Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Darkthrone
Old Star
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

26/07/19
WORMWOOD
Nattarvet

26/07/19
SINHERESY
Out of Connection

26/07/19
THE TRIGGER
The Time Of Miracles

26/07/19
SOUNDGARDEN
Live from the Artists Den

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Stellar Prophecy (reissue)

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Hawkdope (reissue)

26/07/19
OH HIROSHIMA
Oscillation

26/07/19
AS I MAY
My Own Creations

CONCERTI

21/07/19
THE DARKNESS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

21/07/19
MILANO DEATH RALLY (day 2)
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

21/07/19
DESTRAGE
CFHC FEST - CASTELFIDARDO (AN)

21/07/19
ROCK INN SOMMA (day 4)
SOMMA LOMBARDO (VA)

21/07/19
GRAVE PARTY (day 2)
AREA FESTE - GAGGIANO (MI)

21/07/19
METALLO VILLANO OPEN AIR
VILLA DURAZZO BOMBRINI - GENOVA

21/07/19
YAWNING MAN + HOLDING PATTERNS + THE TURIN HORSE + DIVULGAZIONE + MAY I REFUSE + FRANCESCO PERISSI XO + UMANZUKI
SANTA VALVOLA FEST c/o ORTO SONORO - PRATO (PO)

23/07/19
PERIGEO
PIAZZA SS. ANNUNZIATA - FIRENZE

25/07/19
COVEN + DEMON HEAD
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

25/07/19
THERAPY?
CURTAROCK FESTIVAL - CURTAROLO (PD)

POSSESSED + Guest - CIRCOLO MAGNOLIA, SEGRATE (MI) - 24/07/14
29/07/2014 (2242 letture)
Tra qualche incertezza dovuta all’improvvisa cancellazione dei grinder statunitensi Cattle Decapitation, che sembrerebbe aver dissuaso molti dal presentarsi (perlomeno coloro che rientrano nel target di questi), e la sostituzione all’ultimo momento da parte dei locali Lacerhate, forse ancor meno pertinenti con il loro moshcore in stile Hatebreed, tutte le attenzioni dei visitatori del Magnolia sono intanto rivolte a uno dei monicker più significativi della storia del death metal, di cui sono considerati i pionieri. Il logo luciferino dei Possessed già campeggia sullo sfondo del piccolo palco del Magnolia, sito all’esterno sotto un tendone; sebbene era probabilmente stato previsto di collocare i nostri sul palco più grande e interamente open air tra le piante e le zanzare dell’Idroscalo di Milano, l’incognita atmosferica ha fatto dirottare lo show presso il palco attiguo, comunque più che sufficiente per ospitare un pubblico per il quale la location più grande sarebbe stata tutto sommato dispersiva.

LACERHATE
Il posto è davvero grande, sito in un parco e dunque sembrerebbe un posto adatto ad un festival di non modeste dimensioni; mentre faccio queste considerazioni e incontro i soliti irriducibili presenti, i Lacerhate iniziano il loro set proponendo un hardcore piuttosto moderno in stile Hatebreed, o magari Sepultura di metà carriera, per la componente più groove; mescolano d-beat (talvolta blast) serrati a breakdown tipici del genere, con un riffing e un songwriting squadrato. La voce in stile shout, e talvolta pulito, segue potente l’apparato strumentale del gruppo. Qualcuno, coinvolto, si interessa alla proposta del gruppo, anche se i più stanno attendendo i Possessed, e la totale estraneità al genere non favorisce un primo approccio, anche i Lacerhate riescono a condurre uno show piuttosto sentito.

POSSESSED
E’ davvero un’occasione unica potersi godere sia i Possessed che la brezza che attraversa il tendone aperto sotto cui suonano (soprattutto ricordando la sudata della sera prima con gli Inquisition). La tensione e l’euforia sono palpabili nell’aria, sia tra le coinvolgenti risate casualmente scaturite da bestemmie o complimenti indirizzati, durante il soundcheck, all’imponente Nicholas Barker (che ricordiamo sarà batterista onorario dei Possessed per questo tour). Un altro paio di check e un’intro apre il concerto dei nostri, con un Jeff Becerra sorridente che saluta il pubblico e che sembra scoppiare di energia. La confabulazione demoniaca apre un’opener esclusiva come Pentagram, e la parola astanti diventa etimologicamente inappropriata, dato il movimento generale che si impossessa dei presenti, tra headbaning e moshpit. Non si sta stretti, per nulla, ma nemmeno troppo comodi, come è giusto che sia davanti a una sfilza indicibile di classici direttamente dal 1985, ’86 e ’87, ma suonati con perizia e furia dalla giovane line up che accompagna il veterano Becerra. Per seconda, Eyes of Horror, dall’omonimo EP al quale è lasciato uno spazio di tutto rispetto nella scaletta: tra gli altri estratti, nel corso dell’esibizione, anche l’intensa Storm in my Mind. Non avendo la scaletta, non riesco a ricordare l’esatto ordine di ogni canzone, pur ricordandomi quali abbiano suonato, ma basti sapere che ci siamo trovati, sin dai primi minuti, a faccia a faccia con capolavori come Evil Warriors o Twisted Minds dall’indimenticabile esordio Seven Churches, ma anche la tiratissima Seance e Tribulation tra gli estratti del secondo album Beyond the Gates. Mentre Barker scandisce ogni pezzo con precisione chirurgica e impatto sconcertante, la coppia d’asce Gonzales/Pardi sciorinano assoli in un duello tipicamente old school, con il gain a manetta che frigge i timpani di noi presenti. Jeff non si ferma un momento, scapocciando e invitando tutti a fare altrettanto. Non manca anche l’inedita The Crimson Spike, un nuovo pezzo di casa Possessed, assieme alla ghiotta anticipazione del nuovo album che potrebbe uscire nel giro di un anno, secondo lo stesso frontman. Il momento migliore è stato certamente su The Exorcist, quando nessuno dei fanatici del gruppo, dai più giovani ai più datati, ha mancato di cantare l’intro e l’indimenticabile riff portante, scatenando tutta l’energia di un pubblico in perfetta sintonia con i musicisti. E come non citare Death Metal, che chiude una scaletta di pezzi da novanta con quello che il nome del genere l’ha per primo consacrato, inventato da quegli adolescenti d’un tempo che esagerarono qualsiasi aspetto della loro musica, dalla voce, alla batteria, alle distorsioni, e crearono qualcosa che vive tutt’ora. Un grande applauso va ai Possessed per questa esibizione, e ancora di più per Jeff Becerra, pieno di energia, di voglia di cantare e di vivere pienamente ogni momento dello show, sforzandosi anche per stringere le mani allungate verso di lui in prima fila e distribuire qualche setlist. Devo dirlo, una persona fenomenale, anche quando l’ho incontrato, con un po’ di fortuna, nel retro del locale; assolutamente amichevole e pienamente immerso nello spirito di questa musica, una cosa che ha dato a me (come a tutti credo) un enorme piacere.



MetallaroRosso
Martedì 30 Agosto 2016, 22.31.58
3
Grande gruppo i Possessed, un grande tributo a Jeff per la sua forza di volontà
Lizard
Martedì 29 Luglio 2014, 21.52.25
2
Grande gruppo e Jeff Becerra è un grande uomo.
MPostmortem
Martedì 29 Luglio 2014, 2.12.59
1
Davvero fantastici con un Becerra più che fenomenale!! Chi è rimasto a casa si dovrebbe pentire!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
POSSESSED + Guest
ARTICOLI
29/07/2014
Live Report
POSSESSED + Guest
CIRCOLO MAGNOLIA, SEGRATE (MI) - 24/07/14
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]