Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
HATEFUL
Set Forever on Me

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
BLAZON RITE
Dulce Bellum Inexpertis E.P. (Ristampa)

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

ARCH ENEMY + IRA - New Age Club, Roncade (TV), 30/05/2014
03/06/2014 (3370 letture)
Se esistesse una Novella 2000 del metal, una delle copertine di quest'anno sarebbe senza dubbio toccata agli Arch Enemy, alla loro "separazione in casa" da Angela Gossow ed al loro "matrimonio d'interesse" con Alissa White-Gluz. Da un lato le parti in causa spergiurano che questa nuova unione sia basata unicamente sull'amore più puro, dall'altro è difficile non rendersi conto che, se quello che ti serve è qualcuno che sappia cantare in growl, allora la Svezia ne è sicuramente piena e non hai bisogno di andare fino in Canada per trovarlo. Certo, se il growler in questione deve anche essere di sesso femminile, di bell'aspetto e già dotato di una sua fan-base personale allora la questione è completamente diversa. E se dovessi basarmi sulla serata a Roncade per trarre le conclusioni sugli esiti della scelta, allora il mio giudizio è: vittoria piena. Alissa ha ovviamente vinto riuscendo a fare il salto da una band media ad una molto più grossa e ottenendo così un'escalation di visibilità, Amott ha stra-vinto perché è riuscito non solo a salvaguardare la band dalla perdita di notorietà che l'uscita di Angela avrebbe potuto causare, ma anzi, a guadagnarci. Il locale pieno di venerdì ne è la prova: raramente mi è capitato di vedere il New Age più affollato, e se si considera che il biglietto non era proprio regalato e che gli Arch Enemy non erano accompagnati da nessun nome noto nel tour, i conti sono fatti. Tra i presenti al concerto, possiamo tranquillamente ipotizzare che una metà fossero lì per la band ed una metà per la cantante, anche semplicemente per la curiosità di vederla. E a favore di band e cantante bisogna dire che a fine serata le persone uscite dal locale erano pienamente soddisfatte. Ma andiamo con ordine.

IRA
Ad aprire la serata sono gli IRA, band milanese attiva già dal 1997 e dedita ad un technical death metal. Sono stati annunciati un po' in sordina, all'ultimo momento e neanche su tutti i canali di informazione, ma al momento del loro concerto (che inizia puntuale) il locale è già pieno, ed il pubblico è estremamente partecipe. Parecchi sono già accalcati sotto al palco e... Ok, a voler essere cinici probabilmente la motivazione principale per cui sono lì davanti è assicurarsi il posto nelle prime file per gli headliner, ma bisogna dire che tutti partecipano con entusiasmo genuino al concerto, con tanto di pogo e headbanging. Anche quelli che se la prendono con calma e si gustano una birra dalle retrovie rivolgono tutta l'attenzione al palco e mostrano di godersi il live. I pezzi proposti dalla band sono frenetici, incalzanti, dotati di un buon groove senza trascurare la melodia. Il pubblico si mostra entusiasta, tanto che a fine concerto inneggia alla band urlandone il nome.

ARCH ENEMY
Per creare l'atmosfera adatta all'entrata in scena degli Arch Enemy il locale si riempie di fumo, talmente tanto che ad un certo punto suona l'allarme anti-incendio. Allarme a cui seguono, ovviamente, i cori della gente "iii-oooo-iiii-oooo" che presto iniziano ad invocare il nome dei loro beniamini "Arch-Enemì! Arch-Enemì". La band entra sul palco in mezzo alla nebbia sulle note di Tempore Nihil Sanat, l'intro del nuovo lavoro in studio War Eternal. Il pezzo che dà inizio al live vero e proprio è Enemy Within, tratto da Wages of Sin, l'album con il quale la band accolse Angela Gossow tra le sue fila, diventando di conseguenza uno dei più noti controesempi alla nozione secondo cui il growl è esclusivo retaggio maschile. Come a voler creare un collegamento tra passato e presente, il brano successivo è War Eternal, primo singolo tratto dall'ultimo lavoro. Da qui in poi, il live procede per circa due ore, andando a toccare tutta la produzione della band post-Liiva. Un concerto molto intenso, ricco e vario, che va da pezzi più tirati ad altri più lenti e melodici, e che non lesina sugli assoli, anche per dare modo agli altri musicisti di tirare il fiato (e a D'Angelo di asciugare il manico del suo basso dal sudore!). A spezzare il susseguirsi dei brani ci pensano dapprima Daniel, con un lungo assolo di batteria, poi Michael e Nick, che si alternano con le loro chitarre. A proposito, Nick è il nuovo chitarrista, proveniente dalla band statunitense degli Arsis ed entrato in scena nel 2012 per sostituire il fondatore Christopher Amott, la cui uscita dalla band è stata praticamente cancellata dalla memoria dei più dopo l'impatto mediatico dovuto all'avvicendarsi delle due frontwoman.
Nel locale strapieno la temperatura sale e sale, i cinque musicisti grondano sudore dopo breve, ma non danno segni di cedimento o di voler rallentare. Nonostante i due recenti cambiamenti nella line-up la band si mostra molto affiatata sul palco, perfettamente coordinata e pronta a cedersi il posto di primo piano al momento giusto. La scelta di Alissa come frontwoman si dimostra decisamente vincente: non sono la ragazza dà prova di ottime doti canore, con un growl graffiante e incisivo ed una prestazione che non accenna a calare neanche in due ore di concerto; mostra anche un'ottima presenza scenica, dato che sa perfettamente come guidare il pubblico e allo stesso tempo non esagera nel suo ruolo di primadonna e sa cedere al momento giusto il posto in primo piano agli altri musicisti. Salta su e giù instancabile, catalizza l'attenzione con la sua voluminosissima zazzera blu, interpreta i brani con intensità e pathos. Non fa rimpiangere Angela, ed è dire tanto perché la bionda frontwoman sul palco dava il meglio di sè ed era una vera leonessa. Anche gli altri musicisti non si risparmiano e mostrano grande entusiasmo, soprattutto i due chitarristi: Amott si mostra appassionato e soddisfatto e durante gli assoli ha l'aria di aver raggiunto il Nirvana, Nick ha un'espressione di pura gioia sul viso e sembra un bambino al parco giochi.
Il pubblico è molto coinvolto e canta in coro (o ci prova) dall'inizio alla fine, continuamente incitato da Alissa. Durante i momenti più serrati partono anche alcuni focolai di pogo, comunque piuttosto contenuti perchè la gente preferisce continuare a mantenere l'attenzione sul palco. Da War Eternal vengono tratti tre brani (la titletrack, You Will Know My Name e As the Pages Burn), tutti già conosciuti al pubblico grazie a videoclip e lyric video. Sarebbe un ottimo modo per mantenere alta la suspance in vista della release, se non fosse che malgrado le precauzioni l'album è già reperibile online da diversi giorni. Di questi nuovi brani bisogna dire che sono melodici e leggeri, con melodie molto orecchiabili, immediate ma piuttosto prevedibili. Dal vivo, però, forse proprio grazie a questa immediatezza, hanno un ottimo tiro e coinvolgono subito i presenti che li cantano come se li conoscessero da anni. A concerto finito, i musicisti escono sul palco un'ultima volta per salutare il pubblico e stringere le mani ai fan che si accalcano nelle prime file.

Sicuramente anche i curiosi e gli scettici sono usciti soddisfatti dal live di Roncade: una serata intensa che non ha lasciato spazio alla noia e che ha mostrato una band che, in barba alle perplessità dei più cinici, mostra di credere sinceramente in quello che fa e di suonare non solo con perizia e professionalità, ma anche con passione.

SETLIST ARCH ENEMY:
Intro - Tempore Nihil Sanat (Prelude in F minor)
1. Enemy Within
2. War Eternal
3. Ravenous
4. Revolution Begins
5. My Apocalypse
6. You Will Know My Name
7. Bloodstained Cross
- assolo di Daniel Erlandsson -
8. Under Black Flags We March
9. The Day You Died
10. Dead Eyes See No Future
11. As the Pages Burn
12. No Gods, No Masters
- assolo di Nick Cordle -
- assolo di Michael Amott -
13. Dead Bury Their Dead
14. We Will Rise

---- ENCORE ----

Intro - Khaos Overture
15.Yesterday Is Dead and Gone
16. Blood on Your Hands
17. Snow Bound
- assolo di Nick Cordle -
18. Nemesis
19. Fields of Desolation


Tutte le foto a cura di Sarah Corami “Scontrosa Velenosa”



deedeesonic
Mercoledì 4 Giugno 2014, 22.54.16
13
@Spiderman, ho il massimo rispetto per chi studia canto e musica in generale, ma ti posso assicurare (per esperienza personale) che quando smetti di studiare e hai la fortuna di calcare il palco sera dopo sera, entrano in ballo una miriade di fattori (tensione, aspettative, stati d'animo, stati fisici ecc.) E' sempre la solita storia; quando uno si laurea in ingegneria pensa di essere un' ingegnere fatto e finito, ma la realtà è che deve misurarsi sul campo, e la realtà ti riporta con i piedi per terra! Voglio dire che scendere sul campo di battaglia è la cosa più difficile di questo mondo, mentre dare giudizi è la cosa più facile dell'universo! Anche i professori danno giudizi non corretti, figuriamoci una persona che studia canto da quattro mesi! (sempre con tutto il rispetto). Poi ripeto: potrebbe essere come dici tu...
spiderman
Mercoledì 4 Giugno 2014, 21.52.16
12
@deedesonic,non e ' solo la mia opinione personale,me lo ha riferito la cugina della mia ragazza che e' stata al concerto e studia canto da 4 mesi,sforza eccessivamente la voce,non sapevo delle costole rotte,su questo bisogna dire che ha carattere e un coraggio da leone.
deedeesonic
Mercoledì 4 Giugno 2014, 21.48.04
11
@Edohard, si è vero! E' "sacrificante" per una metal band! Però ci vengono un "fracco" di gruppi metal , e io che ci abito a 20 km non mi lamento!
deedeesonic
Mercoledì 4 Giugno 2014, 21.44.59
10
@Spiderman, perché dovrebbero coprirti di insulti? Potrebbe anche essere come dici tu. Non sarebbe ne la prima/primo ne l'lultima/ultimo, Di casi del genere ce ne sono a bi!zzeffe. Comunque non credo perché la ragazza è preparata a dovere, e se ti riferisci a questo concerto tieni conto che cantava con le costole rotte!!!
EdoHard
Mercoledì 4 Giugno 2014, 21.41.08
9
che palchetto che ha questo locale...
spiderman
Mercoledì 4 Giugno 2014, 21.25.52
8
Qualcuno coprira' di insulti il mio commento e mi asfaltera' ,pero',a mio modesto parere continuando a cantare in un modo cosi' insano ,senza alternare la sua voce in melodico pulito e senza una adeguata tecnica,nel giro di neanche due anni rischia di friggersi le corde vocali,con dei noduli grossi come una casa,proprio come la sua illustre precedente collega Angela Gossow,mi auguro di no,ma sentendo come le sforza,rischia moltissimo,dovrebbe fare piu' parti in voce pulita secondo me.
Kara
Mercoledì 4 Giugno 2014, 19.55.35
7
non avevo letto l'ultimo commento
Kara
Mercoledì 4 Giugno 2014, 19.54.47
6
@ Fulvio: sì, a quanto pare si sta facendo il tour con una costola rotta!
deedeesonic
Mercoledì 4 Giugno 2014, 14.35.10
5
@Fulvio, si aveva una o due costole rotte a causa di una caduta on stage.
doomale
Mercoledì 4 Giugno 2014, 13.10.29
4
..fa piacere vedere che ci sono ancora gruppi che dal vivo nn si risparmiano...Complimenti agli Arch Enemy che hanno suonato parecchi pezzi! alla faccia di qualcuno che dopo sei o sette pezzi si rifugia nel backstage a bere vino alla faccia dei suoi fans!...
Fulvio
Mercoledì 4 Giugno 2014, 12.16.47
3
Ma ho letto di una costola rotta di Alissa...
deedeesonic
Mercoledì 4 Giugno 2014, 10.19.08
2
Quotone a @Fulvio. Gli Arch sono sempre grandi!
Fulvio
Mercoledì 4 Giugno 2014, 1.01.12
1
Gli Arch Enemy dal vivo spaccano!!!! Visti 6 volte e sempre uscito goduto!!!! Che grande Alissa!!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
la locandina dell'evento
ARTICOLI
03/06/2014
Live Report
ARCH ENEMY + IRA
New Age Club, Roncade (TV), 30/05/2014
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]