Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

DONNE ROCCIOSE - # 28 - Lzzy Hale
05/11/2015 (2570 letture)
La storia degli Halestorm non è di quelle che una volta letta, possa far sobbalzare sulla sedia. Tuttavia, si tratta di una band che ha già un discreto numero di anni di attività alle spalle e che può contare tra le sue fila sulla presenza di una cantante/chitarrista come Lzzy Hale, capace di catalizzare l'attenzione su di sé per ragioni legate in parte solo minoritaria all'aspetto fisico e più su quelle di front-woman. Eccovi allora un ritratto della musicista della Pennsylvania, a tutti gli effetti un'altra Donna Rocciosa.

TRA UN PUB ED UN FUNERALE
In realtà, la storia di Lzzy Hale sarebbe anche quella del fratello Arejay, dato che i rampolli della famiglia Hale cominciano attorno ai cinque anni ciascuno a prendere lezioni di piano, per poi passare alla batteria lui, ed alla keytar prima ed alla chitarra dopo, lei, ma qui ci focalizzeremo ovviamente solo su quella della ragazza. Già dal 1997, all'età di appena 10 e 13 anni, i due cominciano anche a produrre canzoni in coppia ed a suonare nei piccoli locali e in seguito addirittura anche ad un funerale con la band (!). Passata alla sei corde a sedici anni ed appartenente a famiglia che non ostacola certo la passione per la musica, nel 1999 esce già un EP targato Halestorm, che vede all'opera, oltre ai due fratelli, anche il padre al basso. Quando si dice "azienda a conduzione familiare". Lzzy è ancora lontana dalla maggiore età, ma viene già citata tra i credits come autrice, cantante, chitarrista e tastierista; non male. Il genere è ancora venato fortemente di pop-rock, ma anche se il filone pop non verrà mai abbandonato, è solo l'inizio. Le cose, ad ogni modo, vanno avanti e nel tempo si aggiungono un chitarrista ed un bassista fisso al posto del padre, giungendo così fino al 2004 tra concerti ed attività in sala prove. Lzzy Hale si costruisce una fama abbastanza solida di cantante grintosa e di buona intrattenitrice on stage, ma la svolta arriva solo nel 2005, con la firma per la Atlantic Records e l'uscita di un secondo EP di cinque pezzi live, ben più sostenuto a livello pubblicitario, intitolato One and Done (Live). La scelta della Atlantic è precisa: forma EP per tastare il polso al mercato e non rischiare più di tanto e registrazione dal vivo per mostrare meglio al pubblico la carta migliore in possesso degli Halestorm, la loro leader.

LADY GAGHALE
La scelta si rivela indovinata e l'EP ottiene un discreto riscontro che fa si che, nel 2009, esca il primo, vero album della band, intitolato Halestorm. Ne vengono estratti alcuni singoli e, soprattutto, dei video in cui Lzzy Hale comincia a diventare personaggio, interpretandoli in maniera convincente, soprattutto quello di It's Not You, peraltro da lei scritta all'età di sedici anni. La Atlantic non è esattamente una piccola etichetta con sede in uno scantinato e nel 2010, per la serie "battere il ferro finché è caldo", esce un live + DVD registrato nella natia Pennsylvania, intitolato Live in Philly 2010, ossia a Filadelfia. Di questo stesso anno la sua apparizione allo show Late Night with Jimmy Fallon. Un tempo, prima di arrivare al live, una band doveva avere un curriculum ed una credibilità notevoli, ma la ricettività del mercato americano per un certo tipo di band e la capacità di Lzzy di arrivare alla gente durante i concerti, fa si che la situazione sia quella sopra descritta. Abbiamo parlato di mercato americano? Ed allora perché non un nuovo EP, stavolta di cover? Detto fatto, nel 2011 è la volta di ReAniMate: The CoVeRs eP. Sembra solo un becero sfruttamento commerciale della band ed un facile modo per imporsi definitivamente (ed in parte lo è), ma la scaletta che comprende pezzi di Skid Row, G 'n' R, Heart e Temple of Dog, ne presenta anche dei Beatles e di Lady Gaga, a testimoniare sia una certa tendenza a restare legati ad un filone molto pop, ma anche del fatto che gli Halestrom sono ormai da tempo una band che ha trovato la sua dimensione in un hard rock non esasperato, ma molto lontano da ciò che facevano all'inizio ed anche come Lzzy Hale sia una cantante in grado di essere efficace e credibile come rocker.

THE STRANGE CASE OF... LZZY HALE
Ad ogni modo, pubblicare degli EP deve essere quasi una mania compulsiva per loro, visto che all'inizio del 2012 arriva sul mercato Hello, It's Mz. Hyde, ma (anche) stavolta è una mossa commerciale, visto che si tratta di un lavoro apripista per l'album The Strange Case of.... Il disco è il più maturo della breve carriera e Lzzy Hale sfoggia una prestazione notevole se inquadrata nel range in cui la band si muove. L'esposizione radiofonica è massiccia, specialmente con il brano Love Bites (So Do I) -che poi avrà la nomination al Grammy come Best Hard Rock/Metal Performance- e le vendite corroboranti; il nome della Hale è ormai inserito stabilmente tra quelli ricorrenti del rock al femminile. Tuttavia, non è solo come cantante che la nostra si mette in evidenza, dato che come chitarrista ottiene un contratto con la Gibson per la produzione di una signature series. Anche qui più per motivi di immagine? Probabile, ma sta di fatto che evidentemente la ragazza muove interesse da parte del pubblico. A questo punto poteva mancare un nuovo EP? No di certo e, visto che ci siamo, perché non farlo ancora di cover? (Ri)Detto fatto: nel 2013, dopo un tour con Shinedown ed Alter Bridge, arriva ReAniMate 2.0: The CoVeRs eP. Anche stavolta la scaletta è eclettica e vede Lzzy Hale cantare pezzi che vanno dai Daft Punk ai Judas Priest passando per AC/DC, Pat Benatar, Fleetwood Mac e Marilyn Manson. Ciò ad ulteriore testimonianza di una certa trasversalità sia della band che della cantante, ma anche del fatto che la credibilità raggiunta (senza sindacare su quali ambienti l'hanno concessa) consenta ormai alla Hale di spaziare moltissimo, volendo. Recentissimo, infine, il terzo album degli Halestorm intitolato Into the Wild Life, lavoro che sostanzialmente conferma quanto di buono fatto vedere fin qui sia dalla band, che da Lzzy, magari con un tocco produttivo più orientato verso il sapore live, a quanto pare l'unico in grado di far rendere al meglio il gruppo.

CHIEDI A LZZY
Cantante forse non di primissimo piano, se inquadrata in una ottica strettamente tecnica e se messa a confronto con alcuni dei nomi più preminenti trattati durante le ventisette puntate precedenti della nostra serie, Lzzy Hale mostra comunque di avere buoni mezzi in rapporto alle necessità espressive del genere proposto ed una altrettanto buona capacità di occupare la scena. Partita col classico gruppo senza troppe pretese, la nostra incarna in parte anche il classico sogno americano e la sua realizzazione, passando dalla cantina di casa ai palchi del rock circus internazionale con una certa leggerezza, ma anche l'altrettanto classico modo di fare statunitense che consente di passare senza troppi problemi dal genere di riferimento a sconfinare in territori simil-pop, senza che la cosa possa essere in alcun modo considerata un tradimento dal pubblico che la segue. Se pensiamo a quanto ha faticato ad esempio Cristina Scabbia a imporsi ed a mantenere la sua credibilità senza arrivare a cantare i Daft Punk o Lady Gaga, c'è da farsi qualche domanda. Ad ogni modo, Lzzy Hale dimostra come ci si possa affermare nel mondo dell'hard rock con il necessario piglio, ma anche con una buona dose di ironia e sex-appeal non gratuito, come non troppe altre sono capaci di fare. Per lei anche una copertina di Revolver come "Hottest Chicks in Metal" ("Non che a me importi molto l'aspetto fisico del mondo del rock, tuttavia non fa mai male vincere qualche premio, anche solamente per cose frivole come questa. Non trovo che ci sia niente di male a finire in copertina con queste motivazioni. E' tutta pubblicità gratuita, ed è innegabile che noi ragazze abbiamo alcuni assi nella manica in più per metterci in mostra, rispetto ai ragazzi"), collaborando poi anche con la rubrica "Ask Lzzy". Curiosità: la sua band è stata l'ultima ad aprire per un concerto in cui si è esibito Ronnie James Dio, fatto accaduto nel 2009, quando gli Halestorm hanno suonato prima degli Heaven And Hell alla House Of Blues di Atlantic City, con Lzzy poi all'opera anche nell'album tributo Ronnie James Dio - This Is Your Life. Il nome senza la "I", infine, deriva da un errore di battitura su un sito internet dedicato alla band ad inizio carriera. La viralità della rete rese popolare il nome storpiato in pochissimo tempo e per non creare confusione, restò quello per sempre. Piccole storie rock.



stonefox
Venerdì 6 Novembre 2015, 23.51.05
14
@Prometheus, sì ho sentito quella canzone, ma è troppo dance per i miei gusti anche se comunque ha qualcosa di originale
Raven
Venerdì 6 Novembre 2015, 10.52.45
13
Alla terza sto pensando da un po'
mario
Giovedì 5 Novembre 2015, 22.04.56
12
Conosco molto bene Una pioniera come Suzy Quatro, Pat Benatar, Joan Jett e le altre donne rock negli articoli a fianco, ma lei poco, qualche anno fa ascoltai qualcosa di Di Lizzy e non mi era dispiaciuta, una bella radpy voice mi pare di ricordare un rock frsmmisto a qualche incursione più' SIL metal, dovro' riascoltarla.Vorrei inoltre chiedere cortesemente a Raven se fosse possibile dedicare articoli a queste 3 donne Tracy Hitchings dei Landmarq(prog rock), e in campo heavy-power Jutta Weinhold e la nostra Federica De Boni.Ci spero pazientemente .E complimenti sempre a Raven per tutti i suoi articoli.
Prometheus
Giovedì 5 Novembre 2015, 21.00.35
11
Qualcuno di voi conosce "Shatter Me" di Lindsey Stirling con Lzzy Hale al microfono? Io AMO quella canzone.
HeroOfSand_14
Giovedì 5 Novembre 2015, 19.56.03
10
Conosco solo The Strange Case Of.. e concordo sul fatto che è un buon disco di rock'n'roll mischiato a pop, ideale per momenti in cui non si vuole ascoltare musica "pesante" e complessa. Lei ha poca tecnica e si vede nei live soprattutto, ma ha una carica ed un'estensione fantastiche, come poche altre nell'ambito hard rock. Infatti la sua cover di Straight through the heart è una bomba, e la esegue spesso dal vivo. La vedo come una cantante perfetta per cantare un genere metal, magari heavy classico, dove spaccherebbe le casse con la voce, ma si limita a questo genere che, su disco, è abbastanza piatto. Live invece fa sempre la sua porca figura, e non mi pare proprio sia una che vuole mettere in primo piano l'aspetto fisico, anzi, non è che sia questa bellezza assurda. E la foto dove è vestita da suora proviene, come già detto, da un pre-show con i Ghost
Prometheus
Giovedì 5 Novembre 2015, 16.38.08
9
Therocker77, Taylor ha un atteggiamento che unisce rock vecchio stile e glamour moderno. Ha carisma e fascino, anche dal punto di vista estetico. Poi vocalmente non è certo brava, ma su album ci sta. Temo che in molti la sottovalutino per via del suo background. Anche se va detto che i The Pretty Reckless sono sì una band valida, ma sono tutto fuorché originali. Anyway, siamo OT: direi di tornare sugli Halestorm e su Lzzy.
Raven
Giovedì 5 Novembre 2015, 16.23.20
8
Ragazzi, restiamo entro certi limiti. non è questo lo scopo di articoli del genere.
tinez
Giovedì 5 Novembre 2015, 16.17.59
7
Commento rimosso
Therocker77
Giovedì 5 Novembre 2015, 15.33.56
6
Quotone al commento n° 5. Taylor Momsen è davvero rocker e strafiga, cosa che mi fà maggiormanete apprezzare i The pretty Reckless che tra l'altro suonano dell'ottimo rock!
Prometheus
Giovedì 5 Novembre 2015, 15.25.10
5
Va be', a questo punto voglio l'articolo anche su quella figa (non solo in senso estetico, ma perché trasmette figaggine) chiamata Taylor Momsen, dei The Pretty Reckless. Fanno rock come gli Halestorm, quindi... xD Comunque devo ancora ascoltare il mio album di Lzzy e soci, ma il precedente mi è piaciuto. Fanno un tipo di rock divertente e senza pretese che in certi momenti è piacevolissimo ascoltare. Tra l'altro mi piace che abbiano aperto dei concerti degli Alter Bridge, band che che apprezzo moltissimo. Ah, segnalo che la foto in cui è vestita da suora è stata scattata prima di un concerto dei Ghost, in cui ha fatto da... suora-cameriera, credo. Boh. Non è una che si prende troppo sul serio.
ayreon
Giovedì 5 Novembre 2015, 13.57.19
4
la sola ed unica erede di pat benatar
stonefox
Giovedì 5 Novembre 2015, 13.20.39
3
L'ho sentita dal vivo a un festival, mi stavo spostando per raggiungere il palco dove stavano suonando gli Halestorm e già da fuori arrivava la potenza della sua voce. Sono rimasta molto colpita. Tecnicamente valida? Non molto...anche lei tende a ingolare molto... troppo... temo per il suo futuro, sta peggiorando sensibilmente, se va avanti così fra non molto sarà afona Peccato perché ha un bel timbro, ed è anche un'ottima musicista!
Elluis
Giovedì 5 Novembre 2015, 13.14.33
2
Halestorm li ho visti due volte di supporto agli Alter Bridge due anni fa, e non mi hanno molto impressionato. Non dubito sulle sue doti artistiche, d'altronde il concerto fu tutto sommato godibile, ma temo che la signorina punti molto più sul "fisico" che dal punto di vista più puramente "artistico"; però è una mia personale opinione.......
Philosopher3185
Giovedì 5 Novembre 2015, 12.37.43
1
Comè bona lei! è bellissima e anche brava..la sua band mi piace molto;un rock con sprazzi di metal,ricco di melodie.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
06/08/2018
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 43 - Alissa White-Gluz
23/05/2018
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 42 - Joan Jett; The Girl With a Bad Reputation
07/02/2018
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 41 - Dolores O'Riordan, l'inquietudine di vivere
11/12/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 40 - Debbie Harry
29/08/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 39 - Diamanda Galas
22/05/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 38 - Sabina Classen
28/02/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 37 - Lisa Dominique
07/01/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 36 - The Great Kat
29/10/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 35 - Suzi Quatro
28/09/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 34 - Chiara Malvestiti
12/08/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 33 - Anneke van Giersbergen
09/06/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 32 - Cadaveria
02/04/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 31 - Poison Ivy
23/01/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 30 - Kelly Johnson
22/12/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 29 - Elize Ryd
05/11/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 28 - Lzzy Hale
26/09/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 27 - Liv Kristine
28/08/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 26 - Marcela Bovio
25/07/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 25 - Tarja Turunen
23/06/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 24 - Otep Shamaya
25/04/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 23 - Sharon den Adel
22/03/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 22 - Jinx Dawson
25/02/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 21 - Patricia Morrison
20/01/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 20 - Kate De Lombaert
19/12/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 19 - Veronica Freeman
20/11/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 18 - Leather Leone
18/10/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 17 - Floor Jansen
02/09/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 16 - Simone Simons
02/08/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 15 - Cristina Scabbia
02/05/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 14 - Angela Gossow
09/04/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 13 - Nina Hagen
06/01/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 12 - Siouxsie Sioux
20/12/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 11 - Grace Slick
27/11/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 10 - Morgana
13/11/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 9 - Jan Kuehnemund
30/09/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 8 - Doro Pesch
12/09/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 7 - Ann Boleyn
05/08/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 6 - Lita Ford
14/05/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 5 - Betsy Bitch
21/04/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 4 - Lee Aaron
07/04/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 3 - Joan Baez
26/03/2012
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 0 - Wendy O. Williams
08/08/2010
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 2 - Janis Joplin
25/07/2010
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 1 - Patti Smith
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]