Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Todd La Torre
Rejoice in the Suffering
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

12/03/21
GARY HUGHES
Waterside

12/03/21
HEART HEALER
The Metal Opera By Magnus Karlsson

12/03/21
SECRET SPHERE
Lifeblood

12/03/21
TURBULENCE
Frontal

12/03/21
SUNSTORM
Afterlife

12/03/21
ENFORCED
Kill Grid

12/03/21
STORTREGN
Impermanence

12/03/21
MALIST
Karst Relict

12/03/21
CONAN
Live at Freak Valley

12/03/21
PUPIL SLICER
Mirrors

CONCERTI

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

24/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ALCATRAZ - MILANO

25/03/21
TYGERS OF PAN TANG + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/03/21
RECKLESS LOVE + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

SKELETOON + WALLS OF BABYLON + P.O.E - Mk Live Club, Carpi (MO), 17/03/2019
20/03/2019 (854 letture)
Gli Skeletoon, forti della pubblicazione del nuovo album They Never Say Die, arrivano a Carpi per la terza tappa a supporto del nuovo disco. Io e il mio amico Lorenzo arriviamo in anticipo per l'intervista prevista con il cantante degli headliner, che potremo leggere a breve qui sulle nostre pagine, ma purtroppo il locale non si riempirà a dovere. Mentre ceno al volo con una piadina, ecco che vediamo salire sul palco il primo gruppo della serata.


P.O.E
I Philosophy of Evil sono un quartetto che colpisce nel loro presentarsi al livello estetico: vestiti eleganti e con visi truccati, ci propongono una sorta di alternative avant-garde metal con vari cambi di tempo e di genere musicale, che comprendono passaggi simil-prog e stacchetti ska. Il cantante è il protagonista del loro set e, aiutato da uno scrigno da cui tira fuori vari elementi di scena come per esempio un cappio o un libro di Edgar Allan Poe, ci trascina in un viaggio nella psiche umana. Purtroppo, i suoni non sono ancora settati al meglio e di conseguenza non si riesce bene a capire il muro del suono che la band ha proposto. I Brani risultano un po’ simili fra di loro e soprattutto si è sentita la mancanza di una tastiera vera e propria, sostituita da delle basi preregistrate. Non ho ben capito la scelta di far aprire il concerto a questo gruppo, che non presenta caratteristiche simili ai due altri gruppi della serata, ma spero di risentirli meglio in una prossima occasione.

WALLS OF BABYLON
Tocca ora ai marchigiani Walls of Babylon continuare la serata. il sottopalco inizia a riempirsi, quando la band inizia il proprio set. La formazione power/prog d'ispirazione Symphony X è a Carpi anche per presentare il nuovo album A Portrait of Memories uscito nel 2018. La band di Fabriano è carica e affiatata, ma ancora ci sono problemi di suono tra cui il microfono totalmente assente del bassista, quest'ultimo impegnato in un growl grazie all'aiuto del cantante Valerio Gaoni. Anche il suono della chitarra solista di Francesco Pellegrini ogni tanto andava e veniva, ma per fortuna non è stata penalizzata molto, permettendoci di sentire gli assoli dei vari pezzi. Il gruppo in 40/45 minuti di set prende a piene mani sia dal più recente album che dal primo disco The Dark Embrace. La band è molto decisa durante il concerto e tutti i vari pezzi vengono eseguiti senza nessuna perdita di tempo. Promossi.

SKELETOON
Come già detto in precedenza, la sala è purtroppo vuota quando gli headliner salgono sul palco. Il gruppo inizia verso le 23:30 e in un'ora precisa ci propone un set pieno di velocità e molto divertente. La band pesca a piene mani dal nuovo album They Never Say Die, pubblicato recentemente dalla nostrana Scarlet Records. I power metaller ricordano al pubblico che il concept del disco è quello del film The Goonie, infatti ogni pezzo eseguito dalla band viene spesso introdotto da uno spezzone del film che ''presenta'' il personaggio a cui la canzone è dedicata. Tuttavia, i problemi tecnici non sembrano abbandonare il palco: questa volta tocca infatti ai due microfoni usati dai chitarristi, che non si sentono per niente, rovinando i vari cori di cui la band fa largo uso. I liguri non rinunciano ad eseguire brani dai primi due album come Mooncry, estratto dal precedenteTicking Clock, e Heavy Metal Dreamers, pescato invece dal debut The Curse of The Avengers. Tommi Fooler, cantante della band, per scherzare col pubblico e caricarlo un po' di più, scende spesso dal palco per cantare insieme a noi, suscitando molta partecipazione nei presenti. La band ci offre anche una cover degli Edguy, che ci porta verso la conclusione di un concerto ben riuscito.

Una serata parecchio divertente quella passata all'MK club di Carpi che, seppur da minata da piccoli ma spesso presenti problemi tecnici, ha saputo regalare al poco pubblico presente una sana dose di headbang. Ringrazio per le foto il mio amico Lorenzo “Bart” Bortolamasi.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
locandina del concerto
Clicca per ingrandire
Skeletoon
Clicca per ingrandire
Skeletoon
ARTICOLI
20/03/2019
Live Report
SKELETOON + WALLS OF BABYLON + P.O.E
Mk Live Club, Carpi (MO), 17/03/2019
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]