Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Locandina
Clicca per ingrandire
Richardson
Clicca per ingrandire
Richardson alle prime luci della sera
Clicca per ingrandire
Arrivano
Clicca per ingrandire
Si accendono le luci
Clicca per ingrandire
Si comincia
Clicca per ingrandire
Ci siamo
Clicca per ingrandire
Let's go
Clicca per ingrandire
Assolo
Clicca per ingrandire
Assolo 2
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/08/19
NOX ARCANA
The Haunted Symphony

20/08/19
SORCERY
Necessary Excess of Violence

23/08/19
FREEDOM CALL
M.E.T.A.L.

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
SACRED REICH
Awakening

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

CONCERTI

20/08/19
FRANK TURNER & THE SLEEPING SOULS
FESTA RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

DREAM THEATER - Teatro Antico, Taormina (ME), 10/07/2019
16/07/2019 (1971 letture)
Per quanto riguarda il settore "Metal & Affini", gli appassionati del Sud e quelli siciliani in particolare hanno da tempo messo in conto di dover fare parecchia strada per vedere le band principali del giro, con il solo Agglutination Fest a proporre stabilmente nomi importanti. Il poter vedere i Dream Theater a 30/40 minuti di strada da casa per quanto riguarda lo scrivente, rappresentava un’occasione da non perdere a dispetto di una scaletta annunciata all’improvviso come priva di quasi tutti i brani che i fan storici della band avrebbero desiderato ascoltare. Ma entriamo in cronaca differita.

LA FIUMANA POLIGLOTTA
Raggiunta Taormina attorno alle 19,00 e lasciato il mezzo in uno dei parcheggi disponibili, sbuchiamo a Taormina all’altezza di Porta Catania, ossia quella più lontana rispetto all’ubicazione del Teatro Antico. Poco male, dieci minuti di passeggiata sul corso consentono sia di raggiungere l’entrata della location, che di ammirare ancora una volta in relax la città muovendosi tra una fiumana di gente che parla lingue diverse ed in mezzo alla quale spiccano varie magliette metal, perlopiù dedicate al gruppo di Boston. Tante facce conosciute intorno e quando i cancelli si aprono consentendo di prendere posto, non resta che aspettare l’inizio del concerto ammirando ancora una volta lo spettacolo incomparabile del Teatro e del panorama che si staglia alle sue spalle, con la costa disegnata in basso e l’Etna che si staglia alto sulla destra a coronare il profilo delle montagne.

JASON RICHARDSON
Apertura affidata al virtuoso Jason Richardson (All Shall Perish, Born of Osiris, Chelsea Grin) accompagnato da Dave Holland alla batteria e tanto da vedere dal punto di vista tecnico. L’essenza dell’esibizione è appunto da ricercare proprio nella sua tecnica, assolutamente di primo piano, che ha consentito agli appassionati di lustrarsi gli occhi sia con lo stesso Richardson, che con lo stile pieno di filler di Holland. La formazione a due ha tuttavia reso necessario suonare sfruttando molto basi pre-registrate e se consideriamo l’orario, la location dispersiva e l’interesse ovviamente concentrato sul gruppo principale, ha reso l’esibizione un po’ sterile dal punto di vista del coinvolgimento. Il pubblico ha comunque apprezzato ed alla fine è stato tributato loro un applauso convinto.

DREAM THEATER
Luci che si abbassano all’improvviso e le note di Atlas che si diffondono nella semi oscurità. I primi effetti di luce che si mischiano con l’architettura del Teatro, con quelle dello sfondo della costa ed il bagliore diffuso di una mezza luna che staziona defilata a sinistra del pubblico rendono tutto già speciale. Manca solo qualche sciara di lava che cola dal vulcano per arrivare alla perfeziona scenografica, ma non si può avere tutto. Quando parte Unthetered Angel, primo singolo del nuovo album Distance over Time, in tanti sono già in visibilio per il semplice fatto di avere i musicisti davanti, ben visibili da ogni ordine di posti date le caratteristiche della location. E fin dalle prime battute è chiaro il ruolo di ognuno, con John Myung sempre un po’ defilato ed assorto; Mangini abbastanza teatrale dietro alla sua imponente batteria; Rudess a lavorare in maniera sempre pazzesca alle tastiere - verrà indicato da LaBrie come proveniente da un altro pianeta nel quadro di una presentazione della band che spiccherà per un Petrucci dato per siciliano purosangue - LaBrie a tenere il palco con sicurezza nel suo rapporto col pubblico e Petrucci a fare il Petrucci; e ciò è sufficiente. L’esibizione si è quindi snodata tra la presentazione dei pezzi principali tratti da Distance Over Time e qualche raro classico qua e là tra i quali ha brillato As I Am (in realtà circa la presenza di brani realmente classici all’interno di questo concerto ci sarebbe da disquisire), con il picco dell’esibizione raggiunto con In the Presence of Enemies. Inoltre, ha proposto momenti abbastanza divertenti, altri sufficientemente coinvolgenti (Lie; As I Am) dipanandosi piacevolmente, ma senza mai graffiare fino in fondo. Band che lascia la scena dopo l’unico bis concesso tra gli applausi della gente e dopo aver richiamato sul palco anche i due musicisti che avevano aperto. Grande soddisfazione per un ragazzo che riesce a farsi autografare la chitarra da Petrucci dopo la gag di LaBrie che finge di scappare con lo strumento dopo averlo preso per darlo a John e ritorno a casa dopo aver ancora attraversato Taormina by night, sempre uno spettacolo più che piacevole. Con in mente l’idea di aver assistito ad un concerto godibile, ma inferiore alle attese almeno come coinvolgimento complessivo.

SCENES FROM A CONCERT
Alla fine della fiera la valutazione di questo concerto non può prescindere dalle aspettative e probabilmente in parte anche dall’età del singolo. Per chi non aveva mai visto i Dream Theater si è trattato di un’occasione troppo ghiotta per poter essere sprecata ed oltretutto, la location scelta e gli effetti di luce hanno contribuito a costruire uno spettacolo che, se preso di per sé stesso, può anche essere considerato più che piacevole. Anche perché dal punto di vista strettamente tecnico, è stato all’altezza delle aspettative. Contestualizzando tutto, però, le cose cambiano un po’. LaBrie è sembrato a suo agio sul palco e la sua prestazione vocale migliore di come si poteva supporre, ma lontana da quelle degli anni migliori; Myung è stato come di consueto sempre piuttosto assorto sul suo strumento, Mangini è risultato spettacolare, Rudess davvero alieno e Petrucci largamente soddisfacente, laddove il termine "soddisfacente" è da riferire ad uno standard qualitativo ovviamente elevatissimo. Molte, però, le cose che non sono andate. Intanto il suono è sembrato leggermente sottodimensionato rispetto alle necessità e grande perplessità ha destato il settaggio del basso (molto vi sarebbe da dire anche su quello complessivo del duo d’apertura, ma per motivi diversi), ma soprattutto sono state alcune scelte adottate dal gruppo a destare perplessità. Intanto la durata dell’esibizione, appena oltre i 90 minuti, è stata inferiore alle attese dei più, ma sopra tutto la scelta di escludere totalmente alcuni brani storici e di farlo poche settimane prima di un concerto che era stato annunciato come quello che avrebbe riportato sulla scena i pezzi di Scenes from a Memory ha fatto storcere il naso a molti. Tanto che si vocifera di qualcuno intenzionato a rivolgersi ad un’associazione di consumatori e da provocare la presenza sul mercato di molti biglietti che i più delusi hanno cercato di rivendere. L’inclusione anche solo di uno dei pezzi più richiesti in qualità di secondo bis avrebbe lasciato un’impressione finale molto più entusiasta, avrebbe eliminato quel senso di coinvolgimento relativo e portato la durata del concerto ad un limite non criticabile con poco sforzo aggiuntivo. Insomma: una maggiore accortezza in questo senso, specialmente considerando che si trattava dalla prima uscita in un territorio vergine, avrebbe certamente giovato a tutti, band in testa. Tirando le somme, quindi, un’esperienza tutto sommato positiva e la soddisfazione di aver visto all’opera un gruppo composto da musicisti enormi, ma anche il rimpianto per non averli potuti ascoltare dal vivo quando sarebbe stato più opportuno.


SETLIST DREAM THEATER
Intro: Atlas (Instrumental Alt)
1. Untethered Angel
2. A Nightmare to Remember
3. Fall Into the Light
4. Peruvian Skies
5. Barstool Warrior
6. In the Presence of Enemies, Part I
7. The Dance of Eternity
8. Lie
9. Pale Blue Dot

---Encore---
10. As I Am

Foto ravvicinate: Patrick Fisichella
Foto dall’alto: Francesco Gallina



inflames69
Sabato 3 Agosto 2019, 13.05.29
43
Concerto che mi ha lasciato l'amaro in bocca!! Tecnicamente ineceppibili ma freddi e svogliati (Ruddess sempra li per sbaglio, Myung non pervenuto sul palc .) Discorso a parte per la durata veramente ridicola (azz scusate il francesismo ,,ma se penso che pa coppia Puasini/Antonacci ha fatto piu di 3 ore di concerto e questi qui per la prime e di sicuro unica volta nella loro vita sotto Roma NANCHE un ora e mezza mi viene da imprecare!!!). Vergognoso ed inaccettabile avere del tutto bypassato i brani del loro capolavoro assoluto, Impensabile non avere suonato PULL ME UNDER e/o METROPOLIS.. anche se io un idea di base del perche la ho: il povero LABRIE non ce la fa piu a cantare questi pezzi!!!. In assoluto lui è stato quello piu in difficoltà ormai è abbastanza cotto. Ma da lui non mi aspettavo una prestazione eccelsa comunque In definitiva scritto da un fans di vecchissima data (presente ad altri concerti di molti anni fa in giro per l'Italia), un FLOP COLOSSALE. Concerto professionale ma senza un briciolo di anima e passione .
jake
Venerdì 2 Agosto 2019, 18.20.52
42
grazie raven..mi era sfuggita....continuo a sentirmi perplesso per una durata così scarna...quando hanno gruppo spalla mai sotto le 2h...boh? strano..nn da loro..famosi anche per concerti fiume...nn saprei proprio
D.
Martedì 30 Luglio 2019, 17.01.19
41
Ah, concordo pienamente con le conclusioni di chi ha scritto... dato che avevano Pull Me Under e tutto Scenes pronti, e che si erano scusati per il fraintendimento (anche se in maniera insoddisfacente, per me), cosa gli sarebbe costato aggiungere 1-2 canzoni per le date che non erano parte di un festival? (cosa che tralaltro facevano ai tempi di Portnoy)
D.
Martedì 30 Luglio 2019, 16.57.58
40
Nel caso di Taormina, visto quanto velocemente va sold out il teatro, la vera fregatura è stata dover prendere i biglietti prima che cambiassero la dicitura (a fine aprile sul loro sito c'era ancora scritto "Celebrating 20 years from Scenes")... non avremmo mai speso la cifra che abbiamo speso per sentire questa setlist.
Raven
Martedì 30 Luglio 2019, 10.44.41
39
la durata dell'esibizione è specificata nel report.
jake
Martedì 30 Luglio 2019, 10.43.44
38
cioè..solo 10 brani bis compreso? ma quanto hanno fatto di set? mi ricordo i loro concerti fiume di 3h circa con pausa di 15 min....
vascomistaisulcazzo
Domenica 28 Luglio 2019, 18.52.35
37
Tra l'altro doppia presa per il culo: per mesi Verona unica data e SFAM eseguito integralmente poi annunciate altre 2 date se non ricordo male e hanno comunicato la verità sull'album in questione.
vascomistaisulcazzo
Domenica 28 Luglio 2019, 18.51.32
36
non so se è già stato sottolineato perchè non ho letto tutti i commenti ma vorrei evidenziare che la band non ha MAI pubblicizzato il tour europeo come esecuzione integrale di SFAM, l'annuncio riguardava SOLO il tour americano. Infatti ora dal gruppo è stato confermato che in europa l'album sarà eseguito integralmente a inizio 2020 con le che presto verranno annunciate. Qui non è chiaro che è proprio il promoter italiano che vi ha preso tutti per i fondelli
SkullBeneathTheSkin
Sabato 20 Luglio 2019, 22.23.45
35
27€ sono un prezzo non già onesto, direi proprio irripetibile, tanto è vero che davo per scontato che fosse sold out (invece no) ma non so che cosa è successo a Torino quest'anno. Alle Gru hanno organizzato un happening irripetibile ma la promozione una vera merda. Quindi non sapevo che avrei potuto vedere Ben Harper, ad esempio, ci sarei andato di sicuro. La sera prima ero ai Wolfmother e siccome la location mi è piaciuta molto avrei voluto provare ad andare anche l'indomani (i theater). Mi sono mangiato le mani per non esserci andato solo fino a quando ho visto la scaletta... a parte il fatto di memories (si chiama pubblicità ingannevole e fortunatamente la legge tutela il consumatore, anche se altri consumatori più avveduti non lo ritengono giusto)... per me, dal repertorio che hanno, è praticamente impossibile pescare di peggio... che merda di scaletta!!!
Matocc
Sabato 20 Luglio 2019, 20.48.05
34
Penso conti la location. PS x chi era a Torino : qualcun altro oltre a me ha visto Chiellini al di là delle transenne vicino alla postazione disabili?
Raven
Sabato 20 Luglio 2019, 14.25.11
33
Qui però si è pagato largamente di più, fino al quadruplo circa.
Papi
Sabato 20 Luglio 2019, 14.22.37
32
Sì, sono d'accordo con Matocc, per 27 euro ne è valsa la pena. Aggiungo inoltre che a differenza delle altre volte in cui ho visto il gruppo, mi sono sembrati molto più sciolti, rilassati e coinvolgenti rispetto agli anni precedenti, quando definirli glaciali era riduttivo.
Matocc
Sabato 20 Luglio 2019, 11.01.50
31
Ho assistito alla data torinese e per € 27 sono rimasto più che soddisfatto, anche perché ritengo l'ultimo album di grande livello e live rende tantissimo, in particolare Barstool Warrior - l'assolo ha causato più di una lacrima tra il pubblico- è a mio avviso un instant classic. Pale Blue Dot è stata interrotta da un blackout ma poi recuperata appena risolto il problema. Musicisti impeccabili e LaBrie in forma, se non ho capito male torneranno dalle nostre parti verso gennaio/febbraio e se potrò andrò di sicuro
Elluis
Venerdì 19 Luglio 2019, 20.06.25
30
@HeroOfSand_14 mi sembra davvero molto strano e molto poco plausibile che la band non sapesse del fatto che descrivi, anche perchè se così fosse avrebbe tutte le ragioni per fare un culo così alla Vertigo e a tutti gli altri promoter europei, dato che mi sembra di capire che sia stato un problema verificatosi non solo in Italia. Possibile che tutte le agenzie europee che hanno comprato queste date dei Dream Theater si siano tutte sbagliate? Non ci crederò mai... te lo ripeto, è tutto business... finirà a tarallucci e vino.
Grezzo
Venerdì 19 Luglio 2019, 16.39.37
29
Hai tutte le ragioni del mondo ma da quegli inutili carrozzoni che hai citato non otterrai mai niente. Sono enti fantoccio messi lì per abbassare il tasso di disoccupazione in Italia. A proposito di fregature....qualcuno sa come è andata a finire la vicenda del Colony? Han rimborsato o sono riusciti a fottere tutti alla grande?
HeroOfSand_14
Venerdì 19 Luglio 2019, 15.56.12
28
@Elluis: Codacons ci ha indirizzato ad AGCM, più specifica nell'ambito pubblicitario. Vertigo è l'organizzatore del Rock The Castle, ed a quanto è emerso la band non era a conoscenza (almeno totalmente) del fatto che questo show fosse stato pubblicizzato con la locandina che riportava "playing SFAM in its entirety". Anche gli altri sponsor mi hanno indirizzato da Vertigo che mai ha scritto qualcosa per giustificarsi o per chiarire. Semplicemente non rispondevano alle mail di richiesta informazioni, mentre per altre cose rispondevano tranquillamente. Che poi la band fosse a conoscenza, almeno in parte, di quanto successo, non lo nego, anche perchè è uscito che è accaduto anche il altri paesi. @Ayreon: forse non mi sono spiegato ma continuo a non capire le tue risposte. in questo caso ERA stato pubblicizzato che avrebbero suonato il disco per intero, non è che io speravo lo suonassero e hanno suonato altro. L'intero show del Rock The Castle era stato annunciato con la dicitura "playing SFAM in its entirety" quindi DOVEVANO suonarlo. Sennò perchè pubblicizzarlo cosi? E, di nuovo, non costava 30 euro ma 73 euro. Diciamo che un disco di un'ora e mezza poteva essere suonato per una cifra simile
Shadow
Venerdì 19 Luglio 2019, 10.52.44
27
Non tutti i mali vengono per nuocere allora... Aspettavo da mesi di poterli vedere (a Torino), poi sono dovuto partire proprio pochi giorni prima. Incazzatissimo, perchè credevo avrebbero suonato per intero il loro capolavoro, e poi scopro che era una presa per i fondelli... Certo che a trattare così i fans i gruppi non ci fanno delle belle figure.
Salvo
Venerdì 19 Luglio 2019, 7.26.41
26
C'ero anche io, nelle tribunette. Allora, sulla durata concordo, perchè anche io mi aspettavo almeno 30 minuti in più. Il biglietto carissimo. In due, compresi diritti di prevendita, abbiamo speso quasi 185 euro. A Taormina tutto è caro (come sempre, ci hanno spennato per benino anche al parcheggio), figurarsi i concerti in quella fantastica location. La scaletta. Beh, se avessero suonato Scenes From A Memory, tutto, sarei stato la persona più felice del mondo. Tuttavia, poichè apprezzo molto anche i lavori più recenti, da questo punto di vista sono relativamente soddisfatto. Uno dei miei pezzi preferiti in assoluto è As I Am e meno male che l'hanno fatto alla fine... La prestazione della band. Direi su buoni livelli, tranne La Brie che in certi passaggi, francamente, ha lasciato un pò a desiderare. Vabbè, ma si sa che dal vivo non è mai stato un mostro. Gli altri membri precisi come orologi svizzeri. Lamento, invece, la poca attenzione alla qualità del suono. Dalle tribunette, spesso rimbombava tutto. Il volume generale era troppo alto. Occorreva, in considerazione della location, un volume leggermente più basso e un miglior bilanciamento dei vari strumenti. La chitarra di Petrucci era sparata e la voce a volte era totalmente coperta dalla batteria (ad esempio, in A Nightmare to remember). Ho come l'impressione che non abbiano provato prima del concerto. Giudizio finale: 78.
Ayreon
Venerdì 19 Luglio 2019, 1.21.06
25
Allora,negli anni 90 Battiato a teatro porto' Gilgamesh,e in molti volevano il rimborso perche' pensavano facesse il suo solito repertorio,ovviamente non lo ebbero. Per"the astonishing"io non ci andai perche'sapevo con certezza avrebbero fatto solo quello,qui c'e'stato qualche malinteso ma ripeto quando paghi 30 euro non puoi pretendere un live di 3 ore,e io avevo gia'immaginato qualcosa di strano,poi,ripeto,mi sono piaciuti lo stesso,ma il rimpianto rimane
Elluis
Venerdì 19 Luglio 2019, 0.12.18
24
@HeroOfSand_14 premetto che sono ignorante quando si parla di associazioni di consumatori, ma questa mi sembra più materia per il Codacons che per l'AGCM, però magari sbaglio io. Sanzionare la Vertigo, dici, per quale motivo? Loro sono i promoters italiani, comprano le date e le pubblicizzano in base alle indicazioni che ricevono dal management delle band, perchè mai dovrebbero essere sanzionabili? Se la band in questione decide all'ultimo di cambiare la tipologia di concerto, e se il loro management non dà il permesso a Vertigo di comunicare il cambiamento, Vertigo non può fare niente a proposito, chiaro il concetto? Mettiti l'animo in pace, e togliti dalla testa questa idea, non ci sarà nessun rimborso e nessuna sanzione, poi come si dice, chi vivrà vedrà...
HeroOfSand_14
Giovedì 18 Luglio 2019, 20.13.00
23
@Elluis: capisco quanto dici, rimango però ancora alla speranza che AGCM riesca a sanzionare Vertigo (organizzatore dell'evento) e magari rimborsare anche in parte chi ha aperto una pratica da loro. E mi riferisco alla parte pubblicitaria fraudolenta che c'è stata, ovviamente non ho nulla contro il concerto in sè che si è svolto come dici tu. @Ayreon: "mai han detto che avrebbero suonato tutto Metropolis". Ne sei proprio sicuro? Ho gli screen di vari siti di informazione, di Ticketone (rivenditore ufficiale) e della stessa Vertigo che comunicano UFFICIALMENTE a dicembre che avrebbero suonato per intero il disco. Annuncio evidenziato come "evento unico". E non era il tour ad avere il nome, ma l'evento di Verona sarebbe dovuto essere incentrato solo su SFAM. Ah ed il biglietto non costava 30 euro, ma 73. Di nuovo: informiamoci prima di parlare, grazie
fasanez
Giovedì 18 Luglio 2019, 15.45.10
22
@Ayreon Chi ti dice che la notizia l'han data loro?? L'affidabilità assoluta di metallized.it ))))
Ayreon
Giovedì 18 Luglio 2019, 15.08.33
21
Chi ti dice che la notizia l'han data loro??e poi,va be',avran fatto un set da schifo,ma hai sempre visto i Dream theater,e la sola dance of eternity per me e'valsa il biglietto
fasanez
Giovedì 18 Luglio 2019, 10.03.06
20
Io ricordo anche di aver commentato la notizia dove si leggeva che avrebbero suonato tutto sfam. Avessi preso il Biglietto mi sarei molto arrabbiato e forse avrei richiesto pure il rimborso. Poi capisco che legalmente non mi spetti niente e che magari si faranno anche delle risate, però non hanno fatto una gran figura e i loro prossimi annunci saranno pesati molto bene. Poi, discorso personale, credo che ogni scaletta dei dt dovrebbe includere almeno 5 pezzi da images, awake e sfam. Ovviamente imho.
Ayreon
Giovedì 18 Luglio 2019, 1.25.02
19
Assurdo chiedere il rimborso,il concerto l'han fatto e mai han detto che a rebbero fatto tutto Metropolis,il tour non aveva questo nome,io quando presi il biglietto cApii che per solo 30 euro sotto c'era qualcosa,sono stato deluso anch'io dalla scaletta e dalla durata,ma non mi sento di lagnarmi cosi'tanto,avevo solo da non a darci,certo che "As i am" come bis e"' pura follia,cosi'come "peruvian Sky" ,va bene che erano a pochi minuti da casa,ma la prossima volta non ci vado più a vederli
Elluis
Giovedì 18 Luglio 2019, 0.34.33
18
@HeroOfSand_14 comprendo il tuo disappunto, per il quale hai anche ragione, ma quando tu compri un biglietto di un concerto implicitamente accetti tutte le regole ad esso allegate. Di fatto il concerto si è svolto per intero, nel giorno e nell'ora previsti, quindi il contratto che tu hai accettato pagando i soldi del biglietto è stato pienamente mantenuto e soddisfatto, e questo è un punto fermo, peraltro specificato nella normativa della vendita dei biglietti per il pubblico spettacolo (poi nel tuo caso non ci sei andato, ma comunque non cambia quanto detto sopra). Quello a cui tu fai riferimento è un'altra questione: hai pagato per un tipo di spettacolo, annunciato dalla band stessa, e invece dopo un po è cambiato tutto e ti propinano un altro tipo di show: è una cosa diversa, è semplicemente una scelta artistica della band stessa, se ti sta bene, vai al concerto e finisce così, se non ti sta bene puoi provare a rivendere il biglietto prima dello show sennò perdi il concerto e i soldi che hai pagato. L'AGCM cosa pensi che possa fare? Al limite si può rivolgere all'agenzia italiana organizzatrice delle date, la quale si rivolgerà al management dei DT, la quale probabilmente gli risponderà con un solenne due di picche e forse pure con una grassa risata. E' business, mio caro, solo business, e vedrai che non succederà nient'altro di quello che è già successo.
HeroOfSand_14
Mercoledì 17 Luglio 2019, 18.47.47
17
@Elluis, JC: magari conviene informarsi prima di accusare persone che hanno rimesso dei soldi. Essendoci dietro da gennaio circa ormai ho visto quali sono stati i problemi e di chi è la colpa. Se mi annunci un tuo concerto dicendo che farai per intero uno dei tuoi dischi top, lo annunci come evento unico e fai uscire i biglietti cosi, io li compro solamente per questo motivo. Quando poi, dopo neanche due mesi, cancelli la dicitura dalle locandine e cerchi di insabbiare questa cosa non rispondendo a semplici domande o dicendo che "alla fine non sappiamo se si suonerà", non vi puzza un pò questa cosa? Io ho pagato 73 euro per sentire Scenes, le canzoni dell'ultimo disco non mi interessavano e mai avrei pagato quella cifra per sentirle. Per Scenes invece si, e qui sono gusti personali. L'AGCM ha confermato che si tratta di pubblicità fraudolenta anche se voi dite il contrario, occhio a commentare prima di sapere bene le cose. Ah, per dovere di cronaca al concerto non ci sono andato dopo tutte queste cose (a Verona): i costi di spostamento e alloggio sarebbero stati alti e non mi andava di spendere altri soldi per sentire Unthetered Angel
Elluis
Mercoledì 17 Luglio 2019, 16.15.41
16
Trovo davvero ridicolo che ci sia gente che abbia il coraggio di pensare di chiedere il risarcimento DOPO aver visto il concerto: se lo spettacolo non è stato soddisfacente possono scrivere tranquillamente agli artisti tramite qualche social, ammesso che gli artisti di turno leggano i post sui social, ma lo spettacolo si è svolto nei giusti tempi e modi, pertanto chiedere un risarcimento equivale solo a farsi ridere in faccia (e a ragione peraltro).
AL
Mercoledì 17 Luglio 2019, 15.14.48
15
riguardo alla scaletta avevo letto una dichiarazione dei DT alcuni mesi fa dove spiegavano che c'era stato un fraintendimento sul fatto che suonassero tutto Scenes. In realtà confermavano che sarebbe stato un tour incentrato sul nuovo album. Peccato per chi c'era non aver ascoltato certi capolavori. La scaletta oggettivamente non è il massimo.
JC
Mercoledì 17 Luglio 2019, 15.09.45
14
I DT mi piacciono molto, anche se questo tour é il primo che salto negli ultimi cinque anni, per motivi personali. Comprensibile l'amarezza per la scaletta senza sfam, ma infondate le eventuali richieste risarcitorie. Sul costo del biglietto: in regime di libera concorrenza ogni artista è giustamente libero di chiedere ciò che vuole e poi starà al pubblico decidere se spendere i propri soldi.
tino
Mercoledì 17 Luglio 2019, 12.30.35
13
Tutte le volte che qualcosa non piace o non funziona e' perché manca qualcuno...e manca Cliff Burton, e manca Jeff hannemann, e manca Mike portnoy, e manca Chris de garmo...a volte invece semplicemente le cose accadono
Nòesis
Mercoledì 17 Luglio 2019, 11.02.15
12
Eh certo
DF800
Mercoledì 17 Luglio 2019, 10.50.06
11
Sino che non tornera il buon Iron Mike è una band finita. saluti.
Papi
Mercoledì 17 Luglio 2019, 9.55.37
10
Sono andato a vederli a Torino e, dato per scontato che 90 minuti per loro sono pochi, ho apprezzato parecchio la scaletta anche se senza molti vecchi classici. Se considerate però che LaBrie è altalenante a ogni data da anni, alla fine è meglio così.
P2K!
Mercoledì 17 Luglio 2019, 8.31.13
9
Quando c'era Portnoy a frustarli a dovere per presentare una scaletta differente ad ogni concerto le cose andavano meglio....
Ayreon
Mercoledì 17 Luglio 2019, 1.11.30
8
I biglietti al gru village 30 €,per la scaletta che. Han fatto forse anche troppi
Elluis
Mercoledì 17 Luglio 2019, 0.21.14
7
E' noto che qualsiasi concerto che avviene al Teatro Antico di Taormina costa sempre un bel po di più del normale. Io ci vidi un concerto di Giorgia nel 2003 o 2004, e i biglietti costavano già allora dai 60 agli 80 fino ad arrivare a 90-100€ per le prime file (il biglietto io lo ebbi gratuito, sennò mai nella vita avrei speso una cifra simile).
Raven
Martedì 16 Luglio 2019, 20.19.28
6
I prezzi variavano da 60 a circa 100 a seconda del posto, credo.
HeroOfSand_14
Martedì 16 Luglio 2019, 19.43.30
5
Ciao Francesco, mi faccio avanti perchè io sono tra quelli che si sono rivolti all'associazione consumatori per il motivo che hai detto tu (confermato che si tratta di pubblicità fraudolenta), ma per quanto riguarda il concerto al Rock The Castle a Verona. Io capisco che la location di Taormina era bellissima e unica nel suo genere, e non conosco il prezzo del biglietto (a Verona erano 73 euro, non ciufoli), ma il concerto è valso quel prezzo? La scaletta la trovo orribile, veramente ignobile che abbiano escluso cosi tanti classici e abbiano suonato solo 90 minuti in uno show da headliner (lasciando fuori pure Pull Me Under, imprescindibile ormai). Per dirti, la scaletta presentata al Rock The Castle era molto simile, se non identica, ma se a dicembre mi avessero detto "suoneranno questi brani, non Scenes From a Memory per intero (come invece era stato annunciato)" non avrei mai comprato il biglietto, soprattutto per quella cifra
GRC
Martedì 16 Luglio 2019, 18.35.39
4
Io c'ero e sottoscrivo pienamente quello scritto nell'articolo. Qualche brano storico in più avrebbe, sicuramente, impreziosito la, pur bella, serata.
deathtoposers
Martedì 16 Luglio 2019, 15.16.50
3
il cantante aveva maglia dei MY CHEMICAL ROMANCE, pazzesco [edit... No comment, davvero]
Fabio Rossi (già HM is the Law)
Martedì 16 Luglio 2019, 15.12.37
2
Visti a Firenze con i Tool, fantastici...
totyno666
Martedì 16 Luglio 2019, 14.57.26
1
volendo essere brevissimi, due gran palle
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
DT in rosso
Clicca per ingrandire
Horns Up please
Clicca per ingrandire
La Brie ed il Teatro Antico
Clicca per ingrandire
La Brie in blu
Clicca per ingrandire
La Brie
Clicca per ingrandire
L'alieno
Clicca per ingrandire
Mangini
Clicca per ingrandire
Petrucci
Clicca per ingrandire
Si duetta
RECENSIONI
77
70
65
70
65
71
93
s.v.
82
70
83
99
72
88
97
99
88
ARTICOLI
16/07/2019
Live Report
DREAM THEATER
Teatro Antico, Taormina (ME), 10/07/2019
12/05/2017
Live Report
DREAM THEATER
Images, Words & Beyond. Auditorium Agnelli, Torino, 7/5/2017
26/01/2014
Live Report
DREAM THEATER
Along for the Ride Tour, OBIHall (ex Saschall), Firenze 21/01/2014
26/02/2012
Live Report
DREAM THEATER + PERIPHERY
Mediolanum Forum, Assago (MI), 21/02/2012
10/07/2011
Live Report
DREAM THEATER + GAMMA RAY + ANATHEMA
Ippodromo Delle Capannelle, Roma, 04/07/2011
09/05/2011
Articolo
DREAM THEATER
Da Mike a Mike: critica alla telenovela
15/09/2010
Articolo
DREAM THEATER
Un Teatro di Sogni infranti da Mike?
14/11/2009
Intervista
DREAM THEATER
La band ieri, oggi e domani
03/11/2009
Live Report
DREAM THEATER + OPETH + BIGELF + UNEXPECT
Zoppas Arena, Conegliano Veneto (TV), 30/10/2009
08/11/2007
Intervista
DREAM THEATER
Parla Mike Portnoy
03/11/2007
Live Report
DREAM THEATER + SYMPHONY X
Palalottomatica, Roma, 26/10/2007
08/11/2005
Live Report
DREAM THEATER
Palamalaguti, Bologna, 30/10/2005
22/02/2005
Articolo
DREAM THEATER
La biografia
05/03/2004
Live Report
DREAM THEATER
Palamalaguti, Bologna, 06/02/2004
05/04/2003
Articolo
DREAM THEATER
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]