatto satira, ma allora chi sono veramente i nazisti. Sono sempre i simboli a creare polemiche, quasi fossero una cartina tornasole, un rifugio, per i veri furbi di questo mondo, siano essi Ebrei,Cristiani,Mussulmani, Americani,Russi,Arabi,Europei. I simboli parlano per noi e su di noi, per plagiare , veicolare, controllare.
Arrraya
Venerdì 28 Marzo 2014, 21.51.26
33
Scinderei il fatto di essere AntiSionista (io mi ritengo tale) da AntiSemita o AntiEbraico, perchè riguardanti la razza e la religione, due cose su cui non si dovrebbe mai mettere il becco e su cui bisognerebbe sempre rispettare le scelte e le origini..SEMPRE. Ci sono Palestinesi,Arabi, di origine Semitica, probabilmente la maggior parte di noi lo è, ma non per questo ci si può definire ebrei, eppure oggi, grazie, o per colpa della seconda guerra mondiale, Israele rimane impunito dei suoi crimini contro popolazioni inermi e disarmate, l' unica nazione che si permette di violare le direttive delle Nazioni Unite senza pagare sanzioni. Come gli Americani che non hanno mai pagato per le 150000 persone arrostite in un secondo in Giappone, senza contare quelli del fallout radioattivo...NESSUN CRIMINE DI GUERRA, NESSUN TRIBUNALE SPECIALE per esser stati bestiali al pari dei Nazisti.Eppure , questi casi umani che vediamo nelle foto si perdono nelle cose piu becere, figli dell' ignoranza piu pura. Esiste un video dei primi del secolo girato a Stonehenge, dove si vedono alcuni sacerdoti di uno strano culto esoterico, celebrare un rituale, nelle loro vesti il simbolo della Stella di David con la svastica all' interno. la Stella di David con la svastica , fusi in un unico simbolo nei primi anni del '900. La cosa è interessante su come i simboli vengano usati per controllare, mistificare, ribaltare verità, se non occultarle.
Arrraya
Venerdì 28 Marzo 2014, 21.51.07
32
Ma poi c'è una confusione tale che certe cose fanno, oltre che ridere, anche pensare: Molti che si definiscono neonazi o Fasci , hanno nella loro attitudine quella di prendersela con gli omosessuali, non sapendo che certi gerarchi nazi erano talmente viziosi da provare piacere nel prenderlo e darlo in culo (ops, si possono usare questi termini?). Non vorrei sollevare il solito vespaio di polemiche quando si tocca un certo argomento, ma proverò a fare la doverosa premessa per evitare equivoci in seguito.Allora: si sa che chi vince la guerra scrive la storia, e la storia che ci è stata propinata era che la Germania Nazista fu sconfitta e l'europa fu virtualmente divisa tra Stati Uniti e Sovietici, i cosiddetti buoni che però all' occorrenza, sottobanco, finanziarono il nazismo. Ci sono documenti che attestano transizioni operate dalle solite elite bancarie Americane a favore della Germania negli anni 30, e i Russi fecero un patto di non belligeranza che servi piu che altro a mangiarsi l'altra fetta della Polonia. I due conflitti mondiali son serviti soprattutto per accorciare i tempi verso l' unico governo mondiale che si sta prospettando ai nostri giorni, e la cosa triste è che la morte di milioni di individui innocenti viene usata come muro su cui è impossibile rivolgere critiche, e parlo d' israele, lo stato d' Israele, a tutti gli effetti uno stato nazi.
Vitadathrasher
Venerdì 28 Marzo 2014, 21.04.00
31
Gli Slayer non riesco ad inquadrarli come nazisti o satanisti....diciamo che hanno sfruttato artisticamente certe tematiche ma più che essere, ci fanno. Come i Manowar si mettono i mutandoni di pelliccia.
Nerkiopiteco
Venerdì 28 Marzo 2014, 20.54.28
30
Beh, c'è poco da stupirsi.Basti vedere tutte le band che inneggiano a Satana, con croci rovesciate (a sproposito, come già evidenziato in questa stessa rubrica)....e dopo Satana, a livello di immaginario collettivo, c'è il nazismo...è più che altro scena, poi di solito il Black non tratta temi leggeri, ovvio che il nazionalsocialismo prende piede facilmente. Sambalzalzal vero, nell'est europa ci sono tanti gruppi, non solo musicali, filonazisti, anche russi, e pensare che i nazisti li chiamavano untermenschen; è come il satanismo: una moda, e sticazzi di quello che c'è dietro; contenti loro....
gianmarco
Venerdì 28 Marzo 2014, 20.49.21
29
giusto Marmuz con Kevin Talley
brainfucker
Venerdì 28 Marzo 2014, 20.37.13
28
quando il lato musicale è debole,si cerca di attirare l'attenzione in altri modi,infatti gli slayer hanno parlato di questa robaccia in maniera molto romanzata come ha scritto qualcuno in uno dei commenti precedenti(parere mio ovviamente)..ma quanto so sfigati quei bambocci in sala prove e quel fallito col face painting e il ritratto di hitler?
Marmuz
Venerdì 28 Marzo 2014, 20.15.38
27
Gli Slayer c'entrano eccome, girava un video di una loro sessione di prove dove al muro era appesa una bandiera con la svastica misura 70x100.. solo un caso? Io non credo.
gianmarco
Venerdì 28 Marzo 2014, 19.11.18
26
ma si sà il nome della band di quello con la maglia di Colony ?
gianmarco
Venerdì 28 Marzo 2014, 19.00.46
25
scusate adesso ho capito
gianmarco
Venerdì 28 Marzo 2014, 18.59.03
24
chie centrano gli In Flames ?
Sambalzalzal
Venerdì 28 Marzo 2014, 18.17.10
23
hai fatto bene! gente simile non si merita veramente un cazzo! qua si parla di poveri mentecatti anche perché se non lo fossero poi certe cose nemmeno salterebbero fuori, né nei rapporti con gli altri e né in musica. Ignoranza, frustrazione, in tanti casi è un mix delle due cose insieme. Il brutto è quando questi soggetti abbracciano un'ideologia, a quel punto hanno la scusa per comportarsi nel modo che vogliono e possibilmente trovano pure scemi come loro che gli danno man forte. Non dimentichiamo nemmeno che questi fomentati da due soldi poi diventano la manovalanza dei vari capetti ultrà dello stadio e dei capi sezione in politica. Conta la famiglia quando uno è giovane, c'è poco da fare. Io sono del parere che lo sganassone quando fai una cazzata ha ancora il suo peso ed il suo significato, se tanti fossero stati bastonati da piccoli poi non avrebbero preso determinate strade. Di fatto in Scandinavia, se parliamo degli albori del black metal, chi troviamo? un sacco di giovinastri che potevano permettersi di vivere da soli a 16 anni alle spalle dello stato. Stato da una parte e genitori permissivi dall'altra, i risultati si sono visti.
er colica
Venerdì 28 Marzo 2014, 17.50.40
22
samba l'unica cosa che mi viene in mente è che questa gente sia fortemente ignorante e non conosca manco un minimo della storia del loro paese ma ti racconto un fatto mio personale che ti fa pensare. io è un tizio che conoscevo andammo al cimitero americano che sta a nettuno come credo tu sappia dato che lui era un grande "fan" dell'america e cose del genere e quindi mi chiese disperatamente di andare a vedere sto cimitero amiericano che io conoscevo molto bene avendo passato molte estati a nettuno da piccolo e adolescente , quindi andiamo e mentre siamo dentro arriviamo alla zona dedicata alle tombe ebraiche co la loro stella al che sto tizio si avvicina alle tombe e fa : ma che è sta cosa perché non c'è la croce?? al che io gli dico bè nell'esercito americano c'erano anche molti ebrei e quella è la stella di david il loro simbolo, lui fa: che coglioni sti ebrei non sono cristiani che schifo che merde. dopo qualche mese l'ho eliminato totalmente dalle mie frequentazioni (oltre che per altri motivi). questo per farti un esempio che ho vissuto a pelle di ignoranza pura!! cazzo che schifo.
Sambalzalzal
Venerdì 28 Marzo 2014, 17.27.53
21
Ad Astra@ grazie! ma guarda che pirla che è il tizio con occhialetti e maglietta In Flames! Sta gente andasse a zappà! uno dando un'occhiata fugace si fa anche quattro risate perché obbiettivamente sagome simili non possono e non devono essere prese sul serio però allo stesso tempo come dici in giro di roba simile ce ne sta tantissima e questo fa riflettere. A metà dei 90' mi passò tra le mani un cd di una band americana di cui non ricordo il nome, beh il cantante era di colore ed aveva una svastica tatuata sulla spalla! Foto retro copertina rigorosamente in mimetica con tanto di armi vere (non come quelle coi pallini di plastica che usava Fabban nel periodo nazista degli Aborym- qua anche ci sarebbe da aprire una parentesi visto il contesto) e la scritta FOR WHITE PEOPLE ONLY (!?!?!?!?!?) Ecco, cose simili onestamente mi spaventano. Mi spaventa il fatto che la maggior parte delle bands nsbm vengano fuori da posti come l'est Europa tipo la Polonia che durante la 2nda guerra mondiale furono letteralmente sodomizzate con la lana di vetro da quei tipi di regime la. Mi spaventa che il nsbm sia fiorente negli USA che A) durante la 2nda guerra mondiale sono intervenuti a combattere il nazismo e B) non può assolutamente appellarsi ad un qualche tipo di supremazia raziale/identitaria vittima dell'invasione dei neri visto che gli schiavi ce li hanno traghettati loro stessi da quelle parti. L'unica cosa positiva "tradizionale" che avevano erano i nativi e l'hanno fatti secchi quasi tutti. Portare la politica estrema in musica è un'aberrazione ed un controsenso assurdo, assolutamente da non appoggiare.
Ad Astra
Venerdì 28 Marzo 2014, 16.35.54
20
@3k... no problema amico!!!! @samba il primo l'ho trovato in un forum se non ricordo male di nsbm ma il nome non ho idea e poco importa.. la sua figura meritava di essere mostrata. il secondo è un gruppo che ha pubblicsto anche album ed ep filo nazionalsocialisti ma ora da cell non riesco a vedere domani controllo a casa e ti dico tutto.. ad ogni modo esisitono ancora forti realtá cosi e ne ho trovate decine in giro per il web ... onestamente mi ha lasciato basito a 70 anni dalla fine del regime...un velo di trisitezza!!! eheheheeh
Sambalzalzal
Venerdì 28 Marzo 2014, 15.48.49
19
Ad Astra@ però una curiosità me la devi togliere assolutamente... potrei sapere chi sono quei coglionazzi del black metal al suo apice?!?!?!?
Metal3K
Venerdì 28 Marzo 2014, 15.29.53
18
@Ad Astra: non ho visto che avevi gia' risposto
Metal3K
Venerdì 28 Marzo 2014, 15.29.03
17
Verissimo, ma come si apprendere dal vocabolario Treccani: "svàstica s. f. [dal sanscr. svastika, s. m. (der. di svasti «fortuna, felicità»), passato al genere femm. nel ted. Swastika e quindi in ital. e in altre lingue]"
Ad Astra
Venerdì 28 Marzo 2014, 15.24.13
16
si in sanscrito il termine è maschile,la trasposizione italiana prende l'articolo femminile
moro
Venerdì 28 Marzo 2014, 14.08.55
15
scusate ma "svastika" è un sostantivo maschile.
freedom
Venerdì 28 Marzo 2014, 13.28.08
14
@Ad Astra: Non sapevo del passato di Suor Germana...che faceva la pornostar? Magari nei suoi libri i messaggi subliminali ci stanno sul serio allora....mi sa che ho sbagliato a prenderla come esempio.
er colica
Venerdì 28 Marzo 2014, 13.18.18
13
bo FURIO forse se non avessi bisogno estremo di attenzione ed una certa difficoltà psicologica di fondo non lo metterei di certo ma credo che molti personaggi del black metal avessero questo tipo di problemi o esigenze quindi hanno messo certi simboli sui loro dischi quando primo non conoscevano manco bene le cose che utilizzavano e secondo non credevano veramente manco in quello che stavano dicendo o facendo. detto questo la politica radicale che sia di destra o di sinistra non avrebbe mai dovuto attecchire al black metal perché a creato quasi totalmente deficienti come quelli che compaiono sulle immagini che stanno in articolo, coglioni che manco sanno quello che fanno e che si fanno l'altarino co Hitler sapendo a puzza chi cazzo era.
FURIO
Venerdì 28 Marzo 2014, 13.09.23
12
Il Black Metal è sempre stato un genere estremo che ha cavalcato temi estremi che, in fondo, quasi nessuno credeva realmente. Nella stessa fase Satanista, quanti dei musicisti dell'epoca erano REALMENTE Satanisti? Pochissimi! Detto questo mi convinco che l'uso della svastica nel metal estremo si riduca ad una provocazione nella quasi totalità dei casi, così come quelli che parlano di necrofilia, asfissia ed altre pratiche abominevoli. Concludo con un osservazione/domanda: ma sei voi odiaste profondamente un simbolo e quello che rappresenta, lo mettereste davvero nel vostro logo solo per provocazione?
Flag Of Hate
Venerdì 28 Marzo 2014, 13.08.52
11
Pure i fasci avevano un altro significato ai tempi dei Romani, pure la falce e il martello sono semplici strumenti di lavoro, così come il giogo e le frecce del Falangismo spagnolo, il martello e il compasso della DDR, la stella rossa... ma così è andata la storia, certe ideologie hanno scelto certi simboli e amen, rimpiangere l'impossibilità di tatuarsi una svastica senza fare scalpore è come lamentarsi se, dopo esser rimasti al sole senza crema, ci si scotta: inutile.
Ad Astra
Venerdì 28 Marzo 2014, 13.02.50
10
@ freedom. suon Germania forse... che oggi professa il giusto ed in passato ha fatoto di ogni ehehehe... ad ogni modo si è cercato di far una buona analisi.. e seppur i contenuti non son stati sviscersti tutti siete voi il resto!
freedom
Venerdì 28 Marzo 2014, 12.49.43
9
Complimenti per l'articolo, ci vogliono le palle per trattare argomenti simili, e voi le avete. Purtroppo dalla fine della seconda guerra mondiale la svastica viene associata ad eventi sciagurati e negativi, complici sicuramente non solo gli eventi realmente accaduti (terribili senza dubbio) ma anche tutta una serie di "campagne anti-nazismo" ricche di trovate da film dell'orrore e racconti di fantascienza, create appositamente allo scopo di demonizzare in maniera totale e definitiva il movimento nazionalsocialista. In questo contesto inserirei anche certi gruppi e musicisti che, magari dopo aver visto un documentario di History Channel sui nazisti che facevano le messe nere nei castelli e su Hitler che era in contatto con gli alieni (ho visto anche cose del genere giuro), decidono di adoperare certe tematiche e simbologie nella loro musica più per il gusto del "profano e occulto" che per reale interesse e/o approvazione. Direi quindi che si tratti fondamentalmente di un gioco, di pura provocazione, pericolosa in certi casi sicuramente (ma quello dipende dal soggetto, del resto è provato che ci siano stati più serial killer spinti ad uccidere da deliri religiosi del tipo "Dio mi ha detto di sgozzare mia madre" piuttosto che dal diavolo o da Hitler, e questo dovrebbe far riflettere), ma sostanzialmente innocente e anche un po' stupida. Gli Slayer ad esempio ci marciano da sempre, senza spesso nascondere di subire il fascino di certi simboli e di certi personaggi, cosa che io stesso comprendo senza problemi. Ma finisce qui, puro e semplice fattore estetico si potrebbe dire. Del resto le uniformi e le simbologie naziste erano fichissime, bisogna riconoscerlo: teschi, rune, cappotti di pelle e abiti rigorosamente neri. E' qui che il mondo dell'heavy metal e quello della svastica nazista si incontrano: la voglia di apparire "duri", controcorrente (ovviamente il nazismo è divenuto controcorrente solo dopo la sua fine), il fascino innegabile del male puro e tutto il resto. In conclusione direi che l'uomo moderno, quello post-conflitto mondiale - noi insomma - possa permettersi il lusso di trattare certi argomenti e certe tragedie con spirito quasi giocoso come già detto, per dar sfogo magari ai propri istinti più neri, ma non si sognerebbe mai di rinunciare alla propria libertà e alla pace per un ideale di tale bassezza: la presunta superiorità di un uomo su un altro. Di pazzi invece il mondo sarà sempre pieno, e quelli sarebbero capaci intravedere un qualche messaggio divino o demoniaco anche nella torta della nonna o nei libri di Suor Germana.
blackiesan74
Venerdì 28 Marzo 2014, 11.01.32
8
Quoto Arrraya quando esprime il disappunto per non poter indossare la svastica senza essere considerato un nazista.
Vitadathrasher
Venerdì 28 Marzo 2014, 10.45.18
7
In linea di massima la musica che si appoggia ad un credo, lo fa più per esprimere un concetto, un succo, che sia di rabbia, amore e anche di idiozia, poi ognuno la vede come vuole. Di certo guardando quella foto sopra con il make up e con l'altarino, se la vedesse baffetto, quel personaggio sarebbe fucilato all'istante.
Lord Ancalagon
Venerdì 28 Marzo 2014, 10.28.44
6
@er colica: Sarà una coincidenza ma anch'io ho rispolverato Facta Loquuntur degli Absurd negli ultimi giorni ed onestamente mi ha sopreso, non lo ricordavo così bello. Ad ogni modo hai pienamente ragione: se un disco è degno di nota lo è a prescindere dalle ideologie che ci stanno dietro e delle quali a me personalmente è sempre interessato molto poco, in caso contrario difficilmente sarebbero entrati nella mia collezione molti dischi Black o Death. Comunque, sorvolando sulle polemiche basate sul nulla, come le critiche ai Marduk ai tempi di Panzer division, a mio avviso come quando si parlò del rapporto Black metal & satanismo qualche tempo fa anche qui si deve scindere tra chi fa sul serio e chi invece per fare teatro, come il "Norsk Arisk BM" dei Darkthrone per intenderci. O anche Satyr, come scrive Sambalzalzal, che andava in giro sproloquiando sulla presunta superiorità norvegese giocando ai tempi di Rebel extravaganza con certe immagini/tematiche che poi ha abbandonato in corsa. Su Vikernes invece penso sia meglio non tirarlo neanche in ballo, personaggio dalle idee molto confuse (che grasse risate mi son fatto quando ho letto il Vargsmal, ma lasciamo perdere).
Arrraya
Venerdì 28 Marzo 2014, 10.22.07
5
Bell' argomento ciccio ciccio avete scelto. Sono anch' io dell' avviso che da metà anni 90 in poi ci sia stata una fin troppa fastidiosa presenza "politica" nel metal, anche se il termine politico è fuorviante. Diciamo "schieramenti". Se prendiamo e osserviamo la vita di certe persone che inneggiano alla supremazia (cosa che si presenta in tutte le razze e religioni) nel metal, vedremo per la maggior parte dei poveracci, dei casi umani. Gente che si definisce nazista e che odia i mussulmani, non sapendo che Hitler era un grosso estimatore del mondo orientale, dei guerrieri, delle popolazioni che regalarono i numeri, l'astronomia ecc. al mondo. Ci sono delle grosse mistificazioni e nella confusione post bellica si è fatto solo una gran confusione (mirata). io da ANARCHICO non posso che biasimare lo schieramento politico finalizzato solo a rafforzare il potere occulto, che sia di pseudo destra o pseudo sinistra, un arena dove dall' alto vengono gettati gli avanzi per un gregge di pecore pronti ad abbracciare un ideale che, nella maggioranza dei casi, non viene mai studiato dai diretti interessati, preferendo assorbire superficialmente dei concetti pur di "appartenere" a qualche gruppo. Per quel che riguarda molti musicisti non hanno fatto altro che creare confusione, pregni forse della stessa ignoranza, prendete Siouxsie and the Banshes e tutta l' iconografia punk, salvo poi cambiare rotta (almeno simbolica) mettendo in bella mostra la stella a sei punte, forse inconsapevoli che quello, al pari della svastica, è pur sempre un simbolo magico strumentalizzato per fini religiosi e politici. Mi dispiace solo una cosa: non poter indossare una maglietta con la svastica, simbolo antichissimo e positivo, solo per il fatto di essere poi visto come un nazista. Mi dispiace veramente perchè ci fa capire come in questo mondo falso e pieno di bugiardi nei posti che contano, le mistificazioni e la menzogna siano all'ordine del giorno, calpestando la verità e invertendo il linguaggio dei simboli positivi.
ZAGOR
Venerdì 28 Marzo 2014, 10.14.07
4
interessante articolo complimenti,metallized si distingue perche' spesso tira fuori molteplici argomenti che comunque sono legati in un modo o nell'altro spesso al mondo del metal. aggiungo che sull'argomento si e' spesso fatto perno ( o giocato) per fare immagine shock e attirare l'attenzione,un esempio i kiss con le loro ss sul logo( e gene e paul sono ebrei.......forse anche eric singer?) tanto che se qualcuno non lo sa in germania i cd e manifesti pubblici dove compare la band il logo kiss e' modificato con le ss in caratteri normali!, che dire poi di lemmy kilmister sullo stemma simbolo del primo disco sul cornino centrale dell'elmetto c'era disegnata una svastica visibile anche sul cd iron fist, si gioca anche su 'hammered' e we are motorhead uno stemma con tre frecce messe a 'riferimento', poi basta vedere il basso anni 70780 di lemmy o il suo chiodo che spille portasse.
Vitadathrasher
Venerdì 28 Marzo 2014, 8.20.01
3
Credo che gli Slayer in questo contesto centrano poco. In quanto non hanno mai inneggiato, ma semmai citato e romanzato alla loro maniera. Più che altro per la passione di Hanneman nei confronti di tali eventi storici. Il black metal è altra cosa.
Sambalzalzal
Venerdì 28 Marzo 2014, 7.08.40
2
Sono d'accordo Colica@ sarà interessante vedere dove andranno a parare le discussioni. Personalmente parlando anche io non ho mai digerito l'intromissione di certi temi nella musica in generale e nel metal in particolare visto che da quando è nato si è fatto portavoce di apertura mentale e lotta verso ogni tipo di imposizione e oppressione ma andando a ritroso la dove questa intromissione è arrivata io penso che almeno in quel periodo doveva vedersi più che altro come un'estremizzazione del concetto iconografico di "maligno" ed "oltraggioso". Il satanismo oramai rimbalzava addosso a tutti, anche a chi non era addentro al metal, non penso di sbagliare quando dico che a livello di immagine, quella satanista, era "accettata" e quindi non faceva più paura a nessuno. Il nazismo come tema fu il nuovo cavallo di battaglia per shockare la società benpensante, una società che ancora oggi risente nell'immaginario di una ferita che non si è mai totalmente rimarginata. Ne parlavo anche in diversa sede... il fenomeno black metal di connotato destroide, consciamente o no, ha di fatto segnato e cambiato l'attitudine ed il modo di approcciarsi al metal. Tutte le menate sull'elitarismo, il diritto del più forte, sono elementi che purtroppo ancora oggi avvelenano il nostro ambiente. Lo si legge tra le righe (nemmeno poi tanto tra le righe) in certi commenti, in frasi ascoltate per metà durante i concerti da quello che hai dietro. Tutta questa cosa del "la band che ascolto io è più cattiva della tua". Parlo di Roma che è la città dove sono nato e cresciuto, questo tipo di modo di vedere le cose iniziò a farsi sentire pesantemente intorno al 95' e di fatto decretò la fine del concetto di unità e fratellanza "metallica" che fino ad allora aveva caratterizzato il movimento. In musica non si può obbligare un musicista a non parlare di determinate cose ma d'altra parte il musicista dovrebbe in teoria avere un'anima poetica e la poesia da sempre è libertà. Libertà di sognare, di esprimersi, il fatto che un musicista si appoggi ad ideologie che tutto propugnavano tranne che la libertà di espressione secondo me è un forte controsenso. Non metterei neanche Burzum come simbolo di questi controsensi ma per esempio un Satyr qualsiasi che all'epoca inneggiava alla supremazia norvegese facendosi poi fotografare mentre tirava coca col naso, ecco quelle cose dovrebbero dare un po' l'idea di quanto intelligenti possano essere considerate certi tipi di prese di posizione. In poche parole dico che chi arriva all'estrema destra tramite l'ascolto e lo studio del black metal o lo fa per scherzo o è un povero scemo con evidenti incapacità intellettive.
er colica
Venerdì 28 Marzo 2014, 1.51.20
1
azzo azzo ragazzi argomento bello spinoso , proprio sti giorni ci stavo dando sotto con gli absurd. la mia idea è che la politica estrema non sarebbe mai dovuta entrare nel black metal e l'unico e solo responsabile è vikernes, comunque a parete questo se un gruppo merita merita a prescindere dalle sue idee politiche. però sono curioso di vedere come si svilupperanno le discussioni per partecipare dato che il tema mi interessa, speriamo solo che non finisca tutto in macello!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Iconoclastica - #2 - La Svastica
ARTICOLI
19/07/2014
Articolo
ICONOCLASTICA
#3 - Il Serpente
28/03/2014
Articolo
ICONOCLASTICA
#2 - La Svastica
28/07/2013
Articolo
ICONOCLASTICA
#1 - La croce rovesciata
19/06/2013
Articolo
ICONOCLASTICA
#0 - Baphomet
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]