Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
Clicca per ingrandire
Anvil - Metal on Metal
Clicca per ingrandire
Byzantine - The Cicada Tree
Clicca per ingrandire
Diamond Head - Diamond Head
Clicca per ingrandire
Habitual Sins - Personal Demons
Clicca per ingrandire
Havok - Conformicide
Clicca per ingrandire
Hollywood Vampires - Hollywood Vampires
Clicca per ingrandire
Leathermask - Lithic
Clicca per ingrandire
Metallica - Ride the Lightning
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/07/19
FAITHSEDGE
Bleed for Passion

26/07/19
THE TRIGGER
The Time Of Miracles

26/07/19
OH HIROSHIMA
Oscillation

26/07/19
WORMWOOD
Nattarvet

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Hawkdope (reissue)

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Stellar Prophecy (reissue)

26/07/19
SINHERESY
Out of Connection

26/07/19
AS I MAY
My Own Creations

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

26/07/19
IAN GILLAN
Contractual Obligation

CONCERTI

23/07/19
PERIGEO
PIAZZA SS. ANNUNZIATA - FIRENZE

25/07/19
COVEN + DEMON HEAD
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

25/07/19
THERAPY?
CURTAROCK FESTIVAL - CURTAROLO (PD)

26/07/19
COVEN + DEMON HEAD + GUESTS
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

26/07/19
SOILWORK
ROCK CLUB - PINARELLA DI CERVIA

26/07/19
WEEDEATER
FREAKOUT - BOLOGNA

27/07/19
MARDUK + GUEST
ROCK AND BOL - BOLOTANA (NU)

27/07/19
OBSCURA DOOM FEST
MU CLUB - PARMA

27/07/19
SOILWORK
LEGEND CLUB - MILANO

27/07/19
WEEDEATER
CRYSTAL MOUNTAIN FEST - MOSO IN PASSIRIA (BZ)

L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE - # 29 - Metallica, Pink Floyd, Sanctuary, Ten, Anvil, Power Trip, Havok e tanto altro
31/03/2018 (1124 letture)
E come ogni ultimo giorno di ogni trimestre, eccovi il resoconto del nostro lavoro "fuori menù", per rendere la nostra/vostra 'zine sempre più completa. Seguendo una prassi ormai consolidata, tutti gli scritti inseriti sono stati divisi per macro gruppi -in questo caso ne abbiamo quattro- in modo da facilitarvi la lettura e da individuare più rapidamente quali possono essere di vostro interesse. Tra recensioni rifatte di band importanti alle quali è stata quindi data veste nuova; di gruppi meno noti, magari autori di lavori interessanti nel corso dell'anno passato ed altre riguardanti alcuni tra i lavori più attesi che hanno lasciato il segno, ecco quanto abbiamo da proporvi stavolta.

ROCK - PROG ROCK
Hollywood Vampires - Hollywood Vampires
Il trio, che gira da tre anni i palchi di mezzo mondo, ha rilasciato nel 2015 un omonimo album contenete quasi esclusivamente cover di grandi band del passato; ora, sarebbe molto semplice bollare il tutto come una bassa operazione commerciale, sia per la massiccia presenza di cover, sia per la presenza di Depp, da molti visto come mera “marchetta” mediatica, più che come musicista realmente degno di suonare al fianco dei due veterani; tuttavia, benché il qui presente Hollywood Vampires non sia certamente destinato a passare alla storia della musica, sarebbe dopotutto ingiusto non riconoscergli un sincero spirito nostalgico ed un concreto desiderio di omaggiare alcuni nomi che -quelli sì- hanno scritto la storia del rock

Pink Floyd - Ummagumma (Rifatta)
rappresenta un esperimento/cantiere che introduce agli anni 70 ed agli sviluppi che la musica PinkFloydiana proporrà in periodo. Passando dalla lisergia vera e propria, ad una “psichedelia progressiva” -ammesso che esista- che connoterà la carriera successiva della band almeno fino a Wish You Were Here. Marchiata anche da un artwork firmato dallo studio Hypgnosis che presenta una facciata con Effetto Droste, l'opera è divisa in due parti distinte e separate: un primo disco live ed un secondo in studio. Ed è da qui che Waters assumerà il pieno controllo della situazione in seno al gruppo.

HARD ROCK
Triumph - Never Surrender
Tra le tante meritate nomine, probabilmente non saranno in molti quelli che penseranno ai canadesi Triumph per rappresentare i gloriosi Eighties. Eppure, si tratta senza dubbio di un gruppo al quale non mancherebbe niente per fare un figurone: il perfetto incontro tra hard ed heavy metal, tra tradizione settantiana e novità ottantiana, tra suggestioni AOR, prog e futuristiche e staffilate a sciabola aperta tipiche del metal di quella decade. In effetti, al gruppo di Toronto non mancava davvero niente, considerando una parabola durata dal 1975 al 1988 con la line up originale, per poi vedere un ulteriore album nel 1993, anno dello scioglimento ufficiale.

Ten - Albion
Undicesimo capitolo della saga Ten, uscito nel novembre del 2014. La band muta qualcosa di rilevante in formazione, passando ad un roster di ben tre chitarristi: fuori Dan Mitchell, vengono ingaggiati ben due axe-man, Dann Rosingana e Steve Grocott che vanno ad affiancare lo storico John Halliwell. Chiaro il tentativo della band, che diventa così una line-up di 7 elementi, di potenziare e rafforzare il sound per questo nuovo album, che a livello stilistico prosegue nel solco tracciato e disegnato dal precedente Heresy And Creed

HEAVY - HEAVY/PROG
Leathermask - Lithic
i Nostri non hanno timore nel cimentarsi in brani che spesso superano gli otto minuti di durata e, anche grazie ad una buona perizia tecnica, riescono ad architettare il tutto pregevolmente. Lithic è un album che denota un buon gusto musicale, indubbiamente è un debutto che mette in mostra le potenzialità dei Leathermask, nonostante alcuni aspetti ancora da limare e sistemare a dovere.

Habitual Sins - Personal Demons
uscito nel 2017 per l‘etichetta discografica tedesca Pure Steel Records. L’album presenta un interessante mix di heavy classico di stampo ottantiano, infarcito da soluzioni che richiamano il doom più profondo ed oscuro. Una proposta che si evidenzia per l’alto tasso tecnico dei musicisti impegnati, decisamente sopra le righe e non di facile ed immediata assimilazione. Se si va meglio ad indagare, notiamo innanzitutto che tra le fila della band di Pittsburgh spicca la presenza di membri degli Icarus Witch

Diamond Head - Diamond Head
Il disco parte alla grande, anzi, alla grandissima con la micidiale accoppiata vincente Bones / Shout at the Devil, che fin dal principio ci fa intendere qual’è la rotta intrapresa dalla band britannica. Le ritmiche di Moohan e Wilcox sono frizzanti, le chitarre di Tatler e Abberley infiammate e la voce del nuovo arrivato Rasmus Bom Andersen semplicemente perfetta. O perlomeno la migliore scelta possibile per questo tipo di proposta, che strizza l’occhio tanto all’heavy metal glorioso di Lightning to the Nations e Borrowed Time quanto a quello più “impuro” del pur sempre ottimo Canterbury.

Sanctuary - Inception
basta scorrere i brani che lo compongono per rendersi conto che effettivamente questo disco è in realtà una sorta di reissue dell’esordio degli statunitensi, Refuge Denied: a quanto pare i nastri datati 1986 sono stati ritrovati casualmente in soffitta (!) dal chitarrista Lenny Rutledge il quale li ha restaurati con l’aiuto del produttore Chris “Zeuss” Harris. Il tempo sembra essersi fermato agli Eighties, la copertina ricalca quella del debut citato e ritroviamo a tanti anni di distanza il celebre “televangelista” armato di pistola creato dalla matita di Ed Repka che minaccioso ci giudica dal suo pulpito; ma in realtà è una mera illusione. Molte cose sono cambiate nel frattempo

Anvil - Metal On Metal (Rifatta)
Il moniker degli Anvil appartiene ad uno di quei gruppi che, a prescindere da quanto effettivamente abbia inciso sulla scena e da quanti suoi dischi e singole canzoni siano passate alla storia, è nei cuori di molti. Identificati immediatamente col filone dei "duri e puri" dediti solo al sacro verbo del metal senza compromessi, i canadesi hanno vissuto sin dall'inizio della loro carriera anche dell'affetto dei fan per il loro modo di essere. Un affetto che tendeva a mettere in secondo piano i difetti della loro proposta e ad esaltarne i meriti in maniera quasi eccessiva.

Witherfall - Nocturnes and Requiems
Il classico album da non farsi scappare per nessun motivo. I Witherfall sono una band a tutt’oggi praticamente sconosciuta, ma le cui fondamenta sono robuste e pronte a dare frutti di spettacolare bellezza. La storia della band inizia nel 2013, quando il cantante/tastierista Joseph Michael e il chitarrista Jake Dreyer lasciano i White Wizzard e uniscono le loro strade con il batterista Adam Sagan, ex Circle II Circle. E’ un incontro felice quello da cui nasce la band, il cui nome è suggerito proprio da Sagan.

THRASH - PROG/THRASH
Metallica - Ride The Lightning (Rifatta)
Dopo l’esordio di Kill 'Em All, incendiario, non privo di pecche sia a livello produttivo che compositivo e ciò nonostante uno dei dischi base per capire l'esplosione del thrash metal, nel 1984 i Metallica diedero alle stampe il loro secondo LP, facendo con questo un deciso passo avanti in ambedue i settori. Non mancò tra i fan chi storse il naso, accusando la band di avere già perso parte della sua carica musicalmente eversiva -se avessero potuto conoscere il futuro, probabilmente, molti sarebbero stati ben zitti- ma è sempre la solita storia: quando ci si evolve, qualcuno rimane sempre indietro e non manca di lanciare accuse di mercificazione e/o tradimento di presunti valori di purezza.

Warbeast - Enter the Arena
Enter The Arena, per quanto se ne sa finora, è e rimarrà l’ultimo album targato Warbeast. Pochi mesi prima della pubblicazione del terzo disco dei texani, infatti, Bruce Corbitt, voce e leader carismatico della formazione, annunciava pubblicamente di aver ricevuto una notizia ferale: soffre di tumore all’esofago e non potrà più cantare. La band viene quindi sciolta, dopo un’ultima apparizione dal vivo a Fort Worth, lo scorso maggio, e l’album Enter The Arena viene di fatto pubblicato postumo, un testamento artistico.

Power Trip - Nightmare Logic
Giunti al loro secondo album, i Power Trip assestano un colpo pesante ed a tratti quasi esaltante. Almeno per chi dal thrash metal cerca conferme e, soprattutto, realtà in grado di rielaborare la lezione dei grandi gruppi degli anni 80 senza variarne l'essenza. Insomma: l'old-school. Tutto questo dopo aver creato una certa apprensione tra gli appassionati dei ritmi martellanti per il ritardo con cui il seguito di Manifest Decimation tardava a manifestarsi. Dopo quattro anni, invece, è l'uscita di Nightmare Logic a spazzare via di prepotenza qualsiasi dubbio sulla forma degli statunitensi.

Vendetta (GER) - The 5th
Da sempre outsider, anche nei loro anni migliori, i Vendetta si collocano in quella folta schiera di formazioni che sono rimaste all’ombra della triade di riferimento (Kreator/Sodom/Destruction); si potrebbe, per un gioco di classificazione e aggregazione, considerarli in una ipotetica ulteriore triade in compagnia di Paradox e Deathrow, formazioni che hanno prediletto al classico approccio teutonico al genere le sfumature provenienti da oltreoceano, affondando le radici stilistiche più nella Bay Area che nella foresta nera o nella Bavaria.

Byzantine - The Cicada Tree
Dopo un album incredibile come To Release is to Resolve (2015) superarsi pareva impresa decisamente impossibile. In termini prettamente musicali i due album si equivalgono, ma quest’ultimo riesce a stupirci maggiormente e a renderci assolutamente protagonisti della vicenda. Il concept è frammentato e non c’è un vero e proprio fil-rouge che leghi il tutto, quanto più una sensazione di armoniosa serenità compositiva, richiami speciali e note incandescenti.

Havok - Conformicide
A quattro anni dal precedente Unnatural Selection tornano alla carica gli americani Havok con un album nuovo di zecca, Conformicide, che vede l'innesto di Nick Schendzielos al basso (Cephalic Carnage, Job For A Cowboy); seppur mantenendo il proprio stile, i musicisti tentano di variare leggermente la propria proposta, pur rimanendo legati alla propria origine di thrash metal band di stampo americano.
L'album è suonato in modo impeccabile, Pete Webber si conferma un drummer d'eccezione, però...


ARCHIVIATO L'ARCHIVIO...
E mentre una incerta Primavera è appena all'inizio e le giornate si sono da poco allungate per il ritorno dell'ora legale, anche la puntata numero 29 de L'Archivio va... in archivio. Noi, intanto, siamo già al lavoro da settimane su quella successiva che, come ormai già saprete, vedrà la luce alla fine del trimestre in corso. Ossia il 30 Giugno. Avete quindi tutto il tempo per consultare questo articolo e recuperare qualche disco che avete perso, oppure per confrontare le nostre opinioni con le vostre se si tratta di lavori che avevate acquistato nel corso dell'anno passato. Noi, nel frattempo, attendendo sia i vostri commenti che le vostre critiche, torniamo a scrivere per voi.



Steelminded
Sabato 31 Marzo 2018, 19.44.40
7
Bel ritorno l'ultimo dei Diamond Head effettivamente... era da tempo che non erano a questi livelli!!!
Raven
Sabato 31 Marzo 2018, 18.54.41
6
@4 in effetti si.
jaw
Sabato 31 Marzo 2018, 18.36.47
5
Nella carellata di albums, le mie preferenze vanno per il l ultimo dei Diamond Head, di cui auspicavo la recensione, a cui personalmente darei un 80, e never surrender dei Triumph, oltre agli Anvil che pero' e rifatta
rik bay area thrash
Sabato 31 Marzo 2018, 18.27.07
4
@Raven, solo una domanda. Mi sembra di capire che è stata riscritta la review degli anvil di metal on metal. Ho fatto click su anvil e compaiono ancora i vecchi commenti. Cioè avete tenuto i post e avete sovrascritto la vecchia review? Grazie e buona giornata
Raven
Sabato 31 Marzo 2018, 17.26.53
3
Mi assumerò questa responsabilità
Giaxomo
Sabato 31 Marzo 2018, 17.13.07
2
@Raven: così mi costringi (indirettamente) a riascoltare Ummagumma e Nocturnes and Requiems per i prossimi 6 mesi 😁
rik bay area thrash
Sabato 31 Marzo 2018, 16.01.49
1
È sempre un piacere leggere questo 'riassunto' ... nel thrash sempre great new e review
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Pink Floyd - Ummagumma
Clicca per ingrandire
Power Trip - Nightmare Logic
Clicca per ingrandire
Sanctuary - Inception
Clicca per ingrandire
Ten - Albion
Clicca per ingrandire
Triumph - Never Surrender
Clicca per ingrandire
Vendetta (GER) - The 5th
Clicca per ingrandire
Warbeast - Enter the Arena
Clicca per ingrandire
Witherfall - Nocturnes and Requiems
ARTICOLI
30/06/2019
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 34 - Beast in Black, Bio-Cancer, Five Finger Death Punch, Antichrist, Revocation, Godwatt e tanta altra bella e rilassante musica estiva
01/04/2019
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 33 - Halford, Negacy, Prophilax, Gama Bomb, Kingcrow, Acid, Godwatt, Necrophobic ed altre storie in musica
31/12/2018
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 32 - Plini, The Ocean, Heroes del Silencio, Calvary, Death SS, Strana Officina, Folkstone, ma anche...
30/09/2018
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 31 - Greta Van Fleet, Little Caesar, The Night Flight Orchestra, The Black Dahlia Murder, Marilyn Manson e....
30/06/2018
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 30 - Letture per l'estate
31/03/2018
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 29 - Metallica, Pink Floyd, Sanctuary, Ten, Anvil, Power Trip, Havok e tanto altro
31/12/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 28 - Judas Priest, Halestorm, Rival Sons, TT Quick, Goatsodomizers, Lords of Black e tante altre band molto natalizie.
29/09/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 27 - Aerosmith, Genesis, DragonForce, Destroyer 666, NitroVolt, Serpent Ritual e molte altre chicche
30/06/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 26 - The Cult, Megadeth, Hypersonic, Firewind, Helmet, Destroyer 666, Hour of Penance, ma anche...
31/03/2017
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 25 - Silverhead, Galneyrus, Glenn Tipton, Mark Boals, Silvertide, Slade, Twilight Force, ma anche...
31/12/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 24 - Iron Maiden, Rhapsody, Jorn, Exodus, Nasty Savage and many others
30/09/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 23 - Baroness, Godsmack, Volbeat, Ensiferum, Five Finger Death Punch, Sick of it All, Darkthrone, HammerFall e varia umanità.
02/07/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 22 - Def Leppard, Megadeth, Circle II Circle, Iron Maiden, Discharge and many more...
30/03/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 21 - Rainbow, Venom, Van Halen, Megadeth, Grave Digger e...
02/01/2016
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 20 - Savage Grace, Mekong Delta, Halestorm, Domine, Ron Jarzombek, Tad Morose, English Dogs e...
03/10/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 19 - Iron Maiden, Grave Digger, Domine, Amassado, Sleepy Hollow, Marillion...
30/06/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 18 - Morgana Lefay, Axxis, Uli Jon Roth, White Skull, Aborted Fetus e poi...
28/03/2015
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 17 - Gama Bomb, Chastain, Battleaxe, Omen, Pink Cream 69....
27/12/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 16 - Place Vendome, Stryper, Helstar, Shrapnel, Solefald e..
13/09/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 15 - Mercyful Fate, Omen, Exxplorer, Shah, HammerFall, Y&T.....
09/06/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 14 - Rainbow, Pretty Maids, Jorn, Trouble, Raven, Iron Maiden.....
09/03/2014
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 13 - Scorpions, Oliva, Bon Jovi, Megadeth, Grinder e...
18/12/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 12 - Ayreon, Heretic, Hellion, Icon, Vendetta e.....
25/08/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 11 - Royal Hunt, Paradox, Saigon Kick, Malice e......
23/04/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 10 - Dust, The Parlor Mob, Heritage, Abattoir, Clientelle, Graveyard ed altre strane genti.
22/01/2013
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 9 - Corpus, Voivod, Benedictum, Arwen, Isengard, Watchtower e tanti altri
08/10/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 8 - Baton Rouge, Crisis, Endovein, Primal Scream, Vektor, Mad Poltergeist ed altro ancora...
06/07/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 7 - Dark Age, Liege Lord, Marshall Law, Vanir, Waylander e molti altri ancora....
20/03/2012
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 6 - Oz, Dust, Lamb Of God, Deftones, Draugr, Suidakra ed altri ancora...
31/12/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 5 - Oral, Kurnalcool, Believer, Drapsnatt e molti altri ancora...
07/10/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 4 - Samson, Avenger, Laaz Rockit, Nuclear Assault, The Darkness...
27/06/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 3 - Ill NIno, Budgie, Warhorse, Nuclear Assault, Vio-Lence e molti altri...
30/04/2011
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 2 - Balrog, Death Mechanism, Hatred, Fozzy, Living Death e molto altro...
20/07/2009
Articolo
L‘ARCHIVIO DELLA ‘ZINE
# 1 - Dai Rush a Satriani, passando per Sepultura, Sentenced e tanti altri...
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]