Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
Clicca per ingrandire
Cadaveria
Clicca per ingrandire
Intensa
Clicca per ingrandire
L'immagine di copertina
Clicca per ingrandire
La Signora in Rosso
Clicca per ingrandire
La band
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/02/18
REACH
The Great Divine

21/02/18
CANDLE
The Keeper/s Curse

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

23/02/18
DESTROYER 666
Call of the Wild

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TWILIGHT`S EMBRACE
Penance

23/02/18
NEW HORIZONS
Inner Dislocation

23/02/18
USURPRESS
Interregnum

23/02/18
UNRULY CHILD
Unhinged: Live In Milan

CONCERTI

20/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
ALCATRAZ - MILANO

21/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

21/02/18
HIGHLY SUSPECT
ALCATRAZ - MILANO

22/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + SØNDAG
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

23/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD + URAL
ALCHEMICA CLUB - BOLOGNA

23/02/18
NILE + TERRORIZER + GUESTS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/18
HIEROPHANT
NOVAK - SCORZE' (VE)

23/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR + THE RADSTER
CELLAR THEORY - NAPOLI

23/02/18
HOPELESS + QUMA + SILENCE PREVAILS
POP EX-LAVANDERIE RAMONE - TORINO

CADAVERIA - "Prepararsi alla Morte" durante il Festival dell'Apparire
10/01/2018 (819 letture)
Nonostante il forte ritardo sugli accordi causato dalle numerose peripezie vissute prima di raggiungere lo Zoom Club (vedi live report del CMI), Marcelo Santos e Cadaveria non si sono affatto sottratti ai nostri taccuini digitali. Ecco quindi il resoconto della nostra lunga chiacchierata, durante la quale sono venuti fuori interessanti discorsi, alcuni dei quali esulano da quelli consueti. In particolare, alcune dichiarazioni riguardanti il futuro del gruppo sono risultate sorprendenti. Buona lettura.

Francesco: Ciao Cadaveria. Senti: come al solito io non mi preparo nulla, parto con la prima cosa che mi viene in mente e poi vediamo come si sviluppa il discorso. Stamattina ho dato un'occhiata alla puntata di Donne Rocciose che ti riguarda e, a parte le letture arrivate ad oltre 3000 in poco più di 18 mesi...
Marcelo Santos: Era sempre lei che continuava a rileggerlo (risate generali - Nda)

Francesco: Ah, ecco, eh eh.. comunque, anche se apparentemente non c'entra nulla con la premessa, volevo intanto chiederti qualcosa sulla riedizione di Far Away From Conformity
Cadaveria: Certo. Si tratta della ristampa del secondo album dei Cadaveria uscito originariamente nel Gennaio del 2004 per la Scarlet Records e finalmente di nuovo disponibile sul mercato. Dico "finalmente" perché erano anni che questo album era sold out e devo dirti che curiosando nel mercato on line, avevamo notato da tempo che le pochissime copie della versione originale esistenti, se mantenute come nuove, avevano raggiunto su Amazon quotazioni anche di 200 Euro; veramente folli. In realtà questo album è stato licenziato anche in Russia, quindi ne esiste appunto una versione russa tutt'ora in circolazione, ma la versione italiana 2004 è completamente esaurita. Le poche italiane hanno raggiunto le quotazioni pazzesche che ti dicevo prima, mentre io credo che la musica debba essere a disposizione di tutti ed a prezzi inferiori, quindi era nostra volontà già da tempo di renderlo nuovo disponibile. Intorno al 2013 abbiamo cominciato a lavorare ad un pre-mix, perché volevamo rimixarlo e rimasterizzarlo, ed in quella occasione ci siamo resi conto che il back up dei files originali del 2003 evidentemente aveva un bug, quindi ci mancavano delle tracce. Le voci di Blood and Confusion e di The Divine Rapture erano completamente assenti. Questo ci ha messo nella necessità di dover rientrare in studio, solo che nel 2013 avevamo cominciato a registrare Silence. Poi volevamo far uscire un DVD perché a quell'epoca ci siamo resi conto, sempre rovistando nel nostro archivio, che il materiale video raccolto negli anni era veramente imponente ed allora, o lo tenevamo nel cassetto, o bisognava farlo uscire. Quindi è uscito Karma, questo DVD doppio retrospettivo e poi Silence, insomma... per fartela breve le priorità sono state altre. Finalmente a fine 2016 mi sono potuta concentrare su questo, dopo essermi occupata insieme al resto dei Cadaveria ed ai Necrodeath dell'EP Mondoscuro, quindi ci sono stati tutta una serie di altri capitoli finché non sono potuta entrare in studio e registrare le tracce vocali e da lì siamo partiti col remix ed il remastering.

Francesco: L'idea era quella di replicare esattamente le canzoni o di reinterpretarle?
Cadaveria: Ci sono delle differenze dovute ad esempio al fatto che una delle due tracce, Blood and Confusion, l'abbiamo suonata molto dal vivo e quindi ci sono determinate cadenze che cambiano rispetto alla versione originale. E poi nell'arco di tredici anni la mia voce si è un po' modificata come timbro, quindi qualche differenza apprezzabile c'è di sicuro. E'uscito l'8 Dicembre in versione CD Digipack con artwork rivisto, ed una versione limitatissima di 300 copie numerate a mano uscirà il 12 Gennaio.
Marcelo Santos: Proprio in occasione dell'anniversario dell'uscita originale.

Francesco: Sai perché ero partito dal Donne Rocciose? Perché in quell'articolo si faceva riferimento anche all'aspetto visuale della tua musica, al fatto che sei molto interessata al cinema -laureata al DAMS con una tesi su Lost Highways di David Lynch, se non erro (annuisce - Nda)- e nell'album c'è una versione di Call Me dei Blondie, ed io ho dedicato l'l'ultima puntata proprio a Debbie Harry. Raccogliendo il materiale su di lei ho notato, a parte l'interesse per il cinema anche da parte sua, l'approccio alla musica da attrice che interpreta un personaggio e mi è venuta in mente questa associazione con te.
Cadaveria: Bè, io ti ringrazio, sono lusingata del paragone, però la Harry è la Harry. Penso che sia solo una coincidenza. Io e Flegias siamo gli artefici di tutto ciò che accade nei Cadaveria per decisioni prese congiuntamente e ci siamo trovati d'accordo nel coverizzare Call Me, innanzi tutto perché non era una canzone metal e ci piaceva l'idea di approcciarci a qualcosa che si potesse un po' stravolgere. Poi perchè appartiene ad un nostro background. Non perché fossimo pazzi per i Blondie, ma perché comunque un po' di pop, di new wave faceva in ogni caso parte del periodo. Poi lei è stata musa di Giger. Questa canzone era stata colonna sonora di American Gigolò, un film cult degli anni 80 ai quali noi apparteniamo.
Marcelo Santos: Ecco; a quel tempo l'abbiamo scelta perché volevamo coverizzare un pezzo non metal degli anni 80. Il riff catchy di quel brano si prestava bene ed il fatto che Blondie fosse un'icona femminile in un genere e lei in un altro mi sembrava proprio adatto a questa necessità. Gliel'ho proposta perché vedevo bene la sua interpretazione ed io volevo rallentarla dal punto di vista ritmico, renderla un po' più doom.

Francesco: Per associazione di idee e passando a Mondoscuro, anche lì ci sono delle riuscite cover "intramoenia", per così dire.
Cadaveria: Si, in questo caso la parte più divertente non è stata certo quella legata alla coverizzazione dei Type 0 Negative, perché quella sembra una canzone semplice, ma in realtà è molto complessa, al di là della sua lunghezza. Le tre note con le quali hanno scritto quella canzone ti fanno rendere conto di quanto siano stati grandi. Quindi, nonostante sia contentissima di averla fatta perché ha accompagnato i miei primi tempi di ascolto metal, la parte più divertente non è stata quella, ma è stata rifare una canzone dei Necrodeath con accanto una persona che la canta abitualmente, la quale ha potuto quindi indirizzarmi in determinate fasi della coverizzazione, cambiando ruolo.
Marcelo Santos: Figo; perché ho potuto affermare che quello che fa Peso lo posso fare anch'io, anche se lui non si è mai espresso, eh eh... (ancora risate generali - Nda). Anche lì, semplificando la sezione ritmica, presumo di aver fatto un buon lavoro. Sono un fautore della semplificazione.
Cadaveria: A volte togliere è infatti più difficile che aggiungere.
Marcelo Santos: Soprattutto per un batterista che suona in un gruppo come i Cadaveria, dove la cosa principale sono i riff di chitarra e la sua voce. Se mi mettessi a suonare 100 piatti e 100 tom, andrei a coprire quello che è il groove della band. Col passare degli anni cerco quindi sempre più di togliere, senza ovviamente sottrarre pathos alla musica.
Cadaveria: Eppure, tornando a prima e sul fatto che Peso non si sia mai espresso, forse non te l'ho mai detto, ma lo ha fatto Claudio, il quale mi ha telefonato dopo aver sentito la versione di Mater Tenebrarum dicendo: "Volevo farti i complimenti, visto che l'ho scritta io e mi è piaciuta molto".
Marcelo Santos: Il tutto è stato comunque un lavoro molto faticoso. Abbiamo messo insieme due gruppi e due studi diversi, ed i gruppi funzionano in quanto tali quando c'è equilibrio. Qui c'erano "due equilibri da equilibrare" ed è stato veramente difficile. Alla fine tutti contenti, ma lo sforzo è stato maggiore rispetto a quello di un normale album intero. Si tratta di un mini-LP, ma lo sforzo è stato veramente notevole anche dal punto di vista tecnico. Mettere insieme due studi, due mastering e due missaggi che funzionassero e cercare una scelta stilistica che collimasse non è stato semplice.

Francesco: E' un'operazione che avrà un seguito? Io spero di no, veramente, perché ripercorre lo stesso sentiero è sempre un'operazione in perdita, secondo me. Per quanto bene tu lo possa fare, la gente avrà sempre l'imprinting del primo lavoro in mente ed è anche giusto così.
Marcelo Santos: Un rifacimento in linea di massima c'è stato, perché prima c'è stato lo split con gli Schizo chiamato Mondocane e questo con i Cadaveria è una sorta di rifacimento. Magari un domani ci sarà un Mondobastardo con i Bulldozer, non so, ma sono comunque "delle ripetizioni non ripetibili".

Francesco: Qualcuno mi ha detto che Cadaveria andrà in pausa per un anno sabbatico. C'è del vero in questa voce?
Cadaveria: Si, in effetti si. Adesso non ti so dire se sarà un anno, un po' di più o un po' di meno, perché non so nemmeno cosa farò domani, ormai non faccio più progetti a lungo termine. Però ormai da alcuni mesi sento l'esigenza di prendermi una pausa, perché mi piacerebbe fare almeno ancora un'album, ma in questo momento non ho l'ispirazione per mettermi a scrivere qualcosa che abbia un valore per quello che potrebbe anche essere l'ultimo album dei Cadaveria. Se mai uscirà, quindi, dovrà essere qualcosa in grado di fare realmente la differenza.

Francesco: Non ti nascondo che sono piuttosto stupito. Perché dici che potrebbe essere l'ultimo?
Cadaveria: Perchè questo è ciò che mi sento di dirti adesso. Ed allora, per far si che sia ciò che io desidero devo avere qualcosa di forte dentro da dire, devo essere molto ispirata e questa ispirazione la devo cercare, o si deve ricreare da sola. Si deve creare un'alchimia che non deve essere indotta. Deve succedere qualcosa. Aspettiamo quindi che succeda o lo andiamo a cercare.
Marcelo Santos: Fortunatamente non abbiamo nessun vincolo contrattuale, quindi siamo liberi di prenderci i nostri tempi per fare le cose come le vogliamo veramente. Ma soprattutto la cosa non è vincolante rispetto al fatto di suonare o meno in giro. Possiamo ugualmente suonare se ci chiamano, però aspettiamo di avere tutte le carte in regola per far parlare nuovamente di noi in maniera adeguata.
Cadaveria: E' anche il fatto che, oltre che un'esigenza artistica personale, come ascoltatrice e fan del genere sto vivendo un momento... non dico di allontanamento, ma trovo che ci sia un surplus di offerta veramente incredibile e, se mi permetti di dirlo senza che io pensi di essere chissà chi, la mia impressione da umilissima ascoltatrice è che non tutto il materiale che c'è in giro meriti di esserlo. E poi tutta questa lotta, questo festival dell'apparire sui social che mi è sempre andata stretta, nonostante sia fondamentalmente obbligata a gestirli ed a comparire su di essi, mi porta invece a voler fare un passo indietro ed a guardare un po' più da lontano a quello che succede. A lasciare che si scannino un po' tra di loro (detto a mò di battuta - NdA). Quando me la sentirò, uscirò con qualcosa di importante.

Francesco: Il problema è che c'è surplus di offerta perché è diventato troppo semplice fare un disco; e probabilmente lo sarà sempre di più. Quindi il fenomeno aumenterà. L'unico fattore che potrebbe intervenire per modificare la situazione è il pubblico, facendo più selezione, ma nella sua generalità non è più abituato a farlo da tempo; e mi ci metto dentro anch'io. Chiaramente si tratta di una generalizzazione, sia chiaro.
Cadaveria: Ecco; perché io ho avuto occasione di sentire pareri diversi da parte di gente molto qualificata che si è stufata della situazione e fa invece molta selezione.

Francesco: Non ne dubito, ma di solito si tratta di persone grandi, che quindi possono comparare la situazione attuale rispetto a quella precedente e sono abituati a dover selezionare per forza. Meno -altra generalizzazione- da parte degli under 30.
Cadaveria: Si, perché vivono tutto in maniera più "flat".

Francesco: Ah senti, passando completamente di palo in frasca e tornando al discorso cinemetografico: tempo fa ho visto in rete un filmato ambientato a Torino nel quadro di una serie intitolata Prepararsi Alla Morte, del quale eri protagonista. Me ne vuoi parlare?
Cadaveria: Si, certo. E' stata una bella collaborazione con Luigi Pastore, che avevo conosciuto anni fa perché aveva organizzato per un paio di anni un festival del cinema Horror nei dintorni di Roma. In quella occasione aveva unito cinema e musica e ci aveva invitato a suonare per una serata. Siamo rimasti in contatto e quando ha avviato questo progetto di format televisivo dal taglio web -perché poi è uscito su Youtube e forse su qualche TV satellitare- mi ha detto che voleva che la musica di sottofondo delle varie puntate e la sigla fosse dei Cadaveria. Gli ho proposto alcuni brani, gli ho fornito una serie di tracce singole, di temi musicali eseguiti per tastiere o per chitarre, ho elaborato alcuni loop in base alle sue esigenze ed abbiamo collaborato. Poi ha voluto avermi ospite in una delle puntate che erano tutte dedicate alla morte. Al prepararsi ad essa, ad affacciarsi a questo evento certo, ma del quale si ha sempre paura di parlare, che veniva affrontato invece a viso aperto. Nella puntata nella quale sono stata ospite, girata a Torino, mia città natale alla quale sono molto legata anche per i temi esoterici che vi sono collegati, al cinema anni 70 ed 80 di Dario Argento, del quale lui è amico, hanno portato alla realizzazione della puntata. Insomma: si è parlato di morte e la puntata è ancora disponibile su Youtube ed è interessante al di là della mia intervista. Come lo è vedere quali sono stati gli ospiti delle altre. Ricordo ad esempio Sergio Stivaletti, autore di tutti gli effetti speciali di Dario Argento. Attorno a questo tema hanno detto la loro vari personaggi, tra i quali la sottoscritta e sono molto contenta di aver fatto questa cosa.

Francesco: Come Necrodeath, invece, aspettiamo il nuovo album per il 9 Marzo.
Marcelo Santos: Io sapevo l'8, veramente...
Cadaveria: E' inutile... non si ricorda mai una data.

Francesco: Non vorrai saperlo certo meglio di me, no?
Marcelo Santos: Ah no, quello no, certo... (ancora risate generali - NdA)

VODKADAVERIA PER TUTTI!
Il tempo è volato e l'inizio della manifestazione è ormai imminente. Noi dobbiamo recarci in platea per seguire le prove delle varie band ed i Cadaveria devono prepararsi per la loro esibizione. Giusto il tempo di offrirci per puro spirito di servizio di assaggiare la vodka e aranciata sul tavolo (non si sa mai, la vodka poteva anche essere rancida e magari far male ai musicisti, no?) e di salutarci. Sperando, per ciò che ci riguarda, che l'affermazione circa la possibilità che il prossimo sia l'ultimo album della band venga poi smentita dai fatti e che su di loro non cali il... Silence.



legalisedrugsandmurder
Venerdì 12 Gennaio 2018, 8.28.31
13
dire che è colpa sua e di pino che il metal in italia è alla frutta... la stronzata del mese. Se è alla frutta è per ragazzini che cominciano ora e pensano prima a stampare magliette che a fare un demo decente
deris
Giovedì 11 Gennaio 2018, 19.28.21
12
Cadaveria,una band a dir poco strepitosa...prendessero un tasterista in pianta stabile serebbero anche meglio...
Galilee
Giovedì 11 Gennaio 2018, 14.55.02
11
Caro Doom, non potrei essere più in disaccordo. Grande artista invece, mai banale e mai superficiale. Nettamente sopra la media.
Raven
Giovedì 11 Gennaio 2018, 13.57.24
10
All'inizio del pezzo c'è il link al report. Discreta affluenza, comunque.
Quello che si offende facilmente
Giovedì 11 Gennaio 2018, 13.49.04
9
Ma c'era gente al concerto?
tino
Giovedì 11 Gennaio 2018, 12.37.48
8
è un prodotto tipico (l'artista) dell'italia metal anni 80, nel bene e soprattuttto nel male se si vuole guardare solo i difetti. il discorso kitcsh è applicabile con misoginia italica solo perchè donna visto che il mondo metal è pieno di tamarrate di sesso maschile che sono criticati poco o nulla.
Doom
Giovedì 11 Gennaio 2018, 12.23.40
7
Forse sarebbe il caso di fare un po di selezione anche sulle uscite di Cadaveria, a me non mi è mai parsa sta gran artista, roba trita e kitsch che di più si farebbe fatica a immaginare, ma se lo dite voi...
Raven
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 17.42.38
6
Restiamo IT grazie, L'intervista è ai Cadaveria, non a Pino.
Steelminded
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 17.22.53
5
Sarà pure alla frutta ma Pino con i Vanadium ha scritto pagine indelebili... Evviva!
TOPOLINO
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 16.57.23
4
tra lei e pino scotto il metallo italiano è alla frutta
Galilee
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 14.26.47
3
Mitica Cadaveria.
Stagger Lee
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 7.34.50
2
Mi unisco alla speranza sul presunto ultimo album. Cadaveria regalacene altri cento perché la tua è musica meravigliosa.👍
Korgull
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 6.34.01
1
Che bella intervista!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Il concerto
Clicca per ingrandire
Marcelo Santos all'opera
Clicca per ingrandire
Sul palco dello Zoom
Clicca per ingrandire
Cadaveria e Marcelo Santos durante l'intervista
Clicca per ingrandire
Intervista
RECENSIONI
80
80
75
ARTICOLI
10/01/2018
Intervista
CADAVERIA
"Prepararsi alla Morte" durante il Festival dell'Apparire
08/11/2015
Live Report
CRADLE OF FILTH + NE OBLIVISCARIS + CADAVERIA
New Age Club, Roncade (TV), 04/11/2015
26/02/2014
Live Report
PRIMORDIAL + CADAVERIA + LUNARSEA + SHORES OF NULL
Rock'n'Roll Arena, Romagnano Sesia (NO),21/02/2014
26/01/2013
Intervista
CADAVERIA
Alzare gli standard in anni di crisi
20/12/2012
Live Report
CADAVERIA + UEICKAP + I WILL KILL YOU
Barbara Disco Lab, Catania, 15/12/2012
11/08/2012
Intervista
CADAVERIA
Non fermatevi alle apparenze!
13/02/2012
Live Report
CADAVERIA + SBS + MADNESS OF SORROW
Spazio Aurora, Milano, 10/02/2012
06/01/2012
Intervista
CADAVERIA
Horror Metal è notturno e maligno!
25/11/2010
Intervista
CADAVERIA
Noi metallari l'avremo vinta
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]