Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Therion
Beloved Antichrist
Demo

Millennium
Awakening
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/02/18
CHRIS BAY
Chasing The Sun

23/02/18
ARMORED DAWN
Barbarians In Black

23/02/18
DRIVE BY WIRE
Spellbound

23/02/18
CHRONIC HATE
The Worst Form of Life

23/02/18
KILLING GANDHI
Aspirations of Failure

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
THUNDERMOTHER
Thundermother

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

23/02/18
APOSTLE OF SOLITUDE
From Gold To Ash

CONCERTI

23/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD + URAL
ALCHEMICA CLUB - BOLOGNA

23/02/18
NILE + TERRORIZER + GUESTS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/18
HIEROPHANT
NOVAK - SCORZE' (VE)

23/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR + THE RADSTER
CELLAR THEORY - NAPOLI

23/02/18
HOPELESS + QUMA + SILENCE PREVAILS
POP EX-LAVANDERIE RAMONE - TORINO

23/02/18
BURIAN + ULFHEDNAR + AMRAAM + CRUELTY FORCE
FUCKSIA - ROMA

23/02/18
SAILING TO NOWHERE
ARCI LA FRECCIA - APRILIA

23/02/18
JOHN PALMUTE + DECLAPIDE + NOORADRENALINA
SHABBA CLUB - CANTU' (CO)

24/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

24/02/18
VUUR + GUESTS TBA
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

DONNE ROCCIOSE - # 34 - Chiara Malvestiti
28/09/2016 (2182 letture)
Non sono troppe le nostre connazionali (e nemmeno i nostri, a dirla tutta), che sono riuscite a ritagliarsi un ruolo internazionale nel mondo del metal, che sia unanimemente riconosciuto come tale. L’entrata nei ranghi dei Therion ha infatti spostato nettamente in avanti l’asticella della sua visibilità internazionale, favorendone l’ascesa in modo clamoroso. Tuttavia, Chiara Malvestiti ha già dimostrato di reggere ottimamente sia certi palchi, che la pressione che ne deriva. Ma come ha fatto la nostra ad arrivare dov’è oggi? Ecco le varie tappe del suo percorso artistico e -ancora una volta contando su materiale esclusivo- di quello personale.

OTTANTOTTO TASTI DI NOIA PER I PROMESSI SPOSI
Molte volte, affrontando il discorso relativo al background delle varie artiste che abbiamo trattato all’interno di questa serie, è venuto fuori anche quello relativo all’importanza della famiglia per la formazione di un anelito particolare verso l’arte. Anche nel caso di Chiara Malvestiti, l’ambiente natale ha avuto un ruolo fondamentale, ma forse non nel modo in cui tutti si aspettano. Madre e zia della Nostra avevano studiato pianoforte, ma a dispetto del fatto che una Chiara ancora bambina era stata indirizzata verso il nobile strumento, erano in realtà l’archeologia e la scrittura ad occupare massicciamente lo spazio libero dei suoi sogni. L’approccio con lo strumento dagli ottantotto tasti è dunque traumatico e dopo due lezioni appena, la sua insegnante comunica alla madre:

“Io credo sia meglio che Chiara provi qualcos’altro, per esempio a cantare. È molto intonata ed ha una voce piena di luce e potenza. Forse per ora è meglio non schematizzare e bloccare tutto il suo estro davanti ad un pianoforte che rifiuta nettamente come il suo peggior nemico.”

Tuttavia, la passione vera e propria per la musica comincia relativamente tardi. In prima battuta sono infatti le letture di classici come La Divina Commedia ed I Promessi Sposi, della mitologia antica (da quella egiziana a quella norrena) e la scrittura ad interessarla maggiormente. E la musica? È ancora presto, dato che durante le scuole medie scoppia in lei anche la passione per il disegno, i fumetti e le arti figurative. Come quasi sempre accade, però, è anche il caso a modellare le nostre esistenze e per Chiara Malvestiti si manifesta sotto forma di amica che la trascina ad un corso di canto moderno. Il tutto per motivi un po’ più prolissi rispetto al puro amore per l’arte di Erato.

MUSIC; WITHOUT LIMITS
Galeotto fu, infatti, un ragazzo che piaceva all’amica in questione il quale frequentava il corso di cui sopra. Per seguirlo, l’amica chiede a Chiara di esercitarsi con lei e, una volta notato che la voce dell’allora sedicenne Malvestiti non era affatto disprezzabile, la invita a frequentarlo anche lei. Dopo un paio di anni viene a contatto con Alessandro, batterista che la inizia al metal ed in seguito fonderà con lei i Crysalys. In quel periodo sono Nightwish e Cradle of Filth i punti fermi della sua educazione metallica e la sua voce lirica non tarda a venire fuori di prepotenza, tanto da indurre la sua insegnante a farla sentire da alcuni importanti maestri. Il passo verso l’Opera, l’Accademia ed il Conservatorio è quindi naturale. La sua formazione ufficiale si snoda attraverso esperienze maturate presso l’Accademia Florence Opera a Firenze e la città del Melodramma Italiano, per poi continuare in Conservatorio presso l’AFAM G. Braga di Teramo e il Conservatorio G. Rossini di Pesaro. Il metal non rimane però indietro, anche perché il suo ragazzo è pure tastierista nei Crysalys a partire dal 2009 e contribuisce in modo determinante alla maturazione della cantante. Il suo repertorio le consente adesso di spaziare dal metal sinfonico all’opera lirica, dalla musica sacra a quella da camera, fino alla musica da film alla quale viene iniziata ancora dal suo ragazzo. Con i Crysalys registra The Awakening of Gaia, poi ha modo di esibirsi all’Exit Festival di Novi Sad, in Serbia ed al Metal Female Voices Fest X (Wieze, Belgio), il più importante festival del mondo dedicato alla voce femminile nel metal con Lacuna Coil, Epica ed Arch Enemy. Quindi è il compositore e bassista heavy argentino Beto Vazquez (Tarja Turunen, Candice Night, Fabio Lione) a volerla come special guest in due dei suoi lavori discografici, il doppio album Existence del 2010 e nel più recente Beyond Space Without Limits, risalente al 2012.

FROM MARCHE TO ETERNITY
La sua carriera prosegue attraverso la partecipazione alla colonna sonora composta da Fabio Amurri per il film German Angst diretto da Jorg Buttgereit, Michael Kosakowski e Andreas Marschall. Quest’ultimo è conosciuto nella scena metal mondiale come uno fra i maggiori illustratori di album e regista di video musicali. L’opera viene presentata nei principali film festival internazionali, come la 44esima edizione dell’IFF di Rotterdam, la European Film Market di Berlino e l’IFFF di Bruxelles, oltre che in numerosi festival di genere in America e Australia. La vera, grande svolta, però, è del 2015 e come tutte le cose più belle, è del tutto inaspettata. Improvvisamente, durante un periodo in cui il metal non occupa certo la parte principale della sua attività, Chiara Malvestiti viene contattata da Christofer Johnsson. Il chitarrista la interpella a seguito della segnalazione di una collega americana della cantante e le dice di essere rimasto colpito dal suo lavoro e dalle sue caratteristiche vocali. Proprio quelle che cerca per la sua band. Chiara è nel bel mezzo delle prove di un’opera di Mascagni e, inizialmente, forse non realizza la situazione nella sua interezza. Fatto il provino su due pezzi scelti da Johnsson e superatolo, si reca comunque in Svezia per delle prove dal vivo col gruppo e, a stretto giro di posta, ottiene il posto e le viene proposto anche il ruolo femminile principale della rock opera in preparazione. Dopo essere entrata ufficialmente nei ranghi, per lei fest, concerti e tour in tutto il mondo, con una tappa recentissima all’ultimo Agglutination. Come dire: from Marche to Eternity.

LIRICAMENTE METALLICA
Cantante indubbiamente preparata, che ha sfruttato le sue doti naturali in maniera professionale e con la dovuta dedizione, Chiara Malvestiti ha fin qui descritto una parabola artistica per alcuni versi singolare. Partita da altri settori ed arrivata al canto quasi per caso, è passata dal metal alla lirica per poi tornare nuovamente al metal, seppure debitamente ibridato con il mondo classico. Riconosciuta anche all’estero quale interprete molto dotata sia dal punto di vista timbrico che da quello esecutivo, Chiara può contare anche su una certa presenza scenica, valorizzata dai meccanismi on stage dei Therion, ormai ampiamente collaudati. In questo, l’equilibrio “scenico” tra lei e Linnéa Vikström è esemplare. Analizzando la sua storia durante gli ultimi anni, è forse la lirica vera e propria il campo in cui la nostra connazionale riesce ad esprimersi in modo più compiuto e, in questo senso, è probabilmente lì che il suo futuro può meglio concretizzarsi nel lungo periodo. Tuttavia, il metal sinfonico può ancora regalarle spazio e soddisfazioni sia con i Therion che, in misura ovviamente minore, anche con i Crysalys. È con questi ultimi, però, che la sua italianità può venire maggiormente fuori. Novità in questo senso dovrebbero essere imminenti.



stonefox
Mercoledì 19 Ottobre 2016, 14.01.00
17
" La sua formazione ufficiale si snoda attraverso esperienze maturate presso l’Accademia Florence Opera a Firenze e la città del Melodramma Italiano, per poi continuare in Conservatorio presso l’AFAM G. Braga di Teramo e il Conservatorio G. Rossini di Pesaro." Queste sono le cose che amo leggere in un articolo su una cantante!! Il talento naturale va coltivato con costanza e dedizione, e anche se a inizio carriera aveva dei difetti (chi non ne ha?) cosa è diventata? Fa notare il fatto di essere preparata?? E fa bene, cavolo! Se non sconfina nella presunzione o nella spocchiosità, ovviamente. Io non conosco i Crysalys... nel senso che li ho sentiti e non mi hanno detto nulla, e ho smesso di sentirli. Ma i Therion mi piacciono, e la voce di Chiara ci sta benissimo. Mi piacevano molto anche altre cantanti dei Therion, che hanno sempre e comunque scelto cantanti all'altezza, ma sono felice che Chiara stia ottenendo questo successo con loro. Il Metal Female Voice Fest mi sembra la cosa più sgrausa del suo curriculum, lì ci canta veramente la chiunque. Tecnicamente c'è veramente poco da dire, eliminata la pesantezza del vibrato ha il vento in poppa!! In moderno non l'ho mai sentita (a meno che Prometheus non si riferisse ai Crysalys)
MP
Giovedì 29 Settembre 2016, 12.50.22
16
Una voce lirica eccezionale anche se confrontata al di fuori dei canoni del metal.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 15.17.01
15
*intervistare *meno. Sorry, la fretta. A tal proposito, non avete mai pensato di inserire il modulo dei commenti di Disqus o qualcosa di simile? So che è abbastanza OT, quindi puoi anche ignorare la domanda, Raven, no problem.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 15.08.38
14
Sì, l'articolo è ben scritto. Come sempre, d'altronde. Complimenti anche per il grande lavoro di ricerca! Stavolta è stato facilitato dall'aver potuto interessare la diretta interessata, certo, ma altre volte immagino sia stato abbastanza complesso trovare tutte le informazioni e verificarle, specialmente per cantanti veno in vista di altre. P.S. ovviamente, il commento precedente l'ho scritto prima di aggiornare la pagina e vedere il dodicesimo. Questione chiusa.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 15.05.52
13
Agata, hai letto il commento di Raven? Comunque, ribadisco: Laura l'ho citata tra parenti, una volta, in un contesto che non voleva creare confronti e in una frase che riguarda la voce (non l'atteggiamento). Ti ho poi dato ragione anche sulla vocalità, dopo essermi rinfrescato la memoria, e pure sui testi del progetto solista di Laura. Quindi cos'altro vuoi ancora? Una fettina di c*lo? Fossi in te, poi, non parlerei di oggettività dopo aver tirato in ballo una band che non c'entra un fico secco. Pace, amore, cuori e unicorni.
Agata_
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.59.17
12
@Raven: leggo ora, ricevuto. P.s: articolo ben scritto e interessante, complimenti
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.58.46
11
Hai ragione, Raven. Parliamo solo di musica e voce, attenendoci a Chiara, ai Therion ai Chrysalis, senza andare off topic. Regina George e le sue Barbie stanno meglio in tv e vestite di rosa. ^_^ Io l'ho già detto: la voce di Chiara, attualmente e nel suo specifico ruolo coi Therion, mi piace molto. E i Therion li apprezzo anche musicalmente.
Agata_
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.58.01
10
Non era un confronto ma allo stesso tempo non trovavo il motivo di questo nome. Certo, se era per rimanere in campo italiano il panorama non è così ampio, o perlomeno ci sono giovani leve con molto ancora da dimostrare (con voci pulite ce ne sono invece). E poi mi ha fatto ridere leggerti accusare Chiara Malvestiti di egocentrismo per poi affiancargli colei che ha un progetto chiamato Divas, che fa canzoni in cui si lamenta della pesantezza di essere diva, etc. Questo dimostra che i pregiudizi cambiano la prospettiva delle cose. I fatti invece sono sempre oggettivi.
Raven
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.49.58
9
Post preventivo: vi prego di non cominciare con le polemiche tra utenti ed i commenti ai commenti, grazie
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.48.11
8
Comunque, rinfrescando la memoria delle esibizioni di Laura, ti do ragione. Resta il fatto che il tuo commento non c'entri assolutamente nulla. "Se poi si deve denigrare a priori tutto ciò che riguarda Jansen e gli Epica, tirandoli in ballo a sproposito pur di gettare fango e giustificare gli errori altrui col confronto, è un altro paio di maniche" (semi-cit.). Haters gonna hate.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.44.03
7
Agata, in effetti concordo. Sul momento avevo totalmente rimosso i suoi lavori da solista (con annessi testi ridicoli come pochi) e avevo un piacevole (ma vecchio) ricordo delle esibizioni operistiche. Cosa diamine c'entrano gli Epica lo sai solo tu, giacché: 1) stai parlando del progetto solista di Laura Macrì, che è una cosa totalmente se stante; 2) al massimo potrebbero c'entrarci i MaYaN, giacché canta lì; 3) gli Epica hanno cinque compositori, tra l'altro abbastanza diversi tra loro, e il principale ormai è Isaac Delahaye; 4) "mal comune, mezzo gaudio" è un trucchetto retorico molto disonesto, giacché gli errori altrui non giustificano i propri; 5) ho citato la Macrì una volta, tra parentesi e in un discorso che decisamente non si focalizzava sul confronto. Ma evidentemente qualcuno ha la coda di paglia.
Agata_
Mercoledì 28 Settembre 2016, 14.18.43
6
Mi sembra sia l'ultima cantante ad aver bisogno di mettere davanti gli studi, credo che la sua vocalità parli da sè. Laura Macrì non la metterei invece proprio sullo stesso livello. Basta ascoltare i lavori da solista che ha pubblicato per rendersi conto di una impostazione scorretta, una voce bassissima di posizione, il che la rende sgradevole. Prendendo il testo di "Sempre", quello sì che mi sembra presuntuoso. Poi certo, se si deve sempre leccare il culo a tutto ciò che riguarda Jansen e gli Epica è un altro paio di maniche.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 12.56.27
5
Infatti ho detto che la mia è solo un'impressione data dell'esterno e probabilmente dettata dal suo modo di comunicare. Non la conosco di persona e quindi non posso in alcun modo andare oltre. In ogni caso, di mestiere fa la cantante, non la conduttrice, quindi anche chissene di certe cose.
Raven
Mercoledì 28 Settembre 2016, 11.36.14
4
Prometheus ovviamente. Il correttore colpisce ancora
Raven
Mercoledì 28 Settembre 2016, 11.34.04
3
Promettere, ti assicuro che ti sbagli alla grande. Raramente ho incontrato una persona più disponibile e priva di spocchia. Certo, tiene a sottolineare i suoi studi, ma in questo non vi è nulla di male.
Prometheus
Mercoledì 28 Settembre 2016, 11.11.22
2
Agli esordi non mi convinceva: appesantiva troppo la voce, cosa che portava anche a un vibrato decisamente esagerato. Col tempo nel lirico è migliorata molto e ora è tra le più preparate nel metal (assieme a un'altra italiana, Laura Macrì). In moderno, però, la trovo fastidiosa. E penso inoltre che i suoi testi siano pacchiani e le sue linee vocali siano esagerate e inespressive come poche. Proprio per questo motivi, nei Therion mi sembra perfetta: per il moderno c'è sempre un'altra cantante (ora Linnea, che però non è granché) e per le linee vocali e i testi dubito avrà molta autonomia. Ho ascoltato dei video del Wacken e Chiara mi è sembrata davvero ottima, piacevolissima in quel contesto. Così come mi è sembrata ottima nelle esibizioni più recenti in ambito operistico, per lo meno tra ciò che ho sentito su Youtube. Non ho molta voglia di ascoltare nuovo materiale dei Chrysalis, invece. Solo un ultimo appunto: nelle interviste Chiara trasmette spesso una spocchia e un ego incredibili. Non conoscendola di presenza, non posso dire se sia davvero così, ma dovrebbe comunque lavorare sulla comunicazione. Anche se, dopo aver cancellato un certo forum, l'album rosa è sparito e le public relation sono salve. Evitiamo però le cover di Jingle Bells Rock, grazie.
tino
Mercoledì 28 Settembre 2016, 10.31.13
1
È certamente brava e ha un’ottima padronanza del palco e della scena, l’ho notata nel live dei therion a wacken e sono contento quando qualche compatriota espatria, visto che abbiamo la fama di esportare cervelli è bello che si esportino anche talenti, anche se da italiano preferirei vederli crescere qui. Una prima donna senza dubbio
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
07/02/2018
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 41 - Dolores O'Riordan, l'inquietudine di vivere
11/12/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 40 - Debbie Harry
29/08/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 39 - Diamanda Galas
22/05/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 38 - Sabina Classen
28/02/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 37 - Lisa Dominique
07/01/2017
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 36 - The Great Kat
29/10/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 35 - Suzi Quatro
28/09/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 34 - Chiara Malvestiti
12/08/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 33 - Anneke van Giersbergen
09/06/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 32 - Cadaveria
02/04/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 31 - Poison Ivy
23/01/2016
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 30 - Kelly Johnson
22/12/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 29 - Elize Ryd
05/11/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 28 - Lzzy Hale
26/09/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 27 - Liv Kristine
28/08/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 26 - Marcela Bovio
25/07/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 25 - Tarja Turunen
23/06/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 24 - Otep Shamaya
25/04/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 23 - Sharon den Adel
22/03/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 22 - Jinx Dawson
25/02/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 21 - Patricia Morrison
20/01/2015
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 20 - Kate De Lombaert
19/12/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 19 - Veronica Freeman
20/11/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 18 - Leather Leone
18/10/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 17 - Floor Jansen
02/09/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 16 - Simone Simons
02/08/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 15 - Cristina Scabbia
02/05/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 14 - Angela Gossow
09/04/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 13 - Nina Hagen
06/01/2014
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 12 - Siouxsie Sioux
20/12/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 11 - Grace Slick
27/11/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 10 - Morgana
13/11/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 9 - Jan Kuehnemund
30/09/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 8 - Doro Pesch
12/09/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 7 - Ann Boleyn
05/08/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 6 - Lita Ford
14/05/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 5 - Betsy Bitch
21/04/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 4 - Lee Aaron
07/04/2013
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 3 - Joan Baez
26/03/2012
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 0 - Wendy O. Williams
08/08/2010
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 2 - Janis Joplin
25/07/2010
Articolo
DONNE ROCCIOSE
# 1 - Patti Smith
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]