Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Death Angel
Humanicide
Demo

IX – The Hermit
Present Days, Future Days
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/06/19
MEMORIAM
Requiem for Mankind

21/06/19
HOLLYWOOD VAMPIRES
Rise

21/06/19
THENIGHTTIMEPROJECT
Pale Season

21/06/19
THE MEADS OF ASPHODEL
Running out of Time Doing Nothing

21/06/19
DREAMSLAVE
Rest In Phantasy

21/06/19
ABYSSAL
A Beacon In The Husk

21/06/19
MAERORMID
Stasi

21/06/19
(HED)P.E.
Stampede

21/06/19
TERAMAZE
Are We Soldiers

21/06/19
ABYSSAL
A Beacon In The Husk

CONCERTI

20/06/19
UGLY KID JOE
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

21/06/19
DESTRAGE
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

21/06/19
THE BURNING DOGMA + COCAINE KAMIKAZE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

21/06/19
HELLBLADE + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

22/06/19
MOONLIGHT HAZE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

22/06/19
MOTOBIRRATA
GASOLINE ROAD BAR - LENTIGIONE (RE)

22/06/19
WHISKEY RITUAL + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

22/06/19
NERO DI MARTE + DENHIAL
GOST MUSIC FESTIVAL - BERGAMO

23/06/19
ANATHEMA + guests
Rock in Roma - Roma

23/06/19
JETHRO TULL
TEATRO ANTICO - TAORMINA (ME)

EXTREMA - Rock Town, Cordenons (PN), 13/03/2015
17/03/2015 (3074 letture)
Che lo si voglia o no, dobbiamo ammettere che possedere un account su Facebook ha i suoi pregi. Oltre ai convenevoli "serve per restare in contatto con amici di vecchia data, per fare stalking a chi ci sta antipatico, per abbordare donzelle o fanciulli", è inutile dire che caschi come la manna dal cielo quando si tratta di restare aggiornati sugli eventi musicali, più o meno territorialmente lontani che siano. È così che poche settimane fa, per caso, ho realizzato che gli Extrema avrebbero suonato sul palco del Rock Town di Cordenons (PN). "Extrema? Quegli Extrema?" è stato il mio primo pensiero: memore dell'esperienza devastante vissuta al Rock In Idro a giugno, non riuscivo proprio a capacitarmi di come così tanto annientamento potesse essere racchiuso nelle quattro mura di un pub che, per quanto spazioso possa essere, sempre un pub rimane. All'inizio ho temuto il peggio, devo essere sincera, e già immaginavo tavolini volare, tetti crollare e via dicendo, nonostante il locale sia comunque architettato per far esibire gruppi dal vivo. In realtà, il concerto si è rivelato essere una piacevole e divertente sorpresa.
Io e l'instancabile Luke25 percorriamo in macchina i dieci minuti scarsi di strada che ci separano dalla location (di cui, tra l'altro, siamo ormai clienti affezionati); arrivati a destinazione in largo anticipo per gustare la nostra classica "magnata zozza", propria di qualsiasi pub che si rispetti, notiamo che l'interno del Rock Town è stato intelligentemente disposto per la particolare occasione: davanti al palco sono stati sgombrati tutti i tavoli, lasciando così un bello spazio in cui la gente avrebbe potuto scapocciare e pogare in libertà. Il tempo di cenare, di chiacchierare con alcuni amici e di scolarsi qualche birra che l'orologio segna già le 22, orario teorico di inizio concerto protratto, in realtà, di poco più di mezz'ora. La location si riempie via via di fan del gruppo, famigliole simpatiche con bambini al seguito e compagnie di amici. La musica di sottofondo si ferma, le luci si spengono e ciò che resta è un fascio luminoso blu ad indicare il logo dei thrasher milanesi che fa capolino ad altezza palco.

EXTREMA
E' sulle note della consueta intro registrata dell'ultimo The Seed Of Foolishness che viene dato il via al concerto, scandito fin dai primi secondi dalle percussioni di Paolo Crimi, colonna portante in sede live. A caricare l'animo dei presenti è la frenetica Between The Lines, con cui mister GL Perotti evidenzia da subito l'essenza violenta ed arrabbiata del pezzo. Ottima prestazione quella di Gabri Giovanna nella sezione di basso di Deep Infection, e non è da meno l'assolo di chitarra con cui Tommy Massara decide di deliziare il pubblico, ormai preso da un attacco di headbanging acuto. Se l'arduo compito di rompere il ghiaccio è stato affidato a brani estratti dall'ultimo lavoro da studio, con Selfishness i thrasher tornano alle melodie martellanti di Pound For Pound : è in questa sede che GL inizia a mostrare di sentirsi a casa, dando il via ad una serie di dialoghi esilaranti col pubblico (che da soli fornirebbero materia sufficiente per scrivere un libro); si scusa, quindi, con un ragazzino in prima fila poiché, a detta del frontman, "Gli Extrema suonano male". I minuti scorrono veloci ed è già il turno della panteriana The Positive Pressure (Of Injustice), titletrack del disco omonimo del 1995, che con sé porta al manifestarsi del primo pogo della serata (notevole, considerate le dimensioni ridotte della platea); non manca un duetto in growl con un talentuoso fan del pubblico, a cui il cantante lascia spazio per qualche secondo.
La batteria scoppiettante di Crimi, la chitarra di Tommy e un colorito "La sentite o no la pressione positiva dell'ingiustizia che vi pompa vicino al culo?" uscito dalla bocca di GL (e di chi, sennò?) conducono alla fine del pezzo, mentre il frontman continua ad incitare la gente ad avvicinarsi al palco, quasi rimproverando i presenti visto che, ad un ipotetico concerto dei Metallica, non si tirerebbero di certo indietro stando seduti ai tavoli. Un tripudio di luci, batteria e chitarra avvia l'instancabile Pyre Of Fire, davvero molto convincente in sede live. Benché il pogo stia ormai diventando parte integrante dello show, GL non risparmia i presenti da una lezioncina su come vada realizzato in pratica il "Fottuto Massacro Collettivo": interpretare la canzone e muoversi con il proprio stile "senza però" (a detta sua) "darsi spinte a casaccio, che sennò si fa prima a stare fermi" sono i punti chiave con cui incita la folla a scatenarsi. Parte, dopo questo breve e divertente sermone, The Distance, strascicando tutto il suo sound distruttivo e martellante. Giusto il tempo per riprendere fiato ed ingurgitare una birra bionda che il basso di Giovanna apre le danze a Bones, uno dei brani meglio riusciti della serata, in cui la voce tendenzialmente pulita e sicuramente ipnotica si sposa alla perfezione con gli strumenti suonati: prova superata appieno dalla band. L'immancabile urlo di disprezzo nei confronti dei politici e di tutto ciò che ne sta intorno segna l'inizio della cadenzata Again And Again, che rende giustizia al brano in versione da studio, sebbene il cantato sia talvolta sovrastato dalla prepotenza strumentale.

Vuoi per l'atmosfera conviviale del pub, vuoi per le birrette ormai in circolo, GL ci delizia con una delle sue innumerevoli perle di saggezza sottolineando come, durante un concerto gratis e adrenalinico del genere (e tra l'altro senza la presenza della security!) ambientato nell'epoca della sua gioventù, le persone non sarebbero state per niente timide e, anzi, si sarebbero avvicinate al palco senza pensarci due volte; occasione ghiotta, quindi, viste le premesse, ma esiste anche chi, come me, pone il pogo in perfetta antitesi rispetto alla propria indole. Il frontman si lascia anche scappare, ridendo e in chiaro contesto scherzoso, un "Ma andate ad ascoltare altro! Andate a sentire i Nightwish!", scatenando risate a destra e a manca. Segue un discorso riguardo alla presenza di Rocco Siffredi all'Isola dei Famosi, ma non chiedetemi perché, non ho ancora capito cosa c'entrasse con la poi annunciata Join Hands, il cui thrash d'assalto richiama (per modo di dire) l'ordine cosmico in quel del Rock Town. La muscolarità del brano e l'ottimo lavoro proposto dal quartetto fa scatenare il pubblico, ormai senza freni, tant'è che alla fine del pezzo non mancano i complimenti nei confronti dei temerari pogatori delle prime file.
Con un udibile e confermato fiatone e il coro (meritatissimo) "Extrema! Extrema!" in sottofondo, GL annuncia The Politics, facendo cenno al suo utopico "Partito Di Testa" da far scendere in campo per le prossime elezioni. Risate e headbanging conducono velocemente a Ending Prophecies, nella cui introduzione non mancano i discorsi su Maya, fine del mondo e compleanno dell'amico Tommy (che cade, sovrapponendosi alla fallimentare profezia di qualche anno fa, proprio il 21 dicembre): il finale più acustico denota ancora una volta la qualità vocale del cantante. Le melodie ruffiane di chitarra e basso e l'uso cadenzato delle percussioni la fanno da padroni in Money Talks, canzone davvero superba. Riferimenti scherzosi ai Manowar e al "vero Metallo" conducono all'intramontabile From The 80's, potente tributo alla culla temporale del genere tanto decantato: inaspettato arriva anche il wall of death, lasciando tutti noi dapprima allibiti e poi sorpresi. È tempo, poi, di presentare la formazione degli Extrema, e qui scopriamo grazie a Tommy che, in realtà, GL non è il diminutivo di Gianluca, bensì di "glu glu", facendo espliciti riferimenti alla passione del cantante verso l'alcool. Senza neanche accorgercene, il concerto volge velocemente al termine: a chiudere la serata sono i potenti riff di Massara e la prorompenza del basso di Giovanna in This Toy, per poi passare all'immancabile Life che incornicia il tutto con un headbanging contagioso.
Ultimissima cosa, ma non meno importante: il gruppo ha annunciato in sede live di avere già pronto in cantiere un nuovo mini EP, che vedrà la luce in un futuro prossimo. Insomma: la ciliegina sulla torta!

SETLIST EXTREMA
1. Between The Lines
2. Deep Infection
3. Selfishness
4. The Positive Pressure (Of Injustice)
5. Pyre Of Fyre
6. The Distance
7. Bones
8. Again And Again
9. Join Hands
10. The Politics
11. Ending Prophecies
12. Money Talks
13. From The 80s
14. This Toy
15. Life


CONCLUSIONI
Non capita tutti i giorni di dover percorrere pochissima strada per raggiungere il concerto di un gruppo valido e talentuoso senza dover sborsare neanche un centesimo. Ottima performance per tutti e quattro i componenti degli Extrema, da me rivalutati molto rispetto all'impatto avuto al già menzionato Rock In Idro: il merito di ciò va sicuramente anche al Rock Town, location che è riuscita a conciliare la dimensione più classica e tranquilla del pub con l'esplosione di energia della band. Lievi se non nulle le pecche da fare all'acustica, che appare limpida e non disturbata per la quasi totalità dello show. Degna di nota anche la chiacchierata con GL a fine concerto: deliri da tournée, rapporti non sempre amichevoli con le etichette discografiche (che si rivelano essere molto spesso un'arma a doppio taglio) e così via.
Prova superata a pieni voti sia dagli Extrema che dal locale. Ora non ci resta che attendere il promesso ritorno dei thrasher milanesi in Friuli.

Foto a cura di Luca Monti "Luke25"



Andrea
Mercoledì 18 Marzo 2015, 10.07.05
13
Gielle in versione taciturna non sarebbe Gielle.
AL
Martedì 17 Marzo 2015, 21.19.59
12
sempre dei grandi! un fottuto massacro collettivo onesto e sincero! peccato che GL stia diventando logorroico come Pino Scotto! meglio che beva di meno durante il tour! ahahhahahah!! non vedo l'ora di vedermeli dalle mie parti ad aprile! concordo sull'ottimo report
Sambalzalzal
Martedì 17 Marzo 2015, 20.21.58
11
metallo@ al #7 ahahahahahahah
metallo
Martedì 17 Marzo 2015, 19.04.20
10
Mi piacerebbe sapere da @annie, se nel dopo concerto G.L Perotti gli ha parlato e chiarito anche dei motivi perche' sbotto' e abbandono' gruppo e tournee con i Death Angel, dopo la famosa litigata, e cosa ne pensa delle case discografiche.
Matocc
Martedì 17 Marzo 2015, 18.20.56
9
brava annie gran bel report e non posso che confermare che le chiacchirate con GL post concerto sono uno spasso!
hj
Martedì 17 Marzo 2015, 17.43.20
8
Spero non voglia diventare un rosicone come pino scotto
metallo
Martedì 17 Marzo 2015, 16.09.04
7
Ahahah! Aridajete! , dopo Alan Averill, anche G.L Perotti ce l'ha con i Nightwish, attento Tuomas se t'acchiappano te corcano de brutto, poi perche' ha citato Siffredi sull'isola!?, semplice invidia credo, Rocco fa "True" "Hardcore" col duo folto seguito popolare da sempre, e sa suonare il suo particolare strumento anche in un isola tropicale, circondato da belle donzelle, che gli girano intorno, perizomate, in tanga o reggiseni ultraderenti, che bricconcello Perotti, voleva esserci lui al suo posto ehehehh!, a parte gli scherzi, il Friuli sembra avere una gran fortuna sfacciata, s'e' beccati gli Extrema e poi si becchera' gli Elvenking, due band che amo particolarmente, complimenti poi per la cronaca dettagliata dell' evento da parte di Annie , praticamente mi ci ha fatto stare col pensiero, mettendomi anche un po di invidia, non sapevo poi sto fatto di Crimi, buono a sapersi, poi ho letto che c'e' stata una sorta di timidezza, Gli Extrrma non mangiano mica, anche il pogo da massacro selvaggio, se fatto bene , nessuno si fa male. Comunque ripeto gran fortuna il Friuli, beati voi lassu'.
Elluis
Martedì 17 Marzo 2015, 13.17.01
6
Ah si ? Allora chiedo venia, non sapevo di questo ulteriore cambio ! Bell'articolo @annie, lieto di sentire che anche stavolta gli Extrema abbiano fatto il loro solito "Fottuto massacro collettivo"
annie
Martedì 17 Marzo 2015, 12.47.00
5
Esatto ragazzi, ma LaRosa è attualmente sostituito da Crimi durante i live!
Elluis
Martedì 17 Marzo 2015, 12.15.57
4
Si, circa una anno fa, il batterista attuale è Francesco LaRosa.
Kappa
Martedì 17 Marzo 2015, 11.29.04
3
Bell'articolo, ma Paolo Crimi non se ne era andato dagli Extrema?
Andrea
Martedì 17 Marzo 2015, 9.13.49
2
Grandi, grandi, grandi. GL=Attitudine.
Luke25
Martedì 17 Marzo 2015, 1.46.49
1
Bel report condivido tutto, gran prestazione degli Extrema! Mi dispiace solo che pur essendo il locale abbastanza pieno gran parte del pubblico fosse un po' intimidita e si sia piantata in corsia davanti al bancone del bar anzichè continuare a riempire l'area fronte palco... Per me comunque averli avuti a suonare praticamente in parte a casa, nel Pub di fiducia, ha reso la serata veramente unica! Grazie Extrema!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
locandina del concerto
RECENSIONI
s.v.
87
75
80
86
ARTICOLI
14/10/2017
Live Report
EXTREMA + IN.SI.DIA + ULVEDHARR
Dagda Live Club, Retorbido (PV), 07/10/2017
07/02/2017
Live Report
EXTREMA + LOSTAIR + TONIGHT WE STAND
Revolver, San Donà di Piave (VE), 4/02/2017
12/07/2016
Intervista
EXTREMA
La vecchia scuola
17/03/2015
Live Report
EXTREMA
Rock Town, Cordenons (PN), 13/03/2015
03/12/2013
Live Report
DEATH ANGEL + EXTREMA + DEW-SCENTED + ADIMIRON
Tempo Rock, Gualtieri (RE), 30/11/2013
03/10/2013
Live Report
EXTREMA + INMATE + TRAMORTIRIA + D WITH US
Rock’N’Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 28/09/2013
26/04/2013
Intervista
EXTREMA
La follia è tra di noi!!!!!
12/04/2012
Intervista
EXTREMA
Una scarica di puro metallo!
06/03/2012
Live Report
EXTREMA + SUPERBIA
Blacknight, Palazzolo Acreide, (SR), 03/03/2012
17/08/2010
Intervista
EXTREMA
Al Sikelian con furore!
18/07/2009
Live Report
MOTORHEAD + EXTREMA + MERENDINE ATOMICHE
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 15/07/2009
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]