Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del tour
Clicca per ingrandire
Blind Horizon
Clicca per ingrandire
Blind Horizon
Clicca per ingrandire
Blind Horizon
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Vidharr
Clicca per ingrandire
Dewfall
Clicca per ingrandire
Dewfall
Clicca per ingrandire
Dewfall
Clicca per ingrandire
Dewfall
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

TAAKE + DEWFALL + VIDHARR + BLIND HORIZON - Traffic Club, Roma, 29/04/2014
04/05/2014 (2645 letture)
BLIND HORIZON
La serata si apre con i Blind Horizon, che, per via dell’orario si trovano ad esibirsi davanti ad una platea quasi vuota. Sono infatti appena le nove di sera quando iniziano ad esibirsi, peraltro nel più pieno rispetto del running order: questo è il segno positivamente tangibile che gli organizzatori italiani cominciano a conformarsi alle sane tempistiche dei concerti internazionali, ma il pubblico fatica ancora un po’ ad adeguarsi.
La band romana suona un death/progressive metal nel quale le due componenti stentano a fondersi in modo armonioso e coeso. Tipico difetto, questo, dei gruppi giovani che hanno molto studiato e ci tengono a dimostrarlo. L’arte di sgrossare i brani e renderli più omogenei si apprende solo col tempo, ed al trascorrere del tempo affidiamo un più limpido giudizio sul loro operato.
Le song appaiono infatti costituite da sequenze di buoni riff di death melodico, inframmezzati da lunghi passaggi strumentali di natura progressive decisamente avulsi dal contesto nei quali la band effonde tutto il suo virtuosismo funambolico. Non che non siano piacevoli e ben eseguiti, ma i Blind Horizon peccano senza dubbio di logorrea, affaticando i pochi spettatori che per distrarsi si mettono a gironzolare tra i vari stand ed il bancone.

VIDHARR
È il turno dei Vidharr, anch’essi giovani e romani, che suonano un black/doom potenzialmente molto evocativo. Uso tale avverbio perché il vulnus sta anche qui nella scelta di inserire parti “altre” nel tessuto organico delle song. La cosa non è negativa in sé, ma va fatta con capacità di discernimento. Invece i loro rallentamenti doom appaiono un po’ ingenui e vanno a spezzare la malsana tensione che si genera dalle depressive partiture black.
I brani dei Vidharr hanno un contenuto apprezzabile, peraltro molto old school, ma ancora poco definito ed omogeneo. Se riusciranno a dispiegare in modo più equilibrato ed armonioso il songwriting faranno quel passo avanti necessario a farsi notare, potendo peraltro contare su un ottimo cantante.

DEWFALL
Nel frattempo il pubblico è aumentato considerevolmente di numero e l’atmosfera si è surriscaldata. Quando arrivano i Dewfall, c’è più attenzione e partecipazione.
D’altronde, rispetto ai gruppi precedenti si nota immediatamente un salto di qualità: i pugliesi mostrano di essere un gruppo compatto e capace, con una piena padronanza del palco.
Sarà per il loro intrinseco valore come pure per la maggiore esperienza accumulata in tanti concerti, ma si ha la netta sensazione di avere a che fare con dei professionisti.
Dal vivo il loro black/death, black per la ferocia e death per la potenza, che non disdegna il ricorso a forme espressive desunte da altri generi, è privo di sbavature e l’epica energia che è capace di liberare risulta davvero notevole.
Una band in crescita, quindi, che sembra accompagnarsi con sempre maggiore frequenza al gotha del metal estremo internazionale: non è infatti un caso che precedano qui a Roma i Taake e che nello scorso marzo abbiano aperto il concerto dei Gorgoroth a Milano. Semplicemente ce la mettono tutta ed ottengono l’attenzione che meritano.

TAAKE
Cosa spinga i Taake, a tornare spesso ed ovunque in Italia, è una domanda che verosimilmente resterà senza risposta. Ma ogni volta che si materializzano nel Bel Paese, è importante esserci. Soprattutto per respirare una dose nociva e mortifera dell’atmosfera glaciale che solo il true norvegian black metal può darci, per partecipare ad un rito che non ha nulla di lontanamente artificioso o fittizio.
Abbandonata la bandiera norvegese che faceva da povera ma efficace scenografia ai concerti del tour precedente, dedicato alla promozione dell’album Noregs Vaapen, Hoest si presenta con un look paleo black metal alla Euronymus e da navigato istrione qual è veste il ruolo e la maschera alla perfezione.
La sensazione è che questa notazione non riguardi solo il look ma anche i contenuti musicali del live. Non avendo infatti dischi in promozione i nostri possono attingere più liberamente dal loro repertorio e proporre anche i brani più vecchi.
Dopo le ibridazioni tra black ed altri generi ascoltate dai gruppi precedenti, qui c’è solo black metal, in purezza. Senza voler fare l’apologia del metallo nero norvegese, bisogna ammettere che il feroce algore dei riff è unico, inimitabile. Al di là di ogni luogo comune, giunge nel profondo e sferza l’anima come un vento di Borea.
Hoest interpreta il suo efferato monologo mentre la band esegue con ardore ed assoluta padronanza la sua musica, sgorgata dalla sua altrimenti inaccessibile anima: tutti assistiamo attoniti all’immensità ed alla potenza di questo suo doloroso inno al Nulla.
Così coinvolti che non ci accorgiamo quasi che il concerto è finito e che la band abbandona il palco.
Troppa partecipazione, forse? Non direi, è che sono effettivamente trascorsi appena cinquanta minuti, il concerto è stato incredibilmente breve. Troppo per non suscitare reazioni inconsulte. All’inizio il pubblico spera in un bis di rito, lo reclama a gran voce. Delusi dall’evidente indifferenza della band, i più si avviano mestamente verso l’uscita, qualcuno la prende peggio e lancia insulti, dall’innocente e spassoso “mangiasalmoni!” al venale “abbiamo pagato diciotto euro!”, fino a più crude e dialettali imprecazioni.
Questo triste epilogo demolisce l’atmosfera che i norvegesi erano riusciti a creare e ci fa andar via con l’amaro in bocca. Non che sia una reazione iniqua, tutt’altro: il concerto è stato davvero troppo breve ed il pubblico, in particolare quello che si è sobbarcato l’onere di un viaggio per assistere alla loro epifania, meritava di più.
I Taake, stavolta avevano un pubblico numeroso e partecipe, totalmente nelle loro mani, e lo hanno abbandonato sul più bello. Concedere un altro paio di brani ci avrebbe mandati a casa contenti. “Concertus Interruptus”? Forse ignorare i desideri del pubblico fa molto black metal, ma alla lunga non paga.



Trerror
Giovedì 22 Maggio 2014, 1.10.48
75
Nattestid, bjoergvin 4, doedskvad 1, doedskvad 3, umenneske, fra vadested til vaandesmed, nordbundet, du ville,ville vestland SET LIST DEL CONCERTO DI ROMA! ORA CALCOLATE LA DURATA DELLE CANZONI E VEDETE SE SON 40 MINUTI SCARSI....
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 15.24.02
74
Zess@ allora, per fartela breve quando accettarono di suonare al Forte non sapevano esattamente che si trattava di un centro anarco-gestito ed arrivati sul posto a quanto pare iniziarono ad avere delle pretese un pochino assurde per quelli che erano i metri di gestione del posto. Storie per il cibo, per le bevande, la pretesa di avere attorno delle guardie del corpo per impedire che i ragazzi gli si avvicinassero ecc. Questo è quello che mi raccontarono dopo delle persone, fatti che erano successi prima del concerto. Quello che vidi io fu che ad un certo punto dopo un paio di canzoni un ragazzo salì sul palco e Amott gli diede un calcio nel fianco. Prima lancio di bottiglie e sedie e poi Amott prese a fare il gesto del vaffanculo, da la in poi fu il bordello più totale. Io ero indietro dalla parte sinistra del palco e vidi per un istante Amott che si tolse la chitarra da tracolla e fece come per tirarla quando il palco si riempì di gente che iniziò a dargli una fracca di botte! Si misero di mezzo alcuni ragazzi dell'organizzazione e nel parapiglia loro riuscirono a darsela a gambe mentre la strumentazione rimase la al forte! Chissà se Amott se la ricorda la cosa e chissà se pensa che fu heavy metal ahahahahahah!
herr julius
Giovedì 8 Maggio 2014, 14.43.21
73
Zess@ Grazie per le info, di Fenriz girano video in effetti alle prese con l'insegnamento ma non sapevo come interpretarle, comunque grandi personaggi anche loro.
Zess
Giovedì 8 Maggio 2014, 14.24.45
72
Che successe ai Carcass al Forte Prenestino??? Vorrei solo aggiungere che Fenriz e Nocturno Culto fanno rispettivamente il postino e l'insegnante di musica in una scuola elementare...
doomale
Giovedì 8 Maggio 2014, 13.58.44
71
@herr julius....se apprezzi Ice T le apprezzerai sicuramente!! Southland non lo conosco ma da come lo descrivi devo rimediare al piu presto anche da sabato prossimo!!!
herr julius
Giovedì 8 Maggio 2014, 13.44.09
70
doomale@ mitico colors, me l'ero scordato. Il telefilm che danno su tv crime al sabato sera southland ha quelle atmosfere e quella location. Grande, dovrò andare a cercarmi quelle altre collaborazioni.
doomale
Giovedì 8 Maggio 2014, 13.11.46
69
..Ice T e` un gran personaggio....nonostante l'increscioso episodio adsolutamente da condannare. Ho anche uno scheletro nell'armadio con uno dei suoi primi lp "original gangster"...Per non parlare di Disorder con gli Slayer! buona anche "one bullet left" con i six feet under! mitiche "colors" quella del film con Robert duvall e fuck the police dei Bodycount..Sullo schermo mi fa ammazzare perche nn ce lo vedo proprio a fare la parte della legge!!
herr julius
Giovedì 8 Maggio 2014, 12.42.31
68
Criminal intent lo guardo tutti i sabati su Tv crime...poi mi gusto southland spettacolare serie ambientata nei ghetti di LA, roba molto alla spike lee, ma questo è un altro discorso, chiuso l'OT. Comunque Ice-T ovviamente ha recitato una parte, sicuramente non è un killer, comunque un grande personaggio e un ottimo artista
Elluis
Giovedì 8 Maggio 2014, 12.11.23
67
@herr julius a me i BC non sono mai piaciuti, anche se riconosco il valore storico di quell'album: credo che quell'atteggiamento da duro fosse più che altro una posa per la gente, dovuta alla sua fama di "bad boy from the ghetto": tutti si aspettavano che fosse così, e quindi lui era così. Per il resto concordo su tutto con te. A proposito, io preferisco Criminal Intent a Law & Order SVU: quest'ultimo a volte è un po disturbante...... però sono entrambi bellissimi, merito di Dick Wolf.
nihilist
Giovedì 8 Maggio 2014, 12.06.10
66
Hoest che viene dal paesino bucolico norvegese, con la mercedes pagata dal papà, e l'attività di musicista pagato dallo stato....che altro aggiungere?...secondo me ottima musica, ma personaggio di merda. spero che alle persone che andranno ai suoi prossimi concerti vada meglio che a Roma e lo trovi in serata buona, sicuramente a livello musicale per quello che è il black metal teme pochi rivali...speriamo bene!!!
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.58.18
65
Herr Julius@ ah io ancora oggi ascolto ed amo i Body Count! Lui super carismatico e tutto, capisco il discorso del background però come dicevo la musica è una cosa e le vicende personali sono un'altra, fare i vigliacchi e gli irrispettosi nei confronti di quelli che ti permettono di andartene in giro per il mondo a trombare e a sballarti è da infami. Sicuramente se messi a confronto Ice T ebbe più attenuanti nei suoi periodi "caldi" di un Hoest o di un Necrobutcher per i motivi che dici però rimane sempre il danno che fanno a chi li va a vedere semplicemente perché è interessato alla loro arte. Uno oltre che paga si va pure a far menare o a farsi dare del coglione, mi pare allucinante come situazione
herr julius
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.47.36
64
Voglio solo spezzare una lancia su Ice-T, sicuramente quello sarà stato un coglione all'epoca e si sarà pure comportato male, però è il padre di un certo gangsta-rap che pur non piacendomi proviene comunque dai ghetti delle megalopoli americane dove sappiamo la violenza che c'è e la gente è veramente pericolosa e lotta per la vita tutti i giorni, spesso senza soldi in tasca. E' un po' un personaggio come Mike Muir o i Biohazard, non come Hoest che viene dal paesino bucolico norvegese, con la mercedes pagata dal papà, e l'attività di musicista pagato dallo stato. Ice-T poi ha fatto un bellissimo album con i Body Count, che probabilmente in pochi conoscono, dove ha avvicinato il metal al rap con ottimi risultati. Ora poi è un affermato (e attempato) attore nel serial Law and Order.
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.35.29
63
Che imbecille! Sta gente la dovrebbero mandare a zappare la terra altro che viaggi pagati e hotels, questi sono pure i ringraziamenti!
Elluis
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.33.13
62
@Samba decisamente si. Per tutto il tempo si atteggiò da gangsta rapper del ghetto, tutto duro e senza paura, continuando a insultare i suoi nemici (chi fossero poi lo sapeva solo lui) e soprattutto la polizia, che poi alla fine gli salvò la pelle. Ad un certo punto cominciò a prendere a pugni un ragazzo delle prime file e infine gli diede l'asta microfonica in testa, ferendo però il ragazzo che stava accanto a lui. La gente (Rolling Stone strapieno) gli si rivoltò contro e successe un finimondo: il concerto fu interrotto e Ice T uscì quasi 3 ore dopo dal locale.
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.23.42
61
Ahhh questa non la sapevo! Soliti comportamenti da rockstar demente? Che poi Ice T per un periodo lo fecero pure passare per l'eroe che si batteva per i diritti e l'uguaglianza... mah!
Elluis
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.19.24
60
@Samba lo stesso successe più di 20 anni fa al Rolling Stone di Milano, quando il rapper Ice T durante un concerto dei suoi Body Count dovette scappare nei camerini, e in seguito fu "sequestrato" per più di 2 ore dentro il locale, mentre la gente fuori lo aspettava per fargli la pelle. Alla fine dovettero intervenire non so più quante pattuglie della polizia per farlo uscire e cacciarlo in un taxi, dato che il tour bus nel frattempo era stato devastato.
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 11.05.41
59
Elluis@ ahahahah ecco quella sarebbe la giusta posizione per tipi "duri" tipo questi! meriterebbero un trattamento tipo quello che ebbero i Carcass a Roma al Forte Prenestino nel 90' quando materialmente se ne dovettero scappare per evitare il certo linciaggio da parte del pubblico. Herr Julius@ purtroppo quello di cui mi rendo conto è che tanti atteggiamenti sbagliati da noi sono socialmente accettati e nessuno fa una piega, magari trovi pure quello che ti dice che se i musicisti ti mandano a fare in culo "fa più black metal". Contenti loro. Sono d'accordo con Nihilist@ la musica è una cosa, gli atteggiamenti da idioti sono un'altra, ma questo è in qualsiasi campo, ci sono un casino di persone in gamba sul lavoro e poi teste di cazzo nel sociale. nel caso di chi suona i rapporti sociali comunque dovrebbero essere una parte fondamentale del loro impegno ma sembra non gliene fotta nulla.
doomale
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.58.28
58
...allora non mi ricordavo male!!! e' solo rispetto esatto...! nn c'entra un cavolo il moralismo...qui ognuno e' libero di fare tutto ma semprei nei limiti del rispetto altrui! e sopratutto del pubblico cliente Che paga!!!
nihilist
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.46.44
57
Si successe in Basilicata se non ricordo male, mi sembra avessero appeso un foglio con scritto "stupide checche italiane" dopo essersi chiusi in una stanza a bere e farsi come cammelli...non che sia un problema, lo fanno tutti, ma almeno poi suonano e non fanno cazzate!!!...resto dell'idea che per quanto la musica di queste band mi piaccia parecchio, di sicuro non metterò più piede ad un loro concerto dopo episodi del genere. Ho visto decine di concerti di gruppi anche meglio di questi (sono gusti ovviamente), magari in serate non proprio fortunate con poca gente o posti discutibili, eppure non hanno battuto ciglio, hanno suonato con la massima professionalità con tanto di bis e a fine concerto non si sono di certo tirati indietro nell'incontrare i fans (mi vengono in mente i primi concerti degli Opeth in Italia)...è una questione di umiltà e di rispetto per chi ti viene a vedere e tutto sommato è un tuo "cliente"!!!
herr julius
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.46.12
56
forse perchè l'utente black metal tipo non ha senso critico verso certi comportamenti e tollera tutto dei propri beniamini, infatti sotto qualcuno ha chiesto se siamo diventati tutti moralisti. Penso non sia questione di moralismo, perchè se lo fossimo non ascolteremmo heavy metal. Penso sia invece questione di buon senso. Personaggi come questo hoest si sono fatti odiare ovunque, in germania hanno rischiato grosso e lo stesso petrozza in un' intervista ha detto che se lo incontrava a qualche concerto estivo non avrebbe suonato lui. Non penso mille sia moralista, è solo maturo ed una brava persona
Elluis
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.43.41
55
Io ci manderei Genny 'a Carogna a parlare con questa gente, lui sicuramente avrebbe argomenti validi per farli ragionare, hahaha !!
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.34.52
54
Aspetta il fatto della nota ora che lo dici me lo ricordo... mi pare successe al sud... comunque orribile come episodio. Concordo con te, spero non vada nessuno. la cosa triste è che bands che meritano supporto vengono snobbate ed altre che si comportano di merda hanno sempre la platea piena, son delle teste di cazzo e dei mangiapane a tradimento.
doomale
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.18.54
53
...Samba nn ricordo esattamente quale fosse il concerto...ma ricordo che il chitarrista che li accompagnava nel tuor (e faceva i live pure con i Taake)...insulto i ragazzi del pubblico e attacco un foglio con scritto su qualcosa su noi italiani. Nn ricordo esattamente cosa successe....ma loro in seguito dissero che nn sarebbero piu passati dall'italia...
iltana
Giovedì 8 Maggio 2014, 10.02.46
52
Ma chi sono quelli che lanciavano pure la mer....
Sambalzalzal
Giovedì 8 Maggio 2014, 9.48.21
51
Doomale@ come insulti e prese in giro al pubblico!?!?!?!?!? Ma che so idioti!?!?
Doomale
Mercoledì 7 Maggio 2014, 14.35.44
50
@herr julius...in effetti penso che l'espressione di entrambi parli chiaramente!!! ahhhhhh...Comunque Nihilist mi dà l'assist per ricordare ciò che combinaro i cosidetti "True Mayhem" nel loro ultimo concerto italiano...con annessi insulti e prese in giro da parte del chitarrista verso il pubblico presente. Ma non avevano detto che non avrebbero piu messo piede in italia???e adesso che vogliono? Spero il pubblico ricordi e li lasci con un pugno di mosche per la loro prossima data di Milano (oltretutto visto il prezzo!). Non abbiamo bisogno di sta gente. Ma poi quali true Mayhem...si inventassero un nuovo nome. Io ho il massimo rispetto per i Mayhem, ma per quelli che davvero potevano portare quel nome, morti insieme ad Euronymous nell'agosto del 1993.
herr julius
Mercoledì 7 Maggio 2014, 13.45.16
49
@Doomale quoto, due grandissimi personaggi, chissà che bevute assieme...fantastici
Doomale
Mercoledì 7 Maggio 2014, 13.34.49
48
la foto di Fenriz con Katon e' la vera essenza del metal piu rozzo!! che sia black....che sia thrash...Due grandissimi!! poi Katon sempre con quello sguardo allucinato....ahhhhhhhhh! Icone.
herr julius
Mercoledì 7 Maggio 2014, 10.50.00
47
Io ho il cd originale dei Taake, nattestid, ed in effetti non ci si capisce un cazzo, tutto in runico. La musica non mi dispiace ma non mi ha mai emozionato come altri album del genere quindi lo avrò ascotato solo una decina di volte, ma non mi arriva. Fenriz e Nocturno culto invece sono dei giganti, coerenti, montanari se vogliamo, ma soprattutto dei veri metallari. La foto on line dell'icona black Fenriz con Katon de Pena è la migliore risposta a chi pensa che black metal e neonazismo possano andare a braccetto.
Sambalzalzal
Mercoledì 7 Maggio 2014, 10.37.15
46
ahahahahahahah la cosa del runico è fenomenale poi anche perché a quanto pare allo stato attuale neanche è stato possibile decifrare esattamente tutti i significati ed ancora non si sa bene come e in che termini (ristuali) fossero usate nei vari codici. Quindi i ricercatori universitari e gli archeologi non ne vengono a capo ed invece Hoest si, interessantissimo! Ahh il mitico documentario! Ecco ma la si parla di due che hanno il cervello che gli funziona e che vivono la loro vita e musica in maniera intelligente, nulla a che vedere proprio con gli eccessi da ragazzina arrapata di hoest. Nattefrost è già pazzo di suo e le droghe non lo aiutano penso, anzi. Ha pure un figlio piccolo e non è che la cosa lo abbia fatto maturare. Musicalmente parlando sia i Taake che Nattefrost (solo e con i CF) sono musicisti veramente in gamba, penso, però sotto il punto di vista umano sono dei derelitti. A casa propria nel limite del possibile si comportano "bene" perché se sforano lo stato gli toglie la copertura ma fuori danno sfogo alle più basse pulsioni e smanie che gli saltano al ticchio.
herr julius
Mercoledì 7 Maggio 2014, 10.15.11
45
vera anche la storia del pisello di fuori, in effetti è un personaggio veramente da manuale. Il set di foto sul sito poi è fantastico perchè sono veramente professionali, quindi c'è tutta una strategia di marketing, come per il book di una modella. Agli inizi poi diceva che scriveva solo in runico perchè era da veri norvegesi di una volta...poi si fa le foto in mercedes clk cabrio nuova fiammante da 40000 euro, macchina da vero eroe pagano. Veramente true invece Fenriz e nocturno culto che girano in mountain bike, pescano con la barca nei laghi, e con il foro nel ghiaccio di notte in tenuta polare. Nattefrost secondo me invece è veramente un malato mentale e non oso pensare quali segreti possa celare, tra cristeri, pedofilia, sadomasochismo, necrofilia, ha veramente toccato il fondo con la peggio spazzatura...però ha fatto dei dischi veramente belli. Degno di nota anche il palestrato Morgan che in "civile" sembra un tronista della de filippi.
nihilist
Mercoledì 7 Maggio 2014, 9.22.43
44
Si sa che è un genere basato al 90% sull'immagine. I tipi dell'Osmose records dicevano che a metà anni '90 i gruppi che si presentavano col face painting avevano vendite assicurate, per gli altri era più difficile. E' chiaro che c'è una strategia di marketing dietro all'immagine di un gruppo del genere che si basa ovviamente sulla teatralità oltre che sulla musica...ci sta tutto, ma non che vengano qui e ci trattino come coglioni, l'hanno già fatto i Mayhem anni fa e altri gruppi del genere...evidentemente qui possono permetterselo!!!
Sambalzalzal
Mercoledì 7 Maggio 2014, 8.53.00
43
Ahahahahah Herr Julius@ lo vedi quella è la misantropia totale di cui parlano! Alla fine tutto torna comunque e penso che hai centrato il punto. Il Black Metal per pochi fu/è uno stile di vita, per tanti è un'estremizzazione degli atteggiamenti glam degli 80' quando con Glam si intende proprio glamour, la cura dell'immagine. Hoest, caligula, nattefrost possono anche giocare a fare la parte dei duri che se ne fregano dei rapporti sociali e dei ben pensanti ma alla fine l'unica cosa che fanno è comportarsi come dei ragazzini viziati per attirare l'attenzione, non hanno assolutamente nessun tipo di messaggio o ideologia da portare avanti. Ricordo anni fa giravano sul net foto di hoest durante un concerto con i pantaloni sporchi strappati ed il pisello di fuori. Un vero macho a cui non fregava nulla di niente. peccato che se aveva impiegato 2 secondi per vestirsi aveva però passato davanti allo specchio un'ora per il face painting. Vestiti come ti pare, vai onstage nudo o con una scopa infilata tra le chiappe, però suona bene e rispetta chi ti viene a vedere e che cazzo.
herr julius
Mercoledì 7 Maggio 2014, 8.29.05
42
Molti musicisti di questo genere sono dei posers veramente galattici, altro che motley crue, atteggiamenti falsi ed impostati come una moneta da 3 euro. Molto più seria gente come Darkthrone che beve birra e spala neve fuori dalla hytta in mezzo al nulla, Ihsahn che si dimostra per quello che è cioè un artista serio e intellettuale, o al limite satyr che ha buttato la paccottiglia nazimedievalblack per essere semplicemente quello che è una rockstar. Da manuale del posers perfetto poi caligula dei dark funeral che a Milano nel 98 con i dimmu, dopo la doccia, smesse le alabarde e le croci rovesciate si mette a limonare davanti a tutti con la prima ragazzetta che gli chiede l'autografo, un grande.
Sambalzalzal
Mercoledì 7 Maggio 2014, 7.08.59
41
Eh lo so Zess@ lui ma come tanti altri che su fanno la parte degli scemi del villaggio (Roger dei Carpathian Forest è un altro, e suo compagno di sdrogate btw) e che in Italia vengono visti quasi alla stregua di supereroi invece. Le mode del momento se le sono fatte tutte, dall'anticristianesimo, passando per la misantropia fino ad arrivare al nazismo. Dovrebbero limitarsi ad essere bravi musicisti professionali ma difficilmente ci riescono a quanto sembra e preferiscono puntare sulle cazzate.
Zess
Mercoledì 7 Maggio 2014, 2.19.30
40
Confermo che in Norvegia Hoest viene visto come un poser e un pagliaccio, specialmente da chi ha vissuto la seconda ondata. Ha sempre tentato di imitare ed emulare altri, col solo risultato di farsi ridere dietro...
GioMasteR
Lunedì 5 Maggio 2014, 22.28.48
39
@Masterburner: Anche le foto sono ad opera della nostra Floriana
Masterburner
Lunedì 5 Maggio 2014, 21.18.40
38
Un complimento al fotografo, foto veramente di prim'ordine.
Doomale
Lunedì 5 Maggio 2014, 18.12.34
37
@Sambalzalzal, ti quoto. Vabbè ormai la beffa si è consumata...spero che si impari qualcosa da questo episodio...
Sambalzalzal
Lunedì 5 Maggio 2014, 18.00.12
36
Si Doomale@ anche perché normalmente la band quando accetta di suonare firma un contratto, loro o il management, se non adempiono ai loro doveri so soldi poi, nel senso che scattano le penali. E' pure vero che si tratta di Roma e le cose vengono gestite parecchio alla scureggiona eh quindi non mi meraviglio di nulla fatto certo è che sono comportamenti indegni da non essere assolutamente giustificati.
Doomale
Lunedì 5 Maggio 2014, 17.21.50
35
@Sambalzalzal, era proprio quello che mi chiedevo io e che invocavo dagli organizzatori dell'evento di Roma...invece di coccolare sto scemo dovevano attaccarlo al muro o quantomeno chiedere delucidazioni. @Tifernum....tu sei liberissimo di riandare a vedere i Taake ci mancherebbe altro...come Hoest è liberissimo di fare quello che vuole..anche sbattersela in testa quella mazza chiodata. Ma qui si parla di RISPETTO verso le persone che hanno pagato...Quindi di cosa ti meravigli se ora si manchi di rispetto a Lui? Poi se per te va bene farti trattare così..ok nessun problema. Ma di certo Io non la tollero una presa per il culo del genere.
Sambalzalzal
Lunedì 5 Maggio 2014, 17.11.20
34
mah Tifernum@ a Bergen lo reputano uno scemo perché si sfascia ed arriva a comportarsi in maniera indecente (non in sede di concerto) e posso garantirti che i norvegesi sono tutto tranne che moralisti o moralizzatori. Anche io li ho visti varie volte in Scandinavia ed è tutto filato liscio, a quanto pare il "meglio" di sé lo lascia per quando va fuori a questo punto. Comunque c'è qualcosa che mi sfugge, nel senso che se questi shows tagliati sono colpa della band, possibile che chi ha organizzato se la sia semplicemente presa dietro così insieme ai paganti senza fare una piega!??
nihilist
Lunedì 5 Maggio 2014, 16.30.02
33
Ovvio, era una battuta, se si droga sono affari suoi...se fa il coglione in questo modo sono affari anche di chi paga il biglietto!!!...anche il fatto che si dica sia una testa di cazzo non è un problema, ci mancherebbe, non devo mica uscirci assieme però, secondo me, se si comporta in certi modi col suo pubblico se ne può andare a fare in culo.
Tifernum
Lunedì 5 Maggio 2014, 15.29.26
32
Ho visto i taake dal vivo tre volte,,sempre grandi concerti, e non ho mai riscontrato problemi di brevità del set prima dell'altra sera. Se torneranno da queste parti andro' ancora a vederli, perché una seconda possibilità credo la meritino. Se poi con i soldi guadagnati hoest ci si vuole comprare la droga o una nuova mazza ferrata sono fatti suoi. Cos'è, siete diventati tutti moralisti all'improvviso?
nihilist
Lunedì 5 Maggio 2014, 13.07.50
31
Indubbiamente sono un ottimo gruppo black, belle canzoni e bravi musicisti, ma non è appunto la prima volta che lui si comporta in questo modo. Vediamo se servirà di lezione e la prossima volta che verranno in Italia ci sarà un boicottaggio collettivo dei loro concerti (lo spero veramente perché certi personaggi non si meritano un cazzo) così da rendersi conto che senza noi poveri coglioni che paghiamo il biglietto dopo magari aver fatto centinaia di chilometri per vederli non avrebbero molto futuro...e non avranno neanche più i soldi per la droga
Doomale
Lunedì 5 Maggio 2014, 12.44.43
30
@Elluis, credimi vorrei tanto essere io quello a darglieli i 4 schiaffoni...ma purtroppo penso non sara possibile, perchè come ho gia detto non spenderò piu un centesimo per i suoi concerti!! Comunque il verso di andare a dormire il "nostro" amico l'aveva fatto anche in un altra data dei Gorgoroth...non a roma mi sembra di aver letto....Comunque alla fine dei fatti mi spiace ancora per l'accaduto...per noi si intende..e per quelli come me che aveva dovuto fare una cernita delle serate qui a Roma. Detto ciò supporto ancora il black metal perchè è una grande passione, sia quello dei '90 che quello piu recente ed underground. Ma non i pagliacci irrispettosi come "Hoest". Detto questo non aggiungo altro che mi sembra il personaggio non meriti cosi tanta attenzione.
herr julius
Lunedì 5 Maggio 2014, 11.58.51
29
Io supporto ancora invece giusto le persone pulite e vere del genere, che si sono dimostrate crescendo di essere oltre che uomini adulti, artisti e soprattutto metallari in grado di dare onorabilità al nostro genere, a prescindere dalla musica che può piacere o non piacere. Parlo di band come Enslaved, Immortal, Ihsahn, Darkthrone, Satyricon, Dimmu Borgir, Borknagar, Marduk...le nuove leve purtroppo non le conosco e non le seguo.
Elluis
Lunedì 5 Maggio 2014, 11.46.17
28
Si insomma, un emerito imbecille, questo Hoest !! Anch'io sono stato un amante del black della prima ondata (dei primi Darkthrone, Mayhem e Immortal, Burzum prima del fatto di Euronymous, i primi Impaled Nazarene ecc.), ma dopo qualche anno ho abbandonato il genere, ed ora non ascolto quasi più nulla della musica black scandinava, ecco perchè non conoscevo questo personaggio, che si permette di trattare il proprio pubblico come dei dementi (facendo il segno di andare a dormire come raccontato da @doomale); se continua così, quattro schiaffoni prima o poi li rimedierà....
Elluis
Lunedì 5 Maggio 2014, 11.46.08
27
Si insomma, un emerito imbecille, questo Hoest !! Anch'io sono stato un amante del black della prima ondata (dei primi Darkthrone, Mayhem e Immortal, Burzum prima del fatto di Euronymous, i primi Impaled Nazarene ecc.), ma dopo qualche anno ho abbandonato il genere, ed ora non ascolto quasi più nulla della musica black scandinava, ecco perchè non conoscevo questo personaggio, che si permette di trattare il proprio pubblico come dei dementi (facendo il segno di andare a dormire come raccontato da @doomale); se continua così, quattro schiaffoni prima o poi li rimedierà....
herr julius
Lunedì 5 Maggio 2014, 10.30.32
26
Da amante del black della prima ora (fine 90) io ammiro i black metallers storici che hanno preso le distanze o si sono ripuliti dalla degenerazione del genere che c'è stata qualche anno fa. Le bravate le posso concedere a un 15 enne appena svezzato, qua parliamo di gente over 30 che dovrebbe avere una certa maturità umana oltre che artistica. La droga secondo me è solo un aggravante della pochezza di personaggi simili, che ricordiamolo non vengono da scampia o dalle favelas di rio. Non so se ha modificato il suo sito, ma anni fa c'era una bella collezione di immagini con atteggiamento da duro che più duro non si può...un poser mai visto, un mix di armi, facepaint con abiti tradizionali norvegesi, look paramilitare di estrema destra, mercedes clk e chi più ne ha più ne metta, ridicolo
Sambalzalzal
Lunedì 5 Maggio 2014, 9.43.01
25
Herr Julius@ quoto. in generale tanti di loro non si rendono conto che fare certe bravate o tenere sempre e comunque un comportamento bizzarro non è sempre bene, specialmente in trasferta. Nel suo caso poi c'è pure la droga che gli ha bruciato la testa da un bel po'. "Cosa spinga i Taake, a tornare spesso ed ovunque in Italia, è una domanda che verosimilmente resterà senza risposta"... che magari fanno come gli pare?
Sambalzalzal
Lunedì 5 Maggio 2014, 9.42.57
24
Herr Julius@ quoto. in generale tanti di loro non si rendono conto che fare certe bravate o tenere sempre e comunque un comportamento bizzarro non è sempre bene, specialmente in trasferta. Nel suo caso poi c'è pure la droga che gli ha bruciato la testa da un bel po'. "Cosa spinga i Taake, a tornare spesso ed ovunque in Italia, è una domanda che verosimilmente resterà senza risposta"... che magari fanno come gli pare?
Elluis
Lunedì 5 Maggio 2014, 9.34.33
23
Quotone per @herr julius, la penso anch'io allo stesso modo !
herr julius
Lunedì 5 Maggio 2014, 9.17.12
22
personalmente questi figli di papà che vengono dal paese del bengodi e giocano a fare i superuomini, i semidei ariani sono da boicottare a prescindere dalla musica che fanno. Se non ricordo male costui è quello che ha corso il rischio di essere linciato in Germania perchè si è presentato con la svastica disegnata sul petto...personaggi patetici come il suo amico conte.
Sambalzalzal
Domenica 4 Maggio 2014, 20.38.37
21
Che tristezza... riguardo Hoest posso dire tranquillamente che in Norvegia fa cagare col fischio tutti. E' un drogato vecchio stampo, irrecuperabile, parecchio comico a livello di atteggiamenti perché è una sagoma irriducibile ma un conto è fare il cretino al pub e beccarsi qualche schiaffone ed un conto è fare il deficiente in concerto, la sei un pezzo di merda e basta. Sui Destruction non lo so... li ho visti varie volte fuori Italia e non ho mai assistito a nulla di strano ma magari con l'età si sono rincoglioniti, comunque se è così andassero a prendersela in culo.
Zess
Domenica 4 Maggio 2014, 17.40.29
20
Gli Hirax di domani costano 15 euro, e i Destruction si sono comportati da rockstar all'Init. Fine OT.
Blackout
Domenica 4 Maggio 2014, 17.33.39
19
15
doomale
Domenica 4 Maggio 2014, 15.33.02
18
Colica, anche io ho provato a guardare qui e li per sapere il prezzo....ma niente nn l'ho trovato da nessuna parte!
er colica
Domenica 4 Maggio 2014, 15.21.47
17
a proposito degli hirax non sono riuscito a sapere il costo del biglietto qualcuno lo conosce?? giuro che poi non più vado fori argomento hahah
doomale
Domenica 4 Maggio 2014, 15.04.17
16
...che amarezza ragazzi!!Pensavo di essere il solo ad essere rimasto deluso da questa settimana di concerti.....invece da quanto sto leggendo anche da voi c'e` stato qualcosa di anomalo anche venerdi sera all'Init. Comunque per concludere coi Taake dico solo agli organizzatori del Traffic di non farsi prendere per il culo da queste pseudo rock star da 4 soldi, invece di coccolarle e viziarle come hanno fatto con Hoest. Pretendete il rispetto anche per gli accordi presi co sta gente. Speriamo con gli Hirax vada tutto bene almeno va!!! e supportiamo la scena italiana come ha detto qualcuno qui sotto!
Blackout
Domenica 4 Maggio 2014, 14.46.22
15
Non so se verrà fatto un comunicato, l'intenzione era questa, ma lo slittamento degli orari è stato causato dai Destruction e per tutte le cose che non gli stavano bene (a cominciare dall'hotel perché il wifi girava piano...). Comunque non voglio portare la discussione troppo OT, ma posso dirti che si sono comportati veramente male.
er colica
Domenica 4 Maggio 2014, 14.41.41
14
forse c'entra anche il fatto che 2 dei gruppi spalla abbiano iniziato a suonare dopo i destruction, cosa molto strana in effetti.
er colica
Domenica 4 Maggio 2014, 14.40.35
13
io dal pubblico ho notato prima di tutto l'attesa dopo il gruppo spalla esagerata ed uno dei tecnici dei destruction che girava per il locale come se stesse cercando qualcuno, poi durante il concerto c'è stato un battibecco con gesti tipo dito medio tra un ragazzo e lo stesso tecnico , sto ragazzo aveva calpestato qualche cavo o pedale e il tecnico gli aveva dato una spintarella per parlo scendere al che i tizio ha iniziato a mandarlo affanculo ripetutamente e il tecnico di risposta gli faceva altri gesti pesanti. non so se soprattutto la lunga attesa si riferisca a quello che hanno detto a te.
Er Trucido
Domenica 4 Maggio 2014, 14.36.12
12
il due, ma sono state cose meno visibili dal punto di vista del pubblico, ma ugualmente da rockstar.
brainfucker
Domenica 4 Maggio 2014, 14.35.39
11
venale ma giustissimo il "abbiamo pagato 18 euro"(ovviamente nessuna colpa va all'organizzazione)dato che per molti in tempi come questi è quasi un lusso andare a un concerto
er colica
Domenica 4 Maggio 2014, 14.27.22
10
trucido ma ti riferisci ala data che i destruction hanno fatto il 2 maggio o ad altre volte? no perché io il due maggio c'ero ed ho notato qualche piccolo episodio "particolare" soprattutto in un occasione , niente di esagerato comunque.
Er Trucido
Domenica 4 Maggio 2014, 14.06.31
9
Non che i Destruction si siano comportati meglio in quel di Roma, almeno da quel che mi è stato raccontato. Io boicotto entrambi.
Elluis
Domenica 4 Maggio 2014, 14.00.04
8
Se fossi stato a Roma quel giorno io avrei scelto i Destruction a occhi chiusi: i Taake non li conosco nemmeno e sinceramente dopo quello che ho letto, nemmeno ci tengo: mandateli a cagare queste finte rockstar da strapazzo, e se proprio non volete lasciarli, scaricatevi a gratis i loro dischi, così vi ascoltate la musica e loro non beccano una lira. Questo si meritano.......
er colica
Domenica 4 Maggio 2014, 13.26.55
7
io sarei dovuto andare da loro però poi dato che c'erano anche i destruction ho dovuto rinunciare a i taake e sono andato alla serata dei destruction, comunque che brutta cosa suonare cosi poco pagando poi un biglietto abbastanza corposo, credo che io sarei stato tra quelli del vaffa.
Gian
Domenica 4 Maggio 2014, 13.26.48
6
ci vogliono più eventi Black metal Underground con band italiane e meno "grupponi" esteri che "vivono di rendita".... il black italiano è grandiosoo
Zess
Domenica 4 Maggio 2014, 2.34.13
5
Band inutile e sopravvalutata. Vedo che Hoest ha preso anche lui il vizio del suo compagnuccio Infernus, cioè di suonare cinquanta minuti dal vivo. Da mandarli a fanculo per direttissima, e senza ritorno.
doomale
Domenica 4 Maggio 2014, 0.04.14
4
...chiedo scusa per l'errore di aver mandato due volte il commento e sipratutto per aver dimenticato di fate i complimenti alle edibizipni di Vidharr e Dewfall...loro si che meritano il mio rispetto! ...p.s. il batterista dei Dewfall e` una macina!!!!Complimenti!
Blackout
Domenica 4 Maggio 2014, 0.03.35
3
Non c'ero a Roma, ma una cosa analoga è successo ai Gorgoroth nella Capitale, sempre con Hoest alla voce. Mi è stato raccontato, ed ho potuto verificarlo confrontando la setlist di quest'anno con quella dell'anno precedente coi Vader a cui sono andato, che i Gorgoroth hanno suonato a malapena 50 minuti, perciò non so se dipende dalla band, da qualche capriccio di Hoest o dall'organizzazione, ma in ogni caso 40 minuti di live non ammortizzano affatto il costo dell'ingresso, anzi. I Taake non li ho mai visti perché li ritengo sopravvalutati su disco, mi piacciono solo i primi due e parzialmente l'ultimo, ma onestamente non mi pento di non esserci stato.
doomale
Sabato 3 Maggio 2014, 23.54.48
2
...che dire....io sono uno di quelli che e' andato via con l'amaro in bocca come dice Floriana....i Taake erano in serata di grazia e questo si era recepito...ineccepibili dal punto di vista esecutivo e anche stranamente partecipi col pubblico. E allora perche suonare 40 minuti scarsi e fare a malapena se la memoria non mi inganna 6 pezzi..Hoest alla fine ci fa addirittura il verso di andare a dormire. Sai che c'e` caro Hoest? Ci vuole piu rispetto per la gente che viene a sentirti pagando, a prescindere se viene come me da vicino oppure da lontano.Una cosa e` sicura...non spendero piu neanche un centesimo per vederti dal vivo. La cosa brutta e` che ho dovuto scegliere tra loro e i Destruction data la vicinanza e me ne sono pentito amaramente!
doomale
Sabato 3 Maggio 2014, 23.50.51
1
...che dire....io sono uno di quelli che e' andato via con l'amaro in bocca come dice Floriana....i Taake erano in serata di grazia e questo si era recepito...ineccepibili dal punto di vista esecutivo e anche stranamente partecipi col pubblico. E allora perche suonare 40 minuti scarsi e fare a malapena se la memoria non mi inganna 6 pezzi..Hoest alla fine ci fa addirittura il verso di andare a dormire. Sai che c'e` caro Hoest? Ci vuole piu rispetto per la gente che viene a sentirti pagando, a p
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Dewfall
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
Clicca per ingrandire
Taake
ARTICOLI
04/05/2014
Live Report
TAAKE + DEWFALL + VIDHARR + BLIND HORIZON
Traffic Club, Roma, 29/04/2014
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]