Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Helloween
United Alive in Madrid
Demo

Freakings
Rise of Violence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/10/19
MAESKYYRN
Interlude

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
BREAK ME DOWN
The Pond

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

18/10/19
SECRET CHAPTER
Chapter One

18/10/19
INFECTED RAIN
Endorphin

18/10/19
PSYCHOPUNCH
Greetings from Suckerville

18/10/19
DEEZ NUTS
You Got Me Fucked Up

18/10/19
HOLY SERPENT
Endless

18/10/19
UNAUSSPRECHLICHEN KULTEN
Teufelsbücher

CONCERTI

16/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Magazzini Generali - Milano

16/10/19
SLEEP
TPO - BOLOGNA

16/10/19
A PALE HORSE NAMED DEATH
LEGEND CLUB - MILANO

17/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Teatro della Concordia - Torino

17/10/19
THUNDERMOTHER
LEGEND CLUB - MILANO

18/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
ORION - ROMA

18/10/19
PINO SCOTTO
STAMMITCH TAVERN - CHIETI

18/10/19
TIDES FROM NEBULA + GUESTS
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

18/10/19
STAGE OF REALITY + NEW DISORDER + WHITE THUNDER
TRAFFIC LIVE - ROMA

18/10/19
SHORES OF NULL + SEDNA
BIKE BAR CINETICO - CERVIA (RA)

ROGER WATERS - OLTRE IL MURO
09/03/2018 (813 letture)
ROGER FLOYD O PINK WATERS
Dodici grammi. Se è vero che gli episodi che definiscono in modo determinante la vita di un uomo si possono contare sulle dita di una mano, allora per Roger Waters cinque dita sono anche troppe.

È con queste parole, contenute nel peso di un proiettile che fende l'aria fulmineo, che Giovanni Rossi inizia la sua opera Roger Waters - Oltre il Muro. Più che una biografia, Rossi ha elaborato un tipo di romanzo che cerca faticosamente di inquadrare (partendo dal basso) un gigante della musica come lo è stato il fondatore e bassista dei Pink Floyd, una delle band più influenti e conosciute a livello mondiale, l'eccellenza del rock. Un'impresa, quella dell'autore, che sembra effettivamente colpire nel segno mostrandosi diversamente interessante soprattutto nei primi capitoli che descrivono intelligentemente tutte le sfumature del complicato e spigoloso carattere di Waters, dalla morte del padre nel corso della Seconda Guerra Mondiale (quando il piccolo Roger era ancora in fasce) sino alla crescita ed esplosione artistica, entrambe indelebilmente segnate dalle iperprotettive braccia della madre e la rigida educazione scolastica ricevuta che ne hanno delineato i conflittuali rapporti sociali anche nell'ambiente musicale da lui stesso creato.
Tuttavia, dopo un inizio promettente, in grado di ricostruire utili dettagli storici, sociali e politici inerenti l'apparato inglese che fu, l'opera cade puntualmente nella trappola dei Pink Floyd. E questo perché Roger Waters è ed è stato i Pink Floyd. Le due figure sono una cosa sola. Si possono avere i migliori propositi spaccandosi la testa nel trovare il modo di separarle concentrandosi su una sola delle due, ma le intenzioni finiscono sempre per non essere ripagate a dovere. Un lavoro sprecato. Per fortuna, al fine di alleggerire il classico polpettone cosmico che ci hanno fatto ingoiare negli anni a piccole e numerose forchettate con le varie biografie ed indefiniti racconti sul gruppo inglese, Rossi si è sapientemente riparato dietro il resistente scudo delle curiosità e delle testimonianze inedite non solo del protagonista ma anche di coloro che ne hanno arricchito ed allungato la vita. Una ricerca che Rossi ha portato avanti sin dall'adolescenza, non senza difficoltà in un periodo povero di notizie, a seguito del piacevole cazzotto preso dagli stessi Pink Floyd nel 1988 in occasione del concerto al “Braglia” di Modena. In ogni caso, la simpatica introduzione spiega i motivi che spinsero l'autore a tutto ciò.

OLTRE IL MURO. SIAMO SICURI?
Ma ora mi e vi pongo una domanda. È davvero possibile andare oltre il muro quando si parla di Roger Waters? A mio parere, no. Questo perché ormai l'artista siede su quel muro da troppi anni ormai, un po' come un sovrano sul suo amato trono. Roger Waters non è mai andato e mai andrà oltre quel muro, perché non gli conviene, perché fonte del suo attuale guadagno e della sua popolarità eterna. Anzi, contribuirà a renderlo sempre più alto e prezioso, mattone dopo mattone (d'oro) sino all'autodistruzione e non si capisce come si possa minimamente pensare a lo stesso dall'altra parte di un muro che da strumento di difesa e chiusura si è tramutato in un ideale di superiorità in quanto fortemente e furbescamente strumentalizzato.

RIFLESSIONI CONCLUSIVE
Probabilmente, il comunque lodevole lavoraccio di ricerca del bravissimo Rossi avrebbe avuto più senso quando lo stimolo si è incendiato, ossia negli anni ottanta o novanta, quando il pubblico adorava immagazzinare informazioni su questo o quell'altro personaggio che godeva di una certa fama. Oggi, cosa non è stato detto su Pink Floyd e Roger Waters? Certe cose le si conoscono involontariamente, anche prima che accadano. Anche i muri ne parlano. E si possono aggiungere capitoli, appendici o fotografie, come in questa nuova edizione che segue quella del 2013, la sostanza non cambia.

::: ::: ::: RIFERIMENTI ::: ::: :::
Autore: Giovanni Rossi
Titolo: Roger Waters – Oltre il Muro
Casa editrice: Tsunami
Numero pagine: 384
Prezzo: 20,00 euro



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
RECENSIONI
88
85
ARTICOLI
18/04/2018
Live Report
ROGER WATERS – US + THEM TOUR
Mediolanum Forum, Milano, 17/04/2018
09/03/2018
Articolo
ROGER WATERS
OLTRE IL MURO
31/07/2013
Live Report
ROGER WATERS
Stadio Olimpico, Roma, 28/07/2013
07/04/2011
Live Report
ROGER WATERS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 02/04/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]