Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Flyer
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

BRYAN ADAMS - Mediolanum Forum, Assago (MI), 15/12/2019
21/12/2019 (1001 letture)
Quando hai segnato intere generazioni grazie a hit di successo planetario puoi essere visto in due modi: commerciale o talentuoso. Bryan Adams ha dimostrato stasera, se mai ce ne fosse stato bisogno, di appartenere alla seconda categoria e non solo per la risposta ricevuta dal pubblico del Forum di Assago. Quello che si è presentato sul palco del palazzetto era un artista completo e un uomo felice, capace di trasmettere la propria allegria fino alle ultime file e di tenere la platea in pugno per tutta la durata del proprio show, e questa è una cosa che riesce solo ai grandi frontman.

BRYAN ADAMS
Nessun act in apertura, stasera per oltre due ore protagonista sarà solo Bryan Adams accompagnato ovviamente dal suo gruppo. Protagonista anche virtualmente: il divertente video sul megaschermo ci informa che per ogni biglietto venduto Bryan e il suo partner commerciale DHL pianteranno un albero e veniamo invitati dapprima ad alzare le mani mimando una foresta e quindi a farci un appaluso: gran bella iniziativa, le premesse sono ottime. Fin dal suo ingresso appare chiaro che il rocker canadese è carico e positivo come sempre, attacca subito con The Last Night on Earth per passare immediatamente a un pezzo da novanta come Can't Stop This Thing We Started e la ancor più storica Run to You. Il singer appare in grandissima forma, snello e per nulla segnato dagli anni, ciò grazie anche a uno spirito da ragazzino: subito infatti scherza con la platea dicendosi appesantito per la gran quantità di pasta che ha -giustamente- divorato in questa tappa italiana, del resto se uno si trova nel nostro Paese deve approfittarne anche a tavola... Si prosegue con la title track del nuovo album Shine a Light e qui il colpo d'occhio del Mediolanum Forum è stupendo grazie alle migliaia di smartphone accesi, cosa che ovviamente si ripete con la romantica Heaven che fa sciogliere la maggior parte degli intervenuti: quindi Bryan Adams presenta una delle sue prime hit degli anni d'oro che ebbe un gran successo anche grazie alla collaborazione della mitica Tina Turner ed ecco quindi fare il suo ingresso sul palco... nessuno! Scherzone, chiaramente non ci aspettavamo davvero l'ingresso di Tina per cui accontentiamoci della comunque ottima It's Only Love eseguita dalla band. A proposito, menzione speciale per Keith Scott alla chitarra (davvero un gran manico!) e Gary Breit al piano che ha brillato soprattutto nelle ballad creando la giusta atmosfera -e il suo contributo nell'esecuzione di (Everything I Do) I Do It for You lo testimonia senza smentita alcuna. Ci si lascia andare spesso con i pezzi più rock e quelli ballabili, tant'è che in un paio di occasioni le telecamere inquadrano il pubblico in diversi settori proiettandoli sul maxischermo per la gioia dei fortunati (in particolare un bambino si è dato molto da fare nella danza e lo stesso Bryan lo ha cercato e indicato divertito). È una vera e propria festa in musica, avevo sentito dire che i concerti del biondo cantautore erano divertenti ma non credevo fino a questo punto: il top lo si è raggiunto quando il Nostro, dialogando a tratti anche in un buon italiano, decide di suonare canzoni a richiesta della platea (I'll Always Be Right There, There Will Never Be Another Tonight) infilando tra le strofe il nome del richiedente; un siparietto assolutamente spassoso. Dopo aver raccontato di come sia diventato musicista nell'adolescenza grazie all'aiuto della madre, il canadese ci informa che questa è la centunesima data del tour ma di stanchezza non c'è nemmeno l'ombra; arrivano quindi Please Forgive Me e il masterpiece Summer of '69 -qui si era tutti con l'entusiasmo alle stelle- a chiudere la prima parte del set, ma c'è anche spazio per un'improvvisazione blues/funky prima che la band sparisca dal palco. Presto i ragazzi tornano on stage e suonano altri brani tra cui una coinvolgente cover di I Fought the Law giusto per ribadire che il rock è sempre presente, poi un'altra breve pausa e siamo pronti al secondo bis che chiuderà la serata: dapprima in acustico con la proposizione della natalizia -e quantomai opportuna- Christmas Time estratta dall'ultimo EP e il gran finale affidato alla fortunata All for Love, cantata ai tempi insieme a Sting e Rod Stewart (e scusate se è poco). La band si congeda salutandoci e Bryan si intrattiene un po' più a lungo dei compagni per saluti e ringraziamenti assortiti, ricambiati di cuore dalla folla entusiasta.
Un concerto stupendo sia per la musica che per l'atmosfera, guidato da un frontman che fa della simpatia e della positività le sue armi migliori: se ne avete la possibilità fatevi un favore, andate a vedere un live di Bryan Adams, tornerete a casa felici e soddisfatti al 100%!

SETLIST BRYAN ADAMS
1. The Last Night on Earth
2. Can't Stop This Thing We Started
3. Run to You
4. Shine a Light
5. Heaven
6. Go Down Rockin'
7. It's Only Love
8. Cloud #9
9. You Belong to Me
10. Have You Ever Really Loved a Woman?
11. Here I Am
12. When You're Gone
13. (Everything I Do) I Do It for You
14. Back to You
15. The Only Thing That Looks Good on Me Is You
16. Cuts Like a Knife
17. 18 til I Die
18. There Will Never Be Another Tonight
19. Flying
20. I'll Always Be Right There
21. Please Forgive Me
22. Summer of '69
23. blues jam
---Encore---
24. Somebody
25. Doing It to Death [The J.B.’s cover]
26. Hey Baby
27. I Fought the Law [The Crickets cover]
---Encore 2---
28. Straight from the Heart
29. Christmas Time
30. All for Love



Matocc
Lunedì 30 Dicembre 2019, 10.15.36
13
In effetti è stato un refuso che mi sono dimenticato di correggere durante la revisione del report, ora ho reso meglio il senso della frase
vascomistaisulcazzo
Domenica 29 Dicembre 2019, 16.08.54
12
Ero a Bologna il giorno prima, concordo con quello che molti hanno scritto, dà l'impressione di essere un persona di una genuinità e semplicità unica, si riflette su un palco semplice con un unico immenso schermo che proietta video davvero affascinanti. Devo dire però che la tappa bolognese mi ha un pochino deluso, era la terza volta che lo vedevo negli ultimi 3 anni e la scaletta non cambia mai di una virgola, con la collezione sterminata di brani che possiede un peccato non ci siano dei piccoli cambiamenti durante il live, inoltre acustica a tratti penosa, una prima parte di show strepitosa con una HEAVEN di livello infinito, il grande protagonista della serata è senza dubbio Keith Scott, imbarazzanti le richieste del pubblico nella fase request. Un appunto al recensore con molta serenità non è assolutamente possibile che il concerto milanese sia durato 3ore, 2 abbondanti non oltre.
fasanez
Venerdì 27 Dicembre 2019, 1.25.44
11
Shock 4. Penso proprio di si, che sia lo stesso chitarrista, tra l'altro sono molto amici da un sacco di tempo, cosa ribadita pià volte da entrambi.
DpkT101
Lunedì 23 Dicembre 2019, 0.18.31
10
CONCERTO BELLISSIMO! Un vero intrattenitore, uno spettacolo fantastico! E senza bisogno di chissà quali grandi effetti sperciali! La scaletta è stata ovviamente mitica, ma visto i pezzi che lui ha scritto, non ne avrei mai dubitato! E' stata la prima volta che l'ho visto dal vivo! Felicissimo, mi sono divertito tantissimo! Non pensavo che interagisse csì tanto con il pubblico! Un grande artista e una grande persona!
Silvia
Domenica 22 Dicembre 2019, 21.02.11
9
Molto bella la chiusura del report! Uno dei miei rocker preferiti x i suoi lavori anni 80/inizi 90 e anche x la sua semplicita' come persona
Tbone 77
Sabato 21 Dicembre 2019, 17.34.29
8
Ero il giorno prima a Bologna all'unipol arena. Grandissimo concerto, grande band, grandi pezzi. Lui è un animale da palco, grande voce ed è in gran forma fisica. Più di 2 ore ragazzi, c'è solo da togliersi il cappello. Si vede che è in uomo umile e che è anche un grande professionista. Averne!
Elluis
Sabato 21 Dicembre 2019, 17.32.33
7
Non mi stupisce leggere che abbia fatto un grande show: io l'ho visto nel tour di So Far So Good e di 18 til I Die, e ho ricordi di due concerti favolosi, avrei voluto rivederlo in questi anni ma non sono più riuscito ad organizzare la cosa. E poi come valore aggiunto c'è che è un gran tifoso interista... hehe!!
Matocc
Sabato 21 Dicembre 2019, 16.14.35
6
Avesse chiesto a me cosa suonare avrei risposto Do I Have to Say the Words? sicuramente...
Lizard
Sabato 21 Dicembre 2019, 15.59.58
5
Concertone si sicuro... La scaletta è un greatest hits clamoroso... Beato chi c'era...
Shock
Sabato 21 Dicembre 2019, 15.03.20
4
Torino: 1992, Palaqualcosa, tour di Waking up..., uno dei migliori concerti che abbia mai visto. Semplice, attitudine rock and roll, trascinante come pochi. Un gran chitarrista solista (non so se è lo stesso che ha oggi), poco prima dei bis passano dietro al pubblico e vanno a suonare su un palchetto su cui Bryan fa salire una decina di persone a scatenarsi a suon di r'n'r (ero a qualche metro...porca miseria), assolutamente fantastico!!!!
Rob Fleming
Sabato 21 Dicembre 2019, 14.12.29
3
@fasanez: l'ha scritta lui. Io ho avuto la fortuna di vederlo un milione di anni fa (92): uno dei concerti più belli della mia vita. Trascinatore, simpatico, improvvisatore. Era il compleanno di uno della band, si limitò a dirlo. Partì dal pubblico un banale "happy birthday" che lui e il gruppo trasformarono in un siparietto di un paio di minuti.
fasanez
Sabato 21 Dicembre 2019, 13.59.04
2
Quotone per @Rob e invidia per chi c'era, non mi è mai riuscito vederlo live. Gran bella scaletta tra l'altro. P.S: Ma Straight From the Heart è la stessa cantata anche da Bonnie Tyler?
Rob Fleming
Sabato 21 Dicembre 2019, 11.25.44
1
Una delle persone più "belle" del music business. Lui è uno che ci sa fare; ti dà ancora l'impressione di essere "umano" e a portata di pubblico. Ammirazione incondizionata
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
Clicca per ingrandire
Bryan Adams
RECENSIONI
90
ARTICOLI
21/12/2019
Live Report
BRYAN ADAMS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 15/12/2019
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]