Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Five Finger Death Punch
F8
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

03/04/20
BLAZE BAYLEY
Live in Czech

03/04/20
AUGUST BURNS RED
Guardians

03/04/20
THORN IN SIDE
Tales Of The Croupier

03/04/20
AARA
En Ergô Einai

03/04/20
TESTAMENT
Titans of Creation

03/04/20
AD INFINITUM
Chapter I: Monarchy

03/04/20
LOVIATAR
Lightless

03/04/20
WITCHES OF DOOM
Funeral Radio

03/04/20
P.O.E. (PHILOSOPHY OF EVIL)
Of Humanity And Other Odd Things

03/04/20
MANAM
Ouroboros

CONCERTI

02/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

02/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
EXCALIBUR PUB - CHIAVARI (GE)

03/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

03/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

04/04/20
FULL OF HELL + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

04/04/20
ANCIENT + NECRODEATH + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

04/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/04/20
DEATHLESS LEGACY
GRINDHOUSE CLUB - PADOVA

04/04/20
IMAGO MORTIS + GUESTS
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

HEAVEN SHALL BURN - Chi semina sacrifici raccoglie verità
23/03/2020 (528 letture)
I tedeschi Heaven Shall Burn sono tornati dopo quattro anni di assenza dalla scena con il nuovo e ambizioso doppio album Of Truth & Sacrifice. I melodic deathster affrontano, come è facile intuire dal titolo del disco, i temi della verità e del sacrificio oggi messi a dura prova da ciò che ci sta accadendo intorno. Un disponibilissimo Maik Weichert ci ha parlato della genesi della nuova release e di quanto sia importante dire la propria anche a rischio di perdere fan e ricevere critiche.

Pez: Ciao Maik, come va? Com'è la situazione da voi?
Maik Weichert: Qua da noi la situazione non promette niente di buono. Mi sono portato mio figlio in studio e sto cercando di fargli fare qualcosa nel mentre. Piuttosto com'è la situazione in Italia? Non promette bene…

Pez: C'è molta tensione, molta paura negli occhi della gente, ma cerchiamo di riuscire a saltarne fuori. Nel mio piccolo rispetto la quarantena, ma purtroppo c'è molta gente che fa quello che vuole. Dobbiamo rimanere forti.
Maik Weichert: Capisco, ma voi siete forti. Gli italiani sono forti, siete conosciuti per questo.

Pez: Grazie (rido, NDR). Comunque direi di iniziare. Sono passati quattro anni da Wanderer, come mai un tempo così lungo dall'ultima release?
Maik Weichert: Sì, è vero. Abbiamo voluto fare un album senza una scadenza. Abbiamo voluto andare in studio a registrare il disco e poi parlare di quando pubblicarlo. Questo il motivo per cui non avevamo una “release-schedule” quando abbiamo iniziato il processo di songwriting, non capivamo quanto materiale stavamo scrivendo, per questo abbiamo deciso di fare un doppio album. Ciò di conseguenza ha portato ad un allungamento dei tempi di pubblicazione. È normale avere di solito due/tre anni tra un’uscita e l'altra ed è ok. Posso dire che se non fosse stato un doppio album, il disco sarebbe uscito un anno prima senza problemi. Posso dire che questa sia la nostra ragione principale: ci siamo presi il nostro tempo e non abbiamo pensato ad un piano di pubblicazione.

Pez: Il nuovo album affronta i temi della verità e del sacrificio, come mai avete voluto trattare questi argomenti?
Maik Weichert: Abbiamo pensato che il tema della verità fosse molto importante, soprattutto oggi. Tutto ciò che pensi, le news che leggi e che senti rappresentano una verità a cui scegli di credere o no. Voglio dire, tornando indietro nel tempo, se tu volevi sapere una cosa prendevi un libro, trovavi la spiegazione e quella era la verità. Ora vai su Google per cinque minuti e trovi dieci spiegazioni diverse per lo stesso argomento. Si ricollega anche alle situazioni che oggi la gente o i politici intendono discutere o meno, una sorta di verità di base. Per esempio la situazione in Africa o la vita dell’uomo nel terzo mondo. Attualmente sono temi che non sono discussi, ci sono “verità” differenti. Dobbiamo parlane invece, per questo abbiamo scelto un titolo così forte come Of Truth & Sacrifice.

Pez: Ho avuto l'opportunità di ascoltare il disco in anteprima. Ho trovato la prima parte molto in stile Heaven Shall Burn, mentre la seconda l'ho reputata molto più sperimentale. Come avete lavorato alle canzoni?
Maik Weichert: Sì, hai ragione. Penso che nel secondo disco ci siano molte più sperimentazioni, ma anche nel primo disco ci sono brani atipici come Expatriate, per esempio, che è molto sperimentale. Sì, ci sono molte più sperimentazioni nel secondo, ma non è stato fatto di proposito, non abbiamo mai avuto in mente di farlo così. Penso che sia così perché è un doppio album, come posso spiegarlo: quando hai un riff atipico o una parte sperimentale in un album normale non li metti di solito, ma con un doppio album hai più spazio e tempo per inserirli e costruire un'intera canzone che la renda totalmente unica.

Pez: Voglio farti un paio di domande sui singoli che avete diffuso. La prima riguarda Weakness Leaving My Heart: di cosa tratta la canzone e cosa la lega al videoclip che avete girato?
Maik Weichert: Weakness Leaving My Heart è una canzone che suona come una promessa. Il mio migliore amico è morto due anni fa, era veramente il mio migliore amico. Gli piaceva la mia stessa musica, avevamo lo stesso punto di vista e la stessa ideologia. Era qualcuno con cui combattevi sempre fianco a fianco e quando sai che non c'è più è veramente una brutta sensazione. Questa canzone è la promessa per cui continuo a combattere e che le sue idee e i suoi punti di vista proseguiranno anche in futuro. Le battaglie che abbiamo avuto le porterò sempre con me. Questa canzone è un brano sulla perdita, sul sacrificio. Sì, il video trasporta la canzone su un meta-livello, il testo è traslato su schermo e il video tratta le battaglie che ci sono oggi in generale. La perdita di un padre che cerca sua figlia, che guarda cosa sta succedendo nel mondo, come questo è sacrificato. Alla fine il padre viene ucciso dai bambini, cosa che sì, può suonare come una versione brutal di Fridays for Future. Posso dire che è stata quella l'idea principale dietro al video, se capisci cosa intendo.

Pez: Lo capisco ed è molto interessante come argomento. Il secondo singolo riguarda My Heart and the Ocean: avete collaborato con la Sea Shepherd, come siete entrati in contatto con loro e perché li avete scelti?
Maik Weichert: Oh, ci sono un sacco di persone nella Sea Shepherd che sono nostre amiche. Il regista del videoclip, Giacomo Giorgi, è nella Sea Shepherd da un sacco di tempo, è di Roma ma penso che adesso abiti tra le montagne del nord Italia. Per noi è stato estremamente importante che fossero le persone a bordo della nave a fare il video, li hai sempre supportati per esempio donando soldi o comprando il merchandising. Fargli fare il video è il modo principale per supportarli, il capitano della nave Sam Simon, Adam, ci ha procurato i materiali mentre Giacomo ha fatto il lavoro di taglio e montaggio. Penso che sia venuto fuori molto figo. È molto importante salvare vite in mare anche perché sono una delle minacce più gravi tra l'inquinamento e la plastica.

Pez: Vi ho sempre apprezzato per la musica ma, soprattutto, per i temi che affrontate nelle canzoni. Quanto è importante per voi mandare un messaggio all'ascoltatore?
Maik Weichert: Oh, è molto importante. Heaven Shall Burn si basa su quello, abbiamo fondato la band sul concetto di veicolare il nostro punto di vista politico. Non pensiamo di essere una normale band metal che si basa sui cliché, gli Heaven Shall Burn sono una band politica che vuole diffondere i suoi messaggi. Abbiamo un piano e vogliamo arrivare alle persone, voglio dire, ovviamente puoi ascoltarci solo per la musica e fregartene dei testi, ma non è questo che abbiamo in mente.

Pez: L'anno scorso avete scritto un post sulla vostra pagina Facebook a difesa di Carola Rackete. Come mai avete fatto questa scelta? Non avevate paura di ricevere qualche commento negativo o critica?
Maik Weichert: Certamente non avevamo paura dei commenti negativi, se fai qualcosa su internet è normale che tu riceva qualche commento del genere. La gente pensa che scrivere qualcosa di negativo faccia di loro delle persone intelligenti. Se per esempio scrivi “Oh, figo, mi piace” allora non lo sei, se invece scrivi “Oh, lo odio per questo, per quello e blablabla” ti fa sentire più intelligente, per questo ci sono molti più feedback negativi su internet. Band come i Rammstein hanno disabilitato i commenti sotto i loro video. Ovviamente, soprattutto in Italia, Carola Rackete è un tema molto sentito e puoi udire pareri molto diversi tra loro. Se io confronto Carola con qualcuno come Salvini, io penso che Salvini sia uno stronzo e che Carola Rackete sia una persona vera che combatte per le sue idee e le cose in cui crede, quindi sono due cose differenti che non mi fanno paura di ricevere commenti negativi da persone a cui non piace Carola. Lei aiuta le persone, non è responsabile di ciò che sta succedendo, è solamente il capro espiatorio, non solamente in Italia eh, ma è anche presa di mira dai politici in Germania, in Francia e in UK, che sono responsabili della gente che affoga in mare. Non è giusto che il resto dell'Europa lasci Paesi come Malta o Italia da soli, il resto dei Paesi fa finta che non sia un loro problema. Sono veramente arrabbiato per questo, lasciare Paesi a sé stessi facendo finta che non sia un tuo lavoro è una delle cose che non capisco dell'Unione Europea. Se intendi cosa dico.

Pez:Oh sì sì, io non ho paura di dire che l’Europa e l'Unione Europea siano utili per l'Italia, anzi, però spesso non aiutano i Paesi che ne fanno parte e ritengo che sia un problema…
Maik Weichert: Esatto, è facile dire “Io odio Salvini, è uno stronzo”.

Pez: Oh sì sì, concordo.
Maik Weichert: Ma bisogna riconoscere che è colpa dei nostri politici se persone come lui ricevono questo potere.

Pez: Infatti ho molta paura di lui, perché sempre più spesso vedo gente che concorda con le sue idee e ciò è veramente un male...
Maik Weichert: La gente ha paura, lo so cosa vuoi dire...

Pez: È ok, cercheremo di saltarne fuori. Per la copertina del nuovo album avete collaborato con Eliran Kantor. Come è nata questa collaborazione?
Maik Weichert: Sono un grande fan di Eliran Kantor, mi piacciono molto gli artwork che ha realizzato per band come Satan e Testament. La collaborazione è nata in modo semplice, gli ho scritto una e-mail dove spiegavo il concept del disco. Aveva delle grandi idee già dal nostro primo incontro, penso che sia uno dei più talentuosi cover artist che abbiamo oggi.

Pez: Nell'edizione speciale del disco c'è anche un documentario con la vostra storia, vuoi raccontarci la genesi del film e perché vi sentivate pronti per un progetto così importante?
Maik Weichert: L'idea non era quella di fare il solito making-of dell'album, abbiamo voluto realizzare un documentario sia di come è stato fatto il disco ma anche sulle persone dietro alla band. Che tipo di persone siamo, cosa facciamo, a cosa stiamo puntando. Penso che sia una bella visione “interna” della band che la gente amerà.

Pez: State già programmando un tour? Anche se penso non sia il momento giusto per chiederlo (rido, NDR)
Maik Weichert: Beh sì, ovviamente stiamo programmando un tour ma beh (ride, NDR) è veramente difficile dire cosa accadrà in futuro, aspettiamo di vedere la fine di aprile. Certamente stiamo organizzando un tour, abbiamo le date per i festival.

Pez: Grazie per il tuo tempo, sei libero di dire ciò che vuoi ai lettori.
Maik Weichert: Sì, date agli Heaven Shall Burn una possibilità, ascoltate il disco, aspettiamo vostri feedback. Saremo veramente felici di tornare in Italia un giorno, non so quando questa intervista sarà pubblicata ma spero che la situazione da voi sia migliorata. Tutti sperano il meglio per voi.

Pez: Grazie, stammi bene.
Maik Weichert: Grazie a te, è stata una bella intervista. Stammi bene anche tu.



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
L'intervista
Clicca per ingrandire
La copertina di Of Truth & Sacrifice
RECENSIONI
70
83
70
ARTICOLI
23/03/2020
Intervista
HEAVEN SHALL BURN
Chi semina sacrifici raccoglie verità
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]