Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Locandina dell'evento
Clicca per ingrandire
White Skull
Clicca per ingrandire
White Skull
Clicca per ingrandire
White Skull
Clicca per ingrandire
Skanners
Clicca per ingrandire
Skanners
Clicca per ingrandire
Skanners
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

METAL CHURCH + SKANNERS + WHITE SKULL + BURNING BLACK - Phenomenon, Fontaneto d'Agogna (NO), 10/08/2016
17/08/2016 (1359 letture)
INTRODUZIONE
Il 10 agosto 2016 è senza dubbio una data da ricordare, dal momento che per la prima volta sono in procinto di vedere i Metal Church dal vivo; seguo infatti la band di Kurdt Vanderhoof dal lontano 1985 grazie ad una cassetta che mi regalò mio cugino, con il primo stupendo disco della band di Seattle, quel self-titled che rimane uno dei migliori debutti discografici di sempre. Ho consumato quel nastro e la cosa curiosa è che nel lato b c’era Power Of The Night dei Savatage, in qualche modo un segno del destino visto che stasera avrò l’occasione di vedere all’opera anche Jeff Plate, batterista dei Savatage stessi. Partiamo da Torino con la borsa frigo piena di birre, la macchina è composta da gente che il thrash non solo lo ascolta ma lo suona pure, infatti oltre ad una cara amica mi ritrovo con 3/5 degli Hateworld; il viaggio è piacevole e divertente, tra risate ed aneddoti arriviamo al Phenomenon verso le 20, scambiamo ncora qualche parola all'esterno del locale con alcuni amici tra cui il buon Paolo Quarati dei Creepin' Death e dopo aver fatto il biglietto entriamo nel locale. Al nostro ingresso i Burning Black stanno finendo la loro esibizione, purtroppo non ho la possibilità di ascoltare la band proveniente da Treviso e quindi mi dirigo al banchetto del merchandising per acquistare l'immancabile t-shirt dei Metal Church. Il Phenomenon si presenta ottimamente, lo spazio di fronte al palco è ampio con alcuni tavoli in fondo alla sala mentre subito dopo l'ingresso troviamo i banchetti del merchandising e le label, tra cui la Punishment 18 Records, e sul lato verso destra il bar; il palco è di buone dimensioni e l'impianto luci si presenta di ottimo livello.

WHITE SKULL
Dopo aver fumato una sigaretta arriva il momento dei White Skull: la band capitanata da Federica ''Sister'' è una realtà di lunga data nel metal nostrano, il loro heavy è potente mentre i componenti della band sanno tenere il palco con vigore coinvolgendo a dovere i metalhead accorsi anche per loro. The Killing Queen e Tales From The North hanno l'onore di aprire il concerto della band vicentina; il loro heavy granitico scalda da subito gli animi degli astanti con la gran presenza scenica di Federica ''Sister'', coadiuvata dal fondatore Max ''Mad'' Fondò e da Danilo Bar alle chitarre, sostenuti dalla potenza tellurica di Alex Mantiero alla batteria e Jo Raddi al basso. La band non si risparmia, frustate heavy metal senza mezze misure si abbattono sui presenti; i suoni sono più che buoni e i brani sfilano via che è un piacere per giungere al brano più rappresentativo dei White Skull, ovvero Asgard, contenuto nel terzo album della band, che viene seguito e cantato dai metalhead che sotto il palco non si risparmiano. Un'ottima prova da parte dei White Skull che confermano la loro enorme professionalità e che nonostante gli anni la band è ancora capace di live incendiari oltre all'ottimo seguito.

SETLIST WHITE SKULL
1. The Killing Queen
2. Tales From The North
3. Kriemhild Story
4. Nightmares
5. The Dark Age
6. Under This Flag
7. Roman Empire
8. Asgard


SKANNERS
La serata si preannuncia davvero calda mentre avviene il cambio palco per dare spazio agli storici Skanners, band nata nel lontano 1982 in quel di Bolzano. Il gruppo ha un valore storico non indifferente essendo una delle prime band, insieme a Vanadium, Fil Di Ferro, Necrodeath ad aver suonato ad alti livelli il nostro amato metal in Italia. C'è molta attesa da parte dei metalhead accorsi in massa per questa fantastica serata, l'heavy degli Skanners è molto più potente dal vivo che su disco ed infatti ne abbiamo subito la dimostrazione; Welcome To Hell esplode nella sala del Phenomenon ricordando a tutti di che pasta sono fatti i bolzanini, il concerto è davvero esplosivo e la band risulta coesa e tiene il palco come poche; Blood In My Eyes è puro heavy metal con la voce di Claudio Pisoni che esprime al meglio tutta la potenza della band. Gli Skanners fanno parte della storia del metal tricolore e lo si evince anche dalla grande partecipazione del pubblico, la doppietta finale con Metal Party e Hard & Pure è da cardiopalma con tutta la band ad incitare e a condividere il grandissimo momento con tutti i presenti; una band che sul palco si diverte e fa divertire.

SETLIST SKANNERS
1. Welcome To Hell
2. We Are Night
3. We Rock The Nation
4. Blood In My Eyes
5. Iron Man
6. Picture Of War
7. Factory Of Steel
8. Metal Party
9. Hard & Pure


METAL CHURCH
Le band italiane hanno saputo scaldare la platea grazie anche alla loro grande esperienza e il seguito che nonostante gli anni continuano ad avere, ma il momento più importante della serata sta per arrivare, gli occhi sono tutti puntati verso il palco mentre avviene il consueto cambio con il logo dei Metal Church che capeggia imponente dietro alla batteria. Sono più di trent'anni che seguo la band formata da Kurdt Vanderhoof e l'emozione è tanta; dopo essermi rinfrescato con la consueta birra ghiacciata, mi preparo ad assistere ad un qualcosa di superbo, di eccezionale e di unico; il ritorno di Mike Howe e l'ottimo album uscito da pochi mesi sono due biglietti da visita non indifferenti, oltre al resto della formazione che vede Rick Van Zandt alla chitarra solista e l'immenso Jeff Plate (Savatage, Trans-Siberian Orchestra) alla batteria. Le luci si spengono e parte l'intro della sountrack di Terminator 2, l'emozione è palpabile ma quando le prime note di Fake Healer risuonano nel Phenomenon, il locale diventa una bolgia; Mike Howe sin da subito dimostra che gli anni non sono passati, mentre tutta la band pare che luccichi sotto i riflettori in quanto a freschezza e potenza, il brano proviene dal fantastico Blessing in Disguise del 1989 ed è un manifesto d'intenti. Kurdt Vanderhoof è pienamente a suo agio mentre Steve Unger al basso è un divertente istrione che immediatamente si mette a scherzare con le prime file. Il brano non ha bisogno di presentazioni, ma ascoltarlo per la prima volta dal vivo è qualcosa di incredibile; la band è quasi emozionata dal calore con il quale viene accolta e dopo un estratto dal bellissimo The Human Factor attacca con Start The Fire, un brano possente che è nel cuore di tutti i metalhead accorsi numerosi qui al Phenomenon, il suo incedere potente e pesante avvolge l'intero locale con la voce di Mike Howe che rende onore al compianto David Wayne. I suoni sono praticamente perfetti, come i giochi di luci che creano atmosfere oniriche lasciando spazio alla potenza sonora dei Metal Church. Reset è il primo estratto dall'ultimissimo XI, il brano coinvolge tutti quanti ed i partecipanti rispondo a dovere dimostrando di apprezzare anche le nuove composizioni; la doppietta che segue è di altissimi livelli: Gods Of Second Change offre una grandissima prova vocale di Mike Howe mentre Date With Poverty ci consegna una band veramente eccelsa. Il concerto sfila via fin troppo velocemente, No Tomorrow è il preludio alla stupenda Watch The Children Pray, ricca di pathos e che viene cantata praticamente all'unisono da tutta la platea, i cuori si riempiono di emozione e l'energia statica che emerge dai nostri corpi ormai sudati è oltre l'immaginario; la band si diverte e Mike Howe più volte scende dal palco per stringere le mani dei presenti nelle prime file. Dopo No Friend Of Mine da Hanging The Balance e Killing Your Time dall'ultimo album arriva il momento di Beyond The Black: l'unico estratto dal debutto dei Metal Church, un album immenso ed unico riesce definitivamente ad abbracciare tutti coloro che in una calda notte d'agosto hanno voluto essere presenti ad un evento unico; il brano è eccelso e la band lo suona con gli occhi che brillano e che incrociano gli sguardi di tutti noi davanti a tanta maestria. A questo punto la band si concede qualche minuto di pausa per tornare con una doppietta assoluta: Badlands è un brano unico con la voce di Mike Howe che ci accarezza per poi esplodere con tutta la sua potenza mentre la sezione ritmica avvolge il locale lasciando libero arbitrio alle sei corde di Kurdt Vanderhoof e Rick Van Zand; un interminabile viaggio nel tempo, regalo di una band estremamente in forma che con l'ultima e conclusiva The Human Factor si congeda nel modo più adeguato con una sorta di affetto reciproco unico ed inimitabile.

SETLIST METAL CHURCH
1. Fake Healer
2. In Mourning
3. Start The Fire
4. Reset
5. Gods Of Second Change
6. Date With Poverty
7. No Tomorrow
8. Watch The Children Pray
9. No Friend Of Mine
10. Killing Your Time
11. Beyond The Black
12. Badlands
13. The Human Factor



CONCLUSIONI
Un concerto stupendo, praticamente perfetto e con una band che è la storia del metal mondiale e che ha saputo regalare emozioni ed incredibili momenti di pura energia; il ritorno di Mike Howe ha ridato alla band quella particolarità che da sempre l'ha contraddistinta, mentre i compagni di viaggio hanno saputo tenere alto il nome della chiesa del metallo come meglio non avrebbero potuto. Dopo il concerto tutta la band si è prodigata nel firmare autografi a tutti quanti e prestandosi a decine di foto sempre con il sorriso e con la consapevolezza di far parte di ognuno di noi condividendo ogni singola goccia di sudore; poche volte succede che la band intera si ritrovi a chiacchierare con i propri fan, con amici che in un modo o nell'altro sono artefici di ciò che il nome Metal Church rappresenta.
Posso concludere ringraziando questa immensa band per la loro tenacia e perseveranza nonostante tutto ed ovviamente i ragazzi della Eagle Booking che lo hanno reso possibile insieme alla splendida location del Phenomenon.



ObscureSolstice
Domenica 16 Ottobre 2016, 17.39.46
11
Skanners mitica band umile
terzo menati
Sabato 15 Ottobre 2016, 21.36.19
10
Il nickname dell'anno
AGIF AL AVIV
Sabato 15 Ottobre 2016, 21.15.40
9
L'evento metal italiano piu' ganzo del 2016! Grandi band, bella organizzazione, bella gente e location da urlo. Peccato per le scalette ridotte delle band italiane, 45 minuti a testa sono pochini anche xche' White Skull e Skanners sono la crema in Italia. Applauso special x gli Skanners che dopo 35 anni esprimono un energia di un altro pianeta.
Riccardo
Domenica 21 Agosto 2016, 13.10.03
8
Anch'io li ho visti a Wacken in splendida forma. Mike Howe è in condizioni favolose e il gruppo si diverte sul palco, lo si percepisce chiaramente. Sarei venuto anch'io a vederli a Fontaneto ma un problema alla schiena (53 anni e....sentirli... ) mi ha bloccato. @Forbiddenevil: bravi gli Hateworld. Li ho visti qualche tempo fa al Padiglione di Collegno e ho anche un loro cd.
Hard & heavy
Giovedì 18 Agosto 2016, 16.33.08
7
XI (Metal Church) il loro ultimo album è una bomba heavy metal da avere senza scuse!!!!!!Voto 97/100.
El Gringo
Mercoledì 17 Agosto 2016, 22.38.33
6
Come dice warrior63, sembrava di essere tra amici, un concerto per pochi "intimi" ma con una partecipazione da parte dei metallers che a volte non ho trovato in altre occasioni. Sarà stato che le aspettative sono state ripagate da una prestazione delle band al 1000% , anche vero che con i Burnigblack non c'era ancora tanta gente, sarà che il locale che conosco bene sia adatto a concerti di questo tipo, sarà che pagare 25€ per una serata così mi pareva di fare una rapina.... sarà che trovare una band così disponibile la puoi solo sognare, so solo che come ho già detto una serata del genere può solo rimanerti impressa a lungo, e sono in giro per concerti dall ultimo Monster del 92! Eagle Booking forever e fanculo i meet e greet a pagamento! Adios!
terzo menati
Mercoledì 17 Agosto 2016, 21.21.12
5
Beati voi ho visto la performance a wacken e sono stati grandissimi. Mike un mito, divertente vederlo ora a cinquant'anni con il look da padre di famiglia mentre nel video Badlands era un giovane sex symbol alla Sebastian Bach
jonny
Mercoledì 17 Agosto 2016, 20.11.20
4
Invidio chi ha presenziato, peccato non esserci potuto andare, sono tutte band che ho sempre amato , mi sarebbe piaciuto molto risentirli dopo anni.beati voi.
warrior63
Mercoledì 17 Agosto 2016, 19.14.44
3
concerto da favola. locale fatto per ospitare eventi del genere,le band sul palco non si sono risparmiate.bravissimi tutti,menzione particolare x Skanners che ho visto per la terza volta(la prima fu nel 1987 al Palatrussardi con Helloween e Dio..che tempi....)Dei Metal Church che dire?bravisimi,il ritorno di Mike ha sicuramente dato nuova linfa alla band...la sua ugola non ha minimamente risentito del passare degli anni,anzi...concordo con Forbiddenevil,gentilissimi e super disponibili a autografare qualsiasi cosa..foto a iosa..io mi sono sentito con amici,una serata favolosa che mi ha fatto stare bene.(grazie Betty)..una serata magica. grazie a tutti coloro che sono riusciti a portare questo evento in Italia.grazie anche a tutti quelli che erano presenti al concerto che mi hanno ricordato di far parte di una famiglia . \ m /
ROB75
Mercoledì 17 Agosto 2016, 19.12.13
2
grande concerto da parte di tutte le band ( peccato che per causa di forza maggiore mi son perso i Burning Black).erano anni che sognavo di vedere suonare i metal Church con il grandissimo MIke e devo dire che son rimasto assolutamente soddisfatto!
El Gringo
Mercoledì 17 Agosto 2016, 13.14.21
1
Bellissimo concerto con tutte e 4 le band in palla. Menzione per gli Skanners che veramente hanno incendiato il palco.Erano anni che aspettavo di vedere i Metal Church dal vivo e la fortuna di averli visti con Mike Howe alla voce non ha eguali. Prestazione superlativa, ero in prima fila e ho goduto come un riccio. Nel dopo concerto si sono comportati da professionisti senza atteggiamenti da rock star elargendo autografi, strette di mano e foto con chiunque, c'erano persone con discografie complete da far autografare,tanto per dire. Concerto che rimarrà impresso nella mia memoria per molto tempo. Adios!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Metal Church
Clicca per ingrandire
Con Jeff Plate
Clicca per ingrandire
Con Kurdt Vanderhoof
ARTICOLI
17/08/2016
Live Report
METAL CHURCH + SKANNERS + WHITE SKULL + BURNING BLACK
Phenomenon, Fontaneto d'Agogna (NO), 10/08/2016
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]