Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Testament
Titans of Creation
Demo

Conception
State Of Deception
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/04/20
FM
Synchronized

10/04/20
DOOL
Summerland

10/04/20
PRETTY MAIDS
Maid In Japan

10/04/20
ACROSS THE SWARM
Projections

10/04/20
NOROTH
It Dwells Amongst Us

10/04/20
ONE DESIRE
Midnight Empire

10/04/20
JOE SATRIANI
Shapeshifting

10/04/20
METAL CHURCH
From the Vault

10/04/20
WOLFHEART
Wolves Of Karelia

10/04/20
HER CHARIOT AWAITS
Her Chariot Awaits

CONCERTI

09/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM DI MILANO - MILANO

09/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
BLAH BLAH - TORINO

09/04/20
WILLIAM DUVALL
FABRIK - CAGLIARI

10/04/20
WILLIAM DUVALL
SANTERIA TOSCANA 31 - MILANO

10/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

11/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
THE FACTORY - SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR)

16/04/20
CULT OF FIRE + MALOKARPATAN
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

16/04/20
STORMTIDE + TBA
UFO CLUB - BERGAMO

17/04/20
NECRODEATH
SCUUM - PESCARA

18/04/20
DEATHLESS LEGACY
SPLINTER CLUB - PARMA

GLI INCROCI DEL ROCK - I grandi gruppi degli anni Settanta
15/01/2020 (766 letture)
Musicista molto noto nel giro del progressive nostrano a causa di quanto fatto con i Malibran, ma anche autore di scritti a sfondo storico, Giuseppe Scaravilli torna sulla scena editoriale con un nuovo libro. L’opera, stavolta, pur restando ancorata agli anni 70 inquadra tutto in un’ottica più ampia. Sfruttando gli innumerevoli Incroci del Rock, Scaravilli cita tantissimi gruppi a noi cari ed episodi sfiziosi in grande quantità.

SUL BANCO DELLA FORNERIA SI INCROCIANO CONSOLI E RE
L’idea di base è abbastanza semplice: sfruttare le tante storie che propongono incroci, coincidenze, sovrapposizioni tra le storie di grandi band che tutti conosciamo e poi usarle per costruire un libro. Inoltre, inserendo nella narrazione la propria avventura di musicista coi Malibran e la loro esperienza statunitense oppure gli "incroci" – appunto - con Jethro Tull, Banco del Mutuo Soccorso e spostando poi tutto sul piano storico/sociale (capitoli intitolati Gli scontri per la musica gratis; Rock progressivo italiano; I festival di rock progressivo e gli Area e Il festival di Woodstock), Scaravilli aggiunge alcuni passaggi che rendono tutto più interessante. Chiaramente, non è certo possibile esaurire un decennio come gli anni 70 e dintorni in un solo libro, specialmente se si affronta la questione relativa alle connessioni tra gruppi, un serbatoio di aneddoti e storie praticamente inesauribile. Sterile, quindi, affannarsi a cercare chi e cosa manca, dato che si tratta di un numero inevitabilmente elevato di nomi e circostanze. Tuttavia, l’opera si presenta eterogenea e propone una lista di band trattate che resta interessante, passando dai Led Zeppelin ai Camel attraverso Black Sabbath, Genesis, Deep Purple, King Crimson, Van der Graaf Generator, Premiata Forneria Marconi, Pink Floyd, Supertramp e altri. In tal modo, Gli Incroci del Rock– I Grandi Gruppi degli anni Settanta risulta potenzialmente interessante per una fascia di pubblico certamente ampia. A venire fuori a volte è il maggiore coinvolgimento dell’autore con alcuni di quelli presumibilmente a lui più cari, ai quali viene dedicato uno spazio maggiore e, di converso, risalta simmetricamente quello minore concesso ad altri non meno meritevoli. Ciò che bisogna considerare per usufruire correttamente dell’opera, però, è che Gli Incroci del Rock non è e non vuole essere un tomo redatto con scopo enciclopedico, ma un volume sfizioso, scritto col tipico stile di Scaravilli (pochi fronzoli, dati precisi e descrizioni immediate) e con l’intento di comunicare il suo coinvolgimento per un certo stile e per determinate band. Senza mancare di essere capace, come più volte segnalato, di andare oltre inserendo per esempio un episodio riguardante una giovanissima Carmen Consoli. Già edito nel 2017 per una casa piccola casa editrice siciliana e qui riproposto in forma decisamente ampliata nella forma e nei contenuti e corredato da materiale fotografico molto interessante curato dall’autore stesso, Gli Incroci del Rock– I Grandi Gruppi degli anni Settanta può essere un buon passatempo per chi questi gruppi conosce bene e vuole magari leggere o rileggere delle storie che li riguardino, ma più ancora una porta d’accesso a questo incredibile mondo per chi muove i primi passi nel settore e vuole farlo senza seguire tracciati paludati ed a volte troppo difficoltosi e respingenti.

::: ::: ::: RIFERIMENTI ::: ::: :::
AUTORE: Giuseppe Scaravilli
TITOLO: Gli incroci del rock: I grandi gruppi degli anni Settanta
EDITORE: Arcana Edizioni, 2019
COD. ISBN: 8862316151
COPERTINA: Flessibile
N° PAGINE: 335
PREZZO: Euro 22,00



cowboy big 80
Mercoledì 15 Gennaio 2020, 17.47.58
2
percorrere la US 66
cowboy big 80
Mercoledì 15 Gennaio 2020, 17.45.08
1
oh yeah! Crossroads, beh putroppo la stagione degli anni 70 del rock progressivo italiano e' stato molto fervido, ma quando ad alcuni di loro gli e' stato chiesto di percoccere la Mother Road, hanno declinato, troppi effords, meglio un cantagiro e un Punt e Mes. Jack Daniels altra cosa
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
15/01/2020
Articolo
GLI INCROCI DEL ROCK
I grandi gruppi degli anni Settanta
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]