Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Living Colour
Shade
Demo

In Vain (SPA)
IV
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/17
VEXOVOID
Call of The Starforger

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
OBSCURE BURIAL
Obscure Burial

15/12/17
L`ALBA DI NUOVO
L`Alba di Nuovo

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
MIDNIGHT
Sweet Death and Ecstasy

CONCERTI

11/12/17
DISGORGE + NECRO + YAOTL MICTLAN
BLUE ROSE CLUB - BRESSO (MI)

11/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
BAD BULL - CUPRA MARITTIMA (AP)

12/12/17
NORTHLANE + ERRA + INVENT ANIMATE + OCEAN GROVE
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
POCOLOCO - PAGANICA (AQ)

12/12/17
INGLORIOUS + DOBERMANN
SALUMERIA DELLA MUSICA - MILANO

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

SLEEPING ROMANCE - Tra la notte e il giorno
13/11/2017 (262 letture)
Gli Sleeping Romance sono una di quelle realtà italiane che devono lavorare sotto-traccia per emergere, rivolgendo le proprie attenzioni su mercati che tendono ad apprezzare di più un certo tipo di proposta. L'uscita sotto Napalm Records del loro nuovo disco Alba (che sarà accompagnato anche da un tour europeo) ci ha permesso di approfondire un po' la storia della band. Approfondiamo dunque cosa si cela dietro le loro atmosfere sognanti degli Sleeping Romance, in quest'intervista con la bravissima Federica Lanna...

Cafuné: Ciao Federica, ti ringrazio a nome mio e di Metallized per averci concesso un po' del tuo tempo.
Federica: Non c'è di che! Grazie a voi per lo spazio che ci dedicate, è molto importante per noi!

Cafuné: So che avete già un album alle spalle e un discreto seguito. Per rompere il ghiaccio: perché non ci racconti brevemente chi sono gli Sleeping Romance?
Federica: Il progetto è nato con il nome di Hybrid Resolution dal compositore e chitarrista Federico, che ha fondato il progetto originario a Roma dove ha vissuto per qualche anno. Tornato a Carpi ha voluto proseguire, forte del fatto di aver conosciuto Franscesco, il batterista, e Lorenzo, il bassista, con cui ha iniziato a suonare. La cantante dell'epoca invece ha lasciato la formazione. Visto il loro annuncio su di un sito musicale, ho deciso di rispondere e partecipare alle selezioni. Il punto è che i pezzi erano costruiti sulla voce della cantante precedente: un soprano drammatico. Io sono un soprano leggero e ho studiato sia lirico che moderno. Dal punto di vista delle scelte vocali dovettero quindi cambiare orientamento.
Abbiamo registrato il primo album Enlighten (2013) e abbiamo cercato un'etichetta seria che ci proponesse un contratto interessante. Abbiamo firmato con la Ulterium Records, con la quale siamo rimasti fino al contratto con la Napalm per Alba, pubblicato qualche giorno fa. Attualmente Emil della Ulterium Records è diventato il nostro manager, in quanto trovandoci sempre benissimo con lui e abbiamo voluto mantenere questo rapporto. Ed eccoci qua.

Cafuné: Ed eccoci qua: con una quindicina di date nel solo mese di Febbraio 2018 con Serenity e Visions of Atlantis, dalla Germania all'Inghilterra. Cosa provi?
Federica: Sono molto emozionata, un pochino tesa. Ci sono grandi aspettative. Siamo stati fermi un po' perché i tempi della pubblicazione si sono molto dilungati. Quindi si tratta di tornare alla ribalta col botto! Vogliamo essere preparati.

Cafuné: Una settimana fa eravate invece in Olanda, proprio per l'esordio di Alba
Federica: Sì, abbiamo fatto queste due date di rodaggio in Olanda. Abbiamo partecipato al Brainstorm Festival che è niente di meno che il festival che ci ha ospitati fin dagli albori. È stato proprio il primo luogo in cui abbiamo suonato nel primo tour del 2013. È stato un po' come tornare a casa. Abbiamo festeggiato presentando il nuovo album, che è stato accolto molto bene. Al pubblico è piaciuto molto e l'esperienza è stata bellissima. Fa presagire bene.

Cafuné: Il titolo stesso del disco fa presagire bene…
Federica: Sì anche il titolo fa ben sperare! (ride NdR)

Cafuné: Parlando proprio di questo, Alba è un concept album, ce lo puoi raccontare?
Federica: L'idea di questo concept era già nata quando abbiamo pubblicato l'EP Fire and Ice, che è a tutti gli effetti il prologo di questa storia. Si tratta del viaggio dell'omonima protagonista, che deve attraversare la notte e affrontare l'oscurità per raggiungere il sole tenuto prigioniero e riportarlo all'umanità, ridotta in miseria. Alba è la salvatrice dell'universo in questo retroscena apocalittico. Combatte la notte per riuscire a riportare la luce. Chiaramente questa storia, ideata da Federico, dispone di una serie di valori metaforici molto forti che si riflettono nelle liriche. Da qui sono nati tantissimi spunti di conversazione per la scrittura, che coinvolge tematiche davvero molto diverse tra loro. Dal punto di vista metaforico non viene rappresentata puramente la discesa negli inferi di Alba, personificazione della propria coscienza, quanto la continua sfida con i propri mostri, per uscirne vittoriosi.

Cafuné: Scrivi tu i testi?
Federica: Ho scritto io i testi insieme a Federico e Dino Gervasoni, il nostro sound designer. Ogni canzone ha un nucleo tematico diverso. Per esempio My Temptation parla del cadere vittima della voglia di qualcosa. Errore che ci porterà lontani da quelli che sono i nostri valori e i nostri ideali, mettendoci fortemente in discussione. Quando cadi ti ritrovi seduta stante a dover fare i conti con la tua coscienza. C'è poi il tema del perdono affrontato in modo molto bello da Forgiveness. La sconfitta, il rendersi conto di aver preso una strada sbagliata e l'accettare di essersi persi a causa di una decisione sbagliata, sono le idee che invece compongono il testo di Across the Sea. In questo percorso che Alba intraprende ci sono quindi tanti stimoli, tanti nuclei tematici interessanti. E' un album molto introspettivo ed è stato molto bello scriverlo.

Cafuné: Allo stesso tempo non si può far a meno di notare la forte componente classica e cinematografica della vostra musica. Ci sveli qualche riferimento ad autori o compositori nascosti?
Federica: Alba si basa sulla sequenza di Fibonacci. Nel nostro background ci sono moltissime colonne sonore, molta musica classica, oltre che chiaramente i vari riferimenti al metal sinfonico. Gran parte delle nostre influenze derivando da questi ambienti hanno indirizzato le nostre scelte da un punto di vista compositivo, e influenzando soprattutto Federico in fase di composizione. Questo ha creato una musica che è molto visiva, e porta ad avere un'immagine uditiva di quello che sta succedendo.

Cafuné: Mi sembra quindi di capire che Federico sia un po' l'architrave del gruppo…
Federica: Sì, Federico è il nostro factotum. Lui è l'ideatore del progetto: colui che pone le basi per poi costruire tutto il resto. Poi ognuno dà il suo contributo per il prodotto finale. Per esempio ho sempre voluto essere coinvolta per i testi perché è qualcosa a cui tengo particolarmente.

Cafuné: Una curiosità personale: dove hai studiato?
Federica: Ho studiato al Dams di Bologna, laureandomi in critica cinematografica. Quindi sono anche io un'appassionata di cinema. Ho sempre amato molto scrivere. Una volta laureata mi sarebbe piaciuto proseguire in questa direzione. Poi sono capitati gli Sleeping e ho avuto la possibilità di approfondire questa mia grandissima passione per la musica.

Cafuné: Però insegni anche…
Federica: Da qualche anno insegno canto. Ho una formazione lirica. Da piccola avevo iniziato con qualche lezione di canto lirico. Poi dal 2013 ho portato avanti sia gli studi di canto lirico che moderno e qualche anno fa ho iniziato a insegnare.

Cafuné: Invece dal punto di vista delle scelte vocali in Alba, com'è andata? In certi momenti quando ti ascolto non può non venirmi in mente Sharon Den Adel.
Federica: È un bellissimo complimento. Grazie mille. Ho conosciuto Sharon all'epoca di Mother Earth che è stato il primo singolo dei Within Temptation che ho ascoltato. Mi sono follemente innamorata. Posso dire che sia stata la band che insieme agli Evanescence, all'epoca diventati super mainstream con Bring Me to Life, mi ha introdotta al genere. Per quanto riguarda le scelte vocali abbiamo cercato di puntare su una voce più calda rispetto a Enlighten. Quindi laringe un po' più bassa, suono più presente, in quanto più adeguato alle tematiche e al suono che stavamo cercando per questo album. Devo dire che è stata una bella sfida da questo punto di vista. Di solito infatti sono abituata a registri più alti o a usare meno massa cordale. Invece stavolta sono stata costretta a mettermi molto in gioco. Ci sono poi molti passaggi di registro. È un album dal punto divista vocale complicato, che ci ha portato a lavorare molto anche sull'interpretazione. C'è stato tanto lavoro dietro.

Cafuné: E di quella volta che hai conosciuto Floor Jansen?
Federica: Ho fatto un workshop a Roma in occasione del concerto che si sarebbe tenuto la sera. Il pomeriggio ho partecipato a questa lezione che teneva lei. Ho preso qualche lezione di canto anche da Marcela Bovio, l'ultima volta che siamo stati in Olanda. Mi è piaciuta tantissimo. Spero di aver occasione di rivederla.

Cafuné: Se ti chiedo di ripensare all'intero iter che finora hai percorso con gli Sleeping Romance, in che modo ti senti cambiata professionalmente ma soprattutto da un punto di vista personale?
Federica: Gli Sleeping mi hanno dato la possibilità di trovare la mia collocazione nel mondo. Quando sono entrata nella formazione, non avrei mai pensato di fare questo nella vita. I miei genitori fanno un lavoro normale: un avvocato e un'insegnante d'asilo nido. Mi immaginavo a fare un lavoro normale e non avrei mai puntato sulle mie capacità vocali, anche se il canto è sempre stato per me un grosso amore. C'è stata quindi una forte presa di coscienza di quello che volevo mettere in gioco della mia vita. Ho deciso di studiare tanto, di mettere in gioco la mia timidezza: sono una persona estremamente timida. Estremamente insicura. Ho deciso di farmi tanta violenza, di darmi tanti calci nel sedere e cercare di renderemi all'altezza della possibilità che il destino mi stava offrendo. Negli anni molte volte mi sono dovuta spingere oltre per non fermarmi. Ho trovato tanta passione dentro di me che non credevo di avere. Passione sì, ma soprattutto costanza. A volte la paura ti fa fare dei passi indietro ed è una cosa che devi imparare ad affrontare.

Cafuné: Mi sembra una riflessione significativa e un modo molto bello per concludere l'intervista. Capiterà di sentirvi qua in Italia?
Federica: Sarebbe molto bello suonare in Italia. Abbiamo qualche contatto, vedremo se ci sarà la possibilità di organizzare. Facciamo un po' fatica a lavorare qui, speriamo di riuscire a farlo. Sarebbe uno degli obbiettivi che ci piacerebbe raggiungere.

Cafuné: Già che parli di obbiettivi, quali sono i prossimi?
Federica: Un obbiettivo importante che già abbiamo raggiunto è che l'album sia stato pubblicato. Visto che abbiamo aspettato due anni è già una grandissima vittoria. Speriamo che venga accolto bene. Impegnarci nella promozione e nei tour, è un altro obbiettivo. Poi magari arrivare a parlare del terzo disco. Nella speranza che non esca quando siamo tutti già nonni.

Cafuné: Ti ringrazio molto per essere stata con noi. Siamo arrivate ai ringraziamenti…
Federica: Ringrazio i nostri fan, perché è grazie a loro se siamo qui. Ringrazio tutto lo staff di persone meravigliose che abbiamo incontrato in questi anni e che ci hanno sostenuto contribuendo ai risultati che abbiamo ottenuto. Ringrazio anche te per questo spazio che ci hai dedicato. Grazie mille.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Sleeping Romance - L'intervista
Clicca per ingrandire
La band
Clicca per ingrandire
L'artwork di Alba
Clicca per ingrandire
La formazione nel 2013
Clicca per ingrandire
Federica Lanna
RECENSIONI
70
ARTICOLI
13/11/2017
Intervista
SLEEPING ROMANCE
Tra la notte e il giorno
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]