Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
EMBR
1823

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
RUMAHOY
Time II: Party

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
ZOMBI
2020

CONCERTI

17/07/20
SILENZIO PROFONDO + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

HORNA + FIDES INVERSA + TORTORUM + KULT - Cerbero (ex-Theatre), Rozzano (MI) 06/05/2015
12/05/2015 (1574 letture)
Nonostante la collocazione infrasettimanale, sembra esserci una buona aspettativa per la data italiana del tour dei blackster finlandesi Horna, accompagnati per l’Europa dagli italiani Fides Inversa e dai Tortorum, mentre in apertura troviamo i comaschi Kult. Ad ospitare l’evento è il Cerbero di Rozzano, ex-Theatre, a sud di Milano. Eccovi un resoconto della serata.


TORTORUM

A causa di impegni universitari, riusciamo ad arrivare al Cerbero di Rozzano, ex-The Theatre, troppo tardi per poter vedere i lombardi Kult, che aprivano per l’occasione la tappa italiana del tour. Riesco a sentire giusto le ultime battute dei Tortorum, gruppo norvegese con qualche anno di attività alle spalle e che propone uno stile di black metal che segue molto alcuni stilemi piuttosto popolari attualmente, sulla scia di Watain o Valkyrja, per fare un paio di esempi.


FIDES INVERSA

Riesco invece a godermi per intero il concerto degli italiani Fides Inversa, quartetto (per lo meno live) forte dalla sua seconda uscita discografica, Mysterium Tremendum et Fascinans dell’anno scorso. Anche in questo caso la proposta ricorda alcuni gruppi svedesi odierni, quali Funeral Mist e Valkyrja, con la prevalenza di blast beat e fill circoscritti e veloci dietro alle pelli, nonché un riffing principalmente in tremolo, con linee melodiche chitarristiche evocative, oscure e ben riuscite, che in un certo senso potrebbero ricordare anche lo stile dei Deathspell Omega. Gli oneri vocali spettano al batterista soltanto, mentre gli altri membri, con saio e cappuccio, fronteggiano il pubblico in un’atmosfera rituale discretamente riuscita. Lo stile della voce è peculiare, in quanto diverso dallo scream tipico del genere e più assestato su urlo che spesso sfocia in un latrato quasi privo di graffio, come il pulito talvolta usato dai Watain negli ultimi lavori. In generale l’incedere ritmico è teso e veloce, ma non manca personalità a dare maggior spessore ai pezzi.


HORNA

I finlandesi Horna entrano in scena intorno alle 11 e mezza, con le fiamme del gruppo precedente ancora accese sul palco, nonché con il backdrop dei Tortorum appeso sul muro dietro la batteria. L’aspetto complessivo è piuttosto disturbante e grottesco, conferito sia dal pastume di sangue e pittura, sia dalle pose e fattezze dei cinque musicisti, primo tra tutti il chitarrista Shatraug alla sinistra del palco, noto per la sua militanza, fra gli altri, in Sargeist e Behexen. Dopo qualche indugio sull’incipit dello show, i cinque iniziano con Kuoleva Lupaus da Envaatnags Eflos Solf Esgantaavne, uno dei migliori dischi del gruppo. La scelta non è una delle più aggressive, dato il taglio cadenzato e fortemente melodico del pezzo, ma permette anche agli astanti di avvicinarsi (non numerosissimi ma comunque nemmeno scarsi) e ai fonici di sistemare i suoni del gruppo, inizialmente un po’ scarni. La scaletta alterna piuttosto puntualmente estratti più veloci, alcuni dei quali con un taglio quasi speed/black, ad altri più lenti e solenni, con un numero considerevole di anticipazioni sul nuovo album: due paia di inediti portati ad hoc, e perfettamente in linea con quelli dell’ultimo (e solido) Askel Lähempänä Saatanaa. La nuova Nekromantia ha un’atmosfera funerea e occulta che sembra quasi tributare, su questo palco, la tradizione black metal italica, mentre le altre novità vengono annunciate in finlandese, impedendone il riconoscimento previa visione della setlist a fine concerto. La voce di Spellgoth è straziante e abrasiva, e per di più il cantante si presenta a piedi nudi e con un suggestivo costume scenico, ma da tradizione del genere non c’è incontro di sguardi col pubblico, né alcuna parola spesa di troppo per presentare i pezzi, nessuna mossa di contorno sul palco. L’atmosfera risulta molto fredda, con giusto qualche accenno di apprezzamento da parte degli astanti sui pezzi più aggressivi, come Sanojesi äärelle, o qualche goffo tentativo di rompere il silenzio tra un pezzo e l’altro con qualche inutile imprecazione di rito, ma per il resto è il gelo totale. In un certo senso, questo giova alla prestazione distaccata e fredda degli Horna, ma corrisponde in parte ad una prestazione non eccellentemente sincronizzata in alcune parti, con qualche ritardo abbastanza sensibile del batterista. Cionondimeno i suoni sotto al palco sono equilibrati e l’intero concerto perfettamente godibile e in linea con le aspettative: l’atmosfera ricreata è davvero suggestiva. Chiudono con Örkkivuorilta, estratta dal debutto ormai diciassettenne, prima di lasciare il palco senza indugio alcuno.


SETLIST HORNA

Kuoleva Lupaus
Kun Synkkä Ikuisuus Avautuu
Sodan Roihu
Sanojesi äärelle
Baphometin Siunaus
Amadriada
Nekromantia
Hiidentorni Huokui Usvansa
Ars Laternarum
Pimeys Yllä Pyhän Maan
Örkkivuorilta



Barpn the Red
Martedì 12 Maggio 2015, 18.10.28
2
....cavolo...mi piacerebbe vederli gli Horna...uno dei miei gruppi finlandesi preferiti...peccato...Ma sono contento per chi e' andato...Kuoleva lupaus
Matteo Cagnola
Martedì 12 Maggio 2015, 9.50.06
1
Grande live e grandi Horna.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
HORNA + FIDES INVERSA + TORTORUM + KULT
ARTICOLI
12/05/2015
Live Report
HORNA + FIDES INVERSA + TORTORUM + KULT
Cerbero (ex-Theatre), Rozzano (MI) 06/05/2015
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]