Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
DEEP AS OCEAN
Crossing Parallels

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

CONCERTI

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

13/12/19
GLI ATROCI
ALCHEMICA MUCIS CLUB - BOLOGNA

13/12/19
NATIONAL SUICIDE + TERBIOCIDE
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

LAMBS - Tinte scure
24/11/2019 (548 letture)
I Lambs irrompono nella scena italiana da Cesena, e dopo una serie di cambi di formazione ed etichetta discografica, con Malice sfoggiano una nuova veste ancor più ruvida e abrasiva. Noi di Metallized abbiamo potuto intervistarli saziando la nostra fame di curiosità. Il gruppo porta con sé idee interessanti, e grazie alle numerose collaborazioni è vissuto più come un collettivo musicale in cui vari artisti s'immergono creando uno spazio di condivisione, dove idee e stili si fondono alla ricerca di qualcosa di nuovo e che lasci il segno. Per poter metterci almeno il piede dentro, abbiamo chiesto alla band di dirci di più a riguardo, sia soffermandoci sull'album e sia su tutto ciò che gli fa da contorno. Buona lettura!

Candal: Ciao ragazzi e benvenuti su Metallized! Andiamo subito al sodo: potreste darci qualche approfondimento sulla registrazione dell'album? Si è trattato di un processo scorrevole o ha avuto uno sviluppo complicato?
Lambs: È nato come concept album, avevamo idee chiare in testa fin dall'inizio su come avrebbe dovuto suonare il nostro primo full length, dunque rimaneva da decidere solamente dove e con chi registrarlo. Enrico Baraldi (Ornaments/Collars), seguiva già da anni il nostro progetto e ci ha invitato a collaborare con lui, per noi è stato un onore ed un piacere avere questa opportunità; in studio con lui è stato tutto molto fluido e rilassante, ci siamo trovati benissimo.

Candal: Qual è il tema comune, l'idea dietro Malice?
Lambs: Malice è il racconto che esprime il disagio e la codardia di chi non sa bene come stare al mondo e provoca più o meno consciamente un flusso progressivo di negatività verso il prossimo, precipitando inevitabilmente nella catastrofe. Malice vuole essere il riflesso di un tunnel sonoro alienante, abrasivo ed opprimente che trova respiro e catarsi soltanto nell’abbandono. Durante la scrittura di questo disco abbiamo cercato di tirare fuori ciò che da circa due anni ci portavamo dentro e l'abbiamo fatto senza costrizioni di alcun tipo. Le nostre menti e i nostri intenti si sono coesi su un'unica strada che tutt'ora stiamo percorrendo in maniera sempre più decisa.

Candal: Quasi tutti i titoli delle canzoni rievocano uno scenario senza tempo, fatto di rovine materiali ed emotive. In questi termini sarebbe interessante sapere qualcosa di più su Perfidia e Arpia.
Lambs: Abbiamo adottato una sorta di misticismo per ogni pezzo racchiuso in Malice perché pensiamo che sia una base presente nelle emozioni di ogni essere umano, sin dai primordi del tempo. Arpia ad esempio nasce dalle ceneri di un vecchio testo dei Dementia Senex, la precedente band di Cris e Mattia e parla di un'entità che sostanzialmente non trova pace, ma che anzi tormenta e inquieta il proprio animo, rimanendo in costante ricerca del proprio nido combattendo paure e bugie. Credo sia uno dei nostri pezzi più violenti e metal, quindi alieno e meno legato al resto dei pezzi del disco. Perfidia è invece il nostro primo esperimento con testo italiano ed è un pezzo a cui siamo particolarmente affezionati perché segna un dirottamento molto forte per il progetto; è tetro e doom ma allo stesso tempo mantiene e ripropone le nostre radici crust/punk hardcore. Perfidia parla del dolore dell'uomo all'interno della società; solitamente soffriamo per cattive relazioni e pessime decisioni, a volte la nostra vita è intossicata proprio dalle persone che ci sono più vicino, non ci resta che affrontarle a viso aperto per capire davvero di cosa abbiamo bisogno.

Candal: Debug è l'unico titolo che sembra discordante rispetto al resto dell'album. Anche l'intro, con quelle sonorità di elettronica, si separa fortemente dal resto. Che significato ha questo brano nell'ottica dell'album?
Lambs: Debug segna una mutazione sonora e artistica avviata da un cambio alla chitarra dopo i primi due anni di vita della band e per questo motivo è stata adottata come introduzione a Malice e alla nuova forma del progetto. E' una sorta di reset/restart per noi, quindi la sentiamo al 100% legata a tutto ciò che suonavamo prima di Malice, cosi come a quello che suoniamo ora. L'intro di synth è a cura del nostro amico genovese Fabio Cuomo, crediamo abbia fatto proprio un bel lavoro ed è esattamente quello di cui avevamo bisogno per fare iniziare questo disco; avvolgendo l'ascoltare in una nuova dimensione deframmentata, che da materia asettica e fredda si auto-rigenera in una nuova organicità.

Candal: Qual è il vostro brano preferito all'interno dell'album e perché?
Lambs: Alcuni di noi apprezzano molto Ruins, altri Misfortune, ma il pezzo che ci mette tutti d'accordo credo sia Perfidia; come detto in precedenza questo pezzo segna una particolare evoluzione per noi ed è forse l'emblema principale di quel che proporremo in futuro. Malice è un lavoro che va ascoltato nella sua interezza perché è cosi che è stato concepito, ma se dovessimo pescare un unico pezzo rappresentativo non ci sono dubbi sulla potenza evocativa di Perfidia.

Candal: Come vi state organizzando per il futuro? Prevedete più concerti o più lavoro in studio?
Lambs: Ad inizio novembre siamo stati headliner dell'Hecatomb Fest di Pordenone e il giorno dopo abbiamo suonato a Innsbruck, mentre il 7 dicembre suoneremo vicino a Ravenna in compagnia di Hate & Merda e Lili Refrain; sicuramente presenteremo Malice in altre svariate occasioni, ma dobbiamo ammettere che c'è già intenzione e voglia di scrivere nuovo materiale, lo studio è un pensiero ancora lontano per il momento quindi questo inverno ci concentreremo principalmente sulla composizione.

Candal: Quali sono i vostri generi preferiti, e le band di riferimento?
Lambs: Spaziamo tra diversi generi, i nostri ascolti variano dai Sigur Ros ai Nasum, quindi parlare di generi preferiti sarebbe davvero riduttivo. Isis e Black Sabbath sono sicuramente due tra le nostre principali band di riferimento ed è palese che la nostra musica prenda spunti da metal estremo e post rock, ma ci piace ascoltare anche roba parecchio diversa come elettronica ed hip hop, giusto per fare qualche esempio.

Candal: Cosa ne pensate della scena metal in Italia, anche rapportata a un livello globale più ampio?
Lambs: Guardandoci attorno direi che in Italia ci sono diverse band valide e degne di “competere” col resto della scena globale. Forse rispetto allo scenario estero in alcuni casi manca giusto un pelo di educazione all'ascolto e rispetto, ma il problema principale attuale è che molti spazi stanno chiudendo in tutta la penisola quindi non è certamente cosa facile curare certi aspetti in una situazione cosi precaria.

Candal: Il passaggio dalla Drown Within Records all'Argonauta Records è stato segnato da qualche necessità particolare?
Lambs: Nessuna necessità in particolare, semplicemente ci siamo trovati su un pensiero comune con Argonauta. Drown Within Records ed altre realtà indipendenti hanno diffuso efficacemente il nostro EP Betrayed From Birth e Trisma (il nostro split con gli Ill Neglect); per Malice abbiamo pensato ad un “giro” e pubblico alternativo quindi non appena abbiamo riscontrato l'interesse di Argonauta non c'è stato molto da discutere e abbiamo attuato questa nuova collaborazione.

Candal: Voi stessi affermate di non essere più quelli di Betrayed from Birth. A cosa è dovuto questo cambio di rotta?
Lambs: Al di là dei ricorrenti cambi di line up che caratterizzano qualsiasi band, la nostra musica non è mai stata statica, è anzi in continua evoluzione e ricerca. Ci piace legare alle nostre canzoni quel che viviamo in un particolare momento della nostra vita, un po' come lo si può fare scattando una foto. Ci piace sperimentare e plasmare nuove soluzioni, e ora che all'interno della band c'è una maggiore coesione mentale-musicale non vogliamo certo fermarci.

Candal: Nell'album figurano collaborazioni decisamente interessanti; potete dirci qualcosa di più su quest'esperienza?
Lambs: Si può dire che dal 2015 in poi, il progetto si è esteso a diverse collaborazioni e allo stato attuale Lambs è una sorta di collettivo musicale che vede la partecipazione più o meno attiva di amici e appassionati localizzati anche a diversi km di distanza tra loro. Applicando questo concetto abbiamo inviato a prendere parte del nostro album un amico particolarmente distante dalla nostra base operativa, ovvero il succitato Fabio Cuomo che abbiamo conosciuto ad un live della sua vecchia band black metal, gli Eremite. Paolo degli Ottone Pesante e Alberto dei Solaris sono invece amici che fortunatamente riusciamo ad incontrare più facilmente vista la minor distanza e qualcuno di noi ha persino altri progetti in ballo con loro, inutile dire che quindi il loro contributo al disco si è manifestato in maniera del tutto naturale, siamo particolarmente commossi da ciò che sono riusciti ad assemblare allo scheletro musicale da noi costruito. Questo genere di cose non fa che rinnovare una sincera ed illimitata stima nei loro confronti.

Candal: Grazie per le vostre risposte! Se volete lasciare un messaggio ai lettori di Metallized, potete comodamente farlo ora!
Lambs: Grazie per lo spazio concesso e grazie a chi leggerà queste righe. Se a qualcuno interessa lasciare un feedback di qualsiasi tipo riguardo il nostro disco o a questa intervista è libero di contattarci via mail.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
RECENSIONI
ARTICOLI
24/11/2019
Intervista
LAMBS
Tinte scure
03/07/2015
Live Report
ORPHANED LAND + LAMBSTONE
Liffrock Open Air, Gavirate (VA) - 28/06/2015
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]