Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dirge
Lost Empyrean
Demo

In Autumn
Greyerg
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
IN SHADOWS AND DUST
Enlightened By Darkness

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

24/12/18
BEATEN TO DEATH
Agronomicon

30/12/18
FERAL
Flesh for Funerals Eternal

04/01/19
LEGION OF THE DAMNED
Slaves Of The Shadow Realm

CONCERTI

18/12/18
A PERFECT CIRCLE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

19/12/18
A PERFECT CIRCLE
PALALOTTOMATICA - ROMA

21/12/18
METHEDRAS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

21/12/18
SPLEEN FLIPPER
OFFICINE SONORE - VERCELLI

21/12/18
AMTHRYA + DANNATI + EFYD
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

22/12/18
METHEDRAS
L'ANGELO AZZURRO - GENOVA

22/12/18
NANOWAR OF STEEL
EXENZIA DER CLUB - PRATO

22/12/18
DEWFALL + FYRNIR
EVILUTION CLUB - ACERRA (NA)

22/12/18
NATIONAL SUICIDE + ADVERSOR + UNORTHODOX
THE FACTORY - VERONA

22/12/18
PARMA METALHEADZ FESTIVAL
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

SINE QUA ...BOH? - # 11 - 'In Torment In Hell' ed 'Xecutioner’s Return'
26/04/2017 (1577 letture)
Gli anni 90, per chi ha rifiutato pervicacemente ed a piena ragione di considerare il metal come qualcosa di superato, rivolgendosi invece ai suoni più estremi, sono stati in buona parte quelli del Death. Tanti gruppi divenuti di culto i quali hanno prodotto dischi altrettanto di culto, sono poi incappati in alcuni passi falsi successivi che, a volte, hanno avuto del clamoroso. Nemmeno degli autentici dei(cide) del Death metal come Deicide ed Obituary si sono potuti sottrarre dal mettere sul mercato lavori che, sul momento, sono sembrati autentici necrologi per le loro carriere.

DEICIDE: In Torment In Hell
Capita anche a chi sta in cima di imbattersi in cadute rovinose e quando si precipita da altezze vertiginose, il tonfo produce sempre un rimbombo più forte. Proprio ciò che è accaduto ai Deicide con In Torment In Hell. Che il disco non avesse goduto della giusta attenzione appariva chiaro fin dalla copertina. L'artwork, infatti, sembrava buttato giù in tutta fretta, come del resto le registrazioni, iniziate e finite nell'arco di soli quattro giorni anche per questioni economiche. A prescindere da questo "contorno" che di per sé non determinava la riuscita del lavoro -i dischi enormi registrati anche in meno tempo e con copertine peggiori si sprecano- era un'ispirazione già tempo in calo almeno da Insineratehymn che raggiungeva qui il suo punto più basso, a determinare il fallimento dell'operazione. A partire dalla prestazione al microfono di quel Benton il quale era stato il punto di riferimento dell'intera area musicale di cui i Deicide erano un punto fermo. Volendo prescindere anche da questo, ammesso che sia possibile, la scrittura del disco si mostrava in ogni caso debole e ripetitiva, sconfinando quasi sempre in uno stanco autocitazionismo privo della capacità di infondere tensione nelle canzoni e comunicare emozioni agli ascoltatori. Una pecca troppo grossa per essere perdonata ed ulteriormente esaltata dalle altre mancanze prima segnalate. In virtù di tutto questo, In Torment In Hell rappresenta senza ombra di dubbio il momento peggiore della carriera della band. Ed anche se il seguito del loro cammino ci restituirà un gruppo meritevole di essere seguito, questo disco resta resta un autentico "torment" per ogni loro fan.

OBITUARY: Xecutioner’s Return
Giunta qualche anno dopo quella dell'album di cui al paragrafo precedente, Xecutioner’s Return rappresenta probabilmente la più pesante battuta a vuoto della carriera degli Obituary. Nonostante non sia probabilmente così brutto come il suo compagno di puntata, anche questo disco resta largamente sotto la media qualitativa della band che lo ha firmato. Malamente nascosto dal fumoso intento di recuperare in maniera posticcia suoni ed atmosfere di un tempo ormai passato -atteggiamento che raramente produce risultati davvero interessanti- e dal malizioso recupero del moniker originale inserito nel titolo, anche l'album in questione conteneva solo una serie di autocitazioni ed autoplagi. Ed in quanto tali, non potevano comunque risultare avvincenti se non per brevi tratti. Non per un pubblico abituato ad una resa di ben altro spessore in fase di scrittura ed esecuzione da parte dei ragazzi di Gibsonton. In questo contesto, anche l'inserimento di un elemento certamente dotato quale Ralph Santolla non riusciva a risollevare le sorti del platter ed anzi, risultava addirittura fuori luogo. Qualche sprazzo accettabile (Face Your God; Lasting Presence; Drop Dead), Tardy che è sempre lui, ritmiche sulfuree, ma poco altro. E da un gruppo come gli Obituary il minimo sindacale non corrisponde certo al minimo accettabile. Ammesso che lo abbia qui raggiunto.

LA CADUTA DEGLI DEI
Due band basilari, le quali più di una volta hanno firmato opere che giudicare importanti è assolutamente riduttivo, ma umane e quindi non esenti dal commettere errori; a volte clamorosi. Fretta, poca ispirazione, dovere di mettere comunque sul mercato un disco pur di "tenere botta" e partire in tour, semplice stanchezza mista a mancanza di ispirazione o, più probabilmente, un coacervo di tutti questi fattori. Difficile stabilire le esatte proporzioni dei fattori che contribuirono a determinare i due flop. Sta di fatto che pure in misura un po' diversa nei casi in esame, sia In Torment In Hell che Xecutioner’s Return restano macchie incancellabili all'interno di due carriere non perfette, ma contenenti picchi che difficilmente possono essere associati a cadute così clamorose.



L'adoratore del cespuglietto muliebre
Sabato 29 Aprile 2017, 17.58.39
35
Beh, quanto ad ignoranza tra i due è una bella gara. I deliri di Varg Vikernes sul gombloddo!!1! ebraico e sulla strage di Utoya -proprio lui che ha pugnalato alle spalle Euronymous definiva le vittime dei codardi- non sono da meno di quelli del caro Benton. Anche Varg mi pare un bel po' confuso. Però non saprei dire se i suddetti sono personaggi sovrapponibili, come sostiene tino. Ci sono percorsi comuni, ma anche molte differenze. In questo senso forse il punto è un altro: il successo arride ai soggettoni. Non importa se sono dei perfetti idioti, dei geni o degli sprovveduti, la carta vincente è la faccia tosta. Non importa il valore di quello che viene proposto, ma la storia che c'è dietro. Un po' sulla falsariga di quanto diceva Emil Cioran sul fatto che che noi occidentali non ci innamoriamo di un'idea, ma della sua biografia e delle sue contraddizioni.
ObscureSolstice
Venerdì 28 Aprile 2017, 16.02.24
34
@Mulo commento 30: ascoltateli tutti e due, magari ti piacciono. Bisogna ascoltare tutti prima di valutare e ragionare col proprio giudizio, per quanto possano essere poco sufficienti per qualcun'altro possono essere più che sufficienti. A me Xecutioner's me piace (cit.)
galilee
Giovedì 27 Aprile 2017, 21.49.41
33
Non paragonerei mai un Personaggio come Burzum a Benton. Non hanno nulla in comune. Nel bene e nel male. Per il resto quoto Il cespuglietto. Difficile trovare nel metal un Personaggio più ignorante e stupido. Tanto che mi da fastidio ascoltarlo. Comunque i primi 4 nonostante tutto mi piacciono.
Third Eye
Giovedì 27 Aprile 2017, 19.59.08
32
Ahahah!! Grande Doom (n. 29)!!
Il Marchese Del Grillo
Giovedì 27 Aprile 2017, 17.39.38
31
Quoto l'adoratore. Ma dalla prima all'ultima parola.
Mulo
Giovedì 27 Aprile 2017, 17.18.17
30
Deicide mai piaciuti,noiosi e poi quei testi...30 anni che dice sempre la stessa cosa...MA non si romperanno il cazzo?!Obituary invece piaciuti,i primi 2 sono 2 capolavori (cause of death veramente super).Il nuovo omonimo decisamente buono.... Xecutioner's return non ce l'ho e manco in torment in hell,ma a quel che leggo eviterò di sentirli pure se ci son su youtube...
Doom
Giovedì 27 Aprile 2017, 16.52.49
29
Meno male che ci siete voi...
tino
Giovedì 27 Aprile 2017, 16.06.48
28
Glen benton è praticamente l’avatar del conte, solo che uno è diventato famoso col death metal e l’altro con il black. Uno vuole ammazzare i cristiani, l’altro gli ebrei (praticamente lo stesso), uno si crede charles manson e si è marchiato in fronte la croce rovesciata (manson si è tatuato la svastica in fronte), l’altro si crede il vecchio adolfo e scrive il mein kampf 2.0. Musicalmente possono piacere o meno, come esseri umani nell’ indifferenziata.
Luca
Giovedì 27 Aprile 2017, 16.05.20
27
Primi 3 album capolavoro per entrambe le band... poi il nulla cosmico
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Giovedì 27 Aprile 2017, 15.06.20
26
Senza dimenticare che diceva che si sarebbe suicidato a 33 anni. Da morire dal ridere...
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Giovedì 27 Aprile 2017, 15.02.21
25
I canti gregoriani sono molto belli. Per taluni alla lunga forse un zinzino pallosetti. Beh, alla lunga pure i Deicide lo sono. Però Glen dovete capirlo, è un tipo confuso. Prima si diceva satanista, poi satanista in quanto anti-cristiano, poi contro le religioni organizzate e quindi pure conto i satanisti. Non lo sa manco lui, ma le sue canzoni non parlano d'altro. C'è stata una maturazione? Ok, ma a sto punto perché non rinnegare il marchio stile mucca con croce rovesciata che s'è fatto -molto discretamente- in fronte e continuare con sta barzelletta del satanismo? Vabbe', in realtà s'è capito: è ribellismo da quattro soldi di uno con scarsa cultura.
Il Marchese Del Grillo
Giovedì 27 Aprile 2017, 13.11.18
24
Perché i canti gregoriani non sono belli?
MarcoMarco
Giovedì 27 Aprile 2017, 10.39.41
23
Glenn e soci in Legion e The Stench hanno davvero messo li delle pietre miliari nel death. Cazzo ve ne frega se si è fatto marchiare? Saranno cavoli suoi...Altrimenti ascoltatevi un canto gregoriano
Steelminded
Giovedì 27 Aprile 2017, 0.56.06
22
A me die deicide piacciono i primi due, specie il debut, poi boh.... si sono induriti e incattiviti troppo secondo me, rischiando spesso l'appiattimento sonoro
galilee
Mercoledì 26 Aprile 2017, 22.14.54
21
Si beh, frozen time è un super disco in confronto. Gran pezzi e gran riffs come ai bei tempi. In quel periodo seguivo altre webzine, su alcune fu anche disco dei mese. Difatti lo presi e fui anche fortunato a vederli durante quel tour, e ovviamente spaccarono il culo.
ObscureSolstice
Mercoledì 26 Aprile 2017, 19.50.35
20
Xecutioner's Return degli Obituary non mi sento di bocciarlo, l'unico disco del periodo Santolla che apprezzo e anche se non sarà chissà che album ma ha degli spunti interessanti, sicuramente rimasti fuori dall'album Frozen in Time.
lux chaos
Mercoledì 26 Aprile 2017, 19.00.06
19
Due dischi terribili, anche se per me poi i Deicide si sono un po ripresi e hanno sfornato un mezzo capolavoro con The Stench (l'unico disco death che non ha rovinato santolla, per me, anzi..), per poi ripiombare un po nella mediocrità...purtroppo quello degli Obies invece lo comprai, una roba indecente, con le sbrodolate fuori luogo di santolla a riempire canzoni noiosissime...con l'ultimo sono un po in ripresa, ma ormai mi annoiano un poco
duke
Mercoledì 26 Aprile 2017, 17.26.21
18
sara' pure come dite....ma ....?
tino
Mercoledì 26 Aprile 2017, 17.11.36
17
è una tecnica di modificazione corporale chiamata branding
Il Marchese Del Grillo
Mercoledì 26 Aprile 2017, 15.52.33
16
Duke almeno le mucche la marchiano sul di dietro. Vuol dire che sto qua ha proprio la faccia come il c..o!
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Mercoledì 26 Aprile 2017, 15.44.50
15
Pur essendo indiscutibilmente dei nomi storici, i Deicide e gli Obituary non mi hanno mai appassionato più di tanto. Gli ho sempre preferito Morbid Angel -che pure hanno fatto cazzate- Carcass e Death. Comunque tra i due molto peggio i Deicide, pur ritenendo molti loro brani apprezzabili, non c'è un album che mi abbia mai entusiasmato. In Torment In Hell se la gioca con Insineratehymn come loro punto più basso.
duke
Mercoledì 26 Aprile 2017, 15.39.47
14
vedo sta foto di glen...e' penso che sia un vero coglio...con sta marchiatura a fuoco...ma chi puo' essere cosi' demente da farsi marchiare a fuoco come una mucca...sto cretinoooo
duke
Mercoledì 26 Aprile 2017, 15.35.13
13
i deicide ce li ho sulle pal...meglio gli obituary.....comunque!
galilee
Mercoledì 26 Aprile 2017, 15.00.14
12
Quello degli Obituary ce l'ho. È una merda però ci sono comunque 3 pezzi bomba. In quello dei Deicide decisamente no...
Silvia
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.31.04
11
Si' Raven scusa, mi riferivo all'apertura dell'articolo e poi mi sono fatta trascinare
Undercover
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.20.47
10
Deicide: "Insineratehymn" 35/100 e "In Torment In Hell" 30/100 Obituary: "Xecutioner's Return" 40/100 e "Darkest Day" 50/100 Anche se di poco i Tardy battono Benton & soci nella gara a chi ha prodotto l'album più brutto.
Raven
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.19.10
9
Ragazze, restiamo IT
Silvia
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.17.24
8
Lisa, Kai e' un mito x me !!! Ha dato un contributo eccezionale al metal fin da Walls of Jericho e ha portato tematiche positive in generi in cui spesso i toni cupi sono predominanti. I Gamma Ray sono uno dei miei gruppi preferiti, mi piacevano sia con Ralf che in seguito, diciamo fino a To The Metal
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.11.33
7
Forse sarà che preferisco gli Obituary ai Deicide,che comunque la prima metà degli anni '90 hanno sfornato capolavori,ma anch'io considero Xecutioner's return molto meno buco nell'acqua rispetto a Tormentor in Hell,si assesterebbe tra il 50 e il 55,neanche insufficienza grave...sempre secondo la mia opinione ovviamente
lisablack
Mercoledì 26 Aprile 2017, 14.05.31
6
Silvia hai ragione, anni per il power gloriosi i '90! Io non l'ascolto molto ma all'epoca mi colpirono i Gamma ray.
Silvia
Mercoledì 26 Aprile 2017, 13.49.52
5
@lisablack, sono d'accordo, pero' io negli anni 90 mi sono innamorata del death melodico svedese (Dark Tranquillity e In Flames su tutti) e dei Blind Guardian, che assieme ai Rage hanno portato delle proposte parecchio innovative. Mi piacevano alla follia anche i Pantera (RIP Dimebag) con Cowboys e Vulgar, poi sono diventati troppo cadenzati e non mi hanno attirato piu'. Inoltre x chi ascoltava anche quello che oggi viene chiamato power gli anni 90 sono stati gloriosi
lisablack
Mercoledì 26 Aprile 2017, 13.18.16
4
Be' i capolavori anni 90 sono quasi tutti death e black metal, ce ne sono molti, e pochi nel thrash..i mostri sacri come Iron e Metallica erano per me inascoltabili, e il nu metal prendeva forma..!! Da quello che dici Morlock preferisci alla grande i Deicide, io invece entrambi, per me alcuni loro dischi sono classici del genere..
Morlock
Mercoledì 26 Aprile 2017, 12.07.50
3
A parer mio la peggior canzone registrata anche dentro un Wc dell'autogrill dei Deicide vale tutta la discografia degli Obituary ....detto questo per me gli anni 90 sono stati il PICCO MASSIMO dello splendore per quanto riguarda il metal estremo(ma anche di diversi altri generi) a sparire in quegli anni furono i mostri sacri caso mai dell'heavy/ classic!
lisablack
Mercoledì 26 Aprile 2017, 11.10.51
2
Mai presi nemmeno io perciò non saprei cosa dire in merito, anche se passi falsi nel corso di una carriera possono capitare..comunque approfitto, l'ultimo Obituary è un bel disco! Faccio pubblicità!
Doom
Mercoledì 26 Aprile 2017, 10.45.04
1
Fortunatamente mai presi e mai ascoltati! Penso non lo farò mai...penso...
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
02/10/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 16 - 'Cut the Crap' e 'Cyberpunk'
06/05/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 15 - 'Revolutions per Minute' e 'New Era'
12/02/2018
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 14 - 'Gold Cobra' e 'One More Light'
25/11/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 13 - 'Supercharger' e 'Remains'
08/08/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 12 - 'Slang' e 'Eye II Eye'
26/04/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 11 - 'In Torment In Hell' ed 'Xecutioner’s Return'
30/01/2017
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 10 - 'All For You' e 'Third World Genocide'
12/10/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 9 - 'Masquerade in Blood' e 'The Least Successful Human Cannonball'
01/08/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 8 - ‘Dedicated To Chaos’ e ‘Frequency Unknown’
19/05/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 7 - 'Stiff Upper Lip' ed 'Against'
15/03/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
6 - 'Fight for the Rock' e 'Unveiling the Wicked'
17/01/2016
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 5 - ‘Virtual XI’ e ‘Carnival of Souls’
11/12/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 4 - 'The Pack is Back' e 'Cold Lake'
23/10/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 3 - ‘Demolition’ e ‘Risk’
10/08/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 2 - 'Illud Divinum Insanus' e 'Doctrine'
09/07/2015
Articolo
SINE QUA ...BOH?
# 1 - 'ReLoad' e 'Vol. 8: The Threat Is Real'
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]