Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dream Theater
A View From the Top of the World
Demo

Slowpoke
Slowpoke
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/10/21
GHOST BATH
Self Loather

29/10/21
WHITESNAKE
Restless Heart: Super Deluxe Edition

29/10/21
AD INFINITUM
Chapter II - Legacy

29/10/21
THULCANDRA
A Dying Wish

29/10/21
ARCHSPIRE
Bleed the Future

29/10/21
BE`LAKOR
Coherence

29/10/21
GOAT TORMENT
Forked Tongues

29/10/21
LUCIFER
Lucifer IV

29/10/21
PLUSH
Plush

29/10/21
DEATH SS
Ten

CONCERTI

29/10/21
LABYRINTH
DRUSO - RANICA (BG)

04/11/21
MICHAEL SCHENKER GROUP
AUDIODROME LIVE CLUB - MONCALIERI (TO)

05/11/21
DISTRUZIONE + NEID + NECROFILI
TRAFFIC LIVE - ROMA

06/11/21
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

06/11/21
THE BLACK CROWES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

06/11/21
DISTRUZIONE + SOUTH OF NO NORTH
LIZARD CLUB - CASERTA

06/11/21
HATEFUL + GRUMO + MEMBRANCE
CIRCOLO DEV - BOLOGNA

12/11/21
INCANTATION + ABIGAIL WILLIAMS + VALE OF PNATH
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/11/21
MARDUK + VALKYRJA + DOODSWENS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/11/21
INCANTATION + ABIGAIL WILLIAMS + VALE OF PNATH
TRAFFIC CLUB - ROMA

VENOM INC. - Traffic Club, Roma (RM) , 01/10/2015
07/10/2015 (2393 letture)
VENOM INC.
A poche ore dall’inizio del concerto riceviamo tramite i social network la notizia piuttosto traumatizzante della defezione dei polacchi Vader, che avrebbero dovuto precedere l’esibizione degli headliner. La No Sun Music ha tempestivamente provveduto a fugare le innumerevoli ed incontrollate voci che si sono immediatamente diffuse circa la loro diserzione dal palco del Traffic Club. Pare che sia stato il singer a rifiutarsi di suonare per questioni esclusivamente interne, non si sa se per problemi nei rapporti con il management o tra i membri della band. Tuttavia, il ritiro dei Vader non sembra comunque incidere sull’affluenza del pubblico, che è a dir poco massiccia.
Gente di tutte le età, ma con una maggioranza di over 30 e 40 accorrono e si accalcano sotto il palco per assistere all’esibizione dei Venom Inc..
Sotto questo monicker, creato appositamente per distinguere la formazione da quella del singer e bassista/chitarrista Cronos, si celano due dei membri originari della formazione britannica, Mantas alla chitarra ed il batterista Abaddon, nonché The Demolition Man a basso e voce. Quest’ultimo non faceva parte della band al momento della sua nascita, ma venne chiamato nel 1988 a sostituire Cronos con il suo basso e la sua voce e vi rimase fino al 1993. In questi cinque anni vennero pubblicati tre album ed un EP, Prime Evil (1989), Tear Your Soul Apart (EP, 1990), Temples of Ice (1991) e The Waste Lands (1992). Tuttavia, va detto che, sul senso ed il valore di questa reunion si è detto di tutto, e non tutto è stato propriamente lusinghiero. C’è chi ha addirittura parlato di una cover band dei Venom formata dai suoi stessi membri, che voglia girare per il mondo proponendo gli propri storici successi, per scopi platealmente e meramente venali.
A prescindere da questo forse eccessivo biasimo, il live che ci regalano è di grande impatto: complici un’esperienza maturata in tanti anni di onorata carriera ed il possesso di un portfolio di brani di meritata fama, i nostri dimostrano di avere un appeal ancora intatto. Sul palco sono praticamente in due, Dolan e Dunn, se escludiamo il batterista arroccato dietro al suo strumento, tanto musicalmente fondamentale con i suoi ritmi furenti, quanto marginale nella resa scenica. Ed in due dominano, sembrano un intero battaglione, per giunta agguerrito! Mantas assume pose plastiche, è accattivante e non cela certo il divertimento che gli procura suonare. Truce è invece lo sguardo di The Demolition Man, che ringhia sovente al microfono, deformando il suo viso all’uopo. Nessuno si risparmia, il sudore stilla dalle fronti, la musica è come un vampiro che si nutre di chi la esegue e quest’energia tesa e massiccia passa intatta all’auditorio che a sua volta se ne ciba, lasciandola poi scorrere fuori di sé in furiosi moshpit durante i brani più attesi come Welcome to Hell, In Nomine Satanas o Black Metal.
Un’atmosfera incandescente che gli antesignani del black metal sanno come mantenere fino alla fine, a riprova del fatto che la loro performance risulta, a dispetto di tutte le polemiche e possibili diatribe, impeccabile e deflagrante!

SETLIST VENOM INC.
1. Prime Evil
2. Die Hard
3. Don’t Burn The Witch
4. Live Like An Angel (Die Like A Devil)
5. Buried Alive
6. Raise The Dead
7. One Thousand Days In Sodom
8. Warhead
9. Schizo
10. The Seven Gates Of Hell
11. In Nomine Satanas
12. Bloodlust
13. Sons Of Satan
14. Welcome To Hell
15. Black Metal
16. Countess Bathory
17. Witching Hour




AL
Martedì 13 Ottobre 2015, 15.34.05
12
@Riccardo: grande serata a Romagnano!
Zess
Sabato 10 Ottobre 2015, 18.26.43
11
Molto meglio questi di quelli "ufficiali", sia come attitudine che come resa live. Altro che Cronos con i suoi due suonatori ultraprecisi.
Elluis
Sabato 10 Ottobre 2015, 13.18.31
10
Non conoscevo questa storia che gli Mpire avessero suonato con La Rosa, però lui l'ho visto suonare con gli Extrema e mi ha fatto un'ottima impressione.
Bassi
Sabato 10 Ottobre 2015, 10.38.35
9
@Gian: Ho letto di un litigio col proprio manager.
Riccardo
Sabato 10 Ottobre 2015, 1.20.50
8
Ho visto gli Mpire prima degli Obituary a Romagnano Sesia, proprio con il drummer degli Extrema. Avevano suonato strabene.
AL
Venerdì 9 Ottobre 2015, 15.57.11
7
@Elluis: ah ecco. gli Mpire quando gli ho visti io avevano come batterista Francesco La Rosa degli Extrema che ha suonato bene.
Gian
Giovedì 8 Ottobre 2015, 22.05.31
6
qualcuno sa il perché della defezione dei Vader? sembra un pò strana come cosa
jek
Giovedì 8 Ottobre 2015, 20.51.44
5
No Cronos no Venom.
Elluis
Giovedì 8 Ottobre 2015, 19.49.16
4
@AL sono proprio quello che dici tu: sono i 2/3 dei Venom originali che io accomuno a DiAnno o i Death To All (ma almeno in questi ultimi lo spessore dei musicisti è di tutt'altro livello): alla fine si parla sempre di gente che ha vissuto un periodo d'oro, ora morto e sepolto, e dopo 25-30 anni lo ripropone facendo finta che siamo ancora nel 1989. Boh, si vabbè, ci può anche stare come serata revival, come quando senti nei locali la musica di Sandy Marton o Den Harrow, però penso che più di questo, non siano buoni a fare altro. P.S. Mi auguro che Abaddon negli anni sia un po migliorato come batterista, dato che neglianni d'oro le sue performances dal vivo erano imbarazzanti.
AL
Giovedì 8 Ottobre 2015, 16.35.58
3
ma scusate questi Venom Inc. non sono gli Mpire of evil con un batterista diverso? Lo chiedo perchè ho visto gli Mpire un paio di volte e pure gratis mentre il biglietto per i Venom inc. costicchia non poco...
venom
Giovedì 8 Ottobre 2015, 3.43.01
2
si l affluenza e stata molto buona!e sono contento perche il concerto e stato favoloso!a me e piaciuto soprattutto tony dolan veramente grande e un mantas spettacolare!scaletta orientata sui primi 2 lavori avrei voluto qualcosa di at war satan, possessed e qualche altra canzone di prime evil.
Riccardo
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 9.49.04
1
Io purtroppo me li sono persi al Café Liber di Torino il 30.9 perché ero via per lavoro. Qualcuno sa dirmi com'è stata quella serata? Ce n'era di gente?
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La Locandina del Tour
RECENSIONI
ARTICOLI
29/10/2016
Live Report
VENOM INC. + VITAL REMAINS + MORTUARY DRAPE
Brancaleone, Roma, 22/10/2016
07/10/2015
Live Report
VENOM INC.
Traffic Club, Roma (RM) , 01/10/2015
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]