Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
locandina del concerto
Clicca per ingrandire
Labyrinth
Clicca per ingrandire
Isaac & Simone
Clicca per ingrandire
Dominique & Patrice
Clicca per ingrandire
Mark Jansen
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

RHAPSODY + EPICA + LABYRINTH - Alcatraz, Milano, 07/06/2017
13/06/2017 (1243 letture)
La giornata del 7 giugno si prospetta molto calda in quel di Milano, sia a livello di temperature che di presenza all'Alcatraz, nel quale sono ormai imminenti le esibizioni di Labyrinth, Epica e dei riuniti Rhapsody. Già dalle prime ore del mattino alcuni coraggiosi hanno cominciato ad affrontare l’attesa prima dell’apertura delle porte che, giusto per mantenere le buone abitudini, avviene con una mezz'ora di ritardo, quando ormai la coda per entrare nel locale comincia ad essere imponente. Di seguito eccovi il report, con il quale spero di aver reso giustizia al concerto e ai presenti. Buona lettura!

LABYRINTH
A scaldare per bene il pubblico, in attesa dei piatti principali, è stata chiamata ad esibirsi la band del mastermind Roberto Tiranti, che nel poco (ahimè) tempo concessogli riesce perfettamente a coinvolgere il pubblico con una performance stupefacente e chirurgica, soprattutto a livello vocale, anche se a mio avviso i volumi erano leggermente alti. I brani che compongono la setlist sono quasi tutti provenienti dall'ultimo album, uscito nello scorso aprile, e lo stupore del singer è evidente nel notare che molti tra i presenti riescono già a cantarli senza fatica. L’impressione che ho avuto è stata decisamente ottima e sono curioso di rivederli all'opera a settembre di supporto agli Edguy e ai nuovi Rhapsody of Fire, sperando che abbiano più dei trenta minuti scarsi di oggi.

SETLIST LABYRINTH
01. Bullets
02. Still Alive
03. Architecture of a god
04. Moonlight


EPICA
Durante il cambio palco, l’attesa per la band olandese, tornata nel nostro paese per un’unica data, si fa fremente anche perché molti si sono recati all'Alcatraz fin dalle prime ore della mattina solo per ascoltarli. La scenografia è d’impatto ma semplice ed infatti è la band ad essere al centro degli sguardi di tutti. Si inizia con una doppietta proveniente dal più recente The Holographic Principle, con Edge of the Blade e A Phantasmic Parade. La voce di Simone Simons si sente potente sin dalla prima fila e l’alternanza con le parti più death di Mark Jansen, come in Universal Death Squad, trasmette ad un pubblico adorante tutta l’aggressività e l’adrenalina necessarie per una grande serata. Grande mattatore, soprattutto dalle retrovie, è stato il tastierista Coen Janssen che con la sua tastiera che viaggiava da una parte all'altra del palco sembrava un bambino nel suo negozio di caramelle preferito, mentre quando si è spostato verso il fronte con la tastiera a forma di semicerchio si è prodigato in varie interazioni con il pubblico, inclusi dei selfie, e anche con i propri compagni. Cry for the Moon ha concluso la prima parte della setlist ed è stata eseguita con solo le luci dei vari smartphone fra il pubblico a illuminare la scena, così come era stato richiesto dalla cantante. Gli encore concludono, con le magnifiche Sancta Terra, Beyond the Matrix e Consign to Oblivion, un’esibizione lunga, di ben 105 minuti, giustificata dal fatto che la band rivestisse in questa occasione il ruolo di co-headliner.

SETLIST EPICA
Eidola (Intro)
01. Edge of the Blade
02. A Phantasmic Parade
03. Sensorium
04. Universal Death Squad
05. The Essence of Silence
06. The Obsessive Devotion
07. Fools of Damnation
08. Once Upon a Nightmare
09. Unchain Utopia
10. Cry for the Moon


---- ENCORE ----
11. Sancta Terra
12. Beyond the Matrix
13. Consign To Oblivion


RHAPSODY
Da dove si può cominciare a descrivere quello che è stato uno dei concerti più sentiti e attesi da molto tempo a questa parte? L’unica cosa che è mancata per rendere veramente perfetto il tutto è stata l’assenza non solo di Staropoli alle tastiere, che era risaputa già da molto tempo, ma la mancanza di un sostituto e quindi il conseguente utilizzo di basi che non ha soddisfatto tutti. A parte questa inezia, devo dire che tutto è stato magnifico. Qualcuno potrà obiettare che hanno suonato interamente Symphony Of Enchanted Lands, tranne Heroes of the lost Valley, anche se era il ventennale di Legendary Tales, ma anche questo è un dettaglio che scompare di fronte alla immensa prestazione sciorinata da Fabio Lione, Luca Turilli e soci. Dopo l’intro Epicus Furor, Emerald Sword scatena immediatamente la folla che non risparmia il fiato per accompagnare i Nostri durante tutto il tempo del concerto e la possibilità di esprimersi in italiano non è andata sprecata dal buon Fabio, che si è rivelato eccellente intrattenitore. Particolarmente sentite sono state Knightrider of Doom e The Dark Tower of Abyss con la successiva Riding the Winds of Eternity, dedicata a Sir Christopher Lee, che anticipa la prima vera sorpresa della setlist: l’esecuzione, per intero, di Symphony of Enchanted Lands, seguita dal solo di batteria di Alex Holzwarth sulle note del Dies Irae, scritto da Tommaso da Celano e musicato successivamente anche da W. A. Mozart. Immediatamente dopo viene eseguita la favolosa doppietta composta da Land of Immortals ed una commovente Dawn of Victory, anticipata dal solo del buon Fabio Lione, che trascina il pubblico con sé interpretando magistralmente il Nessun Dorma, estratto dall’opera lirica Turandot. Infine, ecco giungere i ringraziamenti di rito da parte dello stesso Lione a tutti i presenti ed alla crew, prima di lasciare la parola ad un Luca Turilli visibilmente emozionato.
Dopo una breve pausa, la band ritorna per suonare Rain of a Thousand Flames e concludere la serata con Lamento Eroico e Holy Thunderforce, che mettono la parola fine ad una performance da brividi in cui nulla è stato lasciato al caso e durante la quale si è rasentata la perfezione e più volte la commozione.

Al termine di una serata del genere, non si può fare altro che mettersi comodi e serbarne il ricordo, perché anche solo il pensiero di aver detto addio a quei Rhapsody mi fa piangere il cuore e ciò mi rende ancora più convinto che rispettare, mantenere e portare avanti l’eredità che Staropoli e il nuovo cantante Giacomo Voli hanno tra le mani sia compito tra i più improbi che si possano immaginare. Concessami questa parentesi nostalgica, devo dire che la serata è stata magnifica, le band sono state eccezionali e alla fine tutti sono usciti soddisfatti da un evento molto atteso come questo.

SETLIST RHAPSODY
Epicus Furor (Intro)
01. Emerald Sword
02. Wisdom of the Kings
03. Eternal Glory
04. Beyond the Gates of Infinity
05. Knightrider of Doom
06. Wings of Destiny
07. The Dark Tower of Abyss
08. Riding the Winds of Eternity
09. Symphony of Enchanted Lands
Drum solo (based on Dies Irae)
10. Land of Immortals
Vocal solo (based on Nessun Dorma)
11. Dawn of Victory


---- ENCORE ----
12. Rain of a Thousand Flames
13. Lamento Eroico
14. Holy Thunderforce
Gargoyles, Angels of Darkness (part III “…And the Legend Ends…”)



Armonie Universali (M. G.)
Venerdì 8 Settembre 2017, 20.57.56
24
Suarez, don't feed the troll.
IO
Venerdì 8 Settembre 2017, 17.33.02
23
direi! per lo meno sanno scrivere canzoni
Suarez
Venerdì 8 Settembre 2017, 15.02.43
22
Perché gli altri 2 gruppi sarebbero bravi?
IO
Venerdì 8 Settembre 2017, 9.35.15
21
gli epicaz sono un cancro!
JC
Sabato 17 Giugno 2017, 9.03.00
20
Avrei voluto esserci, non ce l'ho fatta. Ma come si fa a mettere in base le tastiere nei Rhapsody, dove sono lo strumento principale??? É veramente sempre più karaoke e sempre meno metal. Felice di aver evitato di presenziare.
Vandroy
Venerdì 16 Giugno 2017, 19.25.12
19
@Riccardo davvero? Ah bene.. Mm a questo punto non saprei. Se non mi ricordo male qualcuno aveva anche parlato di problemi durante il soundcheck degli Epica. Secondo me se gli hanno tagliato la scaletta non gli hanno tolto più di un brano, non credo fosse più lunga..
Riccardo
Venerdì 16 Giugno 2017, 19.05.10
18
@Vandroy 19:15...
Lemmy
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.54.22
17
Beh se e cosi' , sono allibito, veramente scandaloso questo trattamento rivolto ai Labyrinth, loro sono stati umili, io invece li avrei presi a calci gli organizzatori, bastava togliere gli Encore agli Epica. Veramente basito, non c'è più religione e rispetto.
Vandroy
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.40.59
16
@Lemmy per quel che so io non era più lunga di quei pezzi che leggi in scaletta
Lemmy
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.36.26
15
@ Federico, scusa , una informazione ma la scaletta dei Labyrinth era scandalosamente questa striminzita contrattualmente cosi' dall'inizio, o è stata cambiata poco prima del concerto in questione, cioè erano previste per contratto più tracce o sono state sempre 4 ?
Vandroy
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.14.27
14
@Riccardo ma infatti hanno iniziato giusti per le 19
Lemmy
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.09.03
13
Ma gli Epica , sbaglio o ci hanno fatto abbonamento con l'Italia? . Si poteva pure togliare qualche canzone agli Epica, cavolo non moriva mica nessuno, stanno sempre infilati come il prezzemolo qui nel nostro paese, almeno si dava più spazio ai Labyrinth, anche per capire l'impatto del loro album , almeno in sudio non proprio cosi' facile, si sarebbe potuto capire molto di più della resa dei brani dei Labyrinth dal vivo.
Riccardo
Venerdì 16 Giugno 2017, 18.00.53
12
Io avevo il programma che aveva pubblicato l'Alcatraz su facebook e diceva inizio ore 19. Ma magari era una informazione errata.
Vandroy
Venerdì 16 Giugno 2017, 17.43.09
11
@Riccardo Nono I Labyrinth hanno iniziato puntualissimo. Avevano proprio solo quella mezz'ora.
Riccardo
Venerdì 16 Giugno 2017, 17.41.33
10
Forse la scaletta ridotta dei Labyrinth è dovuta anche all'inizio ritardato di una ventina di minuti del concerto (meno male, fra l'altro, perché io ero ancora in coda fuori...). Io sono uno di quelli rimasti delusi dalla scelta della formazione dei Rhapsody "col morto" anche perché la musica registrata proposta dal vivo mi da l'orticaria. Ma tant'è.
tino
Venerdì 16 Giugno 2017, 16.28.24
9
non è fabio lione, è paolo belli dei ladri di biciclette
Silvia
Venerdì 16 Giugno 2017, 16.04.58
8
Dai un po' pancetta non scalfisce il suo fascino Con la solita camicia non si sarebbe vista probabilmente
XXX
Venerdì 16 Giugno 2017, 15.56.51
7
Ma è solo la foto o Lione è in una forma fisica pietosa?!
Vandroy
Mercoledì 14 Giugno 2017, 16.12.46
6
@Giaxomo.. Mi piacerebbe tanto che quella scaletta fosse uno scherzo..
Giaxomo
Mercoledì 14 Giugno 2017, 11.58.27
5
La scaletta dei Labyrinth è una presa in giro vero? Federico dimmi che ti sei dimenticato di aggiungere qualcosina..
Radamanthis
Mercoledì 14 Giugno 2017, 11.26.21
4
Sarà il preludio alla reunion definitiva...tranquilli!
Cristiano Elros
Mercoledì 14 Giugno 2017, 1.01.51
3
Ma davvero i Labyrinth hanno suonato solo 4 pezzi?!
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Mercoledì 14 Giugno 2017, 0.34.18
2
Certo che iniziare un concerto con Emerald Sword è come imparare a suonare la chitarra con una Gibson Les Paul
Silvia
Mercoledì 14 Giugno 2017, 0.19.34
1
Chissà che emozione rivedere assieme Fabio e Turilli....
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Coen Janssen
Clicca per ingrandire
Simone Simons
Clicca per ingrandire
Rhapsody
Clicca per ingrandire
Fabio Lione
Clicca per ingrandire
Luca Turilli
ARTICOLI
13/06/2017
Live Report
RHAPSODY + EPICA + LABYRINTH
Alcatraz, Milano, 07/06/2017
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]