Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Nero di Marte
Immoto
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/02/20
POSTVORTA
Porrima

20/02/20
SKYFOREST
A New Dawn

20/02/20
POSTVORTA
Porrima

21/02/20
DEMONS & WIZARDS
III

21/02/20
PRIMEVAL MASS
Nine Altars

21/02/20
HEATHEN FORAY
Weltenwandel

21/02/20
FRACTURED INSANITY
Massive Human Failure

21/02/20
VINNIE MOORE
Soul Shifter

21/02/20
VERIKALPA
Tuoppitanssi

21/02/20
H.E.A.T
H.E.A.T

CONCERTI

16/02/20
FIVE FINGER DEATH PUNCH + MEGADETH + BAD WOLVES
ALCATRAZ - MILANO

16/02/20
OBSCURA + GOD DETHRONED + THULCANDRA + FRACTAL UNIVERSE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

16/02/20
BIOSCRAPE + GUNJACK + UNSYLENCE
LEGEND CLUB - MILANO

17/02/20
DROPKICK MURPHYS + GUEST
ALCATRAZ - MILANO

18/02/20
MONSTER MAGNET
LIVE MUSIC CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

19/02/20
TENACIOUS D + WINCHESTER
LORENZINI DISTRICT - MILANO

20/02/20
LORDI + TARCHON FIST + FLESH ROXON
DRUSO - RANICA (BG)

20/02/20
PAPA ROACH + GUESTS
ALCATRAZ - MILANO

20/02/20
NANOWAR OF STEEL
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

20/02/20
DEWFALL + GUESTS
EQUINOX CLUB - VEROLI (FR)

THE FORESHADOWING + EMBRACE OF DISHARMONY + BEYOND THE DARK - Traffic Live Club, Roma, 07/05/2016
15/05/2016 (1602 letture)
Dopo una pausa di due anni dai tour in Europa e Nord America, i The Foreshadowing tornano a calcare il palco proprio nella loro Roma, presentando al pubblico per la prima volta in sede live la propria nuova fatica, intitolata Seven Heads Ten Horns, ben supportati da due altre band capitoline. Una volta aperte le porte, prendiamo posizione nei pressi del palco e attendiamo l'inizio della prima performance...

BEYOND THE DARK
Apre la serata il melodic death metal dei romani Beyond the Dark, formazione fondata nel 2014, che presentano all’ancora scarso pubblico del Traffic il loro primo EP omonimo, pubblicato nel novembre scorso. La performance, che vede la repentina ed inattesa sostituzione del singer Filippo Palma con Giuseppe di Giorgio dei Black Therapy, è lievemente penalizzata dall’ancora limitata esperienza della band in sede live; non dubitiamo tuttavia che sapranno maturarla nel corso del tempo.

EMBRACE OF DISHARMONY
Seguono gli Embrace of Disharmony, attivi dal 2006 e dediti ad un progressive avantgarde metal dai toni enfatici e barocchi, impreziosito dalla duttile voce della singer Gloria Zanotti, che aggiunge al sound delle piacevoli nuance gothic, godibili lungo l'intera esibizione, estratti principalmente dal loro per ora unico full-length, Humananke.

THE FORESHADOWING
Ma l’attenzione, non c’è neppure bisogno di dirlo, è tutta per gli headliner. È un’occasione particolare, è il release party del loro ultimo lavoro, questo Seven Heads Ten Horns che ha ricevuto un’ottima e meritatissima accoglienza da parte di pubblico e critica internazionali. E sono inoltre trascorsi più di due anni dall’ultima esibizione nella loro città natale: non inusuale, pertanto, se il pubblico freme e se l’attesa si trasforma in entusiasmo quando il gruppo sale sul palco. L’emozione non è tangibile solo tra gli spettatori: è il singer stesso, Marco I. Benevento, tra una canzone e la successiva, a precisare che lui come l’intera band sono nella medesima disposizione d’animo.
L’intensità espressiva, l’enfasi mai ridondante, la potenza cupa e densa che caratterizzano il gothic doom della band capitolina non raggiungono immediatamente la loro perfetta espressione a causa di una difficoltosa equalizzazione del sound che penalizza in particolar modo la voce del cantante. Tutto si risolve nel giro di breve tempo, così da permetterci di godere appieno dello spettacolo.
Pur trattandosi di un release party, i The Foreshadowing decidono di alternare ai brani più recenti alcuni dei loro cavalli di battaglia estratti dai tre precedenti album, da Oionos, alla splendida cover Russians, alla cupa ed intensa Survivor’s Sleep. E cito queste song per puro capriccio personale, perché sono le mie preferite e la loro resa in sede live mi è parsa particolarmente sbalorditiva.
Ma in generale si può affermare senza tema di incorrere in errore che alla musica dei The Foreshadowing giovi enormemente l’esecuzione dal vivo, che ne enfatizza gli aspetti più significativi e pregnanti: la performance dei musicisti risulta di altissimo livello (come non menzionare la splendida trama ritmica che Giuseppe Orlando, ex Novembre, intesse sulle pelli?) e l’interpretazione vocale si fa sublime.
È inoltre doveroso sottolineare come il singer abbia acquisito una notevole, salda presenza scenica che ancora non possedeva durante le ultime esibizioni cui ho assistito: mi riferisco alla loro partecipazione al Summer Breeze 2012 (quando furono probabilmente penalizzati da un palco così mastodontico che mal si adatta al loro stile), ma anche alla partecipazione all’Obscura Fest del maggio 2013, sempre al Traffic. L’opportunità di dividere il palco con band del calibro di Antimatter, Moonspell, Marduk, Swallow the Sun e Saturnus durante lunghi tour europei ed americani li ha resi più sicuri, più espressivi e pienamente padroni della scena. Ne ha beneficiato in particolare Marco Benevento, che ha sempre rappresentato il fulcro, il cardine, se vogliamo, di un insieme di grande spessore artistico.

Un concerto generoso tanto in termini di durata quanto di capacità di darsi al pubblico, che non poteva non soddisfare l’auditorio romano. Davvero un ritorno live degno di una band di grande valore, che non lascia alcun amaro in bocca se non il rammarico per il suo ineludibile termine e per il desiderio che ha lasciato in molti di rivederli quanto prima, a Roma come ovunque si esibiscano.


Tutte le foto a cura di Floriana Ausili "RosaVelata" (Metal Pics FB)



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina dell'evento
ARTICOLI
15/05/2016
Live Report
THE FORESHADOWING + EMBRACE OF DISHARMONY + BEYOND THE DARK
Traffic Live Club, Roma, 07/05/2016
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]