Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

CONCERTI

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

MESSA + FAKIR THONGS - La Tenda, Modena, 14/12/2019
16/12/2019 (713 letture)
I Messa si sono imbarcati da qualche settimana in un breve tour a supporto dell'ultima fatica discografica Feast for Water. Le date in questione concludono la fase di promozione del secondo album della band prima che la stessa torni in studio per dedicarsi alle registrazioni del terzo full-length. Vediamo com’è andata la serata modenese.

FAKIR THONGS
Il gruppo spalla per l’evento è rappresentato dai modenesi Fakir Thongs. Il trio è dedito ad uno stoner rock con forti tinte psichedeliche. La formazione ha già all'attivo diversi album in studio: l’utlimo, Lupex, è il lavoro da cui vengono estratti parecchi brani nel corso di questo loro set. Il pubblico è già numeroso fin dall’ingresso in scena della band spalla, segno che sia gli headliner che i Fakir Thongs sono conosciuti: infatti, sia il chitarrista/cantante Alessio che il bassista Alex scherzeranno spesso col pubblico tra un pezzo e l'altro, in un clima davvero intimo e amichevole. I brani come Poison Me Twice o Wasting Your Smile sono delle belle mazzate stoner rock che, grazie al lavoro del fonico, si riescono a comprendere benissimo senza alcuna confusione tra gli strumenti. Sia nei pezzi “classici” che negli intermedi più psichedelici (un esempio è il pezzo Pen Strokes) percepisco una chiara ispirazione blues che riesce a rendere i brani molto catchy. Ammetto che non conoscevo i ragazzi, ma il loro concerto mi ha molto divertito.

MESSA
Appena letto della data dei Messa nella mia città ne ho subito approfittato: se da un lato nei forum e in rete ho sempre letto della loro bravura e delle loro potenzialità, dall’altro ho scelto di partecipare per pura curiosità. I veneti hanno all'attivo due album ufficiali e due split che nell'underground hanno fatto girare parecchio il loro nome grazie all'unione di doom metal e rock anni Settanta. Il quartetto, dopo un rapido soundcheck, inizia con una intro eseguita dal chitarrista solista Alberto, che detta il mood di ispirazione blacksabbathiano che la serata avrà fino alla fine. Dopo l'ingresso del batterista Mistyer e del bassista/chitarrista Mark Sade, i nostri danno il via alla serata con Leah, singolo di cui hanno anche realizzato un video. L'arrivo sul palco di Sara cattura il pubblico della Tenda, che per i cinquanta minuti circa del concerto avrà occhi solo per lei. Il gruppo è affiatato e non sbaglia una nota, mentre la rossa cantante non ha paura di esagerare con la voce che userà al suo massimo per tutto il concerto. Il gruppo porta in scena principalmente brani del secondo album Feast for Water, pubblicato lo scorso anno via Aural Music, alternando fasi black metal (Tulsi) e attimi di puro doom metal (come suggeriscono i brani She Knows e The Seer). L'ultimo pezzo del breve concerto è l'unico estratto dal primo album ufficiale della band (Belfry), ovvero Hour of the Wolf, canzone che dimostra perfettamente sia il lato più lento della band che quello più tirato. Gli headliner salutano il pubblico tra gli applausi soddisfatti della gente, segno che la serata ha divertito.

CONCLUSIONI
Dopo aver fatto la classica tappa al merch della band esco contento dalla venue del concerto, che è stata perfetta nei suoni. Come per il gruppo spalla, il fonico è riuscito a calibrare perfettamente i suoni di ciascuno strumento senza penalizzare la potente voce di Sara. Posso dire che la mia curiosità è stato soddisfatta, di certo non mi perderò un altro concerto dei Messa. In attesa del terzo e definitivo album consiglio a tutti di recuperare questo promettente gruppo.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del tour dei Messa
ARTICOLI
16/12/2019
Live Report
MESSA + FAKIR THONGS
La Tenda, Modena, 14/12/2019
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]