Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Death SS
Rock `N` Roll Armageddon
Demo

Third Island
Omelas
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/18
THE THREE TREMORS
The Three Tremors

21/09/18
MAYAN
Dhyana

21/09/18
VOIVOD
The Wake

21/09/18
DRAUGURINN
Spira

21/09/18
JOE BONAMASSA
Redemption

21/09/18
THE CRUEL INTENTIONS
No Sign of Relief

21/09/18
LYNYRD SKYNYRD
Live In Atlanta

21/09/18
THERAPY?
Cleave

21/09/18
Slash feat Myles Kennedy And The Conspirators
Living The Dream

21/09/18
SUPEFJORD
All WIll Be Golden

CONCERTI

20/09/18
BATUSHKA + DARKEND
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

20/09/18
VOIVOD + NIGHTRAGE
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

20/09/18
KORMAK + STILEMA + AMRAAM
LET IT BEER - ROMA

21/09/18
KARMIAN + DEMIURGON +HERCESIS
Associazione Culturale EKIDNA - SAN MARTINO SECCHIA (MO)

21/09/18
TOSSIC + GUESTS
EXENZIA - PRATO

22/09/18
FLESHGOD APOCALYPSE + GUESTS
AFTERLIFE LIVE CLUB - PERUGIA

22/09/18
ROCK LAND FESTIVAL
LEGEND CLUB - MILANO

22/09/18
WARMBLOOD + IRA
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/09/18
ELVENKING + DEATHLESS LEGACY + GUESTS
AREA EXP - CEREA (VR)

22/09/18
TRICK OR TREAT + FROM THE DEPTH
FUORI ORARIO - TANETO (RE)

ALMOST FAMOUS - # 18 - Satan
24/10/2015 (1668 letture)
Tutti i nomi incontrati nelle diciassette precedenti puntate di questa rubrica meritavano maggior fortuna di quella effettivamente goduta. Se no, del resto, non sarebbero stati degni di entrare nella nostra schiera di Almost Famous che ormai da quasi due anni e mezzo rappresenta uno dei nostri appuntamenti fissi. Quello di oggi, però, è forse l’esempio più clamoroso di grandissima e raffinatissima qualità musicale, peraltro incorrotta a tutt’oggi dalle mode e da evoluzioni più o meno destinate a resistere allo scorrere del tempo, sempre lasciata in disparte dalla massa per essere eletta a vero culto solo da una minoranza di noi. Un vero scandalo, che però ha almeno il merito di darci la scusa per parlare ancora una volta dei basilari Satan.

ESTREMAMENTE SATAN-ICI. O NO?
Nati a cavallo tra il 1979 ed il 1980 sui banchi di un liceo per iniziativa di Steve Ramsey e Russ Tippins, i quali formano in quel di Newcastle una band col preciso intento di suonare musica lontana da quella che va per la maggiore, i Satan si distinguono fin da subito per la grande freschezza delle composizioni e per arrangiamenti intricati ed avvincenti. La differenza di approccio con la gran parte dei coetanei che decidono di mettere su un gruppo, inoltre, è palese fin dalla scelta del moniker: Satan, appunto. Il periodo è quello della nascita di quel movimento che tutto cambierà, che in seguito verrà battezzato come N.W.O.B.H.M. e, anche se il terreno non è ancora fertile come nel periodo ‘81-‘83, il mercato underground comincia già a sviluppare un certo interesse per il nuovo fenomeno trainato da Iron Maiden, Saxon e pochi altri, se parliamo di gruppi davvero in vista. La band si distingue da subito - come scritto in sede di recensione qualche anno fa - “per una grande carica metallica, per una certa ricercatezza negli arrangiamenti e per una cifra tecnica di tutto rispetto per l’epoca”. Il nome scelto per la band, purtroppo, si rivela da subito un grosso handicap. Nonostante si tratti di un gruppo che dimostra fin dai due demo dell’81 e dell’82 intitolati rispettivamente The First Demo e Into the Fire (con Graeme English al basso ed elementi diversi negli altri ruoli) e dal 45 giri dell’82 Kiss of Death di possedere già una struttura sonora intricata, raffinata e di curare l’inserimento di tematiche non prettamente sataniche nelle loro canzoni, la stampa fa presto ad infilarli frettolosamente nel calderone dei gruppi estremi e diabolici, causando loro molti più danni che vantaggi. Le loro esibizioni dense di pathos decisamente sopra le righe per l’epoca, che procurano loro la fama di ragazzi difficili da gestire, unitamente alla situazione appena segnalata, fa sì che l’uscita del loro album d’esordio ritardi fino al 1983. Ancora presto, per alcuni, ma in realtà la situazione è purtroppo diversa. Court in the Act è un 33 giri bellissimo ed inciso da una formazione che, nel frattempo, si è stabilizzata con l’inserimento alla voce della figura chiave del carismatico Brian Ross. Inoltre, nel 1983 la spinta propulsiva della N.W.O.B.H.M. non è certo esaurita, ma è un dato di fatto che molte cartucce pesantissime sono già state sparate da altri gruppi (basta certamente citare ancora gli Iron Maiden, i quali avevano già alle spalle una carriera importante) e per quanto l’album sia delizioso, risulta ritardatario di quel tanto che basta per farlo suonare tale alle orecchie di molti e, soprattutto, alle penne della stampa che conta. L’essere poco considerati dalle riviste e poco supportati dall’etichetta, li danneggia enormemente. I Satan sono all’esordio e per molti sono già superati.

I SATAN? DEI VERI PARIAH DELLA SCENA
Purtroppo non è tutto. A causa del nome scelto, il gruppo è ancora associato con grande superficialità al mondo dell’estremo e del satanismo più o meno becero, un altro settore che sta già dando il meglio di sé da tempo e che, per fare un altro esempio clamoroso, ha già partorito nella stessa città dei Satan un demone gorgogliante chiamato Venom, loro sì, estremi in tutto. Per i Satan si profila già una carriera da “color che son sospesi”. I contraccolpi di questa situazione non tardano a farsi sentire, aggravati anche dall’esplosione del thrash che ne decreta ulteriormente la presunta obsolescenza precoce. Bisogna fare qualcosa, ma la decisione presa a questo punto per non essere associati alla massa di band realmente estrema è clamorosa: si cambia nome. La nuova formazione con l’ex Lou Taylor, poi negli Angel Witch alla voce (oggi ridotto a fare cover di Dio e dei Sabbath), prende il nome di Blind Fury (nome già usato dal singer per un gruppo durato lo spazio di un demo) e fa uscire un album molto buono dal titolo Out of Reach. Ma anche questa versione dura poco, a causa del riemergere delle vecchie tensioni personali tra il cantante e gli altri musicisti. Il ritorno al vecchio nome produce un nuovo demo che esce nell’86, edito anche su vinile con Michael Jackson al microfono (non quello da tutti conosciuto, ma un personaggio singolarissimo sul quale si potrebbe scrivere a parte) e con Brian Ross, il quale nel frattempo era rientrato nei Blitzkrieg, ed ottiene un discreto ma non eclatante successo. Nell’87 è la volta di Suspended Sentence, altro dignitoso disco, ideale seguito del primo in versione più levigata che, però, non muta radicalmente la situazione di una band che ormai ha una nomea precisa, a prescindere da quanto faccia. La decisione che non aveva portato frutti viene incredibilmente ancora reiterata: il gruppo muta nuovamente nome prima in The Kindred e poi in Pariah, registrando tre lavori tra l’88 e l’89 prima e nel ‘97 poi, dopo essersi sciolti e riformati. Tutti questi cambiamenti, però, non fanno che aggravare la situazione. Chi li seguiva in maniera devota viene disorientato sia dai cambi di nome, che di line-up, che - parzialmente - di stile e molti vengono anche delusi dallo scoprire che effettivamente i Satan non avevano nulla a che fare con certi estremismi musicali, né “filosofici”. Da questa band e dalla fine definitiva dei Satan o come diavolo volete chiamarli - brutta associazione, in questo caso - nasce però uno spin-off importante, dato che Steve Ramsey e Greame English formano una nuova band da molti ritenuta addirittura basilare per l’esplodere del folk-metal: gli Skyclad. Il nome dei Satan è dunque destinato a restare solo nel cuore di pochi cultori ed essenzialmente per un solo disco? Assolutamente no, perché quando ci si chiama così, qualche piccolo patto col diavolo bisogna pure averlo fatto e dopo l’uscita di un live nel 2004 ed un paio di compilation nel 2011, l’anno di grazia 2013 registra il ritorno in grande stile dei Satan con Life Sentence, eccellente lavoro prodotto dalla stessa formazione del primo album, bissato proprio in questi giorni dall’altrettanto buono Atom by Atom, con in mezzo un altro live. Ross e compagni sono vivi, dannati e vegeti.

BACK FROM HELL
Quello della sorte toccata ai Satan è un tipico esempio di band dotatissima, le cui ambizioni sono state frustrate da elementi esterni che solo in parte avevano a che fare con la musica. Intanto l’uscita di un primo, ottimo album poco considerato da pubblico e critica solo perché i suoi contenuti erano stati anticipati di pochi mesi da parte di altre band partite più o meno insieme a loro; poi l’ostracismo mostrato nei loro confronti da una certa stampa a causa di un monicker troppo impegnativo. In realtà, questo secondo ostacolo posto sul loro cammino dal mondo dell’informazione, il quale, come abbiamo visto, ha poi pesato in maniera decisiva, dimostra come talvolta sia necessario per molti giornalisti poco accorti procedere per compartimenti stagni, incasellando una band in qualsiasi modo, a costo di scrivere inesattezze palesi e di danneggiare gli interessati. Per quasi tutti, i Satan dovevano essere considerati estremi, per via del nome, della provenienza e del fatto che fosse più produttivo scrivere articoli su una band che attirava di più l’attenzione se presentata in un certo modo. L’ultimo tocco, però, lo diede anche il pubblico, che non concesse loro le giuste possibilità di imporsi, ma perché probabilmente fuorviato da informazioni errate che la stampa fornì in merito, in un periodo in cui non c’erano anteprime, video o altro a disposizione. Solo i live e quanto si leggeva sulle riviste. Indubbiamente anche la band ci mise del suo, piegandosi alla situazione cambiando ripetutamente nome e formazione, creando così uno sconcerto che finì per fiaccare l’interesse anche di chi li aveva seguiti e sostenuti fin dall’inizio. Certo, non deve essere stato facile affrontare una situazione che non aveva nulla di logico e che premiava tanti altri venuti addirittura dopo di loro in misura ben maggiore. Per una volta il destino ha restituito in parte ciò che aveva inizialmente tolto loro, regalando solo adesso al gruppo un po’ di quel successo che meritava da decenni, ma il piatto della bilancia pende sempre dalla parte sbagliata, se si tratta dei Satan.



Raven
Domenica 25 Ottobre 2015, 16.29.16
4
Straordinari non pagati, ma piacevoli
jek
Domenica 25 Ottobre 2015, 16.25.24
3
Minchia Raven i Satan ti hanno fatto fare gli straordinari . Con Court in the Act sono stati fondamentali per la mia formazione metal ho ancora e conservo come una reliquia il vinile originale. Come molti altre band purtroppo molto sfigate e snobbate. Fortunatamente hanno avuto una seconda possibilità e l'hanno sfruttata al massimo dimostrando il loro vero valore.
Hard`n`Heavy
Domenica 25 Ottobre 2015, 14.04.25
2
''Court in the Act'' è sicuramente uno dei più belli album della NWOBHM e non solo, fai anche tuo Pariah ''Blaze of Obscurity'' capolavoro assoluto del thrash metal
Ulvez
Domenica 25 Ottobre 2015, 10.44.40
1
gruppo molto sottovalutato, meno male che di recente sono stati un po' riscoperti e rivalutati. Court in the Act è probabilmente uno dei migliori dischi della NWOBHM
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
03/09/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 30 - Blue Murder
27/05/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 29 - Tank: This Means Metal
16/04/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 28 - Voivod (seconda parte)
03/04/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 28 - Voivod (prima parte)
10/02/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 27 - Sword
18/12/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 26 - Mekong Delta
11/08/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 25 - Mind Funk
24/02/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 24 - Slumber
05/06/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 23 - Fifth Angel
22/04/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 22 - Bulldozer
20/03/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 21 - Morgana Lefay
06/02/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 20 - Budgie
28/12/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 19 - Lääz Rockit
24/10/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 18 - Satan
11/09/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 17 - Watchtower
26/04/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 16 - Captain Beyond
29/01/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 15 - Raven
20/12/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 14 - Sabbat
02/11/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 13 - Badlands
26/09/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 12 - Diamond Head
24/04/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 11 - Hanoi Rocks
28/03/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 10 - Crimson Glory
23/02/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 9 - The Quireboys
02/02/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 8 - Agent Steel
20/11/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 7 - Riot
18/09/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 6 - Exciter
01/09/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 5 - Toxik
26/06/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 4 - Vain
13/06/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 3 - Malice
26/05/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 2 - Anvil
02/05/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 1 - Grim Reaper
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]