Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
Clicca per ingrandire
Benedetti da Eddie
Clicca per ingrandire
Blaze risorto
Clicca per ingrandire
Blaze, foto recente
Clicca per ingrandire
Bruce Bayley
Clicca per ingrandire
Iron Blaze
Clicca per ingrandire
Maiden era Bayley
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

CONCERTI

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

19/11/17
ROCK TOWERS FESTIVAL
ESTRAGON - BOLOGNA

19/11/17
BACKYARD BABIES + GUESTS
LAND OF FREEDOM - LEGNANO (MI)

19/11/17
SOULS OF DIOTIMA
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

THE SUBSTITUTE - # 2 - Blaze vs. Bruce - l'insostenibile pesantezza dell'essere (il sostituto)
16/10/2017 (2312 letture)
Archiviata la puntata inaugurale di questa nuova serie, incentrata sui grandi sostituti incompresi chiamati a prendere il posto di personaggi importanti all'interno di band di spicco, eccovi la seconda. Stavolta, ad essere trattato è uno dei cambi più clamorosi e spiazzanti mai avvenuti, dato che a sostituire il totemico Bruce Dickinson all'interno degli Iron Maiden, venne chiamato un personaggio assolutamente inatteso, un classico unexpected guest il quale, immancabilmente, pagò alla fine un prezzo altissimo che probabilmente non gli competeva corrispondere.

MAIDEN IGRARE IL SOSTITUTO
Quando le voci sull'abbandono della corazzata Maiden da parte di Bruce Dickinson si concretizzarono, quelle che cominciarono a circolare sul nome del suo sostituto furono comprensibilmente tantissime. I papabili erano, come sembrava del tutto ovvio, da ricercare tra le ugole più in vista del panorama internazionale, dato che la corazzata di cui sopra necessitava magari di un periodo da trascorrere in bacino di carenaggio, ma era tutt'altro che in disarmo. Inutile ed off topic fare una lista di nomi più o meno leggendari, relativi a ciò che avrebbe potuto essere e non a ciò che è stato -dal mai effettivamente contattato Kiske a James La Brie- dato che ciò che qui ci interessa, è parlare della sorte del buon Blaze. Un cantante all'epoca dei fatti non accettato dalla grandissima parte del pubblico nel suo nuovo ruolo e, praticamente, mai messo nelle condizioni di ben figurare.

FEAR OF THE BLAZE
Dopo i Golden Years, l'inizio degli anni 90 aveva visto la Vergine preda di alcune turbolenze interne e di un evidente calo di ispirazione rispetto ai tempi migliori, peraltro ancora molto vicini. Lavori come No Prayer for the Dying e Fear of the Dark avevano segnato un distacco qualitativo molto netto rispetto ad un periodo che, del resto, durava forse da così tanto tempo a livelli incredibilmente alti, da dover per forza terminare. Complice anche l'abbandono di Adrian Smith che aveva già inferto un primo, duro colpo alle possibilità del gruppo. Il relativamente poco produttivo ritorno alle origini di No Prayer for the Dying prima, ed il miglioramento altrettanto relativo di Fear of the Dark dopo, erano quindi solo un accenno di quiete prima di una delle tempeste perfette del metal. Tanto perfetta che se ne parla ancora dopo lustri dalla sua fine. Le pulsioni soliste di Dickinson con gli intralci e le tensioni che queste provocavano all'attività maideniana, alla fine portarono difatti all'inevitabile separazione ed a tutto ciò che ne seguì. Insomma: così come già accennato in uno dei nostri articoli biografici dedicato alla storia degli Iron Maiden:

Gli anni novanta piombano in casa Iron Maiden con la grazia di un ciclone [...] con Bruce Dickinson che, dopo il 1992, abbandona la Creatura al proprio destino [...] il profilo tenuto dalla leggendaria Vergine di Ferro nei tre album che vanno dal 1992 al 1998 sarà certamente più basso rispetto alla sontuosa decade precedente, nella quale la corazzata britannica aveva detenuto la leadership assoluta, assieme a pochi altri colossi. L'aureo splendore lirico e musicale che aveva illuminato la volta celeste dell'heavy metal nel corso degli anni ottanta stava andando incontro ad un necessario e biologico periodo di svecchiamento e di aggiornamento: quello che rimaneva era costituito da dischi comunque piacevoli contenenti momenti importanti e degni di nota, nessun vero scivolone [...] anche se il trattamento riservato al povero Blaze Bayley non é stato dei migliori

Ed è proprio questo il punto nodale della questione: il trattamento riservato ad un cantante come Blaze Bayley, prima attratto in un vortice che, palesemente, non poteva essere in grado di dominare nelle condizioni in cui era chiamato ad operare, per poi essere letteralmente gettato via quando Bruce decise di rientrare alla base. E per "trattamento" non si deve intendere solo quello da parte di Harris, ma anche e forse soprattutto da parte di un pubblico che, all'epoca dei fatti, non lo accettò mai. Evitando di considerare, però, che non solo le nuove canzoni non erano in buona parte adatte a lui (e più ancora le vecchie), ma non liberandosi mai del senso di lutto per la vedovanza da Dickinson.

LA JOIA DI AVER SCELTO BLAZE PAVOLETTI
Il vero senso della scelta operata da Steve non sarà mai probabilmente chiaro fino in fondo. Una scelta che, parliamoci chiaro, non aveva alcuna possibilità di funzionare a lungo termine, a prescindere dall'indiscutibile impegno ed alla dedizione che il buon Blaze ci mise. Non senza insistere molto più profondamente su una strada che il primo album edito con lui aveva appena accennato. Il periodo che va da The Number of the Beast a Seventh Son Of A Seventh Son -con speciale riferimento agli anni 1984/1988- aveva difatti proposto una lunga teoria di canzoni che erano connotate da linee vocali, tonalità e "colori" interpretativi tagliati su misura per Dickinson. Ciò in tutti gli aspetti riguardanti la scrittura: dalla stesura delle linee principali delle composizioni, agli arrangiamenti, ad ogni parola scelta per i testi. Quest'ultimo aspetto è decisamente sottovalutato quando si analizzano questioni riguardanti i perché del successo "totale" degli Iron, specialmente in quegli anni. I testi, infatti, non solo riflettevano la preparazione culturale di Dickinson che gli permetteva di affrontare questioni storiche e non solo con una profondità ed un lirismo inconsueti, ma anche di scegliere una serie di vocaboli cuciti su misura per il suo modo di cantare chiaro, in un certo senso declamatorio. Con ciò dando ad ogni singolo termine un risalto che all'ascolto non colpiva certamente come la musica, ma che, inserito nel contesto generale, contribuiva al raggiungimento di quella rotondità, di quel senso di compiuto che ogni specifico pezzo prima ed ogni singolo album di conseguenza, riuscivano a comunicare. Qualcosa di talmente intimo e costruito da e per il suo predecessore, che Blaze non aveva alcuna possibilità nemmeno di avvicinare nella resa quando cantava i brani vecchi, o cantando canzoni nuove di spessore a questi nettamente inferiore. Anche per questi motivi e conservato intatto quel senso di smarrimento per la perdita di una figura come quella del cantante che aveva accompagnato l'esplosione planetaria degli Iron Maiden, che li aveva imposti come la più grande band metal del mondo, il pubblico si aspettava a buon diritto un sostituto d'altissimo profilo. E invece? E invece Steve Harris fece una scelta tanto rischiosa da essere addirittura sospetta. Un po' come se, tanto per continuare con i paragoni calcistici già utilizzati nella prima puntata della serie, la Juventus rompesse all'improvviso con Dybala e per sostituirlo acquistasse Pavoletti. Buon giocatore, per carità, ma non certo di primissimo piano e anzitutto dalle caratteristiche completamente differenti. Ci sarebbe da stupirsi se Pavoletti non riuscisse a svolgere i compiti de La Joya ed a deliziare con giocate spettacolari e gol nella stessa quantità? O ci sarebbe più da interrogarsi sulla scelta fatta dalla società e criticare quella, anziché il giocatore? Noi pubblico del metal (ma si potrebbe dire del pubblico in generale), però, ragioniamo spesso come quello dei tifosi e cosa accadde lo sappiamo tutti.

UN CANTANTE FUORI SCHEMA
Blaze "Pavoletti" Bayley si trovò davanti ad una scelta/non scelta, dato che non poteva che afferrare al volo la possibilità di giocare da titolare nella squadra più importante del campionato, esattamente come il centravanti ora al Cagliari accettò l'offerta del Napoli, senza sapere o considerare che l'allenatore non aveva alcuna intenzione di adattare a lui gli schemi della squadra. Ma pur essendo anche questo un argomento interessantissimo e potenzialmente utilizzabile a parte per un intero articolo dedicato, non è nemmeno questo il focus di questo scritto e di questa serie, che punta a stigmatizzare queste faccende osservandole dalla parte del pubblico. Ancora una volta: Blaze Bayley fece davvero così male nei Maiden, o piuttosto non venne mai messo nelle condizioni di poter dare il suo meglio? Ed il pubblico, si curò mai di prendere atto del fatto che Dickinson decise da solo di lasciare la band ed Harris & C., come detto, non si curarono mai di adattare tonalità e modo di scrivere alle caratteristiche del nuovo cantante? Non dimentichiamo che la (giusta) rivalutazione del singer di Birmingham è avvenuta quasi integralmente ex post, quando ormai vari anni erano trascorsi dalla sua brusca epurazione ed i giudizi potevano essere espressi a bocce ferme. Ma in diretta, per così dire, le cose andarono in maniera profondamente diversa. In pochi, nel 1994, erano disposti a considerare i Maiden come i veri Maiden senza Bruce, come se nessuno potesse occupare il suo posto senza commettere delitto di lesa maestà e senza considerare anche quanto l'assenza di Smith pesasse sulla scrittura. Da un lato, la cosa è comprensibile alla luce del carisma di alcuni musicisti che, sic et simpliciter, incarnano letteralmente la band e di conseguenza vengono spesso considerati insostituibili. Dall'altro, però, non si capisce perché a farne le spese deva essere stato in questo caso un onesto cantante, genuinamente appassionato di musica e vita on the road come Blaze che, di certo, non si presentò ad Harris armato imponendogli di assumerlo con la forza.

IL FATTORE X DELL'OUTSIDER VIRTUALE
Gli stessi dischi prodotti con lui, i tanto vituperati The X Factor e Virtual XI erano davvero così penosi o, pur essendo chiaramente nettamente inferiori al resto della discografia pregressa e futura (ma, specialmente il primo, può anche essere considerato non peggiore di almeno uno dei dischi successivi), contenevano qualcosa di buono in più rispetto a quanto pubblico e critica riconobbero? Ma ciò che ci interessa in questa sede, è che il nuovo cantante divenne il capro espiatorio, il facile bersaglio della fan base che spingeva per il ritorno di Air Raid Siren, che non avrebbe approvato nemmeno dischi di spessore più importante senza di lui od un sostutito di grido. Ed oltre a ciò, come spiegare non solo la scelta a monte, ma anche la fronda interna che lasciò il nuovo front-man alla mercè di tonalità che non tenevano quasi per niente in conto le sue, dal vivo ancor più che in studio, quasi a metterlo in difficoltà a bella posta? Eppure i Maiden erano sempre i Maiden. Solo mutati nella formazione come tantissimi, ma con il suo fondatore ancora nei ranghi e con le loro potenzialità magari non esattamente intatte, ma ancora almeno buone. Nella percezione della larga maggioranza, però, Blaze era un usurpatore, un carneade senza qualità (ma come il vero Carneade, in realtà non gli mancavano) e come tale, non poteva essere accettato, se non da parte dei nuovi ammiratori del gruppo raccolti durante tour condotti anche in posti che fino a poco tempo prima non sarebbero mai stati presi in considerazione. Eppure, in potenza ed al netto anche delle sue colpe -dal vivo tendeva a volte a strafare cercando di dimostrare di non essere da meno di Bruce- Blaze poteva offrire molte cose buone al nuovo corso se opportunamente assecondato e non ostacolato, a quanto pare, anche da incomprensioni caratteriali con altri membri della band. Intanto una grande dedizione alla causa maideniana ed alla musica; poi un tono molto heavy ed oscuro sfruttato solo per una frazione delle sue potenzialità e, soprattutto, una fame che solo gli outsider possono avere. Doti che andavano esaltate, non mortificate da composizioni che, certe volte, sembravano impostate ancora come se il vecchio cantante non se ne fosse mai andato o, a voler essere maliziosi, sperando che tornasse alla svelta.

CINQUE EURO SU BLAZE; UNDER
Blaze Bayley ha impersonato, suo malgrado, il classico personaggio rimasto schiacciato da un ingranaggio più grande di lui e poco supportato da un pubblico che, invece, avrebbe dovuto avere più rispetto per la figura di un uomo che aveva accettato di sfidare la storia, sapendo di rischiare moltissimo. Un perdente di successo, se vogliamo, un underdog anche sfortunato nella vita privata, ma che è riuscito, mentre passavano gli anni e dopo un periodo difficilissimo seguito all'allontanamento dagli Iron, a guadagnarsi quel rispetto che non ha mai ottenuto mentre vi militava. Fiero, caparbio, cocciuto ed innamorato della vita e della musica heavy. Al punto da continuare a farla anche dopo un'esperienza così traumatica come il licenziamento dal gruppo che gli aveva dato l'illusione di essere arrivato per poi essere rimpiazzato da chi aveva rimpiazzato, situazione che avrebbe distrutto artisticamente e non solo la gran parte degli uomini; questo è in sostanza Blaze Bayley. Un sostituto al quale sono stati fatti giocare due campionati da titolare in una squadra che non ha adeguato gli schemi alla sua presenza al centro dell'attacco, fischiato dagli ultrà ad ogni pallone toccato e poi venduto ad una formazione di "B". Ma quando si ama giocare più di ogni altra cosa, la categoria non ha quasi valore. L'importante è fare le cose con passione e questo Bayley lo ha sempre fatto. Tanto più che ha avuto la forza, come testimonia la sua carriera seguita allo split con la band che doveva lanciarlo tra i grandi, di tornare in serie "A". Magari a lottare solo per la salvezza, ottenendola talvolta in maniera tranquilla ed altre in maniera risicata, ma è tornato. Un giocatore sul quale scommettere cinque euro è sempre opportuno per un vero gambler virtuale. Risultato Under (dog).



Kappa
Venerdì 20 Ottobre 2017, 13.30.11
156
Cacchio ma Filippo non si tocca manco quando fa le marachelle, è una delle poche certezze sincere rimaste nel metal, ma come si fa COMEEEE? Mi iscrivo!
Silvia
Venerdì 20 Ottobre 2017, 9.56.40
155
@Kappa, sul forum gli utenti si possono contattare anche in privato naturalmente.
Silvia
Venerdì 20 Ottobre 2017, 0.54.50
154
Non ho Facebook ma perchè non ti iscrivi al forum così chiacchieriamo? Dai che in questo periodo stiamo litigando proprio x Filippone (x Paul la cosa è perenne, LOL), così mi dai manforte almeno tu, hahaha ! Scherzo, ci mancherebbe, e chiedo scusa x l'OT.
Kappa
Giovedì 19 Ottobre 2017, 23.40.10
153
x Silvia: Non so come si possa fare, ma possiamo sentirci su facebook o via mail, così non intasiamo qui
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 21.54.45
152
Ciao Kappa, no non sbagli, anche Phil è uno dei miei vocalist preferiti! Non ho ascoltato i dischi di Blaze ma su quello degli Architects of Chaoz Paul mi ha davvero stupito x la grande voce nonostante l'età, i problemi di salute e gli eccessi. Ok non mi dilungo oltre perche' l'OT è in agguato anche se la discussione è molto interessante .
Kappa
Giovedì 19 Ottobre 2017, 20.42.04
151
E comunque scusate l'OT, ma se prendiamo il disco degli Architects of Chaos, con un Di'anno anche messo male fisicamente, si magna tutti i dischi con Blaze e degli anni 2000 dei Maiden come niente fosse, PER ME. Il mio commento non esce così, ma leggendo cosa scrive la cara Silvia, con cui sembra che io abbia molti gusti in comune (sbaglio o anche te sei fan di Anselmo?)
tino
Giovedì 19 Ottobre 2017, 12.44.49
150
Secondo me la chiave di lettura si potrebbe anche intravedere osservando il periodo storico, dove il metal classico era ormai un genere tornato a livelli underground e quindi anche le grandi stelle degli anni 80 (tranne qualche eccezione) erano relegati a ruoli più umani e meno stellari. I priest hanno fallito non per owens ma perché hanno inseguito il trend industriale che faceva schifo ai vecchi fans e pure ai nuovi. Owens su proposte più classiche sarebbe funzionato a meraviglia. L’incupimento del suono è un’ipotesi plausibile, perché il grunge ritirandosi aveva lasciato sedimenti e incrostazioni che hanno intaccato un po’ ovunque. Ci sta quindi una proposta di rottura tipo blaze. Poi diciamola tutta, i maiden senza il lettering e le copertine di derek riggs sono azzoppati in partenza quindi quando mi sono visto quell’obbrobrio in copertina ho passato oltre alla grande. Inoltre non esistono non inglesi in una band che più inglese non si può, i maiden sono uno dei simboli di londra.
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.46.07
149
Infatti erano solo ipotesi perche' si dice che non volesse cantanti non inglesi e come gia' detto anche da altri qui sotto concordo con la tua idea, probabilmente c'era l'intenzione di un cambio stilistico poi naufragato
Mulo
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.45.40
148
Che poi Kiske se n'era andato dagli Helloween x fare un genere diverso dal metal...Cmq ha smentito più volte lui stesso questa storia del provino con i Maiden..
Mulo
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.36.40
147
Non me lo vedo Harris portarsi a casa personalità ingombranti come Kiske (dev'essere un bel peperino)o un Belladonna che ha cantato su 2 dischi epocali e simboli del thrash (come Kiske sui Keepers).Non avrebbe mai funzionato,poi non sono britannici.La mia idea è che Steve voleva "incupire"il suono dei Maiden ma X Factor non ha sfondato del tutto ed allora ha iniziato a pensare come poter richiamare Bruce nella band...
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.31.09
146
@Mulo concordo in parte perchè un Kiske o un Belladonna secondo me sarebbe stato accettato col tempo, magari. @Obscure, x cortesia leggiti i miei post prima di rispondere a vanvera. Comunque ripeto, argomento chiuso, x chi sa leggere ho espresso abbondamente le mie opinioni che non hanno niente a che vedere con le tue risposte non pertinenti. Si è capito che detesti Paul Di'Anno, tranquillo
Mulo
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.18.40
145
Bruce ha cantato sui dischi più di successo (e amati dai fan)x circa 14 anni, per cui secondo me anche se sceglievano il miglior cantante e frontman sarebbe stato comunque un flop (vedi i priest con Ripper).Nei Maiden non puoi sostituire Bruce,Steve o Murray/Smith,non sarebbero più loro.
ObscureSolstice
Giovedì 19 Ottobre 2017, 10.16.51
144
Vabeh Silvia, continui a negare dalla prima all'ultima parola come per impietosirlo e giustificarlo anche sui fatti piu' recenti che ci giri attorno, l'antipatia se l'è tirata da solo come la zappa sui suoi piedi in tutto questo tempo e la gente prende considerazioni e distanze, e non si dice nessuna favola su di lui sono tutte documentate con le sue interviste, dichiarazioni negli anni e vari video dove nei live offende i Maiden e Dickinson visto anche dal vivo che lo faceva perché invidioso a non reggere il confronto e la gente preferisce Bruce a lui, non è neanche diplomatico, potrebbe non tirare in ballo chi non l'ha mai nominato in ormai 40anni e dove lui ci mangia ancora. Comunque non parlerò piu' di lui, vai piuttosto ad ascoltarti gli ultimi dischi di Blaze Bayley omonimo se non l'hai ancora fatto e sturati le orecchie. Gran bei dischi...anche nelle difficoltà. Tuttavia...rimanendo in tema di frontman non accettati anche Dickinson inizialmente lo era appena arrivato perché i vecchi fan erano ancora attaccati al ciuco di prima Paolo, dopo l'hanno accettato per forza di cose per aver tirato fuori i piu' grandi capolavori di sempre
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 9.59.45
143
@Quello che si offende, in effetti hai ragione, potrebbe essere ma Bruce ha anche una personalita' straordinaria come frontman e secondo me lì è davvero impossibile sostituirlo perche' dai video che ho visto riesce ad instaurare un feeling con il pubblico che pochi hanno. Insomma un po' l'elemento centrale dei Maiden dal vivo. X fare un altro paragone (ripeto senza voler andare OT, solo un esempio) nel caso dei Van Halen la stella sul palco non era solo David Lee Roth ma anche Eddie, quindi probabilmente il cambio è stato in parte meno traumatico grazie a questo fatto (anche se Hagar secondo me si è dimostrato ben all'altezza della situazione a differenza di Blaze)
Quello che si offende facilmente
Giovedì 19 Ottobre 2017, 9.22.37
142
Secondo me Blaze nei Maiden non ha funzionato perché Harris ha incoscientemente bypassato il fattore live(i Maiden sono una tra le più grandi live band del pianeta)e nessuno di loro si è premurato di aiutarlo, se avessero abbassato l'accordatura delle chitarre di certo non avrebbe stentato con la voce, tutti (forse) sarebbero stati più contenti e (forse) le cose avrebbero preso un altra piega.
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 9.17.14
141
@Quello che si offende, certo sule carriere dei 3 non discuto assolutamente e sullo stile o talento ci mancherebbe, ognuno ha le sue opinioni e gusti. Credo di aver spiegato cosa intendevo. Fra l'altro ribadisco che il buco nell'acqua di Blaze con i Maiden secondo me è dovuto esclusivamente ad una questione stilistica e di personalità. Infatti con i Wolfsbane secondo me era perfetto. Poi il successo dipende anche da altri fattori. Senza voler riandare OT io paragono Blaze nei Maiden a Bush negli Anthrax, con le dovute differenze chiaro.
Quello che si offende facilmente
Giovedì 19 Ottobre 2017, 8.55.08
140
Cmq Silvia le carriere parlano chiaro, e non c'entrano i rumors o gossip che dir si voglia...poi per carità anche a me piaceva molto Di Anno sui due album dei Maiden(anche se preferisco Bruce), ma il divario artistico tra i due è incolmabile, mentre Il buon Blaze da solista e decisamente molto ma molto più bravo e convincente del vecchio ciuccattone che ormai è diventato DI Anno.
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.59.01
139
Sì hai ragione Raven ho letto il tuo messaggio dopo. Niente Metallica certo, hahaha
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.56.58
138
@Metal Shock non mi pare di difendere nessuno se leggi i miei post. Quello che voglio dire è che non si può costruire un castello di accuse basato su una dichiarazione ingigantita, x lui e x altri. Ti posso citare tantissime interviste in cui loda Bruce e altre in cui ammette i suoi errori e i suoi vizi mentre sul contrario ci sono solo un paio di esempi. Non è neanche vero che abbia costruito la sua carriera sulle cover dei Maiden, ha fatto pure quelle ma ha avuto tantissimi altri progetti, che a me x prima non piacciono e che non hanno avuto successo. Sugli AoC ci sono accuse a vicenda fra i membri del gruppo. Ma come possiamo noi decidere chi ha ragione? Piuttosto la questione è che oggi basta un commento su YouTube ripreso da tante fonti ed ecco "la verità" mentre poi quando ti documenti scopri che i fatti sono andati diversamente. Ed è anche vero che nel tuo caso e in altri (vedi commento di Obscure) quando una persona vi sta antipatica o non rientra nei vostri canoni morali apriti cielo e non leggete bene neanche i post. Comunque spero di essermi spiegata. Scusate l'OT.
Raven
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.51.43
137
Vedi commento 91
Quello che si offende facilmente
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.48.58
136
Raven e falla na puntata Dickinson VS Di anno! Dai dai! Cmq scherzi a parte le carriere parlano e valgono più di 10000 discorsi...Bruce sempre al top(o quasi) e con un disco Chemical Wedding da capolavoro del metal, l'altro ridotto a suonare nelle birrerie, mezzo ciucco,svociato e pure falso invalido...Blaze invece dal punto di vista umano massimo rispetto, malgrado i tremendi colpi del destino è ancora in pista.
Raven
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.40.07
135
In un mio commento precedente ho sottolineato come qualche paragone sia inevitabile e ci possa stare, ma il concetto di OT è semplice: post che non hanno alcuna attinenza con l'argomento dell'articolo. Parlare di DiAnno senza relazione con Bayley (è lui il soggetto dello scritto) rientra in questa casistica. Diversamente -e se ci seguite assiduamente sapete che è così- in alcune occasioni si creano discussioni da forum interno che vanno per fatti loro, rendendo quasi inutile la presenza dell'articolo. E' semplicemente una questione di ordine, non di repressione., un po' come in certe recensioni ad un certo punto spuntano sempre fuori i Metallica anche se si parla di AOR. E NON COMINCIATE A PARLARE DEI METALLICA, ORA!!!
Metal Shock
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.32.23
134
Dei tre cantanti dei Maiden DiAnno, come voce, restera` sempre il mio preferito, ma come uomo non posso che essere d`accordo con Obscure e Klostri: basta vedere come Blaze dopo i Maiden si sia costruito una sua rispettosa carriera solistsa, mentre Paul e` passato attraverso mille progetti uno piu` inutile dell`altro, ed oggi come da anni cerca di sopravvivere continuando a cantare, si fa` per dire, le canzoni de primi due album degli Iron. Purtroppo e` riditto a carcassa umana, ma se l`e` cercato lui. Nessuno dice niente contro Bkaze, un motivo ci sara`. Silvia ti rispetto, ma se si tratta dei tuoi idoli li difendi semore e comunque, affermando sempre che le notizie infamanti su Paul (come altri...) sia sempre gossip, quando ci sono interviste e video a testimonianza, ammettendo per vero solo quello che dici tu. Ma ti.sei mai chiesta perche` tantissimi criticano la persona DiAnno, aporezzato come cantante???? Possibile che tutti distorciamo la verita`, che tu sostieni??? Non mi alzo la mattina e critico Paul tanto per fare, ne` mi baso su gossip, ma su notizie ed interviste e su fatti di cronaca, ultimo quello degli Architet of Chaoz, innegabile!!! Adoro DiAnno come cantante, ma l`uomo e` una m...a, Blaze sara` peggio come cantante ma meglio di certo come uomo!!!
Silvia
Giovedì 19 Ottobre 2017, 7.13.32
133
@Obscure non si può parlare del "si sa" se non si documentano le affermazioni perché allora confermi che sono chiacchiere. Comunque, ho già espresso la mia opinione (x chi sa leggere serenamente )
ObscureSolstice
Giovedì 19 Ottobre 2017, 1.08.50
132
C'è chi te lo ha confermato anche nei commenti sottostanti e confermo...sono cose ormai che si sanno, passate da anni, e non costruzioni fantasiose come affermi per negare. Non avrebbe motivo di avere tutto questo rancore verso loro se non per causa sua, alla fine ognuno si fa la propria vita dopo. Come ha fatto Blaze, che non ha mai avuto questi risentimenti dopo aver lasciato i Maiden. Anche rik conferma quando dice che l'early days è un dvd montato a dovere, non possono permettersi di fare polemiche pubbliche in un dvd ufficiale, e non per forza devono dire tutto ma proprio tutto degli avvenimenti con ex compagni che possono tenerli per loro, c'è bisogno di dirlo?
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 23.47.43
131
@Obscure ma x favore! Non è che x insultare Di'Anno ti inventi pure le cose che io avrei scritto, ma che atteggiamento è, dai.... A me sembra assurdo avercela cosi' tanto contro una persona che tra l'altro è la prima ad autoinsultarsi x il suo carattere e i suoi errori. Ma dimostri proprio di non averlo mai sentito parlare e di credere alle chiacchiere, guarda non c'è gusto a discutere con insulti e travisamenti e alla fin fine poi sono persone che non conosciamo! Sinceramente non capisco tutto questo livore da dover travisare cio' che ho scritto, ma dai, qui si va ben oltre lo scambio di opinioni e non mi interessa proprio percio' io la chiudo qui, anche perchè giustamente il topic è Blaze. Un'ultima cosa @Raven, pero' concordo con klostri quando dice che è inevitabile sforare un po' in argomenti affini anche perchè altrimenti la discussione si esaurirebbe in qualche post
ObscureSolstice
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 23.10.15
130
@Silvia commento 124: Così dicendo segui solo DiAnno...(1980-1981) Ora siamo al 2017...nono dai...Silvia hai detto tu un sacco di cose che vanno contro la realtà dei fatti come giustificarlo per qualsiasi fatto e difenderlo a spada tratta anche addirittura al motivo primario dell'uscita della band...questo è fuorviante...cioè non ci vuole molto per i casini che ha fatto e l'inutilità che ha portato alla band (lo stiamo dicendo anche tra le righe), è come quando una coppia non va d'accordo ed è meglio dividere le proprie strade...ora inventiamoci pure che se ne sia andato da solo con le sue gambe perchè lui è un "rocker"(eh??chiiii???si crede di essere i Saxon???)...un figo...un ganzo...un artista rispettabile ahah..quasi anche più di Steve Harris l'inventore. Dai...Potrebbe dirlo anche @Raven per esperienza ciò che ha detto DiAnno e con quali appellativi in tutti questi anni ha riempito malamente il metal, i Maiden ai live e pubblicamente alle riviste...che l'ha anche incontrato. Ha la personalità del bambino dell'asilo, non ammette le cose di essere lo stronzo di turno che è e fa credere di essere quello che non è. Ormai non gli crede più nessuno (solo Silvia), non può fare la vittima. L'antipatia se l'è creata da solo perchè se si fosse comportato diversamente dagli anni '80 fino ad adesso nessuno avrebbe detto niente, anzi valrebbe molto ma molto come persona e artista e si direbbe tutt'altro. Basta vedere la cosa più recente cosa ha detto dell'ultima band gli Architecs of Chaoz che l'hanno mollato e lui dice che gli avrebbe impedito di tenersi il nome (profittooo soldii) augurandogli di andare al diavolo (e grazie..)...che poi manco fosse la sua band (come si permette??), sono loro che l'hanno chiamato e dovrebbe ringraziarli, invece niente ha litigato pure con loro bravo ahah, e si saranno anche pentiti. Uhm..quindi a pensarci bene si sarebbe appropriato degli Iron Maiden come una casa popolare se ne avesse avuto la possibilità Stile DiAnno, che ladro. Li offende ma solo per invidia per quello che non è diventato lui. Le scuse stanno a zero. La vera persona di Paolo DiAnno è questa. W Bayley, lui si che è un uomo e non il monopalla Paul
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 22.24.11
129
@klostri, anch'io divago facilmente
klostridiumtetani
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 22.16.27
128
@Raven io capisco le tue ragioni , ma come ho già detto credo sia normale , che un argomento si dipani (anche involontariamente) su territori non di comopetenza, ma comunque affini. Sembra di essere a scuola , con la maestra che ti bacchetta perché giri lo sguardo mentre spiega... I.M.O ovviamente, ci mancherebbe. P.S. ho sempre il terrore di dire qualcosa di sbagliato , e ogni volta che devo inviare il commento , resto li almeno 10 minuti a pensare :" Ma sarà OT o IT ? ".
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 22.03.52
127
Hahaha @Raven, immagino. Chiedo scusa
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.56.30
126
Capisco la dedizione, ma vi assicuro che ogni dieci richiami a restare IT non vinco niente, potete anche lasciar perdere
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.54.10
125
Obscure ma infatti, non sarà l'Early Days ma è una cosa documentata, questo è il punto, mentre su Paul ci sono un sacco di ricostruzioni fantasiose. Sono d'accordo ovvio che l'Early Days possa essere costruito, anche se le parole su Paul sono molto pesanti quindi perché non dovrebbe essere vero? E lui stesso è molto critico nei propri confronti
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.49.00
124
@Obscure di quali fatti parli? Nessuno di noi era in quella stanza in cui decisero di separarsi quindi dobbiamo basarci sulle dichiarazioni degli interessati. Io ho la mia supposizione e l'ho già espressa al commento #120 ed è basata sulle tante interviste a Steve e a Paul (avanti, togliamo fuori l'Early Days che non ti piace ). Si percepisce che tu non sopporti Paul, il che lo posso capire, ma quando riporti i fatti non e' corretto citare solo la campana che si avvicina alle tue preferenze. Con questo credo di aver espresso chiaramente ciò che penso che ripeto non vuol essere un convincimento né una sterile polemica. Su Bruce e Blaze Base non mi esprimo perché la cosa non l'ho seguita.
ObscureSolstice
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.47.22
123
concordo @klostri al commento 109 che Blaze su resa live era abbastanza discutibile, più che altro varie stonature e resa di voce sottotono, su disco invece è mooolto meglio. E' proprio per questo che l'artista va giudicato non solo su disco ma anche dal vivo...Ti ricordi quando un fan gli ha sputato addosso a un concerto? Non sarà su l'early days o dvd documentario, ma è successo, si trova come video amatoriale ma è realtà dei fatti da anni e prova inconfutabile, non invenzioni del web cattivo.
ObscureSolstice
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.31.22
122
quindi domanda secca. @Silvia: per quale motivo è andato via Paul DiAnno? e perchè è andato via Blaze Bayley? lasciando perdere l'early days part I, II o quel che sia il dvd su cui ti affidi come verità invalicabile, montato con maestria ma sebbene sempre un dvd, ma basandosi sulla realtà dei fatti umana. Aggiungerei anche a questo punto: secondo te perchè era andato via Bruce Dickinson? Forza..sentiamo
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.24.43
121
Steelminded c'è un solo video in cui se la prende con un fan che urla Bruce Dickinson ad un suo concerto e poi uno in cui sbraita dicendo che l'unica droga nei Maiden era l'aspirina x il mal di testa, LOL. Guarda neanch'io parlo x mio gusto, perchè sono di parte dato che adoro la sua voce ed era il mio mito da ragazzina (senza sapere chi fosse veramente, quindi crollato miseramente) però non capisco questo accanimento gossiparo nel riportare solo una o due cose a effetto
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.17.46
120
@rik ma a me sembra assolutamente plausibile che lui con i suoi vizi non potesse reggere i ritmi ferrei dei tour e che non fosse professionale a livello di attitudine... È anche una persona dal carattere aggressivo quindi immagino che non fosse esattamente facile gestirlo personalmente credo che la direzione musicale c'entri fino ad un certo punto ma queste sono solo supposizioni. Con i post precedenti volevo solo evidenziare il dilagare di disinformazione che spesso circonda queste persone e credo che ora Raven verra' fuori con la frusta perchè siamo OT . X quanto dai sempre di sostituti dei Maiden si tratta
Steelminded
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 21.11.05
119
Silvia a me sta simpatico dianno e adoro la sua voce nei primi due album... però stiamo ai fatti che sono quelli che ti ho detto io e che ti ha scritto klostri... i video in cui lui smerda Bruce e i Maiden sono su youtube... Poi si può anche pensare che abbia le sue ragioni per farlo... di sicuro a me sta più simpatico lui di Bruce, che mi sta anche un po sui maroni, ma la storia è un altra cosa mi sa...
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.57.14
118
@rik certo ma il brindisi a Bruce l'ha fatto in un festival... a Steve ne ha dette di cotte e di crude come persona ma ha anche avuto parole di gratitudine e sono interviste in cui non le mandaca a dire hahaha
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.54.11
117
@klostri, io non parlo delle cretinate che scrive la gente ma delle tonnellate di interviste ai personaggi, non c'è solo l'Early Days. Poi che abbia una fedina penale sporca lunga km e che abbia commesso reati disgustosi non ci piove ma è un altro discorso. Comunque ripeto, nessuno da convincere tanto sta antipatico a chi non lo ama e (cosa che io reputo assolutamente puerile) si è sempre pronti a denigrarlo x confronto con Bruce quando sono due artisti con talenti molto diversi fra loro.
rik bay area thrash
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.53.43
116
@Silvia, tieni anche presente che essendo un video 'ufficiale' difficilmente avrebbero pubblicato tutti gli screzi (per usare un eufemismo) che ci sono sicuramente stati tra gli iron e di anno. È possibile che almeno ufficialmente abbiano dato un'immagine da 'amiconi' del volemose bbene . Gli iron maiden sotto certi aspetti sono molto ferrei. Cioè tengono molto alla privacy della band. Guarda solo alla scelta di blaze chissà se mai sapremo realmente questa scelta a cosa fu dovuta ...
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.48.23
115
Si' certo documentata dal gossip . Comunque capisco che non ci sia storia, pochissimi si prendono la briga di andare alla fonte dei fatti. A me interessava solo esprimere la mia opinione e riportare alcune cose facilmente rintracciabili. Non devo convincere nessuno ne' andare avanti con sterili polemiche e del resto un personaggio come Di'Anno sta antipatico a molti che lo vedranno sempre e solo in un solo modo. Ma non è quello corretto.
klostridiumtetani
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.46.34
114
@Silvia , mi dispiace , ma questa volta hai toppato ! Paul ha detto che non voleva continuare con i Maiden , solo dopo esserne stato cacciato ! Come a dire : " No ragazzi! non mi hanno buttato fuori , perché me ne sarei andato io! " . Troppo comodo così. Voleva apparire come come L' "uomo tutto d' un pezzo" , che in realtà non è mai stato, e far credere ai "boccaloni" che in fondo la scelta era sua e non dei Maiden. Poi ti posso dire che su "Early Days" dice delle cose "ad hoc" , solo per il contesto del documentario, ma ti assicuro che di merda sui Maiden e su Bruce ne ha sparate a tonnellate! Ricordo che in occasione del concerto di Brixton (se non erro) , organizzato dagli Iron per raccogliere fondi per la malattia di Clive, ebbe il coraggio di dire (a distanza di anni) che i soldi non sono mai stati recapitati al destinatario , e gli Iron si erano tenuto tutto! Cosa assolutamente non vera, e due giorni dopo è venuto fuori lo "scandalo" che era stato arrestato per essere stato scoperto e accusato come finto invalido! Credo la dica lunga sull' affidibilità di quest' uomo. E' finto come una banconota da tre euro!
Steelminded
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.43.01
113
Silvia ma che stai addì... dianno è stato gentilmente accompagnato alla porta, sebbene in early days lui/loro la spacciano come una scelta consensuale... almeno io così la leggo. Dopodiché lui non ha fatto altro che buttare merda su Bruce... e questa ultima è storia documentata.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.33.56
112
@rik bravissimo, si vede che sai di cosa parli e che probabilmente hai vissuto quei tempi ma vorrei sottolineare che lo stesso Paul è stato il primo a dichiarare che non voleva mancare di rispetto ai fans salendo sul palco strafatto e senza poter dare il 100%. Però allo stesso tempo non era la vita che sognava, andare a letto presto, stare sobrio e avere l'agenda fitta di impegni e meeting. Lui disse che voleva essere un rocker, appunto, e giustamente i suoi vizi mal si combinavano con la tabella di marcia della band. In piu' la direzione intrapresa con Killers non gli piaceva. Infine, guardate cosa dice del lavoro di Bruce su TNOTB, rimase senza parole. Ripeto, non basatevi sulle dicerie di internet o su momenti di nervosismo che una persona puo' avere alle solite domande.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.25.27
111
Ma perchè non guardate l'Early Days 1 dove ci sono tutte le spiegazioni degli interessati incluso il manager e il fonico? Piu' chiaro di cosi'. @klostri, ma Paul non voleva più continuare neppure lui non solo x i ritmi e il rigore dei tour ma anche x la direzione musicale. E non è vero che ha denigrato Bruce anzi c'è il video in cui lo omaggia in un festival e chiede al pubblico di fargli un brindisi come un auspicio x guarire dal cancro. Dai non credete agli anonimi che spargono zizzania, oggi si puo' risalire alla fonte. Cosi' come Blaze ha detto che gli ci son voluti anni x riprendersi dal colpo di essere mandato via dai Maiden.
rik bay area thrash
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.22.40
110
Che di anno fosse un elemento 'disturbante' all'interno degli iron maiden si è saputo solo dopo la sua estromissione dalla band. Dalle dichiarazioni rilasciate anni dopo era emerso che paul non si riteneva un metallaro bensì un rocker. Poi c'è naturalmente il discorso dei suoi 'vizi' che andavano in direzione contraria a quello che era il modus operandi della vergine di ferro, cioè impegno, dedizione e rispetto per i fan nei live. Che stia antipatico a molti non ve dubbio, però ha interpretato ( nei primi due album dei maiden) lo spirito di quella che era la rinascita della musica dura. Dickinson fu un'ottima scelta, in seguito la sua sostituzione un po meno ....
klostridiumtetani
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 20.05.44
109
@ObscureSolsice, tutto vero quello che dici, ma saprai meglio di me , che la resa "live" dei due era totalmente su pianeti diversi. Paul, con tutte le sue "bizze" riusciva a portare a casa ottimi live, Blaze , al contrario , faceva pena. Credo sia un dato abbastanza "oggettivo". Io a Blaze ho sempre contestato questo. Con i Maiden in sede live ha sempre fatto pena, in studio invece, è un altro discorso. Ma era evidente che non poteva continuare così. Se Paul non avesse avuto i problemi che tu hai citato, forse sarebbe ancora nei Maiden (anche Steve mi sembra che abbia detto che non voleva cambiare cantante, ma è stato costretto dall' inaffidabilità di Paul), Blaze invece è stato chiaro fin da subito che non poteva continuare. Io anzi apprezzo anche l' "eleganza" con la quale è stato estromesso dalla band, in quanto credo che molti all' interno dei Maiden avrebbero molti "sassolini nella scarpa" da tirar fuori, ma non l' hanno mai fatto per rispetto della persona e dell' artista.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 19.57.17
108
@Obscure hai scritto un papiro zeppo di imprecisioni su Paul, raccattate forse dai commenti faziosi su YouTube da parte di gente disinformata che 30anni dopo ha ancora interesse a tenere in piedi queste diatribe sterili, LOL. Fortuna però che oltre al gossip oggi ci sono i video in cui si possono sentire i diretti interessati x fugare ogni dubbio. Faresti prima a dire che Paul Di'Anno ti sta antipatico e non lo sopporti quindi ti piace dargli addosso . Chiedo scusa x l'OT.
ObscureSolstice
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 19.44.49
107
Notare come in alto sulla sinistra una foto con Bruce e Blaze. Come dire senza rancore e cazzate di alcun tipo. Ma esiste una foto con un componente dei Maiden con Paul DiAnno? Non esiste! Chi è causa del suo male pianga sé stesso. Non si sono più incontrati e visti, solo che la differenza è che DiAnno ha sempre preso per il culo Bruce (non al contrario): il "ballerino", i Maiden, tutto il genere e la comunità metallica per poi tornare a far metal quando gli serviva a convenienza come guadagno per pagare le bollette, il finto invalido e li mortacci sua, invece i Maiden non l'hanno mai piu' interpellato, chiamato o solo nominato da quando e' uscito dalla band, da gran signori non hanno mai risposto ai suoi insulti e critiche. Paolo DiAnno come da giovane, anche da vecchio non è cambiato di una virgola. È sempre stato una persona inaffidabile, un poco di buono prima e dopo, ha sempre messo al primo posto il divertimento e unicamente agli interessi su cio' che gira attorno a Paolo DiAnno e basta. Un arrogantello da strapazzo. Non gli e' mai importato che stare in una band con un gruppo significa prendere un impegno e portarlo a termine avere perseveranza e costanza ad andare in sala prove a provare e provare e interessarsi, ma lui pensa di fare quello che gli pare e stare sempre al bar a bere e non fare niente, lui un coglione. Gia' dire che non ha mai avuto una band vera e propria in tutta la sua vita, solo split e collaborazioni a breve termine e basta. La gente non pensa a queste coe, non l'ha ancora capito realmente, pensa solo ai primi due dischi vantandolo. E' stata una fortuna che l'abbiano mandato via. Dopo sono diventati ancora più forti di prima
klostridiumtetani
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 17.28.41
106
@Mulo, può anche essere che fosse stata una canzone del periodo Di Anno , come ho detto non ricordo, ma l 'hai mai sentito cantare una Running free dal vivo, che di certo non è un pezzo che richiede chissà quale tecnica? Faceva pena uguale. A me infatti quello che stupisce, è che siano riusciti a fare un bell' album come XFactor (perlomeno in studio , anche se dal vivo le "sue canzoni" hanno una resa superiore ai classici). Comunque se posso raccontare un aneddoto (altrimenti bannatemi) , ricordo che a una data dell ' XFactour, esattamente al palazzetto di Pordenone, riuscii a trascinarci un mio amico, fan sfegatato di Vasco, che non aveva mai sentito gli Iron e alla fine del concerto , con lo sguardo stravolto , mi disse :" Cavolo! E' stato davvero il concerto più bello della mia vita! Mai visto niente del genere!" . . . non sapevo cosa rispondergli, ero imbarazzato. E il bello è che me lo dice ancora oggi. Quando si dice "i gusti" .
Mulo
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 17.12.00
105
chissà in che modo sarà stato colpito visto che Blaze non ha ne la voce adatta ne l'estensione x cantare The trooper in maniera convincente...Magari era un pezzo dell'era DiAnno.
klostridiumtetani
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 16.50.31
104
Si @rick bay , e ricordo un' intervista in cui Steve disse che proprio durante una delle date di quel tour, sentì per caso Blaze nel camerino che cantava una canzone degli Iron (non ricordo quale, forse the trooper) , e (parole sue) rimase "colpito" . E' grazie a quell' episodio che quando si presentò la necessità di sostitutire Bruce , lui aveva già le idee abbastanza chiare . Per quanto riguarda gli altri candidati , non credo siano fonti ufficiali, in quanto i Maiden hanno sempre affermato che furono molti , ma non avrebbero mai fatto i nomi. Poi non so posso sbagliarmi , ma questo è quello che mi risulta.
rik bay area thrash
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 15.12.07
103
I wolfsbane supportarono gli iron maiden per una serie di date inglesi, scelta che fu fatta proprio da harris, naturalmente prima che blaze entrasse a far parte della vergine di ferro. Altri candidati, tra i tanti nomi che successivamente emersero, erano quelli di doogie white, steve grimmet e di jon derevill .... fate un po voi
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 14.41.15
102
@tino spiegazione molto interessante e fra l'altro se non ricordo male l'altro candidato era Belladonna quindi stesso discorso secondo me. Comunque le prime due righe del tuo post valgono anche x me
Quello che si offende facilmente
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 14.37.36
101
Certo tino ipotesi completamente incredibile ed inattuabile per varie ragioni, ma sarebbe stato una figata sentirlo cantare Hallowed be thy name...tornando ad Harris, potrebbe anche darsi che l'orgoglio gli abbia giocato un brutto scherzo, piuttosto che ammettere di aver preso una cantonata si è tenuto il buon Blaze per poi alla prima occasione rispedirlo a casa.
tino
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 13.53.42
100
Io all’epoca avevo abbandonato completamente il gruppo perché non ascoltavo più roba classica e quindi la cosa l’ho vissuta con enorme disinteresse nonostante gli iron siano stati (e sono tuttora) il mio gruppo preferito. Comunque penso che la vicenda sia semplicemente spiegabile per l’ego di steve che sicuramente si è detto: io prendo un buon cantante sconosciuto ai più e lo trasformo in un frontman di razza, mi è riuscito il giochino 2 volte, non c’è il due senza tre ma ha fallito perché blaze non è mai stato un fuoriclasse e poi perché il metal classico all’epoca era ai minimi storici di popolarità. I maiden erano diventati un gruppo che teneva un prudente profilo basso. Penso che all’epoca il sostituto più accreditato fosse il teutonico kiske, e sicuramente sarebbe stato perfetto, ma era troppo affermato e di razza e soprattutto era il marchio di fabbrica di un gruppo ormai nell’olimpo, cosa inpensabile per la personalità enorme di harris. Bruce invece è semplicemente l’antidoto perfetto per harris.
Psychosys
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 13.47.18
99
Che Harris volesse rivoluzionare il sound dei Maiden è un dato e non solo un'intuizione di molti: la strada intrapresa con X Factor e Virtual XI viene estremizzata con Virus, singolo rilasciato durante l'era Blaze che spinge la band verso sonorità alquanto sperimentali per i canoni dei Maiden. Tuttavia l'insuccesso commerciale ha spinto Harris a fare un passo indietro e richiamare Dickinson per pubblicare (i mediocri, aggiungo io) Brave New World e Dance Of Death.
tino
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 13.43.53
98
alla faccia dell'eresia...il fantacalcio
Quello che si offende facilmente
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 13.26.46
97
Trovo assai strano che il gruppo di Harris che dei palchi è sempre stato indiscusso maestro, non abbia considerato la dimensione live come requisito fondamentale per il sostituto...capirei se fosse un gruppo che fa 5 date all'anno ma i Maiden in tour ci passano mesi e mesi. Ora so che dirò magari un eresia, ma parlando per ipotesi un certo Messiah Marcolin per me sarebbe stato un sostituto all'altezza sia come tecnica, che come eventuale apporto "oscuro" al sound dei Maiden...
Metal Shock
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 12.43.03
96
Proprio cosi` in auge i Wolfsbane non lo sono mai stati se non in Inghilterra, ma se non ridorco male proprio ad Harris il gruppo di Blaze piaceva molto, quindi penso fu piu` un`infatuazione che altro e pure sbagliata.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 11.47.23
95
Vero Kappa, magari aveva delle idee che non si sono sviluppate.... Del resto nel passaggio da Paul a Bruce c'e' stato un incredibile cambiamento stilistico anche nel songwriting, magari Steve ne aveva previsto un altro. Fra l'altro se non ricordo male i Wolfsbane erano in auge all'epoca e secondo me Blaze è assolutamente perfetto x quel gruppo e x quel genere.
Kappa
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 11.30.23
94
Potrebbe darsi che Harris non abbia messo in conto i live show ma abbia solo preso un singer che si adattasse alla vena più prolissa e oscura che voleva mettere su The x factor? Magari lui sperava di continuare su binari un po' diversi, cosa che non è stata apprezzata e quindi dopo qualche anno il dietro front al vecchio cantante e vecchio stile. Magari voleva apportare una piccola rivoluzione nel sound dei maiden, ma ha fatto male i calcoli...
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 11.08.18
93
@Rob, ma infatti secondo me la vena compositiva del gruppo nel periodo della sostituzione e' molto importante. Sammy Hagar sapeva rifare le canzoni e pure i salti di DLR, pur con un altro stile, mentre Blaze si strozzava su molti pezzi di Bruce e anche sul palco non ne aveva la stessa prorompenza, quindi o i Maiden cambiavano proprio stile e rinunciavano ai pezzi vecchi oppure occorreva un altro cantante. Naturalmente sempre secondo la mia opinione
Kappa
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 10.47.18
92
Ok capito, grazie lo stesso.
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 10.45.03
91
Kappa, ma è proprio questo il punto: la serie tratta di sostituti NON ACCETTATI dal pubblico ed alla fine messi nell'angolo. Non mi pare il caso di quella DiAnno/Dickinson.
Rob Fleming
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 10.43.24
90
In ogni caso - vado in semi OT - occorre tener presente che i Van Halen, pur avendo venduto di più con DLR, solo con SH hanno raggiunto la vetta (quattro n. 1 di fila). E anche in questo caso come cantante non c'è storia tra i due (riprendendo il discorso Corabi/Neil). Quindi, poi, a pensarci l'azzardo Blaze poteva anche starci in prima battuta. Peccato (per tutti) che non sia stato valutato in modo più approfondito prima di "dargli la parte".
Kappa
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 10.06.04
89
Ok Raven nessun problema, tutti abbiamo a cuore i Maiden, quindi noi vecchietti, chi più chi meno (tu di più ) ci scaldiamo un po' sulle questioni...Ritornando IT, non so se l'avete fatto, ma un articolo simile su Di'Anno vs Dickisnson sarebbe possibile? Contando che anche Dickinson è stato il sostituto di un bravo frontman di una grande band, per me i presupposti ci sarebbero, e immagino anche davvero tanta carne al fuoco nei commenti
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.58.54
88
@Quello che si offende, si' hai ragione, anche perche' x il passato le fonti erano principalmente cartacee... x il presente non sarebbe un problema, in rete c'è di tutto di piu'! @Rob, in effetti non ho considerato generi come l'AOR che vendevano tanto! Pero' ripeto l'accettazione del sostituto è un discorso che secondo me trascende il numero dei fans
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.57.09
87
Francamene non credo sia possibile dedicare due puntate allo stesso soggetto, però può essere un suggerimento valido per le prossime dedicate ad altri. Ammesso che si trovi il materiale e, più ancora, che abbia il tempo di consultarlo ed organizzarlo
Quello che si offende facilmente
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.43.19
86
Grazie! Secondo me sarebbe perfetto anche se probabilmente trattasi di un lavoraccio!
Rob Fleming
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.42.36
85
@Silvia n. 74: oddio, il metal principalmente underground è un'affermazione che, forse, vale oggi. Perché negli anni '80 e '90 (con ciò, però, sia chiaro, intendo il metal in senso lato quindi dall'AOR al Nu metal passando per la NWOBHM, thrash e glam vari) dominava letteralmente ed incontrastato. E i Maiden sono stati tra i padroni per 15 anni...
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.31.19
84
@Quello che si offende, ottimo suggerimento!
Quello che si offende facilmente
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.27.37
83
Le uniche possibilità di accettare un eventuale sostituto di un pezzo da 90 di tal portata, risiedevano essenzialmente nel prendere anzitutto una persona con capacità tecniche tali da consentire di riproporre live i brani classici con Bruce, e poi una forte personalità e carisma, cose che sono state entrambe disattese. A questo punto però mi permetto di suggerire a Raven per il prossimo articolo della serie(ovviamente se possibile) anche una rassegna stampa dell'epoca per inquadrare con precisione il contesto e le dichiarazioni fatte al momento della sostituzione.
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 9.05.24
82
Mi sembrava ci fosse l'emoticon a testimoniare la mancanza di fastidio. Ad ogni modo sto andando io stesso OT nel commentare i commenti, cosa che voglio assolutamente evitare. Chiudiamola qui o restiamo IT discutendo dell'oggetto dello scritto.
Kappa
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 8.41.57
81
Kiske è stato per anni in ballo, un po' a memoria rileggendo qualche rivista, se poi sono rumors non so, io leggevo quello che leggevo, non quello che c'era dietro le quinte...E cmq di Kiske frega davvero nulla, ma ho risposto al tuo rispondermi, nel primo commento ho tirato in ballo solo i 3 cantanti dei Maiden. Commento 69, per la precisione. Poi se da fastidio che io dico che la discussione per me non ha serie basi di esistere, allora dimmelo subito così evitiamo di giocare a chi commenta e a chi commenta il commento per dare torto. E parlo di entrambi, con molta umiltà sia chiaro.
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 8.32.36
80
Più o meno come tirare in ballo Kiske, che non è mai stato candidato in quanto non Inglese
Kappa
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 8.23.04
79
@Raven: tranquillo che ho capito, è che pur con parole diverse, per me ribadisco che già dal titolo dell'articolo in questione il paragone non potrà mai reggere. Se proprio mi devo calare nell'improbabile questione sollevata, per me non si tratta di sostenere la situazione di essere dei sostituti, ma di non poter minimamente reggere il confronto col precedente cantante. Scommettiamo che se avessero preso Michael Kiske parleremmo in un altro modo? Lui era tra i candidati. Dovevano prendere un pezzo grosso sia che avesse già un nome che talento infiniti. Invece hanno scelto un povero tapino mezzo sconosciuto che coi Maiden era normale si prendesse solo fischi. Per questo intendo che l'articolo non ha basi, cioè che il paragone è davvero impietoso ancora oggi, scontati il risultato e la reazione dei fans...Ma non critico l'articolo in se ma l'oggetto della discussione, che comunque uno la giri e rigiri, fa acqua da tutte le parti.
Metal Shock
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.53.39
78
Fino ad adesso, poi non so`, sono stati presi in condiderazione dei sostituti di band strafamose, una rilevanza l`ha, eccome.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.50.57
77
Si' ma non vedo la rilevanza nel topic. Piuttosto magari e' carino spendere due parole x Blaze x ricordare che comunque "e' tornato in Serie A" come si dice in chiusura, hahaha
Raven
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.49.34
76
Kappa, mi sa che non hai inquadrato il senso della serie.
Metal Shock
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.43.56
75
Iron o Judas o Crue proprio tanto underground non mi sembrano....certo se consideri i Metal Church si`, ma ci sono decine di band del panorama metal che di underground hanno poco, se faccio un elenco non finisco piu`.
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.26.48
74
@Metal Shock migliaia o milioni di fans che importa? Il metal è principalmente underground.
Metal Shock
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 7.01.39
73
@Silvia: come dice Raven, ci sara` l`articolo appropriato, ma anticipo: Halford fu sostituito da Owen che sia in studio che live non era da meno, anzi io l`ho sempre ritenuto migliore, ma non e` mai stato accettato....se non e` avere i para orecchie questo..... Howe sostitui` Wayne dopo solo due dischi, ma sopratutto vogliamo paragonare Iron e Metal Church come fama???? E chi si lamentava di Howe, qualche migliaio di fan??? Sai che roba...,
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 1.22.51
72
@Kappa, pero' sai secondo me l'articolo le basi le ha perche' "il sostituto" e' proprio Blaze che viene visto come una parentesi spesso dimenticata mentre Paul e Bruce sono i cantanti dei Maiden su cui ci si divide
Silvia
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 1.01.47
71
@blackiesan74 ma a che pro pensare di fare un break x riunirsi dopo 6 anni? Mi sembra un suicidio anche da un punto di vista manageriale.... @Metal Shock, eh lo so Phil Anselmo ci fa litigare LOL o lo si ama o lo si odia, io lo amo (a proposito anche lui e' stato un sostituto non solo eccellente ma determinante x il successo della band)._____Comunque, io non credo che i fans abbiano sempre i paraorecchie, anzi, infatti vedi nel caso di Howe (es) non c'e' stata nessuna diatriba anche perche' i pezzi di Wayne (RIP) li fa benissimo ma ha la sua personalita' e il primo album in cui ha cantato e' considerato uno dei migliori della band. ______Naturalmente poi ci sono artisti che secondo me hanno una personalita' incredibile come Bruce (o anche Fabio Lione o Rob Halford e altri) che non vedo con chi possano essere sostituiti, men che meno con chi (con tutto il rispetto x Blaze) non riesce ad emularli dal vivo. Se a questo aggiungi che gli album di quel periodo non sono il top dei Maiden beh la frittata e' fatta, povero Blaze perche' ne ha sofferto molto. @Kappa, condivido tutto il tuo post, credo che in fatto di cantanti abbiamo gli stessi gusti!
blackiesan74
Martedì 17 Ottobre 2017, 23.57.40
70
Mah... credo che l'errore maggiore sia stato di Harris, quando volle per forza trovare qualcuno che cantasse in maniera diversa da Bruce; forse non considerò che gli album cantati da Dickinson erano troppi e avevano connotato in maniera talmente caratteristica gli IM che non si poteva cambiare direzione così facilmente, come era stato quando si trattò di trovare un sostituto per Di'Anno. Credo che non abbia tenuto nel giusto conto che l'aspetto live aveva il suo peso, e quando ha contattato Blaze (che io ho sempre giudicato palesemente inadatto a ricoprire il ruolo di frontman, sia per l'estensione vocale limitata sia per la presenza scenica ridotta all'osso) chissà cosa gli è passato per la testa. O forse ha ragione chi pensa che tutta questa storia dell'addio di Dickinson e della reunion 6 anni dopo fosse tutta una recita con un copione già scritto, che però ha mandato quasi in manicomio il povero Blaze, che aveva l'unica colpa di non avere la voce di Dickinson...
Kappa
Martedì 17 Ottobre 2017, 23.26.11
69
Articolo interessante ma fondamentalmente senza basi, perchè il cantante dei Maiden per eccellenza è Dickinson, ma l'unico ad aver lasciato un segno e ad oggi ancora oggetto di diatribe e addirittura preferenze è il signor Paul Di'Anno, amato anche da me alla follia. Sebbene i Maiden con Dickinson abbiano poi sviluppato il loro peculiare sound (anche mitigandolo...), è vero che la voce aspra e calda di Di'Anno non ha più avuto eguali nè nei Maiden nè altrove. Senza contare che parliamo di un cantante che ha cantato sulle prime due pietre miliari, mentre Blaze ha cantato su un disco discreto e uno insufficiente. Come solista Blaze lo apprezzo, ma nei Maiden la diatriba può esistere solo tra Dickinson e Di'Anno!
Steelminded
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.43.11
68
Galilee ma quale capolavoro, ma che te sei magnato stasera?
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.23.33
67
Qualche paragone va bene, interi post dedicati ad altri gruppi meno. Dai...
ObscureSolstice
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.20.36
66
Raven ma come si fa a rimanere IT, è difficilissimo ahah qualche paragone bisogna pur farlo, c'è troppo da parlare sorry
Metal Shock
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.13.01
65
Ciao Rik, Rob e Silvia (anche se con te litigo sul forumm, LOL): per me quando cambi un cantante dopo solo un disco non e` tutto questo cambio epocale, tipo Belladonna o Howe, ma anche DiAnno, diverso e` cambiare il cantante dopo diversi anni e tanti album, li` i fans penso che non accettano il cambiamento. Per me i Sabbath per esempio li adoro con Dio ed Heaven and Hell e` il mio disco preferito della band, come ottimi.Burn ed altri. Reputo pure il disco con Corabi il migliore dei Motley (magari avessero continuato con lui, altro che paperetta Neal!!). Il successo del disco col nuovo cantante e` spesso di secondaria importanza, purtroppo spesso i fans hanno i paraorecchie, basta tante volte andare al di la` dei pregiudizi per rendersi conto che magari il sostituto e` addirittura meglio del precedente. Non e` il caso di Blaze, o almeno avrebbero dovuto, gli Iron, cambiare un po` il sound per adattarsi a lui, ma ai fans chi lo diceva???
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.09.09
64
Ragazzi, questa è la puntata 2 di una serie potenzialmente molto lunga che toccherà svariatissimi gruppi. Ho già invitato più volte a restare IT. Tutte queste discussioni potranno essere fatte in calce alle puntate riguardanti MC e compagnia.
galilee
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.04.16
63
I Motley sono quelli di Vince. Ma con Corabi sono riusciti a sfornare un capolavoro all'altezza di tutti i suoi predecessori. Peccato che prima parlavano di storie di vita, amori delusioni, successi, relazioni etc supportati da un musica decisamente rock n roll e piena di Sprint, e poi qualcosa di più cupo triste e "sabbathiano " con dei testi che parlano di morte ,crisi esistenziali etc... Insomma un pò forte come cambiamento, seppur qualitativamente altissimo. Nemmeno io subito capii quel disco. Poi me ne innamorai. Ma qualche anno ci è voluto.
ObscureSolstice
Martedì 17 Ottobre 2017, 22.03.08
62
mah...forse non ho mai sofferto la mancanza del cantante originario solo coi Black Sabbath...proprio perchè ci sono stati dei gran campioni a impersonificare i Sabbath, è come se tiri fuori la porsche e vai sul sicuro, ma probabilmente è il fatto che oltre alla gran voce e personalità degli altri cantanti (Hughes, Gillan, Tony Martin, Ronnie James Dio) c'erano anche dei lavori e dei dischi ispirati che si sposavano sempre con la creatura Black Sabbath, e non faceva mancare la mancanza temporanea di Osbourne, mi fa pensare quindi la mancata ispirazione dei due album con Blaze. Non tolgo che la scoperta di Tony Martin nei BS mi ha praticamente lasciato a bocca aperta, perchè il meno popolare degli altri ma che voce...la caratura dei dischi oltretutto elevata, tra i miei preferiti. Come anche quando Blaze è stato chiamato non era una punta d'alfiere conosciuto, una parte del rischio c'è stata, e che quindi anche senza sentire cos'avrebbe cantato ci si sarebbe chiesti "ma chi è questo?" abituati a non vedere più Bruce come frontman in mezzo agli altri. Beh...non è stata sicuramente facile la sostituzione, ma ripeto che i due dischi, seppur X-Factor un pò meglio sono stati probabilmente sottotono per una band come i Maiden
Silvia
Martedì 17 Ottobre 2017, 21.42.00
61
Certo Raven, vorrei solo ringraziare rik che è sempre gentile
klostridiumtetani
Martedì 17 Ottobre 2017, 21.39.28
60
@Rob Fleming, posso essere d' accordo sul fatto che Corabi sia un cantante più "preparato" e professionale in termini tecnici rispetto a Vince , però ti chiedo: quali sono i veri capolavori e capisaldi dei Motley? Quelli con Vince o quello con Corabi? Ognuno è libero di trarre le sue conclusioni in modo totalmente legittimo, ma mi sembra che la risposta sia abbastanza chiara. Io adoro Blaze, su Xfactor, ma è innegabile che in sede live , nun gliela fa! La stessa cosa vale per Corabi. Bravissimo, ma quando si cimenta nei classici , non riesce ad avere lo stesso appeal e lo stesso rendimento di Vince.
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 21.38.55
59
IT, giovini
rik bay area thrash
Martedì 17 Ottobre 2017, 21.25.04
58
@Silvia, per quanto concerne i metal church, concordo in modo assoluto . Purtroppo quando sostituisci un singer che nel bene o nel male è stato parte integrante di un gruppo, si insomma, sono tanti i fattori da tenere conto .... e se poi cambi anche la direzione musicale e vabbè .... aaah @Silvia, comunque guarda che bel numero di post per quanto co cerne gli helloween !!! . Ho letto con interesse i tuoi post, sempre molto precisi e documentati .
Rob Fleming
Martedì 17 Ottobre 2017, 20.54.47
57
@Metal Shock: sono d'accordo con te con un paio di precisazioni. I fans (termine che poi altro non è che la contrazione di fanatics) spesso sono poco recettivi ai cambiamenti. E la questione di Corabi è emblematica: da un lato un cantante vero, dall'altro....vabbè...ma è altresì vero che Di Anno / Dickinson fu un cambiamento accettato (anche se devo ammetterereferisco il primo al secondo) con risultati qualitativi mostruosi. Stesso dicasi con Ozzy/Dio e Gillan/Coverdale-Hughes, anche in questi casi cambiava il cantante, ma il disco era un capolavoro al pari di quelli che precedevano. I Maiden con il povero Blaze o i Priest con Owen non fecero altrettanto. Poi c'è il capitolo Anthrax e allora tutto il mio discorso va a farsi benedire, ma tant' è. Blaze è una persona e cantante meritevole di rispetto, ma non poteva reggere il peso di quell'eredità. E come ha scritto qualcuno chissà se la scelta in tal senso non fu poi voluta. Certo che per quanto li ascolti e li compero anche con il ritorno di Bruce nulla è più come prima.
Silvia
Martedì 17 Ottobre 2017, 20.54.40
56
@rik, sono assolutamente d'accordo con te, anche il valore (o successo) dell'album ha una grande importanza nell'accettazione del nuovo cantante e infatti ci sono state tante "sostituzioni" di successo come appunto, Dickinson, Kiske, Belladonna o altre che comunque non hanno fatto rimpiangere il vecchio cantante (Howe dei Metal Church esempio). Un'ultima cosa su Blaze, chissa' come mai non sono mai stati "svelati" apertamente i motivi della sua scelta
rik bay area thrash
Martedì 17 Ottobre 2017, 20.18.53
55
@Metal Shock, intanto ciao . Consentimi di dire alcune cose. Ozzy/rjDio cambio epocale però con un album come heaven and hell; judas priest anche qui cambio epocale ma qualcosa non quadra; neal/corabi cambio epocale e album che cambia i connotati dei motley; idem per gli skid row; anthrax e vabbè .... vedi quando cambi troppo e troppo in fretta e non realizzi album di valore vengono fuori queste 'incomprensioni' per usare un eufemismo. Agli iron maiden riuscì nel migliore dei modi con l' avvicendamento di anno/dickinson e con un the number of the beast .... anche se è impossibile negare l'apporto di di anno sui primi due sampler. La dopo non troppo .... comunque ammiro chi riesce a trovare il modo di seguire un gruppo che cambia tanto ... ciao e alla prossima
Metal Shock
Martedì 17 Ottobre 2017, 19.56.09
54
Perche` il sostituto non viene accettato mi sembra ovvio. I metallari purtroppo hanno la mentalita` per cui vedono nel frontman originario di una band un idolo, quasi un Dio, per cui non accettano quasi mai un sostituto: mi viene in mente R.J.Dio che sostitui` Ozzy nei Sabbath, fu ben accolto, ma alla fine per i fans i Sabbath sono con Ozzy, come i Priest con Halford, i Crue con Neil, gli Skid con Bach e via discorrendo. Una mentalita` troppo chiusa ed una idolizazzione esasperata, ecco perche` un sostituto non viene accettato. Poi con Blaze cosi` diverso da Bruce la cosa e` peggio ancora.
klostridiumtetani
Martedì 17 Ottobre 2017, 19.23.24
53
@Raven, è vero , Bruce ha sicuramente creato canzoni memorabili, e ci mancherebbe! Però Blaze nei due album che ha fatto , ha partecipato alla stesura dello stesso numero di brani (anche se mai da solo) , di quelle a cui ha partecipato Bruce, nei tre album tirati in ballo nell' articolo. Il che significa che ha scritto e partecipato allo stesso numero di canzoni di Dickinson , in un lasso di tempo minore. Non mi sembra che non gli sia stato dato spazio creativo, anzi. Non condivido affatto continuare a far apparire Steve come un "despota" assoluto che non lascia spazio agli altri. Anche per quanto riguarda Somewhere in time , non è che Steve ha detto a Bruce : "tu non puoi scrivere niente per quest' album", ma è stato Bruce a non voler partecipare . Sotto quest' aspetto mi sembra ci sia molta ingiustificata confusione che andrebbe chiarita una volta per tutte, proprio a scanso di equivoci. Se uno poi non si rende conto che soprattutto XFactor ha toni che sono stati evidentemente calibrati sui toni di Blaze ... non so che dire. Mi piacerebbe una tua risposta in merito.
ObscureSolstice
Martedì 17 Ottobre 2017, 19.18.06
52
Il vero disastro non è stato quando DiAnno ha abbandonato gli Iron Maiden, ma quando l'ha fatto Bruce Dickinson. Nonostante tutto di farina del suo sacco possiamo trovare i Maiden nel suo repertorio omonimo con Adrian Smith, la ritengo una seconda parte distaccata della Vergine di Ferro, stesso spirito. Ineccepibile frontman e singer scopiazzato sempre da chiunque per aver creato un suo marchio di fabbrica identificativo solo da lui. Al giorno d'oggi chi è che copia e imita la voce di Bruce? Tanti. Invece chi si ispira a DiAnno e lo imita? Nessuno. Questo se ci si pensa, puo' dire tanto. Cio' che ha lasciato Bruce Dickinson non solo nei Maiden ma nell'heavy metal e' qualcosa di tramandare ai posteri ed e' di esempio. Le palle si vedono alla lunga distanza...giusto. Comunque la fase di Bayley con i Maiden è quella più oscura, il timbro basso di Blaze ha questa caratteristica. Per quanto sia stato goffo e inappropriato X-Factor ha delle tracce non male che può eseguire solo lui. Sopratutto per voci particolari e non tecniche, e' sempre cosi'. Non amo quando si emulano le tracce di altri, preferisco conservare l'originalità e lasciarla tale di chi le ha create e sospirate per la prima volta. Trovo non giusto cantare canzoni di altri. Tuttavia, Blaze dopo i Maiden il suo bel percorso l'ha fatto con la sua band omonima e mi piace come si sia rifatto alla grande. 1 - Bruce Dickinson, 2 - Blaze Bayley, 3 - Paul DiAnno
Silvia
Martedì 17 Ottobre 2017, 18.49.25
51
@Raven infatti sotto quest'ottica sono molto interessanti. Poi migliore o peggiore non ha senso x me. Noto che spesso si tende a considerare migliore chi ha una grande estensione vocale soprattutto verso gli acuti mentre a me (esempio) emozionano più il timbro e lo stile che a volte è istintivo e ben lontano dalla "tecnica" classica. Infine un'ultima cosa, credo che rimpiazzare uno come Bruce sia stato un compito pressoché impossibile data anche la sua grande personalità e l'amore che i fans hanno x lui (infatti a provare a criticarlo si ha l'esercito contro, hahaha )
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 18.27.32
50
Ragazzi, c'è una cosa che deve però essere chiara: questi articoli non puntano a stabilire chi sia meglio tra due artisti, ma ad analizzare il perché il sostituto non venne accettato dal pubblico, quasi a prescindere dai suoi meriti e demeriti. Nemmeno vogliamo recensire ancora i dischi trattati, visto che le recensioni ci sono già.
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 18.24.22
49
@35: sul fatto che Dickinson sia nettamente superiore dal punto di vista tecnico non ci sono dubbi e sono i numeri a parlare chiaro. La qualità del suo apporto tra Powerslave e SSOASS è dimostrata dal contributo fornito con la firma congiunta od in proprio -la sola Powerslave stabilisce un punto fermo nella storia del metal, dimostrando così la sua importanza- di otto brani divisi in due album (il 50% di ognuno), solo in tre casi con la partecipazione di Harris e quindi senza presumibilmente "interferenze" nella stesura dei testi. La qualità del suo apporto ne determina quindi l'importanza. Per quanto riguarda Bayley, purtroppo ebbe a che fare con canzoni che "non erano IN BUONA PARTE adatte a lui". Dalla frase virgolettata, comunque, si evince che altre lo erano, ma come è andata e perché ormai lo sappiamo. Di Anno è capitolo a parte e magari sarà trattato come tale.
Diego
Martedì 17 Ottobre 2017, 18.17.44
48
Credo che l'errore di Steve sia stato il medesimo di Tuomas quando si ritrovò a pensare a qualcosa di diverso dalla Turunen. Poco importava se i brani storici non riuscivano bene, i nuovi percorsi avevano un senso con la scelta. Il problema lo hanno fatto notare i fans che vedevano storpiare canzoni o, addirittura, sparire dalle scalette. Personalmente considero XF un buon disco (tra l'altro rivalutato e molto negli anni) e VXI discreto, rovinato dalla presenza di 2/3 canzoni che ne distruggono la media. La carriera solista di Blaze è di tutto rispetto, segno che non era certo privo di talento.
venom
Martedì 17 Ottobre 2017, 18.13.59
47
blaze brava persona ma non esiste il paragone bruce e il piu grande cantante e frontman del pianeta quindi non si possono propio fare paragoni
FABRYZ
Martedì 17 Ottobre 2017, 17.59.02
46
Dickinson tutta la vita
LAMBRUSCORE
Martedì 17 Ottobre 2017, 17.56.22
45
@Rhyno, a volte l'ho pensato anch'io, quando ti abitui a sentire degli acuti, pensi sempre che debbano esserci per forza. Secondo me invece Blaze ha un timbro particolare, riconoscibile, mi piacciono anche certi pezzi dei Wolfsbane, lo riconosci tra tanti, cosa non da poco.
klostridiumtetani
Martedì 17 Ottobre 2017, 17.54.03
44
@Psychosys ha detto tutto . Poco o niente da aggiungere. Entrando però in un campo di "soggettività" , a me No Prayer piace parecchio!
Rhyno
Martedì 17 Ottobre 2017, 17.36.15
43
Non so voi ma a me sentire cantare Blaze opprimeva, perchè non riusciva a raggiungere neanche alla lontana i toni più alti, mi faceva urlare: "cazzo, tira fuori quella voceeee!!!" Rispetto per lui come uomo, ma l'heavy metal classico non è per lui.
Psychosys
Martedì 17 Ottobre 2017, 15.45.16
42
Il lascito di Dickinson fino alla sua dipartita non fu di colossale importanza, che tradotto vuol dire che Dickinson non scrisse un grande numero di canzoni prima di abbandonare la band. Il calo dei Maiden negli anni 90 fu determinato da un fattore fisiologico che colpì molte metal bands attive dai primi anni 80: il tempo passa, il songwriting innovativo non è più tale poiché molte band si sono approciate in maniera differente al genere (in questo caso l'heavy classico) e l'impatto dei nuovi dischi risulta fortemente ridimensionato. No Prayer e Fear Of The Dark sono già due dischi che mostrano molti difetti del gruppo: canzoni non più incisive, molti filer e songwriting in declino. Tutto questo serve a dimostrare come l'arrivo di Blaze sia contato veramente poco a livello di qualità del songwriting. Se proprio l'arrivo di Blaze ha spostato qualche equilibrio, lo ha fatto, inizialmente, positivamente. The X Factor è un disco che ha realmente qualcosa da dire di diverso rispetto a No Prayer e Fear Of The Dark con sonorità non ancora esplorate dalla band. Sicuramente il lavoro non è a livello dei primi album ma è da tenere d'occhio per un fan della band. Mentre la prova di Blaze su The X Factor era più che accettabile, su Virtual XI casca l'asino: Blaze prova a fare il Dickinson e non ci riesce. Nulla che desti orrore ma tutt'altro che memorabile. Sui live invece Blaze fallisce completamente: non è Dickinson e non può cantare le sue canzoni per evidenti motivi tecnici. Ovviamente ho tenuto fuori il giudizio soggettivo dal mio discorso e ho cercato di essere il più oggettivo possibile.
Quello che si offende facilmente
Martedì 17 Ottobre 2017, 14.03.29
41
Nel caso dei Judas Ripper era anche meglio di Halford se non altro perché era giovane e con l'ugola a mille, nel caso degli Iron direi proprio di no...
Metal Shock
Martedì 17 Ottobre 2017, 13.17.54
40
X-Factor e` l`ultimo grande disco degli Iron, prima del ritorno di Bruce ed i pessimi album fotocopia fatti. Sempre pensato che Blaze sia un buon cantante, non per gli Iron, ma il suo lo ha fatto, la colpa e` sempre stata di Harris che lo ha voluto. Io vidi gli Iron durante il tour di X-Factor e Blaze non mi dispiacque affatto. Comunque chiunque fosse entrato al posto di Bruce avrebe fatto la stessa fine, vedi i Priest con Owens che non aveva niente di meno di Halford: si sa`, i fans hanno i loro idoli e li` restano.
LAMBRUSCORE
Martedì 17 Ottobre 2017, 12.50.06
39
Quella che mi piace di più di Blaze con gli Iron, è quella che fa più meno a un certo punto: Cos nafin is feir giast iu luc eraund..fol in daaaaaun fol in daaaun.....
Raven
Martedì 17 Ottobre 2017, 10.48.57
38
Grazie a tutti per gli interventi. Ne approfitto per ricordare di non andare OT e di evitare di commentare i commenti, grazie
Silvia
Martedì 17 Ottobre 2017, 9.49.47
37
@Lisa, pero' ricordiamoci che il fatto di prendere un cantante diverso da Bruce era proprio l'obiettivo di Steve quindi ci sta che fosse un periodo "atipico". X quanto riguarda Bruce e Paul mi piace moltissimo Bruce ma io sono di parte perche' Paul e' il mio cantante preferito e i primi due album dei Maiden x me sono fra i piu' belli di sempre. Anche a livello tecnico secondo me non si possono paragonare, hanno due stili diversissimi, Bruce riusciva a salire molto piu' in alto con gli acuti (parlo del periodo d'oro di entrambi) ma non ha mai saputo interpretare i pezzi di Paul con la stessa spigolosita'. Poi certo c'e' chi preferisce l'uno o l'altro. @Quello che si offende, Paul non e' stato affatto "fortunato ad essere al posto giusto nel momento giusto" ma corteggiato a lungo da Steve perche' all'inizio era riluttante ad entrare in una band metal e sostituire il vecchio cantante che fra le altre cose trovava ridicolo (make-up, sangue finto sul palco etc etc). Cosi' come Steve ha tentato il tutto x tutto x farlo restare nella band quando sono sorti i primi problemi. Anche questo è riportato nel dvd che ho citato prima e che, ripeto, e' davvero molto interessante. X tornare a Blaze, secondo me è stato il cantante sbagliato nella band sbagliata, concordo con jek, come se Panatta avesse sostituito Platini, lol
Tiradipiunpelodifiken
Martedì 17 Ottobre 2017, 9.03.26
36
Quoto Lisablack al 100%, anche per la questione Helloween. Su Di Anno invece no, non mi ha mai emozionato come il buon Bruce...gusti
Quello che si offende facilmente
Martedì 17 Ottobre 2017, 8.58.35
35
Da un punto di vista squisitamente tecnico Dickinson è superiore di 20 spanne al buon Di Anno, certo sulla timbrica non discuto in quanto è soggettiva, senza poi contare che Di Anno era stato semplicemente fortunato ad essere al posto giusto nel momento giusto, visto che poi complice la sua testa di cazzo è oggettivo che la sua carriera si andata velocemente in merda.
lisablack
Martedì 17 Ottobre 2017, 8.15.51
34
Per me non c'è storia..Dickinson a vita. Non ho niente contro Blaze, ma il periodo che lui ha militato negli Iron è stato il peggiore della band..basta ascoltare quei dischi per capire che erano in quell'epoca, fuori fase veramente. Proprio in questi giorni stavamo tutti parlando di Kiske e Deris..be' non c'è paragone, gli Helloween persero un grande singer ma subito ne acquistarono un degno sostituto. Cosa che non è successa per gli Iron..Forse in quegli anni era meglio se tutta la band, si fermava per una "pausa di riflessione"..ma si sa' come vanno le cose, alla fine l'ultima parola l'hanno le case discografiche. Non ritengo però Dickinson superiore a Di Anno, ma questa è tutta un'altra faccenda.
Quello che si offende facilmente
Martedì 17 Ottobre 2017, 8.05.08
33
Al povero Blaze le chitarre avrebbero dovuto abbassarle di un tono almeno per farlo sopravvivere…..cmq è stato Harris che immagino abbia la testa più dura del titanio a combinare il disastro. Ma cazzo ma se senti che dal vivo non riesce non credi che una band ad un livello professionale elevatissimo come la tua dovrebbe almeno porre rimedio? Del resto in quel periodo le performance anche degli altri non erano il massimo, il gruppo stava in piedi grazie al trio Harris/Murray/Mcbrain, visto che cmq non è che Gers alla chitarra facesse faville(anche se non come nel caso di Bailey ma il confronto con Smith era abbastanza impietoso). Credo che in quel periodo la band stesse in piedi solo per motivi professionali e non artistici.
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 23.21.54
32
@galilee , allora anche tu o fai finta di non capire , o ci sei di brutto. Che cazzo me ne frega dei resoconti che hai letto! Ma tu (e come te molti altri) sei capace di farti un' idea TUA!!!?? Indipente da commenti , critiche, recensioni, articoli del cazzo come fossero oro colato? Ma dico! Hai le orecchie o hai solo una predisposizione a stare a 90° , succube di chi ti sta dietro? E poi caro @galilee , ti ripeto , non stuzzicarmi su certe cose perché ho "vissuto" sicuramente almeno tutto quello che hai vissuto tu , se non di più, ho letto magazine (da Inferno Rock , a Flash Metal , passando per HM , Psycho, Metal Shock, Rock Hard , Guitar Club, Chitarre e puttanate varie che neanche mi ricordo), quindi non sparare grossolane provocazioni. Anche quando dici "Cosa c' entrano Lemmy and company" è già un chiaro esempio di quanto puoi argomentare, in quanto la questione l'hai tirata fuori tu pensando di fare il professore, ma ti si è ritorta contro . Ovvio che alla fine non ti resta altro da fare che atteggiarti da vittima.
galilee
Lunedì 16 Ottobre 2017, 21.23.37
31
Ma Blaze nei suoi dischi non canta come su Xfactor dove è sempre sotto sforzo anche su tonalità più basse. Cosa c'entrano Lemmy and company. Mica sforzano la voce sui loro pezzi, anzi sono a proprio agio. Non sto dicendo che Blaze sia una chiavica anzi, ma il risultato su disco lo farebbe pensare. Resoconti sui commenti degli ascoltatori a quei tempi non ne ho di certo. Ma li ho vissuti e ricordo bene tutti i commenti dei fans dei Maiden e dei vari Metallari. Potresti comunque cercare recensioni del periodo, il risultato sarebbe identico. La spocchia non ti si confà...si ok...Ahshah....lasuma perde..
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.49.25
30
@galilee # 24, guarda non ti conviene stuzzicarmi su certi argomenti. Punto primo, portami dei resoconti attendibili sul fatto che 99 su 100 "ebbero opinione negativa" sul disco. Secondo punto , che il disco sia stato suonato più "basso" e "cupo" rispetto ai precedenti è un dato di fatto , e non "fantasie" da "bastian contrario", e quindi spiegami il perché è stato fatto se non per venire incontro alla voce. Terzo punto, gli insegnanti di canto (di cui ne conosco a iosa) ti diranno che neanche Lemmy, Di Anno , Hetfield , Mustaine e compagnia , cantano bene in "quegli album". E ti dico che troveranno da dire anche su Dickinson, Halford , Kiske, Ozzy , Dio , Gillan, ecc. ecc. a livello tecnico. Stai sicuro, fidati. Che cazzo vuol dire? Sono "bastian contrario"? Felice di esserlo, in quanto non me la meno a differenza tua. La "spocchia" (anche se non sembra) non mi si confà. Io ascolto e giudico quello che mi arriva indipendentemente da tecnica , preparazione , e menate varie che relego solo ai "professori" o "maestri", per l' appunto. Il loro è un lavoro , la mia una passione. E la passione è tale solo quando ti trasmette qualcosa indipendentemente da tutte le sovrastrutture. Se vuoi essere convincente, parla di cose tangibili, e non tirare in ballo fantomatici "maestri" o "professori" come se solo tu li conoscessi. Fly down please!
Antonino
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.48.35
29
Scusate l'errore, bruce andò via nel 93, quindi 6 anni
Antonino
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.46.34
28
Ho sempre pensato ke l'abbandono di bruce sia stata un'enorme farsa, lascia la band dopo il tuor, dichiara di non voler tornare mai più nei maiden nemmeno per tutto l'oro del mondo, intanto la band prende un cantante troppo sottotono rispetto a lui, tutte cose che lanceranno i maiden per un futuro suo ritorno, e dopo 5 anni scarsi (perché ricordiamoci che dickinson andò effettivamente via nel 94 per tornare nel 99), la reunion e soldi a palate...bravissimi imprenditori
Angel
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.41.26
27
@ Klostri: Verissima anche la storia delle occhiatacce. Harris le tirava al povero Blaze anche perche ogni tanto sul palco combinava delle minchiate colossali. Sul tubo gira un video chiamato “blooper of the beast” dove ad un certo punto si vede Blaze che mentre canta Heaven can Wait non si ricorda le strofe. Secondo me dopo il concerto Harris lo ha sicuramente sodomizzato a secco!!! Comunque al di là di tutto io avrei provato durante i live ad abbassare le chitarre di mezzo tono. Anche solo sui pezzi dell’era Dickinson. Sicuramente Blaze se la sarebbe cavata in modo diverso. Comunque non vorrei dire una stupidaggine ma su Death on the Road Bruce canta lord of The Flies con chitarre abbassate di 1 tono. Mi domando perchè non l’hanno fatto anche con Blaze.
jek
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.21.15
26
Altro bell'articolo, in questo caso come per Ripper più che Dybala sostituito da Pavoletti io penso a Platinì sostituito da Panatta ottimo tennista ma non centra col calcio, nel senso che nel passaggio da DiAnno a Dickinson i Maiden hanno cambiato pelle e l'arrivo di Bruce ha impresso una svolta in positivo ai Maiden mentre Bayley si è trovato nelle condizioni di sostituire una leggenda senza riuscire ad imporre una svolta per cui cantava negli Iron di Dickinson senza Dickinson.
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.16.19
25
@Angel infatti è vero, nelle "sue" canzoni "reggeva" benissimo , ma era nei classici di Dickinson che faceva proprio schifo. E ricordo delle occhiatacce e delle smorfie di disappunto da parte di Steve sul palco , che significavano più di mille parole (si girava spesso verso di lui con il suo sguardo "cattivo" come dire ."che cazzo fai!!!"). Però in fondo la colpa è stata sua, e da alcune interviste, a posteriori, se ne è preso anche la responsabilità . Il fatto che doveva pensarci prima, non lo assolve comunque dalle sue "colpe". Incidente di percorso (diciamo così)
galilee
Lunedì 16 Ottobre 2017, 20.09.29
24
Chissà perché 99 persone su 100 che ascoltarono il disco si tempi ebbero la stessa opinione negativa. Blaze non ce la fa. Strano, me lo chiedo ancora oggi... il fatto che l'album sia più cupo non significa che sia stato concepito tenendo conto delle voce di Blaze. Difatti si sente...Ma puoi comunque chiedere a qualsiasi insegnate di canto, e vedrai che nessuno ti dirà che Blaze in quei dischi canta bene. Poi puoi sempre fare il bastian contrario come tuo solito. Saluti.
Angel
Lunedì 16 Ottobre 2017, 19.54.01
23
Quando Dickinson ha lasciato i Maiden non volevo crederci. Gli iron con Bruce erano in quel periodo un punto fermo della mia brufolosa adolescenza. Avevo sopportato lo split di Adrian, ma cavoli, Bruce No!!! Non poteva essere vero! Quando è stato scelto Blaze non sapevo chi fosse, però la stampa specializzata gli dava fiducia. Ricordo un Metal Shock del periodo con in copertina i due singer ed il titolo come quello di questo articolo : Bruce vs Blaze. Blaze veniva descritto come un tipo cazzuto, un tipo imprevedibile, una nuova linfa per i Maiden. Quando l’ho ascoltato per la prima volta su The X factor ero perplesso, ma il tutto poteva anche funzionare anche perchè il disco non era male. Dal vivo però ho dovuto ricredermi. Ho visto i live a Milano del 95 e del 98 : sui “suoi” pezzi era sugli scudi,ma sui classici steccava ogni 3x2. Ricordo in quello del 98 una stecca clamorosa su “running loooooow” di Hallowed be thy Name dove abbiamo alzato la voce per coprire la sua. Poi, l’anno successivo, quello della Reunion, quando bruce al Filaforum ha attaccato le prime strofe di the Clansman si è alzato un boato spontaneo di approvazione.E’ lui il vero cantante dei Maiden. Punto. Blaze come abbiamo già detto tutti è stato la persona sbagliata nel momento sbagliato.E comunque gli voglio bene ☺
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 19.24.49
22
@galilee , grazie della dritta professore. Si vede che ne capisci. Chissà perché però sono scritte su toni più bassi e cupi... ma io non so niente. E me ne vanto se "sapere" significa non avere orecchie.
galilee
Lunedì 16 Ottobre 2017, 19.14.14
21
In Xfactor si sente benissimo che la voce di Blaze è fuori posto. Tentenna, è sempre in bilico, non decolla mai. Col cavolo che sono state scritte in virtù del suo stile.
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 18.54.37
20
Trovo altre incongruenze nell' articolo, e nello specifico quando viene trattato il periodo dall'84 all'88 , dove si disegna l' apporto di Bruce come "fondamentale" nella scrittura, per la sua cultura ecc. ... se andiamo a vedere le canzoni scritte da Bruce in quel periodo sono otto (se non sbaglio i conti) e solo due solo da lui (se non sbaglio ancora i conti).Le altre tutte in collaborazione con altri, e si sa che quando tra gli altri c'è anche Steve , i testi subiscono inevitabilmente anche il suo apporto. In Somewhere non ha partecipato per niente . Quindi mi sembra una presa di posizione alquanto aleatoria che sposta la discussione su basi totalmente opinabili e poco veritiere.
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 18.10.01
19
Non sono neanche tanto d' accordo su quanto scritto nell' articolo, dove dice: "le canzoni nuove non si adattavano a Blaze" , perché in X Factor si sente benissimo che sono su un registro molto consono alla voce di Blaze (anche se ovviamente in stile Maiden) . I problemi per il povero Blaze sono sempre stati dal vivo sulle interpretazioni dei classici "Dickinsoniani", dove (li si non per colpa sua) faceva davvero pena. Cosa che doveva essere tenuta in considerazione.
philosopher3185
Lunedì 16 Ottobre 2017, 18.07.21
18
povero Blaze...a me stava simpatico e su X factor ha fatto un ottimo lavoro..e' un album interessante che ci svela un lato dark inedito dei Maiden poi ovviamente dal vivo era scontato che non ce la faceva..potevano almeno abbassare di mezzo tono le chitarre..forse era un idea buona...sign of the cross mi piace si piu' cantata da bayley ma clansman con Dickinson alla voce e' fantastica!
Painkiller
Lunedì 16 Ottobre 2017, 17.44.39
17
Articolo molto bello. Concordo con entrambi i commenti. A dispetto di altri storici cambi di line up, c’è da dire che il fatto che Blaze non potesse onorevolmente riproporre i pezzi vecchi è qualcosa di abbastanza oggettivo. Nei casi citati da rik credo che si possa parlare di interpretazione diversa, ma non comunque di insufficienza. In più non si può slegare il successo o insuccesso di un “sostituto” dal valore della proposta artistica, comunque spesso molto alta bei casi citati da rik rispetto a Virtual XI. L’album è scadente a prescindere da chi ci canta sopra. Faccio un discorso a parte su XFactor, che secondo è un bell’album, e che sarebbe stato migliore se avessero usato le tre outtakes (justice of the peace, judgement day, I live my way) in luogo di altre del disco regolare, poiché secondo me molto molto più belle.
klostridiumtetani
Lunedì 16 Ottobre 2017, 17.38.05
16
Io all' epoca speravo che arrivasse Sebastian Bach , dal momento che aveva rotto con gli Skid. Lo avrei trovato perfetto sia per voce che per attitudine. Capace di interpretare perfettamente sia l' era Di Anno che l' era Dickinson, e soprattutto con grandi possibilità di esplorare nuove situazioni... ma era una speranza che già in partenza sapevo sarebbe stata vana . In ogni caso , quando uscì X Factor ne rimasi molto favorevolmente colpito, e lo reputo un capolavoro ancora oggi ( troppo bistrattato secondo me sia da critica che da fans). Virtual effettivamente ha molte pecche , contenendo però allo stesso tempo delle cose davvero buone. Se avessero concentrato le energie per fare un disco di 40 / 45 minuti invece di un' ora (alla "No prayer per intenderci) , forse sarebbe stato meglio.Se entriamo nel discorso produzione poi (che non mi piace molto affrontare per nessun caso) , effettivamente è forse la peggiore in assoluto. Valorizzare di più le chitarre già gli avrebbe dato qualche punto in più. In seguito il ritorno di Bruce e di Adrian mi ha galvanizzato e Brave l' ho ritenuto un gran ritorno , e mi è piaciuto parecchio all' epoca tranne che per Dreams of Mirror e Nomad. Senza quelle due canzoni sarebbe stato un quasi capolavoro.
d.r.i.
Lunedì 16 Ottobre 2017, 16.10.01
15
Probabilmente Blaze ha fatto da capro espiatorio a delle uscite abbastanza scadenti. A me non piace ma credo che le canzoni di quei dischi anche se cantate da Bruce avrebbero lasciato l'amaro in bocca.
angus71
Lunedì 16 Ottobre 2017, 16.04.05
14
chiunque avesse preso il posto di Dickinson, avrebbe fatto la stessa fine. Trovo che Blaze sia stato un grandissimo professionista alla faccia di chi, per partito preso, lo stava aspettando al varco. I dischi con lui alla voce, oggettivamente, sono stati abbastanza scarsi anche se non del tutto da buttare via, ma non per colpa sua. Poi giusto ed inevitabile richiamare Bruce.
AL
Lunedì 16 Ottobre 2017, 15.20.34
13
cantante semplicemente sbagliato al posto sbagliato. ho comprato i due dischi e pure la raccolta con quell'abominio chiamato "virus" e poi ho visto blaze nei due tour... niente da fare... mi faceva anche tenerezza ... spero che almeno abbia messo via un pò di grana. a parte che a me personalmente non piace propro come cantante nemmeno da solitsta.
P2K!
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.57.08
12
Ho sempre provato simpatia per Blaze, e l'ho difeso... poi però venne il DVD di Rock in Rio dove ho potuto ascoltare Bruce cantare su "Sign of the Cross" e "The Classman", ovvero le migliori canzoni del periodo di Blaze... Non c'era partita. Bruce asfalta Blaze...
Silvia
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.42.41
11
Concordo con Fabio, hahaha! Scherzo, pero' ho letto anch'io che Steve volesse un cantante inglese e molto diverso da Bruce. Fra l'altro Steve non esclude di fare qualcosa con lui con un eventuale, ipotetico terzo progetto. Ma e' qualcosa che ho letto in un'intervista del mese scorso che non e' stata ripresa da altre fonti.
InvictuSteele
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.34.50
10
Band che era allo sbando, priva di ispirazione già da qualche anno e che cominciava ad essere ripetitiva da morire. Prendere Blaze poi è stata la mazzata finale, un cantante molto limitato che poco si addiceva allo stile dei Maiden. Resta un mistero del perché sia stato scelto lui, e infatti le cose sono andate come sono andate.
Fabio Rasta
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.26.16
9
Magari invece HARRIS l'ha preso xchè era un drago a pallone e ci teneva a vincere un qualche torneo...
Quello che si offende facilmente
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.19.45
8
Mi ricordo il discorso dei madrelingua, ma come dici anche tu Raven, i conti non tornano...all'epoca si parlò di Kiske ma appunto loro lo volevano inglese. Blaze se non altro ne uscì con dignità...
Raven
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.08.12
7
Una piccola parte della spiegazione può essere individuata nel fatto che Harris non prese in considerazione cantanti non inglesi per mantenere l'identità nazionale della band, ma anche così...
Galilee
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.06.49
6
Cantante sbagliato, band sbagliata, canzoni sbagliate, Si direi proprio che la band era proprio allo sbando. Nemmeno io comprendo il motivo di tale scelta. Blaze comunque sia nei Wolfsbane che nella sua carriera solista vocalmente se la cava discretamente, è proprio nei Maiden che non ci azzeccava. E rispetto ad un Ripper ha sicuramente saputo affrontare meglio la situazione.
entropy
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.06.04
5
Articolo interessante, anche se mi posso permettere una critica, non amo molto le similitudini calcistiche che hai messo in entrambi gli articoli di questa nuova serie. Io non sono tra quelli che ha "fischiato" il povero bayley, anche se non ho avuto modo di vederlo dal vivo dove credo in effetti non possa che aver sfigurato. Ma i suoi due album io non li trovo affatto così orridi come li dipingono. In particolare the x factor secondo me è come livello vicino ai due precedenti album (meglio di no prayer sicuro), e ha una sua magia particolare dovuta proprio alla voce cupa di blaze. Non lo trovo neppure così poco tagliato sul nuovo cantante, che cmq ha avuto la personalità di caratterizzare l'album. Virtual xi invece è in effetti molto più criticabile ma per cmq 2/3 brani piacevoli li presenta. In generale penso anche io che cmq le colpe eventuali non possano ricadere tutte sull'ultimo arrivato
Quello che si offende facilmente
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.03.56
4
Malgrado Harris non sia la classica rockstar drogata stile Ozzy, mi vien da pensare che all'epoca avesse preso qualche sostanza in grado di compromettergli temporaneamente le capacità intellettive/uditive. Non si spiega altrimenti, poi va beh Bailey ci ha provato poraccio, ma competere vocalmente con Dickinson è cosa per pochi eletti... ma possibile che Harris non abbia mai svelato l'arcano?
Galilee
Lunedì 16 Ottobre 2017, 14.00.32
3
Blaze assomiglia un po' a Zio Fester..
rik bay area thrash
Lunedì 16 Ottobre 2017, 13.37.07
2
Articolo molto bello, tanto per cominciare . Incentrato su uno dei più clamorosi cambi di line up. Si ok, c'è ne sono a decine (ozzy/Dio, halford/owens, gillan/coverdale, ecc ...), ma nel caso degli iron maiden è stato qualcosa di eclatante. E senza dimenticare che dickinson sostituì un certo di anno. E anche qui mi sa che ci farete leggere un bellissimo articolo in futuro. Come già scritto, nessuno saprà mai il motivo di tale scelta. E come se ne la band ne i fan non avessero voluto altro oltre dickinson. Da quello che ho letto su un' altro esaustivo articolo relativo a blaze nei maiden, neanche la band ha fatto in modo di aiutarlo a integrarsi. Forse non sapevano neanche loro, cioè tutti i maiden, chi realmente poteva prendere il posto di dickinso . Calo qualitativo, anni 90 (da dimenticare, imho), tutta una serie di fattori che non hanno di certo aiutato la band ad attraversare questo difficile momento. Nonostante sia una corazzata la vergine di ferro ha avuto i suoi bei momenti difficili, ma anche questi aiutano per il futuro.
Rob Fleming
Lunedì 16 Ottobre 2017, 12.49.53
1
"Semplicemente" il cantante sbagliato nel gruppo sbagliato. Che poi a pensarci bene, che similitudini potevano mai avere Ian Gillan e David Coverdale? Eppure sappiamo bene come è andata (senza dimenticare che "l'altro" era Glenn Hughes). O rimanendo in tema: Di Anno e Dickinson? E anche lì sappiamo come è andata. E allora, forse, Blaze era il cantante sbagliato nel gruppo sbagliato con le canzoni sbagliate. Ecco forse così ci siamo già di più
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Non fu colpa mia!
Clicca per ingrandire
Pronto per giocare
Clicca per ingrandire
Son sempre qua
Clicca per ingrandire
The X Factor
Clicca per ingrandire
Virtual XI
Clicca per ingrandire
Tour Virtual XI
ARTICOLI
16/10/2017
Articolo
THE SUBSTITUTE
# 2 - Blaze vs. Bruce - l'insostenibile pesantezza dell'essere (il sostituto)
21/08/2017
Articolo
THE SUBSTITUTE
# 1 - Mark Tornillo
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]