Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Amorphis
Queen of Time
Demo

SpellBlast
Of Gold and Guns
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/18
THORIUM
Blasphemy Awakes

01/06/18
BLACK CRUCIFIXION
Lightless Violent Chaos

01/06/18
LIPZ
Scaryman

01/06/18
GRUESOME (USA)
Twisted Prayers

01/06/18
MAGICAL HEART
Another Wonderland

01/06/18
MORTIIS
Perfectly Defect - ristampa

01/06/18
NERVOSA
Downfall Of Mankind

01/06/18
ALIEN WEAPONRY
Tū - Album Cover

01/06/18
WOLFSSCHREI
Rise Dead Ember

08/06/18
DEVIN TOWNSEND
Eras

CONCERTI

27/05/18
METAL QUEEN FESTIVAL (day 3)
SALONE POLIVALENTE - STRAMBINO (TO)

27/05/18
BARBATOS + MANZER + INSULTER
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

29/05/18
ROCK TEMPLE FESTIVAL
LEGEND CLUB - MILANO

01/06/18
SUUM + THE OSSUARY + GUESTS
DEFRAG - ROMA

01/06/18
WIEGEDOOD + CALVARIO
SPAZIO LIGERA - MILANO

02/06/18
DESTRAGE + DESPITE EXILE + SLANDER
SOLIDAR ROCK - CASSANO D/ADDA (MI)

02/06/18
SHORES OF NULL + PÁRODOS
EVILUTION CLUB - ACERRA (NA)

02/06/18
WIEGEDOOD
FREAKOUT - BOLOGNA

02/06/18
NODE + GUESTS
THE FACTORY - AZZANO (VERONA)

05/06/18
DEAD CROSS
ESTRAGON - BOLOGNA

UNITED AS ONE FESTIVAL #3: D.R.I. + Wehrmacht + General Surgery + Guests - Kaleidos, Roviglio (RE), 30/06/2017
04/07/2017 (1321 letture)
Terza edizione dell'ancora una volta riuscitissimo United As One Festival, che dopo una pausa di due anni dalla scorsa edizione (con un'utopica line-up come Nuclear Assault, Ratos De Porao, Toxic Holocaust...) torna con l'esclusiva europea dei Wehrmacht, chicca assoluta della serata, e con i D.R.I. headliner. La location è ancora al Kaleidos di Poviglio (RE), e questa volta un tempo coperto e piuttosto ventilato ha favorito la location open air che si era rivelata un vero e proprio forno durante la scorsa edizione.

OPENING ACTS
Aprono le danze i First Brawl, dal nome di buon auspicio (circa), con un hardcore piuttosto aggressivo, con una voce shouted molto energica su una sorta di mix tra l'HC più classico e quello più moderno, che può ricordare Terror o Sick of it All e che risulta in generale piuttosto convincente, nonostante la location sia ancora deserta (dato l'orario, più che altro, essendo un venerdì).

Più melodici e “orecchiabili” sono invece i croati Deafness by Noise, che accompagnavano per qualche data i D.R.I. nel loro tour europeo. Partendo da una versione decisamente più rock 'n' roll di Agnostic Front e Suicidal Tendencies (tra i pochi gruppi che conosco e che posso lontanamente accostare), con qualche influenza Oi!, risultano divertenti sebbene non proprio nelle mie corde, dato che preferisco altre tipologie di hardcore.

Più metal-oriented è infine la proposta degli Slander, che per questa occasione presentano il nuovo LP prodotto proprio tramite F.O.A.D. Records, che ha organizzato anche quest'anno il festival. Generalmente ritmati, e con dei bei up-tempos a dare la giusta carica ai vari pezzi, risultano soprattutto convincenti sotto l'aspetto dei riff, incontrando bene anche i gusti del sottoscritto. Tra i gruppi di apertura dimostrano anche di avere una solida fanbase di amici e affezionati, sebbene l'orario ancora pre-tramonto non li abbia favoriti in tal senso.

GENERAL SURGERY
Show crepuscolare per i pathological deathgrinder General Surgery, formazione svedese originariamente in attività per poco meno di un lustro a cavallo tra la fine degli anni '80 e gli anni '90, quando si fece conoscere per il 7” Necrology, che per quanto fosse fondamentalmente un tentativo di imitazione dei primi Carcass, divenne un'uscita seminale per lo sviluppo del filone a tema medico-patologico, nonché uno dei lavori più degni di nota. Va anche detto, che seppur soltanto il chitarrista fondatore rimanga oggi della formazione originale, la reunion del 1999 – dalla quale hanno mantenuto un'attività studio e live piuttosto costante – è stata tra le più significative nel panorama swedish death metal, sia quantitativamente che qualitativamente, nonché per longevità e stabilità.

Attraverso gli anni il plotter musicale del gruppo è rimasto invariato, con qualche groove à la Symphonies of Sickness a scandire i passaggi tra il d-beat e il blast senza freni, riff coincisi e immediati, vocals gutturali (con occasionale uso di un pitch shift) qua e là intermezzate da scream a contrapporsi alle tonalità più basse del vocalist. Rispetto alla prima e scorsa volta in cui li ho visti, al Netherlands Deathfest di quest'anno, l'esibizione risulta un tantino meno feroce e la scaletta meno ricca, ma davvero poco di negativo si può dire circa l'esecuzione, e per fortuna, anche circa i suoni, praticamente ottimi durante tutta la serata, nonostante l'incognita dell'open air.

Rispettando il cliché scenico di questo particolare filone, i membri dei General Surgery indossano abiti da infermiere o chirurgo, opportunamente imbrattati di sangue, e anche gli strumenti -volutamente- tutti bianchi contribuiscono alla scenografia “medica”. Accanto al fondatore Joacim Carlsson (noto anche per la sua militanza negli Afflicted, in precedenza Afflicted Convulsion, formazione di culto del panorama svedese) troviamo ora anche Urban Skytt, fondatore dei leggendari Crematory di Stoccolma a completare il quintetto come secondo chitarrista.


WEHRMACHT
A sole ormai tramontato, il festival ha finalmente raggiunto il massimo della quota di presenti, ed indubbiamente lo show dei thrasher texani Wehrmacht risulta essere il più seguito in termini di interesse, e anche la situazione “fisica” si fa infine piuttosto violenta, come ci si poteva ovviamente aspettare. Nello specifico, il materiale scritto dalla band si limita essenzialmente a due album, praticamente tra le pietre miliari assolute del crossover/thrashcore: ogni pezzo suonato in setlist è un classico e va a segno, generalmente a velocità forsennate (tra le punte del genere), o risparmiando al massimo un po' di quel tiro su qualche chorus più da sing-along che è sempre appartenuto all'attitudine più scherzosa dei Wehrmacht.

Altra cosa che stupisce di album come Shark Attack e Biermacht, assieme alla velocità, l'intensità e la presenza di veri e propri blast beat, è di certo la notevole preparazione tecnica del gruppo (dimostrata anche in Cryptic Slaughter e Spazztic Blurr, con cui i Wehrmacht condividevano dei membri); a distanza di ormai 30 anni, perso in parte l'atletismo da stage, l'attenzione all'aspetto esecutivo non viene meno, per garantire intensità e potenza laddove, a quelle velocità, ogni sfasamento tra musicisti si paga in chiarezza. Certo, rispetto ai D.R.I. che saliranno sul palco di lì a breve si mostreranno evidentemente più precisi, sebbene il livello tecnico di questi ultimi sia nettamente meno impegnativo, ma poiché il punch ritmico ne è dipeso fatalmente, i Wehrmacht sono risultati giusto leggermente meno pesanti, per quanto molto più intensi.

Escluderei da questa considerazione esclusivamente la batteria: infatti dietro alle pelli Brian Lehfeldt dimostra un padronanza praticamente innata, senza considerare il peso storico della sua attività di pionierizzazione dei tempi più estremi nel thrash metal - lo stesso Harald dei D.R.I. tributa i Wehrmacht con un'invasione di palco piuttosto comica.Verso la fine del set, decidono di tributare la scena hardcore italiana, naturalmente molto stimata all'estero, con una cover molto riuscita dei Raw Power, ma chiudendo con una piuttosto trascurabile degli Iron Maiden, che si sarebbe potuta sacrificare per un altro classico originale (non che ne siano mancati, anzi...).

D.R.I.
Inizierei questa ultima parte dell'articolo ricordando la simpatia con cui Harald dei D.R.I., giusto prima dello show dei Wehrmacht, ha attaccato bottone con me e i miei amici mostrandoci orgogliosamente il suo libro fotografico Murder in the Front Row, una collezione di suoi scatti fatti nel periodo di nascita del thrash nella Bay Area: foto dal vivo di Metallica, Megadeth, Slayer, Possessed, Hirax... nel backstage, feste private e bizzarrie varie (tra cui un giovanissimo Lars Ulrich che sniffa cocaina attraverso il tubo di cartone di un rotolo di carta igienica esaurito) – un tipo davvero divertente e visibilmente appassionato.

Passando invece al resoconto del loro show, la non-calanche con cui calcano il palco è proporzionale soltanto alla loro pesantezza: nonostante la velocità dei pezzi, l'esecuzione appare naturale come respirare, sembra letteralmente di ascoltare il disco (compresa la voce di Kurt)! La notevole coesione fa sì che ogni riff colpisca nel pieno delle proprie potenzialità, e un inizio di scaletta completamente incentrato sui loro classici del primo periodo fastcore/thrashcore (Dealing With It!, Violent Pacification e il Dirty Rotten E.P.) è una vera e propria dichiarazione di sadismo verso gli astanti nel pit.

In particolare, la sezione ritmica non lascia prigionieri, e anche nei breakdown (come quello di Argument Then War, o dell'immancabile Beneath The Wheel) l'effetto è veramente distruttivo, complici anche i suoni ottimamente bilanciati, come durante il resto del festival. La scaletta è peraltro molto ben selezionata, esendosi su quasi un'ora e venti di set, equivalenti a un paio di dozzine di classici del gruppo, almeno! Anche in questo caso, i Wehrmacht ricambiano il supporto da lato palco portando birre cercando di distrarre i membri, piuttosto disinvolti nel gestire esecuzione e pubblico.

La sensazione è stata proprio quella di vedere un gruppo di veri e propri appassionati del genere, suonare con la professionalità che si richiederebbe a un gruppo leggendario del metal e hardcore, ma senza perdere quel feeling che ha animato l'intera esibizione, intensissima e con davvero poche pause. Come atteso, il finale (tra Mad Man, Couch Slouch, I Don't Need Society...) si trasforma in una violenza incontrollata sotto al palco, tanto che facilmente si riesce a strappare un encore.



terror 1967
Domenica 16 Luglio 2017, 13.55.25
65
GANG GREEN, luppol hardcore per pance gonfie.....
LAMBRUSCORE
Venerdì 14 Luglio 2017, 21.46.16
64
@d.r.i. Sì ,sono loro, ho controllato, comunque poi si erano spostati troppo sul genere Sick of it all, per me il migliore è quello che ho citato prima.
d.r.i.
Venerdì 14 Luglio 2017, 21.41.50
63
@Lambru: se sono quelli che penso io hanno fatto uno Split quest'anno con gli Agnostic Front
LAMBRUSCORE
Venerdì 14 Luglio 2017, 20.53.44
62
Voglio vedere se esistono ancora i Powerhouse, californiani, No Regrets per me è un gran disco, 1997
d.r.i.
Giovedì 13 Luglio 2017, 14.00.21
61
ottimi Ripcord, allora ci metto gli Yuppicide
LAMBRUSCORE
Giovedì 13 Luglio 2017, 12.20.31
60
Io ho 2 ristampe dei Ripcord, tanto per nominare qualche vecchio gruppo, avevo chiesto anche la terza, per avere la discografiga completa, purtroppo il negozio è chiuso da un po', comunque hanno fatto un ep poco tempo fa, cercatelo, molto spaccaculetti....
d.r.i.
Mercoledì 12 Luglio 2017, 18.47.10
59
Ah ritirato fuori anche i vinili prima stampa dei minor threat e the stupids
angus71
Lunedì 10 Luglio 2017, 9.38.22
58
grandissimi negazione e upset. raw power li conosco meno. in quanto a bellezza, diciamo che siamo dei (bei) tipi.
d.r.i.
Lunedì 10 Luglio 2017, 9.00.59
57
Beh di super gruppi negli '80 era pieno, all'estero mi vengono in mente ancora Impulse Manslaughter, Hype, Verbal abuse, Emils, b.g.k.,dr.know Ma noi italiani non eravamo da meno, anzi Negazione, Upset Noise, Raw Power e tanti altri (consiglio di leggere gli articoli di Metallized sull'argomento) spaccavano culi
Silvia
Sabato 8 Luglio 2017, 16.33.33
56
@terror 1967, esatto in your face e hc puro, come i Gorilla Biscuits e soprattutto i 7 Seconds che allora erano i miei preferiti del genere, hcpunk diretto e minimale . Ogni tanto lo riascolto e mi sorprendo ancora, 4 accordi in croce ma densi di ribellione e energia! @LAMBRUSCORE, non mi permetterei mai di mettere in dubbio la vostra avvenenza hahaha
Fabio Rasta
Sabato 8 Luglio 2017, 16.23.45
55
ricevuto
Raven
Sabato 8 Luglio 2017, 16.05.16
54
Se poteste evitare commenti con parole lunghissime sarebbe meglio, sballano il layout del sito, grazie
d.r.i.
Sabato 8 Luglio 2017, 16.04.34
53
A dire il vero io e Angus ci siamo conosciuti prima e abbiamo scoperto di essere quasi vicini di casa, Unia ce l'ho in casa sin da prima che facesse l'apparizione fugace come redattrice e il Lambruscore è amico di H.C.
Fabio Rasta
Sabato 8 Luglio 2017, 15.52.06
52
C'E' QUALCUNO DI METALLIZEEEEEED???????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Fabio Rasta
Sabato 8 Luglio 2017, 15.47.24
51
Scusate D.R.I., LAMBRUSCORE e ANGUS 71: ma in mezzo a 400 persone come avete fatto a beccarvi? X caso uno si è messo a gridare "C'E' LAMBRUSCOREEEEEE????. Tipo io lo avrei fatto se fossi venuto a Poviglio. Tanto si sapeva che c'era. Gridare C'E' DRI??? invece aveva poco senso... Avrei dato non so cosa x esserci anch'io. Anche a VASCO... Ma il mondo gira sempre + veloce....
LAMBRUSCORE
Sabato 8 Luglio 2017, 9.27.09
50
Specialmente i BETTER THAN A THOUSAND
LAMBRUSCORE
Sabato 8 Luglio 2017, 9.24.38
49
Grande Terror 1967, ascolta anche gli altri gruppi di Ray Cappo
terror 1967
Sabato 8 Luglio 2017, 9.03.16
48
YOUTH OF TODAY......Hardcore in your face!!!!!
LAMBRUSCORE
Sabato 8 Luglio 2017, 2.28.44
47
@Silvia, ma d.r.i. , Angus, sono de bei ragazzi, poi c'è il Lambru che è mooolto più bello, se non lo conosci cercalo su fb con un altro nome però....
Silvia
Sabato 8 Luglio 2017, 1.15.53
46
Hahaha, sgamati tutti, altro che Insted e Uniform Choice, lol!!!!
LAMBRUSCORE
Sabato 8 Luglio 2017, 1.12.23
45
@Silvia ,non fidarti , noi siamo qua solo per cercare le gnocche ,ahah,
Silvia
Sabato 8 Luglio 2017, 0.21.29
44
Ma gli Insted nella scena erano conosciutissimi allora!!! cioe' @LAMBRUSCORE stai citando gruppi che x me sono storici e mi fai venire un tuffo al cuore dai ricordi! Lo so che quella scena americana oggi si e' dispersa quindi adesso magari non dice niente a nessuno pero' x me ha avuto molto significato. All'epoca ascoltavo dai Maiden agli Exodus agli Youth of Today, quando la cosa non era tanto ben vista in realta'... che tempi pero', alla fine erano solo prese in giro ! (Scusa x l'intrusione @d.r.i. , hahaha!)
LAMBRUSCORE
Venerdì 7 Luglio 2017, 23.58.11
43
@d.ri. cosa ne dici di un gruppo che in pochi conoscono, ma che riff che avevano, gli INSTED !!!!!
d.r.i.
Venerdì 7 Luglio 2017, 21.31.21
42
I lethal sembrano attivi ma credo sia dal 2009 che non fanno nulla (ad nausea...qualchecosa)
LAMBRUSCORE
Venerdì 7 Luglio 2017, 13.30.16
41
Ma non si erano riformati i LETHAL AGGRESSION ??? Life is hard... era un bel disco, peccato non averlo originale...
galilee
Venerdì 7 Luglio 2017, 9.57.18
40
Troppo crossover per te Lambru
galilee
Venerdì 7 Luglio 2017, 9.55.51
39
Mah..io direi che Now è il disco da avere. Superbo.
d.r.i.
Venerdì 7 Luglio 2017, 8.40.18
38
@Lambru: vero hanno iniziato con il botto e poi sono calati, now carino ma niente di che, act of faith normale poi basta...finiti
LAMBRUSCORE
Venerdì 7 Luglio 2017, 7.46.48
37
Mucky Pup? Ho riascoltato qualcosa, mi piace un po' il primo ,credo sia il primo, del 1987, poi non li sopporto per niente, ahah
galilee
Venerdì 7 Luglio 2017, 1.00.56
36
Grandi Mucky pup.
d.r.i.
Giovedì 6 Luglio 2017, 22.41.29
35
Lambru, mi offendi? Ovviamente sia dei token entry che dei mucky pup (tranne live at mexicali) ho tutto. Qualche chicca minore l'ho presa allo stand della f.o.a.d. (Human gas, abuse, skitkids, bat (felix griffin) e altri...
Silvia
Giovedì 6 Luglio 2017, 21.51.03
34
No li conosco anch'io , ci mancherebbe!!! Dai 7 Seconda ai Gorilla agli Agnostici ai SOIA che ricordi anche x me
LAMBRUSCORE
Giovedì 6 Luglio 2017, 20.54.20
33
@Terror1967 ,ahaha, i Token Entry li conosciamo solo io e te mi sa, ho ancora Jaybird in cd, penso di averlo comprato appena uscito ed era già in offerta, da tanto che vendeva....
terror 1967
Giovedì 6 Luglio 2017, 20.12.00
32
io aggiungerei alla lista anche i mucky pup ed i token entry..... che anni ragazz mi vengono ancora i brividi.....
angus71
Giovedì 6 Luglio 2017, 13.37.17
31
Vero Silvia a me piace giudicare una band live. se mi convince dal vivo, allora merita di essere seguita. Credo che Lambru si riferisse al fatto che ero Venerdì allo United e Sabato a Vasco..
d.r.i.
Giovedì 6 Luglio 2017, 13.14.20
30
Se gli s.o.d. tornassero sul palco e riuscissi a vederli dopo quel concerto chiuderei con i live!
Silvia
Giovedì 6 Luglio 2017, 12.19.55
29
No angus, dai che siamo solo "diversamenti giovani" hahaha! Ma quanti concerti vedi perche'? Cmq sono d'accordo con d.r.i. al 23 e di quello che dice Billy Milano non mi fiderei mai, lol. Anche Dan Lilker la pensa cosi' e comunque lui e' sempre aperto sd un eventuale concerto
angus71
Giovedì 6 Luglio 2017, 12.13.56
28
comunque, effettivamente, l'utente d.r.i. è un top
angus71
Giovedì 6 Luglio 2017, 12.12.56
27
ancora poco e cedo. l'età è quella che è
LAMBRUSCORE
Giovedì 6 Luglio 2017, 12.07.48
26
@angus, ciao , ma sei uno stakanovista dei concerti, complimenti, io non ce la farei ai tuoi ritmi...
d.r.i.
Giovedì 6 Luglio 2017, 11.08.50
25
L'utente d.r.i. è il top
angus71
Giovedì 6 Luglio 2017, 10.48.45
24
Ottimi D.R.I. nel senso del gruppo e non l'utente... un piacere aver conosciuto Lambruscore. per il resto mi sono piaciuti più i general surgery rispetto ai wermacht.
d.r.i.
Giovedì 6 Luglio 2017, 7.43.49
23
Sì io dico pausa perché i gruppi hc sono cazzoni e di punto in bianco potrebbero tornare. Vedi spazztic blurr
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 23.52.45
22
@d.r.i. mi spiace dirtelo ma i S.O.D. sono ufficialmente sciolti da almeno una decina di anni, furono Scott Ian e Billy Milano a confermare la fine della band. E anche i Cryptic Slaughter da quanto ne so sono sciolti da almeno una quindicina anni, vado a memoria...
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 22.04.15
21
Beh di gruppi ce ne sarebbero, magari una reunion dei Negazione oppure gli Heresy. Io ho messo gruppi che sicuramente sono attivi; s.o.d. , cryptic, excel ecc ecc dovrebbero essere in pausa
rik bay area thrash
Mercoledì 5 Luglio 2017, 21.38.28
20
@Lambruscore, i leeway non li conosco, sorry .... considera poi che non sono un grande estimatore di tali sonorità. Certo ogni tanto agnostic front, cryptic slaughter ' convicted', crumbsuchers 'life of dreams' e poco altro .... Comunque è sempre interessante leggere i vostri post perché ognuno di voi ha un percorso musicale in ambito hard&heavy di spessore e si impara sempre qualcosa. Alla prossima.
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 21.27.55
19
@Lambruscore Excel e Accused li ho sentiti ma sinceramente non mi avevano esaltato, ma forse dovrei riascoltarli oggi. Crumbsuckers bello il primo, insopportabile il secondo chiamato B.O.M.B., un thrash blando e con poche idee, all'epoca li ascoltai tre o quattro volte poi lo accantonai. Cryptic Slaughter non erano male ai tempi di Money Talks, ma poi sinceramente anche loro li ho lasciati per strada. S.O.D. monumentali, la Bibbia del thrashcore, indiscutibili, punto !!
LAMBRUSCORE
Mercoledì 5 Luglio 2017, 21.11.48
18
@d.r.i , @Rik.. cosa ne direste dei Leeway che suonano tutto il loro primo album, Born to Expire ??
rik bay area thrash
Mercoledì 5 Luglio 2017, 20.21.13
17
Piccolo post se mi consentite. Non ero al concerto, ma : grandi i Wehrmacht di shark attack. Dei d.r.i. apprezzo crossover e thrash zone. @Lambruscore for president, per la scaletta proposta !!!
LAMBRUSCORE
Mercoledì 5 Luglio 2017, 20.09.45
16
@d.r.i. cominciamo a consigliare anche alcuni nomi tipo Excel, Crumbsuckers, The Accused, Cryptic Slaughter...ma come headliners, gli S.O.D. .....
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 19.09.39
15
L'edizione in musicassetta è la trasposizione ridotta di quella che avevano fatto tempo fa con 5 la + 2 cd che stupidamente non ho preso.
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 18.51.49
14
@d.r.i. ma va, davvero sei di parte ? Non l'avrei mai detto....
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 18.50.34
13
Io al banchetto della FOAD ho visto il boxset con la discografia completa dei Wehrmacht e una bandana mi sembra: l'avrei preso se non fosse che il formato fosse in musicassetta, e io non ho più il mangianastro da almeno due lustri...
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 18.03.18
12
@Elluis: vista comunque io le avrei prese tutte ma sono di parte. Per la cronaca indipendente dai gruppi presenti oltre a vari cd e vinili ho preso la maglietta dei Negazione"lo spirito continua"
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 17.54.16
11
Io ho preso quella nera con il logo simil-Slayer senza nessuna scritta, nè davanti ne dietro, bellissima ! Le altre mi piacevano meno, e quella classica con l'omino che poga l'avevo già presa uguale al concerto di 5 anni fa.
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 13.12.52
10
@Elluis: può essere, io l'ho visto appena entrato nella zona concerti Ah preso una bellissima maglietta da affiancare a quella di violent pacification, peccato che quella gialla di thrash zone era solo XL.
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 13.05.14
9
@d.r.i. in più di un'occasione ho avuto la netta sensazione che la maggior parte della gente che si avvicinava al banchetto, neanche lo riconosceva Brecht.
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 12.53.07
8
@Elluis: beh dai Brecht sta li con la gente che compera poco ma chiede foto e si stanca...a le minga pu se un giuinot. @Lambru: anca ti te se minga pu un giuinot. Io inizierei a dare consigli per lo UAO 4 e cioè Gang Green, Attitude Adjustment e Iron Reagan tanto per dire
tino
Mercoledì 5 Luglio 2017, 12.41.56
7
ps per la cronaca eravamo in quattro gatti anche a vedere i ryche, segno che comunque ormai certa roba ormai non tira più.
tino
Mercoledì 5 Luglio 2017, 12.37.25
6
Secondo me i dri, con tutto il rispetto, erano un headliner abbastanza “debole” e poco trasversale rispetto ad esempio ad i nuclear un paio di anni fa (in cui ero presente), quindi la scarsa affluenza di pubblico è spiegabile per questo fatto. Non sarei venuto comunque perché un paio di giorni prima c’erano i ryche a bologna, imperdibile (per me). La fila per strada comunque non era solo per vasco (abito a un paio di km dal luogo del concerto) perché il grosso è arrivato al sabato e comunque non ci sono mai state code degne di nota, il traffico è quello del venerdì sera verso il mare e si creano le congestioni nel nodo di bologna che causano rallentamenti. Comunque grandissimi dri, grandissimi queensryche, grandissimo Vasco e speriamo grandissimi lacuna coil sabato sera a Sabbioneta (mn).
LAMBRUSCORE
Mercoledì 5 Luglio 2017, 12.16.20
5
@d.r.i. è stato un piacere davvero, solo che io non sono più in forma come qualche anno fa, spero ci si possa beccare ancora in giro.
Elluis
Mercoledì 5 Luglio 2017, 11.40.55
4
Anche io venendo da Milano, ho beccato l'autostrada bella trafficata, penso per il concerto di Vasco a Modena il giorno successivo. Le prime band quindi purtroppo non le ho viste. General Surgery mi sono piaciuti, buona tecnica e buona esibizione, non mi è piaciuto il look copiato già da altre band tra cui i "nostri" Node e Lacuna Coil. I Wehrmacht sono stati come mi aspettavo, belli cazzari (in senso buono), si vedeva che erano contenti di stare sul palco a far casino, e infatti hanno fatto davvero un buon show, molto intenso e anche divertente. Il batterista una vera macchina da guerra. I D.R.I. mi sono piaciuti molto ma con delle riserve: in particolare non ho molto compreso il comportamento di Brecht, che anzichè stare davanti a fare il "frontman", spesso se ne stava nelle retrovie, appena davanti alla batteria lasciando davanti Spike e Harald; inoltre rapporto con il pubblico zero, neanche una parola di "chiacchera", molto freddo, del tipo "ok faccio il mio concerto, e poi mi levo dai maroni il prima possibile". Io ho avuto questa sensazione, ma magari mi sbaglio io, forse era solo stanco; infatti è risaputo che Brecht oltre a cantare, vende le magliette della band al merchandise, sia prima che dopo il concerto (lo vidi anche 5 anni fa a Milano) Spike e Harald invece hanno macinato alla grande, le loro smorfie e faccette erano assolutamente comiche. La vera nota dolente è stato secondo me il fatto che c'era poco pubblico, (400, 500 al massimo), secondo me perchè 30€ è un prezzo non proprio bassissimo, che per le band che c'erano ci stava, ma forse non tutti se lo sono potuti permettere: credo che in questa edizione gli organizzatori ci abbiano smenato, e mi dispiace davvero. Al prossimo United As One Fest !
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 10.48.51
3
Ah...ho conosciuto il mitico Lambru altra cosa degna di nota!!!
Unia
Mercoledì 5 Luglio 2017, 10.42.09
2
Confermo tutto
d.r.i.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 10.37.55
1
Gran festival, ottima ambientazione. Questo united as one stà crescendo bene! Un aneddoto, Kurt Brecht che vende le magliette è una scena mitica. Il bassista Harald Oimoen confermo è un pazzoide, molto socievole e simpatico. Purtroppo causa arrivo da Milano, sono arrivato alla fine degli Slander quindi non posso dare un giudizio su di loro. General surgery: bravini ma un pochino troppo monotoni. Wehrmacht: grandi, belli i loro pezzi, meno performanti sulle cover degli iron e sull'intro dei kiss. d.r.i.: IMMENSI, grande concerto, grande tecnica, grande scaletta, insomma un concertone
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Locandina
ARTICOLI
04/07/2017
Live Report
UNITED AS ONE FESTIVAL #3: D.R.I. + Wehrmacht + General Surgery + Guests
Kaleidos, Roviglio (RE), 30/06/2017
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]