Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Mayhem
Daemon
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/11/19
GREAT MASTER
Skull And Bones - Tales From Over The Sea

14/11/19
GREAT MASTER
Skull and Bones – Tales from Over the Seas

15/11/19
WARSENAL
Feast Your Eyes

15/11/19
DENNER`S INFERNO
In Amber

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

15/11/19
DESPISED ICON
Purgatory

15/11/19
TULUS
Evil 1999

15/11/19
THE DEATHTRIP
Demon Sola Totem

15/11/19
KRATER
Venerare

CONCERTI

14/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
TRAFFIC LIVE - ROMA

14/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
CENTRALE ROCK PUB - COMO

14/11/19
DAVID ELLEFSON
LET IT BEER - ROMA

15/11/19
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN
LEGEND CLUB - MILANO

15/11/19
RIVAL SONS + GUEST TBA
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

15/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

15/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
SCUUM - PESCARA

15/11/19
ARCANA OPERA + GUESTS
THE FACTORY - CASTEL D'AZZANO (VR)

16/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
FIRST FLOOR CLUB - NAPOLI

16/11/19
ASPHYX + GUESTS
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

STILLBIRTH - L’annientamento più totale
18/09/2018 (431 letture)
Enrico: Ciao e benvenuto su Metallized, spero che tu stia bene! Iniziamo subito con qualche domanda.
Dominik:Grazie mille per questa intervista!

Enrico: Riesci a descriverci il vostro album in uscita Annihilation of Mankind usando tre aggettivi?
Dominik:BRUTAL SLAMMING INYOFACE

Enrico: Si tratta di un concept album? I titoli delle varie canzoni suggeriscono un’idea univoca circa le tematiche dell’album.
Dominik:Sì, è un concept album riguardante l’annientamento del genere umano per mano della stessa razza umana. Partendo da fake news / lavaggio del cervello attraverso i media / cospirazioni e tutta quella roba (canzoni 1-5) (che, si spera, non accadranno mai nella vita reale, anche se ci troviamo nella miglior strada per quell’utopia) che conduce alla Terza Guerra Mondiale (canzoni 7-11) e termina in un’utopia nucleare con gli ultimi sopravvissuti che si ritrovano a combattere contro le creature mutanti che si vedono nell’artwork di copertina (canzone 12).
Fatto divertente: per riprendersi da tutte quelle battaglie essi possono fumare quella deliziosa erba mutante HAHAHA

Enrico: Per tutto l’album il suono risulta essere piacevolmente omogeneo, puoi dirci come è avvenuto il processo di registrazione?
Dominik:Grazie mille! Abbiamo prodotto l’album presso il mio studio. Per chitarra e basso abbiamo usato una DI Box per entrare direttamente nell’interfaccia e registrare le tracce grezze, da cui partire per il processo di editing. Dopodiché abbiamo ri-amplificato le chitarre con un Mesa Boogie Triple Rectifier e un Diezel VH4. Per l’amplificazione del basso ho usato il SANSAMP RBI e il Torpedo WoS 3. Le parti vocali sono state registrate con uno Shure Beta 58, disponibile nella mia sala di registrazione; abbiamo provato un paio di microfoni differenti, ma Lukas (il cantante, ndr.) si è trovato meglio con il microfono che usa durante i nostri live (per il quale abbiamo naturalmente utilizzato una testa nuova). Per i processi di mixaggio e mastering ho usato perlopiù le mie cuffie e i miei strumenti abituali / passando attraverso la mia digital audio workstation e un po’ di Audio Voodoo qui e lì hahaha.

Enrico: Sono trascorsi tre anni dal vostro precedente full-lenght, Global Error. In questi anni, è cambiato qualcosa nel vostro modo di comporre musica oppure siete ormai avvezzi a un unico standard?
Dominik:Si e no. Con ogni cambio di formazione c’è un cambio nel processo di scrittura, perché ogni membro della band reca con sé il suo stile. Ma come al solito la parte più grande di stesura è avvenuta da parte di Lukas e me. Penso che abbiamo una Formula Stillbirth per il nostro songwriting, che abbiamo portato ad un livello successivo con il nostro nuovo album. Le canzoni sono più definite e fanno presa maggiore (senza essere troppo raffazzonate) rispetto ai nostri lavori precedenti, ma hanno sempre il carattere #stillbirthparty in azione, più pesante che mai! Il cambiamento più grande è avvenuto nelle strutture vocali, Lukas si è messo in gioco con la sua varietà di voci mostruose e le ha adattate perfettamente alle canzoni.

Enrico: è stato prodotto un videoclip per la canzone Highest of Malice: puoi dirci qualcosa al riguardo?
Dominik:Il videoclip è disponibile in YouTube, lo potete trovare qui. La canzone segna la metà del racconto dell’album e riguarda il terrore per la popolazione mentre prende parte alla guerra che sta per cominciare. Una nota divertente riguardante la canzone: Duncan Bentley (Vulvodynia/Xavleg ecc…) registrò le voci come ospite su questa traccia, e lo facemmo lo scorso anno durante il nostro tour europeo con i Vulvodynia in un bunker in Svizzera.

Enrico: È un vero piacere ascoltare un album brutal/slamming avente una grande attenzione per i dettagli come quello vostro. Sfortunatamente, le band che continuano la loro attività in questo genere musicale negli anni sono rare, e finiscono con lo scomparire dalle scene o passare ad altri generi più seguiti. Cosa ne pensi sul futuro di questo genere, esso è ancora vivo e vegeto?
Dominik:Grazie per i fiori! Gli Stillbirth si divertono troppo per mollare! Posso capire il motivo per cui le band si sciolgono e mollano, ma noi abbiamo il fuoco che arde più forte che mai e non molleremo le scene hahaha.
Sì, il genere e la scena stanno diventando sempre più grandi e forti ogni giorno! Il cosiddetto movimento del finto slam ha introdotto molti nuovi e giovani fan al genere e ci sono molte nuove band in arrivo. Spero che il genere possa espandersi ulteriormente nei prossimi anni, il che sarebbe fantastico! Mi chiedo che direzione prenderà la musica o se rimarrà fissa sulla formula del buon vecchio ramtam ratta tam tam tam. Siamo desiderosi di fare un sesto e un settimo e un ottavo album e molti altri ancora se saremo ancora vivi.

Enrico: E cosa ci sai dire sul vostro pubblico? Avete fan di lunga data che vi seguono da sempre oppure avete un ricambio costante di giovani leve?
Dominik:Sì, abbiamo una coppia di fan duri a morire che hanno visto gli Stillbirth nei loro primi show nel 2000. È sempre fantastico incontrarli agli show oggi! Se devo tirare a indovinare, direi che molti dei nostri fan hanno un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, ma attraverso il nostro tour con i Vulvodynia (2017) e i Within Destruction (2018) abbiamo aumentato molti nuovi fan più giovani. Con ogni registrazione abbiamo sempre fatto nuovi fan ai quali magari non piaceva la nostra vecchia roba; ora invece ne apprezzano le canzoni, quando le suoniamo dal vivo. Però è bello vedere una varietà di persone nella folla, non importa se giovani o vecchie! Noi le amiamo!

Enrico: Come è stata la vostra esperienza ai festival estivi di quest’anno? Avete suonato in festival rinomati come il Summer Breeze Festival.
Dominik:La stagione dei festival di quest’anno è stata pazzesca e abbiamo altri due festival in arrivo (il LINZ Deathfest and il NRW Deathfest)! Abbiamo avuto un pazzo circle pit retrostante al Grabbenacht Festival, con un wall of death con Lukas al centro e lì abbiamo fatto un sacco di nuovi amici e fan! Ma il punto saliente, nonché un sogno che si è avverato, è stato il Summer Breeze Open Air 2018! È stato incredibile suonare su quel palco. Il posto era pieno prima ancora che salissimo sul palco. La gente nel pit è impazzita già dalla prima nota che abbiamo suonato e avevamo pure un ragazzo nudo che correva tutt’attorno durante l’intera scaletta! Due pazzeschi wall of death e forse i più grossi circle pit che il ummer Breeze abbia mai visto!

Enrico: Sul vostro sito web ci sono già alcune date del tour di supporto all’album, ti va di spendere qualche parola sul tour che partirà quest’autunno?
Dominik:Non vediamo l’ora di iniziare il Gutted at Birth Tour con i nostri fratelli GUTSLIT. Davvero non so cosa aspettarmi dal sud-est asiatico, ma credo che avremo il momento della nostra vita laggiù! Sarà grandioso incontrare finalmente i nostri fan di lunga data da Nepal, Filippine, India, Giappone, Indonesia e gli altri Paesi che visiteremo! Ed è comunque interessante poter visitare e suonare in tutti quegli stati. Sempre quest’anno saremo in tour assieme agli Ingested e agli Extermination Dismemberment. Dopo il tour asiatico, questo è il nostro prossimo momento di festa al quale stiamo guardando. Speriamo di poter suonare in Italia ancora durante questo tour!

Enrico: Sentiti libero di salutare i fan italiani a modo tuo.
Dominik: (In italiano nella risposta, ndr.). Grazie mille per questa intervista Enrico! È stato divertente rispondere alle tue domande. Grazie per il vostro supporto. Ci vediamo presto in Italia. Evviva! Grazie mille per il vostro tempo e stay brutal!!!



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
RECENSIONI
ARTICOLI
18/09/2018
Intervista
STILLBIRTH
L’annientamento più totale
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]