Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

CONCERTI

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

SINE QUA ...BOH? - # 10 - 'All For You' e 'Third World Genocide'
30/01/2017 (1255 letture)
Ci sono alcuni gruppi che per vari motivi e talvolta a prescindere dall'andamento complessivo della loro carriera, si ritagliano un posto speciale nel cuore degli appassionati. Due profili che possono corrispondere a questa descrizione sono certamente quelli corrispondenti ad Annihilator e Nuclear Assault. Per loro vari dischi importanti, alcuni davvero di altissimo profilo, ma anche dei flop che purtroppo sono degli autentici Sine Qua... Boh.

ANNIHILATOR: All For You
Dopo il tour da cui sarà tratto il Double Live Annihilation, l'uscita del cantante Joe Comeau e l'entrata dal chitarrista Dave Padden scelto per sostituirlo (Waters lo sentì cantare e decise di assoldarlo in quella veste), per gli Annihilator si annunciavano tempi duri; ancora. Con una formazione che annoverava lo stesso Waters -ovviamente- Mangini e Padden, i nostri entrarono in studio per registrare All For You, ed il risultato dei loro sforzi diede una ulteriore spallata alla reputazione di un moniker che accanto ad album osannati, poteva già "vantare" dei tonfi clamorosi. Ulteriormente sottolineato da un cambio al microfono che non aggiunse affatto valore alla band -le prestazioni del singer in canzoni come Dr. Psycho e Both Of Me ne sono un esempio, almeno come linee vocali- il songwriting proposto da Jeff Waters non si segnalava certo per un tasso qualitativo di alto livello. Al di là di una produzione azzeccata per quel tipo di album e di qualche guizzo a macchia di leopardo al suo interno (Both of Me; Rage Absolute), la scaletta di All For You oscillava tra la mediocrità e la bruttezza vera e propria. A prescindere da ciò che si può pensare di un certo tipo di canzoni tendenti addirittura alla dolcezza all'interno di un tessuto metal, con esempi di grandissimi pezzi di genere che si sprecano letteralmente, brani come The One e Holding On erano al limite del vilipendio al pentagramma. In particolare proprio se paragonati a quelli realmente passati alla storia. Anche strumentalmente episodi come Sound Of Horror, tanto per continuare con gli esempi, non contribuivano affatto a risollevare la qualità media di All For You, un disco ondivago e privo di direzione. Da considerare semplicemente come uno dei punti più bassi della sinusoidale carriera degli AnnihilWaters.

NUCLEAR ASSAULT: Third World Genocide
Come accaduto a tantissimi altri gruppi nella prima parte degli anni 90, anche i Nuclear Assault furono travolti da derive musicali imposte dalle case discografiche le quali, per fortuna, non riuscirono ad uccidere un certo spirito ribelle. Specialmente quello del thrash. Dati per morti e definitivamente sepolti, i nostri sono invece risorti nel 2005, ma con scarsissimi risultati. Third World Genocide, infatti, fece subito grande impressione, ma non per i motivi che ci si aspetterebbe. Nonostante una parte finale in leggero crescendo, il CD era funestato da un filotto iniziale di pezzi che definire trascurabili era un pio eufemismo. Una scrittura banale e ripetitiva veniva ulteriormente mortificata -affare non semplice- da linee vocali connotate solo dalla mancanza di efficacia praticamente in tutti i passaggi, ed anche certi ritornelli tipici del trademark Nuclear Assault sembravano latitare. Un marasma sonoro nel quale si contraddistinguevano i "disastri nel disastro" di Whine and Cheese e Long Haired Asshole. La prima un banalissimo punk rock (nel senso american-commerciale del termine, beninteso) e la seconda che aveva la sola, parzialissima scusa di essere una brutta cover e quindi di non essere stata scritta in origine dal gruppo. Qualcosa di azzeccato qua e là -Discharged Reason; Fractured Minds; The Hockey Song e poco altro- non è certo sufficiente a risollevare le sorti di un disco senza alcuna logica. Di questo prodotto eseguito da un gruppo imballato dal lungo stop, oltretutto mal prodotto ed arrangiato, un certo Dan Lilker ha detto, con un giudizio frutto di una attenta ed approfondita analisi critica sintetizzata in modo raffinato ed al contempo elegante nella seguente definizione: "Third World Genocide era sostanzialmente una merda". Ed a dare un'idea definitiva della lucidità con cui venne registrato il disco durante un incredibilmente umido Agosto nel New Hampshire, sono infine le parole dello stesso Lilker contenute in Metal Veteran a venirci in aiuto:

"Ho persino preso una canzone degli Hemlock che avevamo suonato una sola volta prima di scioglierci e l'ho riutilizzata! Era una cosa quasi speed, dall'atmosfera maligna. L'ho presa così com'era e l'ho portata ai Nuclear [...] nell'insieme Third World Genocide non aveva la stessa intensità dei vecchi dischi dei Nuclear e onestamente non è stato tanto apprezzato dai metallari".

ANNICHILITI DAL GENOCIDIO
Due gruppi che hanno sempre potuto contare su uno zoccolo duro di sostenitori del thrash e personali (più gli Annihilator rispetto ai Nuclear Assault per una questione di "presenza sul campo") i quali, però, hanno disatteso più di una volta le aspettative nei loro confronti. In maniera molto diversa, però. Se nel caso degli Annihilator la storia dei successi e dei fallimenti del moniker è sostanzialmente quella del padre/padrone Jeff Waters e delle sue scelte, per i Nuclear Assault corrisponde a quella di una band profondamene anni 80, di sicuro poco assecondata dall'industria e, quasi di conseguenza, in difficoltà nell'adattarsi allo scorrere del tempo. Però, se da un lato gli Annihilator hanno sempre abituato i loro ascoltatori a degli alti e bassi a volte clamorosi, con All For You che raggiunge forse il punto più basso della curva sinusoidale prima richiamata, il discorso relativo ai Nuclear Assault è in parte differente. Poche uscite se paragonate a quelle dei compagni di articolo, un suono più basico ed un'attitudine più "cazzona" e diretta, ma anche quella capacità di arrivare immediatamente allo stomaco che dischi come Game Over, ma più ancora Survive ed Handle With Care avevano testimoniato. In questi casi, il fallimento dei meno conosciuti fa anche più male.



Christian death rivinus
Martedì 31 Gennaio 2017, 23.32.37
7
Essendo uno dei miei gruppi preferiti posso dire che questo album e' uno dei peggiori della band,ma non il pou'brutto,suicide society lo ha superato in termini di bruttezza,poi viene remais....gli altri da sett word...sono tutti sopra la sufficienza e anche piu' ,album come carnival,metal,criteria,wake in the fury e feast er me sono dei buoni album
Alcibiade70
Martedì 31 Gennaio 2017, 17.11.14
6
Alla luce dei risultati queste reunion le vedo inutili se poi escono simili lavori...brutti,scialbi e privi di mordente.
Er Trucido
Lunedì 30 Gennaio 2017, 14.01.01
5
Io li ho entrambi originali e sono stati soldi buttati, ma ci sta quando si compra alla cieca. Gruppi e problemi diversi che portano a risultati degradanti ma c'è sempre un motivo per i dischi brutti.
Undercover
Lunedì 30 Gennaio 2017, 12.57.03
4
"Third World Genocide" superfluo e bruttarello, "All For You" poco ispirato e Padden nella versione più embrionale, quella più scarsa e decisamente meno incisiva sui pezzi. Entrambi da evitare. I Nuclear per me fino a "Handle With Care" sono inattaccabili, mentre purtroppo, e l'ho scritto tante volte, Waters è una primadonna, il suo problema più grosso è l'ego smisurato che si ritrova e che gli ha fatto perdere ottimi pezzi per il progetto Annihilator, Randy Black e Joe Comeau su tutti, con loro in formazione aveva rimesso su la testa, dopo mah, prove discontinue, buoni pezzi e robe da far impallidire per piattume e prevedibilità, peccato.
rik bay area thrash
Lunedì 30 Gennaio 2017, 12.50.09
3
Il thrash, quello old school tipico degli anni 80 era solo un ricordo di un manipolo di pochi ( e vecchi) aficionados. E supportato da pochissimi gruppi che fecero parte di quella storia. Il thrash dimenticato da (quasi) tutti e ricordato da pochi. La prima decade del nuovo millennio ha visto delle debacle incredibili in ambito thrash e tra questi proprio gli annihilator e i nuclear assault. Gli annihilator ormai sono decenni che non li seguo più (tranne ovviamente i primi due dischi). Poi assolutamente troppo discontinui. Rammarico grandissimo per i nuclear assault forse meno prolifici a livello di dischi ma sicuramente con più continuità e un prodotto tipicamente thrash core. Rimangono alcuni album che hanno consentito ai due gruppi di essere ricordati ancora oggi come tra le colonne portanti del thrash.
Vitadathrasher
Lunedì 30 Gennaio 2017, 12.48.24
2
I nuclear, sono giustificabili per tanti motivi: Carriera poco curata, uscite a singhiozzi e band che secondo me, ha sempre avuto poca fame di arrivare, forse anche troppo genuina. La conseguenza è un album di questo tipo, proposto in un momento in cui qualcuno aveva voglia di investirci dei soldi e loro avevano avuto una pseudo idea di rilancio e voglia di registrare qualcosa, senza pretese. Diverso è il discorso per Waters, one man band, presuntuoso e bastardo (nel senso buono) da cui mi aspetto, sempre, qualcosa di buono.
Doom
Lunedì 30 Gennaio 2017, 9.46.12
1
Ammetto da fan di entrambi, soprattutto dei Nuclear Assault di non aver mai ascoltato sti due dischi. E forse ho fatto bene!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
02/10/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 16 - 'Cut the Crap' e 'Cyberpunk'
06/05/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 15 - 'Revolutions per Minute' e 'New Era'
12/02/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 14 - 'Gold Cobra' e 'One More Light'
25/11/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 13 - 'Supercharger' e 'Remains'
08/08/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 12 - 'Slang' e 'Eye II Eye'
26/04/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 11 - 'In Torment In Hell' ed 'Xecutioner’s Return'
30/01/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 10 - 'All For You' e 'Third World Genocide'
12/10/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 9 - 'Masquerade in Blood' e 'The Least Successful Human Cannonball'
01/08/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 8 - ‘Dedicated To Chaos’ e ‘Frequency Unknown’
19/05/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 7 - 'Stiff Upper Lip' ed 'Against'
15/03/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
6 - 'Fight for the Rock' e 'Unveiling the Wicked'
17/01/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 5 - ‘Virtual XI’ e ‘Carnival of Souls’
11/12/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 4 - 'The Pack is Back' e 'Cold Lake'
23/10/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 3 - ‘Demolition’ e ‘Risk’
10/08/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 2 - 'Illud Divinum Insanus' e 'Doctrine'
09/07/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 1 - 'ReLoad' e 'Vol. 8: The Threat Is Real'
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]