Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ghost
Prequelle
Demo

SpellBlast
Of Gold and Guns
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/06/18
GAEREA
Unsettling Whispers

22/06/18
KHEMMIS
Desolation

22/06/18
WOLFEN RELOADED
Chaiging Time

22/06/18
HAKEN
L-1VE

22/06/18
IMPENDING ROOM
The Sin And Doom Vol. II

22/06/18
ARSTIDIR
Nivalis

22/06/18
THE HERETIC ORDER
Evil Rising

22/06/18
MARTYR LUCIFER
Gazing at the Flocks

22/06/18
ART OF DECEPTION
Path of Trees

22/06/18
THE RED COIL
Himalayan Demons

CONCERTI

21/06/18
ANAL VOMIT + FINGERNAILS + ASPHALTATOR
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/06/18
PEARL JAM
I-DAYS FESTIVAL - RHO (MI)

22/06/18
ANAL VOMIT + LECTERN + GUEST
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

22/06/18
17 CRASH + LET ME KILL THE MISTER + STINS
EXENZIA - PRATO

23/06/18
ANAL VOMIT + DAEMUSINEM + LECTERN
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/06/18
RHAPSODY OF FIRE
PIAZZA MATTEOTTI - GENOVA

23/06/18
BELPHEGOR + MELECHESH + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

23/06/18
VIRGIN STEEL FEST
GASOLINE ROAD BAR - LENTIGIONE (RE)

23/06/18
ANAL VOMIT + LECTERN + DAEMUSINEM
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/06/18
LACHESIS
THE ROCKER PUB - BARZANA (BG)

ALMOST FAMOUS - # 19 - Lääz Rockit
28/12/2015 (1698 letture)
E' sempre la solita storia: anche quando l'esplosione di un certo movimento produce una serie praticamente infinita di gruppi meritevoli dell'attenzione generale, è sempre una minoranza di band a catturare quella di tutti. Nel caso del thrash metal, Metallica, Megadeth, Slayer, Anthrax ed altri che è inutile citare tutti, riuscirono a calamitare l'attenzione generale. La classica indolenza dell'ascoltatore medio, poco interessato a scavare sotto la superficie e la maggiore difficoltà oggettiva di ottenere informazioni su chiunque rispetto ai tempi moderni, sono stati tra i fattori che hanno relegato in un cono d'ombra tantissimi altri gruppi i quali, invece, potevano fare molta più strada di quella effettivamente percorsa. Come in altre occasioni analoghe, non è infatti bastato ai Lääz Rockit l'affetto e la devozione dei più appassionati a trarli completamente fuori dal limbo dei buoni gruppi mai giunti al proscenio. Il combo californiano, però, lo avrebbe certamente meritato, almeno nel periodo compreso tra il 1987 ed il 1991.

CIELO DI PIOMBO, ISPETTORE COONS
Formatisi a San Francisco nel 1982 per iniziativa del 17enne Coons e del 18enne Jellum, i Lääz Rockit hanno registrato durante il corso della loro attività almeno tre album di rilievo assoluto, senza che questo producesse per loro frutti nella quantità meritata. Preso il nome dal film del 1976 The Enforcer con Clint Eastwood come protagonista (Cielo di Piombo, Ispettore Callaghan, nella versione nostrana), nel quale Clint maneggiava un M72 LAW rocket, un'arma leggera anti-carro il cui nome venne poi storpiato dal manager Jeff Weller, i Lääz Rockit si segnalarono fin da subito come possibile prossima big thing della scena. A mettere insieme il gruppo furono, come accennato, il cantante Michael Coons ed il chitarrista Aaron Jellum. I due, dopo aver soffiato Phil Kettner ad una band rivale ed aver reclutato Dave Starr al basso e Victor Agnello alla batteria, si trovarono tra le mani un gruppo dalla grandissime possibilità. Starr abbandonerà presto e più in là si unirà ai Vicious Rumors, per essere sostituito da Willy Lange. La band ottiene una certa visibilità iniziale e mentre l'attività in studio produce nell'83 il demo Prelude to Death, dopo una breve parentesi con la Target Entertainment, la quale aveva sotto contratto i Ratt con i quali suonano anche dal vivo, l'84 saluta l'uscita di City's Gonna Burn, esordio ufficiale dei Lääz Rockit e l'abbandono di una promettente carriera da calciatore per Coons. Il vinile si rivela acerbo data l'età dei musicisti (si pensi che all'epoca il solo Lange aveva l'età per acquistare alcolici) e mostra chiaramente quanto il gruppo sia ancora alla ricerca di un sound definito, ondeggiando ancora tra heavy e thrash con le conseguenti disomogeneità nell'impatto della scaletta. Tuttavia, oltre a far scoprire loro le "gioie" di L.A., fatte di ragazze e feste sfrenate -anche una nella villa di Burt Bacharach col loro manager a tuffarsi in piscina dal tetto tutto vestito di pelle- è comunque un buon punto di partenza che apre loro le porte di un tour nordamericano con Grim Reaper ed Exciter, dal quale vengono però estromessi dopo tre sole date. Anche il seguente No Stranger To Danger è più o meno sullo stesso livello. Per descriverlo, può venirci in aiuto uno stralcio della nostra recensione: "Non aspettatevi pezzi d'impatto o particolarmente potenti: gli apici compositivi del combo californiano verranno tutti raggiunti solo in seguito a questo full length, che zoppica a causa dell'eccessiva alternanza tra brani più rudi e certe canzoncine senza pretesa, una zavorra evidente per una scaletta troppo disomogenea e in forte contatto con il vecchio hard rock settantiano. A meritarsi una menzione speciale, oltre ai chitarristi già citati, è un drummer, Victor Agnello, decisamente una marcia 'avanti' rispetto ai suoi compagni". Quando nell'86 i Metallica cominciano le audizioni per rimpiazzare Cliff Burton, tra i candidati c'è anche Willy Lange, il quale, però, non viene scelto.

L'AGNELLO DI FRISCO
Nel 1987 esce il secondo album dei ragazzi di Frisco, intitolato Know Your Enemy, ed è il primo capitolo di un trittico fantastico. Stavolta lo stacco col passato è netto, la scelta di campo precisa: thrash americano senza compromessi. In Know Your Enemy -ancora dalla nostra recensione- "il salto di qualità risulta evidente grazie ad un sound notevolmente più arcigno che ammicca in maniera più marcata al thrash style di matrice americana che in quegli anni imperversava. La band decide, quindi, di cambiare marcia prediligendo ritmiche più serrate, quelle che inducono lascoltatore a scuotere veementemente la testa fino a che il dolore alla cervicale ti costringe alla resa". Il successo ottenuto apre loro le porte del vecchio continente, dove fanno da spalla ai Motorhead, con Lemmy che li prende sotto la sua benevola protezione e li consiglia anche con le sbronze ("Voi ragazzi non dovreste bere tanto. Non siete molto bravi a farlo".) poi in tour con i L.A. Guns, suonano all'Aardschock Fest, quindi accompagnano gli Exodus. In mezzo, l'abbandono ed il successivo ritorno di Agnello quando il gruppo deve affrontare le date statunitensi. Nell'88 esce una VHS con quattro pezzi registrati in Europa. Nell'89 un altro disco decisamente notevole: Annihilation Principle. Da alcuni ritenuto il loro capolavoro, Annihilation Principle si assesta grosso modo sullo stesso livello del precedente, quindi molto in alto, ma la band non riesce ugualmente ad imporsi nonostante l'attenzione di MTV, stritolata nella morsa dei Big 4 e degli altri gruppi più pompati dalla critica e dai giornali in genere, non sempre validi quanto loro. A cavallo tra l'89 ed il 90 è il turno di un singolo che sarà incluso nella colonna sonora del film Texas Chainsaw Masacre III. Il tour in Giappone e poi con gli Osiris fa da preludio all'uscita di una maxi singolo contenente una cover di Fresh Fruit For Rotting Vegetables dei Dead Kennedys. Poi, l'ultimo dei loro dischi di classe superiore: Nothing$ $acred. La formazione è intanto profondamente mutata (interessante vedere quali e quanti sviluppi avrebbero creato nel tempo le entrate e le uscite nella formazione dei Lääz Rockit), con Willy Lange, Phil Kettner e Vic Agnello fuori dal gruppo. Ad ogni modo, per citare per la terza volta una nostra recensione, "il quintetto statunitense (che) ripartiva esattamente da dove era arrivato: una sezione ritmica di tutto rispetto (alla batteria Dave Chavarri, in seguito anche con Soulfy e Ill Niño) impegnata a tracciare solide e granitiche linee, costituite dal più classico alternarsi di accelerazioni e stop'n'go, su cui prontamente si infilano riff grezzi e dal suono volutamente sporco. Sensazionale, al basso, Scott Dominguez, che si permette talvolta di rubare la scena ai due compagni chitarristi, impreziosendo il loro lavoro con i suoi passaggi dal suono secco e asciutto". I cambi di line up, però, stravolgono gli equilibri interni della band e, nonostante altri tre anni trascorsi insieme con tour di successo, la corsa dei Lääz Rockit si interrompe. Nel 92 esce un album live in versione CD/DVD, poi il gruppo sembra sparire dalla scena, finché...

L'AGNELLO DI DYNAMO
La storia dei Lääz Rockit sembra arrivata al capolinea, anche perché i suoi componenti prendono le strade più diverse, alcune delle quali seguono tracciati molto interessanti. Oltre che in alcuni gruppi più o meno importanti ed in un album del 93 intitolato Fix edito come Gack, band groove/thrash con Coons, Sargeant, Jellum, Dominguez e Vander Ende, che è da considerare a tutti gli effetti un lavoro dei Lääz Rockit, i musicisti attivi con la band nelle varie fasi della sua esistenza sono risultati coinvolti in varie entità. Nel 97 il chitarrista Scott Lee Sargeant suona con i Killing Culture sul full omonimo per poi segnalarsi anche nei M.O.D. di Billy Milano, il batterista Dave Chavarri farà parte di gruppi quali Pro-Pain, Soulfly e, soprattutto, sarà il fondatore de Ill Niño, ma, come prima sottolineato, molte altre band vedranno nei ranghi ex od attuali membri dei Lääz Rockit. Impossibile, quindi, non citare Angel Witch, Skinlab, Heathen e Slough Feg, oltre a quelle già ricordate. Tutto ciò fino a quando, nel Maggio del 2005, una formazione comprendente Coons alla voce, Jellum e Kettner alle chitarre, Lange al basso ed Agnello alla batteria, si presenta al Dynamo Oper Air di Hellendoorn, ottenendo un buon riscontro dal pubblico per poi partecipare con egual successo a varie altre manifestazioni di una certa importanza. Nel 2006 esce il DVD Live Untold. Agnello, però, abbandona quasi subito per problemi familiari e di lavoro, in quanto medico affermato. Ironia della sorte, il batterista, qualche anno dopo dovrà soccombere nella lotta contro una forma di leucemia che se lo porta via, come a suo tempo riportatovi con questa notizia. Nel frattempo, purtroppo, anche Jon Torres era rimasto vittima di un attacco cardiaco. Intanto, l'annuncio della formazione di una all-star band chiamata Dublin Death Patrol con dentro anche Willy Lange non impedisce che i Lääz Rockit continuino a suonare nei più vari fest ed a fianco dei più importanti nomi della scena, fino all'inevitabile disco del ritorno. Left For Dead esce nel 2008 con la formazione Coons, Jellum, Kettner, Lange, Harris, restituendoci una band vicina ai livelli migliori della sua carriera ed in grado di continuare l'attività fino ad oggi. Un nuovo album, inoltre, per quanto già altre volte annunciato, non dovrebbe forse tardare molto.

SCUSATE IL RITARDO
Quella dei Lääz Rockit, come per tanti altri gruppi di talento schiacciati dalla presenza di band più "da copertina", più in grado di interessare i media o semplicemente più fortunati, è una storia che li vede parzialmente sconfitti. Partiti da posizioni ancora piuttosto ibride tra thrash ed heavy, per poi approdare a soluzioni ben più decise che denotavano personalità più marcata, i Lääz Rockit sono stati probabilmente traditi proprio dai loro primi passi. City's Gonna Burn e No Stranger to Danger erano dischi abbastanza buoni, se presi singolarmente, ma un po' fuori tempo. Le loro uscite sul mercato, posteriori a quelle fondamentali per definire lo stile thrash metal e l'approdare del gruppo a soluzioni pienamente all'interno del settore solo dal 1987 con Know Your Enemy, sono proprio i fattori che hanno determinato il loro restare sempre uno o due passi indietro rispetto ai più grandi nella considerazione degli appassionati. Il pubblico del metal è viscerale, si sa. Quando identifica gli iniziatori di uno stile che stravolge la storia e rimescola le carte in tavola anche dello stile di vita, è a loro e solo a loro che tributa i massimi onori. Questo anche perché chi arriva per primo marchia a fuoco non solo i gusti musicali, ma spesso anche i ricordi personali legati ad istanti di vita di ognuno di noi, risultando sempre una spanna sopra gli emuli nella nostra percezione emotiva. Gli altri sono destinati a restare nel limbo dei "Bravissimi, sì, però... prima di loro sono venuti i...". Questo è quanto accaduto ai Lääz Rockit, colpevoli solo di un po' di ritardo, ma autori di un trittico di qualità assoluta che però, purtroppo per loro e per molti che li hanno sempre snobbati, non li ha tratti in salvo dalla condizione di Almost Famous.



Kappa
Sabato 2 Gennaio 2016, 10.41.37
36
Ok, recepito Raven, Ascoltatevi questa band se non la conosceste. Comunque commentando la band, il mio favorito probabilmente rimane Nothing's Sacred. Ma rilancio consigliando anche l'ultimo Left For Dead che è favoloso.
Half Ano
Venerdì 1 Gennaio 2016, 21.53.20
35
@ Raven perdonami ma permettimi, dato che mi trovo costretto, di rispondere un' ultima volta al personaggio gratuitamente ostile detto Kappa (complimenti per la fantasia tra l'altro):1- sei tu che per primo mi hai attaccato personalmente, l'hai messa sul personale solo perché non conosco questo gruppo e non lo ritengo quindi "almost famous"...(c è ancora la libertà di opinione o i tuoi amici ministri hanno già vietato pure quella?); 2- se la mia esistenza ("personaggi come me fanno il male del metal"...oh...addirittura) ed il mio nickname ironico ti turbano in questo modo beh...direi che a questo punto dovresti seriamente prendere il considerazione il mio suggerimento precedente. Grazie per lo spazio Raven, in ogni caso non disturberó più su questo post, se non dopo aver ascoltato i Laaz Rockit.
Raven
Venerdì 1 Gennaio 2016, 21.49.55
34
Non mi interessa molto di chi sia la colpa, mi interessa che questo rimanga uno spazio per discutere di musica in maniera pacata e costruttiva. Per altri approcci usate le mail private, grazie.
Alexi Laiho
Venerdì 1 Gennaio 2016, 20.23.51
33
Quant'è bella Curiosity Kills del quinto album? Certe volte è paradossale che alcuni gruppi restino così sepolti dal caso o da scelte sbagliate..
Kappa
Venerdì 1 Gennaio 2016, 19.04.04
32
@Raven: mi pare che sia Half Ano ad essere idiota, io ho solo espresso un parere sul suo commento e sulla band, la sua risposta è di spararmi. Lo farò, ma morirò contento del fatto che almeno in vita mia ho ascoltato anche i laaz Rockit e comprato i loro dischi. Gente come lui fa davvero male al metal, o è il metal che fa male a lui. In ogni caso un personaggio che sin dal nickname non dimostra ironia, ma demenza. Spero valuti l'opzionje sparo anche per sè.
Hard`n`Heavy
Giovedì 31 Dicembre 2015, 12.28.01
31
x LAMBRUSCORE; i Canadesi Sacrifice ti StraQuoto grande lambru....io ho di loro solo ''soldiers of misfortune 1991'' & ''apocalypse inside 1993'' due CAPOLAVORI da avere obbligatoriamente nella propria discoteca di CD.
LAMBRUSCORE
Giovedì 31 Dicembre 2015, 9.20.33
30
Gruppone quasi dimenticato dai più, sono i canadesi Sacrifice.
Raven
Giovedì 31 Dicembre 2015, 9.03.31
29
Attenzione: non sono gradite conversazioni private a base di insulti. Attenetevi ai normali scambi di vedute, senza eccedere, grazie.
LAMBRUSCORE
Giovedì 31 Dicembre 2015, 8.56.32
28
Volevo dire, Killer Instinct del 1988, ahah.
Half Ano
Giovedì 31 Dicembre 2015, 8.54.04
27
Kappa sparati in bocca.
LAMBRUSCORE
Giovedì 31 Dicembre 2015, 6.12.26
26
Per chi non li conoscesse, sentite un altro grande gruppo -per me- in cui ha suonato il batterista Dave Chavarri -con un cognome così non si può sbagliare...- , i GOTHIC SLAM. Solo 2 album purtroppo. Killer Instinct del 1998 e Just a face in the crowd del 1989.
Hard`n`Heavy
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 21.48.32
25
x Kappa hai ragione, ti StraQuoto.
Kappa
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 20.22.39
24
Ricordo che il disco del 2008 è una cannonata thrash che mi aveva lasciato basito, recuperate Left For Dead, un capolavoro!
Er Trucido
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 20.04.11
23
Molto probabilmente li avevi cercati con la "ä" invece abbiamo dovuto metterli con "a" per questioni tecniche
klostridiumtetani
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 20.01.24
22
@Er Trucido, so che li avevo cercati senza nessun risultato... comunque adesso le ho trovate... mea culpa!
Kappa
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 19.16.12
21
Hal Ano: non li conosci e ascolti metal da sempre? Due cose inconciliabili, fidati. Questa è una band molto conosciuta ed autrice di tre capolavori thrash. Poi fai come ti pare, ascoltati i manowar, i metallica e gli ac/dc, almeno li conoscerai e sarai felice...
Er Trucido
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 18.22.04
20
In realtà ci sono tutti tranne city's gonna buon, gack compresi.
klostridiumtetani
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 17.57.48
19
E non avete neanche una recensione su di loro! Vergogna . Li adoro...
Hard`n`Heavy
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 16.00.56
18
Lääz Rockit, MUST HAVE: ''annihilation principle'' - ''know your enemy'' - ''nothing$ $acred''. Mentre dei leggendari Gack, fate assolutamente vostro quel supremo masterpiece di Groove/Thrash Metal che risponde al nome di ''Fix''.
Galilee
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 14.00.51
17
Sicuramente erano un buon gruppo. Ma quante band meritavano di più? Troppe, se paragonate ad alcune più paracule e vergognosamente finte, quasi tutte. Know your enemy spacca di brutto.
Alexi Laiho
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 13.32.43
16
Bell'articolo, io li sto approfondendo in questi giorni e posso dire che meritino molto più di quanto abbiano mai seminato. Per ora il lavoro che apprezzo maggiormente è Know Your Enemy.
Er Trucido
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 13.09.50
15
Know Your Enemy, Annihilation Principle e Nothing$ $acred sono dei disconi, pure il disco dei Gack e Left For Dead sono buoni, peccato che abbiano raccolto meno di quanto meritassero. Per gli appassionati di thrash sono da avere.
dario
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 10.51.18
14
Ottimo articolo. Non li conosco e ci sto buttando un ascolto. Ottimo impatto direi. Interessanti.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 7.03.06
13
Half Ano, succede di perdersi dei grandi gruppi, ahah, a me è sempre capitato. Non ho ancora letto l'articolo, lo farò, basta dirti -se non è già stato scritto- che Nothing$ $acred era uscito per la Roadracer, poi diventata Roadrunner, come credo tutti sappiamo, all'epoca i loro dischi li trovavi un po' ovunque, io l'avevo preso usato, grande acquisto.
Elluis
Martedì 29 Dicembre 2015, 19.01.58
12
La copertina di Live Untold ricorda un po quella di Supremacy degli Hatebreed.....
Elluis
Martedì 29 Dicembre 2015, 18.55.53
11
La copertina di Know Your Enemy me la ricordo bene, avevo letto la recensione su uno dei primi numeri di HM che avevo comprato: diciamo che all'epoca ero molto giovane...... Effettivamente era una band che ho sempre sentito nominare in quegli anni ma non ho mai seguito, l'avevo addirittura rimossa dalla testa finchè ho letto questo articolo, e solo ora capisco il senso del loro nome....
Doomale
Martedì 29 Dicembre 2015, 18.36.49
10
Ammetto di non averli mai ascoltati...a sto punto vado...penso che mi buttero su Annihilation...
Raven
Martedì 29 Dicembre 2015, 15.06.43
9
Capita ognuno ha dei settori in cui non è mai entrato appieno o semplicemente dei buchi casuali
Half Ano
Martedì 29 Dicembre 2015, 15.04.31
8
Beh a sto punto un ascolto ce lo dovrò dare sicuramente. Però fidati...mangio pane e metal da sempre....e il fatto di non aver mai sentito nominare una band mi destabilizza alquanto. 😉
Raven
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.59.03
7
Non sono risentito, è che proprio stai sbagliando. Basta che tu legga le nostre recensioni in DB e che faccia un giro in rete per accorgerti di quanto sono quotati. Davvero, capita, di non cooìnoscere una band, chissà quante io stesso non conosco affatto, ma uin questo caso i LR sono degni di questa rubrica. Prova a dare un ascolto a trittico segnalato nel pezzo
mario
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.53.39
6
Bravi ma sfortunati, conservo gelosamente l'unico album che ho di loro,Annihilation Principke, un album decisamente bello, per me il migliore, anche se Know Your Enemy non scherza mica, certo avevano influssi di Metsllica e Anthrax, ma facevano ottima musica, gli e' mancato quel qualcosa in più' per farli sfondare e la fortuna, ma davvero un buon gruppo che trovo piacere ascoltare.
Half Ano
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.49.20
5
No va beh...di solito sti articoli sono sostanzialmente azzeccati e interessanti. Ma sti qui...dai sinceramente...chi mai se li è filati? Raven non è che siccome li conosci tu...allora sono "almost famous". Magari sono un buon gruppo....magari sono un ottimo gruppo...ma direi che qui l'affermazione inesatta è proprio "almost famous". Non è che devi sempre risentirti per ogni cosa...anche quando i toni sono chiaramente scherzosi. Suvvia...
Lizard
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.23.48
4
Beh... questa serie di articoli serve proprio a questo, alla fine. Magari a qualcuno verrà voglia di riscoprirli e capire poi perché li abbiamo scelti e perché avrebbero potuto o dovuto essere famosi.
Raven
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.19.56
3
Sarà meglio che tu riconsideri le tue conoscenze in materia. La tua affermazione è inesatta, a dir poco.
Half Ano
Martedì 29 Dicembre 2015, 14.04.12
2
Almost famous?! Ma non scherziamo...chi li ha mai sentiti nominare questi?!? Totally unknown più che altro...
Sambalzalzal
Martedì 29 Dicembre 2015, 7.54.11
1
Bell'articolo per una delle bands veramente più bistrattate e sottovalutate mai esistite ed i loro dischi ancora spaccano, altro che! Know Your Enemy ed Annihilation Principle fenomenali!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La copertina
ARTICOLI
27/05/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 29 - Tank: This Means Metal
16/04/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 28 - Voivod (seconda parte)
03/04/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 28 - Voivod (prima parte)
10/02/2018
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 27 - Sword
18/12/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 26 - Mekong Delta
11/08/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 25 - Mind Funk
24/02/2017
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 24 - Slumber
05/06/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 23 - Fifth Angel
22/04/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 22 - Bulldozer
20/03/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 21 - Morgana Lefay
06/02/2016
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 20 - Budgie
28/12/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 19 - Lääz Rockit
24/10/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 18 - Satan
11/09/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 17 - Watchtower
26/04/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 16 - Captain Beyond
29/01/2015
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 15 - Raven
20/12/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 14 - Sabbat
02/11/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 13 - Badlands
26/09/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 12 - Diamond Head
24/04/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 11 - Hanoi Rocks
28/03/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 10 - Crimson Glory
23/02/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 9 - The Quireboys
02/02/2014
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 8 - Agent Steel
20/11/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 7 - Riot
18/09/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 6 - Exciter
01/09/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 5 - Toxik
26/06/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 4 - Vain
13/06/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 3 - Malice
26/05/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 2 - Anvil
02/05/2013
Articolo
ALMOST FAMOUS
# 1 - Grim Reaper
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]