Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

CONCERTI

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

CRYPTIC WRITINGS - # 50 - Everything Dies - Type O Negative
29/02/2016 (1524 letture)
I Type O Negative, si sa, sono sempre stati il gruppo di Peter Steele in tutti i sensi, tanto da diventare la principale valvola di sfogo del cantante/bassista, prima per la debordante rabbia degli esordi, poi per i sentimenti più intimi ed oscuri del gigante di origine polacca. Tutto questo si ripercuoteva nella musica e nei testi di Steele, i quali diventavano lo specchio delle sue paure, ossessioni, depressioni e amori.
Dopo il successo di Bloody Kisses ed October Rust, la critica ed i fans aspettavano con ansia il quarto capitolo della saga Type O Negative e finalmente sul finire dello scorso millennio World Coming Down arrivò sul mercato spiazzando un po' tutti.
Il disco era infatti cupissimo e pessimista, figlio di un periodo complicato con un Peter sprofondato nella spirale della droga. Ma soprattutto figlio della rassegnazione e di una terribile presa di coscienza del gruppo: tutti prima o poi dobbiamo morire. E non fu un caso la scelta dei due singoli estratti per lanciare il disco, Everything Dies ed Everyone I Love Is Dead, canzoni legate dal filo comune del lutto familiare, tema talmente importante (e devastante) per Peter da essere trattato in molte canzoni.
Everything Dies è esplicita e mette a nudo la fragilità di un uomo che usa la musica come terapia, così visceralmente legata all'autore da essere stata sul punto di essere tolta dalla tracklist di World Coming Down perché troppo dolorosa. Piazzata come nona traccia all'interno del disco, Everything Dies non rappresenta forse una sorpresa in un album in cui è il mood oscuro a farla da padrone, lasciando pochissimo spazio alla luce ed anche all'umorismo cui i Type O Negative ci avevano abituati in passato. L'inizio è doom e pesante, nero ed opprimente, fino a quando improvvivsamente si interrompe, lasciando solamente le tastiere di Josh Silver ed il basso di Peter protagonisti della strofa, finendo inevitabilmente messi da parte quando il cantante inizia a recitare i suoi versi, quasi come se fosse lasciato da solo sul palco davanti al pubblico a confessare la propria sofferenza.

Well I loved my aunt
But she died
And my Uncle Lou
But he died

I'm searching for something which can't be found
But I'm hoping
I still dream of Dad
Though he died


Beh, ho amato mia zia
ma è morta
e mio zio Lou
ma è morto

Sto cercando qualcosa che non posso trovare
Ma ci spero
Sogno ancora mio padre
Anche se è morto


Poche schiette parole, cantate in maniera semplice e senza tanti giri. I lutti che hanno caratterizzato gli ultimi anni di Peter vengono raccontati in maniera quasi cinica e distaccata, per chi non conosce i Type O Negative. In realtà in questi versi si vede il rammarico di un uomo che ancora non riesce a farsi una ragione della morte dei suoi cari e soprattutto del padre, avvenuta quattro anni prima mentre era in tour.
Lo stesso Steele dichiarerà:

Mio padre è morto circa quattro anni fa. In realtà non ho razionalizzato ciò che è successo finché non sono tornato a casa dal tour e ho avuto tempo per pensare. Non dico di essere ossessionato dalla sua morte, ma vivo ancora nella stessa casa in cui abitavamo insieme e ci sono molti fantasmi. Ho perso interesse per tutto... sesso, lavoro, cibo. Non facevo che vedere il suo viso dappertutto. Dopo di lui ho perso una zia ed uno zio. È ciò che capita quando hai una famiglia numerosa. Io sono uno dei più giovani, quindi ho visto andarsene molte persone. La morte di mio padre è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Per questo c'è tanta morte nell'album. Ho passato un periodo difficile, tentando di superare il senso di abbandono... che fosse dovuto alla morte di un genitore, la scomparsa di una persona cara, una donna che mi ha lasciato o persino la perdita di un animale da compagnia. Non è qualcosa che riesco ad affrontare bene.

Una evidente difficoltà nel razionalizzare la scomparsa di un punto di riferimento, l'unico altro uomo di casa Ratajczyk che aveva insegnato a Peter la cultura del lavoro. E per uno così malato di routine e simmetria fu un colpo durissimo, accaduto oltretutto durante una tournée, impegno assunto da Steele malgrado la sua riluttanza per la vita on the road. Tutto questo si riallaccia a Red Water (Christmas Mourning), traccia del precedente October Rust in cui viene cantato La mia tavola è apparecchiata per sette / Solo l'anno scorso ho cenato con undici, evidente riferimento a quell'inevitabile destino.

Everything dies
Everything dies


Tutto muore
Tutto muore


Il ritornello composto da due semplici parole ripetute suona quasi come il mantra di un uomo il quale realisticamente si rende conto che tutto è destinato a morire, come se questa consapevolezza lo aiutasse a superare quelle assurde speranze in grado solo di causargli sofferenza.

My ma's so sick
She might die
Though my girl's quite fit
She will die


Mia madre è così malata
potrebbe morire
Nonostante la mia ragazza sia in forma
lei morirà


La seconda parte del testo è per certi versi ancora più straziante, dato che a farla da padrone è la rassegnazione per una sorte che toccherà anche ad altri suoi cari, in primis la madre di Peter, malata da tempo alla quale il cantante/bassista è molto legato. Il solo pensiero di perderla e di assistere impotente al suo progressivo peggioramento fa impazzire Steele che scriverà anche un'altra canzone in merito dal messaggio ancora più duro, It's Never Enough, esclusa dalla tracklist perché troppo angosciante e che sarà ripescata nella raccolta The Least Worst of Type O Negative. Un pessimismo che non risparmia neanche la ragazza di Peter, per la quale, nonostante la fama di donnaiolo, provava sentimenti veri, tanto da aver paura di essere abbandonato.

Still looking for someone who was around
Barely coping
Now I hate myself
Wish I'd die

Everything dies
Everything dies
Everything dies
Everything


Sto ancora cercando qualcuno che c’era
resisto a malapena
Ora odio me stesso
vorrei morire

Tutto muore
Tutto muore
Tutto muore
Tutto


L'idea stessa di dover perdere altre persone care mentre ancora non si è riusciti a razionalizzare la scomparsa degli altri è troppo dolorosa ed è forse meglio morire piuttosto che soffrire ancora, ecco quello che pensa Peter. Perché alla fine tutto muore.

(No why?)
Oh God I miss you
(No why?)
Oh God I miss you
I really miss you

(No no no no)


(No, perché?)
Oh dio, mi manchi
(No, perché?)
Oh dio, mi manchi
Mi manchi davvero tanto

(No no no no)


Nonostante tutto è però impossibile vincere quella tristezza e le uniche parole che vengono in mente non possono che essere "mi manchi" e "perché", tra le lacrime di un dolore troppo grande.
Qui l'assolo di Kenny Hickey è l'unico barlume di luce in mezzo alla cupa rassagnazione del pezzo, che ripiomba poi nella nera consapevolezza.

Everything dies
Everything dies
Everything dies
Everything


Tutto muore
Tutto muore
Tutto muore
Tutto


Alla fine non rimane niente se non la certezza di un'ineluttabile destino che accomuna tutti, del quale forse si riesce a prendere coscienza mentre la malinconica coda strumentale chiude il pezzo come un ricordo sbiadito dal tempo.

Della riluttanza di Steele per questo pezzo abbiamo già detto, eppure Everything Dies, una volta inserito definitivamente, fu scelto addirittura come primo singolo estratto dall'album per il quale venne girato anche un video, con evidenti riferimenti alla famiglia di Peter. Gli esterni vennero registrati al molo di Todd Shipyards, dove suo padre lavorava; sono inoltre alternate le immagini di una tavolata familiare in cui progressivamente scompaiono i commensali (ancora un riferimento all'ecatombe descritta in Red Water) oltre ai quattro membri dei Type O Negative che vengono piano piano ricoperti di terra. Lo stesso Peter disse che con quella canzone in pratica si era accoltellato da solo, ora non rimaneva che chiudere l'opera rigirando il coltello nella piaga.
Nonostante questo pessimismo e l'atmosfera pesante che pervade la canzone (come tutto World Coming Down, peraltro) Evertything Dies è uno dei pezzi più amati dai fans, forse perché mostra un Peter così umano da dover esprimere al mondo quella sofferenza per poter andare avanti. Un dolore che è uguale per tutti, non importa chi tu sia o cosa tu faccia, raccontato con una semplicità disarmante che rende quel gigante rockstar e sex symbol uguale a tutti noi.
Perché alla fine tutto muore.

Si ringrazia Elena Aren "Akaah" per il prezioso aiuto.



ledb
Sabato 15 Ottobre 2016, 19.34.50
22
Analisi del testo stupenda. Chapeau! Da brividi il contrasto tra quel pianoforte leggero alla Beatles e Steele che ci canta sopra parole così crude e personali... Che grande.
Alcor81
Martedì 1 Marzo 2016, 11.40.56
21
Lui è un altro personaggio di quelli che nella sua epoca (negli anni '80 soprattutto) è stato un po sottovalutato, un po deriso, come anche Quorthon per esempio
Sambalzalzal
Martedì 1 Marzo 2016, 10.49.36
20
Alcor81@ Si successe in almeno tre occasioni, la più conosciuta fu se non sbaglio 89 o 90 quando si taglio le vene dei polsi. Altre volte ci provò con dei farmaci. Qualcuno vicino alla band è anche convinto che sia morto da suicida ma credo non potremo saperlo mai, le sorelle hanno alzato un bel muro di silenzio attorno a molti dei fatti capitati nella sua vita, non a caso la biografia è uscita fuori mezza mutilata
Alcor81
Martedì 1 Marzo 2016, 10.09.41
19
@Samba Non sapevo di questa cosa del suicidio, mi esce da un fianco
Sambalzalzal
Lunedì 29 Febbraio 2016, 22.27.11
18
In realtà tentò il suicidio più volte, non con armi da fuoco ovviamente, il fatto che bevesse a livelli estremi era per lui una forma di anestesia da prestazione avendo forti problemi nel relazionarsi con sconosciuti... la cosa che ho sempre apprezzato di lui fu che non si nascose mai dietro al personaggio, anzi, non perse mai occasione per mettere a nudo la sua fragilità "im a small kid in a big body" e credo che in quelle dichiarazioni ci fosse una disperata richiesta d'aiuto. Purtroppo il music biz è spietato e lo sono anche molti fans. Si certo si sarà trombato lui più donne che donne specialmente a cavallo dei primi tre dischi ma non riuscì mai a raggiungere una vera padronanza della situazione, il sesso probabilmente era un modo per lenire i suoi dolori esistenziali. Anche la storia del suo foto report a nudo... non nascose mai che fu una mossa fatta fare dal management per incrementare le vendite e che in un certo modo lo fece anche soffrire. Non inventò niente di sicuro ma di certo rimane il fatto che oggi in giro un altro musicista così non lo troviamo purtroppo e per fortuna... rimane un unicum
terzo menati
Lunedì 29 Febbraio 2016, 20.51.39
17
Alla fine comunque nel Rock basta trovare il giusto dosaggio per fare la ricetta da leccarsi i baffi. Steele non ha inventato niente ma e' stato geniale nel creare una mistura con sonorità apparentemente agli antipodi come Beatles sabbath new wave anni 80 e certo hardcore newyorkese. I testi sono un modo per prendersi gioco dei suoi problemi esistenziali. Non e' arrivato agli estremi come kobain ma i suoi abusi erano una forma di autodistruzione.
jek
Lunedì 29 Febbraio 2016, 20.37.18
16
Minchia che testo, gente allegra il ciel l'aiuta.
terzo menati
Lunedì 29 Febbraio 2016, 18.30.36
15
Per fortuna non l'ho comprato
terzo menati
Lunedì 29 Febbraio 2016, 18.27.43
14
Sono legato al trio delle meraviglie. Su tutti october, poi bloody quindi world, ma mi piacciono tutti é questione di lana caprina. Anche life is Killing e' notevole come magnifico rimane lo show di bologna con.opeth e guardian. Una critica postuma al dvd di riepilogo carriera che ho trovato veramente disgustoso...una vera monnezza
Metal Shock
Lunedì 29 Febbraio 2016, 18.10.47
13
Bloody kisses tutta la vita
Sambalzalzal
Lunedì 29 Febbraio 2016, 17.22.06
12
E' una bella battaglia tentare di capire quale sia il loro disco migliore mmhmm Direi che probabilmente sono una delle pochissime formazioni che non ha mai avuto cali né sbandate, cambio di stile ecc ecc Hanno si preso sfumature diverse e negli ultimi lavori era palese un riavvicinarsi a certe radici più "dirette" del passato musicale di Peter ma hanno sempre fatto roba magistrale. October Rust bellissimo, stavo per dire "solare" ma mi sono menato su una mano voglio dire lo si percepisce in un certo senso come più arioso, era il periodo come riportato anche da lui in varie interviste probabilmente più felice della sua vita, non immaginava che quella esplosione di successo avrebbe coinciso anche con la sua caduta. Da la in poi poveretto gliene capitarono di tutti i colori davvero. Incredibile come questo artista riuscisse a trasformare in oro ogni stato d'animo, dall'amore alla tristezza alla rabbia alla felicità il tutto sempre innaffiato da un bellissimo dark humor. Si si Trucido@ scrivevo di fretta intendevo li in quel pezzo viene proprio nominata, penso che lei sia uno degli elementi più ricorrenti nei suoi testi. Già... ma tanto rammarico davvero, in cuor mio spero ancora abbia giocato un altro dei suoi scherzi, che abbia voluto fare un'uscita di scena degna di sé e che sia finalmente riuscito a trovare la pace da qualche parte nella campagna che amava. Purtroppo non è così... chissà comunque se esiste qualche brano inedito ma immagino quelle arpie delle sorelle senza un guadagno adeguato dubito lo regalino agli ex compagni per una possibile raccolta...
mario
Lunedì 29 Febbraio 2016, 16.42.24
11
Bello davvero questo articolo, ci fa ricordare il grande Peter Steele.Droga, dispiaceri, depressione, disturbo psichico bipolare, un mix micidiale che lo portò anche a tentare il suicidio, questo non gli ha impedito però di creare assoluti capolavori, e questa canzone ne è la riprova , certo è intrisa di profonda e angosciante tristezza e di tragico pessimismo, quasi leopardiano direi, come se sia aspettasse sempre dal destino il peggio, perdere persone care e aver la costante paura di perderne altre a cui si è legati, crea una sorta di idea di destino collegata alla lepardesca dura nutrice-crudele natura ( da la ginestra) rifelessa nella emblematica e pessimistica frase Everithing Dies, che pare non voler dare mai la felicità completa agli uomini, sempre pronta a colpirti in qualsiasi momento con spiacevoli eventi, traspare come un senso di angoscia e impotenza a non poter far nulla per proteggere chi veramente ci interessa e abbiamo a cuore. Brano , straziante, cupo e triste, il brano in questione e l'album da cui è tratto, io lo ascolto col contagogge, ma rimane un capolavoro.Il mio preferito è October Rust, ma tutti sono belli di album, ognuno ha le sue vvarianti e suggestive sfumature.Pter Steel, è stato un unicum nel suo campo, la sua scomparsa si sente eccome.
galilee
Lunedì 29 Febbraio 2016, 16.05.30
10
Il disco al quale sono più legato è october rust, perchè ai tempi riuscii a farlo apprezzare a tutta una compagnia di amici che non ascoltava metal. Quindi mi segnò un periodo. Rimane comunque il disco che ho ascoltato meno per i cazzi miei. Mentre world coming down non uscì dalla mia cameretta...
Er Trucido
Lunedì 29 Febbraio 2016, 15.49.41
9
Sì certamente . Allora diciamo quello a cui sono più legato
galilee
Lunedì 29 Febbraio 2016, 15.48.36
8
Non c'e un mio preferito. Son tutti ottimi secondo me.
Er Trucido
Lunedì 29 Febbraio 2016, 15.45.48
7
Beh, Der Untermensch già potrebbe essere associabile comunque @Galilee: è vero World Coming Down non è un disco per tutti i giorni, però è il mio preferito in assoluto @Samba: concordo in tutto, anche Die With Me fu scritta per Elizabeth. Purtroppo non sapremo mai cosa avrebbe potuto creare o fare, è un grande rammarico.
Galilee
Lunedì 29 Febbraio 2016, 15.07.09
6
Già..
Sambalzalzal
Lunedì 29 Febbraio 2016, 15.05.30
5
in quel caso avrebbe scritto Crabgrass NEVER dies!!!
galilee
Lunedì 29 Febbraio 2016, 12.32.51
4
Comunque Peter Steele non conosceva la nostra classe politica. Sennò una canzone così non l'avrebbe mai scritta. Eh eh...
Sambalzalzal
Lunedì 29 Febbraio 2016, 12.05.42
3
bellissimo articolo come bellissimo è il pezzo e il disco. PS sicuramente una delle anime più tormentate e sensibili della scena musicale. E' proprio così la morte del padre così come il travagliatissimo rapporto con la storica compagna Elisabeth (citata anche in September' Sun) che lo portò tra le altre cose all'arresto furono probabilmente gli episodi chiave della vita e della fine di Peter. Soffriva di sindrome borderline e crisi depressive probabilmente ereditarie e riusciva a bilanciarsi tenendosi impegnato con il lavoro, poi il grande successo, le droghe e la perdita di identità e punti di riferimento umano lo misero ko. Nella tragedia sono stati propri questi stati d'animo e tristezza a ispirarlo nel comporre canzoni bellissime tipo questa... quasi un ritratto alla Dorian Gray, più le composizioni diventavano mature ed introspettive e più la salute lo abbandonava sino all'inevitabile fine. A parte la perdita dal punto di vista umano mi chiedo cosa sarebbe stato capace di fare se non fosse scomparso...
hard`N`heavy
Lunedì 29 Febbraio 2016, 11.30.37
2
x "Er Trucido" gran bel articolo, i miei più sentiti complimenti. Sono un grandissimo fan dei Type O Negative.
Galilee
Lunedì 29 Febbraio 2016, 11.25.51
1
Questo disco è davvero di una tristezza infinita. Non è certo musica che si può ascoltare tutti i giorni. Ai tempi però lo apprezzai tantissimo. Bell'articolino comunque, Ma la canzone devo riascoltarmela, non me la ricordo proprio. Riguardo alla musica come terapia, direi che sono in tanti a farlo, chi più chi meno nel rock e metal lo fanno quasi tutti. Il fatto che ad esempio un Nikki Sixx scriva canzoni più allegre non significa che queste non siano una terapia, o una fonte di equilibrio per lo stato d'animo. Un pò tutti i grandi artisti che credono veramente in quello che fanno e seguono molto i propri stati empatici cercando di indagare nel proprio inconscio usano la musica e tutto ciò che ci gira attorno come un terapia. Personalmente sono gli artisti che alla fine apprezzo di più.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La copertina di Selenia Marinelli
Clicca per ingrandire
Il singolo
Clicca per ingrandire
World Coming Down
Clicca per ingrandire
Peter Steele nel video di 'Everything Dies'
Clicca per ingrandire
Type O Negative
ARTICOLI
28/10/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 68 - Night Of The Gods - Nokturnal Mortum
26/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 67 - Sunbather - Deafheaven
05/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 66 - Pussy - Rammstein
01/07/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 65 - Loss (In Memoriam) - Saturnus
30/04/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 64 - Thuja Magus Imperium - Wolves in the Throne Room
04/03/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 63 - The Kinslayer - Nightwish
13/02/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 62 - Rira (Scream to the sermon of the handicapped) - Inchiuvatu
09/01/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 61 - I Am the Black Wizards - Emperor
12/12/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 60 - One Rode To Asa Bay - Bathory
25/11/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 59 - Late Redemption - Angra
20/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 58 - Unhallowed - Dissection
03/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 57 - Book of the Fallen - Caladan Brood
22/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 56 - Time - Wintersun
05/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
13/08/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 54 - Mirdautas Vras - Summoning
16/06/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 53 - Death, Come Near Me - Draconian
09/05/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 52 - Heidra - Windir
16/04/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 51 - The Last in Line - DIO
29/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 50 - Everything Dies - Type O Negative
08/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 49 - Lazarus - David Bowie
29/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 48 - Hotel California - Eagles
09/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 47 - Painted Skies - Crimson Glory
16/11/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 46 - The Logical Song - Supertramp
05/10/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 45 - Child in Time - Deep Purple
05/09/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 44 - La Vittoria della Sconfitta - Negazione
19/07/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 43 - Animale Senza Respiro - Osanna
18/04/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 42 - Capitel V: Bergtatt - Ind I Fjeldkamrene - Ulver
17/02/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 41 - Veil of Maya - Cynic
11/10/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#40: My Lost Lenore - Tristania
27/09/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 39 – November Rain – Guns N' Roses
19/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#38 - Countess Bathory - Venom
10/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 37 - Skies - Protest the Hero
21/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 36 - Junior Dad - Lou Reed & Metallica
19/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 35 - Locust - Machine Head
20/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 34 - Lost Child - Social Distortion
16/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 33 - Du Som Hater Gud - Satyricon
17/11/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 32 - Walk on the Wild Side - Lou Reed
24/09/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 31 - River of Deceit - Mad Season
11/04/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 30 - Plague Of Butterflies - Swallow The Sun
05/03/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 29 – Ukkosenjumalan Poika – Moonsorrow
24/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 28 - Zos Kia Cultus - Behemoth
15/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 27 - Lovecraft's Death - Septicflesh
03/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 26 - The Show Must Go On - Queen
20/01/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 25 - Jeremy - Pearl Jam
26/12/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 24 - Faget - Korn
27/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 23 - The Passion Of Lovers - Bauhaus
12/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 22 - Wait and Bleed - Slipknot
30/09/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 21 - The End - The Doors
05/08/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 20 - Time - Pink Floyd
25/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 19 - Straighthate - Sepultura
14/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 18 - Heart Shaped Box - Nirvana
17/01/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 17 - The Learning - Nevermore
22/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 16 - Mr. Crowley - Ozzy Osbourne
18/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 15 - Stairway To Heaven - Led Zeppelin
07/11/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 14 - Norra El Norra - Orphaned Land
16/10/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 13 - Holy Wars... The Punishment Due - Megadeth
20/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 12 - Down In A Hole - Alice In Chains
14/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 11 - Disposable Heroes - Metallica
20/08/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 10 - Supper's Ready - Genesis
20/03/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 9 - Hail And Kill - Manowar
21/02/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 8 - Schism - Tool
19/01/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 7 - American Soldier - Queensryche
27/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 6 - Empty Words - Death
17/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 5 - Learning To Live - Dream Theater
28/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 4 - Mandatory Suicide - Slayer
07/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 3 - R.I.P. (Requiescant In Pace) - Banco Del Mutuo Soccorso
24/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 2 - Prometheus: The Fallen One - Virgin Steele
10/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 1 - Seventh Son Of A Seventh Son - Iron Maiden
09/11/2009
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 0 - The Rime of The Ancient Mariner - Iron Maiden
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]